skip to main | skip to sidebar
93 commenti

Disinformatico radio di ieri (2011/01/08)

Nella puntata di ieri del Disinformatico per la RSI ho parlato del crack della Playstation 3; di una singolare tecnica di tracciamento in Rete tramite il bouquet di font e plug-in che identifica univocamente un utente e che si può provare presso la Electronic Frontier Foundation; delle misteriose morie di animali, dell'SMS che manda in crash i telefonini; e del furto di password di Gmail, Yahoo e Facebook ad opera dei provider tunisini. I link vi portano agli articoli di complemento che ho scritto per la puntata; il podcast sarà presto scaricabile da qui.
Invia un commento
I commenti non appaiono subito, devono essere tutti approvati da un moderatore. Lo so, è scomodo, ma è necessario per tenere lontani scocciatori, spammer, troll e stupidi: siate civili e verrete pubblicati qualunque sia la vostra opinione; gli incivili di qualsiasi orientamento non verranno pubblicati, se non per mostrare il loro squallore.
Inviando un commento date il vostro consenso alla sua pubblicazione, qui o altrove.
Maggiori informazioni riguardanti regole e utilizzo dei commenti sono reperibili nella sezione apposita.
NOTA BENE. L'area sottostante per l'invio dei commenti non è contenuta in questa pagina ma è un iframe, cioè una finestra su una pagina di Blogger esterna a questo blog. Ciò significa che dovete assicurarvi che non venga bloccata da estensioni del vostro browser (tipo quelle che eliminano le pubblicità) e/o da altri programmi di protezione antimalware (tipo Kaspersky). Inoltre è necessario che sia permesso accettare i cookie da terze parti (informativa sulla privacy a riguardo).
Commenti
Commenti (93)
Hho sentito pochissimo fa al TG (Studio Aperto dovrebbe essere, lo sento ma sono in un'altra stanza) di una "nuova ondata di moria di volatili".

Bella puntata ieri, molto "informatica" nei contenuti come piace a me.
Sì, vai a capire perché: quando muore un gruppo di volatili, improvvisamente ne muoiono altri, e di sicuro almeno un caso in Italia si trova ;)
"Studio Aperto dovrebbe essere, lo sento ma sono in un'altra stanza"

Questo ti assolve almeno in parte :D
mi ricorda la reazione a catena giornalistica dei pitbull che attaccano l'uomo. dopo il primo episodio magicamente tutti i pitbull d'italia sarebbero impazziti all'improvviso, e per più di una settimana una notizia su questi avvenimenti era immancabile.
Ma le immagini a video invece?

Cioè, resta il fatto che non capisco da dove arrivino tutte le tortore stecchite viste nel servizio (l'ho riguardato dagli streaming di mediaset).

Se fosse normale e gli si sta dando solo molta eco, mi sarebbe dovuto capitare almeno una volta di assistervi.

Mi viene in mente il video di youtube nel quale, un autotreno col rimorchio ribaltato, aveva sparso ovunque sull'autostrada delle trote!

:D
Per Gian_Ibanez

mi ricorda la reazione a catena giornalistica dei pitbull che attaccano l'uomo. dopo il primo episodio magicamente tutti i pitbull d'italia sarebbero impazziti all'improvviso, e per più di una settimana una notizia su questi avvenimenti era immancabile.

Esatto. Gli esempi di questo tipo sono moltissimi, nel bene e nel male. Per anni dei suicidi nelle carceri non si è parlato, se non, sporadicamente, nella cronaca locale. Nel 2010 poco ci mancava che appendessero il grafico con gli aggiornamenti settimanali agli angoli della città.
Ora che la PS3 è stata hackata, forse potrò installarci un codec mkv decente per vederci i film.
disinformandomi su questo sito ho poruto leggere una perla;(è tutta una perla per la verità) "la morte degli uccelli è avvenuta per trauma fisico" ma davvero?! credo che se un uccello viene fulminato per aria di sicuro cadrà atterra riportando il trauma,che sarebbe la causa semplicemente della caduta ma non della morte.Il trauma in questo caso è solo una conseguenza.

Continuiamo con le chicche per gente cerebrolesa...

Per esempio, potrebbero essere stati spaventati dai fuochi d'artificio di fine anno, spiccando così il volo di notte, quando ci vedono poco, e colpendo quindi alberi, case, veicoli. Anche altre morie presentano segni di trauma fisico analoghi.

...queste non sono teorie bizzarre è puro delirio...quindi secondo voi da oggi gli uccelli ci vedono poco,in passato ci vedevano quindi non impattavano,adesso vanno a sbattere sui muri e cose simili.Si è abbassata la vista ;D

Lo stesso per i fuochi d'artificio anche negli anni passati si "spareava" e come mai non sono morti?
Ma non facciamoci prendere dal panico,(meglio per il culo)...
Il trauma in questo caso è solo una conseguenza.

Non hai letto gli articoli che ho citato: il trauma ha caratteristiche che indicano che è avvenuto prima dell'atterraggio. Queste caratteristiche sono incompatibili con un "fulminato per aria".

Un po' meno bile, un po' meno certezze assolute e un po' più di educazione prima di partire lancia in resta a criticare ti farebbero bene.
Teoricamente non sarebbe possibile creare un programma che generi un'impronta uguale per tutti coloro che lo adoperano?
Per Tesla

Per la serie "chi scrive male, pensa male":

disinformandomi su questo sito ho poruto

Potuto.

leggere una perla;(è tutta una perla per la verità)

Spazio dopo il punto e virgola.

"la morte degli uccelli è avvenuta per trauma fisico" ma davvero?! credo che se un uccello viene fulminato per aria di sicuro cadrà atterra

A terra.

riportando il trauma,

Riportando due traumi: il primo, per il fatto di essere stato "fulminato per aria", qualsiasi cosa significhi, e il secondo come conseguenza della forza di gravità: l'impatto col suolo.

che sarebbe la causa semplicemente della caduta ma non della morte.Il trauma in questo caso è solo una conseguenza.

Continuiamo con le chicche per gente cerebrolesa...


Meglio i due punti al posto dei puntini di sospensione.

Per esempio, potrebbero essere stati spaventati dai fuochi d'artificio di fine anno, spiccando così il volo di notte, quando ci vedono poco, e colpendo quindi alberi, case, veicoli. Anche altre morie presentano segni di trauma fisico analoghi.

Segni di trauma fisico? Un trauma si riscontra esaminando il corpo, o c'è o non c'è: non è un'ipotesi sugli istanti precedenti la morte, come in "presenta segni di colluttazione".

