skip to main | skip to sidebar
129 commenti

Hamburger, l’ultimo immortale

Questo articolo era apparso inizialmente su Wired.it a novembre 2010 qui, ma dopo un po' di tempo Wired l'ha cestinato, per cui lo ripubblico qui.

Ricordate Highlander, celebre film con Christopher Lambert e Sean Connery, in cui una stirpe di immortali viveva in mezzo agli uomini e doveva partecipare a un'eliminatoria tramite duelli, finché alla fine ne sarebbe rimasto uno solo? Adesso arriva Hamburger, l'immortale.

O almeno così si dice su Internet, dove spopolano le storie di hamburger acquistati presso McDonald's o altre note catene di fast food e lasciati all'aria per dimostrare un fatto inquietante: non marciscono, ma si mummificano. Uno di questi panini è intatto da ormai 14 anni. Un chiaro sintomo, secondo alcuni, del fatto che la carne di questi fast food è talmente sintetica che neanche i batteri e le muffe la vogliono mangiare. Ma le cose stanno un po' diversamente.

J. Kenji Lopez-Alt ha fatto un esperimento, pubblicato su SeriousEats.com con tanto di grafici, per verificare se la tesi dell'hamburger immortale perché sintetico è valida: ha preso vari hamburger, alcuni commerciali e altri fatti in casa usando esclusivamente la carne migliore, e li ha lasciati all'aria. Ha documentato un fatto molto interessante: neanche gli hamburger fatti in casa marciscono. Basta collocarli in un luogo aerato e non umido.

Ha scoperto anche che gli stessi hamburger (sia quelli commerciali, sia quelli casalinghi) invece ammuffiscono se vengono tenuti in ambienti umidi (per esempio dentro un sacchetto), nei quali non possono seccare e perdere la propria umidità. In altre parole, la smentita ufficiale di McDonald's non diceva fandonie, anche se dagli esperimenti di Lopez-Alt risulta anche che gli hamburger del fast food marciscono eccome se superano una certa grandezza, perché il rapporto fra superficie e volume non consente alla carne di perdere la propria umidità naturale e seccarsi prima che prenda piede la muffa.

La tesi dell'hamburger chimicamente immortale è quindi una bufala alimentata dai preconcetti che hanno interpretato in modo sbagliato un fenomeno naturale: in termini tecnici, è mancato l'esperimento di controllo che confermasse che la causa presunta fosse quella reale. A questo serve il metodo scientifico: a escludere le tesi preconcette e i nessi apparenti. Seriouseats.com offre tutti i dettagli dell'esperimento, così potete ripeterlo e verificarlo. Mi raccomando, però: se lasciate in giro hamburger di prova, segnalateli bene, prima che qualcuno si lasci andare a uno spuntino potenzialmente indigesto.
Invia un commento
I commenti non appaiono subito, devono essere tutti approvati da un moderatore. Lo so, è scomodo, ma è necessario per tenere lontani scocciatori, spammer, troll e stupidi: siate civili e verrete pubblicati qualunque sia la vostra opinione; gli incivili di qualsiasi orientamento non verranno pubblicati, se non per mostrare il loro squallore.
Inviando un commento date il vostro consenso alla sua pubblicazione, qui o altrove.
Maggiori informazioni riguardanti regole e utilizzo dei commenti sono reperibili nella sezione apposita.
NOTA BENE. L'area sottostante per l'invio dei commenti non è contenuta in questa pagina ma è un iframe, cioè una finestra su una pagina di Blogger esterna a questo blog. Ciò significa che dovete assicurarvi che non venga bloccata da estensioni del vostro browser (tipo quelle che eliminano le pubblicità) e/o da altri programmi di protezione antimalware (tipo Kaspersky). Inoltre è necessario che sia permesso accettare i cookie da terze parti (informativa sulla privacy a riguardo).
Commenti
Commenti (129)
Questa storia ricorda un po' quella della Coca Cola che fa male perché brucia le interiora; leggenda che avrà almeno 40 anni ma ogni tanto rispunta.

:(
È però vero che da freddi hanno un sapore completamente diverso, che mette in luce la loro vera natura. Testato personalmente sul Big Mac.
Non so se ricordate il film documentario Super Size Me. Per chi non l'abbia visto, sintetizzo dicendo che il protagonista (e regista) decide di nutrirsi per 30 giorni in un mc donald.
Ebbene, sempre lui, ha fatto un altro esperimento (che però non viene riportato nel film, o almeno io non l'ho visto nella versione italiana): ha preso dei contenitori di vetro e vi ha messo diversi alimenti da fast food. L'attenzione è però non incentrata sugli hamburger ma sulle patatine.
Questo stesso esperimento dimostra anche come gli hamburger di Mc Donald marciscono eccome in un ambiente umido.
Il problema sono le patatine.

Poi ovviamente è tutto da verificare, ma c'è da aggiungere che nello stesso esperimento vengono coinvolte anche un altro tipo di patatine prese da un ristorante normale. Solo quelle proveniente dal Mc Donald sembrano avere questa caratteristica.

Ecco il video (occhio in qualche scena può fare anche un po' schifo)
http://www.youtube.com/watch?v=FO7m8mjdaDw
Che ne pensate?
Un altro film sull'argomento da vedere è Fast Food Nation. Se non altro come detereente a mangiare troppa di quella robaccia :D
Per motogio

Questa storia ricorda un po' quella della Coca Cola che fa male perché brucia le interiora; leggenda che avrà almeno 40 anni ma ogni tanto rispunta.

:(


Io sapevo che scioglie nel giro di pochi minuti qualsiasi oggetto vi cada dentro. Al confronto l'acido cloridrico è Idrolitina...
A un certo punto furoreggiava la storia dell'aspirina presa con la Coca cola che fa sballare, e quella secondo me venne diffusa a fin di bene: non svenatevi per acquistare anfetamine, cocaina o altre sostanze clandestine: un'aspirina e una lattina, e via in pista! :-)
Poi come sempre la cosa è degenerata e hanno cominciato a girare voci di persone ricoverate all'ospedale per un'aspirina nella Coca cola. Negli anni Ottanta so che fecero anche delle ricerche mediche in doppio cieco, che ovviamente non rivelarono nulla.
@ǚşå÷₣ŗẻễ: ma che vuol dire? Prova a mangiare il risotto un'ora dopo che lo hai fatto, quando è freddo, e dimmi se ti pare la stessa cosa.
Non è certo questo un motivo per dire che è fatto con porcherie. Ci vuole un'analisi di laboratorio per dire cosa c'è dentro.
Sospetto che tali analisi vengano fatte da anni in tutti i paesi del mondo, e se il Big Mac è ancora lì significa che le ha sempre passate.
Poi può piacere o non piacere (come la grigliata di pesce ratto).
@Accademia dei pedanti ♂

Questa la sapevi?

Coca-Cola not an after sex aid

;)
Accademia: confermo le leggende... E in quanto sofferente di emicrania posso dirvi che con qualsiasi cosa (alcolici esclusi) la prendiate, l'aspirina fa lo stesso effetto.

La leggenda la citano anche Elio e le Storie Tese in "Supergiovane".
Io sono l'essere (in)umano che dopo aver visto Super Size Me voleva entrare nel primo McDonald disponibile e mangiare tutto il menù, quindi non faccio testo (seriamente, penso che quello, come altri documentari di Spurlock, partano da presupposti sbagliati).

