skip to main | skip to sidebar
52 commenti

UFO e astronauti in “Alle Falde del Kilimangiaro”: Ed Mitchell oggi in TV

L'articolo è stato aggiornato dopo la pubblicazione iniziale. Ultimo aggiornamento: 2010/10/27.

Mi sono arrivate varie segnalazioni secondo le quali la trasmissione Alle falde del Kilimangiaro (Raitre) oggi ha avuto ospite l'astronauta lunare Edgar Mitchell. Vorrei rivedere lo spezzone, visto che pare che la conduttrice Licia Colò abbia citato presunte dichiarazioni di Mitchell su complotti della Nasa e/o del governo USA per nascondere la verità sugli UFO e che Mitchell abbia smentito tutto, con grande sorpresa/imbarazzo della Colò. Purtroppo dalle lande svizzere ove sorge sereno il Maniero Digitale i servizi di replay online della Rai non sono fruibili. Potete aiutarmi?

Intanto segnalo un mio articolo precedente su Mitchell e le sue passate dichiarazioni ufologiche.


2010/10/26


Grazie a tutti coloro che hanno risposto alla mia richiesta: ora ho tutto il materiale necessario. L'audio dell'intervista a Mitchell di Alle falde del Kilimangiaro è scaricabile qui e su Youtube c'è (non so per quanto tempo) il video (prima parte, seconda parte).

Licia Colò ha parlato della conferenza stampa degli ex militari pro-UFO, che ha portato molte parole ma zero prove.  In studio Pablo Ayo, scrittore pro-UFO, che naturalmente ha un libro da promuovere e regala agli spettatori un fiume di parole pseudoscientifiche ma non porta un fatto concreto neppure pagando un supplemento, e l'astrofisico Roberto Dolcetta Capuzzo, che ha fatto una discreta difesa del buon senso (possiamo fidarci di qualcuno che dice di aver visto qualche cosa, in assenza di prove oggettive?) ma è la persona sbagliata per rispondere alle fantasie di Ayo: ci vuole un debunker. Qualcuno che conosca i filmati e gli episodi e li smonti punto per punto.

Infatti né Ayo né Dolcetta Capuzzo hanno fermato la Colò per dirle che i video ufologici che ha mostrato sono classici sbufalati da un pezzo: le flotillas (che sono palloncini), la spirale prodotta da un missile, l'UFO del Concorde (puntino sulla pellicola), quello dello Shuttle (1984, missione STS-51A, goccia d'acqua sul finestrino), l'UFO gigante sopra il Cremlino (che stranamente non viene visto da nessuno tranne un videoamatore), l'UFO circolare nel cielo di Mosca (una semplice nuvola di tipo hole punch, notissima ai meteorologi) e le solite sfere luminose che visiterebbero le nostre stazioni spaziali (semplici particelle che si staccano dai veicoli e vengono mosse dal moto relativo dell'osservatore, dai getti dei razzi di manovra o dai tenui campi magnetici e di microgravità prodotti dai veicoli). Nulla che non si potesse falsificare con cinque minuti di lavoro e del software per gli effetti speciali digitali o un buon modellino. Sappiamo bene che in questo campo, purtroppo, non ci sono solo le persone in buona fede che interpretano in senso ufologico un difetto della pellicola o un palloncino, ma ci sono anche tanti ciarlatani a caccia di soldi, per cui ci vorrebbero delle prove un po' meno traballanti per accettare un'asserzione tanto straordinaria come quella di veicoli alieni che scorrazzano nei nostri cieli.

Per il resto, l'intervista con Mitchell è stata imbarazzante per la Colò: lei dice che Mitchell sostiene che la NASA ha nascosto molte cose, e lui dice che non è vero e la NASA non c'entra. Forse, dice, c'entra il governo, ma lui non accusa la NASA. La Colò tira in ballo il caso di Roswell (che lei pronuncia Ruswelt): anche qui, la solita solfa (mai nessuno che ricordi il progetto Mogul e l'astuzia dell'aviazione militare nell'usare i deliri ufologici come copertura per non far conoscere le tecnologie Mogul, all'avanguardia per quegli anni). Prove zero, chiacchiere tante, e anche Mitchell non si fa coinvolgere: dice che ha semplicemente raccolto i racconti delle persone del posto. Lui di prove non ne ha.