...queste non sono teorie bizzarre è puro delirio...quindi secondo voi da oggi gli uccelli ci vedono poco,in passato ci vedevano quindi non impattavano,adesso vanno a sbattere sui muri e cose simili.Si è abbassata la vista ;D

Ti fossi ricordato uno spazio dopo la virgola e il punto. Uno solo!

Lo stesso per i fuochi d'artificio anche negli anni passati

Due punti dopo "d'artificio".

si "spareava"

Voce del verbo spareare: io spareo, tu sparei (la tavoa, immagino).

e come mai non sono morti?
Ma non facciamoci prendere dal panico,(meglio per il culo)...


Figliuolo, se riesci a farti prendere dal panico per degli uccelli che muoiono, sei proprio messo male. Le persone normali se ne rammaricano e cercano di scoprire la causa, ma con tranquillità d'animo.
"Se fosse normale e gli si sta dando solo molta eco, mi sarebbe dovuto capitare almeno una volta di assistervi. "

Perché? Abiti in campagna, o vicino ad un allevamento, o in una zona ad alta concentrazione di uccelli (:D) ?
"Teoricamente non sarebbe possibile creare un programma che generi un'impronta uguale per tutti coloro che lo adoperano?"

Eh?!? o_O
Per ǚşå÷₣ŗẻễ

"Teoricamente non sarebbe possibile creare un programma che generi un'impronta uguale per tutti coloro che lo adoperano?"

Eh?!? o_O


Credo che si riferisca a uno dei servizi del Disinformatico radiofonico, quello sull'impronta univoca lasciata durante la navigazione, rilevabile tramite le estensioni e le polizze di caratteri tipografici installati.
Per la risposta alla domanda di Luca lascio la parola agli informatici.
Errata corrige: installate.
Qui un tizio con l'ausilio di google earth avrebbe indicato i luoghi dove (ultimamente) sono avvenute le morie di uccelli e altri animali.
Uhm, usando un proxy ed un browser poco diffuso non porta nemmeno a termine la procedura di rilevamento... o_O

Adesso provo a cercare un proxy più veloce e poi provo senza proxy ;)
Ok, senza proxy funziona. Beh, diciamo che tutto ciò che PanOpticlick è riuscito a desumere è che il mio user agent è

Mozilla/5.0 (X11; U; Linux x86_64; it-IT) AppleWebKit/533.3 (KHTML, like Gecko) rekonq Safari/533.3

Quindi sa che uso Linux a 64-bit in italiano, che uso rekonq come browser, quindi molto probabilmente sto usando Kubuntu 10.10.

Cosa che qualsiasi sito è in grado di fare se non tarocco lo user agent. Per quanto riguarda i tentativi di carpire ulteriori informazioni sul mio sistema, nessuno di essi è andato a buon fine, riportando un laconico 'No javascript'.
oops, dimenticavo di scrivere sul sito di uno che per lui è tutto normale...anzi guai criticare o dubitare degli eventi che accadono nel mondo,per carità.Anche se ti raccontano stronzate grandi come case,va bene, va tutto bene...

Il sito parla chiaro "DISINFORMA"tico ...quel "tico" non so a cosa serve.Sono uno che associa alle parole il loro reale significato,cosa che per voi è impossibile a quanto pare.
Non so come la gente riesca a farsi infinocchiare da te,ok,sei pubblicizzato,hai amici importanti(parlo del livello tuo,sei una pedina messa in un posto per svolgere il tuo vomitevole compito sei...lascio immaginarlo a te,vedo che di fantasia non te ne manca...)ma è davvero assurdo,la cosa più spaventosa caro è che credono alle scemenze che dite,spesso mi chiedo se la gente vive in uno stato di trans,la vedo spenta,spersonalizzata,fuori/staccata dalla realtà,si vive in un mondo talmente effimero ormai che tutto può essere vero e tutto può essere falso...che tristezza.

Scusami se ho disturbato la tua quiete non sono una persona che ha problemi come dite voi, ogni qualvolta qualcuno denuncia un fatto scomodo al sistema,ho solo postato quello che penso ,se ancora è possibile.
Del resto non posso farci niente,chi capirà bene chi no,s'arrangia.
Ciao.
(scusatemi per gli errori e del linguaggio poco forbito,sono un sempliciotto che coltiva la terra)
"Se fosse normale e gli si sta dando solo molta eco, mi sarebbe dovuto capitare almeno una volta di assistervi. "

Perché? Abiti in campagna, o vicino ad un allevamento, o in una zona ad alta concentrazione di uccelli (:D) ?

Devo dare ragione al primo utente: la definizione di normale, per quanto poco raffinata possa essere, identifica un fatto che accade, appunto, "di norma", comunemente, spesso, tanto spesso da non essere nemmeno enumerato tra gli accadimenti (come il sorgere del sole). SE si trattasse di qualcosa di normale, vuol dire che tutti noi avremmo visto fenomeni del genere, nei lunghi anni della nostra vita. Sicuramente non è colpa degli alieni, non è un fatto eccezionale nè è un fatto unico nella storia, ma normale non direi. Direi, invece, episodico.

un tizio con l'ausilio di google earth avrebbe indicato i luoghi dove (ultimamente) sono avvenute le morie di uccelli e altri animali

il tizio si è scordato della moria di arselle vongole e granchi occorsa lungo i litorali di Scarlino, in Toscana...
il tizio si è scordato della moria di arselle vongole e granchi occorsa lungo i litorali di Scarlino, in Toscana...

Marco, il tizio s'è anche scordato che a Scarlino c'è l'unico produttore in Italia di TiO2 (qui http://tinyurl.com/2wjlcyf e qui http://tinyurl.com/37j4yl8).

Ovviamente il tutto è collegato alle scie chimiche :)

ilpeyote titanato di stronzio
Già che s'è in tema di idiozie, sentite questa:

Zret (da me denominato 'o professò cogliò) ha detto...

