skip to main | skip to sidebar
154 commenti

Compitini per i complottisti undicisettembrini

11/9: sette anni di teorie "alternative" liquidate dai fatti


Si avvicina la ricorrenza dell'11 settembre e inevitabilmente si riaccendono le discussioni sugli attentati del 2001. La televisione italiana ha toccato l'argomento su Raitre nella trasmissione di Mario Tozzi, Pianeta Files; ne trovate un commento qui sul blog Undicisettembre, che ormai contiene oltre 600 articoli d'indagine (e una FAQ piuttosto esauriente). Anche la televisione svizzera ha parlato delle teorie alternative sull'11/9 intervistando i complottisti elvetici (in streaming qui, in francese).

Ho un paio di compitini per i veritardi che non hanno ancora capito che le teorie alternative, con le loro Torri Gemelle demolite con la dinamite infilata di nascosto o le microonde o la vernice esplosiva applicata a pennello, con i loro aerei che al Pentagono scompaiono per essere sostituiti da missili che però nessuno vede, e con tutto il codazzo di paccottiglia da vendere, sono un esercizio di squallore che è uno schiaffo in faccia alle vittime (come dice chiaramente qui il pompiere Frank Papalia, intervistato dalla BBC).

Andate al Mémorial di Caen, in Francia, dove c'è la mostra con i reperti degli attentati, con i pezzi degli aerei che non c'erano e gli effetti personali dei passeggeri che secondo i complottisti se la sono svignata alle Bahamas simulando la propria morte: un lettore del Disinformatico, Mattia, ha preparato un servizio fotografico della mostra per darvi un'anteprima.

Se non ce la fate ad andare così lontano, potete più semplicemente fare un salto a Padova, dove c'è il monumento commemorativo dell'11 settembre, alle Porte Contarine, e c'è tuttora un grande pezzo dell'acciaio delle Torri Gemelle: quello che i vostri colleghi veritardi dicono sia stato fatto sparire in tutta fretta per nascondere le prove della demolizione controllata.







Queste sono soltanto alcune delle tantissime foto che gli agenti del Disinformatico hanno scattato quando ho chiesto una ricognizione a Padova qualche settimana fa (era questa la "missione segreta"). Pubblicherò le altre nei prossimi giorni, dopo aver completato la preparazione per la conferenza di Lugano insieme agli esperti di settore che si terrà dopodomani.
Invia un commento
I commenti non appaiono subito, devono essere tutti approvati manualmente da un moderatore a sua discrezione: è scomodo, ma è necessario per mantenere la qualità dei commenti e tenere a bada scocciatori, spammer, troll e stupidi.
Inviando un commento date il vostro consenso alla sua pubblicazione, qui e/o altrove.
Maggiori informazioni riguardanti regole e utilizzo dei commenti sono reperibili nella sezione apposita.
NOTA BENE. L'area sottostante per l'invio dei commenti non è contenuta in questa pagina ma è un iframe, cioè una finestra su una pagina di Blogger esterna a questo blog. Ciò significa che dovete assicurarvi che non venga bloccata da estensioni del vostro browser (tipo quelle che eliminano le pubblicità) e/o da altri programmi di protezione antimalware (tipo Kaspersky). Inoltre è necessario che sia permesso accettare i cookie da terze parti (informativa sulla privacy a riguardo).
Commenti
Commenti (154)
Ciao Paolo,
a proposito di complotti e ufo vari, che ne pensi del caso *Caronia di Sicilia" ? (ti mando un link aggiornato: http://www.corriere.it/cronache/08_settembre_08/magazine_xfiles_e721d8a8-7daf-11dd-8ad1-00144f02aabc.shtml)

Io sono di Palermo, e ho conosciuto due ragazze che vivevano da quelle parte che mi hanno raccontato cose effettivamente strane (magari non *inspiegabili* ma decisamente strane) come il fatto che a casa loro la luce si accendesse da sola, che i televisori cambiassero canale da soli e addirittura (ma qui non ci credo tanto...) che un frullatore si è messo a girare con la spina staccata...

Bufala o no, mi sa che è materiale tuo...
Paolo, perche' non metterai su youtube la conferenza di Lugano?
E per chi non potra' partecipare?
L'acciaio è stato fatto sparire davvero in tutta fretta!!! Pazzo chi non ci crede... Se lo sono presi un po' tutti per ricordo!!

Adesso si trova un po' ovunque..

Anche a Modena è presente un monumento che dovrebbe contenere due parti di acciaio delle Torri Gemelle..
Salve, vi lascio il seguente allegato: www.michaelmoore.com. In "Sette domande per George d'Arabia", capitolo primo del libro "Ma come hai ridotto questo paese" Michael Moore, infatti, ho trovato delle citazioni molto interessanti, che voi potete ritrovare sul sito sopra, e che vi elencherò:
1)di Kathy Gannon, "Bin Laden reportedly ailing", The Associated Press", 25 marzo 2000, alla nota 45 del primo capitolo.
2)"Hardball with Chris Matthews" sulla MSNBC, 19 ottobre 2001, in cui si intervista Michael Griffin, nella nota 46 del libro.
3)di Jane Mayer, "The House of bin Laden", pubblicato da "The New Yorker", 12 novembre 2001, alla nota numero 50 del capitolo primo del libro
4)di Kathy Steele, "Phantom flight in Florida", pubblicato da "The Tampa Tribune", 5 ottobre 2001, alla nota 51
5)di Fox Butterfield, "Justice Dept. bars use of gun checks in terror inquiry," pubblicato da "The New York Times", 6 dicembre 2001, alla nota 52.
Il più interessante, a mio avviso, è il secondo, che spiega come Bin Laden, nemico numero uno dell'America e dell'Occidente, nel periodo in cui avvenivano gli attentati dell'11 settembre, prima e dopo, necessitava di dialisi a causa dei suoi problemi ai reni,il che significa che non era neanche in grado di recarsi negli USA. Molte altre prove e testimonianze, non di opinioni, ma di FATTI, le potete trovare sulla pagina in inglese di wikipedia dell'11 settembre, all'angolo del dibattito
Il più interessante, a mio avviso, è il secondo, che spiega come Bin Laden, nemico numero uno dell'America e dell'Occidente, nel periodo in cui avvenivano gli attentati dell'11 settembre, prima e dopo, necessitava di dialisi a causa dei suoi problemi ai reni,il che significa che non era neanche in grado di recarsi negli USA. Molte altre prove e testimonianze, non di opinioni, ma di FATTI, le potete trovare sulla pagina in inglese di wikipedia dell'11 settembre, all'angolo del dibattito

Penso che Bin Laden non potesse recarsi in America perché era già ricercato, non certo perché in dialisi...
E in ogni caso, cosa dimostrerebbe questo?
Lui è principalmente un finanziatore, non doveva recarsi di persona a fare sopralluoghi!
Kersal, per quel che ne so il caso di Caronia è frutto di qualche buontempone del luogo. Le poche "prove" oggettive che ho visto indicano bruciature fatte con un accendino. Di queste accensioni di elettrodomestici mancano prove dirette: mai che succeda mentre la telecamera sta inquadrando e un elettricista sul posto può controllare che la spina è davvero staccata.

Questa è la spiegazione più probabile allo stato attuale. Ci vorrebbero indagini più ampie, ma come si fa a spiare in casa della gente e magari accusare qualcuno di specifico di essere un vandalo?
Beh, sinceramente non saprei veramente come esprimere il mio disappunto.

Socraticamente mi limito a dire che ci sono cose che non mi convincono riguardo alla versione ufficiale, e che mi pare che l'ottimo Attivissimo qualche volta abbia (l'umana) propensione a confermare ciò a cui già crede e a (a volte forse troppo frettolosamente) trovare "prove" che neghino ciò in cui non crede.

Probabilmente se avessi avuto a che fare per anni con polemisti d'accatto pronti a svendere la virtuale anima in nome di una posizione aprioristicamente presa, beh... forse farei così anche io.

tuttavia, pur non legandomi affatto alla schiera dei complottisti, permane in me l'irrazionale sensazione che sì, sicuramente c'è stato del marcio, e tutto il fumo gettato negli occhi (ai) dai complottisti serve a celare altro.

Più complottista di così.... ;)
Paolo, perche' non metterai su youtube la conferenza di Lugano?

Richiesta specifica degli organizzatori: indispensabile per avere i relatori tecnici.

E per chi non potra' partecipare?

Preparerò un resoconto dettagliato. E' il meglio che posso proporre, e mi dispiace.
Anche a Modena è presente un monumento che dovrebbe contenere due parti di acciaio delle Torri Gemelle

Interessante, mi daresti (anche in privato) qualche dettaglio?
Mocassino,

magari ti sorprenderà, ma la penso come te: il complottismo, con le sue tesi ridicole ma di grande impatto emotivo, ha contribuito ad oscurare questioni molto concrete.

Non parlo di complotti fantascientifici, ma di scelte tecniche, politiche e militari assolutamente dissennate. Parlo di responsabilità dovute all'inquinamento atmosferico a New York, alle norme edilizie troppo disinvolte, alla sottovalutazione del rischio di dirottamenti da parte di tutti (compagnie aeree in testa, che non volevano installare porte blindate per la cabina di pilotaggio).

Di queste cose, o degli intrallazzi con la mafia di New York per la lentissima ricostruzione del WTC, non si parla.

E' lo stesso meccanismo che vedo ora per i repubblicani: ben venga il clamore intorno alle foto osé della Palin, così nessuno si ferma a chiederle quali sono le sue idee.
NON che io creda molto nel complotto dell'attentato ma questa volta le tue argomentazioni sono veramente misere.

Non c'è stato complotto perchè c'è una mostra con i pezzi di aereo, effetti personali e quant'altro...
beh se ci fosse veramente stato un complotto questo ne farebbe assolutamente parte no?
Valerio, le mie argomentazioni non si esauriscono certo qui. C'è un intero blog, Undicisettembre.info, con 600 articoli tecnici. Ci sono due libri in italiano. Ci sono i documentari della BBC e di History Channel sulle teorie alternative.

Sono le argomentazioni di tutti i tecnici di settore: le teorie alternative sono una montagna di scemenze. Vuoi esaminarle una per una? C'è la FAQ di Undicisettembre.info a disposizione.

Qui, per non tediare, mi sono limitato a segnalare due dati di fatto fra i tanti.
"Non c'è stato complotto perchè c'è una mostra con i pezzi di aereo, effetti personali e quant'altro...
beh se ci fosse veramente stato un complotto questo ne farebbe assolutamente parte no?"

Ma stiamo parlando dell'undici settembre 2001 o dello schianto dell'UFO a Roswell?
Manca solo che uno dica che le torri gemelle erano finte.
Ma cosa hanno visto tutti quel giorno, solo io ho visto il filmato dell'aereo che si schiantava sulle torri gemmelle, la gente disperata che si buttava dalle torri in fiamme e la disperazione di una nazione che non riusciva a capire cosa le stesse accadendo?
Su COSA sia successo non possono esserci dubbi.
No Paolo, la tua risposta non mi stupisce affatto, anzi, mi da solo piacevoli e rassicuranti conferme :)
Su COSA sia successo non possono esserci dubbi

ma infatti sono il come ed il perchè ad essere soggetti di interpretazioni :) (a parte il Pentagono, che ha una storia tutta sua)
Mocassino:

a parte il Pentagono, che ha una storia tutta sua

In che senso?
ma infatti sono il come ed il perchè ad essere soggetti di interpretazioni

Sul perché passi, ma sul come le "interpretazioni" complottiste (super-termite, missili invece di aerei, demolizioni controllate, etc.) si scontrano terribilmente con i fatti.
Vorrei sottoporre un paio di riflessioni al Disinformatico, il cui impegno stimo e utilizzo. Premessa: Io "c'ero" come c'erano molti all'undici settembre, e cioè guardavo la tv e in diretta, e ho visto. Che ho visto? Si, ovvio, ho visto la Morte agghiacciante, apocalittica. MA ho anche visto dei particolari che avevo già visto nei video che filmano gli abbattimenti di edifici (spesso negli Usa): sbuffi di fumo in piccole aree circoscritte, molto ben visibili. Impossibile per un vojeur come me non collegare le due "visioni". Allora, visto che quei fatti stavano avvenendo negli Usa, popolo che ha visto uccidere, da assassini Americani, non ricordo più quanti tra candidati e presidenti (come se ci avessero ucciso Berlusconi, Andreotti, Veltroni e qualche attivista famoso, non so, un don Ciotti, ora non mi viene altro), per non parlare della guerra all'Iraq, intentata su falsi report delle varie (defi-) Intelligence, ho DOVUTO pensare che c'era qualcosa che non quadrava. O forse che, come si ipotizzò in seguito, che invece quadrava con scenari assolutamente possibili. Se poi ci vogliamo crogiolare nelle formulazioni scientifico legali, adoperando formule che sono più da avvocato che da studioso dei fatti allora è un'altra cosa. Sappiamo come vanno a finire i processi ai potenti: alla fine i colpevoli diventano quelli che hanno subito l'offesa. Infine sarò impopolare ma la prima cosa che pensai quel giorno fu: ECCO FATTO, SE LA SONO PROPRIO ANDATA A CERCARE. Leggete Noam Chomsky, che non è esattamente un Diliberto qualunque. Né un Disinformato. Saluti, e grazie per la ospitalità e scusate la lunghezza.
FANCYCASSIUS, con tutto il rispetto, Chomsky come studioso e logico sarà anche un grande scienziato, ma come opinionista o filosofo lo ritengo un ignorante, un demagogo e un traditore del proprio paese.

Le consiglio a sua volta di leggere i testi Ibn Warraq, Ali Sina e Craig Winn - ci sono sufficienti fatti per comprendere da dove arrivi l'ideologia dell'odio dei terroristi Islamici, da 1400 anni a questa parte.
Ieri ho visto in vendita, in edicola, il dvd di Zero.
Ero tentato di acquistarlo per verificare di persona quali e quante castronerie vengano dette, ma perché dare dei soldi a Giulietto Chiesa? :D
sbuffi di fumo in piccole aree circoscritte, molto ben visibili

E' spiegato nelle FAQ su Undicisettembre.info.


quadrava con scenari assolutamente possibili

E quali sarebbero?


la prima cosa che pensai quel giorno fu: ECCO FATTO, SE LA SONO PROPRIO ANDATA A CERCARE

Certo. Zoe Falkenberg, 8 anni, Dana Falkenberg, 3 anni, Bernard Brown, 11 anni, Asia Cottom, 11 anni, Rodney Dickens, 11 anni, se la sono proprio andata a cercare.

