skip to main | skip to sidebar
364 commenti (ultimi)

Repubblica: Atlantide scoperta in Google Earth. Di nuovo

L'articolo è stato aggiornato dopo la pubblicazione iniziale.

Quelli di Repubblica non imparano mai. Non è bastata la figuraccia di Alessandra Farkas sul Corriere poco più di un anno fa esattamente sullo stesso tema. Nooo. Repubblica oggi ripropone pari pari la stupidaggine della scoperta di Atlantide nelle immagini di Google Earth.

Spiegare loro che si tratta di artefatti di scansione dei fondali e di compressione delle immagini, come avevo già fatto a febbraio 2009? Inutile. Provo a riproporre la dimostrazione di come si può usare lo stesso effetto per “scoprire” Atlantide sulle chiappe di Belen Rodriguez. Forse quella la capiscono. O magari credono di essere davanti allo specchio. Bah.

Di fronte a questa marea montante di cretinate sparate dai giornali italiani, non resisto all'idea di proporre un gesto di protesta. Non comprateli più. Se li sfogliate online, passate da Anonymouse o simili per ridurre il conto dei visitatori unici. A questi pennivendoli non interessano i valori come l'onestà, il rigore, la verifica delle fonti. Interessa solo riempire il vuoto fra una pubblicità e l'altra e ottenere cliccate. E allora diamo loro una svegliata stuzzicandoli dove sono sensibili: nel portafogli. Niente vendite, niente clic? Niente inserzionisti. Tu dare me notizie corrette, io dare te soldi. Così magari capiranno che siamo stufi di pagare e perdere tempo per leggere montagne di cazzate e correggeranno il tiro. Magari.

Grazie a tutti coloro che mi hanno segnalato l'ennesimo caso di giornalismo trash e che hanno segnalato l'ulteriore ironia di questa vicenda: Repubblica stessa smentiva altrove la medesima scoperta un anno fa. Chi ha redatto la photogallery di oggi non ha neanche cercato negli archivi del suo stesso giornale. Ma non ritratta o corregge la photogallery. Perché? Perché conta come clic. Ennesima dimostrazione del fatto che testate come Repubblica e Corriere ormai pensano solo a raggranellare visitatori. E poi guardano i blogger dall'alto in basso. Che pena.

Aggiornamento: la photogallery è stata rimossa oggi pomeriggio.
Invia un commento
I commenti non appaiono subito, devono essere tutti approvati da un moderatore. Lo so, è scomodo, ma è necessario per tenere lontani scocciatori, spammer, troll e stupidi: siate civili e verrete pubblicati qualunque sia la vostra opinione; gli incivili di qualsiasi orientamento non verranno pubblicati, se non per mostrare il loro squallore.
Inviando un commento date il vostro consenso alla sua pubblicazione, qui o altrove.
Maggiori informazioni riguardanti regole e utilizzo dei commenti sono reperibili nella sezione apposita.
NOTA BENE. L'area sottostante per l'invio dei commenti non è contenuta in questa pagina ma è un iframe, cioè una finestra su una pagina di Blogger esterna a questo blog. Ciò significa che dovete assicurarvi che non venga bloccata da estensioni del vostro browser (tipo quelle che eliminano le pubblicità) e/o da altri programmi di protezione antimalware (tipo Kaspersky). Inoltre è necessario che sia permesso accettare i cookie da terze parti (informativa sulla privacy a riguardo).
Commenti
Commenti (364)
Perché voi li comprate ancora?
Io tutte le volte che penso al quotidiano, penso che pubblicano stronzate con i miei soldi, e spesso queste stronzate sono pure palesemente di parte e vanno contro tutto ciò per cui lotto ogni giorno, vedi "Il giornale".
Sì Daniele, ma qui stiamo parlando delle idiozie di Repubblica. ;)
ho visto l'articolo su Repubblica online e ho pensato al tuo post del meteorite (della serie: oggi non hanno notizie da pubblicare???)
Per Paolo Attivissimo

Repubblica stessa smentisce altrove la scoperta. Ma non ritratta o corregge la photogallery.

Per completezza: a leggere il sorgente della pagina quella smentita è stata pubblicata il 20 febbraio 2009. Sarebbe più corretto scrivere: "ha già smentito altrove".
Mi spiace, ma neppure io posso unirmi alla tua campagna per l'abbandono dei giornali in edicola: è da anni oramai che risparmio il mio euro quotidiano, e sono sicuro di non averci rimesso in qualità dell'informazione.
Era abbastanza ovvio:
La forma rettangolare e il reticolo ortogonale fanno pensare a città e strade, MA...
La dimensione del quadrato è di 230Km di diagonale: praticamente la "città" di Atlantide sarebbe stata grande come l'intera Sicilia!
Accademia,

non so se la tua datazione della smentita è corretta. La smentita parla dello stesso "scopritore".
Ma non so se la soluzione è smettere di comprare i giornali o usare anonymouse.
1) innanzittutto perchè gli editori potrebbero non collegare il calo delle vendite/visitatori unici con lo scadimento della qualità
2) poi perché se gli utenti più attenti abbandonassero la lettura dei giornali il fenomeno potrebbe peggiorare:
reportage su crisi egiziana - pochi visitatori unici;
photogallery su mostro Lochness - tanti visitatori.
Risultato: più notizie su mostro Lochness.
Poi dove trovare un reportage sull'Egitto? In un sito/periodico costoso e specializzato?
Forse non sarebbe un progresso.
Paolo, perché oltre all'articolo sul caso analogo dell'anno scorso sul Corriere non linki anche il tuo articolo di 2 anni fa sulla stessa identica immagine?
Così risulta più chiaro che anche questa immagine non è solo l'ennesima variante, è già vecchia e obsoleta di per sé!
praticamente la "città" di Atlantide sarebbe stata grande come l'intera Sicilia!

Tutto è relativo: quelli che lo chiamano "il continente perduto di Atlantide" probabilmente lo immaginano molto più grande! (e poi si sa che Atlantide è nel Mediterraneo, Indiana Jones l'ha scoperto da un pezzo!)
Linko anche il posto del blog ufficiale di Google:

http://googleblog.blogspot.com/2009/02/atlantis-no-it-atlant-isnt.html

Comunque, Palolo, noi potremmo anche non comprare i giornali, ma che percentuale siamo? Milioni di persone "lì fuori" non hanno il minimo dubbio che qualcosa di reale è stato trovato vicino alle coste africane, grazie a Google...
Grazie Tukler, ho aggiunto il link.
Ma Atlantide non era costruita su 3 cerchi concentrici? Perche' me l'hanno fatta diventare rettangolare? :D
Sembra l'abbiano tolta dall home page e anche dall'elenco delle gallerie "esteri" (in effetti atlantide, se esistesse, sarebbe all'estero, a meno che non si voglia seguire la teoria che si tratti della Sardegna)
Boh. Io stamattina gli ho scritto.
Mi hanno risposto, e poco dopo le foto erano sparite.
Leggi sotto:
-----------
Grazie della segnalazione.
cordiali saluti
segreteria Repubblica.it
----- Original Message -----
From: (io)
To: repubblicawww@repubblica.it
Sent: Wednesday, February 09, 2011 1:12 PM
Subject: Atlantide? No.


in relazione alle foto pubblicate oggi
http://www.repubblica.it/esteri/2011/02/09/foto/google_oceano-12243709/1/?ref=HRESS-9

Che è una bufala lo sapete certamente anche voi.
Che sia stata smentita ufficialmente da quasi due anni, forse.
http://googleblog.blogspot.com/2009/02/atlantis-no-it-atlant-isnt.html

Se lo volete in italiano dal bravo Paolo Attivissimo:
http://attivissimo.blogspot.com/2009/02/google-earth-trova-atlantide.html

Se avete a cuore un po' di credibilità, togliete quella roba.
Vabbeh, se invece è è per far divertire il pubblico di Voyager e Mystero, ciccia.

Saluti e buon lavoro,
Ma infatti se ci fai caso il titolo della galleria fotografica è No rega', ho guardato bene, effettivamente è proprio Atlantide.
Oltre a questi ciarlatani, esiste anche gente seria che fa ricerche serie e scoperte vere:

http://www.archeologia.unibo.it/NR/rdonlyres/B99E5264-31BB-48D1-ABB8-3CA0F211F7BB/0/summerschool2009.pdf

Solo che questi non fanno notizia! :)
Sono i due più diffusi in Italia.
Che facciamo, si compra tutti l'Unione Sarda e l'Eco di Mantova?
L'articolo è sparito. O, quantomeno, non funziona più il link nell'articolo di Paolo.
Paolo: anonymouse fa semplicemente da tramite ma i counter salgono ugualmente, al max mi potresti citare la cache di Google.