Un articolo molto vero.

http://freeskies.over-blog.com/article-diritto-extraplanetario-64539830.html
08 gennaio, 2011 16:20


Sentite che vaccate da confrontare col mio neretto):

La giornata di oggi a Roma, la sua atmosfera, è oppressa dalla presenza di decine di scie chimiche di vario formato. Appena il sole annuncia la sua venuta, i tanker solleciti provvedono con solerzia e puntualità alla sua copertura totale inibendo il soleggiamento degli strati bassi dell’atmosfera, dei suoli e delle acque. La luce del sole, appannaggio gratuito delle genti di tutti i tempi e luoghi, a noi viene sottratta con finalità e scopi ignoti (1). Credo invece che chi compie queste azioni scellerate sappia benissimo quali siano le conseguenze del suo agire, così come chi produce sementi OGM o chi inocula vaccinazioni e medicamenti vari alla popolazione, ignara di tanto rischio dai forti connotati di irreversibilità. Dalle ambigue convenzioni dell’ONU discenderebbe la podestà sul sole, sulle acque e sulla vita? Non crediamo proprio. Siamo immersi in un paradosso giuridico internazionale e forse extraplanetario. Chi si assume il diritto di agire sulle istanze profonde del Pianeta? Con quali basi scientifiche? Conosciamo appena una piccolissima porzione di questo universo mentre ci sfugge la comprensione di gran parte della materia che lo costituisce, come possiamo agire dati questi presupposti? Il fine poi di queste azioni, come facilmente constatabile, è distruttivo. Concludiamo nella presa di coscienza di un attacco sferrato al Pianeta che, dopo la ‘cura’, non sarà più lo stesso. Siamo anche di fronte al mistero di conoscenze tanto evolute in settori che noi riteniamo, a torto, distinti. Quest’anno deve essere l’anno delle proposte e dei cambiamenti, non quelli promessi da Obama però, per cui ognuno di noi è chiamato a cercare ed agire. Una grande sfida per tutta l’umanità.

Non grassetto per non appesantire la lettura.

ilpeyote ma finitela pagliacci
La morte degli uccelli non potrebbe essere collegata al mangime alla diossina di provenienza tedesca?
Slowly."Se fosse normale e gli si sta dando solo molta eco, mi sarebbe dovuto capitare almeno una volta di assistervi. "

Usa-Free "Perché? Abiti in campagna, o vicino ad un allevamento, o in una zona ad alta concentrazione di uccelli (:D)?"

Si in effetti...

Milano non è considerata aperta campagna? O_o
Caro Paolo, vorrei precisare una cosa relativamente alle "misteriose" morti di animali. Il tuo ink rimanda ad un articolo non firmato della TSI dal titolo "Le morie di volatili sono davvero misteriose?". Verso la fine di quell'articolo, si dice "quello di Faenza implicherebbe una fabbrica che lavora semi, che sono stati ingeriti dai volatili", senza citare fonti ma con un link. Il link -sulla parola "implicherebbe"- rimanda al blog di Beppe Grillo e cita la ditta Tampieri di Ravenna.
(http://www.tampieri.com/view.jsp?s=7&p=11)
Ora questa ditta è una distilleria e una fabbrica di olii da semi e anche una centrale elettrica a biomasse (in fondo una specie di inceneritore)che emana una puzza insopportabile e aggiunge il proprio inquinamento a quello delle varie industrie chimiche e agli inceneritori della zona (http://rsemiliaromagna.wordpress.com/2009/04/03/ravenna-diciamo-no-alla-centrale-a-biomasse/).
Possiamo quindi sperare che la moria di tortore di Faenza e la sua stramba eco mediatica possa comunque avere un effetto benefico: attirare l'attenzione sull'inquinamento terribile della zona che a mio parere potrebbe esserne la causa!
@La Tigre Della Malora:
Il link che hai "postato" verso il sito con la mappa è molto carino anche se non ho ben capito se il tono è serio (cioè vuole aggiungere il proprio contributo al "casino" mediatico) o se è satirico. In ogni caso vorrei precisare che le molte bandierine includono anche morie di stelle di mare e meduse per cause notissime (il freddo)su buona parte della costa Est degli Stati Uniti; in thailandia morie di tonnellate di pesci di allevamento per causa nota (maree et scarsa ossigenazione); ecc.
Il tutto porta quindi tanta acqua al mulino di Paolo: le morie sono frequentissime ovunque, speeso con cause note, talvolta con cause ignote. Non facciamone un dramma...
Gregorio: non sono veterinario ma nessuno ne ha parlato, anche perchè a quanto pare i mangimi sono stati usati solo in allevamento e oltretutto erano innocui (oddiooddiosperodaverloscrittogiustochefiguraseno) per gli animali che li consumavano.

Se ben ricordo la diossina si concentra soprattutto nei grassi e le uova ne sono ricche. Peraltro non ho letto da nessuna parte le quantità di diossina nelle uova e se questa sia tossica per il consumo umano. Non dico di mangiarle, ma probabilmente non fanno morire..
Per il Lupo della Luna

...e oltretutto erano innocui (oddiooddiosperodaverloscrittogiustochefiguraseno)

Intendi dire che in passato lo hai scritto con la Q e sei stato bacchettato sulle mani per questo?
@ Fabrizio Faleni

Il mio (come sempre, non ci si conosce) è un tono ironico.
Fabrizio,

Il tuo ink rimanda ad un articolo non firmato della TSI

E' firmato, e da me.
Straker ha già trovato la spiegazione per la moria di pesci e volatili: lo spostamento del Nord magnetico alla velocità di oltre 60 Km all'anno!
alla velocità di oltre 60 Km all'anno!

L'avrà misurata col suo telemetro?
Ehm, Paolo, l'articolo della TSI sulla morìa di uccelli appare non firmato anche a me. Anche con la ricerca in Firefox del tuo nome nella pagina, non si ottengono risultati… Problemi di browser/piattaforma/formattazione/scie chimiche?
Ehm, Paolo, l'articolo della TSI sulla morìa di uccelli appare non firmato anche a me.

Accidenti, è vero: la firma non compare agli utenti che non hanno login e password sul sito. Non me ne ero mai accorto e chiedo scusa per l'errore.

Comunque confermo che gli articoli che ho linkato sono stati scritti da me.
"Straker ha già trovato la spiegazione per la moria di pesci e volatili: lo spostamento del Nord magnetico alla velocità di oltre 60 Km all'anno!"

Che dilettante. Roberto Morini, sedicente fisico, ha fatto molto di più. Per la fisica secondo Morini, sarà bene che nessuno di noi abbia mai l'ardire di staccarsi dal suolo, nemmeno con un saltello: potrebbe schizzare in un secondo di 400 metri, immaginatevi la scena con tanto di effetto Doppler :D

La conservazione della quantità di moto gli è evidentemente ignota :D

Beh certo, basta far finta che la forza di gravità non esista. Newton ormai è meno che polvere, a furia di rigirarsi nella tomba.
@ǚşå÷₣ŗẻễ

Guarda che il Prof. Morini è un eminente Fisico Nucleare per cui devi fidarti delle cose che dice.
Se stai volando con un aereo verso Est lungo l'Equatore e vuoi sganciare una bomba con la certezza di colpire l'obiettivo, prima di tutto devi compensare la velocità di rotazione terrestre pari a 16.560 Km/h; procedendo a quella velocità sei fermo rispetto alla Terra e quindi, se sei sulla verticale del bersaglio, puoi sganciare la bomba a piombo.

