skip to main | skip to sidebar
55 commenti

Le cose che non colsi - 2010/10/13

PC banditi, sciachimisti litigiosi, alieni d'ogni sorta e altre in breve


L'articolo è stato aggiornato dopo la pubblicazione iniziale.

PC infetti banditi? Scott Charney di Microsoft propone che vengano esclusi da Internet i computer infetti. Ne parla la BBC, raccogliendo il parere di Graham Cluley di Sophos.

Le "scie chimiche" causano lotte intestine. O intestinali? Rosario Marcianò, strenuo sostenitore dell'esistenza di un megacomplotto basato sulle "scie chimiche", ha denunciato Tom Bosco, strenuo sostenitore dell'esistenza di un megacomplotto basato sulle "scie chimiche", insieme ad Andrea Rampado, gestore dei forum di Nexus, per "diffamazione (articolo 595/3 CP), sostituzione di persona (articolo 494 CP) e accesso abusivo di sistema informatico (615TER CP)". Non serve che il Nuovo Ordine Mondiale si occupi dei complottisti: si mangiano già fra di loro. Tutti i dettagli sono su Nexus.

Asteroide di passaggio. Ieri un asteroide, denominato 2010 TD54, è passato a circa 45.000 km dalla Terra. Non era di dimensioni sufficienti a fare danni anche in caso di impatto: misurava da 5 a 10 metri. Era stato scoperto sabato scorso. Maggiori info presso Discover e Nasa.gov.

Un segnale luminoso "alieno" che sarebbe arrivato dalla direzione di Gliese 581g, il pianeta scoperto recentemente che si trova nella fascia abitabile intorno alla stella nana rossa Gliese 581, è interessante ma parecchio in dubbio. Era stato segnalato dall'astronomo Ragbir Bhathal, della University of Western Sydney, circa due anni fa. Frank Drake (quello della famosa Equazione di Drake), si definisce "molto sospettoso" perché ha chiesto a Bhathal i dettagli delle sue osservazioni del segnale, ma Bhathal non glieli vuole fornire. Drake non è certo un negazionista della vita extraterrestre, visto che è il padre del progetto SETI per cercarla (Space.com).

Yoda doveva essere una scimmia mascherata. Così fu previsto inizialmente per L'Impero colpisce ancora. E si sa finalmente chi interpretò l'Imperatore nell'edizione originale. Non vi voglio togliere la sorpresa: i dettagli sono su Io9 (anche qui) oppure nel libro The Making of Star Wars: The Empire Strikes Back di J.W. Rinzler. È già nella mia wishlist su Amazon.de.

General Motors ha mentito? È emerso che la Chevrolet Volt non è affatto un'auto elettrica pura con generatore a bordo, come era stato lasciato intendere fin qui, ma un'ibrida, perché usa il generatore (un motore a benzina) anche per la propulsione, sia pure con un complicato accoppiamento meccanico indiretto. Delusione e indignazione fra gli appassionati, me compreso. GM replica con uno spiegone tecnico e dice che non ha potuto rivelare prima i dettagli per ragioni brevettuali. Mah.

Cerchi nel grano. Per un recente dibattito TV avevo raccolto un po' di materiale che non ho utilizzato, per cui lo segnalo qui caso mai dovesse interessare: il cerchio nel grano a forma di logo di Firefox visto in Google Maps, realizzato nel 2006 dai linuxiani della Oregon State University, come spiegato da loro qui, (e qui con la pianta che fece da piano di lavoro) e segnalato anche da Time; il "cerchio" che ritraeva Mike Skinner alias The Streets, finanziato dalla Sony; il famoso cerchio di Milk Hill, troppo complesso per essere fatto da mano umana e invece realizzato dall'artista Jon Lundberg.

Ritorno al Futuro ritorna. Fra due settimane verrà pubblicata in Blu-Ray la trilogia di Ritorno al Futuro: per l'occasione sono state incluse alcune scene tratte dalle cinque settimane di lavorazione nelle quali Marty McFly fu interpretato da Eric Stoltz invece che da Michael J. Fox, come spiegato qui.