In ogni caso giornali online tipo il tgcom usa il simpatico trucco di refreshare in automatico la pagina dopo 1 minuto o 2: e ad ogni refresh, indovinate un po', sale di uno il pagecount.
Per Paolo Attivissimo

I conti tornano: articolo del Sun: 20 febbraio 2009.

http://tinyurl.com/5rgvzhm

Smentita di Repubblica nella sezione 24 ore, citata nel link: stesso giorno, ore 22:22. Non mi spiego altrimenti perché nel sorgente html è indicata proprio quella data.

Credo che i redattori di Repubblica abbiano riesumata la bufala stamattina copiando da un intervento su un weblog, nextgenupdate, pubblicato ieri, 8 febbraio. Non posso mettere il link, perché è un weblog a pagamento, dopo un certo numero di accessi bisogna registrarsi; si trova con google.
Paolo, il problema e; che in Italia la gente compera i giornali per i motivi piu' diversi, tra cui, a puro titolo di esempio, un'ottusa partigianeria, lo specchiarsi in chi la pensa come lui, un'abitudine calcificata e per farsi vedere da terzi che si compera QUEL giornale.

Tutti a sputtanare un giornale quando dice cazzate scientifiche, ma ad osannarlo quando parla male del politico avverso, tralasciando che ci potrebbe essere la medesima superficialita' in entrambi gli articoli.
Dopo Gabriele "Absolutely No Clue" Beccaria e Giuditta "Ricerche di ore" Mosca, credo che metterò tra i miei spazzaturavendoli preferiti chi ha partito questa chicca.
Repubblica dovrebbe pensare di fare un giornalismo realizzato meglio che fare iniziative simili tipo "fai una foto di te (con il tema del momento) per dire basta al Governo", che poi tra l'altro si scopre che non c'è nessuno che controlli le foto
qualche volta compero ancora giornali stampati, e la qualità dei contenuti è nettamente superiore rispetto alle relative versioni on-line: non che siano completamente esenti dalle stupidaggini, ma sono molto più curati sotto ogni aspetto.

ho l'impressione che ai giornali non interessi molto fornire versioni online di qualità...
Paolo Attivissimo wrote=se per protesta smettessimo di comprare i giornali?

…da mo' che ho smesso!!! o_o
ho trovata un'altra castroneria, ma penso che "Repubblica" abbia fatto solo copia-e-incolla perchè la stessa identica nota appare anche su altre testate tipo "il Giornale". http://tinyurl.com/6avvawg
Ci vuole una bona dose di nerdismo per scoprire il refuso, ed io lo scoprii...
@claudio

In ogni caso giornali online tipo il tgcom usa il simpatico trucco di refreshare in automatico la pagina dopo 1 minuto o 2: e ad ogni refresh, indovinate un po', sale di uno il pagecount.

Non è detto, dipende da come è configurato il contatore, e di solito questo tipo di connessioni sono scremate.

@Luigi Rosa
Tutti a sputtanare un giornale quando dice cazzate scientifiche, ma ad osannarlo quando parla male del politico avverso, tralasciando che ci potrebbe essere la medesima superficialità in entrambi gli articoli.

Ma, io qua mi sono occupato personalmente di dare martellate tra i denti usando come martello antipatici dati riguardo Repubblica (i miei colleghi di lungo corso ricorderanno). Certo, anche fra noi "razionalisti" ci sono veri e propri tifosi di Repubblica, ma sono sempre meno e sempre più silenziosi ;-)

Comunque occama pure il condizionale :)

@Federico
qualche volta compero ancora giornali stampati, e la qualità dei contenuti è nettamente superiore rispetto alle relative versioni on-line: non che siano completamente esenti dalle stupidaggini, ma sono molto più curati sotto ogni aspetto.

In Italia il giornale on-line è ancora culturalmente visto come il prodotto principale. Anche se già qualche anno fa si parlava di parità di fruizione (non sono informato sui dati attuali). Inoltre il giornale cartaceo è ritenuto più di approfondimenti e quindi sia la lunghezza sai la quantità degli articolo sono maggiori.

@sreafea

Trovato, è la Toei ad aver prodotto quegli anime, non Takahashi, che è autore del solo Captain Tsubasa. Forse Takahasi però è stato produttore in Toei di tali anime? Chiedo ai più otaku :-)
Errata: in Italia il giornale cartaceo è ancora culturalmente visto come il prodotto principale.
@sreafea: Può essere che Jeeg Robot, Mazinga e Goldrake fossero di Go Nagai, anziché di Takahashi?
ma se per protesta smettiamo di comprare i giornali, poi i finanziamenti pubblici aumentano?
@Impe Bingo. L'autore è Go Nagai, e nessun altro.
Come dire che la Gioconda è stata dipinta da Monet :)
Io relativamente agli anime sui giornali ne ho lette di peggio. Molto di peggio.

Comunque, fare informazione di parte (ovvero parlando bene di una formazione politica e male di un altra) è cosa ben diversa da inventare di sana pianta le notizie. Si, a volte per fare informazione di parte si inventano le notizie ma non è comunque la stessa cosa.
Si, a volte per fare informazione di parte si inventano le notizie ma non è comunque la stessa cosa

Sì! :D

È la differenza che passa tra ignoranza e mala fede :-)
Il fatto è che i giornali comunque ricevono sovvenzioni statali in quanto "il diritto all'informazione va garantito"

La frase virgolettata la ho sentita da simpatizzandi di più o meno ogni schieramento politico in Italia, seguita da: "Dovrebbero far chiudere quella porcheria [degli altri]"

Sarebbe bello poterli staccare a viva forza dalla tetta, ma credo che se fosse fattibile sarebbe stato fatto.
Intanto i giornali senza contributi statali si vendono e hanno anche un discreto successo...
"Smettere di leggere i giornali".
Personalmente ho smesso di seguire i mass media italiani da diversi anni. Sono abbonato al New York Times (IHT) e mi sembra di leggere roba di un altro pianeta.
Qua riempiono pagine e pagine su Belen, la' fanno articoli di approfondimento sui datacenter, rubriche di linguistica, reportage da tutto il mondo...
Ragazzi miei: spegnete la tv ed abbonatevi a un quotidiano estero *qualunque* e vedrete come cambia la vita!
L'articolo segnalato sul quotidiano online e' stato rimosso, o cosi' sembra. Pero' c'e' (in sua vece?) questo simpatico video: http://tv.repubblica.it/tecno-e-scienze/atlantide-bufala-su-google-earth/29677?video
Grazie Accademia, aggiorno l'articolo.
Ilgioa

Non è che il new york times sia il miglior esempio che mi viene in mente di informazione libera.

In effetti fra i giornali cartacei a pagamento non me ne viene in mente nessuno.
Per Palin

Intanto i giornali senza contributi statali si vendono e hanno anche un discreto successo...

Quotidiani, dici? Io conosco solo Il fatto quotidiano, che infatti ha problemi economici a pochi mesi dal lancio. Ce ne sono altri?
Il chè mi porta a pensare...

Un notiziario ben fatto si rivolge ad un target che non ne avrebbe bisogno ?
@Accademia: c'è anche Il Foglio tra i non sovvenzionati, che recentemente ha vinto anche un premio per il suo sito internet e la versione online.
Puffo: si e no. Credo dipenda molto dal tipo di contenuti e dal livello di approfondimento. C'è anche da dire che spesso uno compra il giornale di cui preferisce le notizie ;) quindi abbiamo chi compra Il manifesto e chi Il giornale (per dire) e li ritengono affidabili.
A dire il vero il "Fatto Quotidiano" rientra tra i giornali che ricevono i contributi dallo stato, per ora non in maniera diretta, ma fino a tutto il 2010 ha utilizzato le agevolazioni per la diffusione mezzo posta. Per quanto riguarda i contributi diretti all'editoria, bisognerà attendere il 2012 per sapere se effettivamente non ne riceverà, in quanto i contributi all'editoria vengono erogati 3 anni dopo l'anno di riferimento (a oggi sul sito del governo si possono trovare i contributi erogati fino all'anno 2008). Per ora ne ne ha ricevuti ma non ne avrebbe potuti ricevere in nessun caso, dato che è attivo dal 2009. Aspettiamo il 2012 e poi vediamo se rifiuteranno i contributi per il 2009.
Personalmente leggo spesso i quotidiani, internet è più uno svago che una fonte di informazioni (eccetto forse i siti dell' ADN Kronos e dell'Ansa) se voglio documentarmi preferisco la sana vecchia carta stampata. Se voglio approfondire un argomento compro un libro se voglio approfondire l'attualità compro un quotidiano (a dire il vero ne compro più di uno normalmente 3, di diverse aree politiche, giusto per farmi una mini rassegna stampa personale). Discorso diverso per la televisione dove i telegiornali sono per lo più show impegnati in una guerra dell'odiens.
Antonio,

sei semplicemente ridicolo!