Il resto dell'intervista è sullo stesso livello. Faccio un solo esempio dei tanti collegamenti fantasiosi proposti da Pablo Ayo senza alcun contraddittorio: a circa cinque minuti dall'inizio della seconda parte su Youtube, Ayo dice che gli UFO sarebbero stati attratti dalle prime esplosioni nucleari nella Seconda Guerra Mondiale e precisa: "Voglio specificare che Roswell nel '47 era l'unica base americana che aveva la bomba atomica e tutto, diciamo, il 509° Stormo, che era quello che aveva sganciato le bombe a Nagasaki e Hiroshima, incluso il famoso aereo Enola Gay, era tornato poi alla base aerea di Roswell. Stavano lì gli armamenti nucleari, ed era probabilmente per quello che già da allora qualche visitatore si era interessato di andare a visitare la zona." Ho fatto un po' di ricerche e chiesto ai miei esperti (in particolare Stefano B.) e i fatti sono un po' diversi.

Primo: dopo aver sganciato una bomba atomica su Hiroshima il 6 agosto 1945, il B-29 Enola Gay non tornò affatto alla base aerea di Roswell, nel New Mexico, perché quella non era la sua base. Il 509° stava all'epoca a Wendover, nello Utah, ed era stato inviato a Tinian, nelle Marianne (Oceano Pacifico), per effettuare l'attacco nucleare, e a Tinian tornò dopo averlo effettuato. Enola Gay arrivò alla base di Roswell soltanto tre mesi più tardi, a novembre del 1945, e comunque poi se ne andò altrove per altri test nucleari. Il legame con Roswell è quindi molto più tenue di quello che dice Ayo.

Secondo: all'epoca dell'incidente di Roswell (avvenuto a giugno-luglio 1947), gli Stati Uniti disponevano in tutto soltanto di tredici bombe atomiche (tutte di tipo "Fat Man" Mark III), nessuna delle quali era operativa. Il 509° Stormo (509th Composite Group, a partire dal giugno del 1946 509th Bombardment Group (Very Heavy)) era sì l'unico ad avere esperienza operativa con armi nucleari e a possedere velivoli appositamente attrezzati, ma le armi atomiche non erano custodite a Roswell, bensì alla base aerea di Kirtland, vicino ad Albuquerque, dove c'erano i laboratori Sandia che le costruivano.

Non solo: il 509° non divenne operativo fino al settembre del 1948. Inoltre all'epoca gli Stati Uniti avevano un monopolio nucleare, per cui non avevano alcun bisogno di avere bombardieri pronti a decollare in pochi minuti, e comunque il ridotto numero di armi nucleari non ne consentiva l'uso per attacchi strategici: la deterrenza non c'era ancora.

Visto che le armi nucleari non erano custodite a Roswell, non si capisce perché i "visitatori" avrebbero dovuto avere interesse per questo luogo, che ospitava semplicemente gli aerei adibiti al trasporto delle bombe. Specialmente considerato che c'erano luoghi che (secondo le tesi di Ayo) sarebbero stati ben più interessanti: quelli dove quelle armi atomiche venivano usate, come l'atollo di Bikini, nel Pacifico, per i test nucleari Able e Baker (1 e 25 luglio 1946), e sviluppate, come il laboratorio di Los Alamos, nel New Mexico, i grandi separatori per l'uranio 235 a Oak Ridge, in Tennessee, e i reattori a plutonio presso Hanford, Washington.

È molto facile prendere dei fatti a casaccio e deformarli un po' per adattarli alle proprie tesi, ma non è così che si fanno le ricerche e non è così che si fa bene all'ufologia.


2010/10/27


Se volete vedere con quale ineffabile competenza Pablo Ayo scambia un pianeta per un UFO a Mistero, leggete questo articolo di Photobuster e guardate il video. Poi ci si chiede perché l'ufologia viene considerata da molti come una materia da svitati.

