skip to main | skip to sidebar
209 commenti (ultimi)

Bizzarra mostra antipsichiatria a Lugano

Lugano, strana mostra contro la psichiatria del “Comitato dei Cittadini per i Diritti Umani”. O dovremmo dire Scientology?


Nei giorni scorsi in giro per Lugano si sono visti degli strani poster che parlavano di “verità sugli abusi” della psichiatria e reclamizzavano una mostra tenuta al Palazzo dei Congressi. Nel poster e nei volantini era indicato il link www.cchr.org/it, che porta al sito multilingue del Comitato dei Cittadini per i Diritti Umani. O, per usare la versione inglese, la Citizens Commission on Human Rights. Che è un'organizzazione sponsorizzata da Scientology. Ma di quest'affiliazione controversa non c'erano indicazioni esplicite e facilmente rilevabili nella mostra e non ce n'erano del tutto nei manifesti e nei volantini.

Non è la prima volta che Scientology si presenta da queste parti usando espedienti o nomi alternativi per non farsi identificare: nel 2009 avviò una campagna pubblicitaria “Dico No alla droga, dico Sì alla vita” sugli autobus cittadini tramite la Fondazione Futura, i cui legami con Scientology furono rivelati fra molte polemiche da La Regione Ticino (Ticinonline, 19/9/2009; Ticinonline, 21/9/2009; Ticinonline, 23/9/2009). Altri nomi associati alla vicenda e indicati come emanazioni di Scientology sono la Foundation for a Drug Free World, Associazione Dico No alla Droga Dico Sì alla Vita e Associazione per un'Applicazione Pratica dello Studio (Registro del Commercio). La risposta del Consiglio di Stato a un'interrogazione indica inoltre la presenza di Scientology nell'associazione Vita Migliore.

A ottobre 2010 Scientology si è iscritta ad Artecasa, che è una fiera dell'arredamento, suscitando clamore in chi non si aspettava di trovare una “setta” (sic) fra gli espositori (Ticinonline, 26/10/2010).

Nei dati pubblici del Registro del Commercio ticinese sono registrate la Chiesa di Scientology Missione di Lugano (CH-514.6.013.879-4) e Scientology Centro di Filosofia Religiosa Applicata (CH-500.6.002.520-6).

La già citata risposta del Consiglio di Stato, pur sottolineando il diritto inviolabile alla libertà religiosa, contiene questo paragrafo interessante:

In Svizzera vi sono state in passato controversie sul presunto carattere pericoloso della Chiesa di Scientology. Nel 1998 e nel 2000 il Dipartimento federale di giustizia e polizia ha redatto due rapporti all'attenzione della Commissione consultiva in materia di protezione dello Stato, i quali hanno concluso che non sussistono indizi per dimostrare che la Chiesa di Scientology tenterebbe di infiltrare le strutture dello Stato e che pertanto non vi sarebbero i presupposti per raccomandare una sorveglianza preventiva da parte degli organi di polizia.

I metodi di reclutamento e di proselitismo hanno attirato l'attenzione dell'opinione pubblica elvetica e hanno indotto alcuni cantoni a muoversi in una direzione restrittiva. Il Tribunale federale è intervenuto in alcuni casi sull'uso dello spazio pubblico per scopi pubblicitari. Nel 1999 ha respinto un ricorso inoltrato dalla Chiesa di Scientology contro una disposizione introdotta nel Canton Basilea Città, dando ragione al cantone che ha previsto la punibilità di chi avvicina o cerca di avvicinare passanti in luoghi pubblici servendosi di metodi ingannevoli o sleali (DTF 125 I 369). Nel 2000 ha allentato una disposizione di legge troppo restrittiva della Città di Zurigo, precisando che un divieto generalizzato delle campagne pubblicitarie su suolo pubblico era da considerarsi sproporzionato (DTF 126 I 133).

Può sorprendere l'accenno all'“infiltrare le strutture dello Stato”, ma c'è un precedente: l'Operazione Biancaneve, in cui Scientology, negli anni Settanta, tentò di infiltrarsi nelle ambasciate, nelle agenzie e nel governo statunitense con circa 5000 agenti (United States Court of Appeals for the District of Columbia against Mary Sue Hubbard, Henning Heldt, Jane Kember et al.).