Erano sul Volo 77 caduto contro il Pentagono.

E ci sono gli altri 2000 civili, fra cui 343 pompieri. Anche loro se la sono andata a cercare.

Che pena che fanno, certe frasi dette per dare aria ai denti.

Per tua informazione: Noam Chomsky è uno dei primi a dire che le teorie alternative sono una scemenza totale.
Ero tentato di acquistarlo per verificare di persona quali e quante castronerie vengano dette

E' su Youtube.

Se vuoi, su Undicisettembre trovi l'elenco documentato delle 117 castronerie che dice. Si chiama "Zerobubbole pocket".
Fancycassius,

gli esplosivi da demolizione non fanno piccoli sbuffi in aree circoscritte. Fanno sbuffi grandi tutta la sezione di edificio proprio dove questo si rompe.

Gli sbuffi delle TT non assomigliano manco da lontano a quelli di una demolizione controllata.
per non parlare della guerra all'Iraq, intentata su falsi report delle varie (defi-) Intelligence

Allora, gli USA hanno convinto il mondo a fare la guerra in Iraq sulla base delle famose accuse sulle armi di distruzioni di massa, mai trovate.
Hanno fatto dei report, hanno tirato fuori delle foto satellitari e tanto è bastato per avere l'ok a fare una guerra (e a mandarci anche i nostri soldati).
Ora... caro amico complottista.... perché porca sidella non hanno fatto lo stesso con l'Afghanistan?
Perché per attaccare l'Afghanistan hanno sentito il dovere di dover tirare giù due grattacieli, far schiantare un aereo sul pentagono, mentre per L'Iraq è bastato falsificare un rapporto?
Non bastava dire "oh, ma guardate che anche l'Afghanistan ha le armi di distruzione di massa"?

O criticate la teoria dell'inside job per avere la scusa di attaccare l'Afghanistan oppure attaccate i falsi report sull'Iraq per giustificarne la guerra. O uno o l'altro, perché le due cose non sono molto compatibili...
Fancycassius,

inoltre gli esplosivi fanno "boom".
E quelli che sarebbero stati necessari per tirare giù le torri avrebbero fatto:

BOOOM!!!.

Invece nessuna registrazione audio fa sentire il minimo scoppio.
Ma dove vivete? Lo sanno tutti che Bin Laden non c'entra!
Le torri le hanno buttate giù gli alieni Grigi, e hanno usato Elvis che è ancora vivo come agente segreto... E vedrete nel 2012 col calendario dell'ape maya che cosa combiner-anno!
@neurobi:

perché l'hai detto? ora dobbiamo eliminare te e tutti quelli che hanno letto la tua affermazione qui nel blog
Ma che palle i complottisti...

Essi si autofalsificano, perché l'affermazione:
1) "esistono poteri così grandi da organizzare un complotto, e coprirlo così bene che tutti ci credono".

esclude che possa esistere l'affermazione:
2) "alcuni conoscono la vera verità".

Infatti se fosse vera l'affermazione 1), tutti gli "alcuni" dell'affermazione 2) che raccontano la "vera verità" sarebbero agenti dei poteri del gruppo 1), che mettono in giro una "falsa verità" per coprire una "vera verità", che effettivamente potrebbe essere diversa da quella "ufficiale", ma anche da quella "complottista".
@mocassino

Perchè il Pentagono?
Io troveri più fondati i dubbi sul volo UA93 perchè mi sembra inverosimile che degl'occidentali si sacrificano sulla base di scarne e confuse informazioni. Lo trovo inverosimile perchè non è nella cultura occidentale sacrificare la propia vita, in tempo di pace e da parte di persone comuni, per degl'estranei.
Non l'ho è già per un singolo individuo, figuriamoci per un gruppo.
Ma anche se fosse vero che il volo è stato abbattuto (ipotesi) che cosa cambia? Sarebbe la prova mancante e definitiva di un grande complotto? O la tragica scelta morale di una persona che ha dovuto scegliere se sacrificare 40 persone, comunque già condannate, per salvarne qualche centinaio?
E la responsabilità dell'atto non sarebbe comunque a carico dei dirottatori e dei finanziatori?

Se ci sono dei punti oscuri e come il governo Americano ha gestito il post 9/11, favorendo gl'interessi di una grande famiglia sulla ricerca della verità, o affidare compiti militari a ditte di mercenari che avevano in libro paga i vertici del governo, e tante altre storie sulla liberta individuale - uso della tortura - ecc.
Ma questa è un altra storia.
non è chiara la tesi esposta nell'articolo (forse perchè non seguo assiduamente il blog): è forse che negli attentati dell'11 settembre non c'è niente di strano, tutto è chiaro, non ci sono dubbi di sorte su come sono andate le cose?
è forse che negli attentati dell'11 settembre non c'è niente di strano, tutto è chiaro, non ci sono dubbi di sorte su come sono andate le cose?

Non esattamente. La dinamica degli eventi è indiscussa: troppo ben documentata, con troppe fonti incrociate e indipendenti.

Le teorie alternative, quelle con demolizioni controllate, abbattimenti e missili al posto di aerei, sono scemenze assolute inventate da un branco di incompetenti sulla base di "fatti" inventati e manipolati (perdona la sintesi brutale, ma è così; i dettagli sono su Undicisettembre.info).

Ma ci sono delle zone grigie, degli aspetti ancora non chiari. Nulla che faccia pensare a un autoattentato, ma molto che fa pensare a una negligenza irresponsabile e incosciente prima, e a una serie di reazioni pericolose e sconsiderate dopo.
I dubbi possono anche sorgere (e vanno ovviamente guardati con occhio critico) e bisogna dar loro una solida confutazione o prova, ma NEGARE per principio un fatto così e (a mio avviso) un atto che dimostra solo scarsità di serietà e buon senso...
Al di la di ogni cosa, (tutto quello che penso delle teorie complottiste è già stato scritto) devo dire che non stavo nella pelle per sapere dell'esito della "missione segreta". :)
"ma NEGARE per principio un fatto così e (a mio avviso) un atto che dimostra solo scarsità di serietà e buon senso..."

Il buon senso cosa dice? che la nazione più forte della terra per invadere l'Afganistan ha distrutto i suoi simboli e causato migliaia di vittime fra i suoi concittadini?
Quando gl'Americani hanno voluto invadere il Vietnam si sono accontentati di una scusa molto meno traumatica, senza parlare di Grenada o dell'Iraq.

Per assurdo: "l'undici marzo 2004 gli Spagnoli hanno fatto saltare un loro treno a Madrid, causando centinaia di vittime, per aiutare gl'Americani a nascondere il segreto sull' 9/11".
Questa l'ho inventata io (almeno spero) ma sfido chiunque a dimostrarmi che è falsa.
"Ma cosa hanno visto tutti quel giorno, solo io ho visto il filmato dell'aereo che si schiantava sulle torri gemmelle, la gente disperata che si buttava
dalle torri in fiamme e la disperazione di una nazione che non riusciva a capire cosa le stesse accadendo?"

Perdona la domanda, ma per motivi fisici non posso vedere il filmato. Ma tu avrai visto l'aereo schiantato contro le torri gemelle, non che si schiantava... o erano già lì a filmare? Comunque ora do un'occhiata su undicisettembre.info, chissà che ci sia la risposta...

"Essi si autofalsificano, perché l'affermazione:
1) "esistono poteri così grandi da organizzare un complotto, e coprirlo così bene che tutti ci credono".

esclude che possa esistere l'affermazione:
2) "alcuni conoscono la vera verità".

Infatti se fosse vera l'affermazione 1), tutti gli "alcuni" dell'affermazione 2) che raccontano la "vera verità" sarebbero agenti dei poteri del gruppo
1), che mettono in giro una "falsa verità" per coprire una "vera verità", che effettivamente potrebbe essere diversa da quella "ufficiale", ma anche da
quella "complottista".

Già, come il paradosso sofista dell'uomo ateniese che afferma che gli ateniesi sono mentitori...

"Invece nessuna registrazione audio fa sentire il minimo scoppio."
Ma è ovvio, l'hanno eliminato dalla registrazione!!! -D -D -D
@gio
Scarse informazioni? Via telefono i passeggeri sapevano fin troppo bene quale sarebbe stato il loro destino, e morire per morire non ho dubbi che in un folto gruppo di persone qualcuno si faccia avanti per non permettere ai terroristi di colpire altra gente. L'istinto di conservazione quando la fine sembra inevitabile non è più tanto forte. Credo che avrei fatto lo stesso, pur con la speranza di riprendere i comandi dell'aereo.
a proposito di complottisti, ho appena letto un post che parla dell'11/09 su www.polisblog.it e mi sono fatto 4 risate con certi commenti.Quello che preoccupa è che chi li scrive ne è davvero convinto, c'è chi parla di nuovo ordine mondiale dei banchieri e di chip vari...
@alexandro

Io ho assistito in diretta televisiva tutto l'avvenimento, da alcuni minuti prima dello schianto del secondo aereo, e ti posso assicurare che di certo non c'era niente. Comunque non ho detto che era impossibile ma inverosimile, e comunque accetto la versione ufficiale.
In ogni caso lo spirito di conservazione di un occidentale fa fare cose inimmaginabili, ma questo non c'entra niente con il post.

@sys req

Io ho visto solo il secondo aereo schiantarsi, ma la prima scena, se ben ricordo, non era ben chiara. Non propio in diretta ma in differita di alcuni minuti. Sino a quel momento si parlava ancora d'incidente e non di attentati. Le telecamere naturalmente sono arrivate dopo il primo schianto.
"Non parlo di complotti fantascientifici, ma di scelte tecniche, politiche e militari assolutamente dissennate. Parlo di responsabilità dovute all'inquinamento atmosferico a New York, alle norme edilizie troppo disinvolte, alla sottovalutazione del rischio di dirottamenti da parte di tutti (compagnie aeree in testa, che non volevano installare porte blindate per la cabina di pilotaggio).

Di queste cose, o degli intrallazzi con la mafia di New York per la lentissima ricostruzione del WTC, non si parla."

insomma sei più complottista dei complottisti che magari saranno discordi sulla dinamica ma che sono d'accordo su una cosa: una parte della catena di comando ha fatto parte del complotto(perchè che le torri siano state abbattute per via di un complotto, almeno questo, spero, siamo d'accordo tutti).

la cosa che mi consola è che nonostante lo sforzo disumano dei debunker più o meno in buona fede si continui a parlare delle c.d. teorie alternative e ci sia gente che ancora cerca quella verità che ci è stata negata.
ciao Paolo,
volevo solo segnalarti questo

http://www.bella-ciao.it/programma.html

guarda l giorno 11 Settembre ....vecchie conoscenze....ovviamente arringheranno le personi presenti che la loro è la VERITA'.. che tristezza.
Mi sembra che ci sia anche qualche ripresa (chiaramente amatoriale) del primo schianto, statisticamente non sarebbe impossibile...

Pero' non sono sicuro, Paolo lo saprebbe dire senz'altro meglio di me
(perchè che le torri siano state abbattute per via di un complotto, almeno questo, spero, siamo d'accordo tutti).

se intendi un complotto di una combinazione di governo USA, Mossad, NWO, e via dicendo, no non sono tutti d'accordo.

Se invece intendi che il complotto potrebbe essere semplicemente quello ordito da Al Qaeda (e quest'ultimo NON è pagato dalla CIA) allora si, potremmo essere d'accordo tutti.
"Se invece intendi che il complotto potrebbe essere semplicemente quello ordito da Al Qaeda (e quest'ultimo NON è pagato dalla CIA) allora si, potremmo essere d'accordo tutti."

Potremmo essere d'accordo tutti? Mi sembri un tantino ottimista...
Mi sembra che ci sia anche qualche ripresa (chiaramente amatoriale) del primo schianto, statisticamente non sarebbe impossibile...

Ci sono tre riprese: Naudet, Hlava e Staehle.

Cerca questi nomi in Undicisettembre.info per i dettagli.
OT:

@ neurobi:

E vedrete nel 2012 col calendario dell'ape maya che cosa combiner-anno!

esempi interessanti di filosofia Maya:

ape Maya 1

ape Maya 2

:D

/OT
Ciao Paolo

In parte sono d'accordo con te che. Alcune delle teorie alternative sono fantasiose e possono essere smontate dai fatti, altre sono semplicemente una contrapposizione di opinioni.

Trovo ci siano abbastanza elementi per avere un ragionevole dubbio.

Ho visto che hai fatto spesso leva sull'offesa alle vittime.
Io non vedo nessuna offesa nel considerare un diverso mandante per il loro omicidio.

Considero invece molto peggiore il fatto che i filmati sulla loro sofferenza in quei momenti e quella dei loro famigliari in seguito sia stata mostrata(spesso in maniera gratuita) al fine di ottenere i consensi per una "controffensiva" che ha provocato ancora più morti...i cui fini ultimi, legati più alla conquista dei giacimenti di petrolio che alla caccia al terrorismo, ci sono (oggi più che allora) ben noti.
Restiamo in attesa di un attacco all'Iran...
Matteo,

Trovo ci siano abbastanza elementi per avere un ragionevole dubbio.

Quali sono questi elementi?


Io non vedo nessuna offesa nel considerare un diverso mandante per il loro omicidio.

L'offesa sta nel fatto che le tesi complottiste accusano i pompieri di aver ucciso i propri colleghi e accusano i passeggeri dei voli di essere dei figuranti complici.

L'offesa sta nel fatto che persone come Mark Loizeaux, specialista in demolizioni esplosive, è accusato di aver demolito le Torri e ucciso gli occupanti.

L'offesa sta nel fatto che Charles Burlingame, pilota del Volo 77, è accusato di aver organizzato la messinscena.

Scusa se è poco.


Considero invece molto peggiore il fatto che i filmati sulla loro sofferenza in quei momenti e quella dei loro famigliari in seguito sia stata mostrata(spesso in maniera gratuita) al fine di ottenere i consensi

Su questo sono d'accordo. La tragedia è stata strumentalizzata. Ma è cosa ben diversa dal dire che è stata fatta apposta come autoattentato.
nonostante lo sforzo disumano dei debunker più o meno in buona fede si continui a parlare delle c.d. teorie alternative

Tradotto: non importa che siano bufale conclamate, l'importante è che si portino avanti lo stesso.


e ci sia gente che ancora cerca quella verità che ci è stata negata.

Forse, per parlare di "verità negata", bisognerebbe avere degli elementi concreti.