Facebook introduce i gruppi, ma con un inghippo. Adesso è possibile definire gruppi di "amici" su Facebook e condividere un elemento solo con loro anziché con tutti i propri amici. Piccolo problema: sono gli altri utenti a includerci nei loro gruppi, che noi lo si voglia o meno, e spetta a noi dis-iscriverci. La BBC suggerisce alcune situazioni in cui questo sarebbe un bel problemino: per esempio, un utente s'è trovato iscritto a forza al gruppo dell'Associazione Nordamericana per l'Amore fra Uomini e Ragazzi (North American Man-Boy Love Association, NAMBLA) e per far capire quanto sia potenzialmente pericolosa questa funzione ha iscritto allo stesso gruppo Mark Zuckerberg, fondatore di Facebook.
Invia un commento
I commenti non appaiono subito, devono essere tutti approvati da un moderatore. Lo so, è scomodo, ma è necessario per tenere lontani scocciatori, spammer, troll e stupidi: siate civili e verrete pubblicati qualunque sia la vostra opinione; gli incivili di qualsiasi orientamento non verranno pubblicati, se non per mostrare il loro squallore.
Inviando un commento date il vostro consenso alla sua pubblicazione, qui o altrove.
Maggiori informazioni riguardanti regole e utilizzo dei commenti sono reperibili nella sezione apposita.
NOTA BENE. L'area sottostante per l'invio dei commenti non è contenuta in questa pagina ma è un iframe, cioè una finestra su una pagina di Blogger esterna a questo blog. Ciò significa che dovete assicurarvi che non venga bloccata da estensioni del vostro browser (tipo quelle che eliminano le pubblicità) e/o da altri programmi di protezione antimalware (tipo Kaspersky). Inoltre è necessario che sia permesso accettare i cookie da terze parti (informativa sulla privacy a riguardo).
Commenti
Commenti (55)
(e qui con la pianta che fede da piano di lavoro)

Forse fede è un refuso di fece?
faccio il pignolo: The Streets non è una band ma è solo lui, quindi sarebbe più corretto un "Mike Skinner a.k.a. The Streets" o un "Mike Skinner alias The Streets" (senza togliere il The davanti, che fa parte del nome)
Alcuni errorini che mi son saltati all'occhio:

"sostenitore dell esistenza"

"l'Impero Colpisce Ancora" (i titoli italiani li metti, in genere, in minuscolo e corsivo)

"che fede da piano"

"fu interpretato da Eric Stoltz invece di Michael J. Fox" qui suona meglio: "invece che da".
Errori e refusi sistemati, grazie!
Il segnale alieno proveniente da Gliese581g è un falso al 99%, semplicemente perché il pianeta in questione...non esiste! A Torino in questi giorni si sta svolgendo il 276mo simposio della UAI dal titolo “The Astrophysics of Planetary Systems: Formation, Structure, and Dynamical Evolution”. Nella lecture tenutasi lunedì 11 ottobre al Planetario di Torino, la Prof.ssa Sara Seager (MIT) ha affermato che nel meeting della mattinata si erano rivisti i dati della scoperta e Gliese 581g molto probabilmente non esiste: è un falso positivo. Sì, la lecture era di pomeriggio, e no, non avevo mangiato pesante, quindi non me lo sono sognato. Se ne parla anche qui http://news.sciencemag.org/sciencenow/2010/10/recently-discovered-habitable-world.html
c'è anche un i dettagli delle sue osservazioni del segnale, ma Bhathal non gliele vuole fornire

mi sa che i dettagli sono più giovani delle osservazioni ;-)
(OT) Oggi su “Deejay chiama Italia” i due conduttori hanno parlato del vecchio indiano che vive senza mangiare e bere e sul fatto che voyager avrebbe presentato la cosa da un punto di vista “scientifico”, ho scritto loro a riguardo e fatto il punto della situazione, vediamo se rettificano... io purtroppo li ascolto solo via podcast ma vediamo come va... (/OT)
Il marketing GM ha pasticciato parecchio le cose, poiché tra appassionati abbiam sempre catalogato la Volt/Apera come "ibrido serie": funzionamento elettrico fintanto che c'è carica negli accumulatori, funzionamento ibrido-seriale quando il motore termico aziona il generatore di corrente per estendere l'autonomia a batteria scarica.