Va aggiunta forse una piccola nota igienica: la carne trita se non ben conservata e non cotta adeguatamente può portare ad infezioni gravissime e potenzialmente letali. I Mc hanno standard igienici molto alti, proprio per evitare danni (e cause di risarcimento) di questo genere.
@ Accademia dei Pedanti

Io sapevo che scioglie nel giro di pochi minuti qualsiasi oggetto vi cada dentro. Al confronto l'acido cloridrico è Idrolitina...

E'un lieve attacco a base acida (come mi insegnarono dei restauratori), scioglie il calcare né più né meno di quanto facciano acidi deboli (acido acetico, acido citrico in alta diluizione). E'l'acqua di cui è composta che fa il grosso del lavoro di scioglimento, assiema all'anidride carbonica che invece costituisce un attacco meccanico.
Per L'economa domestica

Va aggiunta forse una piccola nota igienica: la carne trita se non ben conservata e non cotta adeguatamente può portare ad infezioni gravissime e potenzialmente letali.

E non è l'unico alimento: c'è stato un caso di morte a causa di mascarpone con botulino.
Accademia dei Pedanti

E non è l'unico alimento: c'è stato un caso di morte a causa di mascarpone con botulino.


Signora maestra questa la so! Il botulino è pericolosissimo (come del resto la salmonella) e può prosperare nelle conserve casalinghe a base acida e che non contengono ossigeno. In Italia è abbastanza comune, soprattutto nelle zone di campagna dove la conservazione casalinga degli alimenti è molto diffusa.
La tossina del clostridium del botulino provoca il blocco dei recettori post sinaptici dell'acetilcolina e si può morire per paralisi flaccida dei muscoli respiratori.
Io sapevo che scioglie nel giro di pochi minuti qualsiasi oggetto vi cada dentro. Al confronto l'acido cloridrico è Idrolitina...
Accademia c'è una esagerazione in questa frase, che io definirei "leggenda metropolitana". Io alle superiori mi sono diplomato perito chimico e per esperimento il nostro prof ci fece misurare il pH della Coca Cola con un pHmetro elettronico. Il risultato fu pH 3.5-4, contro quello di 2 dell'acido dello stomaco. Quindi non è vero che la Coca Cola sia chissà che acida. Ovviamente non è acqua fresca (pH 7), ma nemmeno un acido estremamente corrosivo.
Due piccoli commenti.

Standard di pulizia alti, non sempre.
Ho una amica che ci lavorava, non vi dico quale e di quale città ma mi diceva che avevano dei simpatici animaletti neri con tante zampe con cui convivevano e la direzione non VOLEVA spendere soldi per eliminarli.

SuperSizeMe è una boiata IMHO. Quando uscì il film lessi i vari dibattiti e l'opinione più illuminante fu di un tizio che disse: "dopo un mese che mangi una quantità SPROPORZIONATA di calorie, veramente molto al di sopra del necessario, ringrazia il cielo di essere ancora vivo".
E la stessa cosa sarebbe successo in qualunque altro ristorante anche italiano.
Per il Lupo della Luna (mousse)

La leggenda la citano anche Elio e le Storie Tese in "Supergiovane".

È una citazione comprensibile solo a chi la leggenda già la conosce: "per festeggiare, offro Coca cola con l'aspirina a tutti". Anche il riferimento alle pubblicità del Crodino degli anni Ottanta si può cogliere solo conoscendole. Qualcuno si è peritato di mettere online il dizionario di lingua elica per illustrare alcuni dei numerosissimi rimandi extratestuali delle loro canzoni.
@ Giangi

Standard di pulizia alti, non sempre.
Ho una amica che ci lavorava, non vi dico quale e di quale città ma mi diceva che avevano dei simpatici animaletti neri con tante zampe con cui convivevano e la direzione non VOLEVA spendere soldi per eliminarli.


Una persona che conosco e che ci lavora mi ha detto che da loro sono severi, certo, penso che molto dipenda anche dai gestori del locale e dal flusso di clienti. Quello che ho vicino a dove lavoro è buonino, a quanto so.

SuperSizeMe è una boiata IMHO. Quando uscì il film lessi i vari dibattiti e l'opinione più illuminante fu di un tizio che disse: "dopo un mese che mangi una quantità SPROPORZIONATA di calorie, veramente molto al di sopra del necessario, ringrazia il cielo di essere ancora vivo".
E la stessa cosa sarebbe successo in qualunque altro ristorante anche italiano.


Spurlock addirittura si sforzava per mangiare tutto, e sono sicura che se mangiassi per un mese a pranzo, cena e colazione tutti i piatti del menù di Vigilia/Natale/Santo Stefano che prepariamo in casa altro che Super Size...
Purtroppo non ricordo dove lo lessi, e non so se sia vera, anche se la cosa è verosimile. Insomma la storia era questa:
I turchi, come tortura/sentenza capitale, mettevano in cella il malcapitato e gli davano da mangiare esclusivamente carne d'agnello. Dopo qualche tempo il malcapitato moriva per denutrizione. Non avendo assunto tutte le sostanze che gli servivano per vivere finiva per morire di fame, per così dire.

Insomma, fate un prova: mangiate per un mese il vostro piatto preferito, e solo quello, fatto cone le vostre amorose manine e con la qualità migliore. Dopo un mese o due, se siete ancora vivi, fatevi gli esami del sangue e sappiatemi dire.

Per sapere che il cibo dei fast food è da evitare non bisogna certo avere una laurea in scienze dell'alimentazione, ma spacciare per prove cose che non lo sono non aiuta certo a capire.
Per Vittorio

Io sapevo che scioglie nel giro di pochi minuti qualsiasi oggetto vi cada dentro. Al confronto l'acido cloridrico è Idrolitina...

Accademia c'è una esagerazione in questa frase, che io definirei "leggenda metropolitana".


Ma certo che sì! :-)
Io e motogio mettevamo a confronto diverse versioni della stessa leggenda metropolitana.

Personalmente non ho mai approfondito, visto che sono astemio, ma la mia insegnante di chimica diceva che alcuni vini hanno un pH analogo a quello della Coca cola. Chissà perché nessuno lo sottolinea per il principale prodotto agricolo nazionale, ma lo stigmatizza per una bevanda da Atlanta...
Accademia dei Pedanti

Personalmente non ho mai approfondito, visto che sono astemio, ma la mia insegnante di chimica diceva che alcuni vini hanno un pH analogo a quello della Coca cola. Chissà perché nessuno lo sottolinea per il principale prodotto agricolo nazionale, ma lo stigmatizza per una bevanda da Atlanta...

Bevanda nata come rimedio contro il mal di testa, mentre la diretta rivale nacque sciroppo contro i disturbi della digestione (Dispepsia).
Molti alimenti sono acidi (ma tranquilli: tanto non arrivano al livello di acidità dei succhi gastrici) e non per questo ti corrodono lo stomaco.

La leggenda è nata negli anni'70, proprio quando la Coca Cola iniziava a diffondersi. Come tutte le cose che "vanno di moda" si cercano motivi per demonizzarle. I fumetti, poi i cartoni animati giapponesi, adesso Internet... Sarebbe interessante una indagine sociologica su come nascono questi fenomeni.
Qualsiasi uomo che vive solo e si dimentica spesso il cibo da qualche parte in casa sa benissimo che c'è cibo che non marcisce.
Probabilmente il mal di testa viene mitigato dalla caffeina presente nella bibita. Ma se non mi sbaglio, in un caffè c'è molta più caffeina.. L'acidità poi è data dall'acido ascorbico, che è parente dell'acido citrico degli agrumi.
Per il Lupo della Luna (mousse)

L'acidità poi è data dall'acido ascorbico, che è parente dell'acido citrico degli agrumi.