Non il cumulo di bufale, invenzioni e falsificazioni assortite prodotti in questi anni dal "Movimento per la Verità".
Sette anni oggi.
Un pensiero alle vittime di quel giorno.
Buongiorno,
non sono daccordo con il tuo post per vari motivi,
per prima cosa quali sarebbero i fatti che smentiscono le tesi "alternative"??? il fatto che abbiano trovato qualche pezzo intero dell'edificio? Bhe, mi sembra un po' deboluccio come prova... non trovi?

Seconda cosa, i cosiddetti "complottisti" come li chiami tu sono semplicemente persone che cercano la verità sul crollo delle torri, persone a cui non basta la versione del caro G.W. Bush con il suo entourage (lo stesso gruppo di persone che ha mentito altre volte ed è stata anche processata per questo vedi Guantanamo, vedi fantomatiche armi di distruzione di massa che Saddam non aveva).
La storia ci dovrebbe insegnare che la verità non è sempre anzi non è quasi mai quella che ci raccontano i potenti e le televisioni.

Le prove a supporto delle cosiddette tesi alternative sono molte... forse prima di considerarle pura invenzione sarebbe il caso di analizzarle con maggiore attenzione. Ma se un pezzo di una trave di acciaio ti basta per fugare ogni dubbio... bhe... pensala come credi.

Luigi
@luigi. Mi auguro per la tua intelligenza che tu non sappia di tutte le indagini raccolte sul blog undicisettembre. Altrimenti non diresti che le prove contro le teorie alternative sono "solo una trave"

A proposito: quali sarebbero le prove a favore?
@luigi:

Mi associo all'osservazione di Matz.

Le prove a supporto delle cosiddette tesi alternative sono molte...

Per esempio?

forse prima di considerarle pura invenzione sarebbe il caso di analizzarle con maggiore attenzione

E' quello che fa da anni il Gruppo Undicisettembre, al link postatoti.

Risultato?
Una montagna di inessattezze, dati parziali, distorti e addirittura inventati.

Parafrasandoti, forse, prima di prendere per buone le bufale dei complottisti, sarebbe il caso di verificarle.



persone a cui non basta la versione del caro G.W. Bush

La "versione" non è del "caro Bush", che peraltro caro non lo è a molti.

La "versione" è frutto di 8 indagini:
- una inchiesta giudiziaria civile (processo Moussaoui), cui si aggiungeranno i processi in corso.
- 2 inchieste governative (Commissione 11/9 e Joint Inquiry di Camera e Senato USA)
- 5 indagini tecniche (FAA, NTSB, NIST, FEMA, ASCE)

Oltre alle inchieste giornalistiche e ai rapporti tecnici dei soccorritori (MCEER, Arlington After-Action Report, e altri).

Sono decine di migliaia di pagine di rapporti, testimonianze, calcoli, simulazioni, in una parola "prove".

Non chiacchiere da bar.

"Essi si autofalsificano, perché l'affermazione:
1) "esistono poteri così grandi da organizzare un complotto, e coprirlo così bene che tutti ci credono".

esclude che possa esistere l'affermazione:
2) "alcuni conoscono la vera verità".

Infatti se fosse vera l'affermazione 1), tutti gli "alcuni" dell'affermazione 2) che raccontano la "vera verità" sarebbero agenti dei poteri del gruppo
1), che mettono in giro una "falsa verità" per coprire una "vera verità", che effettivamente potrebbe essere diversa da quella "ufficiale", ma anche da
quella "complottista".

Già, come il paradosso sofista dell'uomo ateniese che afferma che gli ateniesi sono mentitori...


Ah, ma i complottisti non sono "esseri normali", sono "i prescelti", persone dall'intelletto superiore che non si lasciano abbagliare dagli inganni capaci di irretire l'intera popolazione mondiale.

Sono la resistenza del bene nel regno del male più assoluto.

ma trionferanno, facendo al massimo la fatica di alzarsi per prendere il pop-corn dal microonde.

Perché il bene trionfa sempre.

Non è così che succede nei film?

-----------------

Buongiorno,
non sono daccordo con il tuo post per vari motivi,
per prima cosa quali sarebbero i fatti che smentiscono le tesi "alternative"???il fatto che abbiano trovato qualche pezzo intero dell'edificio? Bhe, mi sembra un po' deboluccio come prova... non trovi?


Questa è l'ironia dell'ignorante. Non sai nulla, ma ti senti in diritto di disprezzare chi non condivide i tuo pregiudizi.

potresti scoprire di stare sbagliando.

Prova:

www.undicisettembre.blogspot.com


Seconda cosa, i cosiddetti "complottisti" come li chiami tu sono semplicemente persone che cercano la verità sul crollo delle torri


Persone che cercano la verità manipolando le testimonianze? rimontando ad arte i filmati? Continuando a spacciare bugie smentite da anni? Rifiutando a più riprese il confronto? Insultando chiunque non la pensi come loro? Commettendo errori pacchiani che rifiutano di correggere? Vendendo in edicola video pieni delle peggiori baggianate? Non facendo altro che "fare domande", senza preoccuparsi di trovare anche solo una risposta che sia una? (eh, certo, loro fanno domande, mica danno le risposte. E' il teorema del pop-corn, di cui parlavo prima).

Strano modo di cercare la verità. Davvero.


, persone a cui non basta la versione del caro G.W. Bush con il suo entourage (lo stesso gruppo di persone che ha mentito altre volte ed è stata anche processata per questo vedi Guantanamo, vedi fantomatiche armi di distruzione di massa che Saddam non aveva).


Basta quella di Chiesa.

Pensa un po': Bush è capace di creare il complotto del secolo... ma non di nascondere un camion di plutonio nel deserto dell'Iraq...

Strano personaggio.


La storia ci dovrebbe insegnare che la verità non è sempre anzi non è quasi mai quella che ci raccontano i potenti e le televisioni.


Alé. Dato che le televisioni spesso dicono idiozie, allora tutto quello che dicono è un'idiozia. Strano modo di ragionare.


Le prove a supporto delle cosiddette tesi alternative sono molte... forse prima di considerarle pura invenzione sarebbe il caso di analizzarle con maggiore attenzione.


Fatto:

www.undicisettembre.blogspot.com

Se ne abbiamo dimenticata qualcuna, faccelo sapere.
Su COSA sia successo non possono esserci dubbi

ma infatti sono il come ed il perchè ad essere soggetti di interpretazioni :)

Solo che le interpretazioni alternative sul come fin'ora si sono dimostrate infondate, mentre e` molto raro sentir parlare dei seri dubbi che ci possono essere sul perche'.

A pensare da complottisti verrebbe da supporre che i fondi cia servano a pagare non paolo e i debunker, ma i complottisti, in modo da screditare chiunque parli dell'argomento :)
Luigi,

quali sarebbero i fatti che smentiscono le tesi "alternative"???

Otto inchieste tecniche svolte dai maggiori esperti.

Le tesi alternative sono sostenute solo da non addetti ai lavori: teologi, filosofi, europarlamentari.

Le tesi alternative sono incoerenti e si contraddicono a vicenda. La ricostruzione tecnica è unica e coerente.



sono semplicemente persone che cercano la verità sul crollo delle torri

Davvero? E allora perché nascondono i fatti che a loro non fanno comodo, fabbricano prove, e non chiedono ai pompieri che erano li?



Le prove a supporto delle cosiddette tesi alternative sono molte

Dinne una, la più solida. Così ti faccio a pezzi quella e chiudiamo l'argomento.
Così ti faccio a pezzi quella e chiudiamo l'argomento.

Oh, ma come sei aggressivo! :P

Naturalmente attendiamo tutti con impazienza la più solida delle prove dei complottisti!
Salve, vorrei precisare che non sono un complottista ne uno che crede alla teoria ufficiale (almeno fino a quando si avranno prove certe), non sono un esperto e quindi tutto quello che so sull'9/11 è quello che ho trovato su internet, cerco solo di capire.
Ho letto questo blog ( ed undicisettembre.info) alcune cose hanno smentito le mie convinzioni (demolizione programmata dell'wtc) ma mi rimangono alcuni dubbi...

1)come mai è crollato anche il wtc7 edificio separato alle 2 torri?

2) un motore dell'aereo che si è schiantato sul pentagono è stato ritrovato, l'altro?

grazie delle risposte.
andrew, leggi le faq di undicisettembre. Ce n'è una serie specifica per il wtc7 ed una per il pentagono
@elena:
A pensare da complottisti verrebbe da supporre che i fondi cia servano a pagare non paolo e i debunker, ma i complottisti, in modo da screditare chiunque parli dell'argomento :)

Ipotesi gia' stata avanzata, e, paradossalmente, personalmente la ritengo molto piu' credibile (in ogni caso molto poco) di tutte le altre tesi complottiste fin'ora esposte.
Non ho mai capito perché i sostenitori dell'inside job debbano per forza inventare fantascientifiche teorie basate su argomentazioni prive di qualunqe fondamento reale anziché semmai pensare che il governo americano possa aver in qualche modo arruolato dei terroristi per farli schiantare con gli aerei.

Contraddizione su contraddizione le loro ipotesi: perché gli americani avrebbero abbattuto il volo 93 se organizzato tutto da loro?

Perché tirare giù il WTC7 per far sparire i documenti anziché semplicemente portarli via? Troppo difficile? E allora è più facile ricoprire in segreto d'esplosivo le colonne delle TT?
domanda: ma perchè tutta la gente si stupisce che sia crollato il wtc7?

ma dove vive la gente? non è mai uscita dalle scuole elementari?

cioè dopo praticamente due terremoti di fronte a lui, detriti e macerie e ore di incendio senza spegnimenti...

beh io mi sarei allontanato da quell'edificio, sai com'è...

non viene il dubbio che ci sia forse un motivo per cui quando ci sono incendi o esplosioni in edifici, gli abitanti e i vicini vengano evacuati?
Andrew,

le risposte alle tue domande sono pubblicate da tempo su Undicisettembre.

Trovi tutto quanto ti serve lì.
"domanda: ma perchè tutta la gente si stupisce che sia crollato il wtc7?

ma dove vive la gente? non è mai uscita dalle scuole elementari?

cioè dopo praticamente due terremoti di fronte a lui, detriti e macerie e ore di incendio senza spegnimenti...

beh io mi sarei allontanato da quell'edificio, sai com'è..."


domanda: perche alcune persone credono di sapere tutto?
dovrebbero imparare dal buon Socrate (per i professoroni che sono usciti dalle elementari:"so di non sapere")

mi sembra una domanda legitima visto che solo il wtc7 è crollato per i danni delle macerie...

continuo comunque a fare domande e a dubutare di tutto, è l'unico modo per crescere...nulla è scontato.

grazie per il link l'ho letto anche se continuo ad avere dubbi.

meno male che c'è gente come Attivissimo e Mazzucco.
meno male che c'è gente come Attivissimo e Mazzucco.

Poi, ovviamente sta a te a decidere se credere a chi porta a conoscenza (Attenzione: NON "ha scoperto" o "sente che") dati oggettivi o a chi grida "cinque metri, ripeto cinque metri" o parla di alieni e ologrammi...
Sono appena rientrato alla "casetta analogica" dopo una trasferta elvetica... beh ... posso dire io c'ero!
Per il resto bello ed emozionante fin dall'inizio (spero che Paolo metta sul blog il video dell'inizio della conferenza) anche se per noi "navigati" frequentatori di Paolo non ci sono state grandi novità ...
Buona notte a tutti.
Complimenti a Paolo ed a tutti i suoi ospiti.
Ciao Roberto
Appena rientrato anch'io, dopo una pausa per recuperare la dolce metà da amici.

Interessante davvero, la conferenza: interessante sentire un ingegnere strutturista, un pilota ed un esperto di intelligence ribadire quello che in sostanza già sappiamo.

Secondo me, fra le righe, qualcosina di "nuovo" è anche venuto fuori, ma attendiamo la pubblicazione del resoconto di Paolo per commentare.

Ne valeva la pena.
Mi è piaciuto molto quanto ha detto (e non detto) il Col. Regli: è il lato delle cose dell'11/9, meno "materiale" ma dopo tutto più interessante...
Il colonnello Roegli è un mito! Amo quell'uomo! Lo voglio nel blog assolutamente! :)

Veramente bella la conferenza, che (fortunatamente) è riuscita a tenersi fuori dalle solite beghe ideologiche per restare aderente ai fatti.

Pollice verso, però, per la comunicatività dell'ingegnera strutturista: ancora 10 minuti di sue spiegazioni e m'iscrivevo a Luogocomune! ;)

Bravo Paolo. Tiene il palco con gran disinvoltura. Chiaro e mai noioso.
salve amici
giusto due righe due per dare aria ai denti, come simpaticamente chiosa Paolo, che trovo una attività sana e assolutamente lecita in questo blog. Quello che sembra leggendo tutti di seguito i post è che sia diffusa tra i commentatori una straordinaria fiducia nell'essere umano, forse inteso come principale responsabile dell'alto livello di sviluppo umano e sociale che ci troviamo a vivere di questi temp (per cortesia non apriamo la parentesi della penicillina o della speranza di vita media). Non discuto che ci siano modi di osservare la realtà come se ci si trovasse in un laboratorio scientifico chessò del CNR (con quella simpatica mancanza di fondi per la ricerca...) o, dicevo, in una aula di tribunale dove a suon di cavilli e leggiucole varie si possono presentare falsi in bilancio e passarla liscia basta essere un potente. Però pretendo che si relativizzi, con buona pace dei Cattolici, e si osservino i fatti (pochi e oscuri, tutto sommato, ma anche sul termine fatti c'è necessità di accordo...) in una prospettiva ampia, tipico compito dello storico, mai del politico o del partigiano di questa o quella parte. Detto questo, che con l'audio del televisore di Janez i botti facciano poco Boom oppure che gli sbuffi da esplosivo sulle immagini che ha visto Hammer nella sua vita di telespettatore, ed esperto di demolizioni di edifici, siano molto più evidenti di quelli che ho sempre visto io, tutto ciò rimane nel cassetto delle opinioni personali. Rimangono gli innocenti morti che, IN OGNI GUERRA, certo non hanno scelto di essere trucidati, violentati davanti ai genitori, torturati in una cella piena di escrementi tanto per dirne qualcuna. Per i quali massimo rispetto, come verso le opinioni altrui. Insomma, attenzione a guardare le cose solo nel loro aspetto evidente, come raccontava quel tipo che si era preso l'Aids da una bona pazzesca. Massimo rispetto ancora per il blog. E saluti a tutti.
"""domanda: perche alcune persone credono di sapere tutto?
dovrebbero imparare dal buon Socrate (per i professoroni che sono usciti dalle elementari:"so di non sapere")

mi sembra una domanda legitima visto che solo il wtc7 è crollato per i danni delle macerie..."""

risposta: di fronte a un fatto simile, stupisce di più che un edificio crolli o che stia in piedi?

e se crolla, c'è bisogno di pensare che sia stato fatto chissà cosa, o può bastare il fatto che fosse danneggiato da migliaia di tonnellate e bruciato per ore?

non so, io non vedo di che stupirmi di fronte a un fatto simile
ripeto, IO stesso pur non essendo un VVFF, mi sarei allontanato da quel palazzo...
Buongiorno, di nuovo...
Non avevo intenzione di offendere nessuno con il mio post, ma forse non ni sono spiegato bene visto che ho ricevuto in risposta solo provocazioni.