Per la verità vi è una 3a modalità, sostanzialmente "ibrido parallelo": se in modalità estensione autonomia, ovvero con batteria scarica, si supera una certa velocità, il motore termico contribuisce fisicamente al moto del veicolo.

Sembra una presa in giro, ma in quella circostanza l'efficienza complessiva è maggiore in luogo alla conversione termica>meccanica>elettrica-buffer-elettrica>meccanica che si verifica durante le altre fasi di funzionamento in modalità "estensione autonomia".
Argh. Sistemo subito.
Pare che il problema del sistema opt-out dei gruppi di Facebook non sia tanto la privacy, quanto lo spam spam spam.
J-Gian ha riepilogato perfettamente. Stavo leggendo anch'io di questa "delusione". Ma per quale motivo, scusate? Che la Volt non fosse un'elettrica pura era palese fin da subito (35 litri di serbatoio di benzina sono 35 in più di quelli di una vera elettrica). La definizione più corretta è "ibrido seriale plug-in". Un bel chissenefrega alla classificazione e guardare le prestazioni e le emissioni reali penso sia la cosa più importante da fare. Da quel che ho letto in giro, i consumi sono alquanto elevati (6%) se si usa il motore termico, mentre in modalità elettrica i vantaggi sono ovvi. L'autonomia effettiva "solo elettrico" pare oscillare tra i 40 e gli 80 km (25-50 miglia). Insomma, rispetto alla Prius è peggio nei "lunghi viaggi", molto meglio invece nel "moto" pendolare o solo elettrico.
Un giocattolo che farebbe la gioia do capitano...
Straker ha denunciato quelli di nexus come tentativo di far parlare ancora di se, infatti ormai stanno organizzando conferenze e dibattiti SENZA di lui, mentre fino a poco tempo fa lui era sempre in mezzo ai marroni.
Probabilmente si sente abbandonato, e ormai avendo attaccato tutti i "disinformatori" come li chiama lui, non gli resta che azannare gli altri sciachimisti.

Scusate signor Ativissimo, quella faccenda sulla malaria fascista l'avete aprofondita? Scoperto qualcosa di interessante?
@markogts e J-Gian

Stavo leggendo anch'io di questa "delusione". Ma per quale motivo, scusate?

La delusione nasce dal fatto che la GM disse che il motore a benzina della Volt serviva unicamente a ricaricare le batterie e che quindi nell'utilizzo giornaliero (per brevi percorsi) poteva essere parificata a una vettura elettrica.

Oggi, con la modifica al sistema di trasmissione, la Volt non può più essere classificata come una vettura elettrica dotata di un sistema "extended range" ma solo come una "banale" ibrida stile Prius.

Ps: delusione per modo di dire perché oggi la Volt consuma meno della prima versione "solo elettrica"; secondo la GM del 10/ 15 % a velocità superiori ai 110 km/h.