Io mi auguro solo che Morini non abbia veramente una laurea in Fisica Nucleare; altrimenti, sarebbe necessario chiedere spiegazioni all'Università che gliela ha data.
@ Accademia

Da qualche parte (Mi sembra fosse un libro di grammatica), avevo letto che, dopo aver aperto una parentesi (O, come direbbe Totò, una "parente"), bisognerebbe usare la lettera maiuscola (Come ho fatto tre volte nel corso di questo periodo). Cosa ne pensi?

Nel caso fosse vero dovresti aggiungere questa ignobile correzione alla tua lista nel post iniziale.
Per Adanedhel

Da qualche parte (Mi sembra fosse un libro di grammatica), avevo letto che, dopo aver aperto una parentesi (O, come direbbe Totò, una "parente"), bisognerebbe usare la lettera maiuscola (Come ho fatto tre volte nel corso di questo periodo). Cosa ne pensi?

Non ho mai sentito questa regola. Non vorrei che fosse presa pari pari da qualche lingua straniera (sì, ogni lingua ha sue piccole varianti per maiuscole e minuscole) e trasposta in italiano.

Su questi argomenti, comunque, spesso le grammatiche tacciono, sono questioni che esulano un po' dal loro campo. In italiano fa testo il Manuale di stile di Roberto Lesina. Un manuale di stile online, che mi pare ben fatto, usa spesso le parentesi, e la prima parola ha la maiuscola solo in un caso specifico: un periodo indipendente.
Qualche anno fa nella zona in cui abita la mia famiglia erano stati trovati un centinaio di conigli morti. La cosa era stata riferita su qualche giornale locale, ma ovviamente non aveva mai raggiunto la stampa nazionale. Fosse successo adesso, probabilmente si sarebbe meritata almeno un servizio sui tg principali...
Questo commento è stato eliminato dall'autore.
@santana
Puoi dirmi in due parole, se è possibile farlo in due parole, perchè è sbagliato?
Ho l'impressione che Tesla sia un folletto e null'altro, ma vale la pena puntare il dito sulla sua prosa involontariamente comica:

oops, dimenticavo di scrivere sul sito di uno che per lui è tutto normale...anzi guai criticare

Guai a criticare.

o dubitare degli eventi che accadono nel mondo,per carità.Anche se ti raccontano stronzate grandi come case,va bene, va tutto bene...

Gli spazi dopo i segni di interpunzione, questi sconosciuti.

Il sito parla chiaro "DISINFORMA"tico ...quel "tico" non so a cosa serve.Sono uno che associa alle parole il loro reale significato,

Impossibile: tu non conosci il significato di nessuna parola; e i risultati si vedono.

cosa che per voi è impossibile a quanto pare.
Non so come la gente riesca a farsi infinocchiare da te,ok,sei pubblicizzato,hai amici importanti(parlo del livello tuo,sei una pedina messa in un posto per svolgere il tuo vomitevole compito sei...lascio immaginarlo


Lo lascio immaginare.

a te,vedo che di fantasia non te ne manca...)

La fantasia non ti manca.

ma è davvero assurdo,la cosa più spaventosa caro

Dopo litri di veleno sputati, un po' di dolcezza. Caaaaaaro! Bciù bciù.

è che credono alle scemenze che dite,spesso mi chiedo se la gente vive in uno stato di trans,

Stato di trance. Le trans sono quelle che amano frequentare Marrazzo e Elkann, abbreviazione di transessuale.

la vedo spenta,spersonalizzata,fuori/staccata dalla realtà,si vive in un mondo talmente effimero ormai che tutto può essere vero e tutto può essere falso...

"Effimero" significa che dura un giorno, e per estensione di breve durata. Evidentemente lo confondi con "vanesio".

che tristezza.

Scusami se ho disturbato la tua quiete non sono una persona che ha problemi come dite voi,


Con la lingua italiana ne hai, e molto gravi.

ogni qualvolta

Ogniqualvolta; oppure: ogni qual volta.

qualcuno denuncia un fatto scomodo al sistema,

Chi ha denunciato, e quale fatto scomodo? Nemmeno riesco a individuarli: né la persona, né il fatto scomodo.

ho solo postato quello che penso ,se ancora è possibile.
Del resto non posso farci niente,chi capirà bene chi no,s'arrangia.


Virgola dopo bene.

Ciao.
(scusatemi per gli errori e del linguaggio poco forbito,sono un sempliciotto che coltiva la terra)


Temo nemmeno quello: chi coltiva la terra un minimo di equilibrio mentale deve averlo. E si suppone che di uccelli morti ne abbia visti, qualche volta.
Oggi ben due commenti trattenuti in coda di moderazione. La domenica il filtro antispam fa gli straordinari.
@jekron: E' sbagliato perchè tutte le cose all'interno del sistema di riferimento "pianeta Terra" sono già in movimento alla velocità della Terra, quindi non bisogna considerare il moto di rotazione nel caso dell'aereo: pensaci, se fosse davvero così sarebbe come ha detto usa-free, al primo saltello vedresti la Terra scorrere sotto i piedi ad una velocità spaventosa, e questo è assurdo :)
e un articoletto sul Theta Healing non lo vogliamo fare?
Alla moria di peschi ,di tortore e uccelli in questo modo c'è sempre un fattore scatenante : vuoi l'avvelenamento , per i volatili posso pensare alle forti turbolenze in quota o a qualsiasi cosa che abbia reso loro impossibile il volo !
@impe
Capito. Avevo ben in testa il fatto che la terra si "tira dietro" anche l'atmosfera. Però è sbagliato dire che se volo a, per es., 10.000 metri di altitudine verso est impiego meno tempo a fare 5.000km rispetto a volare verso ovest? Devo andare a veder i tempi di volo di una compagnia internazionale...
Scusate ma non nego di avere in testa idee po' fumose su certi argomenti...
@jakron
Ti consiglio una lettura illuminante:
Dialogo sui massimi sistemi
Autore: Galilelo Galilei
(ed è passato mezzo millennio...)
brutta giornata oggi, in due righe due errori:
Galileo Galilei e son passati (solo) quattrocento anni
Questo commento è stato eliminato dall'autore.
@ivano
Quando avrò tempo lo leggerò però, senza far polemiche, quando mi chiedono perchè, in contabilità, l'entrata di casas, cioè denaro contante, va registrata in DARE, non è che dico loro di andare a leggere "Summa de arithmetica, geometrica, proportioni et proportionalita" di Luca Pacioli, frate, edito nel 1494, ben prima di Galileo Galilei...
Mi bastava un si-no.
Cordialità
Quando avrò tempo lo leggerò però, senza far polemiche, quando mi chiedono perchè, in contabilità, l'entrata di casas, cioè denaro contante, va registrata in DARE, non è che dico loro di andare a leggere "Summa de arithmetica, geometrica, proportioni et proportionalita" di Luca Pacioli, frate, edito nel 1494, ben prima di Galileo Galilei...
Mi bastava un si-no.