Mi si è dato dell'ignorante, bhe si forse è vero, l'esame di "crolli delle torri gemelle" non l'ho ancora dato.

Mi si chiede di elencare tesi a favore della teoria del complotto, in modo da annientare ogni dubbio.

Quello che volevo dire nel mio intervento precedente, nel quale, a questo punto, mi sono sicuramente espresso male (sono probabilmente ignorante anche in italiano, vero?), è che non credo che nessuno possa dire con certezza aasoluta "è successo questo", semplicemente perchè le varie commissioni succedutesi non sono imparziali (chi le commissiona ha interessi in gioco, compreso il Governo degli USA).

Se voi avete certezze assolute sono contento per voi, io non ne ho, almeno su questo argomento.

Era questo che volevo dire...
Luigi,



Mi si è dato dell'ignorante, bhe si forse è vero, l'esame di "crolli delle torri gemelle" non l'ho ancora dato.

Appunto. Se non sei competente nella materia, ascolta quello che dicono gli esperti di quella materia e impara, come ho fatto io.



non credo che nessuno possa dire con certezza aasoluta "è successo questo", semplicemente perchè le varie commissioni succedutesi non sono imparziali (chi le commissiona ha interessi in gioco, compreso il Governo degli USA).

Con certezza assoluta, perché la fisica non cambia in base alla politica o ai governi, gli edifici in acciaio con vasti incendi incontrollati crollano. Questo, se avrai la pazienza di chiederlo a qualsiasi strutturista, è un dato di fatto.

Con certezza assoluta, le teorie alternative non sono riuscite finora ad assemblare una ricostruzione unica, coerente e plausibile degli eventi che non contraddica le leggi della fisica, della statica, dell'aerodinamica e della chimica.

Fattene una ragione: il complottismo è la chiacchiera da bar dei dilettanti, sulla pelle dei morti dell'11/9. Sarebbe molto meglio se tornassero a parlare di donne e di calcio.
Luigi, per cortesia, lasciamo stare i discorsi sulle "certezze assolute", che non esistono (a parte la morte e le tasse, ovviamente) e che di solito puntano a contrapporre i bovini assolutisti ai ragionevoli cultori del dubbio, in stile Luogocomune ("dubito di tutto" è il loro motto).

Io non ho alcuna certezza assoluta sull'11/9. E so benissimo che qualsiasi commissione d'inchiesta sarà tacciabile di parzialità. Però so che da una parte c'è una versione ufficiale che, oltre a concordare con quanto visto dai miei occhi la mattina dell'11 settembre, almeno finora ha retto alla prova delle smentite ed è suffragata da prove incrociate - il che, secondo il metodo scientifico, non dà una "certezza assoluta" ma certifica che la teoria ha retto alla falsificazione.

Dall'altro vedo un guazzabuglio di tentativi di confutazione che si squagliano di fronte al primo tentativo di verifica tecnica.

Il che mi lascia supporre che queste teorie alternative siano guidate non tanto dall'amore della verità o dal rigore scientifico, ma da una più banale avversione ideologica alle conseguenze politiche dell'11 settembre che ha fatto scattare un perverso meccanismo, secondo il quale se si è contrari alla guerra in medio oriente bisogna anche essere contrari all'evidenza di quello che hanno visto gli occhi di milioni di persone.
Giorgio,

però l'ingegnera è stata molto chiara nell'esposizione e ha detto in modo inequivocabile che le TT non presentano segni di demolizione controllata.

Insomma... ha fatto la sua parte egregiamente.
@fancycassius: le opinioni sono per definizione relative, ma i fatti sono fatti e non sono relativizzabili. Per carità qualcuno può dire che la larghezza del buco al pentagono è di "5 metri dico 5 metri" ma che il buco sia più largo è un FATTO. E questo non in ossequio ai cattolici ma alla logica
Luigi,

come ti spieghi allora che tutti gli esperti di settore del mondo concordano con la ricostruzione ufficilae?
Una cosa mi frulla in testa e non solo da ieri sera ...
E' stato più volte detto che nessuno aveva pensato che avrebbero potuto usare un aereo come "arma"...
Nessuno di voi ha letto "Debito d'onore" di Tom Clancy (1994)?
@giorgio loi
Grazie della risposta pacata, come mi è stato consigliato sto leggendo:
www.undicisettembre.blogspot.com
magari imparo qualcosa ;)

@tutti
Mi dispiace che la discussione abbia preso unapiega "aggressiva", forse anche per mia colpa.
Cmq una cosa è certa, i morti, qualunque cosa sia accaduto, rimangono vittime di un attentato ed a loro va tutto il mio rispetto.

Graize, ciao
Genesis61,

dov'eri seduto ieri sera? Magari riusciamo a riconoscerci. Io ero in penultima fila a sinistra.
in realtà non credo che qui nessuno "giustifichi" niente per partito preso, di certo non si appoggiano ciecamente le scelte USA, anzi... e non credo si possa litigare sul fatto che il tutto sia poi stato strumentalizzato, e via così fino a passare dai problemi evidenziati, inefficienze ecc
si potrebbe discutere in modo serio per ore, su cose serie (e anche poco verificabili da noi!)

sono proprio le teorie alternative strampalate che rovinano la discussione

non puoi dire che hanno messo un ologramma al posto dell'aereo e poi sono andati in spiaggia... poi la volta dopo invece dire un'altra cosa e via così, dagli alieni alle nanocose, dai quello è prendere in giro le vittime
Buongiorno, di nuovo...
Non avevo intenzione di offendere nessuno con il mio post, ma forse non ni sono spiegato bene visto che ho ricevuto in risposta solo provocazioni.


In parte. In parte è che nel tuo messaggio sei partito con alcuni fra i più classici errori del complottismo. Nonché con il più classico degli atteggiamenti "so-già-tutto" complottisti.


Mi si è dato dell'ignorante, bhe si forse è vero, l'esame di "crolli delle torri gemelle" non l'ho ancora dato.


Sicuramente è vero. E se te lo posso dire io che ignorante lo sono anche adesso, figurati!

L'errore che hai commesso, il più grave, è stato dare un giudizio sull'argomento senza averlo approfondito minimamente. Anche se riparato nei messaggi successivi al primo dietro all'atteggiamento "politically correct" di dare eguale dignità ad entrambe le posizioni, stai parlando di cose che non sai. Anzi, proprio il voler a tutti i costi mantenere una immagine di imparzialità dimostra che non conosci né gli eventi né le teorie alternative.


Mi si chiede di elencare tesi a favore della teoria del complotto, in modo da annientare ogni dubbio.

Quello che volevo dire nel mio intervento precedente, nel quale, a questo punto, mi sono sicuramente espresso male (sono probabilmente ignorante anche in italiano, vero?)


E' brutto da dire, ma forse sì.

Ad esempio:

quali sarebbero i fatti che smentiscono le tesi "alternative"???

Tre punti interrogativi segnalano incredulità, rafforzamento, in questo caso anche sfida.

i cosiddetti "complottisti" come li chiami tu sono semplicemente persone che cercano la verità sul crollo delle torri, persone a cui non basta la versione del caro G.W. Bush

questo significa "sono migliori di voi, che invece vi accontentate delle favolette di Bush". Cosa non vera, oltre che frase sprezzante in ogni caso.

Le prove a supporto delle cosiddette tesi alternative sono molte... forse prima di considerarle pura invenzione sarebbe il caso di analizzarle con maggiore attenzione.

Che significa "voi non le avete analizzate". Che è falso, oltre a essere una frase poco simpatica anche se fosse vera.

Ma se un pezzo di una trave di acciaio ti basta per fugare ogni dubbio... bhe... pensala come credi.


Che significa: "non ragioni in maniera seria, sei superficiale". Che è falso, oltre che sprezzante in ogni caso.

Se non intendevi dire quello che hai scritto, allora sì, hai problemi anche con l'italiano.

Se invece intendevi dire proprio quello (come io credo, perché non mi sembri uno stupido), allora spero che potrai cambiare idea, e che le reazioni possano averti aiutato a riflettere.


, è che non credo che nessuno possa dire con certezza aasoluta "è successo questo", semplicemente perchè le varie commissioni succedutesi non sono imparziali (chi le commissiona ha interessi in gioco, compreso il Governo degli USA).


E invece sì, almeno per quel che riguarda gli eventi della giornata 11 Settembre. Se non lo credi è perché non sai cosa è successo, non hai studiato né analizzato la questione fino in fondo.

Non solo enti governativi o commmissioni ufficiali hanno parlato di 11 Settembre, ma un sacco di altre persone, e gli unici ad aver qualcosa da ridire sono personaggi non esperti e i cui ragionamenti, finora, sono pieni di errori e bugie.


Se voi avete certezze assolute sono contento per voi, io non ne ho, almeno su questo argomento.

Era questo che volevo dire...


Non è un peccato avere certezze, ogni tanto. L'importante è essere in grado di spiegare perché si hanno determinate certezze.
L'importante e' saper dubitare delle proprie certezze.
La conferenza di ieri e' stata favolosa e sono contento di aver incontrato delle persone che conoscevo solo sul blog!

CIAO CIAO
ciao a tutti e complimenti a Paolo .

Seguo da parecchio tempo il dibattito su queste pagine e non soltanto qui.

Dico soltanto questo: nella mia esperienza personale, ho potuto riscontrare che moltissimi di quelli che si fanno vanto di coltivare il principio dell"abbi dubbi" , nella pratica, i dubbi li hanno sempre a senso unico.

E, purtroppo, devo riscontrare una volta in più che i complottisti, guarda caso, fanno invariabilmente parte di una vasta schiera di persone con forte connotazione politica ed ideologica comune tra loro. Monolitici. Senza dubbio alcuno su tale presupposto comune.

Liberissimi di essere ideologicamente orientati come preferiscono, ci mancherebbe...

Non mi pare circostanza così trascurabile . Ne faccio un discorso di tipo metodologico e...concedetemei...di campione statistico.

Se il "partito dei complottisti" italico fosse un tantino più variegato da quel punto di vista, a mio avviso , ne guadagnerebbe in credibilità e "farebbe più numero". Mi spiego ?

Vedo troppi "scaldati" e troppi "mangiaBush" tra di loro e pochissimi tecnici ed esperti.

E questo ha il suo bel peso, secondo me.

Scusate l'intromissione e ciao a tutti.
Maremma trottola, Paolo.

La prossima volta che passi di qui, vedi di portarti dietro anche i magnifici tre, altrimenti mi incaxxo! :P

Mica posso cammellarmi fino in Svizzera. :(

Saluti
Hanmar
@dyk74:
piacere reciproco!

@hanmar:
Potresti promuovere tu un testa a testa veneziano "Presenza Oscura" vs. "Gran Lup Mann"! (questa la capiscono solo quelli che frequentano il bar-sport di hanmar...)

@genesis61:
Nessuno di voi ha letto "Debito d'onore" di Tom Clancy (1994)?

Oh, certo che si.
Ne parlò giusto Hammer qui
"Se il "partito dei complottisti" italico fosse un tantino più variegato da quel punto di vista, a mio avviso , ne guadagnerebbe in credibilità e "farebbe più numero"."
Non sono d'accordo, perche' nel novero dei complottisti ci sono destri (Blondet), sinistri (Chiesa), materialisti, cattolici e new age (Icke).
Proprio perche' molto variegati non riescono a formare un fronte unito.
@ brain:
vorresti dire che dovrei interpretare la parte del Complottista?

Cazzarola, interessante.

Chissa' se il mio pusher ha dell'LSD... :P

Saluti
Hanmar
@aladar:
Ma tutti hanno in comune un elemento di base: sanno a priori chi è il colpevole, pur non sapendo affatto come sono andate le cose, per loro stessa ammissione: non non abbiamo tesi, ma solo dubbi.
Hammer:
però l'ingegnera è stata molto chiara nell'esposizione e ha detto in modo inequivocabile che le TT non presentano segni di demolizione controllata.

Infatti dell'ingegnera ho criticato l'approccio comunicativo, non i contenuti.
Purtroppo però, e credo che un comunicatore coi fiocchi come Paolo potrebbe darmi ragione, se manchi nella prima parte rischi di compromettere anche la seconda.

Infatti io ho avuto una percezione un po' diversa dalla tua. Lei non ha detto "queste non possono assolutamente essere demolizioni controllate" ma un più blando "l'ipotesi delle demolizioni controllate non mi convince", spiegando che le cose potevano essere andate in maniera diversa.

Insomma, la sostanza è quella che dici tu, ma il messaggio che ha raggiunto l'uditorio, secondo me, non è stato così netto. E l'esposizione era pure un "filino" noiosa...

Vuoi mettere un colonnello Roegli? ;)
Luigi:
Grazie della risposta pacata

Scherzi? Una risposta pacata è il minimo richiesto dalla buona educazione. Ci manca solo che tu mi debba ringraziare per questo!

Comunque considera un'altra cosa. Sempre da un punto di vista scientifico, i complottisti d'accatto fanno in realtà il gioco del loro avversario, rendendo la versione ufficiale sempre più inattaccabile.

Mi spiego. Nella scienza non ci sono "certezze assolute", ma teorie più o meno solide, la cui solidità si misura da quanti tentativi di confutazione riescono a respingere. Beh, grazie ai vari Chiesa, Blondet, Mazzucco e compagnia, la versione ufficiale può vantarsi di aver respinto "innumerevoli tentativi di confutazione" e di essere, quindi, granitica.

Se poi, di questi tentativi, il 99.9% erano un mucchio di fregnacce, poco importa. Tutto fa brodo. ;)

Un maggior rigore metodologico e una minor ideologizzazione gioverebbero innanzi tutto proprio a coloro che non credono alla versione ufficiale e desiderano trovarne i punti deboli.

Cmq una cosa è certa, i morti, qualunque cosa sia accaduto, rimangono vittime di un attentato ed a loro va tutto il mio rispetto.