Non c'è acido ascorbico, che è poi la vitamina C, nella Coca cola. Non che si sappia, almeno. Dovrebbe esserci acido citrico.
mattia

Qualsiasi uomo che vive solo e si dimentica spesso il cibo da qualche parte in casa sa benissimo che c'è cibo che non marcisce.


O_o... Mattia non oso sapere tutta la storia...
Accademia: mi procuro una lattina a pranzo :D
Mi correggo: l'acido usato ufficialmente nella Coca cola è acido ortofosforico. L'acido citrico era presente nella prima formula, quella di Pemberton.
Mi correggo: l'acido usato ufficialmente nella Coca cola è acido ortofosforico. L'acido citrico era presente nella prima formula, quella di Pemberton.

... in cui c'era anche altro. Ah, Pemberton, che ideona avesti: ispirarti al vino Mariani!
Beh quella della Coca Cola non è del tutto falsa: contenendo tanto zucchero (e caffeina) se ne bevi a grandi quantità non è che faccia benissimo :)
il Lupo della Luna (mousse) ha commentato:
Probabilmente il mal di testa viene mitigato dalla caffeina presente nella bibita. Ma se non mi sbaglio, in un caffè c'è molta più caffeina.. L'acidità poi è data dall'acido ascorbico, che è parente dell'acido citrico degli agrumi.


Se ti riferisci alla Coca Cola dei Bei Tempi Andati, sappi che all'epoca non si badava a spese e per la preparazione della bibita si usavano le foglioline di una pianta che oggi va fortissimo nell'alta società.
Penso che fosse quello il rimedio della nonna per il mal di testa :)
IceMat: anche se bevi litri d'acqua non stai benissimo eh..
Unhareel wrote

Se ti riferisci alla Coca Cola dei Bei Tempi Andati, sappi che all'epoca non si badava a spese e per la preparazione della bibita si usavano le foglioline di una pianta che oggi va fortissimo nell'alta società.
Penso che fosse quello il rimedio della nonna per il mal di testa :)


No no, andava molto di più a quei tempi: il vino Mariani da me citato era un tonico a base di vino e foglioline sudamericane che veniva venduto comunemente e fu pubblicizzato da ben due Papi.
Non era ancora chiara la pericolosità delle foglioline, che anzi venivano viste come un utile aiuto contro la dipendenza dal derivato del papavero.
Le leggende sul MacDonalds fanno oggettivamente ridere, a partire da quelle per cui gli hamburger siano fatti da una gelatina di carne ottenuta da mucche vive o cose del genere.

Ora mi dimostrano che la carne secca fatica a marcire: ma dai? A naso mi vien da pensare che sia stata un'invenzione ancora più vecchia dell'acqua calda, che come tutti sappiamo viene usata come riferimento per le scoperte ultramillenarie.

Poco più recente può essere la scoperta che mangiare sempre le stesse cose fa male: non so le vostre mamme ma la mia ai tempi me lo ripeteva in continuazione. Dubito che mangiare per 30 giorni pizzoccheri e sciatt (si, sono valtellinese :) sia del tutto possibile: probabilmente già al terzo giorno i sintomi sarebbero simili a quelli sperimentati dal tizio dopo 30 giorni di MacDonalds.

Ciò nonostante non mi sogno nemmeno lontanamente di giudicare male sciatt e pizzoccheri, anzi!

Per me questi perdono tempo. L'unica argomentazione valida e inoppugnabile da usare contro il MacDonalds è che è un cibo non genuino: è industriale. Questo non vuol dire che è chimico o che fa male, semplicemente che è un cibo costruito. Il pan bauletto del mulino bianco nel complesso non è male, ma personalmente preferirò sempre il pane fresco fatto al panificio sotto casa. Ben certo che quest'ultimo offre molte meno garanzie in termini di igiene e di controllo qualità del prodotto finito, ma... chissenefrega. Allo stesso modo i formaggini di formaggio fuso, contro un Casera o un Bitto, e così via...

Il cibo genuino ha il grosso vantaggio di non seguire le logiche industriali, in cui prevale l'economia di scala e la produzione in serie. Non è più igienico, una volta viene meglio e una peggio, e comunque non è detto sia più sano: un piatto di pizzoccheri e sciatt credo sia ben peggio di un McChicken da questo punto di vista. Preferisco i primi al secondo (pur non disdegnandolo quella volta ogni tanto) perché sono semplici, e tra l'altro, molto buoni. :)

(spam: un altro esempio che m'è venuto in mente mentre scrivevo è quello delle costine di maiale cotte al lavecc - tipica pentola di pietra ollare... per chi viene in valtellina e passa da Ardenno - subito dopo Morbegno - devo consigliare un posto in cui si mangiano delle costine che sono la fine del mondo)
In un caffè espresso c'è sicuramente più caffeina che non nella cocacola, ma il primo di solito è amaro e caldo, la seconda dolciastra e fresca, e se ne beve di più.

Comunque, quello che fa male nella coca cola non è l'acidità, é la quantità di zuccheri presenti, che per di più essendo in una bevanda tende a non essere contata nella dieta.
Lupo: no, sbagliato...l'unica problematica del bere tanta acqua (con tanta intendo dai 4-5 ai 10L) oltre a pisciare è la mancanza di sali minerali...la Coca invece (basta chiedere ad un qualsiasi Dietologo) è sconsigliata (ok..il bicchiere al giorno ci sta, però bere anche 1L al giorno in molti storcerebbero il naso)
Per IceMat "Magelykun"

Lupo: no, sbagliato...l'unica problematica del bere tanta acqua (con tanta intendo dai 4-5 ai 10L) oltre a pisciare è la mancanza di sali minerali...

Come interpreti questo caso?
http://www.repubblica.it/2007/01/sezioni/esteri/muore-alla-radio/muore-alla-radio/muore-alla-radio.html
Ma poi che cacchio significherebbe il "carne talmente sintetica che"? Che cavolo è una carne sintetica? Ignoranza portata all'estremo, ancora una volta.
la Coca invece (basta chiedere ad un qualsiasi Dietologo) è sconsigliata

A meno che non sia un dietologo breathariano :-D
Paolo, una curiosità....
Perché gli articoli che scrivi per wired.it non li pubblichi anche qui?

Che senso ha leggere il lancio di un articolo qui, andarlo a leggere su un altro sito e poi tornare qui a commentarlo?

Non dico di non pubblicarlo su wired, ci mancherebbe altro, ma di pubblicarlo anche qui.

Credo che i lettori del disinformatico apprezzerebbero molto.
visti tanto interesse nella nutrizione e tanti dubbi (e tante bufale), consiglio di seguire e domandare al Dott. Andrea Ghiselli dell'INRAN, che gestisce una pagina su fb (sapermangiare.mobi) e il forum di nutrizione del Corriere della Serva online, uno dei pochi servizi seri e utili che appaiono sulla stampa nazionale. Ghiselli ha un approccio totalmente scientifico e razionale al servizio dell'antisbufalamento alimentare, uno dei piu' pericolosi per l'essere umano.
@ L'economa domestica:
Mi sa che stiamo dicendo la stessa cosa: tanto per capirci, nella formulazione originaria della Coca Cola erano effettivamente presenti estratti di pianta di Coca che, come giustamente hai riportato, all'epoca non era considerata una sostanza potenzialmente pericolosa.
"O_o... Mattia non oso sapere tutta la storia..."