Le agevolazioni postali sono ben poca cosa rispetto ai contributi diretti.
Queste riguardano solo gli abbonati che ricevono il quotidiano a casa, che sono solo una minima parte, molti (me compreso) sono abbonati alla versione on-line, altri utilizzano la forma dei "coupon" e un buon numero compra il quotidiano in edicola.
In ogni caso si tratta di tariffe postali agevolate (mica a scrocco), tenendo sempre in mente che le Poste Italiane operano in regime di monopolio per cui magari in un mercato piu' libero la conocorrenza potrebbe portare ad un meccanismo di abbattimento di tali tariffe rendendo superflua l'agevolazione.

Riguardo la tua subdola insinuazione di attendere i 3 anni, io non so esattamente come funzioni il meccanismo dei contributi diretti, ma se non vengono subito richiesti per l'anno X (il 2010 per esempio) dubito che li si possa richiedere a posteriori e siccome i soci del giornale dichiarano di non averli richiesti mi sa che quello che sostieni tu sia improbabile se non impossibile.
Capisco che sei abituato ad "altre" situazioni italiane in cui si dichiara una cosa e poi nel frattempo si fa l'opposto, ma per fortuna anche qui in Italia ci sono ancora le eccezioni.

Il meccanismo dei contributi diretti ha sicuramente un fine nobile per il quale e' stato istituito, ma gli eccessi e le storture che ne sono derivate imporrebbero una revisione ed un aggiornamento.

Il Fatto Quotidiano ha il merito di aver tracciato un solco rispetto a tutti gli altri e ne puo' fare (giustamente) un vanto.

Saluti.

PS: Accademia, tu hai notizie di difficolta' economiche per "Il Fatto Quotidiano"?
Siccome a me non risulta ero curioso di sapere se avevi qualche fonte in proposito.
Pablo, modera termini e tono per cortesia. Qui di tifosi politici non ne vogliamo.
Drakkar,

non mi risulta tu sia un moderatore di questo blog.
Poi il mio tono non voleva essere offensivo, posso senz'altro correggere il tiro nel senso che mi sono espresso male, il ridicolo era riferito al contenuto del commento di Antonio non certo alla persona.

Inoltre in quello che ho scritto nel commento non c'e' niente che mi possa classificare come "tifoso politico".

Quindi "abbassa la cresta" per cortesia.
OT
Scusate ma sono solo io che vedo tutti i video di youtube, vimeo ecc divisi a metà con una riga verde? Si vedono splittati, una copia sopra e una sotto. Tutto dopo l'aggiornamento di Flash player. Uso Mozilla. A voi niente? Grazie.
@george

Temo di sì...
@Adriano
Scusa se te lo chiedo ma che versione hai di Flash player? io la 10.2 r152
Signor Attivissimo, mi permetta di darle di nuovo un consiglio non richiesto.
Eviti questi attacchi schiumanti di rabbia contro il giornale la Repubblica, soprattutto dopo aver raccontato di aver sottoposto loro la sua candidatura per un posto di lavoro. Candidatura evidentemente respinta. E lei conosce la storia della volpe e dell'uva, no?
Eviti di lanciare appelli ridicoli per ridurre il numero di visitatori unici al sito Repubblica.it. Lo sa che sono più di un milione e 400 mila al giorno, no? Davvero crede di poter incidere su questi numeri?
Eviti di tirare in ballo della fantomatiche "maree montanti di cretinate" e "montagne di cazzate". Si faccia due conti su quante sono in totale le notizie pubblicate su questi due siti e quante siano in proporzione le cazzate e le cretinate.
E' molto probabile che in percentuale contengano più inesattezze, anacoluti e refusi i post del suo blog che i siti dei due quotidiani citati.
E soprattutto eviti di definire "giornalucoli" due grandi quotidiani che hanno fatto la storia del giornalismo italiano e per cui hanno scritto e scrivono firme il cui prestigio lei se può solo sognare.
@George

Questa pagina mi dice che ho la versione 10,1,102,64 su Firefox 3.6.13 in Windows XP SP3
qui l'unico che schiuma di rabbia sei tu Bn
Per Pablo

PS: Accademia, tu hai notizie di difficolta' economiche per "Il Fatto Quotidiano"?
Siccome a me non risulta ero curioso di sapere se avevi qualche fonte in proposito.


Forse sono rimasto un po' indietro, avevo letto a luglio questo articolo (e altri):

http://tinyurl.com/4u9j5ne

A gennaio di quest'anno sostengono che i conti sono in attivo. Vedremo: normalmente, per qualsiasi nuova attività, i bilanci si fanno dopo 2 anni.
Già bisogna dire grazie che b1144732 non lo abbia insultato, come invece è capitato a me ben due volte. Dare del lei non indica necessariamente aver appreso la buona creanza, assolutamente no.
@ Pablo dato che non sai come funziona:
L’art. 3 della legge n. 250 del 1990, più volte modificato da successive disposizioni legislative, disciplina attualmente l’erogazione di contributi in favore di:
Ø quotidiani e periodici editi da cooperative di giornalisti (commi 2 e 2-quater);
Ø quotidiani editi da società con maggioranza del capitale detenuta da cooperative, fondazioni o enti morali non aventi scopo di lucro (comma 2-bis);
Ø quotidiani ed emittenti radiotelevisive che trasmettano programmi in lingua francese, ladina, slovena e tedesca nelle regioni Valle d’Aosta, Friuli Venezia Giulia e Trentino Alto Adige (commi 2-ter e 2-quinquies);
Ø quotidiani italiani editi e diffusi all’estero (comma 2-ter);
Ø periodici editi da cooperative, fondazioni o enti morali, ovvero da società con maggioranza del capitale detenuta da cooperative, fondazioni o enti morali che non abbiano scopo di lucro (comma 3);
Ø quotidiani e periodici che, oltre che attraverso esplicita menzione riportata in testata, risultino essere organi o giornali di forze politiche che abbiano il proprio gruppo parlamentare in una delle Camere o nel Parlamento europeo avendo almeno un rappresentate in un ramo del Parlamento italiano, nell’anno di riferimento dei contributi (comma 10).
Le imprese devono essere costituite da almeno tre anni ovvero editare testate diffuse da almeno cinque anni. Tali contributi sono concessi limitatamente ad una sola testata per ciascuna impresa.

richiesta: dal 1° al 31 gennaio dell'anno successivo a quello di riferimento dei contributi

per le fonti:
LEGGE 7 agosto 1990, n.250
legge 7 marzo 2001, n. 62
legge 23 dicembre 2005, n. 266
decreto legge 30 dicembre 2008, n. 247
decreto legge 25 giugno 2008, n. 112
Aspettiamo il 2012 e poi vediamo

E se viene la fine del mondo? :-O
sempre OT
Ok, non è solo mio il problema. Attenzione se fate l'upgrade all'ultima versione di Flash Player. Sul sito della Adobe arrivano i primi commenti del mio stesso problema.
Appena qualche sviluppatore Adobe soluzionerà vi terrò informati.
Per koppete

c'è anche Il Foglio tra i non sovvenzionati, che recentemente ha vinto anche un premio per il suo sito internet e la versione online.

Ah be', se le sovvenzioni anziché dallo Stato provengono da Miriam Raffaella Bartolini, in arte Veronica Lario, siamo tutti più lieti.
Per george glootey

Appena qualche sviluppatore Adobe soluzionerà vi terrò informati.

AAAAAARGGGH!!!!
@Accademia
?
@george

Devi stare attento con l'uso sportivo della grammatica, Acca potrebbe anche morire :D

PS Ho aggiornato Flash, vediamo che succede :D
ahah ok ok....vi terrò informati e vi informerò...mah...

Flash. A quanto pare Youtube e soci non si sono ancora aggiornati alla ultima versione di Flash. Così ho capito dai forum...
@george

Credo si riferisse al sostantivo "soluzione" verbalizzato.

Ho installato la 10,2,152,26 e vedo i video su YT perfettamente.

Prova a darmi qualche link che tu non vedi bene.
@ Pablo,
io ho sempre sentito dire che il fatto quotidiano non ha mai avuto contributi pubblici, se si parla di quelli diretti è vero, ma per ora non avrebbe potuto averne. Se tra un anno non saranno effettivamente erogati contributi al giornale in questione tanto meglio, ma fino a quel momento l'atto meritorio (ammesso che sia tale) è solo una dichiarazione di intenti e non un fatto. Personalmente preferirei che il giornale in questione accedesse ai contributi piuttosto che non pagare i propri giornalisti oppure chiudere i battenti (non voglio dire che sia in cattive acque è solo un esempio).