Non ha tutti i torti.
La risposta è che la direzione di volo (est oppure ovest) non ha influenza sulla velocità del tuo volo rispetto al suolo, se non in misura piccola e per cause diverse da questa.
Però per spiegarne i motivi occorre un consiglio di lettura da qualche fisico; io non ne so abbastanza.
@jekron: In realtà non è per l'atmosfera, sono le stesse leggi della meccanica che ti assicurano questo: ognuno di noi possiede una velocità nello spazio per il solo fatto di essere sulla Terra, e bisogna considerare anche questa quando si fanno questo tipo di calcoli; a conti fatti non importa quale sia la velocità del pianeta, se la velocità dell'aereo è la stessa in entrambe le direzioni il tempo impiegato a coprire un certo "tot" di chilometri è sempre quello. Penso che su wikipedia ci possano essere delle pagine adatte, o in alternativa qualsiasi libro di fisica delle superiori va bene lo stesso (e forse anche meglio).
La Littizzetto ha appena commentato (a modo suo) la moria di merli a "che tempo che fa"
Questo commento è stato eliminato dall'autore.
@impe
Grazie! Adesso DEVO approfondire! :)
@jekron

Però è sbagliato dire che se volo a, per es., 10.000 metri di altitudine verso est impiego meno tempo a fare 5.000km rispetto a volare verso ovest?

Relativamente a quanto stiamo discutendo, sì è sbagliato. Poi magari ci saranno dei venti in quota prevalenti che rendono più veloce il volo in una direzione piuttosto che in un altra (non lo so se è veramente così, sto solo ipotizzando), ma non avrebbe niente a che vedere con la velocità di rotazione della terra. Poi si potrebbe anche fare i pignoletti, tirare in ballo la forza di Coriolis, e scoprire che effettivamente c'è una piccola differenza tra il volare verso est o verso ovest, ma anche qui non so quanto sia rilevante, e comunque è una cosa totalmente diversa dal dire che la rapidità del volo cambia a seconda della direzione perché, come direbbe il professor Morini, l'aereo una volta decollato deve accelerare per rincorrere la terra.
@ Jekron

Non so quanto il consiglio di Ivano fosse serio o quanto ironico, però se vuoi approfondire la questione vale davvero la pena cercare qualche passo di Galileo (magari solo quelli principali, non tutta l'opera).
Leggendovi, mi è tornato in mente un fantastico esempio descritto da Galileo stesso, nel quale lo scienziato si immagina una goccia d'acqua che cade dal soffitto fin dentro la stretta imboccatura di un vaso. Tutto l'apparato è posto su una nave, in una stanza senza finestre. Quando la nave è in moto rettilineo uniforme, l'osservatore che si trova nella stanza non è in grado di capire se essa è in movimento oppure no, perchè la goccia d'acqua cade nel vaso esattamente come cadeva quando la nave era ferma, in barba alla velocità a cui goccia, vaso e nave si stanno muovendo :)
@Gwilbor: Mah, spero di non dire una boiata ma in un moto lungo l'Equatore la forza di Coriolis non dovrebbe avere effetti sulla durata del viaggio (in quanto è data dal prodotto vettore della velocità angolare con la velocità dell'aereo); quindi si dovrebbe solamente avere l'aereo "spinto in su" se viaggia in un verso e "spinto in giù" se viaggia nell'altro. Dovrebbe invece avere un piccolo contributo lungo un tragitto Polo-Equatore. Sottigliezze comunque, che non modificano la sostanza dei fatti :)
Errata corrige: "velocità angolare terrestre"
Mi bastava un si-no.

Non ha tutti i torti.

Solo uno, ha scritto sì senza accento :D

Tornando alle cose serie, l'ipotetico aereo fa parte del sistema terra se decolla dalla terra. Ma se invece arrivasse (per assurdo) da fuori il sistema (dallo spazio) e poi cominciasse a volare in atmosfera? Quando diverrebbe "solidale"? In che punto?
Per la risposta alla domanda di Luca lascio la parola agli informatici.

Non conosco le specifiche, ma è certamente fattibile. Soluzione hard-core: evitare che un sito possa richiedere la lista dei fonti e delle estensioni. Soluzione soft-core: riconoscere le specifiche chiamate usate e gestirle come si vuole.

Si tratterebbe anche di lavori abbastanza banali, la potenza di queste dimostrazioni sta nell'idea, non nella tecnica: non sono le chiamate in sé ad essere notevoli, ma l'uso che se ne fa.
@TheDrakkar: Così a caldo secondo me, per conservazione della quantità di moto (nell'ipotesi più semplice di assenza di atmosfera) un oggetto proveniente dallo spazio dovrebbe davvero raggiungere la velocità di rotazione del pianeta per diventare "solidale" con esso (naturalmente se ci fosse l'atmosfera allora le cose andrebbero diversamente). Attendo comunque smentite, se necessarie.
Scusate, ma teorie discutibili a parte, qual è una spiegazione scientificamente plausibile di queste morie?
I luoghi al momento pare siano Arkansas, Louisiana, Svezia, e Italia.
In tutti questi posti è successo la notte di capodanno?
Sarebbe utile avere le date precise dei ritrovamenti, del tipo di uccelli, e del loro numero.
Trovate un paio di mappe:

http://maps.google.com/maps/ms?ie=UTF8&msa=0&msid=201817256339889828327.0004991bca25af104a22b&ll=3.513421,22.5&spn=147.981983,98.4375&z=1

http://maps.google.com.sg/maps/ms?source=s_q&ie=UTF8&hl=en&msa=0&msid=214033381917754770249.00049914669207a782c3e&ll=51.835778%2C55.195313&spn=141.332564%2C96.679688&t=h&z=2
@jumpjack
La spiegazione più plausibile è un meccanismo psicologico simile alla pareidolia, nel senso che gli episodi sono singolarmente spiegabili in vari modi, non sono legati tra loro e la loro frequenza è statisticamente irrilevante. E' l'attenzione dei media, che è superiore...
Quando cominciarono seriamente a parlare di rendere obbligatorio il casco per i ciclomotori, improvvisamente sembrava che da quel momento ogni giorno morisse qualcuno per incidente mentre prima fosse una rarità.... No, sono i media che cavalcano l'argomento... Tutto qui.
Per GuidoBH

Quando cominciarono seriamente a parlare di rendere obbligatorio il casco per i ciclomotori, improvvisamente sembrava che da quel momento ogni giorno morisse qualcuno per incidente mentre prima fosse una rarità.... No, sono i media che cavalcano l'argomento... Tutto qui.