Fonti: The Air Force in the Cold War (Stephen McFarland, in Airpower Journal, autunno 1996); U.S. Nuclear Stockpile, 1945 to 1950 (D.A. Rosenberg, in Bulletin of the Atomic Scientists, maggio 1982, pagg. 25-26); Contractor Report SAND98-1617, Tech Area II: A History, Sandia National Laboratories, pagg. 14-16; Cybermodeler.com; Aviationexplorer.com; Strategic-air-command.com.
Invia un commento
I commenti non appaiono subito, devono essere tutti approvati da un moderatore. Lo so, è scomodo, ma è necessario per tenere lontani scocciatori, spammer, troll e stupidi: siate civili e verrete pubblicati qualunque sia la vostra opinione; gli incivili di qualsiasi orientamento non verranno pubblicati, se non per mostrare il loro squallore.
Inviando un commento date il vostro consenso alla sua pubblicazione, qui o altrove.
Maggiori informazioni riguardanti regole e utilizzo dei commenti sono reperibili nella sezione apposita.
NOTA BENE. L'area sottostante per l'invio dei commenti non è contenuta in questa pagina ma è un iframe, cioè una finestra su una pagina di Blogger esterna a questo blog. Ciò significa che dovete assicurarvi che non venga bloccata da estensioni del vostro browser (tipo quelle che eliminano le pubblicità) e/o da altri programmi di protezione antimalware (tipo Kaspersky). Inoltre è necessario che sia permesso accettare i cookie da terze parti (informativa sulla privacy a riguardo).
Commenti
Commenti (52)
Avanti... qualcuno che l'abbia registrato con Faucet PVR. Lo conosci Paolo? Dovrebbe funzionare anche fuori dall'Italia :)
Così imparano ad invitare gente soltanto per sparar fregnacce.

Se Mitchell si annoia così tanto da dover sopportare quelli della Rai, può fare un salto da noi a far quattro chiacchiere ;-)
"può fare un salto da noi a far quattro chiacchiere ;-)"

Eh, magari!:) Oh, magari anche gli astronauti italiani potrebbero farci dono di qualche commento! Chissà se ci leggono...
Io l'ho visto "en passant" ma mi sembrava che l'ex generale avesse confermato di avere avuto a che fare con questi oggetti e abbia anche cercato di inseguirli o farli inseguire ma si sono dileguati a velocità super-super-sonica. O almeno così mi pare di avere interpretato.
Il mio primo pensiero però è stato di riflesso a questo blog (...chissà cosa ne penseranno...) ecco qua...
Paolo
"a velocità super-super-sonica."

Quindi lentissimamente :D
Beh, insomma, se volete fare gli spiritosi c'è il blog SPINOZA e non è questo.
Credo che abbiate capito che si sono dileguati ad una velocità inimmaginabile per i normali caccia...
Quindi lentissimamente :D

?????

Beh, insomma, se volete fare gli spiritosi c'è il blog SPINOZA e non è questo.

Ué non rispondere così all'eunuco del Gran Capo, sa'? :)
Dai, stavo scherzando... il fatto é che non si trova mai un falco da guerra romulano, quando serve :|
Per forza, e' occultato!
La registrazione della puntata dovresti trovarla a breve qui: http://www.rai.tv/dl/replaytv/replaytv.html#day=2010-10-24&ch=3
ha smentito l'omertà da parte della nasa, non del governo usa.
la sua posizione mi è parsa decisamente pro-ufo.
e cmq la trasmissione non è stata malaccio, con tanto di contradditorio (presenti in studio un giornalista-scrittore pro-ufo e un accademico contro)
Anche se andrebbe in coda all'argomento apposito, per associazione di idee lo segnalo qui: ieri sera alla trasmissione Report su Raitre hanno mostrato il ministro Giulio Tremonti mentre a una conferenza armeggiava con un pacchettino tenace, che alla fine ha aperto. Conteneva il braccialetto dell'equilibrio, che orgogliosamente ha indossato davanti alla platea, aggiungendo che lo avrebbe reso anche un po' fricchettone.
Tornati in studio, Milena Gabanelli ha ricordato che contro il braccialetto con ologramma è in corso un'istruttoria dell'autorità garante della concorrenza e del mercato.
La puntata si può già vedere qui:

http://www.report.rai.it/dl/Report/puntata/ContentItem-2d7cec0d-7b5c-4a27-a298-2055257a00a1.html

purtroppo non posso indicare il punto esatto in cui Tremonti si infila il braccialetto, dovrei rivedere tutta la puntata e francamente quella di ieri era molto noiosa, almeno vista da un italiano all'estero.
Rudi,

La registrazione della puntata dovresti trovarla a breve qui

Come dicevo nell'articolo, i servizi di replay Rai non sono fruibili dall'estero. Io sto in Svizzera.
da Wikipedia, alla voce "NOETICA"
"..Il termine Noetica, in una accezione diversa da quella filosofica, viene utilizzato già nel 1973, quando l'ex astronauta Edgar Mitchell (con l'industriale Paul N. Temple)[3] fonda Institute of Noetic Sciences (IONS) in California. Compito dell'istituto è quello di indagare sul potenziale umano.[4], includendo in tali ricerche la meditazione, forme di guarigione alternative, abilità psichiche[5].."

Insomma, visti i progressi di queste ricerche dal 1973 ad oggi, è evidente che Mr.Mitchell(o i suoi collaboratori) non abbiano avuto tante facoltà extra-sensoriali per capire il bluff di tanti studi e ricerche..gli sarebbe bastato guardare nella sfera magica, no?!!!

Questo commento è anche x rendere palese quanto Mr.Mitchell sia "di parte" quando è intervistato..
purtroppo non posso indicare il punto esatto in cui Tremonti si infila il braccialetto,

È all'inizio della puntata, la scena è tra 2:13 e 3:05. Commento mio? *facepalm*!
Paolo,
Come dicevo nell'articolo, i servizi di replay Rai non sono fruibili dall'estero. Io sto in Svizzera.
Oggi la replica de "Alle falde del Kilimangiaro" non è ancora disponibile al link indicato da Rudi. Se lo sarà entro giovedì, la copio su un CD e te lo porto venerdì sera a BZ (cercherò di essere lì 15/20 minuti prima dell'inizio della conferenza).
Per Gwilbor

purtroppo non posso indicare il punto esatto in cui Tremonti si infila il braccialetto,

È all'inizio della puntata, la scena è tra 2:13 e 3:05. Commento mio? *facepalm*!


Hai più pazienza di me. :-)
Io l'ho interpretata come una parentesi spiritosa, anche se avrebbe dovuto evitare di indossare un oggetto sotto indagine per concorrenza sleale. Bisogna vedere se la notizia dell'istruttoria era già stata diffusa, non ho capito in che giorno si è svolto esattamente quell'incontro.
lo porto venerdì sera a BZ

Magnifico, grazie!
Penso che Tremonti possa indossare un pò quello che gli pare. Sarebbe come criticarlo perchè porta al polso un orologio rotto.

Oltretutto non è "il braccialetto" ad essere sotto inchiesta (e non peraltro per concorrenza sleale ma per pubblicità ingannevole, cosa ben diversa) ma la pubblicità del braccialetto. Penso proprio che ben pochi si siano accorti della cosa.

Report però (che ho visto ieri sera) sta assumendo un'aria un po' messianica alla Steve Jobs: "vi spieghiamo noi come stanno le cose: in realtà politici, imprenditori e tutti gli altri sono imbroglioni e truffatori e scansafatiche che fanno soldi sulla pelle dei poveri cittadini che lavorano. Nessun altro lo dice perchè sono tutti pagati per stare zitti."

Scusate l'OT. Il filmato sull'intervista non è ancora online..

Paolo, per vedere la RAI in streaming anche dall'estero puoi ricorrere ad un proxy free dall'italia.
Ad esempio: 85.18.74.187:80
l'ho appena provato e funziona benissimo.
per vedere la RAI in streaming anche dall'estero puoi ricorrere ad un proxy free dall'italia.