Perché, io da uomo solo lo trovo normalissimo. Anche nel mio frigorifero avvengono reazioni interessantissime :D
Riflessioni sparse sui commenti precedenti.
La carne secca si conserva bene e questo non è un mistero (mai assaggiate le coppiette)?

Il sapore di un panino con hamburger industriale non si avvicina nemmeno a quello fatto in casa (incredibile ...).

Riguardo alla prova di "Supersize me", quello che si poneva in evidenza era lo stato del fegato dovuto ai grassi. In un paese dove l'obesità è un problema serio questa è un'informazione importante.

Qualcuno ha detto che il problema sono le calorie. Non esattamente. Il problema è come queste calorie sono distribuite. Se vengono principalmente dai grassi (o solo da una fonte) la dieta in questione è decisamente pericolosa. Un panino con carne e verdura non dovrebbe dare questi problemi e non dovrebbe contenere tutti questi grassi. Il problema in questi cibi industriali è la quantità eccessiva di sale, di grassi nelle salse e dell'alto contenuto calorico rispetto alla loro capacità di saziare.
Il mio doppio hamburger sazia davvero, quello industriale è pensato per essere consumato il più possibile, così mentre il mio panino da 500 calorie mi basta per tutto il giorno o quasi quello industriale no e quasi quasi me ne farei un altro subito dopo il primo (è studiato appositamente per raggiungere questo obiettivo ...)

Inoltre anche il tipo di grassi utilizzati è importante. I fast food anche rispettando le norme igieniche (direi che è il minimo non un plus) in realtà abbassano notevolmente la cultura alimentare.
Qualcuno ha paragonato un ristorante ai fast food. Anche mangiando tutti i giorni al ristorante il menù è cosi vario che non siamo costretti a mangiare roba fritta o grassa ma possiamo prendere anche "solo" una pasta al pomodoro, insalata e frutta.
Conosco personalmente una persona che ha mangiato al ristorante tutti i giorni per una vita ed è viva e vegeta (ovviamente non prendevano patatine fritte ad ogni pasto)
Il mio commento a "supersize me" è stato: "non ci posso credere, questo dà la colpa a Bush per il fatto di essere un ignobile vescicone."

Se uno mangia solo hamburgers mina la propria salute, ma lo stesso accade se uno mangia solo caprese o solo insalata di patate.
Un normale menù di mc donald's non fornisce certo oltre il 25% del fabbisogno giornaliero minimo di calorie e massa, quindi possiamo dire che è più grasso del dovuto, per il resto è ineccepibile.

d'altra parte:

Portatemi al più sano dei ristoranti biologici, sapendo quali ingredienti ci sono in ogni piatto mi bastano 5 minuti per scrivere una dieta basata sul menù di tale ristorante che fornisce 2'500Kcal/giorno ma uccide un uomo sano nell'arco di due mesi.
"è studiato appositamente per raggiungere questo obiettivo ..."

Credo che sia dovuto al Cetriolo della Morte, l'ingrediente segreto che crea assuefazione!
@ puffolottiaccident
assolutamente d'accordo ma in un fast food non hai scelte (oltre a, ovviametne, non andarci) in un ristorante puoi decidere come bilanciare il tuo pasto. Non è una differenza da poco.

Inoltre un panino a doppio strato fornisce fra le 500 e le 600 calorie, molto simili ai prodotti "light" come i bocconcini di pollo panato. In più ci sono le patatine e la bibita.
Potremmo ad arrivare a quasi mille calorie (ancora accettabile per un pasto di una persona non sedentaria) che provengono dalla maggior parte da grassi animali e zuccheri semplici.
@pgc:
e il forum di nutrizione del Corriere della Serva online

Lapsus freudiano? :-D
@Giangi

"Standard di pulizia alti, non sempre.
Ho una amica che ci lavorava, non vi dico quale e di quale città ma mi diceva che avevano dei simpatici animaletti neri con tante zampe con cui convivevano e la direzione non VOLEVA spendere soldi per eliminarli."

Non amo McDonald's e certo non ci mangio, ma quello che dice la tua amica è un falso palese.
Gli standard aziendali di igiene e pulizia, sono rigidissimi, così come quelli che riguardano la disinfestazione, che è prevista comunque secondo un protocollo ben reciso e non dipende certo dalle decisioni dei singoli punti vendita in materia.
@fabio:
assolutamente d'accordo ma in un fast food non hai scelte (oltre a, ovviametne, non andarci) in un ristorante puoi decidere come bilanciare il tuo pasto. Non è una differenza da poco.

Se hai abitudini alimentari scorrette, in un ristorante sceglierai spontaneamente un pasto sbilanciato. Anzi potrai scegliere anche qualcosa di più nocivo dell'hamburger.
@ Usa-Free

Perché, io da uomo solo lo trovo normalissimo. Anche nel mio frigorifero avvengono reazioni interessantissime :D

Posso venire munita di scafandro anti agenti biologici a pulire il tuo frigorifero con antibatterico, antivirale, antifungino, sgrassatore ed acqua bollente mixati?
Ecco, questa è un'indagine perfetta XD.
Aggiungo i miei 2 cent. Io ho lavorato per la catena "concorrente" e posso confermare che igiene e controlli sono al limite dell'assiduo.
Per fare un esempio: la paletta per prendere la carne del pollo è diversa da quella per prendere la carne di manzo (per una ragione igenica che mi avevano spiegato il primo giorno e che ora, onestemente, non ricordo più XD). E 10 minuti dopo averli cotti (e conservati in una cassettina riscaldata) tutti i cibi venivano buttati impietosamente nella pattumiera. (Poi da qui si potrebbe parlare dello spreco di cibo in queste catene, ma passo)
A me piace, d'estate, quando sono in giro per lavoro, dissetarmi con la Coca-Cola del McDonald's, che ho ribattezzato "broda ghiacciata" :D
@Laura

la paletta per prendere la carne del pollo è diversa da quella per prendere la carne di manzo (per una ragione igenica che mi avevano spiegato il primo giorno e che ora, onestemente, non ricordo più XD)

Per ridurre il rischio di salmonellosi; è consigliabile farlo anche a casa.
"Posso venire munita di scafandro anti agenti biologici a pulire il tuo frigorifero con antibatterico, antivirale, antifungino, sgrassatore ed acqua bollente mixati?"

Sì, se riesci a individuare, nel marasma, dov'è il frigorifero... :D
Per Laura

Io ho lavorato per la catena "concorrente" e posso confermare che igiene e controlli sono al limite dell'assiduo.

Limite dell'assiduo? Non l'ho mai sentita.
Forse intendevi dire limite dell'assurdo?

Per fare un esempio: la paletta per prendere la carne del pollo è diversa da quella per prendere la carne di manzo (per una ragione igenica

Igienica!

che mi avevano spiegato il primo giorno e che ora, onestemente, non ricordo più XD).

Onestamente.
@ Turz
chi ha abitudini alimentari scorrette le ha anche a casa, non solo al ristorante.

Anzi potrai scegliere anche qualcosa di più nocivo dell'hamburger.
Tipo?
@ Usa-Free

Sì, se riesci a individuare, nel marasma, dov'è il frigorifero... :D

... vengo con il lanciafiamme.
@ fabio
(mai assaggiate le coppiette)?

No, mai. Spiate di notte nel parco, qualche volta, da ragazzini ...

Che sono 'ste coppiette?

- - -

Sono spariti i dati dai commenti? Numero, data, ora
@ganmarfone
nooo non quelle coppiette ma queste qui
http://www.lacucinaditonia.com/coppiette_di_ariccia.html
@ granmarfone

Le coppiette (almeno quelle che si trovano ora) al paesello sono considerate cibo da turisti. E'carne secca (molto secca) speziata, in origine serviva per far bere di più gli avventori delle osterie.