Questa però, francamente, non l'ho capita. Pensi che qualcuno, qui dentro, non abbia rispetto per le vittime dell'attentato? E assodato che si tratta di un'asserzione condivisa, non credi che si tratti di una banalità che nulla ha a che fare con la discussione? Senza polemica.
"Ma tutti hanno in comune un elemento di base: sanno a priori chi è il colpevole"
Possiamo dire la stessa cosa di quelli che credono alla V.U. senza porsi alcun dubbio...e non si pongono dubbi proprio perche' la versione e' "ufficiale":
parlo della maggioranza dei cittadini!
Pero' con il mio primo post volevo solo dire a Badola che i complottisti non sono tutti anti-questo o anti-quest'altro, ma hanno visioni del mondo moooolto distinte fra loro.
O forse Badola intendevi dire che conosci solamente complottisti un tanto al chilo e non veri e rigororsi studiosi della materia.
In tal caso sono d'accordo, ma forse entrambi abbiamo pochi amici ingegneri/fisici/politologi, tutto qui.
Hanmar,

La prossima volta che passi di qui, vedi di portarti dietro anche i magnifici tre

Eh?
@aladar

ciao. semplicemente.. in questo particolare caso di "complotto" qualche interesse ideologico io (magari sbagliando) lo vedo eccome...

se poi devo credere che i c.d. complottisti siano tali solo in nome della verità e della scienza..potrò anche provarci, ma mi riesce alquanto difficile...
@Paolo:
In qualità di portavoce ufficiale di hanmar, credo di poter affermare che parla dei tre esperti di settore di ieri.

Dico "credo" perchè a volte, sotto l'influsso nefando delle scie cOmiche, i cappellini all'orgone non schermano bene e non riesco ad entrare in data-link con hanmar al 100%... :P
@aladar

Essere dubbiosi è giusto, ma poi, se è il caso, vanno accettate anche le versioni ufficiali.
La verità può essere detta anche da persone o governi che non ci stanno simpatici, ma la simpatia non è un requisito della VERITÂ, come non lo sono l'orientamento politico, la religione o la razza.

Ora come ora mi sembra più uno scontro d'ideologie che una ricerca della verità, ma ripeto:
Su COSA sia successo non possono esserci dubbi.
Sarebbe più sensato cercare di capire il PERCHÊ e il DOPO , che cercare le prove di missili o di raggi laser.

Che poi gl`Americani facciano parte del complotto e la legge dei grandi numeri a dirlo: su 300.000.000 di Statunitensi almeno uno pensate che non ci sia?
@ hammer

Ero alla destra del palco, davanti all'ingegniera, per intenderci, circa a metà, vicino a quelle persone che hanno fatto gli ultimi interventi...

La prossima volta ci mettiamo d'accordo prima per una stretta di mano segreta o un segno distintivo per tutti i frequentatori o "lurkers" del blog ...
... potrebbe bastare un cappellino blu con la scritta CIA ... Paolo potrebbe farcene avere quanti ne vogliamo!

@ brain_use

Grazie del link! Non passo più tanto spesso su undicisettembre ... ho due mini-complottisti di 10 e 4 anni che girano per casa che fanno di tutto per impedirmelo!
Dove sono allora le immagini dell'aereo schiantatosi sul Pentagono? tutte fatte sparire, anche quelle a circuito chiuso dei benzinai...se non ci fosse stato niente da nascondere le avrebbero fatte sparire? Non siate ingenui...molti dei fatti successi sono alquanto misteriosi...al momento sono più realistiche le ipotesi dei cosiddetti "complottisti" che altro!
Non siate ingenui...molti dei fatti successi sono alquanto misteriosi...al momento sono più realistiche le ipotesi dei cosiddetti "complottisti" che altro!

ehm...quale delle ipotesi? Quella della super-termite? Quella dell'ologramma? Quella dei passeggeri dirottati alle bahamas?
Dove sono allora le immagini dell'aereo schiantatosi sul Pentagono? tutte fatte sparire, anche quelle a circuito chiuso dei benzinai

Abbi pazienza, ma non sai di cosa stai parlando e quindi la tua arroganza è fuori luogo.

Le immagini "dei benzinai", come le chiami tu, sono state pubblicate da tempo.

Informarsi, prima di giudicare il lavoro altrui, evita figure dilettantesche.


al momento sono più realistiche le ipotesi dei cosiddetti "complottisti" che altro!

Certo: è molto, molto più realistico pensare che tutti i testimoni oculari abbiano creduto di vedere un aereo lungo 47 metri quando in realtà stavano vedendo un missile Cruise lungo sei.

E' come pensare che la gente possa scambiare una Cinquecento per un TIR.
Non stiamo parlando di fantascienza, non stiamo parlando di stronzate, stiamo parlando di storia ed è incredibile come una cosa come l'11 settembre possa essere paragonato agli ufo (leggo gli ultimi commenti).

In rete si trovano un sacco di cazzate e le cazzate sono anche tra i video complottistici dell'11 settembre, non c'e' dubbio.

Ma ci sono anche un sacco di cose che fanno riflettere. Ad esempio potremmo riflettere sul fatto che abbiamo invaso l'iraq senza motivo e che ci sono truppe che continuano ad occupare quel territorio.

Sono li per liberare il popolo iracheno forse, ma forse no, visto che ci sono altre 1000 situazioni in cui non ci sono interessi economici e quindi non c'e' intervento o c'e' quando proprio non se ne può più fare a meno.

Abbiamo INVASO. Cercavamo delle cose che non c'erano, non sono state trovate. E siamo ancora li, come ci sono ancora soldati in Afghanistan.

Le vittime e i parenti delle vittime hanno pagato e pagano tuttora per questo. Ma non è mancanza di rispetto pensare che forse la via più evidente non è sempre quella giusta, semmai sarebbe un mancanza di rispetto il contrario.

Bisogna imparare ad aprire il cervello se non si vuole essere controllati e bisogna imparare a riconoscere le favole, anche quelle messe in giro per fare in modo che qualcuno dica che "tutte le storie di quel tipo sono cazzate".

Guardatevi zeitgeistmovie.com e smettetela di essere superficiali.
Luca,

Dire "Guardatevi zeitgeistmovie.com e smettetela di essere superficiali" la quintessenza della superficialità.

Secondo te, non essere superficiali significa guardarsi un video?

Un video fatto da chissà chi per chissà quali ragioni?

Un video talmente rimpinzato di scemenze, che fanno inorridire qualunque pompiere, ingegnere o pilota?

Vai a studiarti i rapporti tecnici invece di startene incollato a Youtube. Ascolta i pompieri. Ascolta la gente che quel giorno era là, e ha rischiato e anche perso la vita per salvare chi c'era nelle Torri e nel Pentagono.

Non parlano di bombe, o di cose strane. Anzi, dicono che le teorie complottiste sono una marea di patetiche idiozie che sono "uno schiaffo ai morti" (Frank Papalia, FDNY).

Quello che è stato fatto dopo, in nome dell'11/9, è indegno. Ma dire che l'11/9 è una messinscena complicatissima è patetico.

Dire che l'11/9 è stato inscenato dal governo USA, da quello stesso governo USA che però non è riuscito a "fabbricare" neppure un Ape car di armi di distruzioni di massa in Iraq e che non riesce a nascondere le attività intime di una stagista col suo presidente, è semplicemente idiota.
Quello che non capisco è cosa possano c'entrare i pompieri e le persone che erano la con la causa che ha causato il crollo.

Se il crollo è stato causato da un aereo o da dell'esplosivo tipo la terminte non credo faccia differenza.

Chi è morto è comunque una vittima e chi si è prodigato per salvare vite è comunque un eroe.

Semplicemente, secondo me, chi controlla quello che sai controlla quello che pensi e la storia dell'11 settembre è misteriosamente sospetta.

Ho scritto di guardare zeitgeist perchè va sia oltre che prima l'11 settembre a documentare il fatto che essere attaccati mette chi vuole fare una guerra in posizione di vantaggio.

Non ti sto dicendo che l'aereo era un missile o che i passeggeri erano in vacanza. O che non è andato nessuno all'aeroporto perchè non c'era nessuno da aspettare.

Ti sto dicendo che l'america sta portando avanti una politica di oppressione sia in afghanistan, dove bin laden probabilmente non è neanche mai stato, e anche in iraq.

Ti sto dicendo che ci sono persone che ti vogliono istigare all'odio e alla paura per poterti controllare e che anche sia io che te stiamo pagando per un esercito che è andato in iraq per nulla, quando in ruanda sono morte un bordello di persone e a nessun occidentale è importato nulla.

Posso capire la perplessità delle teorie complottistiche e sono daccordo che delle 10 cose che dicono 6 sono cazzate. ma le altre 4?

A me sinceramene zeitgeist ha impressionato (a parte l'ultima parte che è un poco esagerata)... tu quelle cose le sapevi gia?
La differenza è che ci sono fatti e ci sono opinioni.
Sulla geopolitica puoi dire tutto quello che vuoi, sui fatti ci sono i limiti tecnici (banalmente le leggi della fisica tanto per iniziare).
Poi se vuoi sproloquiare con l'imperialismo americano sei liberissimo.
Ma associarlo all'11/9 e scambiare causa con effetto senza prove è un po' bruttino (a mio parere ovviamente).
Ti sto dicendo che l'america sta portando avanti una politica di oppressione sia in afghanistan, dove bin laden probabilmente non è neanche mai stato, e anche in iraq.

In base a cosa dici che Bin Laden non è mai stato in Afghanistan?

Sai che anche il governo talebano ammetteva la sua presenza e qualla delle basi di Al-Quaeda sul territorio afghano?
Sai che lui e le basi erano graditi e protetti dal governo afghano dei talebani?

Sai che nel 1998 Clinton ordinò il bombardamento di tali basi per rappresaglia contro gli attentati terroristici alle ambasciate americane in Kenia e Tanzania?

Sai che per invadere l'Iraq è stata usata la scusa delle WMD e NON l'11/9?


Inutile scambiare causa ed effetto: è un errore procedurale di logica, oltre che indice di preconcetti.

Inutile prendere alcune informazioni selezionate e shakerare, per fare analisi geopolitiche.

Quello, è il modo di procedere dei cospirazionisti.
Quello che non capisco è cosa possano c'entrare i pompieri e le persone che erano la con la causa che ha causato il crollo.

C'entra, Luca, per il semplice fatto che i pompieri erano lì e non hanno visto nulla che facesse pensare a cause anomale di crollo.

Niente detonatori, niente esplosivo, niente termite incandescente, niente contenitori refrattari per contenere la termite... niente di niente.

Solo un grande, grande incendio, di quelli che a me e a te fanno venire la tremarella e che per loro invece è il lavoro di tutti i giorni.

E qualunque pompiere sa che un grande incendio incontrollato fa crollare una struttura in acciaio.

Spero sia sufficientemente chiaro.



Se il crollo è stato causato da un aereo o da dell'esplosivo tipo la terminte non credo faccia differenza.

Il che, se permetti, dimostra la tua superficiale ignoranza dei fatti più elementari.

a) la termite non è un esplosivo. Ripassati chimica, tanto per cominciare.
b) la termite fonde il metallo e produce "tagli" irregolari con monconi fusi. L'impatto di un aereo, o il collasso meccanico di una struttura no.

Già queste sono due differenze che a qualsiasi addetto ai lavori dicono tutto quello che serve.

Siccome tu chiaramente non sei un esperto in materia, l'onestà t'imporrebbe di startene in rispettoso silenzio ad ascoltare cosa dicono gli esperti.

Ma no, invece tu pensi di poter sputare sentenze come si fa dopo una partita di calcio, questo lo segnavo anch'io, quell'allenatore non capisce niente, eccetera.


la storia dell'11 settembre è misteriosamente sospetta

Se la storia la impari guardando filmetti da quattro soldi, certo che lo è. Studiare i fatti costa troppa fatica, vero?


Ho scritto di guardare zeitgeist perchè va sia oltre che prima l'11 settembre a documentare il fatto che essere attaccati mette chi vuole fare una guerra in posizione di vantaggio.

Ma davvero? Dice anche che il sole sorge a est, che il cielo è azzurro, e qualche altra rivelazione altrettanto straordinaria?


in afghanistan, dove bin laden probabilmente non è neanche mai stato

Sei anche un esperto di geopolitica, dunque?

Mi permetto di ricordarti che i Talebani sono stati i primi a dire che OBL era loro "ospite".

Vuoi dare del bugiardo ai Talebani?


sia io che te stiamo pagando per un esercito che è andato in iraq per nulla

Parla per te. Io abito in Svizzera e pago le tasse in Svizzera. Paese neutrale.


Posso capire la perplessità delle teorie complottistiche e sono daccordo che delle 10 cose che dicono 6 sono cazzate. ma le altre 4?

E' così difficile da capire? Sono cazzate anche quelle, perché le sta dicendo uno che ne ha già sparate sei.


A me sinceramene zeitgeist ha impressionato (a parte l'ultima parte che è un poco esagerata)... tu quelle cose le sapevi gia?

Come si fa "sapere" delle cose che sono state inventate di sana pianta da un idiota?
Io abito in Svizzera e pago le tasse in Svizzera.

Affermazione gratuita per suscitare una buona dose di sana invidia in noi poveri italioti? :P
Affermazione gratuita per suscitare una buona dose di sana invidia in noi poveri italioti? :P

No, precisazione importante per far capire anche ai più riottosi che non essere complottisti non significa appoggiare la follia irachena.

Oltretutto l'invidia è sentimento di chi vorrebbe ma non può. Ma qui si può eccome, essendo le frontiere aperte ed essendoci in Svizzera molta disponibilità verso chi vuole lavorare seriamente al bene del paese, per cui non si applica.

Non so quale sia il sentimento di chi invece può ma non vuole e fa finta di non potere per crearsi una giustificazione, ma sarebbe quello più consono.
In chiave individuale: mi viene un pensierino, ma c'era la lingua... :P

Comunque, ti confesso che mi piace sperare in un'italia in cui "lavorare seriamente al bene del paese" possa diventare parte del sentire comune, sostituendo la mentalità da furbetto del quartierino che coinvolge oggi i singoli cittadini e le istituzioni stesse e che è vicina a portare il paese intero al collasso.

Se così non sarà, non escludo affatto di tentare di concretizzare il "pensierino" o propositi analoghi verso altri paesi.
Per quanto concerne la termite ci sono delle immagini, nel crollo, che mostrano colonne integre tagliate di netto con i bordi fusi.

E ci sono decine di testimonianze che parlano di metallo fuso e di grandi quantità di metallo fuso nei giorni seguenti.