Grazie, so della possibilità, ma sono di corsa e volevo evitare di spendere tempo per a) trovare un proxy funzionante (qui mi hai aiutato tu) b) configurarlo c) trovare la maniera di registrare lo streaming.
Per il Lupo della Luna (mousse)

Penso che Tremonti possa indossare un pò quello che gli pare. Sarebbe come criticarlo perchè porta al polso un orologio rotto.

Un po'.
Indossarlo, può senz'altro. Ma metterselo al polso sottolineando il gesto davanti a una platea in un incontro ufficiale, dove forse c'erano anche le telecamere di tv straniere, non mi pare proprio il massimo.

Oltretutto non è "il braccialetto" ad essere sotto inchiesta (e non peraltro per concorrenza sleale ma per pubblicità ingannevole,

Mi sfugge la contrapposizione fra i due comportamenti. La pubblicità ingannevole è una forma di concorrenza sleale. Non l'unica, ma è evidente che va sempre a detrimento dei concorrenti che fanno pubblicità corretta.
Paolo, sto guardando la puntata in streaming. Mitchell credo proprio che non abbia smentito la Colò, ma che abbia persino confermato il caso Roswell. Dei vari video mostrati ce ne erano parercchi clamorosamente fasulli. In studio ci sono Pablo Ayo - non servono presentazioni - e un astrofisico di cui mi sfugge il nome.
Hai più pazienza di me. :-)

È che dovevo vederla assolutamente! Comunque sono andato a colpo sicuro nella ricerca, prima di guardare il video ho cercato "braccialetto" nella sbobinatura della puntata che c'è lì nella pagina.

Io l'ho interpretata come una parentesi spiritosa,

Si, certo, ma dice molto del personaggio... Tremonti ultimamente si lascia andare parecchio a battutine ed allusioni. Da un ministro mi aspetterei un po' più di sostanza. Oramai non c'è intervista dove le sue risposte siano delle metafore. Il bello è che nessun giornalista ha il coraggio di chiedergli cosa vogliono dire!
Lòl, secondo Ayo, il caso Caponi e il suo alieno di terracotta sono una delle prove del coverup di governi e forze di polizia. La prova consisterebbe nel fatto che le foto di Caponi sarebbero state sequestrate dai Carabinieri per 10 anni.
Era presente anche l'astrofisico Dolcetta Capuzzo.
Ho preparato un file audio in formato OGG con l'intervista(scusate la qualità pessima):
http://www.sendspace.com/file/h6mcxw
Paolo, sto guardando la puntata in streaming. Mitchell credo proprio che non abbia smentito la Colò, ma che abbia persino confermato il caso Roswell. Dei vari video mostrati ce ne erano parercchi clamorosamente fasulli. In studio ci sono Pablo Ayo - non servono presentazioni - e un astrofisico di cui mi sfugge il nome.

L'astrofisico presente al dibattito era il Prof. Roberto Capuzzo Dolcetta, del dipartimento di Fisica de La Sapienza, che, a differenza degli altri due ospiti, ha esposto le ragioni del buon senso (o della scienza, se preferite), facendo presente che le presunte prove portate dagli altri non provano proprio nulla, perché potrebbe produrle anche un adolescente smaliziato nell'uso degli strumenti informatici. La cosa più sconcertante è stato forse il risultato del sondaggio telefonico associato al servizio: circa l'80% degli spettatori che hanno partecipato al sondaggio si sono detti convinti dell'esistenza degli UFO.
Ora il video c'è, purtroppo il nuovo player Silverlight che utilizzano sul sito non permette di scaricare il filmato, l'unica soluzione e uno di quei programmi per registrare quanto appare sullo schermo..

Comunque, nei primi 2 minuti del filmato abbiamo: una "flottiglia", il "triangolo" di Mosca, la "palla" accanto al Concorde già vista a Boiager. Il tutto con la musica di X-Files.