E non avete mai sentito parlare dei mazzoli?
@FX

Dubito che mangiare per 30 giorni pizzoccheri e sciatt (si, sono valtellinese :) sia del tutto possibile:

Per esperienza già una semplice cena di specialità valtellinesi da degli strani effetti collaterali; i sciatt non perdonano.
;)
carne secca (molto secca) speziata, in origine serviva per far bere di più gli avventori delle osterie

Gli osti son tutti uguali: dalle mie parti servono i tomini di capra, ben stagionati e saporitissimi per lo stesso motivo.

Mazzoli: delucidare con dovizia di particolari, grazie.
Aspettiamo l'indirizzo del ristorante oltre Morbegno :D
@ granmarfone

Mazzoli: delucidare con dovizia di particolari, grazie.


Simili alle coppiette, ma la base è l'intestino di maiale lavato e sgrassato (non come la pajata, intestino di abbacchio lavato solo esternamente).
intestino di abbacchio lavato solo esternamente

il solo esternamente spero sia un errore di battitura!
Aggiungerei che la notizia degli hamburger che non ammuffiscono (è una vergogna! basta! è ora di finirla! ecc. ecc.) l'ho letta per la prima volta sul blog di Beppe Grillo tra i commenti al post del limone mutante. Ma và?
@fabio:
Anzi potrai scegliere anche qualcosa di più nocivo dell'hamburger.
Tipo?


Insaccati vari (scelti con cura tra i più ricchi di nitriti e nitrati).
Polpette fritte con salsa di burro (o margarina, a seconda delle preferenze) e contorno di patatine fritte.
La torta più burrosa che c'è.
Caffè doppio.
Birra per pasteggiare e un bel superalcolico per concludere.

Il tutto ovviamente nella massima quantità consentita dalle dimensioni dello stomaco.
Penso sia giusta una piccola precisazione: il film "Supersize me" denunciava proprio il fatto di alimentarsi sempre con lo stesso cibo dei fastfood, abitudine di troppi americani, e lo scopo era dimostrare quanto male facesse. Almeno io l'ho interpretato così.
Altro esempio di malattia dovuta a cattiva alimentazione: nelle campagne venete nel periodo degli albori dell'unità d'Italia molti miei antenati rurali bis-trinonni a forza di mangiare solo ed esclusivamente polenta (non erano poveri, ma STRApoveri), hanno preso quella malattia che si chiama PELLAGRA.
@ Turz
insaccati vari? Qualcuno va davvero al ristorante per mangiare insaccati e polpette?
Capisco che il tuo è solo un esempio ma non mi sembra il pasto tipico di chi va al ristorante.

Mi sembra che la roba piena di grassi si possa preparare a casa. Allora anche mangiare a casa fa male? Il discorso che proponi (le abitudini scorrete) non ha niente a che vedere rispetto bontà dei prodotti di fast food comparata al ristorante "medio".
Chi mangia sano non frequenta, se non salutariamente, il fast food. Chi mangia male, lo fa dappertutto. Ma il fast food rimane comunque meno sano delle alternative.
Penso che tanto per l'hamburger quanto per le patatine il "trucco" sta nel fatto di essere più sottili del normale (per cuocere più rapidamente) e quindi mantengono meno umidità al loro interno, il che rende loro più facile seccare che non marcire.
S*
@Motogio.
Grazie della delucidazione!
Per il resto, casa mia è MOOLTO simile a quella di un uomo single :) Quando apro il frigorifero devo stare attenta, che ci sono nuove forme di vita che vorrebbero mangiarmi.
Per Accademia dei Pedanti e l'Economa:
http://tinyurl.com/noacqua
"Voi pensate che il vostro stomaco sia piu' forte del ferro?"
Il problema e' l'acqua!
;)
Alrosi
@Laura

Per il resto, casa mia è MOOLTO simile a quella di un uomo single :)

Dubito che casa tua assomigli a quella di un uomo single; un vero single ha, come animale domestico, un coso simile a questo.

Ps. ne ho visti anche di più grandi.

;-)
Per Al Rosi

Per Accademia dei Pedanti e l'Economa:
http://tinyurl.com/noacqua
"Voi pensate che il vostro stomaco sia piu' forte del ferro?"
Il problema e' l'acqua!


Devo averlo già visto tempo fa in una di quelle trasmissioni tipo Mai dire martedì, oppure Mai dire qualcos'altro. Ad ogni puntata c'era la parodia di un genere cinematografico in voga, in quel caso i film documentari strillati alla Michael Moore.
fabio: per la carne secca avrei potuto fare l'esempio della breasaola o ancora meglio della slinzega ma poi, dopo aver già parlato di pizzoccheri e sciatt, mi sembrava di essere eccessivamente nazionalista :D

Mi fate venire fame, mannaggia :)

Motogio: Per esperienza già una semplice cena di specialità valtellinesi da degli strani effetti collaterali; i sciatt non perdonano.
;)


Questo è solo perché ti manca il minimo allenamento richiesto, ti invito ad applicarti con più costanza :)

@il Lupo della Luna (mousse)

Aspettiamo l'indirizzo del ristorante oltre Morbegno :D

Paolo posso o viene considerato spam? :) Giuro che faccio promozione solo da soddisfatto cliente! Subito dopo il ponte di Ardenno (quello fatto a doppio arco) c'è la strada che si prende per andare in Val Masino: 150 metri dopo aver lasciato la statale c'è l'agriturismo Le Case dei Baff. A meno che non siate delle grandi forchette, consiglio di prendere solo un'antipasto e qualche sciatt per andare direttamente alle costine al lavecc: dei posti che conosco io (e per il mio gusto, non discuto) sono di buona misura le migliori. Altro piatto forte di quell'agriturismo: la torta Morbegno.

Se ti capita di andarci fammi sapere se ne valeva la pena, la prossima volta che ci incrociamo nei commenti del blog di Paolo. :)
Ho provato una volta il test della monetina nella coca cola: la monetina rimane ossidata, è la coca cola che ammuffisce.
Schifo.
Arrivato ai 34 anni senza aver mai mangiato un hamburger in un fast food. E non credo che comincerò in futuro.

Come non ricordare l'eccezionale uscita degli Yes Men con il loro hamburger riciclato 10 volte? :-D
http://theyesmen.org/hijinks/plattsburgh
E buon appetito!
@Motogio
sai qual'è la differeza? Che voi riuscite ad addomesticarli, mannaggia!
Chi mangia sano non frequenta, se non salutariamente, il fast food. Chi mangia male, lo fa dappertutto. Ma il fast food rimane comunque meno sano delle alternative.

Era esattamente quello che volevo dire. E che non è in contrasto con quello che diceva puffolottiaccident:
Portatemi al più sano dei ristoranti biologici, sapendo quali ingredienti ci sono in ogni piatto mi bastano 5 minuti per scrivere una dieta basata sul menù di tale ristorante che fornisce 2'500Kcal/giorno ma uccide un uomo sano nell'arco di due mesi.
il solo esternamente spero sia un errore di battitura!

No no, è proprio così :-/
qualche sciatt per andare direttamente alle costine al lavecc

Esiste una traduzione per noi poveri "sudici" (cit.)?
"Insaccati vari (scelti con cura tra i più ricchi di nitriti"

Cioé quelli a base di carne di cavallo.