Inoltre, il crollo della 3 torre, rimane poco chiaro, visto che non era stata colpita da nessun aereo.

Non sono un chimico e non mi interessa la chimica, come non sono un esperto di geopolitica o altro. Cerco semplicemente di documentarmi e siccome non ho trovato risposte a queste domande continuano ad incuriosirmi.

Dicendomi che sei svizzero non hai risposto ai motivi per ci sono truppe in iraq (anche se pero da qui capisco il tono da mister precisetto) e neanche a quelli per cui ci sono ancora truppe in afghanistan, mentre non ne sono state mandate nei 1000 paesi poveri dove la gente si ammazza in guerre civili.

Ad ogni modo, visto che a quanto pare di tempo per documentarti ne hai più di ognuno di noi, mi farebbe piacere avere una tua smentita ufficiale su tutte le idiozie in zeitgeist.

Davvero, credo che avresti anche un bel ritorno in accessi - se vuoi girarla dal lato più commerciale della cosa.

Davvero non te lo dico in polemica, te lo chiedo proprio perchè mi interessa. Un post come quello che hai fatto è inutile per cui sarebbe più interessante, visto che a quanto dici sei ben documentato, avere qualche risposta al posto di qualche giudizio.

Ti lascio con una frase di stephen hawking.

"think computer viruses should count as life. I think it says
something about human nature that the only form of life we have created
so far is purely destructive. We've created life in our own image."
>Davvero non te lo dico in polemica, te lo chiedo proprio perchè mi interessa. Un post come quello che hai fatto è inutile per cui sarebbe più interessante, visto che a quanto dici sei ben documentato, avere qualche risposta al posto di qualche giudizio.

Ussignur (come dicono dalle mie parti), ma prima di dire a qualcuno "Documentati", non potresti farlo tu?
Cerca sul sito

Undicisettembre

E trovi già ampiamente documentate tutte le tue domande.
"Per quanto concerne la termite ci sono delle immagini, nel crollo, che mostrano colonne integre tagliate di netto con i bordi fusi.

E ci sono decine di testimonianze che parlano di metallo fuso e di grandi quantità di metallo fuso nei giorni seguenti."

Quindi questo automaticamente rende credibile che l'edificio sia stato demolito con esplosivi?
Non direi. Direi invece che sorgono dubbi per i quali bisogna cercare delle risposte.
Cercarle per davvero però, non avvolarare improbabili complotti.
Per cercarle per davvero, però, è necessario lavoro, fatica e pazienza (ad esempio per leggere le ricerche fatte da chi ha lavorato seriamente).
E aggiungo anche umiltà, nel caso in cui dovessimo scoprire che "la tesi che ci piaceva un sacco" viene smentita dai fatti.
Per quanto concerne la termite ci sono delle immagini, nel crollo, che mostrano colonne integre tagliate di netto con i bordi fusi.

Appunto. Prendi della termite e vedi se riesci a fare un taglio netto in diagonale su una colonna verticale.

Scommetto 1000 euro sull'unghia che non ce la fai. Se fallisci, mi paghi 1000 euro. Ci stai?

Quelli, Luca, sono i tagli a cannello dei soccorritori.

Stai inanellando una serie imbarazzante di affermazioni sballate. Non è il caso di documentarsi prima di parlare?


E ci sono decine di testimonianze che parlano di metallo fuso e di grandi quantità di metallo fuso nei giorni seguenti.

E dove sono le foto di questo "metallo fuso"? Che metallo è, alluminio o acciaio?


Inoltre, il crollo della 3 torre, rimane poco chiaro, visto che non era stata colpita da nessun aereo.

Anche l'Hotel Vista, WTC3, non fu colpito da nessun aereo. Misterioso anche quello, oppure basta leggere i rapporti tecnici prima di dire scemenze?


Non sono un chimico e non mi interessa la chimica, come non sono un esperto di geopolitica o altro.

Ti sorprenderà, ma ce ne eravamo accorti.


Cerco semplicemente di documentarmi e siccome non ho trovato risposte a queste domande continuano ad incuriosirmi.

Undicisettembre.info. Leggi le FAQ.



Dicendomi che sei svizzero

Non sono svizzero. Abito in Svizzera. Sono metà inglese, metà italiano.


non hai risposto ai motivi per ci sono truppe in iraq

E che c'entra con le teorie di complotto?




mi farebbe piacere avere una tua smentita ufficiale su tutte le idiozie in zeitgeist.

Subito: Zeigeist è una marea di scemenze. Fine della recensione.

No, mi spiace: Zeitgeist è troppo stupido per dedicarci del tempo adesso. Ci sono argomenti molto più corposi da afrontare.
"think computer viruses should count as life. I think it says
something about human nature that the only form of life we have created
so far is purely destructive. We've created life in our own image."

Una bella frase perbenista e niente più, indipendentemente da chi l'abbia detta.
Popopopopopopo....

30 milioni di Russi hanno visto Zero alla tv!

Ci manca solo che dica "Campioni del mondo, campioni del mondo, campioni del mondo"

:D

Non è che la guerra in Georgia sia stata tutta organizzata dalla zerofilmcommission in modo che USA e Russia abbiano attriti e, quindi, zero sia accolto come un grande film propagandistico in patria, ehm Russia volevo dire?

:D
Subito: Zeigeist è una marea di scemenze. Fine della recensione.

Mi piace.
Conciso, efficace, chiaro, preciso, dimostrabile.

Vale anche per zero e inganno globale.

Vedi, Luca: non è che se ogni sei mesi esce un nuovo film complottista che riprende in copia-incolla tutte le bufale dei precedenti, ogni volta si debba ricominciare daccapo.

Bufale erano, bufale sono, bufale saranno.

E bufale, è un eufemismo.
@qquadro:

Se non altro, bisogna riconoscere che come uomo-marketing, Giulietto se la cava mooolto meglio che come ricercatore.
Luca,

hai letto gli articoli di Henry62 sul taglio termico e sulle pozze di metallo fuso?

Scommetto di no!
Questo commento è stato eliminato dall'autore.
io ho trovato un complottista che pontificava a sproposito sulla termite "che è un supersegreto componente di uso militare", senza sapere che si può fare anche "in casa", oppure prenderla senza troppe difficoltà in aziende che fanno lavorazioni meccaniche particolari...

aggiungete anche questo alla collezione dei fresconi, grazie.

:D
Secondo me, come dicevo prima, questo post è stato inutile. Hai scritto due righe senza spiegare nulla e poi ogni commento che ricevete fate la gara per vedere chi è più secchione.

Dato quindi per assodato il fatto che di queste contro-teorie non so un cazzo, forse era più utile una raccolta di link per approfondire l'argomento... ora vado a vedermi i siti che avete suggerito ma ripeto, l'atteggiamento non è dei migliori nei confronti di chi è interessato.

Per quanto riguarda il "ho cose più importanti a cui pensare" me ne sono accorto.

Ad ogni modo al motivo per cui ci sono ancora truppe in iraq e in afghanistan ancora non è stata data una risposta.
Perché ce le hanno inviate gli USA per la loro sporca guerra (opinione personale), per motivi che non hanno niente a che vedere con "la confutazione delle teorie complottiste" (che è ciò di cui il gruppo undicisettembre si occupa).
"Secondo me, come dicevo prima, questo post è stato inutile. Hai scritto due righe senza spiegare nulla e poi ogni commento che ricevete fate la gara per vedere chi è più secchione."

che piagnucolone.
@Luca

"Ad ogni modo al motivo per cui ci sono ancora truppe in iraq e in afghanistan ancora non è stata data una risposta."

In Afghanistan ci sono andati perchè c'era Bin Laden e i Talebani. L'opinione pubblica Americana voleva una reazione immediata e drastica, hanno sempre fatto cosi; affondamento del Lusitania = 1° guerra mondiale, attacco a Pearl Harbor = 2° guerra mondiale, Incidente nel golfo del Tonchino = Vietnam, ecc.

In Iraq il perchè solo l'amministrazione Americana lo sa (e forse anche il presidente Bush) ma non continuate a dire che è per il petrolio, sono Americani mica stupidi. Se volevano il petrolio Iracheno se lo sarebbero comprato.
Probabilmente lo scopo era una prova generale per invadere l'Iran e la Siria. Ma da come sono andate le cose, ed essendo Bush a fine mandato, difficilmente ci proveranno.
Ad ogni modo collegare l'invasione dell'Iraq all'undicisettembre non è corretto.
In poche parole se non ci fosse stato l'undicisettembre probabilmente non sarebbero andati in Afghanistan mentre in Iraq, sempre probabilmente, si.
Luca:
Ad ogni modo al motivo per cui ci sono ancora truppe in iraq e in afghanistan ancora non è stata data una risposta.

Questo perché nessuno ha una risposta a questa domanda.
O meglio, tutti noi abbiamo una risposta, come ce l'avrai anche tu, ma dettata più da opinioni politiche e simpatie/antipatie personali che non da dati di fatto.

Inoltre, come ti è già stato detto da più parti, non è lo scopo del gruppo che si occupa di verificare la consistenza delle "ipotesi di complotto", e probabilmente anche al di là delle sue forze.
gio:
L'opinione pubblica Americana voleva una reazione immediata e drastica, hanno sempre fatto cosi; affondamento del Lusitania = 1° guerra mondiale, attacco a Pearl Harbor = 2° guerra mondiale, Incidente nel golfo del Tonchino = Vietnam, ecc.

Beh, mica solo loro, dai. Dal rapimento di Elena di Troia in avanti, tutte le guerre hanno avuto bisogno di un pretesto. Il termine "casus belli" non l'hanno certo inventato gli americani. ;)
@giorgio loi

Su questo non discuto, ma gl'Americani (meglio Statunitensi) non considerano il loro esercito come un esercito di conquista, ma di difesa. A noi europei ci può sembrare un sofismo ma loro ci tengono a questa definizione, e cercano di dimostrarlo non annettendo i territori occupati agli Stati Uniti.
Per questo hanno bisogno di un forte sostegno dell'opinione pubblica per poter intervenire, o cominciare, una guerra.

A complemento del mio post precedente aggiungo:

Ma di solito non abbattono i propri grattacieli e non uccidono volontariamente i propri concittadini per ottenere il consenso dell'opinione pubblica.

Questa è una forzatura che i complottisti si sono inventati di sana pianta per giustificare le loro teorie, peccato che hanno completamente ignorato il fatto che la maggior parte dei dirottatori, e Bin Laden, fossero dei cittadini degl'Emirati Arabi.
Allora se hanno organizzato tutta questa messa in scena perchè sono poi andati ad impantanarsi in Afghanistan, paese che l'unico bene esportabile che produce è il papavero da oppio?

Per una volta vorrei avere il parere di un complottista.
Dal basso della mia preparazione di studente di ingegneria mi permetto di correggere quanto affermato da un punto dell'ormai arcinoto video di luogocomune.net: anche se la temperatura di lavorazione dell'acciaio è molto, molto più alta di quella generata dal rogo di un aereo (e quindi secondo il video le travi avrebbero dovuto resistere), quando il metallo viene riscaldato da un incendio perde molte delle sue capacità meccaniche (che sarebbero, per i profani, la resistenza a trazione, compressione, flessione, ecc). Quindi di quel punto dobbiamo solo chiederci come mai un incendio abbia causato un crollo generale, cosa comunque molto improbabile - azzarderei a dire "impossibile nel caso di due edifici come quelli".
D'altro canto mi permetto anche di evidenziare una cosa che nel video non viene notata: in zona, nelle ore seguenti all'impatto sulle Twin Towers, è pieno zeppo di fumo bianco. Il fumo bianco viene prodotto dalla combustione di materiale organico (legno, carta, cellulose, ecc); ciò che è bruciato nelle torri non era organico ma inorganico (metallo, calcestruzzo, plastica, ecc) ed avrebbe dovuto produrre fumo nero. Il fumo bianco che si vedeva lì attorno non era in realtà fumo, era cemento polverizzato; ma il cemento non si polverizza con l'incendio nè con l'urto, si polverizza solo sotto sforzi che in gergo si chiamano "di tipo dinamico", ovvero esplosioni.
Riguardo a quel singolo grosso pezzo di metallo delle torri, spiacente ma non prova nulla. Le cariche non devono esser piazzate ovunque ma solo in punti critici, se quel pezzo d'acciaio si fosse trovato in un intervallo sarebbe ridotto in quelle identiche condizioni anche se il crollo fosse avvenuto a causa di un'esplosione controllata.
No, ci sono troppe cose che - vedendole - mi risultano anche troppo chiare, altro che poco. Non mi convinceranno mai che quei due colossi delle strutture in acciaio siano crollate in quel modo ed in quei tempi atipici per uno schianto d'aereo.
dobbiamo solo chiederci come mai un incendio abbia causato un crollo generale, cosa comunque molto improbabile - azzarderei a dire "impossibile nel caso di due edifici come quelli".

Perché improbabile/impossibile? La struttura in acciaio della Windsor Tower di Madrid è crollata per incendio esattamente nello stesso modo, lasciando soltanto il nucleo in cemento armato, e lì non c'era neanche il contributo innescante di 34.000 litri di carburante d'aereo.


Il fumo bianco che si vedeva lì attorno non era in realtà fumo, era cemento polverizzato; ma il cemento non si polverizza con l'incendio nè con l'urto, si polverizza solo sotto sforzi che in gergo si chiamano "di tipo dinamico", ovvero esplosioni.

Una caduta di 400 metri con ripetuti impatti caotici con i solai e le macerie soprastanti non ti sembra uno sforzo di tipo dinamico?

Guarda qualunque crollo di edificio. Produce lo stesso genere di polverizzazione.



nche troppo chiare, altro che poco. Non mi convinceranno mai che quei due colossi delle strutture in acciaio siano crollate in quel modo ed in quei tempi atipici per uno schianto d'aereo.

Hai ragione. Infatti non è lo schianto ad averle fatte crollare. E' stato l'incendio, incontrollato ed esteso su più piani consecutivi, innescato dal carburante e alimentato dal contenuto dell'edificio. Norma ISO 834.
Dici bene, ma c'è un problema: l'urto di cui parli giustificherebbe il fumo bianco alla base delle torri ma non coppie di esplosioni esattamente orizzontali e contemporanee ai lati dei piani subito inferiori a quelli del crollo - che così prosegue. Io ho parlato della questione con svariati professori della facoltà di ingegneria di Pisa (non lo dico per fare la voce grossa ma solo per amor di completezza dell'informazione), e secondo il 100% di quelli che si sono interessati al punto da farsi un'idea il crollo delle torri è stato effetto di una demolizione controllata.
Capisci che è quantomeno sospetto che, dopo aver retto all'urto, due edifici come quelli siano crollati esattamente in verticale con sbuffi di fumo identici a quelli delle demolizioni controllate, dopo il breve periodo di allontanamento dalla zona degli addetti alla sicurezza e alla ricerca di eventuali bombe?