Se riesco a fare un lavoro migliore, recupero almeno l'audio.
Per puro caso ieri mi sono imbattuto a vedere Alle falde del Kilimangiaro, una delle prime cose che ho notato è stata l'ignoranza della Colò sull'argomento e il modo in cui Ufo e Extraterresti vengano usati in maniera del tutto uguale.
Servizio davvero "banale" secondo me, sembrava fatto solo per fare ascolti parlando di alieni con un astronauta.
Mi ha lasciato davvero perplesso...
Eh beh, non é Superquark...
> e che Mitchell abbia smentito tutto

Non ha proprio smentito tutto. Ha detto che non può dire quale grado di collaborazione ci sia stato con gli alieni, ma confermando nel contempo che (secondo lui) qualche contatto deve esserci stato.

Ho fatto un riassunto della parte della trasmissione sugli ufo (mancherà qualcosa all'inizio perché non sapevo che c'era, ma mi hanno avvisato credo abbastanza prontamente).
Partendo da questo link trovate, oltre a quel riassunto, trovate:
* riassunto della puntata di "Contesto" con ospite Paolo Attivissimo
* riassunto di una servizio di Voyager
* riassunto di un articolo sugli ufo di "Airone" a firma di niente meno che Roberto Giacobbo; una cosa interessante di questo articolo è che come immagine dell'ufo del Concorde del 1976 hanno usato quella fatta da Paolo con la riga gialla che dimostra che è un difetto della pellicola... in pratica l'immagine smentisce il testo! ;)
Mi permetto inoltre di consigliarvi di guardare la foto di uno degli avvistamenti segnalati in questo articolo di Giacobbo (Airone non l'ha pubblicata, ma l'ho trovata) perché è veramente favolosa.
* riassunto (per tornare all'inizio) della parte sugli ufo di "Alle falde del Kilimangiaro"
purtroppo non posso indicare il punto esatto in cui Tremonti si infila il braccialetto

fate schifo

Servizio davvero "banale" secondo me, sembrava fatto solo per fare ascolti parlando di alieni con un astronauta

È la trasmissione ad essere banale: mi sembra di assistere ad un ritrovo di vecchi figli dei fiori col cervello ormai spugnoso dall'ultradecennale uso di sostanze, che "flashano" davanti a qualsiasi cazzata un po' "alternativa" proposta.

Chiedere ad Aldo Grasso per maggiorni informazioni...
A proposito di Mitchell e di come l'avete trattato:
http://insolitanotizia.blogspot.com/2009/07/il-principio-dautorita-e-la-psicosi-del.html
@W.B.

Grazie e addio.
cit: "circa l'80% degli spettatori che hanno partecipato al sondaggio si sono detti convinti dell'esistenza degli UFO."

Ma dai? sarà che il restante 20% era analfabeta.
Vorrei proprio sentire chi ha oggi ancora il coraggio di non essere convinto che esistano gli UFO (non gli alieni,eh!)!!
Dai su.. togliamoci ste fette di bresaola..
Tolte. Ciao.
Boia ne ho visto uno ieri! Era a forma di aereo, grigio, volava ad una velocità approssimariva di 800 Km/h ad un'altitudine di 10.000 metri!

Trolla da un'altra parte :)
Aggiungo che lasciava una scia bianca dietro di se, quindi era un UFT, Unidentified Flying Tanker, un UFO pagato dal NWO per sciachimizzarci tutti
Potete scaricare l'audio dell'intervista (non ho messo il servizio prima per comodità) da http://www.mad-design.net/AFDK.ogg in formato ogg vorbis. I player per quel formato li trovate qui: http://www.vorbis.com/

Se volete riutilizzarlo su altri siti potete tranquillamente, solo vi chiedo di scaricarlo e non linkarlo direttamente dalle vosrre pagine.
Beh, per una volta WB ha ragione. Si continua in questa confusione tra "oggetto volante non identificato" e "oggetto volante costruito, pilotato e/o gestito da alieni". Io di UFO ne vedo a bizzeffe ogni giorno. Tutte le volte che non sono collegato a flightradar, per dire ;-)
beh, stavo registrando lo streaming quando:

http://www.youtube.com/watch?v=yckDdUJDx6Y
http://www.youtube.com/watch?v=pkGuEV1Jzdo

anche se oramai li avrete già trovati anche voi
E per completezza di informazioni, ecco il link al video già posizionato al punto esatto in cui Giulio Tremonti inizia a estrarre il braccialetto "cometa" dall'involucro.