Per quanto riguarda il discorso delle agevolazioni postali, non sono un contributo diretto, ma sono comunque un contributo dello stato. Il fatto che a queste non abbiano rinunciato (fino a che sono rimaste in vigore) è accertato, forse non hai capito che nessuno critica o esprime giudizi sull'operato dei giornalisti di quel giornale, sto solo cercando di presentare le cose così come stanno.
@Drakkar
Ops, in italiano non esiste. Scusate, è un adattamento da altre lingue...Però non è male..;)

Flash.
Guarda, praticamente qualsiasi video...uso mozilla 3.6.13, Win Xp sp3. E non riesco a tornare a una versione precedente...
La mia risposta a Pablo è in coda di moderazione.
@geroge

Per rimuovere Flash leggi qui

Una volta rimosso scegli "versioni differenti" dalla pagina del download del plugin e cerca quella che ritieni stabile.

Io comunque non ho problemi anche dopo aver aggiornato. Questo con FF 3.6.13 su XP SP3
@Rottwailer

richiesta: dal 1° al 31 gennaio dell'anno successivo a quello di riferimento dei contributi

Quindi se ho capito bene, se non e' stata fatta richiesta entro il 31 gennaio scorso (2011) di avere accesso ai contributi per l'anno 2010 non c'e' modo di richiederli successivamente.
Ho capito bene?
Siccome e' sparito un mio commento (un po' secco) di risposta a Drakkar, vorrei capire se e' stato moderato ovvero se Drakkar stesso e' un moderatore di questo blog.
C'e' qualcuno che lo sa?

Grazie
@ Pablo

L'unico moderatore è Attivissimo che avvisa sempre quando entra in azione (dopo aver avvisato più volte l'utente di calmarsi).

Molto probabilmente è il filtro anti-spam che fa le bizze. Aspetta un pochino e il commento dovrebbe comparire (leggi il trafiletto sopra la form per inserie i commenti)
No, Pablo, è blogger che si gingilla con un antispam che fa passare tutto lo spam e trattiene i messaggi di persone che discutono. Bisogna attendere che qualcuno lo liberi dalla coda di moderazione.
Sono un moderatore tanto quanto Pablo è una persona educata :-)
A proposito del giornale "Repubblica" e del numero di copie vendute/lette:

nel contenuto di questo articolo
http://www.repubblica.it/economia/2011/02/10/news/dati_audipress-12277915/?ref=HRESS-1
e nella relativa citazione dei dati dell'Audipress
http://www.audipress.it/upload/File/Audip%202010_III%20DATI_invio.XLS
si mettono in netta contraddizione rispetto a quanto citato nel titolo dell'articolo stesso e nel link attualmente in homepage.
@Accademia: Che significa? Qualcuno dovrà pur pagare, e se non è lo Stato a me sta meglio. ;)
Eviti questi attacchi schiumanti di rabbia

Se per te questo è un attacco schiumante, non mi hai mai visto quando faccio un vero attacco schiumante. Sanguinano le tastiere :-)


contro il giornale la Repubblica, soprattutto dopo aver raccontato di aver sottoposto loro la sua candidatura per un posto di lavoro

Ehm... no. A parte il fatto che la cosa risale a quasi vent'anni fa, io non sottoposi nessuna candidatura. Furono loro a chiamarmi. Poi non se ne fece nulla. Fine della storia.

E lei conosce la storia della volpe e dell'uva, no?

Considerato che lavoro benissimo altrove, non mi sembra molto calzante. Anzi, visto come stanno le cose da Repubblica, sono contento di essere altrove.


Davvero crede di poter incidere su questi numeri?

Ci posso perlomeno provare. Se non giochi non vinci :-)


Si faccia due conti su quante sono in totale le notizie pubblicate su questi due siti e quante siano in proporzione le cazzate e le cretinate.

Falli tu. Potrebbe essere educativo.


E' molto probabile che in percentuale contengano più inesattezze, anacoluti e refusi i post del suo blog che i siti dei due quotidiani citati.

Dimostralo.

E soprattutto eviti di definire "giornalucoli" due grandi quotidiani che hanno fatto la storia del giornalismo italiano e per cui hanno scritto e scrivono firme il cui prestigio lei se può solo sognare.

Hanno fatto la storia, appunto. Ne stanno scrivendo l'epilogo.
@marco

Scusa, ho visto i dati e non ho capito qual è la discrepanza che citi.
@Drakkar
ok, lo disinstalla ma posso solo scegliere, come versione, la 10.2 e sono di nuovo da capo.
Cioé non ho gamma di scelta...selezioni SO Xp e le uniche soluzioni sono 10.2 per IE o 10.2 per altri browser. A te vengono proposte altre versioni?
@george

Allora prova qui
E comunque Repubblica si conferma il quotidiano più letto in Italia. Forse saranno carenti sulle materie scientifiche...ma per il resto a me piace.

http://www.repubblica.it/economia/2011/02/10/news/dati_audipress-12277915
b1144732, qual è il tuo problema? Il tenore dei tuoi commenti è sempre il medesimo, ovvero di critica nei confronti di Paolo Attivissimo. Le critiche sono benvenute purché costruttive, ma non mi sembra il tuo caso.

Entriamo dunque nel merito del tuo ennesimo commento di critica.

"Eviti questi attacchi schiumanti di rabbia contro il giornale la Repubblica, soprattutto dopo aver raccontato di aver sottoposto loro la sua candidatura per un posto di lavoro."

Ammesso e non concesso che questo corrisponda a verità, facciamo un esempio.

Io mi candido per un posto di lavoro X presso il datore Y, considerando il datore Y autorevole. Col passare del tempo vengo a conoscenza di fatti ripetuti che dimostrano che il datore Y è un cialtrone. Ora, non posso dire, fatti alla mano, che il datore Y è un cialtrone perché a suo tempo ho presentato una candidatura per un posto di lavoro presso di lui?

Ma che razza di ragionamento è!?

"Candidatura evidentemente respinta."

O magari ritirata. Che diavolo ne sai tu?

"E lei conosce la storia della volpe e dell'uva, no?"

Altra tua congettura. Paolo critica anche potenziali datori Z per i quali non ha mai preesentato candidature per posti di lavoro.

"Eviti di lanciare appelli ridicoli per ridurre il numero di visitatori unici al sito Repubblica.it."

A parte che il tenore con cui dai i consigli ha un nonsoché di avvertimento mafioso, ma perché sarebbero ridicoli? Vediamo:

"Lo sa che sono più di un milione e 400 mila al giorno, no? Davvero crede di poter incidere su questi numeri?"

E allora? Gli spettatori di trasmissioni quali il Grande Fratello o Amici sono molti di più dei lettori di Repubblica, quindi non si può fare alcuna critica verso queste trasmissioni e nessun appello ad evitare di guardarle?

Ma che razza di ragionamento è!?

"Eviti di tirare in ballo della fantomatiche "maree montanti di cretinate" e "montagne di cazzate". Si faccia due conti su quante sono in totale le notizie pubblicate su questi due siti e quante siano in proporzione le cazzate e le cretinate."

Perché non ti fai due conti tu su quanti giornalisti stipendiati lavorano a Repubblica?

"E' molto probabile che in percentuale contengano più inesattezze, anacoluti e refusi i post del suo blog che i siti dei due quotidiani citati."

Dimostralo. Ed in ogni caso Paolo i refusi li corregge e se c'è da rettificare/modificare un articolo non esita a farlo e lo segnala. Non adduce le scuse puerili come fanno i giornalisti di Repubblica quando vengono pescati a propalare cavolate, per giunta trite e ritrite e sbufalate da tempo.

"E soprattutto eviti di definire "giornalucoli" due grandi quotidiani che hanno fatto la storia del giornalismo italiano e per cui hanno scritto e scrivono firme il cui prestigio lei se può solo sognare.""

Ah, dunque dato chhe hanno fatto la storia, se oggi sono diventati dei giornalucoli non si può dirlo perchè "minchia, puorta rispetto!".
ma per il resto a me piace

Ingenuo :-) Qualcuno ricorda la classifica delle condanne per diffamazione dei giornali che mostrai?
@Drakkar
Grandioso! La versione precedente funziona perfettamente...chissà cosa andava in conflitto...Grazie perché non trovavo quella pagina!

Repubblica. bè considerando che come giornale di opposizione rimane solo più Famiglia Cristiana...;)
@b1144732

A parte un bel e-chi-se-ne-frega su metà delle cose che hai scritto, ma Paolo non è l'unica persona che etichetta come "giornalucoli" quei due quotidiani. Lo penso anch'io - anzi, per me sono proprio spazzatura.
Sondaggino ad alzata di mano?

Ti piace quel che scrivevano le firme di un tempo? Allora comprati gli arretrati. Non mi pare esista manco un singolo motivo per leggerli oggi.

Naturalmente il discorso è estensibile. La serietà e la qualità stanno alla stampa italiana come una fragola sta ad un elefante.
@george

Considerando che per la mia idea di giornalismo "giornale d'opposizione" non ha senso, forse si capisce la nostra discordanza di opinione :-)
Sondaggino ad alzata di mano?