I metodi discutibili della Chiesa di Scientology hanno attirato l'attenzione di molti giornalisti: guardate il pedinamento e la vessazione subiti da un giornalista della BBC (video più esteso qui) o leggete l'approfondita indagine di Lawrence Wright per il New Yorker.

Si può argomentare che Scientology, in quanto religione, ha diritto di esistere. Ma quando una religione organizza pedinamenti e provocazioni, usa associazioni di copertura per non far emergere il proprio nome, porta Tom Cruise a registrare video deliranti come questo, e sostiene di conferire superpoteri ai propri adepti purché paghino laute cifre, è diritto di ogni cittadino porsi delle domande in proposito ed esigere trasparenza.

È un diritto che diventa dovere se poi una religione arriva ad organizzare – senza presentarsi per nome, ma usando associazioni-paravento – costose affissioni ed esposizioni nelle quali afferma che “gli psichiatri (e gli psicologi, a loro accomunati) «inventa­no» sempre nuovi disturbi essenzialmen­te allo scopo di «vendere» le loro cure (inef­ficaci ed eticamente riprovevoli), facen­do guadagni favolosi; per ampliare la lo­ro presa sull'umanità, gli psichiatri han­no inventato o sostenuto teorie pseudo­scientifiche - il darwinismo etico, l'eu­genetica, il razzismo - e hanno così con­tribuito ampiamente all'«olocausto» e all'«apartheid», alla pulizia etnica nei Bal­cani e (cosa che finora mi era sfuggita) al­l'attacco alle torri gemelle del 11.9. Que­sto perché il «numero 2» di Al Qaida, Ay­man Al Zawahiri, è un medico egiziano che «ha studiato psicologia»” (Corriere del Ticino, 9 marzo 2011).

Quelle che seguono sono alcune fotografie (cliccabili per ingrandirle) della mostra organizzata da Scientology a Lugano. Le pubblico per diritto di cronaca ad esposizione conclusa in modo che si possa documentare che cosa afferma Scientology. Ringrazio tutti coloro che hanno contribuito a questa breve indagine.



























Invia un commento
I commenti non appaiono subito, devono essere tutti approvati da un moderatore. Lo so, è scomodo, ma è necessario per tenere lontani scocciatori, spammer, troll e stupidi: siate civili e verrete pubblicati qualunque sia la vostra opinione; gli incivili di qualsiasi orientamento non verranno pubblicati, se non per mostrare il loro squallore.
Inviando un commento date il vostro consenso alla sua pubblicazione, qui o altrove.
Maggiori informazioni riguardanti regole e utilizzo dei commenti sono reperibili nella sezione apposita.
NOTA BENE. L'area sottostante per l'invio dei commenti non è contenuta in questa pagina ma è un iframe, cioè una finestra su una pagina di Blogger esterna a questo blog. Ciò significa che dovete assicurarvi che non venga bloccata da estensioni del vostro browser (tipo quelle che eliminano le pubblicità) e/o da altri programmi di protezione antimalware (tipo Kaspersky). Inoltre è necessario che sia permesso accettare i cookie da terze parti (informativa sulla privacy a riguardo).
Commenti
Commenti (209)
Ma Scientology, di chi è?

Intendo dire, dato che sembra essere un'impresa, per quanto sui generis, chi siede in consiglio d'amministrazione?
Sono venuti anche a Cagliari un po' di mesi fa`.

Ho girovagato per un po', visto qualche video... poi mi son seduto all'ultimo perche` non avevo piu` tempo per guardarli tutti... inizia cosi`:
"Nel 1952 L. Ron Hubbard fonda la Chiesa di Scie.." non so come continua perche` mi sono alzato e sono uscito.