http://www.youtube.com/watch?v=lqISUWf-2BI#t=02m32s

Buon divertimento.
La Colò: La Nasa ci tiene nascoste tante cose...
Mitchell: Non ho detto questo. Io non so se nella Nasa qualcuno tiene nascoste delle prove.

la Colò: lei sostiene che noi non siamo soli nell'universo e che esistono contatti consolidati tra extraterrestri e rappresentanti dei governi.

Mitchell: non ho detto che c'è stata interazione tra civiltà: ho solo detto che ci sono persone che possono aver avuto interazioni con civiltà extraterrestri.

poi dopo: Io non ho nessun dubbio sul fatto che siamo stati visitati e che ci siano state interazioni ma non ho prove che ci siano state collaborazioni tra i governi e gli alieni.

Dopo la Colò rimprovera un tale Roberto di "non aver fatto per niente bene i compiti"

Insomma, si aspettavano che Mitchell dichiarasse: "Sì, gli alieni sono arrivati sulla terra, io ci ho parlato e i governi sono in contatto ma tutto viene nascosto" e invece lui dice solo che ci sono dei casi di esperienze di piloti con oggetti volanti non identificati che lui ritiene di origine aliena.
In realtá era Mitchell ad accusare il fisico di non aver fatto i compiti. In più non ha fatto altro che ritrattare le PROPRIE (o almeno a lui attribuite) dichiarazioni, ed ha eluso la domanda sulla coincidenza tra UFO e vita extraterrestre. È stato tutto un "lei ha detto" - "no io non ho detto".. classico del genere ufomisterioso; insomma, sembrava un intervista ad un politico ;)
Be', Paolo, però mi pare che Mitchell, purtroppo, si dichiari convinto che la Terra sia stata visitata più volte dagli alieni. E anche su Roswell se non sbaglio lascia intendere che secondo lui ci sono ancora molti punti oscuri sull'argomento. Questo naturalmente è triste per Mitchell, ma mi sembra che anche tu dicevi in un articolo che non è che siccome uno è astronauta non può avere convinzioni – diciamo così – fantasiose.
Paolo mi pare ci sia un errore nel tuo testo.

Tu scrivi " Il legame con Roswell è quindi molto meno tenue di quello che dice Ayo.",
ma, se non ho capito male, dovrebbe essere " Il legame con Roswell è quindi molto più tenue di quello che dice Ayo.".

Ciao...
Refuso corretto, grazie!
Forse un refuso?

...era sì l'unico con esperienza operativa con armi nucleari, ma NON risulta che avesse in custodia le armi atomiche...
Sistemato e ampliato con nuove info, grazie!
Come al solito, Paolo, sei stato chiarissimo.

Grazie per questo lavoro, non ti ringrazierò mai abbastanza :)
Ayo Ojo e Fuffologia.

Tristezza, e dire che io e Fozzillo l' avevamo anche corretto molte volte già ai tempi delle "analisi" (sono virgolettate perchè NON sono analisi) ufologiche di Mistero...

Caro Pablo: tristezza miserrima, sei fotografo\grafico\fototecnico\giornalista\ricercatore e chissà cos' altro.

Il problema è che nessuno dei lavori in questione li fai bene.

Diciamocelo: un ricercatore che sbaglia ad identificare Marte in cielo e lo scambia per un' astronave aliena con strutture non è che ha tanta credibilità per altre ipotesi.
2010/10/27

Se volete vedere con quale ineffabile competenza Pablo Ayo scambia un pianeta per un UFO a Mistero, leggete questo articolo di Photobuster e guardate il video. Poi ci si chiede perché l'ufologia viene considerata da molti come una materia da svitati.


Il video è stato rimosso...