La Windsor Tower è crollata per incendio producendo fumo più che nero e la struttura portante è rimasta ben salda, contrariamente a quella delle Torri Gemelle:

Incendio:
http://upload.wikimedia.org/wikipedia/commons/8/87/Windsor-tower-madrid.jpg

Risultato:
http://upload.wikimedia.org/wikipedia/commons/e/e9/Top_of_windsor_tower_ruins_.jpg

Trovo tutto questo estremamente differente dal caso del WTC, dove le torri si sono ripiegate su loro stesse in modo inquietantemente ordinato.
Tantopiù che la poca credibilità dell'evento viene distrutta dall'attacco al Pentagono. Andiamo, parliamo del posto più sicuro e probabilmente meglio armato del mondo, non posso credere che il primo dirottatore può prendere e schiantarcisi sopra, mi aspetto l'identificazione di un qualunque veicolo a distanza di miglia e l'abbattimento immediato in caso di mancati permessi.
@stefano:
"Le cariche non devono esser piazzate ovunque ma solo in punti critici"

Obiezione valida un po' sì e un po' no.

1) Per far crollare l'edificio, bastano sicuramente delle cariche piazzate solo in punti critici.

Ma il crollo delle TT parte esattamente ai piani colpiti dagli aerei.

Devi dunque spiegarci, nell'ipotesi di demolizioni controllate, come avrebbero fatto a piazzare le cariche lì e solo lì e ad impedire all'esplosivo di "risentire" dell'incendio in corso...


2) Secondo le teorie complottiste, la prova della demolizione controllata sta:
- negli squibs che si vedono qua e là durante il crollo (spiegati da ingegneri strutturisti come sbuffi provocati dallo sfogo verso l'esterno delll'aria interna) che presupporrebbero la presenza di cariche distribuite.
- nel presunto "eccesso di velocità" delle cadute dovuto alla presenza di cariche sincronizzate a tutti i piani per eliminare la resistenza meccanica dei piani sottostanti.

Dunque tracce di esplosivo dovrebbero essere distribuite un po' ovunque sui resti delle TT.


Mi piacerebbe inoltre, in qualità di studente di ingegneria, che tu ci evidenziassi i punti che presumi errati della ricostruzione del NIST.
@stefano:

Sugli squibs ti ho risposto indirettamente sopra.

dall'attacco al Pentagono. Andiamo, parliamo del posto più sicuro e probabilmente meglio armato del mondo

Informati: né il più sicuro, né il più armato, se non nei cartoni animati di zero...

Ti pare che il Ministero della Difesa sia il posto più sicuro e più armato d'Italia?
No? Il Pentagono è lo stesso.


non posso credere che il primo dirottatore può prendere e schiantarcisi sopra, mi aspetto l'identificazione di un qualunque veicolo a distanza di miglia e l'abbattimento immediato in caso di mancati permessi.

Ripeto, informati.
Quel che tu puoi o non puoi credere non si riflette per forza di cose nella realtà.
Se ho dato l'impressione di voler dare maggiore attendibilità alle mie parole dichiarandomi studente di ingegneria chiedo scusa, quell'affermazione serviva solo a smontare il punto della teoria complottista secondo cui il fuoco non avrebbe sviluppato abbastanza calore da far crollare le torri, sul resto preciso, a scanso di equivoci futuri, che posso fare solo e soltanto supposizioni. Dopotutto sono qua per vederci più chiaro, non per portare la verità su qualcuno.

Detto questo, secondo me se quel fenomeno così particolare fosse imputabile agli sfoghi d'aria non si vedrebbero polveri uscire in quanto l'aria sarebbe compressa fuori dall'edificio prima dell'arrivo delle stesse dai piani sovrastanti.
Se si piazzassero cariche agli intervalli necessari e si facessero esplodere quelli interessati la dinamica del crollo delle torri sarebbe appunto quella che abbiamo visto. Inoltre tralasci che parliamo di enti americani, se si fosse voluto insabbiare la cosa si sarebbero coinvolti anche i primi ispettori. A quel punto far sparire certe cose è abbastanza banale.
Sul fatto che gli esplosivi avrebbero risentito dell'incendio in corso la risposta è semplice: l'esplosivo al plastico esplode solo e soltanto se attivato tramite una frequenza di disturbo inviata dal detonatore, urti, surriscaldamenti e simili non sortono nessun effetto detonante. Potresti prenderne un po', dargli fuoco e cucinarci sopra, e non esploderebbe. E' nato apposta per questo, sicuro, potente e controllabile. Quindi l'incendio non avrebbe causato nessun tipo di esplosione delle cariche piazzate.
@stefano:

- Se si piazzassero cariche agli intervalli necessari e si facessero esplodere quelli interessati la dinamica del crollo delle torri sarebbe appunto quella che abbiamo visto.

Dunque:
- Niente più "Le cariche non devono esser piazzate ovunque ma solo in punti critici"
- i residui di esplosivo sarebbero diffusi sui resti un po' ovunque.
Come stavamo dicendo.

Resta da spiegare, naturalemnte, come avrebbero potuto piazzare cariche a svariati piani senza che nessuno se ne accorgesse: Coppe, esperto italiano di demolizione controllate, parlava di un anno o più di lavori intensivi per preparare una struttura di quelle dimensioni, senza contare gli imprevisti dovuti al fatto che si tratta di strutture molto più grandi della più grossa demolizione mai realizzata.

E questo per cosa?
Per un po' di effetto scenico in più?
Con il rischio che le menti eccelse dei complottisti li sgamassero con quattro filmini?

Siamo seri.


- Inoltre tralasci che parliamo di enti americani

Stiamo anche parlando di uno dei più prestigiosi enti tecnici del mondo che si presta a complottare sulla vita di 3000 connezionali.
Ci credi davvero?

- Sul fatto che gli esplosivi avrebbero risentito dell'incendio in corso la risposta è semplice: l'esplosivo al plastico esplode solo e soltanto se attivato

Già: per questo ho scritto "risentire" e non "esplodere".

Non esplode, ma brucia.

E se non arriva a bruciare lui, brucia il detonatore (altro oggettino che di solito si ritrova facilmente nei detriti delle demolizioni controllate).

Puff... e niente più effetti pirotecnici. ;-)
Federico,

coppie di esplosioni esattamente orizzontali e contemporanee ai lati dei piani subito inferiori a quelli del crollo

Ancora con questa storiella? Quello è lo sfiato del fumo e della polvere dovuto alla compressione dell'aria all'interno dell'edificio.

Ma l'hai mai vista una vera esplosione? Hai mai visto l'onda d'urto che provoca? Se quelle fossero state esplosioni, avresti visto vetri volare dappertutto. Invece niente.


svariati professori della facoltà di ingegneria di Pisa... secondo il 100% di quelli che si sono interessati al punto da farsi un'idea il crollo delle torri è stato effetto di una demolizione controllata.

Nomi e cognomi.

Se questi "svariati professori" ci credono veramente, vuol dire che hanno le prove di una strage e tacciono. Sarebbero codardi e omertosi complici della morte di 3000 persone.

Che vengano fuori a dire nero su bianco queste cose, allora.


due edifici come quelli siano crollati esattamente in verticale

Non sono caduti esattamente in verticale.


sbuffi di fumo identici a quelli delle demolizioni controllate

Non sono per nulla identici.


La Windsor Tower è crollata per incendio producendo fumo più che nero e la struttura portante è rimasta ben salda, contrariamente a quella delle Torri Gemelle

Falso. E' rimasta in piedi solo la parte in cemento armato. Al WTC non c'erano parti in CA.



Andiamo, parliamo del posto più sicuro e probabilmente meglio armato del mondo

Non diciamo scemenze, per favore. Il Pentagono è un edificio amministrativo, non un bunker. Non è Cheyenne Mountain. E' l'equivalente di un ministero.


non posso credere che il primo dirottatore può prendere e schiantarcisi sopra, mi aspetto l'identificazione di un qualunque veicolo a distanza di miglia e l'abbattimento immediato in caso di mancati permessi

Certo. Abbattere un aereo di linea sopra una città è il modo più sensato di agire.

Vedi, Federic, quello che tu vuoi o on vuoi credere è irrilevante. Contano i fatti. I fatti dimostrano che il Pentagono non ha difese contro attacchi aerei. Fattene una ragione.
Ringrazio prima di tutto chi mi ha risposto per la serietà e la completezza delle informazioni, come ho detto scrivo qua per avere le idee più chiare e fa piacere aver risposte diverse dal consono "hai torto perchè sei solo un paranoico".

Detto questo, i nomi e i cognomi li faranno loro se e quando si interesseranno di partecipare ad un dibattito. Concordo sulla scelta inadeguata di rimanere in silenzio con spiegazioni - plausibili - in mano, ma non sono io a dovermi far loro portavoce. Comprenderai inoltre che non è una società in cui parlare di complotti ad opera di un Governo possa essere conveniente se non si è ad equivalenti livelli di giurisdizione.

Poi, stiamo parlando di 3000 connazionali e di due simboli nazionali in cambio di una scusa ottimale per scatenare una guerra dai risvolti economici di notevole convenienza. Si, credo eccome che l'America sia capace di questo. Gli enti di ricerca internazionali hanno ricercato certamente dopo quelli americani. Vien da sè che inquinare le prove sarebbe stato banale.

"Non sono caduti esattamente in verticale" è un po'come dire "le persone non sono esattamente simmetriche rispetto al centro del loro corpo". Su scala così mastodontica è impossibile fare calcoli tali da far cadere esattamente in verticale degli edifici, ma quelle non sono cadute con crolli su un fianco, sono collassate su loro stesse. Sono cadute trascurabilmente non in verticale.

Le esplosioni a me sono sembrate
"davvero molto simili", se il termine identico ti sembra inadeguato.

Lasciate che dica una cosa, in chiusura: scrivo qua per il piacere del dibattito e perchè acquisisco nuove nozioni discutendo con voi così come spero il contrario. Così come gli USA, complottando, non avrebbero lasciato che le cose fossero scoperte da 4 filmati, così non potete esser sicuri voi delle spiegazioni ricevute. Le mie fonti come le vostre sono filtrate da innumerevoli passaggi oltre che dalle opinioni personali, ci saranno forse 100 persone al mondo che sanno la verità, il resto sono congetture e c'è ben poco che qualcuno di "comune" possa dedurre quale sia la verità. Servirebbero pareri altamente professionali, e sottolineo altamente, per aver la pretesa di capirci qualcosa.

Grazie dell'attenzione^^
Federico,

non sono io a dovermi far loro portavoce

Certamente, ma potresti dire loro, da parte mia, che se davvero hanno le prove della falsità della ricostruzione comunemente accettata e le tengono per loro, sono dei codardi.


non è una società in cui parlare di complotti ad opera di un Governo possa essere conveniente se non si è ad equivalenti livelli di giurisdizione.

Perché? Temi che vengano licenziati o fatti fuori se spifferano l'orrida verità? I complottisti lo fanno da mane a sera e non viene torto loro un capello. I tuoi professori sono ancora più vigliacchi dei complottisti (che non fanno nulla per difendere i detenuti di Guantanamo)?


Poi, stiamo parlando di 3000 connazionali e di due simboli nazionali in cambio di una scusa ottimale per scatenare una guerra dai risvolti economici di notevole convenienza

Ma basta con questa storiella della scusa ottimale, per l'amor del cielo: ehi, quindici terroristi sauditi, 2 degli Emirati, un egiziano e un libanese, finanziati da un saudita che sta in Afghanistan, hanno demolito le torri gemelle! E' la scusa perfetta per invadere... l'Iraq?


Vien da sè che inquinare le prove sarebbe stato banale.

Certo. Alterare di nascosto migliaia di tonnellate di acciaio delle Torri per nascondere le tracce di esplosivo, far sparire i testimoni che videro un missile Cruise, togliere dalle macerie del WTC i chilometri di cavo di detonazione, piazzare di nascosto gli esplosivi mentre la gente lavorava negli edifici... banalissimo.


Su scala così mastodontica è impossibile fare calcoli tali da far cadere esattamente in verticale degli edifici, ma quelle non sono cadute con crolli su un fianco, sono collassate su loro stesse. Sono cadute trascurabilmente non in verticale.

Secondo te, una struttura concepita per reggersi quando è verticale, dovrebbe restare intera quando si corica di lato? Ma ne hai parlato con uno strutturista, o è un tuo delirio personale?



gli USA, complottando, non avrebbero lasciato che le cose fossero scoperte da 4 filmati

Appunto. Tu, questo fatto, come te lo spieghi? Un supercomplotto sofisticatissimo che però viene smascherato da una banda di blogger scalcinati?




non potete esser sicuri voi delle spiegazioni ricevute

Caro Federico, la scienza delle costruzioni non l'ha inventata il governo USA. La norma ISO834 che descrive il comportamento degli edifici in caso d'incendio non è un parto dell'amministrazione Bush.

Qui le "spiegazioni ricevute" non c'entrano un piffero. C'entra la fisica di base. Se tu la studiassi, scopriresti che le immagini hanno esattamente le caratteristiche di un cedimento strutturale e che non hanno affatto quelle di una demolizione.

Chiedi agli esperti. Ti prenderanno probabilmente a sberle per aver insultato la loro professione, ma chiedi lo stesso.

Servirebbero pareri altamente professionali, e sottolineo altamente, per aver la pretesa di capirci qualcosa.

Noi li abbiamo. I complottisti presentano invece solo le chiacchiere di un teologo, di un filosofo, di una ex spogliarellista, di un ex prestigiatore e di un europarlamentare.
Non ho detto che una struttra rimane intera coricandosi di lato. Ho detto che le macerie non cadono così verticalmente in caso di normale cedimento, se così fosse non ci si prenderebbe la briga di demolire con le cariche gli edifici pericolanti, tanto cadono da soli in verticale, no?

Le Torri Gemelle in corso di progetto avevano previsto anche un attacco terroristico, gli edifici crollano quando avvengono imprevisti o quando le progettano degli incapaci. Spero vivamente dunque che si tratti di incapacità in fase di progetto, perchè l'unica alternativa è la macchinazione.