Io la ricordo in maniera leggermente differente, e forse è stato uno dei rari casi in cui l'attenzione morbosa dei media è stata a fin di bene.
Era il 1985 o 1986, ed era appena stata approvata una legge che rendeva possibile, e senza grandi trafile burocratiche, il trapianto di cuore col consenso dei familiari della persona appena deceduta.
Gli espianti di cuore al fine di trapianto su persona cardiopatica finiti in prima erano di ragazzi sotto i 18 anni morti sbattendo la testa in motorino. Tutti i casi, nessun escluso.
La legge sul casco obbligatorio, che giaceva coperta di ragnatele in qualche commissione, venne approvata in tempi rapidissimi.
Finché i parlamentari leggevano cifre sulla carta, non erano in grado di apprezzare la gravità di un problema in Italia abbastanza grave (giovani motociclisti inesperti e temerari).
alla velocità di oltre 60 Km all'anno!

L'avrà misurata col suo telemetro?


Dici il Newcon-4000? può essere. In ogni caso lui la velocità la esprime sempre in kilojoule di metri.
@Accademia
Certo, è andata come dici tu: in quel caso, anzi, la pressione da parte dei media fu determinante per vincere le consuete resistenze (perchè c'è sempre qualcuno pronto a fare barricate in nome del sacrosanto diritto individuale e della privazione delle libertà dell'individuo - nota polemica: però la "par condicio" che sancisce legalmente la mia incapacità di discernere tra la verità ed Emiio Fede ce la siamo dovuti sorbire!) e accelerare i tempi.
Nel mio esempio non volevo prendermela con i media, solo nell'esempio, si capisce! Per il resto sono loro corresponsabili dell'involuzione dello scetticismo cosmico....
@Impe
Mah, spero di non dire una boiata ma in un moto lungo l'Equatore la forza di Coriolis non dovrebbe avere effetti sulla durata del viaggio

No anzi hai fatto bene a riprendermi perché avevo complicato inutilmente il discorso, trattasi infatti di banale forza centrifuga, come avevi giustamente intuito.

@theDrakkar
Tornando alle cose serie, l'ipotetico aereo fa parte del sistema terra se decolla dalla terra. Ma se invece arrivasse (per assurdo) da fuori il sistema (dallo spazio) e poi cominciasse a volare in atmosfera? Quando diverrebbe "solidale"? In che punto?

Un conto è "fare parte di un sistema", un conto è esserne solidali. Un oggetto è solidale con qualcosa se rimane immobile rispetto ad esso. Quindi l'aereo è solidale con la terra quando non si muove rispetto al suolo. Il discorso sul "fare parte del sistema" non ha una risposta precisa, decidi tu cosa fa parte del sistema oppure no.
Per divertirsi un po', si possono leggere le possibili spiegazioni alle morie di uccelli e pesci avanzate da chi di scienza sa poco o niente! :-)
http://beforeitsnews.com/story/336/601/10,000s_of_Birds_found_dead_in_Manitoba.html
(vedere i link correlati).
Potrebbe essere persino colpa dell'arcobaleno!

No, dai, sul serio, malattie che sterminano 5000 uccelli lo stesso giorno nello stesso posto non credo che esistano, dev'essere un fenomeno "impulsivo", cie' momentaneo/subitaneo (anche se non riesco a immaginare cosa: senza avere dati sulle "autopsie" si puo' dire tutto e il contrario di tutto!)
Per le morie di uccelli (che tanto mi ricordano la "moria delle vacche" di Totòpeppiniana memoria), al di là delle motivazioni reali a me e non solo sconosciute, mi ricordano un vecchio teorema statistico che trovai enunciato su un vecchio Martin Mystere come dimostrazione dei detti "non c'è due senza tre" e "le disgrazie non vengono mai da sole", ovvero che gli eventi straordinari (gli stormi di uccelli che cadono morti dal cielo) tendono a verificarsi in un lasso di tempo ristretto rispetto agli eventi ordinari (gli uccelli che rimangono in volo).
@jekron:
Però è sbagliato dire che se volo a, per es., 10.000 metri di altitudine verso est impiego meno tempo a fare 5.000km rispetto a volare verso ovest?

Già il fatto di mettere la domanda in questi termini significa che la causa è un'altra.

La Terra ruota verso est, quindi se sei più veloce andando verso est (plausibile in alcuni casi) significa non solo che la rotazione terrestre non ti dà fastidio ma che inoltre hai un ponentino che ti spinge ulteriormente verso est.
@comm 64
In tutti questi posti è successo la notte di capodanno?
Sarebbe utile avere le date precise dei ritrovamenti, del tipo di uccelli, e del loro numero.


Magari i volatili hanno una data di scadenza: "Atterrare prima del gg/mm/aaaa".


@comm 67
Cinicamente: riducendosi la disponibilità di organi vi fu anche una pari riduzione di trapianti? Conseguentemente un aumento di mortalità tra chi era in lista d'attesa?
Per granmarfone

Cinicamente: riducendosi la disponibilità di organi vi fu anche una pari riduzione di trapianti? Conseguentemente un aumento di mortalità tra chi era in lista d'attesa?

Nell'immediato, direi di no: la legge venne approvata rapidamente, ma all'inizio chi la rispettava? E non credo ci fossero già direttive sui caschi omologati, dunque qualsiasi oggetto di plastica messo in testa faceva brodo, anche quelli che non proteggevano affatto.

Alla lunga, forse ci fu una flessione dei morti minorenni. Ma si muore giovani anche per incidenti sul lavoro, anche per tumori, per suicidio.
In prospettiva, io non ci credo che proprio tutti i cuori trapianti della prima ora provenissero da ragazzi andati a sbattere col motorino: ce n'era anche qualcuno di provenienza meno tragica. Ma i giornali parlavano solo di incidenti stradali col cinquantino...
Magari i volatili hanno una data di scadenza: "Atterrare prima del gg/mm/aaaa".

Solo 10 anni prima avremmo potuto incolpare il millennium bug
Questo commento è stato eliminato dall'autore.
Alla lunga, forse ci fu una flessione dei morti minorenni. Ma si muore giovani anche per incidenti sul lavoro, anche per tumori, per suicidio.
In prospettiva, io non ci credo che proprio tutti i cuori trapianti della prima ora provenissero da ragazzi andati a sbattere col motorino: ce n'era anche qualcuno di provenienza meno tragica. Ma i giornali parlavano solo di incidenti stradali col cinquantino...