Io voto cialtroni.
@ Pablo
si, ma il Fatto Quotidiano come tutti gli altri giornali che non rientrano nelle categorie elencate nel post precedente non ha comunque diritto ad avere i contributi "diretti".

C'è un po' di confusione generale sull'argomento, cosa più che comprensibile visto che in Italia l'argomento giornali, giornalismo e giornalisti è segue gli stessi parametri tribali del calcio o della politica.

I finanziamenti pubblici che ricevono Mondadori, RCS, il Fatto e altri editori sono solo quelli comunemente chiamati "indiretti" (il grosso dello stanziamento).

Ad eccezione di Corriere della Sera e Repubblica che in più prendono dei finanziamenti "diretti" in quanto quotidiani italiani teletrasmessi in paesi diversi da quelli membri dell’Unione Europea.
@Drakkar
era una semplice battuta che rimane tale.

Per "opposizione" intendo un giornale che non scriva pedissequamente le veline che arrivano dall'alto, che pubblichi foto scomode ed editoriali liberi. Poi se uno non vuole leggerlo basta non comprarlo.

saluti e ancora grazie!
@george

La Repubblica scrive e pubblica solo ciò che serve per la sua linea politica, omettendo le notizie sgradevoli e deleteria per tale linea.

Per questo si deve rifuggire da un "giornale d'opinione": il giornalismo dovrebbe raccontare fatti per consentire alla gente di farsi opinioni, non raccontare opinioni per spingere la gente a compiere determinati fatti.
Per koppete

Accademia: Che significa? Qualcuno dovrà pur pagare, e se non è lo Stato a me sta meglio. ;)

Il discorso è nato da un'affermazione di Palin: "Intanto i giornali senza contributi statali si vendono e hanno anche un discreto successo...". È facile fare a meno dei contributi statali quando dietro di sé ci sono persone con possibilità economiche smisurate. Vendere un numero di copie sufficienti a garantire un attivo, però, è un'altra faccenda.
fino a che camperanno con i sussidi statali i giornali italiani faranno questo e altro...
@Drakkar
Su questo siamo perfettamente d'accordo. Ma quali giornali raccontano solo fatti? Eccetto l'Ansa..;)
Questo commento è stato eliminato dall'autore.
"@ǚşå÷₣ŗẻễ: E' arrivato il paladino dei giornalisti! Vai così che hai capito tutto della vita! ;D"

Non credo di aver capito tutto della vita. Sicuramente non ho capito il senso del tuo commento :D
Personalmente preferirei che il giornale in questione accedesse ai contributi piuttosto che non pagare i propri giornalisti oppure chiudere i battenti (non voglio dire che sia in cattive acque è solo un esempio).

Perché? :-( Se una persona non è capace di fare un giornale che venda, dobbiamo sussidiarlo coi soldi nostri?

Per quanto riguarda le "cattive acque": magari non conosco tutta la situazione, ma l'ultima che ho sentito sul Fatto Quotidiano è che ha ridistribuito gli utili ai propri dipendenti.
@george

Su questo siamo perfettamente d'accordo. Ma quali giornali raccontano solo fatti? Eccetto l'Ansa..;)

Niuno. E nianco l'Ansa. È stata beccata più volte in questa sede con le chiappe al vento, ahinoi.

Un totale disastro. Informarsi in Italia sembra una missione impossibile. E questo grazie a Feltri, De Mauro, Belpietro, Scalfari eccetera eccetera eccetera
@Gwilbor

Se una persona non è capace di fare un giornale che venda, dobbiamo sussidiarlo coi soldi nostri?

Il sussidio nasce per garantire la pluralità delle voci, anche delle minoranze, che non potrebbero oggettivamente vendere quanto le maggioranze.

Tuttavia il sussidio ora come ora funziona come un mero assistenzialismo.
Per Gwilbor

Per quanto riguarda le "cattive acque": magari non conosco tutta la situazione, ma l'ultima che ho sentito sul Fatto Quotidiano è che ha ridistribuito gli utili ai propri dipendenti.

Vedi mio commento n° 57. Risale a luglio, è vero, ma io alla storia della rimonta in così poco tempo non do molto credito.
Sono un moderatore tanto quanto Pablo è una persona educata :-)
In caso avessi bisogno di lezioni di educazione (e non ne ho bisogno alcuno), sicuramente non potresti darmele tu.
Sei intervenuto in risposta al mio commento senza essere stato interpellato, etichettandomi arbitrariamente come "tifoso politico" e arrogandoti per di piu' il diritto di dire chi e' gradito o meno in un blog che non ti appartiene.

E parli pure di educazione...
Certo che parlo di educazione, come ti permetti di aprire la tua risposta ad Antonio dicendogli "sei semplicemente ridicolo"?

E a me che ti chiedo cortesemente di rivoglerti con rispetto ed educazione mi rispondi "abbassa la cresta"?

Cafone borioso!
@Accademia

Si pero' quando hai parlato di difficolta' economiche (commento n.42) hai utilizzato il presente lasciando erroneamente credere che le difficolta' fossero tuttora persistenti.

Il fatto che tu adesso non dai molto credito alla storia della "rimonta" dubitando di quanto sostenuto dagli editori del Fatto permettimi di dire che conti un po' pochino.

Non voglio rinnovare polemiche sterili, pero' spesso critichi gli altri per le loro imprecisioni e mai una piccola autocritica sulle tue...
Ma a Voyager non ne hanno ancora parlato? :P

Tra l'altro, sempre in tema di misteriose figure lasciate da misteriose civiltà, sul penultimo numero di Storica c'è un articoletto che spiega, con qualche approssimazione in verità, come la poplazione peruviana dell'epoca avesse creato i famosi geoglifici di Nazca.
Per Pablo

Si pero' quando hai parlato di difficolta' economiche (commento n.42) hai utilizzato il presente lasciando erroneamente credere che le difficolta' fossero tuttora persistenti.

Il fatto che tu adesso non dai molto credito alla storia della "rimonta" dubitando di quanto sostenuto dagli editori del Fatto permettimi di dire che conti un po' pochino.


Ho i piedi per terra: in 5 mesi non si rimettono a posto i conti di un'azienda come Il fatto quotidiano. Posso ipotizzare che gli attivi, che andavano distribuiti per statuto ai giornalisti, fossero già stati accantonati da tempo con dei giri contabili, ma questa è una delle ipotesi, non certo l'unica e non pretendo di aver azzeccato al primo colpo.
Ripeto, aspettiamo che il fatto abbia compiuto 2 anni di vita. Se il modello imprenditoriale è azzeccato, si vede a quel punto.
Tra un po' arriva il padrone di casa che dirà: "Bambiniii, andate a litigare fuori, grazie!" :-)

Per quanto riguarda i giornali, non li compero, ma ne ricevo uno a domicilio e ci rivesto il secchio della spazzatura.
E chi non conosce il famoso attore Bilbo Baggins?

http://www.ansa.it/web/notizie/rubriche/spettacolo/2011/02/09/visualizza_new.html_1590431635.html

Che vergogna!
@Simone
L O L

@Drakkar
Per fortuna esistono ancora El pais, Times, ecc..
Per fortuna esistono ancora El pais, Times, ecc..

Putroppo la mia conoscenza delle lingue è risibile, per cui sono un po' in difficoltà ad informarmi, come penso la stragrande maggioranza degli italiani, che, notoriamente, a malapena sanno l'italiano :D
@Accademia

Vedi mio commento n° 57. Risale a luglio, è vero, ma io alla storia della rimonta in così poco tempo non do molto credito.

Perché rimonta? Mica avevano detto di essere in perdita. Anzi, quell'articolo dice che si sono potuti permettere di assumere altri giornalisti.
"Il 21 marzo inizieranno le riprese del travagliato The Hobbit, prequel in 3D del film Il Signore degli Anelli. Gli attori Bilbo Baggins, Martin Freeman e Cate Blanchett sono stati convocati per le prime fasi delle riprese."
@Simone

ROTFL! :D
Tra un po' arriva il padrone di casa che dirà: "Bambiniii, andate a litigare fuori, grazie!" :-)

Consideralo già fatto.
Certo che parlo di educazione, come ti permetti di aprire la tua risposta ad Antonio dicendogli "sei semplicemente ridicolo"?
Ripeto, non sei stato interpellato.
Ho sbagliato ad esordire con quella frase nei confronti di Antonio?
Probabilmente si (ed infatti poi ho precisato di essermi espresso male e che il ridicolo voleva riferirsi al contenuto del commento e non alla persona), ma non sta a te prendere le sue difese, sei forse il suo avvocato?