Fonte: Quattroruote

Chevrolet Volt- ELETTRICA OPPURE PLUG IN?
@ Emanuele

ciao!gentilmente riusciresti a darmi qualche info un po' più precisa sul talk della prof.Seager?
Secondo il programma che ho trovato googlando, la Seager avrebbe dovuto parlare il 13 ottobre (oggi), non l'11. Hanno cambiato il programma in corsa?
Chiariamoci: non ho motivo di dubitare di quello che hai detto - figuriamoci!!:) - ma siccome avevo letto di questo "falso positivo" anche qui stavo cercando di vedere se era possibile recuperare sul web la presentazione "originale", invece che passare per le vie traverse dei blog.
Grazie mille!
Ma se i pc infetti vengano esclusi da internet, posso tirare a indovinare che la maggior parte sarebbero pc con Windows. Se poi la regola venisse allargata ai server, la vedrei grigia: se per caso prendi un virus, tutti i servizi dei tuoi clienti sarebbero irrangiungibili, e se di mestiere fai l'hosting su un server non metti solo una decina di siti. Poi considerato l'abitudine dei virus a nascondersi, come fai a dimostrare che un pc e' infetto senza ombra di dubbio? Magari tagli la connessione a uno che ha il computer pulito e poi a lui tocca l'onere di dimostrare che il suo pc non e' infetto...
Non proseguo la lista delle obiezioni ma "tiro il totale": ma chi ha fatto questa proposta ha fatto sti quattro conti ?
La Montagna di Zucchero col NAMBLA, stupendooo! Uhuahuahauhauhauhauhauahuahuahuahuahuah!!!!
@Pablo

certo è una proposta a dir poco provocatoria, però le botnet sono un problema reale... in qualche modo bisogna affrontarlo: se poi considero che un mucchio di gente "lì fuori" non ha le competenze minime per tenere un pc pulito...
Ovviamente "Pablo" sta solo nel mio vuoto cranio...
4Ruote parla di modifica, ma io nei siti anglofoni ho solo sentito parlare di modifica alla versione data (per motivi di brevetto), non di modifiche fisiche al prodotto.

Comunque, francamente, di come l'energia passi dal motore termico alle ruote, nei rari casi in cui la batteria è scarica e si viaggia a più di 112 km/h, non mi interessa molto.

La tecnica di base è valida, secondo me la GM ha invece fatto un grosso errore di comunicazione, fin dall'inizio: spacciarla per "extended range" quando è una ibrida non ha fatto altro che aumentare e illudere le aspettative di chi sognava una Tesla col doppio dei posti a un terzo del prezzo. Sarebbe stato meglio dire "È come la Prius ma ci puoi fare trenta volte tanta strada in modalità solo elettrico".

La Volt/Ampera resta secondo me un ottimo veicolo per chi:
-tutta la settimana fa 50 km/giorno per andare e tornare dal lavoro
-ha un garage con presa di corrente
-ha paura/non può accettare di avere un'auto puramente elettrica

Mi pare una bella fetta di popolazione...
@theDRaKKaR
Beh, lo so che le botnet sono un problema reale, ma il punto e' l'approccio. Dove lavoro io ho un ottantina di macchine. Per quanto tenga tutto sotto controllo, utenti senza diritti di amministrazione, antivirus, firewall, io non posso garantire che l'utonto di turno non riesca a trovare la maniera di fare danni. Poi, quando vengono visitatori vari (clienti/fornitori), li facciamo collegare, e se uno di loro ha il computer infetto mi farebbe chiudere l'accesso. Si fa presto se puoi controllare i pc uno per uno, ma quando nei hai tanti in azienda, devi gestirli "all'ingrosso" (group policy, amministrazione centralizzata, ...)
Un esempio valido, alcuni clienti usando l'antispam Barracuda, avevano incominciato a respingere le mail. Ho protestato con il servizio di Barracuda, se secondo loro esce qualcosa dalla mia rete dovrebbero dimostrarmelo, magari intercettare un messaggio di spam o infetto e girarmelo cosi' magari trovo l'utente interno, lo stracazzio e gli ripulisco la macchina. Invece niente. E io come caspita dovrei dimostrare la mia innocenza ? gli mando un log del nostro traffico? gli mando una copia delle licenze dell'antivirus ? faccio una foto a tutti i pc per dimostrare che quelle licenze le ho installate e non solo comprate ?
Capisci il problema ? Se tutte queste obiezioni (e altre che si potrebbero sollevare) fossero soddisfatte, l'idea di base potrebbe andare bene, come quando si toglie la patente a uno che guida ubriaco, se tu puoi dimostrare che guidava ubriaco e lui puo' dimostrare che non e' vero (nel caso appunto che non lo sia).
e meno male che i corpi celesti potenzialmente pericolosi sono tenuti d'occhio.. com'era?..
cit: "Lasciando da parte le false paure di mondi in collisione, la cosa interessante da notare è che siamo capaci di vedere un pezzo di sasso di 25 metri mentre si trova a 80.000 chilometri. E quello è il suo avvicinamento massimo: l'abbiamo avvistato quando era ancora più lontano. E non saremmo in grado di vedere Nibiru, un intero pianeta che si avvicina di soppiatto?"
ps Non credo a Nibiru, ma neanche al fatto cheabbiamo tutto sotto controllo là fuori..
Guarda, io penso che la soluzione la si dovrebbe trovare nello stesso meccanismo che crea il problema, cioè la viralità: costruire "virus buoni" cioè eseguibili che si autoriproducono, ma che abbiano un "payload" positivo.