Ok ok, questa era tristissima -_-
ǚşå÷₣ŗẻễ ha commentato:
"Insaccati vari (scelti con cura tra i più ricchi di nitriti"

Cioé quelli a base di carne di cavallo.

Ok ok, questa era tristissima -_-


ROFL
L'hamburger non è immortale. OT Purtroppo non lo era neppure Carl Sagan che oggi avrebbe compiuto 76 anni.
Una buona notizia, sono in tanti su twitter a ricordarlo.
Una cattiva, pochissimi gli italiani.
PS. Perché il Carl Sagan Day è il 6 novembre?
il solo esternamente spero sia un errore di battitura!

No no, è proprio così :-/


???!!!

Beh, se non altro non sarà necessario dire "lavati le mani e vieni a tavola che è pronta la pajata, caro".

E quali altre delizie entrano nella ricetta?
Mai morto nessuno di pajata?

PS
mi ricorda una vignetta di Chiappori (della serie "Up", su Linus di tanti anni fa) durante il colera a Napoli: il commissario governativo mandato a controllare la situazione ordina ai napoletani qualcosa del genere "lavatevi le mani prima di mangiare la merda, cafoni".
@ué

qualche sciatt per andare direttamente alle costine al lavecc

Esiste una traduzione per noi poveri "sudici" (cit.)?


Sono due piatti tipici valtellinesi:

I sciatt sono delle polpette ipercaloriche fatte con farina bianca, grano saraceno, mollica di pane, formaggio e poi fritte nell'olio.

Sciatt

Le costine al Lavecc sono delle costine preparate in una pentola di pietra ollare:

Pietra Ollare, la pietra verde dei 'lavècc'
Ok, mettetevi d'accordo: a chi devo venire a sistemare casa per primo/a?
Io vivo in Slovenia, qui sono diffusi i "hitra hrana", letteralmente fast food ma con un menu "balcanico". Ce ne sono anche in Italia, anche se meno diffusi di qui. L'hamburger e' fatto con la pleškavica (la nostra "svizzera" o hamburger) e' una sberla che fa impallidire quello del Mc Donald, doppio diametro, e carne fresca presa dalla macelleria invece che da fornitori industriali. Per un periodo sono andato spesso a mangiare in uno di questi posti, poi ho incominciato a ridurre drasticamente questo vizio/piacere: nonostante sia un prodotto piu' genuino di Mc Donald, fa ingrassare lo stesso.
Secondo me quindi c'e' anche la "ricetta" come con-causa degli effetti del cibo, unito a tutto quello che e' stato detto: cibo genuino/industriale, monotonia della "dieta", ...
Comunque, cercando di limitarmi, ogni tanto mi faccio questo hamburger o kebab o jufka (o doner, come il kebab ma arrotolato in una piadina invece che nel pane), che se sto a guardare tutto quello che puo' fare male a sta ora dovevo smettere anche di respirare ...
ma mi diceva che avevano dei simpatici animaletti neri con tante zampe


Tipo questi?



Dubito che mangiare per 30 giorni pizzoccheri e sciatt (si, sono valtellinese :) sia del tutto possibile:

Sempre meglio che NON mangiarli per 30 giorni di fila.
Appena ricapito lì testerò il ristorante da te segnalato.
Mi dispiace un po' che ultimamente alcuni post siano un semplice rinvio al sito Wired.it.
Ne capisco il motivo, ma mi sono affezionato a questo blog come fonte "primaria" di informazioni...
Per martinobri

Dubito che mangiare per 30 giorni pizzoccheri e sciatt (si, sono valtellinese :) sia del tutto possibile:

Sempre meglio che NON mangiarli per 30 giorni di fila.


Intendi digiunare? Un digiuno con il giusto apporto di acqua, eventualmente un po' di zucchero ogni tanto, è possibile per 30 giorni. Non che faccia bene, ma per morire ci vuole ben altro.
No, no, intendevo non mangiare pizzocheri e sciatt.

Se li conosci non li eviti
Sempre meglio che NON mangiarli per 30 giorni di fila.

Martinobri sei un mito.

I pizzoccheri sono la migliore invenzione dopo la ruota.
Ma è vero che anche i canederli, versione italiana degli knödel, con la ricetta che usano in Alto Adige e in Trentino sono altrettanto pesanti, e quindi si sconsiglia di mangiarli per 30 giorni?
I pizzoccheri sono la migliore invenzione dopo la ruota.

La ruota l'hanno inventata per trasportare meglio i pizzoccheri
Da Toscano residente in Trentino, sarà che non sono abituato, ma le tre volte che ho mangiato i canederli (una volta comperati, due volte fatti in casa), non li ho digeriti per tutto il giorno successivo.
E pensare che il buristo non mi fa nessun effetto!
Se interessa, piccola analisi sui contenuti nutrizionali di 2 menu di fast food.

http://www.nutrizionistabrescia.com/2010/09/fast-food.html

Ciao
VB
Se non sbaglio e' stato fatto un esperimento lasciando un Happy Meal per un anno vicino alla finestra. Dalle foto l'hamburger sembra mummificato ma non credo a causa dei conservanti. I conservanti conservano, non creano mummie egizie.
La coca non era considerata dannosa? Se è per questo, l'eroina era considerata un eccellente bechico (=antitosse), particolarmente innocuo; dell'LSD parlo in appendice; e il fumo... c'è una magnifica serie TV, Mad Men (putroppo è appena finita la quarta serie, sono in astinenza sino alla prossima stagione); ambientata agli inizi degli anni '60,in una puntata il dottore, mentre comunica alla ex-moglie di Draper che è incinta (scusate lo spoiler se state aspettando che arrivi in Italia), le offre una sigaretta!
Quanto all'LSD, c'è un magnifico libro che ho quasi finito di leggere. E' un consiglio di lettura per tutti gli habitués di questo blog, e specialmente per il nostro ospite: "Benvenuti su Marte", di Ken Hollings (ISBN). Negli anni '50 veniva somministrato, senza dirglielo, ai dipendenti di alcune società USA per stimolarne la creatività. Il libro è splendido, è una storia della fantascienza degli anni d'oro, nonché del contesto sociale (era atomica, esplorazione spaziale, apparato militar-industriale, urbanistica, un po' di tutto). Peccato per una traduzione un po' discutibile. Ma forse arrivo ultimo, l'avrete già letto tutti...
@ Accademia dei Pedanti: sono un chimico, e una delle esperienze del Laboratorio di Chimica Analitica I del I anno del CL in Chimica, fu per me la titolazione della Coca-Cola (in realtà naturalmente dell'acido ortofosforico che contiene).
Molto istruttivo, si possono vedere le 3 successive reazioni di dissociazione di questo acido inorganico triprotico.
L'acido ortofosforico è decisamente più debole anche in prima dissociazione dell'acido cloridrico dello stomaco, quindi non è la sua acidità ad essere preoccupante ma la capacità dei diversi anioni che produce a sequestrare Ca2+ e Mg2+, nutrienti importanti. Questa reazione di complessazione avviene credo solo nel tratto intestinale quando il pH sale e l'acido si ridissocia.
Ci sono alcuni studi sulla diminuzione di densità ossea dovuti alla 'epidemiologica' assunzione di Coca-Cola e similari, ma sembra che studi successivi confermino che tale problema sia dovuto alla caffeina e non all'acido ortofosforico. Vedi
http://www.ncbi.nlm.nih.gov/pubmed/11522558
Non bevo Coca-Cola :-)
PS: Polenta concia forever! Con un bel dito di burro fritto sopra!
@myollnir

O per variare polenta uncia, magari con l'aggiunta di un po' di gongorzola tanto per stare leggeri.