E a me che ti chiedo cortesemente di rivoglerti con rispetto ed educazione mi rispondi "abbassa la cresta"?
Io ho detto "abbassa la cresta" PER CORTESIA.
E comunque non cercare di cambiare le carte in tavola, anche un bambino capirebbe che ti ho risposto cosi' non per il tuo invito a moderare i toni ma per la tua arroganza nel dire chi sia gradito o meno in una casa non tua e nel classificarmi arbitrariamente come tifoso politico.
Io non ho nessun problema a chiedere scusa ad Antonio per aver indirizzato male il termine "ridicolo", ma sono sicuro che tu avrai problemi a chiedere scusa al padrone di casa (e quindi anche ai lettori del suo blog) per esserti arrogato il diritto di dire chi e' gradito o meno qui e rivolgerlo in particolare a me.

Poi potrai dare lezioni di educazione (forse)...
Facciamo a capirci, Pablo, l'educazione è un valore universale e il "diritto" di chiedere di mostrare rispetto per gli altri me lo arrogo ovunque. Questa "casa" è un luogo pulito e tutti dobbiamo mostrare rispetto l'un per l'altro. Che lo dica Paolo o lo dica io. E evidentemente se Paolo pensa che solo lui possa richiamare all'educazione gli altri allora evidentemente non è il luogo che fa per me.

Io sono stato educato e anche l'epiteto di cafone ignorante non è una gratuita offesa, ma una constatazione personale derivata dall'analisi del tuo comportamento.

Ritengo di dire questo per chiarezza verso tutti. Ora per me la questione è chiusa, visto che intendo rispettare l'invito del padrone di casa.
Pablo, stai calmino e vola basso, PER CORTESIA :D
Consideralo già fatto.

:-)
D'altronde c'era da aspettarselo, è l'ora della siesta e il chiasso dà fastidio :-)
Drakkar,

diciamo le cose come stanno davvero e non travisiamo le parole scritte.
Tu hai scritto:

Qui di tifosi politici non ne vogliamo.

Ti sei arrogato arbitrariamente il diritto di classificarmi come tifoso politico e che qui voi (ma voi chi?) non ne volete qui.

Non cambiare le carte in tavola, non hai detto "qui gli ineducati non sono graditi" come vorresti ora far capire.

Poi la possiamo pure chiudere qui, ma le cose vanno dette in maniera chiara e precisa.
Se anche tu sei di quelli a cui non piace fare mai neanche una piccola autocritica e dire che ti sei espresso male non fa nulla, me ne faccio una ragione, del resto lo sapevo gia'.
Sei un tifoso politico perché hai attaccato con livore chi ha detto che non è vero che il tuo giornale ideologico non riceva nessun tipo di contributo dallo Stato.

Non devi permetterti di attaccare così la gente, comprendi?
Caro Paolo Attivissimo, serve un'indagine su questo video diffuso su youtube il 4 febbraio di quest'anno:

http://www.youtube.com/watch?v=7dba-k9RfC0

Si parla di nuovo di scie chimiche, con riferimento a un aumento della quantità di Bario di circa 3 volte dei valori limite imposti dalla EPA.

Bufala alla n-esima potenza?
"D'altronde c'era da aspettarselo, è l'ora della siesta"

Eh, per chi se la può permettere... -_-
Eh, per chi se la può permettere... -_-

Tu, piuttosto, "semplicemente ridicolo", perché non rispondi alla mia ultima e-mail? =_=
E' una tua opinione. Ti assicuro che non e' cosi', io semplicemente difendo la scelta di campo di un giornale nell'affrontare il rischio che comporta il non richiedere contributi diretti.
Nessun coinvolgimento politico.

E comunque, ribadisco, non puoi permetterti di dirmi cosa non e' gradito a casa non tua.
E se credi tu possa permettertelo, io mi permetto di ignorarlo.
Dirottatevi immantinente nel thread del Cratere ticinese che ha appena risposto l'ufologo :D :D :D
Pablo, per questa volta passi, la prossima volta più rispetto.
Confermo che la lettura del New York Times (e altri giornali americani) fa capire la differenza fra giornalismo vero e i giornalucoli inutili tipo Repubblica e Corriere.
Ricordo distintamente che il Foglio stava fra i giornali che ricevono le sovvenzioni statali, un milione e passa di Euro… non mi va di mettermi a cercare adesso, ma se dopo ho tempo e voglia cerco i dati... (il Foglio lo leggevo, e continuo a leggerlo online, perché c’é Maurizio Milani.)
Personalmente ho smesso di accedere a repubblica, corriere, ansa e gli altri serviziucoli scadenti e privi di controllo delle fonti. Il Post è una divertente e valida alternativa per chi voglia leggere notizie in italiano, spazia da attualitá a tecnologia a bufale, e se non ricordo male Paolo stesso ci ha scritto o comunque collaborato in un paio di occasioni (o forse avevano solo linkato l’articolo del Disinformatico, non ricordo).
In ogni caso alzo la mano per il sondaggio “chi considera Repubblica un giornaletto schifoso”. Anche il Corriere comunque. Anche... si beh se devo fare la lista...
Per Gwilbor

Vedi mio commento n° 57. Risale a luglio, è vero, ma io alla storia della rimonta in così poco tempo non do molto credito.

Perché rimonta? Mica avevano detto di essere in perdita.


Be', dichiarare senza giri di parole che la raccolta pubblicitaria è ben al di sotto delle aspettative, pur dando la colpa alla concessionaria, non è propriamente un hurrah al successo raggiunto. Per i giornali il grosso degli introiti proviene dalla pubblicità, non dalle vendite in edicola.

Anzi, quell'articolo dice che si sono potuti permettere di assumere altri giornalisti.

Pagati? No, non è una domanda retorica, proprio su questo weblog è venuta a sfogarsi una giornalista che non veniva pagata da tre mesi. Quando l'offerta di neolaureati senza esperienza è pressoché inesauribile, la cosa si può fare.
Leggendo gli interventi che citano i giornali stranieri (illustrissimi giornali stranieri a dir la verità), mi viene in mente una cosa. Noi in Italia abbiamo sicuramente un serbatoio demografico in grado di fornirci individui intellettualmente e culturalmente paragonabili ai giornalisti che scrivono su tali media stranieri.

La mia domanda è: come mai non si riesce a catalizzarne alcuni in un gruppo e a fare un vero giornale italiano?
@Rottweiler

si, ma il Fatto Quotidiano come tutti gli altri giornali che non rientrano nelle categorie elencate nel post precedente non ha comunque diritto ad avere i contributi "diretti".

Quindi praticamente stai dicendo che non c'e' bisogno di aspettare il 2012 (come sosteneva Antonio) per verificare questo aspetto.
Non avendone diritto, non li potra' ottenere.

Poi vista la mia ignoranza in materia avrei un'altra domanda.
Tra le categorie aventi diritto tra te elencate c'e' anche:
Ø quotidiani e periodici editi da cooperative di giornalisti (commi 2 e 2-quater);
Potevano semplicemente i soci del Fatto fondare una cooperativa (in quanto giornalisti) e quindi richiedere i contributi diretti?
O la questione e' piu' complicata?

Grazie
@Antoniomeopata:

Hai detto:

(eccetto forse i siti dell' ADN Kronos e dell'Ansa)

Il sito dell'ansa puoi toglierlo in tutta tranquillità. Sull' ADN Kronos va lasciato il "forse", ma FORSE l'accorto non deve mai togliere il forse.

L'ansa... delle volte ti dice cosa effettivamente succede, ma tacciono troppi dettagli senza i quali il senso del rapporto è completamente stravolto. I periodi confusionari sono incasinati di proposito perchè in qualche modo gli autori hanno le mani legate.

Se vedo A che bastona B, prima di decidere se sparare un colpo in testa ad A o prendere un bastone ed aiutarlo o ancora fregarmene e tirare dritto... devo sapere molte più cose di quelle che dice l'Ansa.

Ed il momento dell' insulto:

Se uno non è disturbato da tale aspetto della testata in questione, inevitabilmente trarrò le mie private conclusioni sugli interessi della persona riguardo ai motivi per cui dice di preferirla.

Mi pare di essere abbondantemente rimasto nell'ammissibile e di non aver leso scientemente la dignità di Antoniomeopata. Mi scuso se tale risultato non fosse raggiunto.
@ Edward-san

Il video è di qualche anno fa, cercando si trova anche la sbufalata precisa.

Comunque fondamentalmente i punti da chiarire sono 2:

1) Com'è possibile raccogliere un campione di una sostanza in un barattolo impolverato (e ovviamente non sterilizzato)

2) Hanno trovato 68,8 microgrammi/litro, il limite per l'acqua potabile è di 2 milligrammi/litro: il bario trovato nelle analisi è 30 volte inferiore ai limiti di legge.
Mi pare di essere abbondantemente rimasto nell'ammissibile e di non aver leso scientemente la dignità di Antoniomeopata. Mi scuso se tale risultato non fosse raggiunto.