Altre strade per combattere il problema dei pc "zombie" non ne vedo
@W.B.

è passato a circa 45.000 km dalla Terra. Non era di dimensioni sufficienti a fare danni anche in caso di impatto: misurava da 5 a 10 metri.

Capisci il tuo deficit di logica?
@theDRaKKaR
beh, il lavoro che questi "virus buoni" dovrebbero fare, ripulire i computer, e' gia' svolto dall'antivirus. Fare un "virus buono" equivarrebbe infilare un antivirus in tutti i pc contagiati a insaputa del propietario. Quindi sconfiniamo nella stessa illegalita' dei virus. Poi, come i virus, e come anche per i software che si installano comunemente, ci sono gli effetti collaterali: il "virus buono" rischia di "castrare" un pc che magari era pulito e funzionante.
A volte, (non so quanto spesso), la soluzione non e' affrontare il problema direttamente, ma "di sponda". Un po' come il greylisting, che invece di determinare se il mittente di un messaggio e' uno spammer, chiede al server mittente di riprovare piu' tardi, contando sul fatto che lo spammer di solito non ritenta un messaggio fallito, come invece fa un server di posta.
P.s: ovviamente io non ho molte idee su come risolvere il problema in maniera semplice. La prima che mi passa per la testa e' che Microsof, invece di fare queste sparate, insegni a usare windows come si fa con linux: utente non amministrativo e password di admin solo per installare. Rivedere tutte le policy del sistema che potrebbero consentire a un utente di fare danni ... illusioni, dato che molto del mercato di microsoft e' di utenti che di queste "regole" non hanno mai sentito parlare.
Mi ponevo solo il problema che non e' cosi' semplice risolvere il problema senza causarne magari di peggiori.

Saluto che devo cucinare.
Poi hai il gestionale principale che funziona solo se l'utente e' amministratore locale...
Non c'e' speranza
Straordinario stasera a Voyager! (Lo so, sto diventando ripetitivo...)

L'uomo che non mangia e non beve da settanta anni (Ma tromba tutti i giorni!)!

Con lo yoga si possono aumentare le dimensioni delle parti del corpo (Chissà quali...).

Roma verrà distutta nel mese di maggio! (Faccio appena in tempo a vedermi gli Open di Tennis. Corsa ad accaparrarsi un pezzetto del colosseo) Lo dice una profezia!

Giacobbo puzza, Straker puppa, puzza-puppa, troppe coincidenze, è un complotto?
certo che i complottisti non hanno una gran considerazione del genere umano se ritengono una serie di cerchi ripetuta cinque volte "troppo complicata"
Federico, pensano che siano tutti intelligenti come loro ;-)
WB,

e meno male che i corpi celesti potenzialmente pericolosi sono tenuti d'occhio

Forse non hai letto la parte in cui scrivo che questo non era un corpo celeste potenzialmente pericoloso.
un mio amico, astronomo all'Osservatorio di La Serena in Cile per intendersi, ha dato dell'esobiologia (la scienza che si dedica alla ricerca e allo studio di vita extraterrestre) una definizione che io trovo molto divertente:

l'unica scienza con un solo dato sperimentale.

pgc
... e questo Paolo l'ho trovato molto carino e lo volevo segnalare a chi e' interessato. Un vero caso di ECST.