;)

Ps. Lsd stimolerà anche la creatività ma non credo che sia altrettanto efficace per la produttività; almeno osservando quello che successe quando lo testarono per migliorare lo spirito combattivo dei soldati di sua maestà:

LSD Testing (British Troops)
Infatti, non funzionò. Parecchi andarono "inspiegabilmente" fuori di testa. Ma i soldati, e spesso anche le popolazioni civili, furono usati anche come cavie per studiare gli effetti dell'esposizione ravvicinata alle esplosioni nucleari. Gulp!
Perché gli articoli che scrivi per wired.it non li pubblichi anche qui?

Perché Wired mi paga per pubblicarli presso di loro.
Ma i soldati, e spesso anche le popolazioni civili, furono usati anche come cavie per studiare gli effetti dell'esposizione ravvicinata alle esplosioni nucleari. Gulp!

Perché Gulp! ?

Non è un segreto; basta guardare i filmati girati nell'Atollo di Bikini nell'estate del 1946 per capire che a quei tempi non guardavano tanto per il sottile.

Oppure questo filmato cinese:

china nuclear test
Per myollnir

La coca non era considerata dannosa?

No, solo dalle leggende metropolitane. Pochi sanno che l'inventore della Coca cola, John Pemberton, era un farmacista. Il che non significa che qualche medico l'abbia prescritta un giorno contro il mal di testa; solo che allora come oggi nelle farmacie si vendevano intrugli di efficacia dubbia.

Se è per questo, l'eroina era considerata un eccellente bechico (=antitosse), particolarmente innocuo; dell'LSD parlo in appendice; e il fumo... c'è una magnifica serie TV, Mad Men (putroppo è appena finita la quarta serie, sono in astinenza sino alla prossima stagione); ambientata agli inizi degli anni '60,in una puntata il dottore, mentre comunica alla ex-moglie di Draper che è incinta (scusate lo spoiler se state aspettando che arrivi in Italia), le offre una sigaretta!

Fare confronti tra la scienza medica del 2010 e quella di un secolo o di 50 anni fa è sempre ingeneroso. Di cantonate ne sono state prese molte, talvolta ci sono state conclusioni tutt'altro che disinteressate, ma dal tuo discorso sembra che siccome nell'Ottocento vi è stata una ricchissima letteratura medica sui gravi danni alla salute provocati dall'onanismo, allora dovremmo mettere in burla tutta la sessuologia.
@Turz,

no. Una vecchia battuta che purtroppo rispecchia molto bene la verita'.... :)
I Knodel sono di una pesantezza terrificante, soprattutto se conditi con burro noisette e formaggi vari.
@motogio
Questa storia ricorda un po' quella della Coca Cola che fa male perché brucia le interiora

Mi hai fatto venire in mente quella ridicola catena di S.Antonio sulla Coca Cola - nella quale, come se non bastasse già il contenuto bufalino del testo originale, si aggiunge la versione italiana, che traduce "highway patrol" con "pattuglia ferroviaria" e "T-bone steak" con "osso" ... Curioso, Paolo non ne ha mai parlato? Deve essere l'equivalente di un romanzo horror per un traduttore come lui!

@Accademia:
A un certo punto furoreggiava la storia dell'aspirina presa con la Coca cola che fa sballare

Se esiste una leggenda, Paolo ne parlerà prima o poi! Ma la prima volta che sentii questa leggenda, negli Anni Ottanta, pensai: ovvio! COCA-Cola + AspirINA = COCA-INA ! :D
Fare confronti tra la scienza medica del 2010 e quella di un secolo o di 50 anni fa è sempre ingeneroso. Di cantonate ne sono state prese molte

Ma senza l'oppio prescritto a scopo medico non avremmo i capolavori di Samuel Taylor Coleridge! :P
(sempre che sia vero, e che Coleridge non se lo sia inventato per far scena)
Cioé quelli a base di carne di cavallo.

Ok ok, questa era tristissima -_-


Per punizione sari sciolto nell'acido periodico. Acido, acido, acido...
Penso sia giusta una piccola precisazione: il film "Supersize me" denunciava proprio il fatto di alimentarsi sempre con lo stesso cibo dei fastfood, abitudine di troppi americani, e lo scopo era dimostrare quanto male facesse. Almeno io l'ho interpretato così.

Se ricordo bene, Spurlock decise di fare l'esperimento dopo aver ascoltato una dichiarazione di un portavoce di McDonald: il tale, a proposito di un'azione legale contro l'azienda, aveva ribattuto che gli hamburger sono "cibo sano". Ergo, pensò Spurlock, si può mangiare tranquillamente tutti i giorni?
Per Accademia

"Pochi sanno che l'inventore della Coca cola, John Pemberton, era un farmacista"

Credo, invece, che lo sappiano tutti. Magari non tutti sanno che l'aspetto di San Nicola-Babbo Natale, barba bianca e vestito rosso con pelliccia bianca, non è affatto tradizionale, ma risale ad una pubblicità della Coca-Cola degli anni '30, che ebbe enorme successo.

"allora come oggi nelle farmacie si vendevano intrugli di efficacia dubbia"

E non solo al bancone degli omeopatici. Vogliamo parlare dei farmaci per la demenza, costosissimi ed a carico del SSN?

"sembra che siccome nell'Ottocento vi è stata una ricchissima letteratura medica sui gravi danni alla salute provocati dall'onanismo, allora dovremmo mettere in burla tutta la sessuologia."

Proprio tutta no, ma insomma...

Il fatto è che i farmaci nuovi sembrano miracolosi all'inizio, poi, quando si allarga il campione delle persone cui vengono dati, e si allunga il tempo per cui vengono osservati, cominciano a venire fuori le collateralità impreviste.
mynollnir

Credo, invece, che lo sappiano tutti. Magari non tutti sanno che l'aspetto di San Nicola-Babbo Natale, barba bianca e vestito rosso con pelliccia bianca, non è affatto tradizionale, ma risale ad una pubblicità della Coca-Cola degli anni '30, che ebbe enorme successo.


Parzialmente vero, esisteva da prima (San Nicola spesso è rappresentato con vestiti rossi), sicuramente dall'epoca vittoriana.
L'economa domestica ha commentato:

Parzialmente vero, esisteva da prima (San Nicola spesso è rappresentato con vestiti rossi), sicuramente dall'epoca vittoriana.

A sostegno della tesi di L'economa domestica

Babbo Natale è un'invenzione della Coca Cola?

;)
I pizzoccheri sono la migliore invenzione dopo la ruota.

Io sapevo che erano le trenette al pesto :-)
Di Babbo Natale e Coca Cola aveva ovviamente già parlato Paolo (tanti anni fa), linkando Snopes.
Per myollnir

"Pochi sanno che l'inventore della Coca cola, John Pemberton, era un farmacista"

Credo, invece, che lo sappiano tutti.


Infatti: Gerry Scotti legge la domanda: "John Pemberton, l'inventore nel 1886 della Coca cola, nella vita era:

A) Barista.

B) Farmacista.

C) Pasticciere.

D) Allenatore di football americano".

Me lo vedo il concorrente che senza esitazioni dice "B e l'accendiamo". Sopravvaluti la cultura media degli italiani.

Magari non tutti sanno che l'aspetto di San Nicola-Babbo Natale, barba bianca e vestito rosso con pelliccia bianca, non è affatto tradizionale, ma risale ad una pubblicità della Coca-Cola degli anni '30, che ebbe enorme successo.