Non fare il vago, tu sei sotto stretta osservazione.
Mi chiedevo se fosse possibile approntare una pagina aggiornabile con una lista dei giornalisti (accreditati) che hanno scritto bufale su testate importanti.
Tipo:

Nome e cognome - Testata giornalistica - Bufala1, bufala2, etc.

Una sorta di piccola gogna a imperitura memoria.
@Marco

Sì, anche io avevo pensato ad una cosa del genere, ma, al di là di eventuali aspetti legali, è un lavoro oneroso in termini di redazione, considerando la mole di stronzate che ogni giorno viene prodotta...
ah mi sono dimenticato la fonte: What are EPA's drinking water regulations for barium?

Il problema fondamentale di quel video è che non sanno fare le equivalenze tra le unità di misura :P
Drakkar

scusami davvero, non voglio proseguire la polemica, quindi la chiudo qui.

Permettimi pero' di rimandare al mittente la tua uscita:

Pablo, per questa volta passi, la prossima volta più rispetto.

Anche questa denota una certa arroganza, comunque sorvoliamo.
Saluti
Anche questa denota una certa arroganza, comunque sorvoliamo.

L'arroganza dell'onesto. Non ti ho detto mica che sei semplicemente ridicolo, no? Ti ho solo detto che pur di chiudere il patetico scambio che stiamo offrendo mi comprometto dicendoti che mi basta una tua promessa di più rispetto per il futuro.
@thedrakkar

"Non fare il vago, tu sei sotto stretta osservazione"

Forse tirarmi martina colombari nella gabbia rallenterebbe le mie zifidissime trame.
No, no.

L'arroganza dell'arrogante piuttosto... e anche del "mai fare un passo indietro rispetto a quello che ho scritto" o quella del "io posso bastonare i niubbi e tu no" etc. etc.

:-)
Forse tirarmi martina colombari nella gabbia rallenterebbe le mie zifidissime trame.

Mi spiace, è fuori budget.
Pablo, davvero, non esiste che a casa d'altri non si possa tacciare un maleducato di maleducazione. Spiegami per quale motivo non si dovrebbe fare.
Io ricordo: "Qui tifosi politici non ne vogliamo"
Mi spiace, ma a mio modesto parere una frase del genere puo' dirla solo il padrone di casa.

Ma poi, NOI chi?

Comunque dai, stop! Argomento chiuso.
Mettiamoci una pietra sopra.
"Ma poi, NOI chi?"

Io e lui! Siamo ex bambini indaco, siamo sempre in contatto telepatico! :O
Noi che frequentiamo il blog!
Parlavi anche a nome mio?
Anche io frequento il blog e non sono tanto d'accordo...
;-)
Voleva dire "Noi del NWO"
"b1144732, qual è il tuo problema? Il tenore dei tuoi commenti è sempre il medesimo, ovvero di critica nei confronti di Paolo Attivissimo. Le critiche sono benvenute purché costruttive, ma non mi sembra il tuo caso."

No, ti assicuro che la mia critica vuole essere costruttiva. Se il signor Attivissimo vuole coprirsi di ridicolo invitando a boicottare gli introiti pubblicitari de La Repubblica (e non sarebbe nemmeno il primo, già l'ha fatto Berlusconi) c'è bisogno che qualcuno glielo faccia notare.
E sia ben chiaro che "ridicolo" non vuole avere nessun accezione offensiva, ma semplicemente riflettere lo stato delle cose.
Per quanti appelli possa lanciare, i visitatori del sito non diminuiranno in modo significativo.
Questo non vuol dire che non abbia il diritto di criticare, sia ben chiaro.
Allo stesso modo qualcuno dovrebbe far notare al signor Attivissimo che lanciare accuse generiche e insultanti non è il massimo dell'eleganza. Chi sarebbero questi pennivendoli disonesti che non verificano le fonti? Tutti i giornalisti che lavorano al Corriere e alla Repubblica? Sono tutti pennivendoli disonesti?
"Chi sarebbero questi pennivendoli disonesti che non verificano le fonti?"

Se non si firmano, non è facile identificarli! :)
Per non parlare di quelli che si firmano e poi si arrampicano sugli specchi con sorprendente soverchiamento delle leggi fisiche (nella scrittura e nell'arrampicamento, intendo).

@Usa sembriamo qui e quo, manca qua
@puffolottiaccident,
io penso sempre che dipenda dall'uso che una persona fa dei media, Ansa a ADN Kronos li trovo utili per il fatto di essere costantemente aggiornati. Come ho già detto se voglio approfondimenti mi rivolgo alla carta stampata (più giornali di correnti diverse), non dico che sia giusto o sbagliato ma questo è il mio modo di tenermi informato.

@ Pablo,
in tutta onestà devo dire che il tuo esordio mostrando livore nei miei confronti solo perchè ho detto una cosa vera ha fatto sembrare anche a me di essere di fronte a un "tifoso di politica". Per quanto riguarda il discorso che "Il fatto quotidiano" non rientri nei casi previsti dalla legge, può essere, ma a me risultava trattarsi di una cooperativa di giornalisti e quindi potenzialmente avente diritto ai contributi. Ma può essere che mi sbagli. Comunque sono contento di finire qua la diatriba tra di noi.
"Se non si firmano, non è facile identificarli! :)"

La responsabilità è del direttore.
Quindi Ezio Mauro è un pennivendolo disonesto?
Io personalmente lo giudico un giornalista molto valido e preparato. Non a caso dirige un quotidiano così importante. E' un ruolo di grande responsabilità e prestigio. Be' certo non tanto come quello di tenere una trasmissione antibufala alla radio svizzera.
Eccomi qua :-)
Eccolo qua!
Io personalmente lo giudico un giornalista molto valido e preparato. Non a caso dirige un quotidiano così importante. E' un ruolo di grande responsabilità e prestigio

Paolo vorrei essere bannato, possibilmente in modo cruento, grazie.
"Quindi Ezio Mauro è un pennivendolo disonesto"

Non necessariamente. Ma è il direttore di un giornale che fa uso di pennivendoli, se non disonesti o in malafede, diciamo che non esitano a pubblicare cazzate conclamate per attirare lettori con facili sensazionalismi. Non esattamente la descrizione di un giornale serio o "prestigioso".
"Quindi Ezio Mauro è un pennivendolo disonesto?"

Perché, quando scrive qualcosa non si firma?
Eccolo qua!

EccolA!
Allo stesso modo qualcuno dovrebbe far notare al signor Attivissimo che lanciare accuse generiche e insultanti non è il massimo dell'eleganza. Chi sarebbero questi pennivendoli disonesti che non verificano le fonti? Tutti i giornalisti che lavorano al Corriere e alla Repubblica? Sono tutti pennivendoli disonesti?

No, i "pennivendoli disonesti" sono coloro che riempiono le redazioni online di stagisti pagati una miseria (quando sono pagati) per produrre contenuti senza interessa per la qualità o per l'affidabilità delle fonti, purché facciano numero e attirino visitatori e quindi inserzionisti.

Non è un'accusa generica, è abbastanza circostanziata e il fatto che Repubblica sia stato in passato un grande giornale non giustifica eventuali comportamenti disonesti di oggi (per chiarezza, lo stesso identico discorso può essere applicato al Giornale).

Che poi l'invito rivolto in un blog a boicottare un sito con quel volume di traffico possa essere ridicolo ci può stare, ma ciascuno a casa propria è libero di fare il Don Chisciotte come meglio crede...
"Paolo vorrei essere bannato, possibilmente in modo cruento, grazie."

Ma bravo! Fai dunque parte della lobby plutosadomasochistica!
EccolA!

Quo è un papero.
De Mauro è un pennivendolo.
Paolo Attivissimo un idealista.

Oooooooooooooh! E che caspita!

:-)
@Qua
Quo è un papero.

Scusa Qua volevo dire Qua.

@usa

Ebbene, s.. no.
"Quo è un papero."