La scusa per la guerra non era per l'Iraq, ma appunto per l'Afghanistan. Inizialmente Bush non ha mosso guerra a Saddam ma appunto all'Afghanistan, solo dopo ha colto la palla al balzo per "scoprire" le testate nucleari che lui stesso ha venduto all'Iraq, ma la convenienza stava nel territorio afghano.

La scienza delle costruzioni non l'ha inventata il governo Bush, ed è per questo che non ho chiesto a professori a caso, tipo di storia dell'architettura o di tecnica urbanistica, ma a professori che tuttora progettano e che insegnano materie strettamente correlate al tema.
I complottisti avranno anche quella gente lì ma non parlando certo per fiducia verso di loro la cosa non mi tange. Sono il primo a dire che gente non qualificata dovrebbe tenersi le ipotesi per sè, e non mi sono infatti basato sui video reperiti su internet che hanno avuto solo il merito di suscitare curiosità.
Dunque ho già "chiesto agli esperti", e l'opinione è stata unanime e priva di sberle. Sono felice che abbiate gente così qualificata da permettervi di eliminare dubbi così grotteschi dalla vostra testa, ma purtroppo avendo ricevuto pareri opposti da individui con lunga esperienza in ambito di progettazione strutturale temo che dovrò tenermi il beneficio (o maleficio?) del dubbio. Tuttavia non potendo fare i nomi mi rendo conto che i miei interventi sono privi di forza, e ribadisco peraltro che le mie esposizioni vogliono essere domande e non dimostrazioni. Ho elencato solo dubbi, pertanto sarebbe gradita una comprensione di ciò che sto dicendo anzichè riferimenti ai miei deliri personali dato che non posso esser sicuro che la qualificatezza dei vostri esperti sia così soverchiante rispetto a quella degli altri che ho consultato. Spiacente di aver scandalizzato qualcuno con la mia ignoranza.
Federico,

le macerie non cadono così verticalmente in caso di normale cedimento

Hai degli esempi di grattacieli di 64x64 m di pianta, alti 410 m, che subiscono un normale cedimento a conferma della tua affermazione?

No. Quindi stai parlando di cose che non sai e non puoi dimostrare.


se così fosse non ci si prenderebbe la briga di demolire con le cariche gli edifici pericolanti, tanto cadono da soli in verticale, no?

Il crollo delle Torri Gemelle è stato così ordinato e verticale da distruggere sei edifici oltre alle Torri stesse.

Ma lasciamo perdere: se credi veramente che le Torri Gemelle siano state demolite, ci spieghi come sarebbe possibile collocare di nascosto le cariche? E quante ce ne vorrebbero? E come sarebbero sfuggite all'attenzione degli occupanti?

E ci spieghi come si fa a fare un'esplosione che non produce lo schianto di tutti i vetri? E che non si sente nelle registrazioni?

Se tu sai di un esplosivo silenzioso, il premio Nobel per la chimica ci attende.


Le Torri Gemelle in corso di progetto avevano previsto anche un attacco terroristico

Falso. Dimostra la tua affermazione.




professori che tuttora progettano e che insegnano materie strettamente correlate al tema

Seee, e io ci devo credere? Fai nomi e cognomi di questi professori così sicuri ma così codardi da non denunciare.

Come mai questi professori non vanno da Giulietto Chiesa? Lui ha un bisogno disperato di esperti. Finora ha reclutato soltanto teologi, ex spogliarelliste e mistici come "esperti". Ingegneri strutturisti, manco uno.


gente non qualificata dovrebbe tenersi le ipotesi per sè

Ma non mi dire.




le mie esposizioni vogliono essere domande e non dimostrazioni

No. Tu hai fatto delle affermazioni di fatto. "le macerie non cadono così verticalmente in caso di normale cedimento".


Spiacente di aver scandalizzato qualcuno con la mia ignoranza.

L'ignoranza non scandalizza. Quello che scandalizza è la pretesa di avere ragione senza conoscere i fatti e senza conoscere la materia.
@federico:
Non ho detto che una struttra rimane intera coricandosi di lato. Ho detto che le macerie non cadono così verticalmente in caso di normale cedimento

Scusa ma non ci capiamo.
O ipotizzi una cosa allucinante tipo "caduta di albero tagliato alla base" o, se ammetti che una struttura si frantuma (come ovvio) durante il crollo, non c'è assolutamente nulla di strano nel fatto che crolli (più o meno, visti i danni agli edifici circostanti) in verticale: si chiama "forza di gravità".

Gli edifici pericolanti si fanno saltare con le cariche per decidere: -quando- e -come- farli cadere, non perché si teme che cadano di lato tipo abete tagliato...
Almeno questo, i tuoi professoroni dovrebbero avertelo spiegato.


Le Torri Gemelle in corso di progetto avevano previsto anche un attacco terroristico

Neiente affatto.
La progettazione delle TT aveva tenuto conto dell'ipotesi che un 707 in atterraggio (quindi quasi a vuoto di carburante e a velocità moderata) le centrasse per caso, non che un 767 a pieno carico e velocità le centrasse in pieno.
Leggiti quel che dice il sito di Leslie & Robertson:
http://www.lera.com/sep11.htm


La scusa per la guerra non era per l'Iraq, ma appunto per l'Afghanistan.

Cioè gli americani avrebbero fatto tutto 'sto casino per invadere un paese di cui non gli importava e non gli importa nulla, quando poi, per invaderne uno molto più importante strategicamente si sono affidati ad una bugietta come le WMD e non si sono neanche preoccupati di far finta di trovarle?

Ti sembra un pensiero razionale?



"scoprire" le testate nucleari che lui stesso ha venduto all'Iraq

Sono sempre più convinto che hai molta confusione in testa:
- Oltre il 90% delle forniture belliche all'iraq, dagli anni 80 in avanti, viene da due paesi: Francia e Russia. Guarda caso, giusto i "pacifisti" che protestarono a gran voce quando gli americani decisero l'invasione.
- L'Iraq non ha mai avuto atomiche, né vendute dagli americani, né fatte in casa (grazie agli israeliani).
Le WMD della scusa ufficiale erano armi chimiche/batteriologiche.


professori che tuttora progettano e che insegnano materie strettamente correlate al tema.

Abbi pazienza, ma se quello che ti hanno spiegato è quello che hai scritto tu, ti invito a mia volta a chieder loro di scrivere qui (meglio: su undicisettembre.info) per spiegarsi un po' meglio: finora non ci fanno una gran figura.


Spiacente di aver scandalizzato qualcuno con la mia ignoranza.

Nessuno scandalo: tutti siamo ignoranti, ognuno in quel che non gli compete/interessa.

Quel che mi piacerebbe però, personalmente, è che qualcuno portasse una buona volta dei dati e dei calcoli, invece delle solite certezze preconcette travestite da dubbio, tipiche dei complottisti e desunte da qualche video su youtube o da qualche concentrato di bufale tipo zero...
Questo commento è stato eliminato dall'autore.
Ho cancellato un post doppio.

E rettifico una piccola inesattezza:
i principali fornitori militari dell'Iraq di quegli anni erano TRE: comprendendo anche la Germania, anche se in quote inferiori a Francia e Russia.

Casualmente, anche la Germania protestò a gran voce, allora.

Preciso questo non per sostenere la scelta militarista di Bush, né per smentire il fatto che l'invasione dell'Iraq non abbia avuto giustificazioni legali di diritto internazionale.

Ma per sottolineare come le scelte di politica estera di un paese, qualsiasi paese, si facciano con una mano sul portafogli e l'altra sul compendio tascabile dei propri interessi nazionali: le belle parole sono quasi sempre fumo per il popolino.
ciao (ex)attivissimo,
ti seguo da un pò e a dire il vero mi interessavano molto alcuni tuoi "smascheramenti".
Ma con questo tema hai bucato proprio, mi cambia il parere che ho di te e del tuo blog, dal quale mi cancellerò.
Leggo le tue risposte e vedo te preso troppo a "difendere" ...cosa?
Fai parte di un gruppo di "depistaggio" o ti comporti così per attirare lettori?
Se credi veramente che l'america o meglio le multinazionali americane no centrino niente con il crollo delle TT, con le guerre , con queste meschine mattanze alla vita del pianeta... ti sbagli. anzi, preparati a cancellare te stesso dal tuo blog.
ciao
un ex
Ma con questo tema hai bucato proprio, mi cambia il parere che ho di te e del tuo blog, dal quale mi cancellerò.

Non sarà facile, ma sopporterò questo duro colpo.



Leggo le tue risposte e vedo te preso troppo a "difendere" ...cosa?

Il buon senso e la realtà tecnica dei fatti. Guarda caso, la comunità degli esperti (ingegneri, piloti, esperti di demolizioni) non sposa le teorie complottiste. Chiediti come mai.


Fai parte di un gruppo di "depistaggio" o ti comporti così per attirare lettori?

No, faccio il giudice in una gara segreta per chi pubblica il commento più ridicolo. Coraggio, se t'impegni ce la puoi fare.
Non sarà facile, ma sopporterò questo duro colpo

ROTFL!

Curiosamente l'ex-lettore usa il verbo "credere".
Concordo: Zeitgeist non merita un'analisi, accozzaglia di bufale che semplicemente DISTORCONO il messaggio che dovrebbe invece essere innovativo (per quanto, un po' scontato).
Importa forse che Zeitgeist dimostri che Gesù è la copia di Horus nella nuova era dei pesci? NO, ovviamente. Quello che conta è che gli uomini ci hanno creduto, nel primo prima e nel secondo poi. Le prove? Le piramidi e gli osservatori astronimici, costruiti "sotto gli DEI"; le costellazioni, che raccontavano le culture prima della scrittura.
Importa che Zeitgeist dimostri, con l'abuso di immagini pseudo-bufaline delle demolizioni controllate che l'11/9 fu un autoattentato? NO. Bastava dire che a inizio anno è arrivato il presidente-armaiolo e a fine anno sono state partorite due guerre. A che serve l'autoattentato se c'è già chi ha le al potere?
Importa che Zeitgeist dimostri, con l'ausilio di decine di frasi fatte, l'inganno alla base del monetarismo? Ma assolutamente no. Tutti sanno già che i soldi portano soluzioni "facili". La storia dei microchip poi ha del fanciullesco.

PERO': concorderai che l'uomo di oggi è molto preso da quello che gli accade (notare ad esempio i servizi in TV sul recente terremoto e la comparsa di decine di filmati che "accusano" l'Impregilo di complotto) ed è vero che molti dei paraocchi che diciamo "ci mettono in testa" ce li siamo messi da soli. Allora Zeitgeist accomuna (ma SOLO nella sua sintesi) una serie di fonti per così dire "accreditate" (quali Sagan, Krishnamurti, Alpert, i comici Hicks e Carlin) meglio di come qualsiasi altro viral video sia in grado di fare.
Però molti (oserei dire TUTTI) si fermano ad analizzare al decimo di secondo le affermazioni su horus o sulla termite.
Siamo, e saremo sempre, piccole certezze che camminano :D
Colgo l'occasione per aggiungere un altro esempio.
I miei genitori hanno casa in uno dei comuni colpiti dal terremoto. Siamo andati lì per un sopralluogo (entrati e usciti: il paese è tutto in tenda) e tra le altre cose (armadi aperti, roba buttata per terra, vetri rotti, ecc.) abbiamo trovato una bibbia aperta e una statuetta di Cristo caduta sopra. nel mio blog trovi quest'immagine. EBBENE: sono venuto a sapere che c'è qualcuno che sta analizzando quella foto per vedere in quale passo del vangelo si sia fermato il risorto. Perché "è nnu sìgn'" (è un segno, in dialetto)!

PS: ti DETESTO quando a volte rispondi ai commenti in toni sprezzanti. E questo mi piace, mi piace assai. Continua così.
Mi fa pensare alle reliquie cristiane... bah!
concordo con Alfonso sulla "visione d'insieme" che propone zeitgeist. al di là del fatto che il film possa essere un'operazione commerciale (dietro c'è un certo architetto futurista jacque fresco http://it.wikipedia.org/wiki/Jacque_Fresco che dovrà vendere le sue idee) la cosa interessante è la capacità di farci uscire da degli schemi statici.

consiglio di vedere anche l'addendum che concentra l'attenzione sul nostro sistema monetario e capitalista spiegando in modo davvero molto semplice cosa innesca la moneta. E forse proprio in questo periodo, alla luce dei crolli delle borse, la cosa è attuale.

Ecco il link: http://www.zeitgeistmovie.com/add_italian.htm

non dico sia da prendere alla lettera ma sicuramente offre una chiave di lettura, un punto di vista differente. Poi ognuno è libero di scegliere.

Un'ultima cosa, mi aspetto di essere attaccato aspramente dal gestore del blog Paolo Attivissimo e dal suo fedelissimo Brain_use.

un cordiale saluto
Un'ultima cosa, mi aspetto di essere attaccato aspramente dal gestore del blog Paolo Attivissimo e dal suo fedelissimo Brain_use.

Perché mai dovremmo attaccarti? Ti sei reso ridicolo da solo con questa dichiarazione di paranoia terminale. Meriti solo un applauso per la magnifica dimostrazione della mentalità complottista.

Anzi, se vuoi proseguire, fai pure, vado a prendermi una birra e mi metto comodo.
mi aspetto di essere attaccato aspramente dal gestore del blog Paolo Attivissimo e dal suo fedelissimo Brain_use.

Mai mettere il carro davanti ai buoi. Men che meno a un somaro come il sottoscritto.

Che parolone poi... "fedelissimo"!
Non siamo mica in una chiesa o in una orgnizzazione militante.
Sono solo un asinello che apprezza chi collega il cervello e controlla le fonti prima di dare fiato.
Qualità rara, di questi tempi, questo sì.

Consiglio comunque a chi volesse approfondire la qualità di "addendum" una scorsa a questo (un po' tedioso) thread su crono911.
Ascoltiamoli davvero, questi testimoni che erano lì l'11 settembre:

http://www.youtube.com/watch?v=nQX_4WFuylM

Perchè solo con l'udito selettivo da debunker non si arriva da nessuna parte.
Ascoltiamoli davvero, questi testimoni che erano lì l'11 settembre:

Giusto. E poi andiamo a leggere le ragioni per le quali citare "Inganno Globale" come fonte per le testimonianze è la migliore dimostrazione che l'udito selettivo, come lo chiami tu, ce l'ha Massimo Mazzucco.

La prima ragione.

La seconda.
Ma allora la gente che lavorava ai piani inferiori perchè è riuscita a salvarsi se c'era dell'esplosivo? E' venuto spiderman?
A proposito di testimonianze, testimoni e brutti scherzi che può giocare la memoria:

http://on.ted.com/a8WE