Sono abbastanza vecchio da ricordare bene tutta la vicenda.
Due osservazioni.
1) in genere per i trapianti non si utilizzano organi provenienti da donatori con malattie tumorali, siano esse o no la causa della morte.
2) Le prime settimane dopo l'inizio dei trapianti effettivamente TUTTI i cuori provenivano da ragazzi morti in motorino. La litania al termine del servizio del telegiornale ("il donatore era un ragazzo morto col motorino, il donatore era un ragazzo morto col motorino, il donatore...") fu, come giustamente ricordi, quello che spinse tutti in Italia a chiedersi "Ma dannazione, QUANTI ragazzi muoiono perchè cadono col motorino?" e il legislatore ad agire di conseguenza.
Per martinobri

Sono abbastanza vecchio da ricordare bene tutta la vicenda.

All'epoca eri minorenne anche tu.

Due osservazioni.
1) in genere per i trapianti non si utilizzano organi provenienti da donatori con malattie tumorali, siano esse o no la causa della morte.


Ma nemmeno per un trapianto del cuore? Il tumore al cuore è rarissimo.
@Granmarfone
Confermo: la moria di uccelli è avvenuta la notte di capodanno in località Polenta.
Nella stessa località a pochi giorni di distanza è avvenuta una seconda moria, questa volta di pesci: merluzzi bianchi trovati morti sotto sale.

Ciao

Carson
@gwilbor

Eh, lo sapevo.. per la fretta ho peccato di cattivo lessico ed ora ne pago le conseguenze.. :-) Cerco di formulare la mia domanda meglio:

Sulla terra un aereo che decolla e poi ci vola sopra possiede la velocità di rotazione della terra, o perlomeno così mi pare di aver capito. Stessa cosa dicasi per usafree che salta. Quello che mi chiedo è dove finisce questa comunanza, cioè mettiamo che usafree salti e arrivi a 1 metro di altezza, mantiene la velocità della terra. Mettiamo che il salto sia di 10 metri; idem come sopra. E 100 metri? Idem. E 10 km? Idem. E 100 km? Idem.. forse.. e 1000? e 10000?
E se invece di staccarsi da terra con un salto usafree arrivasse dallo spazio e, invece di atterrare, rimanesse in aria a 10 metri di altezza, che velocità dovrebbe avere per ruotare insieme alla terra avendo sempre il solito punto sotto di esso?

Insomma si capisce che non ho la più pallida idea di che forze siano in gioco, troppe sigarette in bagno nell'ora di fisica del bienno :D
Oh bella: a me oggi è caduta in forno un'orata in crosta di sale, alle 12,45.
Che sia perché il sale è dannoso alla salute?
"Oh bella: a me oggi è caduta in forno un'orata in crosta di sale, alle 12,45."

Ti tratti bene eh? A parte che oggigiorno per trovare delle orate decenti...
Sono abbastanza vecchio da ricordare bene tutta la vicenda.

All'epoca eri minorenne anche tu.


Eh, magari.


1) in genere per i trapianti non si utilizzano organi provenienti da donatori con malattie tumorali, siano esse o no la causa della morte.

Ma nemmeno per un trapianto del cuore? Il tumore al cuore è rarissimo.


Confesso che non lo so
Ma nemmeno per un trapianto del cuore? Il tumore al cuore è rarissimo.

Credo che il rischio sia nella metastatizzazione ovvero il pericolo che vi siano cellule tumorali provenienti da un qualsiasi organo, presenti e non rilevabili in un tessuto o fluido e in grado di diffondere la malattia. Chi correrebbe un simile rischio?

Sul sito AIDO leggo che
"In presenza di malattie infettive trasmissibili, l’idoneità dell’organo al trapianto è scrupolosamente valutata dai medici con specifici esami. In qualche caso, la malattia di uno o più organi non pregiudica la utilizzazione di altri organi o tessuti per il trapianto".

E su ForumSalute si legge:
"Numerosi e dettagliati sono gli esami effettuati sugli organi prelevati, sia in laboratorio, sia al momento del prelievo, come ad esempio la biopsia che consiste nell'esame microscopico di un pezzetto di organo. Il donatore, inoltre, viene sottoposto ad una lunga serie di accertamenti, volti ad escludere la presenza di malattie infettive trasmissibili e di tumori. Viene analizzata accuratamente anche l'anamnesi del donatore, cioè la sua storia clinica e comportamentale, in modo da fugare ogni dubbio sulla sua reale capacità di donare organi sani. Nonostante siano eseguiti tutti i controlli possibili, il trapianto, proprio come una trasfusione di sangue, porta in sé un minimo rischio di trasmissione di malattia dal donatore al ricevente; tale rischio è piccolissimo rispetto a quello che il paziente corre se non si sottopone al trapianto e, quindi, non deve rappresentare un motivo di apprensione, o peggio, di rifiuto del trapianto nel momento in cui ve ne sia il bisogno e la possibilità.
E' certo, comunque, che ogni volta che si ha la certezza o anche solo il fondato sospetto che il donatore possa trasmettere una malattia, gli organi non vengono prelevati".

Credo anche che un malato di tumore sia escluso dalla possibilità di donare sangue.
@theDrakkar

Forse ho capito il tuo dubbio. Però inizio inizio lo stesso a risponderti facendo finta di non avere capito: la "comunanza" non inizia e non finisce mai, l'aereo sarà sempre soggetto al principio di inerzia, che è universale. Il discorso di saltare e mantenere la velocità della terra... è una contraddizione in termini: se salti, stai accelerando verso l'alto, quindi stai modificando la tua velocità. Quando ti stacchi dal suolo, sei soggetto all'accelerazione gravitazionale, quindi ancora stai cambiando la tua velocità.

Detto questo, cerco di venirti incontro. Tu probabilmente hai un'idea intuitiva del fatto che se lancio un oggetto molto in alto, questo non ricade nello stesso punto nonostante tu l'abbia lanciato perfettamente in verticale. Effettivamente è vero, ma questo non avviene perché l'oggetto ha perso comunanza con la terra, ma perché qualsiasi oggetto che si avvicina e allontana dall'asse di rotazione subisce l'effetto coriolis (questa volta sì l'ho citato a proposito), e quindi sembra frenare mentre sale e riaccelerare mentre scende (intendo frenare e riaccelerare verso est), nel complesso si ha che l'oggetto quando colpisce il suolo lo fa in verticale, ma più ad ovest. Non c'è un "tetto" oltre il quale si perde il collegamento, l'effetto c'è sempre solo che la variabile che conta è il tempo: nei "salti" normali il tempo di volo è troppo breve perché l'effetto sia rilevabile.

E se invece di staccarsi da terra con un salto usafree arrivasse dallo spazio e, invece di atterrare, rimanesse in aria a 10 metri di altezza, che velocità dovrebbe avere per ruotare insieme alla terra avendo sempre il solito punto sotto di esso?