Non vorrei che la discussione andasse in vacca e ci mettessimo a disquisire sul sesso dei paperi! :D
@thedrackar:
De Mauro è un pennivendolo.
E qua (nel senso di qui, non di Qua) volevi dire Mauro mi sa...
AHhaha giusto tugler, Accademia mi ha totalmente ricnoglionito :)
ricnoglionito :)

Si vede :-)
È la fregatura dei bambini indaco, quando è pessimo uno, pure l'altro ne risente! :O
Vale anche per gli ex bambini sindaco? Pessimo Chiamparino, pessimo il successore, chiunque egli sia :)
"diciamo che non esitano a pubblicare cazzate conclamate per attirare lettori con facili sensazionalismi"

non credo che Repubblica attiri i suoi lettori con le notizie su Atlantide, sinceramente
@bn

Pensi davvero di fare un servizio a te stesso, tifando per un quotidiano?
Pessimo Chiamparino

Coff coff...
non credo che Repubblica attiri i suoi lettori con le notizie su Atlantide, sinceramente

Lettori del quotidiano cartaceo sicuramente no, visite del sito e visualizzazioni delle inserzioni direi proprio di si, altrimenti non si spiegherebbe perché questo genere di photogallery è sempre ai primi posti del feed RSS...
@tuckler

Lo sapevo io... pessimo solo perché è un ex bambino sindaco!
Edward-san,

quel video è vecchio di anni. La raccolta dei "campioni" d'acqua piovana è stata fatta lasciando le bacinelle all'aperto. Ci può aver pisciato dentro il cane, per quanto ne sappiamo :-)

Sempre che si dimostri che l'eventuale contenuto dell'acqua piovana provenga dalle scie degli aerei.

In più c'è un problema di microgrammi che non ricordo al volo, ma è un errore che moltiplica la quantità apparente di bario.
Questo commento è stato eliminato dall'autore.
@ Antoniomeopata:
Il Fatto Quotidiano è edito dalla Editoriale Il Fatto S.p.A. il 30% delle azioni è detenuto dagli azionisti operatori (giornalisti) i quali, grazie alle norme statutarie, sono determinanti per qualsiasi decisione rilevante riguardante il giornale, ma non è una cooperativa.

@ Pablo:
si avrebbero potuto fondare una cooperativa.
"non credo che Repubblica attiri i suoi lettori con le notizie su Atlantide, sinceramente "

Quello che credi tu è irrilevante. Il fatto, facilmente dimostrabile anche solo scorrendo questo blog, è che Repubblica (e altri giornali, sia chiaro) pubblica cazzate conclamate. La ragione per cui lo faccia è secondaria. Un giornalista, prima di pubblicare qualcosa, dovrebbe verificarne la veridicitá. Che non lo faccia, e che il suo direttore lo lasci fare, beh diciamo che descrive adeguatamente il livello di detto giornale.
@Alexandre

La Repubblica gode di un tifo che altri giornali come il Corriere non hanno. Questo fa sì che orde di fan vengano in loco a propugnare una supposta superiorità o alterità di Repubblica.

Che francamente studiando un poco i media italiani, non sussiste proprio.
Ci può aver pisciato dentro il cane, per quanto ne sappiamo
I cani pisciano bario ?!? Ohibò!

In più c'è un problema di microgrammi che non ricordo al volo
Lo ha detto Biolca (commento #132). Per "quelli là" i m*grammi sono sempre la stessa cosa. Sia i micro- che i milli- (ci sarebbero anche i megabytedi-, ma quelli sono arrivati dopo).
Chi sarebbero questi pennivendoli disonesti che non verificano le fonti?

Io i nomi li ho fatti, quando li ho avuti. Alessandra Farkas, citata proprio nell'articolo qui sopra. Forse t'è sfuggito.
Io personalmente lo giudico un giornalista molto valido e preparato. Non a caso dirige un quotidiano così importante. E' un ruolo di grande responsabilità e prestigio. Be' certo non tanto come quello di tenere una trasmissione antibufala alla radio svizzera.

Dimmi, b1144732, cosa ti rode così tanto? Come mai ce l'hai con me? Non hai niente di meglio da fare? Che so, strappare le ali alle farfalle?
Che scriva per Repubblica? :O Che magari sia l'autore della photogallery? :O
Anche io sono curioso di sapere di più di b1144732, mi incuriosisce non poco :-)
LT (Lateral Topic):

smetterei volentieri di leggere il giornale, ma dopo mezz'ora davanti a qualsiasi schermo gli occhi mi si arrossano e devo smettere.
Il che tra l'altro mi sembra un limite non da poco per la diffusione degli e-reader, e-book, o come diavolo si chiamano.
Nessuno ha mai studiato la faccenda? Ovvero il possibile impatto negativo sul mercato delle difficoltà alla vista che i dispositivi elettronici creano e la carta no?
@prof dinosauro

Sì, è un problema noto e si cerca di porvi rimedio in diversi modi, tra il quale una retroilluminazione blanda o anche del tutto assente...

http://wiki.mobileread.com/wiki/E-book_Reader_Matrix
Martinobri, l’unico al mondo con e-readers a tubi catodici. Il suo Ipad a fosfori verdi è l’invidia dei retrofanatici.
martinobri, hai mai provato il Kindle?
L'ovetto Kinder mi piaceva molto, ma il Kindle non l'ho ancora provato.
Per il resto grazie delle segnalazioni; è vero che io sono particolarmente sfigato con la vista, ma è anche vero che i giovani baldanzosi di oggi invecchieranno e quindi tra un po' masse enormi di potenziali clienti avranno questo problema.
Mo' mi leggo il link
@martino

Soprattutto la parte "Screen technology"
"il Kindle non l'ho ancora provato."

Nemmeno io, peccato. Ma se qualcuno me lo volesse regalare, io non mi tirerei certo indietro! :)

Ah, naturalmente il Kindle 3, quello figo col 3G, altrimenti non se ne fa nulla -_-
L'italia è una repubblica fondata sulla spintarella, non sulla meritocrazia. Esempio eclatante è "Voyager". Non conosco il direttore di Repubblica, ma il fatto che sia direttore non è una garanzia per la sua bravura. Poi, sarai anche direttore, ma magari ti può sfuggire la cazzata fatta dal tuo giornalista, oppure la fai sfuggire appositamente per far aumentare tirature e accessi web. Ai posteri l'ardua sentenza
Per Santino83

L'italia è una repubblica fondata sulla spintarella, non sulla meritocrazia. Esempio eclatante è "Voyager".

Mah... credo sia già stato sottolineato che Roberto Giacobbo aveva la sua bella trasmissioncina sulle scodelle volanti e i misteri misteriosi del passato: Stargate su TMC (poi La7). Non ne conosco i dati auditel fra il 1998 e il 2003; fatto sta che la trasmissione è piaciuta a Raidue, tanto da ingaggiarlo e proporgli un contratto interessante.

Non conosco il direttore di Repubblica, ma il fatto che sia direttore non è una garanzia per la sua bravura.

Se la notizia è apparsa solo sulla versione web di Repubblica, cioè Repubblica.it, come pare, il direttore responsabile è Vittorio Zucconi, assieme a Giuseppe Smorto. In Italia la qualifica di direttore responsabile è giuridica: è quello che si becca le querele e le telefonate dei cittadini furenti. Il direttore editoriale, il vero coordinatore e ispiratore dei contenuti, spesso è un'altra persona.
ot parziale

Ma a proposito di giornalismo serio e di controllo delle fonti, si è poi scoperto da dove saltava fuori la fantomatica signora Iannona del povero barboncino svizzero?
Mi fa strano che la bufala sia "totale", al punto da aver inserito completamente a caso un nome inesistente e non collegabile al "fatto" proprio neppure di striscio.

Generalmente la balle, giornalistiche e non, in qualche modo distorcono - anche molto - qualcosa che ha comunque un minimo di aggancio a qualcosa di verosimile.
Ah, poi ci sarebbe un'altra cosa.

A me avrebbe fatto molto ma molto piacere se davvero Atlantide fosse stata scoperta.

Sempre la stessa storia. Tutte le cose buone fanno male, tutte le storie intriganti sono bufale ...
@Marco

Ricordo che nel corso degli ultimi anni in Italia due avvocati sono riusciti a far pubblicare notizie da loro inventate di sana pianta. Chissà se c'è il loro zampino dietro?

Non ho sottomani link per citarli, forse qualcuno li può trovare più facilmente. Altrimenti li cerco io più tardi.
@marco

Generalmente la balle, giornalistiche e non, in qualche modo distorcono - anche molto - qualcosa che ha comunque un minimo di aggancio a qualcosa di verosimile.

Come le zingare che rapiscono i bambini nei supermercati ?

;)
Ps. Solo a me spariscono i commenti di questo 3d e poi riappaiono come niente fosse?

E si che non stiamo parlando del triangolo delle Bermuda.

;)
Finora a me non apparivano nel thread anche si mi arrivavano attraverso la notifica via e-mail. Che spariscano dal thread non l'ho mai notato.
@theDRaKKaR l'Omeopata detto Quo, ex bambino sIndaco, aspirante ufologo del GREAA

Capita se accedo al 3d da "Ultimi articoli commentati", poi scrivo qualcosa, clicco su anteprima e tutti i commenti riappaiono.

Mistero

;)

Ps Stai cercando di battere il record del nickname più lungo?
@motojoe

Non ho mai usato quella funzione, accedo al post dal link all'interno della mail.

PS No, anzi vorrei aggiungere anche "che ve in nanz con certi bal in Tesin"