Per la cronaca i palloni meteorologici sono usati di routine un po' dappertutto ogni giorno.

pgc

* ECST=Extremely Cheap Space Travel :)
** si lo so che la quota raggiunta non e' sufficiente a definirlo "viaggio nello spazio" ma mi diverte lo stesso.
a proposito di "ufi" hai presente la trasmissione
A caccia di ufo su History Channel ?
Oooh... finalmente Marcianò comincia a denunciare davvero. Aspetto in panciolle il verdetto...

Vai Strakeeeer, siamo tutti con... il tè in mano ad osservare dalla finestra quest'ennesima manifestazione della tua frustrazione.

Comincia a salutare metà dei tuoi sostenitori poiché sarà quella la conta dopo il verdetto... Vediamo quanti verranno a testimoniare per te...

@pgc

Bello il video pallonaro! Ci avevo pensato anch'io ma mi ero fermato subito pensando che poi non è così facile come sembra... Metti che cada in testa a qualche ricercatore indipendente: mi denuncia!
Scusate ma la storia di questo Straker io mica l'ho capita...
Per Paolo

Scusate ma la storia di questo Straker io mica l'ho capita...

L'articolo di Nexus in effetti non è un esempio di prosa cristallina. Sostanzialmente R.M. ha scovato un buontempone che si spaccia per lui sui forum, e questo se ho ben capito è vero, e accusa un redattore di Nexus di essere il responsabile.
@vic.vega
Non dubitare del programma, io mi riferivo a questo (vedi punto 2) http://www.planetarioditorino.it/it/Il_276%C2%BA_Simposio_IAU__L%E2%80%99Astrofisica_dei_Sistemi_Planetari-350.html. Purtroppo non posso darti maggiori informazioni, dato che la notizia era data in una (1!) riga della presentazione (che, se ti interesa, posso comunque cercare di recuperare - forse - da qualcuno dell'Osservatorio). Come vedi anche io attendo pubblicazioni ufficiali! Proverò comunque a sondare il terreno.
Se ho capito bene Lundberg sarebbe l'autore di Milk Hill 2001?
Fonte?
@Adanedhel:
Straordinario stasera a Voyager! (Lo so, sto diventando ripetitivo...)

Ripetitivo? Perché, l'avevi già detto da qualche parte?
potete chiarirmi un dubbio: Nexus è un giornale on line pro-complottisti o anti-complottisti?
alcuni articoli mi sembrano decisamente anti, ma altri - come quello del terremoto previsto a Roma nel 2011 - mi sembrano decisamente pro.
Nexus crede e propugna teorie strampalate. Altro non so dirti.
Ti sei dimenticato delle astronavi aliene gigantesche dirette verso la terra..
:)
Per lucy

Nexus non è solo online, è una rivista che si trova in edicola. È nata in Australia nel 1986 e ha, o ha avuto, varie dedizioni in giro per il mondo; l'italiana è diretta da Tom Bosco dal 1995. Particolare eloquente: il fondatore australiano, Ramses Ayana, ora dirige il weblog "new illuminati".
@ Turz

Sì, anche gli argomenti della scorsa puntata del mitico Voyager erano stati così brillantemente divulgati sulle pagine virtuali di questo blog!

