skip to main | skip to sidebar
3 commenti

Radio: i temi di oggi

Disinformatico radio di stamattina: i temi



Come ogni martedì, anche oggi alle 11 la Radio Svizzera di lingua italiana è così incosciente da farmi parlare in diretta. Potete seguire la trasmissione anche in streaming e in differita come podcast. Ecco i temi di oggi:
  • A volte ritornano: un appello per un bambino affetto da leucemia fulminante riprende a circolare con il nome cambiato; una dimostrazione eloquente dell'effetto distorsivo del passaparola.
  • Dieci anni di Google: com'è cambiata Internet, e qualche chicca sull'onnipresente motore di ricerca che alcuni temono diventi troppo onnipresente.
  • Il "laptop da 100 dollari" sarà acquistabile anche da chi non vive nel Terzo Mondo, ma bisognerà comperarne due: uno andrà ai bambini dei paesi emergenti. I dettagli tecnici di una macchina originalissima che fa riflettere sullo spreco dei nostri attuali computer e sistemi operativi.
  • Un pesce d'aprile fuori stagione fa riflettere sul guinzaglio informatico dal quale dipendiamo: la schermata nera antipirateria di Windows Vista.
  • Chicca finale: la musica di Fuga da New York eseguita da uno strumento d'eccezione: una bobina di Tesla. Se non sapete cos'è, preparatevi a un'esperienza elettrizzante.
Invia un commento
I commenti non appaiono subito, devono essere tutti approvati manualmente da un moderatore a sua discrezione: è scomodo, ma è necessario per mantenere la qualità dei commenti e tenere a bada scocciatori, spammer, troll e stupidi.
Inviando un commento date il vostro consenso alla sua pubblicazione, qui e/o altrove.
Maggiori informazioni riguardanti regole e utilizzo dei commenti sono reperibili nella sezione apposita.
NOTA BENE. L'area sottostante per l'invio dei commenti non è contenuta in questa pagina ma è un iframe, cioè una finestra su una pagina di Blogger esterna a questo blog. Ciò significa che dovete assicurarvi che non venga bloccata da estensioni del vostro browser (tipo quelle che eliminano le pubblicità) e/o da altri programmi di protezione antimalware (tipo Kaspersky). Inoltre è necessario che sia permesso accettare i cookie da terze parti (informativa sulla privacy a riguardo).
Commenti
Commenti (3)
l'argomento dell'appello che riprende a circolare con nome cambiato ripropone il mio Grande Quesito sollevato nella catena dell'attacco di cuore...
... ma chi le scrive e le rimanda in giro, ci è o ci fa? :)

vale a dire, si fa apposta a far in modo che i contenuti siano inesatti e inutili, o purtroppo un sacco di gente sbaglia con convinzione?
Hao a tutti..

Io sono dell'idea che dovrebbero abolire il tasto inoltra dai client di posta elettronica, almeno per inoltrare un messaggio le persone sono costrette a fare un paio di operazioni in più che porterebbero forse a ragionare su quello che fanno...
Perchè non inventare un filtro anti-spam semantico - che riconosca anche le bufale? Basterebbe fargli cercare il contenuto della mail-catena di s.antonio in questo sito... Qualcuno ci ha mai pensato?

Sono molto curioso di saperne di più sulla bobina di tesla (anche perchè riguarda uno dei miei film preferiti!)