Già sbufalata a suo tempo proprio su questo sito, come segnalato da motogio e dall'economa domestica. La figura di Babbo Natale preesisteva, e di molto, all'invenzione della Coca cola. E anche l'immagine del vecchietto barbuto e pacioso, sicuramente divulgata al grande pubblico dalla Coca cola al punto da renderla esclusiva, aveva comunque dei precedenti.

Il fatto è che i farmaci nuovi sembrano miracolosi all'inizio, poi, quando si allarga il campione delle persone cui vengono dati, e si allunga il tempo per cui vengono osservati, cominciano a venire fuori le collateralità impreviste.

E per questo esiste l'istituto del farmaco ritirato dal commercio.
È lapalissiano che molti medici e scienziati del passato abbiano preso cantonate sugli effetti e sugli usi auspicabili della maggior parte delle droghe. Alcuni di loro ne erano consumatori, e si potrebbe ventilare, dall'alto della nostra prospettiva, un conflitto di interesse.
Gli effetti collaterali, la dipendenza, l'assuefazione, sono aspetti che si scoprono solo con il tempo e solo con un uso su un vasto campione. Per qualsiasi cosa, non solo per le sostanze psicotrope.
Accademia dei Pedanti

Gli effetti collaterali, la dipendenza, l'assuefazione, sono aspetti che si scoprono solo con il tempo e solo con un uso su un vasto campione. Per qualsiasi cosa, non solo per le sostanze psicotrope.

Soprattutto per farmaci molto specifici, quali quelli per le malattie rare. Sono utilizzati da poche persone, quindi magari un vero e proprio effetto collaterale può essere individuato dopo decenni, passando nel frattempo come disturbo "personale" di una o due persone che lo assumono.
Accademia dei pedanti ♂ ha commentato:

Me lo vedo il concorrente che senza esitazioni dice "B e l'accendiamo". Sopravvaluti la cultura media degli italiani.


Normalmente sarei d'accordo con te, ma in questo caso non si tratta di cultura media: fino a pochi mesi fa in tv davano una pubblicità della Coca Cola, abbastanza martellante, che esordiva più o meno con "John Pemberton, farmacista, negli anni xx ha inventato una bevanda che blabla".
Se l'ho vista io che non guardo quasi mai la televisione, buona camicia a tutti.
Per Umhareel

Me lo vedo il concorrente che senza esitazioni dice "B e l'accendiamo". Sopravvaluti la cultura media degli italiani.

Normalmente sarei d'accordo con te, ma in questo caso non si tratta di cultura media: fino a pochi mesi fa in tv davano una pubblicità della Coca Cola, abbastanza martellante, che esordiva più o meno con "John Pemberton, farmacista, negli anni xx ha inventato una bevanda che blabla".


In questo caso ha ragione myolnnir e torto io. È una mia (volontaria) lacuna: quando c'è la pubblicità, abbasso immediatamente il volume e se posso faccio altro, mi alzo per vedere se c'è posta, guardo cosa c'è sull'altro canale, vado in cucina a sgranocchiare. Sono almeno 10 anni che non vedo più le pubblicità tv, se non alcuni spezzoni che mostrano su Blob.

Io l'ho appreso molti anni fa da una mostra itinerante sulla Coca cola che in quel momento era a Roma (anni Novanta), ma ovviamente anche su wikipedia è riportato.
Piccolo commento su Supersize Me, dopo avere letto tutti i vostri... Credo che lo scopo del documentario fosse soprattutto quello di denunciare le problematiche delle mense scolastiche americane, e della mancanza totale della cultura sul cibo (come ho letto da altri).
Il fatto che mangiando solo al fast food tutti i giorni e più volte al giorno possa fare male, diciamo che me lo aspettavo.
Mi hanno colpito molto le statistiche sul numero di fast food per ogni abitante, la differenza delle "taglie" dei menu e soprattutto delle bibite in contrapposizione con quelle europee, i menu nelle mense scolastiche e la cultura dei giovani in fatto di cibo, ecc..
poi anche se mangiassi pizza tutti i giorni mica starei bene...
la denuncia verte proprio sulla mancanza di educazione, secondo il mio parere.
Mi ricordo un passaggio, un ragazzino delle scuole medie che aveva nel vassoio latte e patatine fritte e dice: "calcio e verdura, perfetto no?"... O_O

Francesca
@myollnir: ok, dopo aver citato la polenta uncia e aver innescato l'escalation verso i cibi che potrebbero essere utilizzati come combustibile fissile per le centrali nucleari mi costringi a tirar fuori il nostro peso massimo: la polenta cropa.

La polenta cropa nient'altro è che polenta taragna (la quale già qualche ricetta vuole esser composta da farina, burro e formaggio in proporzione 1:1:1) cotta non nell'acqua ma... nella panna!

Per inciso, non chiedetemi come sia possibile, ma alla fine non è nemmeno particolarmente pesante.

Turz: m'è partita la vena provinciale ma sono ben conscio che almeno per quanto riguarda i piatti tipici bisogna essere davvero orgogliosi della nostra Italia... da nord a sud, da est a ovest ogni regione (anzi, ogni provincia) ha le sue eccellenze gastronomiche.

Per inciso, la prossima volta che passo in Liguria ora so cosa mangiare. Oltre che farmi le solite abbuffate di focaccia (la adoro da sola ma con un po' di parmigiano ben stagionato è addirittura meglio)!
@Turz:
Di Babbo Natale e Coca Cola aveva ovviamente già parlato Paolo (tanti anni fa), linkando Snopes.

E io avevo in altra sede citato il libro "Storia e leggende di Babbo Natale e della Befana" di Claudio Corvino ed Erberto Petoia: la parte di Claudio Corvino spiega molto bene l'evoluzione della figura di San Nicola dalle origini al Santa Claus moderno (la parte sulla Befana di Erberto Petoia è più noiosa, ma pazienza!)
@ Fx



Dimmi che non è vero. Dimmi che è uno scherzo.
Io mi ricordo invece della leggenda metropolitana al contrario, e cioè che gli hamburgers di McDonald's si deteriorassero TROPPO in fretta, e che questo fosse il motivo per cui vengono cestinati dopo poco tempo dalla preparazione se invenduti.
Per Sioropa

Io mi ricordo invece della leggenda metropolitana al contrario, e cioè che gli hamburgers di McDonald's si deteriorassero TROPPO in fretta, e che questo fosse il motivo per cui vengono cestinati dopo poco tempo dalla preparazione se invenduti.

Mah, a me pare una regola di buon senso: anche le nostre madri da piccoli si arrabbiavano se arrivavamo tardi a pranzo, perché un piatto freddo, o anche riscaldato alla buona, non avrà mai lo stesso sapore di uno caldo.
un piatto freddo, o anche riscaldato alla buona, non avrà mai lo stesso sapore di uno caldo.

Non sempre, non tutti, se intendi in senso negativo.
Prova i fagioli in umido o stufati, meglio se con salamino o mortadella, riscaldati: migliorano assai assai.
beh , io , ho dato al cane per anni cibo simile , e ' morto , ma non si e' decomposto , ed ora lo tengo mummificato sopra il como' . spiace gettarlo , quando lo guardo mi sembra ancora vivo. credo a cio' che tocco , credo a cio' che provo credo a cio' che penso , penso cio' che credo . questa e' la mia opinione , liberissimi di pubblicare oppure rigettare . p.s domani chiamo la zia per capire cosa pensa a proposito della cola. casomai posto la risposta. grazie per lo spazio concesso concludo semplicemente augurando a tutti buon lavoro. Silvio da Arcore