Daje Giacobs!
@ Emanuele

Ok, adesso mi è più chiara la cosa, thanks :)
La questione Gliese 581g era più che altro una curiosità personale, visto che un amico astrofilo e alcuni blog mi hanno messo la pulce nell'orecchio. A quanto mi è parso di capire si è in una fase di controllo incrociato dei dati da parte dei gruppi di ricerca, nel tentativo di separare il segnale dal rumore di fondo e quindi verificarne l'esistenza effettiva.
Se trovi pubblicazioni "ufficiali" (che immagino comunque non usciranno a brevissimo termine), magari liberamente scaricabili, condividile pure. Penso che possano interessare anche ad altri qui intorno..
Nexus non è solo online, è una rivista che si trova in edicola. È nata in Australia nel 1986 e ha, o ha avuto, varie dedizioni in giro per il mondo; l'italiana è diretta da Tom Bosco dal 1995. Particolare eloquente: il fondatore australiano, Ramses Ayana, ora dirige il weblog "new illuminati".

grazie dell'informazione.
Non è molto differente, allora, da disinformazione.it o da altre riviste on line e cartacee pseudo-scientifiche.
Sul sito dei circlemaker sembrano stupiti del fatto che una formazione come quella di Milk Hill sia stata fatta dall'uomo... essendo il sito ufficiale del gruppo di John Lundberg, perché accade questo?

Il loro commento a Milk Hill lo trovate qui, a circa metà pagina subito sotto la foto dell'omonima formazione http://www.circlemakers.org/totc2001.html

Cito comunque per comodità la parte più importante del discorso:

"Here's something to ponder, if this formation was man made allowing for time to get into and out of the field under cover of darkness the construction time left should be around four hours. Given that there are over 400 circles some of which span approx 70ft in diameter that would mean that one of those circles would need to be created every 30 seconds and that's not even allowing any time for the surveying, purely flattening, this formation pushes the envelope and that's a MASSIVE understatement... my brain hurts!"
Qualcuno mi spiega la storia del gruppo di amici in Facebook? Io è da tempo che ho creato dei gruppi tra i miei "amici" dando il permesso ad alcuni di vedere le mie attività e ad altri no... Cosa cambia la novità introdotta?
Quoto e rilancio: stessa situazione per me.
A proposito del libro su "L'Impero colpisce ancora", sempre di Rinzler c'è anche un libro sul primo Star Wars, qui.
Dovendo scegliere uno dei due, non so quale comprerei…
Ho letto solo di sfuggita, ma mi sembra che la proposta di microsoft non sia tanto di bloccare l'accesso ai sistemi che si dimostrano infetti, quanto ai sistemi che non dimostrano di non essere infetti facendo girare solo codice firmato.

Quindi niente linux con kernel ricompilato, ma soprattutto niente windows XP, che al momento e` il concorrente peggiore per windows 7.
http://giocosenzatrucco.blogspot.com/search/label/stranezze. Le linee di Nazca che tanto hanno arrovellato menti eccelse altro non sono che mappe di fiumi o corsi sotterranei.Disegnate nel tempo dalle popolazioni native che per sopravvivenza avevano aguzzato l'ingegno. Altro che U.F.O.....
Alberto,

Le linee di Nazca che tanto hanno arrovellato menti eccelse altro non sono che mappe di fiumi o corsi sotterranei.

perche' dai per scontato che questa spiegazione sia quella giusta?

Cerco di spiegarmi meglio. Quella di David Johnson e' un'ipotesi tra le tante (escludendo quelle bizzarre e prive di fondamento). E' molto interessante notare pero' che quando una spiegazione soddisfa i nostri personali requisiti tendiamo ad accettarla immediatamente allentando l'attenzione. Il problema sorge quando i requisiti personali non sono gli stessi degli altri. In ogni caso - e non solo quando le ipotesi ci appaiono strampalate - bisogna stare attenti a non lasciare cadere le nostre "difese" razionali.

Non sto parlando ovviamente di Nazca ma in generale dei meccanismi cognitivi all'origine delle "bufale", sperando di generare una discussione su questo...
Trovo questo in giro:

"Riceviamo e pubblichiamo questo comunicato. Sabato 20 Novembre 2010 si terrà a Roma - Piazza Santi Apostoli (ore 14-18) la prima manifestazione contro le Scie Chimiche, organizzata dal Comitato Nazionale Orientamento sulle Scie Chimiche".

Suvvia, accorriamo numerosi. Portiamoci dietro il nostro telemetro :-)