Oh, beh, questo è facile. Supponendo di essere all'equatore, usafree si trova 10 metri più lontano dall'asse di rotazione, quindi in un giorno (circa 86400 secondi) deve percorrere 10*pigreco metri in più rispetto al suolo. Quindi deve avere 364 micrometri al secondo in più rispetto al suolo, ovvero 0.00131 km/h in più. Lascio a qualcun altro il calcolo di quanti furlong al semimese sono. :-)
@Gwilbor

L'ora è tarda per pensare a forze fittizie e sistemi di riferimento non inerziali. Ma hai detto una cosa che mi ha fatto venire un dubbio sugli effetti della forza di Coriolis. Il mio schema mentale è: un oggetto cade grazie alla forza di gravità e, a causa della forza di Coriolis, si sposterà verso est rispetto alla verticale (in entrambi gli emisferi) -> vettore velocità verso il basso, vettore velocità angolare sud-nord. Adesso il viceversa: un oggetto sale verso l'alto e viene frenato dalla forza di gravità. In questo caso, salendo, dovrebbe spostarsi verso ovest -> vettore velocità verso l'alto (stessa direzione di prima, ma verso opposto), vettore velocità angolare sempre sud-nord. Quindi caso finale: lancio un oggetto verso l'alto e questo ritorna a terra. Cosa combina la forza di Coriolis in questo caso? Visto quanto detto sopra e la simmetria del sistema, l'oggetto dovrebbe cadere esattamente nel punto da dove è stato lanciato.

@theDRaKKaR l'Omeopata

Non ci provo nemmeno a darti adesso una risposta: non so nemmeno se ci riuscirei vista la ruggine accumulatasi nel cervello. Ma aggiungo solo alcune note: in tutto questo, oltre alla velocità di rotazione (~1670 km/h all'equatore) ricordati anche la velocità di rivoluzione della terra intorno al sole (~107.000 Km/h). Prova a pensare al povero aereo se dovesse usare i suoi motori per non restare indietro! Aggiungi poi la velocità del sistema solare in rotazione intorno al "centro" galattico e così via.
@Atollo299
Quindi caso finale: lancio un oggetto verso l'alto e questo ritorna a terra. Cosa combina la forza di Coriolis in questo caso? Visto quanto detto sopra e la simmetria del sistema, l'oggetto dovrebbe cadere esattamente nel punto da dove è stato lanciato.

Risposta matematica: per passare dall'accelerazione alla posizione devi integrare due volte, non una!

Risposta più intuitiva: se con una macchina (partendo da fermo) acceleri in avanti per un certo periodo, e poi freni con una accelerazione perfettamente simmetrica alla precedente, quello che ottieni è che ritorni ad avere la stessa velocità di partenza (ovvero ti fermi di nuovo) ma sicuramente *non* ritorni al punto di partenza.

Ah, nel mio messaggio di ieri sera c'è un errore matematico estremamente banale, per passare dal raggio alla circonferenza si deve moltiplicare per 2*pigreco! Roba da geometria delle elementari, vabbè, diciamo che è colpa dell'ora tarda. :-)
Per Martinobri, Adp e Granmarfone

Mio padre è morto 15 anni fa di tumore al colon e l'unica cosa che si è potuta donare sono state le retine.
@Gwilbor

Grande Gwilbor! Hai evidentemente ragione. Nel mio modello notturno ho erroneamente trattato l'azione della forza di Coriolis all'inversione del moto nella direzione verticale; in questo caso l'effetto non sara` quello di spostare l'oggetto verso est, ma di decelerare il suo moto in quel momento diretto verso ovest. Risultato netto alla caduta a terra: spostamento verso ovest. Se avro` tempo e voglia mi faro` i conticini, tanto per risvegliare i neuroni. Adesso ho potuto pensarci solo qualche minuto durante la pausa pranzo.

Ho imparato almeno una cosa: ad una certa ora e` meglio andare a dormire invece di dire cavolate!
@theDRaKKaR:
Cerco di completare la risposta alla tua domanda in termini semplici sperando di evitare strafalcioni. A quanto ho capito a te interessava soprattutto cosa succede ad un oggetto che parte dalla Terra e se ne allontana, e viceversa.

L'oggetto che si stacca dalla Terra continua ad avere la stessa velocità angolare della Terra nel suo moto di rotazione, ma tende a venire attratto a terra dalla forza di gravità.
Continuando a salire e allontanandosi sempre di più dal terra, continuerà ad orbitare intorno alla terra finché, battendo la forza di gravità, si allontanerà dalla Terra "andando per la tangente" (non letteralmente ovviamente).

Il caso dell'oggetto che rientra a Terra ovviamente dipenderebbe dall'angolazione e dalla velocità con cui rientra. Se rientrasse con un'angolazione di 90 gradi allora avrebbe velocità angolare nulla rispetto al centro della terra, quindi per avere un moto solidale con la superficie dovrebbe raggiungere da zero la sua velocità (all'equatore circa 1670 km/h).
Il fatto di essere vicino alla Terra in rotazione non avrebbe comunque nessuna influenza sul suo moto intorno ad essa, a parte ovviamente l'attrito con l'aria.
@usa-free:
Cosa che qualsiasi sito è in grado di fare se non tarocco lo user agent. Per quanto riguarda i tentativi di carpire ulteriori informazioni sul mio sistema, nessuno di essi è andato a buon fine, riportando un laconico 'No javascript'.

Ma è una dimostrazione delle informazioni che chiunque può utilizzare con facilità per tracciarti, mica ha la pretesa di fare nessun miracolo;)
E infatti sono principalmente lo user agent (browser e sistema operativo) e la lingua.
Altre informazioni (font, plugin ecc...) si possono avere con chiamate javascript, quindi se l'hai disattivato o usi noscript o similari non sono rilevabili.

A volte comunque di javascript non c'è neanche bisogno: io sto usando Firefox 4 beta 8 in italiano su Linux 64 bit... se ci aggiungi l'area geografica ricavabile dall'IP (che è volutamente trascurato da Panopticlick) credo proprio di essere univoco perfettamente individuabile:P

Comunque di estensioni per Firefox per evitare questo tipo di tracciamenti ce ne sono una marea... quelle che modificano lo user agent, quelle che non rispondono alle richieste javascript, quelle che rispondono ogni volta in maniera diversa... addirittura, e mi pare che qui se ne fosse già parlato, ce ne sono che cambiano i dati continuamente o che fanno ogni tanto ricerche random su google per evitare che l'utente venga profilato:P
... A quanto ho capito a te interessava soprattutto cosa succede ad un oggetto che parte dalla Terra e se ne allontana, e viceversa. ...

Scusate, ma per queste cose non ci sono gli studi aerospaziali per le rotte dei vari satelliti/Shuttle/ISS eccetera?