In un baleno il carattere fortemento fazioso della mostra ha avuto senso. Sui volantini girava come "Gli orrori della psichiatria" o qualcosa di simile.
Il questionario nell'ultima foto non dovrebbe essere disturbante in sè per sè?
Faccio lo psichiatra nel SSN da quindici anni. Ho molto chiaro perchè i dinamici 'dianetici' abbiano in odio psicologia e psichiatria quasi quanto le religioni confessionali che si oppongono loro. Del resto sono patetici; i loro argomenti banali, risaputi, stra-discussi e presi pari pari dai temi del movimento antipisichiatrico degli anni '70. Questo di prendere ovunque senza approfondire (come dal vecchio Freud, vero R.Hubbard???) nè dichiarare le fonti è un altra tipica prassi degli scientologi.
L'avete letta la.. uhm chiamiamola bibbia di Scientology? (l'analogia è pesante ma perdonatemela)

Me ne hanno letti dei passggi e l'ho trovata un pessimo romanzo di fantascienza.

Il "pianeta governato dagli psichiatri"... gli abitanti caricati sugli aerei con la scusa di "pagare le tasse" e poi piazzati nei vulcani della Terra...

Mah.
D'altronde nel racconto di Hubbard in 10 libri "Missione Terra" (come scrittore non era neanche male, almeno a me piaceva abbastanza) da molta rilevanza alla psichiatria. Ripensandoci si spiega perché abbia picchiato su quel tasto con Scientology.
Mi ricordo al tempo di aver letto una sua intervista in cui diceva qualcosa del tipo: "guadagno bene come scrittore, ma inventarsi una religione rende molto di più." Non sono mai riuscito a verificare se avesse realmente detto quelle parole, ma sono plausibili.
In effetti quando ho visto in giro quei manifesti ho sentito subito puzza di scientology. Lo stile aggressivo del titolo e le accuse contro la psichiatria sono troppo palesi.
Lo stesso stile è adottato dai cartelloni che ho visto nelle foto qui sopra: violenti ed emotivamente scioccanti. Questi sono trucchetti banali di ingegneria sociale, scioccare le persone inibisce il pensiero razionale, ed è proprio quello che hanno bisogno per abbindolare nuovi polli da spennare.

È impressionante perché basta veramente poco per riconoscerli se si conoscono un paio di dettagli sulla loro linea di pensiero. Vengono allineati in maniera estremamente precisa col pensiero dei piani alti.
Scientology non piace nemmeno a me, volevo sapere se sapevi di questo servio giornalistico della tv svizzera sul Gardasil e il papilloma virus.

http://www.youtube.com/watch?v=oX8u2OxzfnM&feature=player_embedded
ottimo articolo,esaustivo e non preconcettuale.
causa vicissitudini che non sto qui a narrare,mio malgrado,ho avuto a che fare con questa che impropriamente vien chiamata chiesa,e ti assicuro che la realtà è ancor più assurda di come la descrivi.venire in contatto con codesti malati mentali,dico malati perchè non hanno coscienza,vien tolto loro ogni parvenza,anche minima, di sentimento è una esperienza così devastante a livello umano che ti frantuma l'anima.
Venuti un paio di estati fa anche a Padova.
Mostra patrocinata dal Comune.
Disgustorama!
Fra l'altro, preferisco nettamente questi deliri di Tom Cruise:
http://www.youtube.com/watch?v=oF5fIHhsHeM
Non sono gli unici, comunque. E neanche i peggiori.

In effetti il fatto che siano così puerili da spingere una persona di buon senso a chiederci chi è che può cascarci...

Dimostra che non sono un gran chè.
Anche a me il questionario disturba non poco... Sia per la forma sia per le intenzioni: Scientology e svizzerano, una miscela micidiale :D

Io preferisco invece questi deliri di Tom Cruise :D
L'unica esperienza che ho avuto con scientology è avvenuta per strada: due giovani della setta, dopo qualche domanda di circostanza, hanno provato a convincermi a fare un test per misurare il mio umore.

Ho accettato, e sapete cosa mi hanno tirato fuori? Un multimetro digitale. Ve lo giuro. Loro lo chiamavano qualcosa come "e-meter", ma in realtà stavano misurando la mia resistenza elettrica. Mi è bastato questo per capire che scientology non fa per me... :D
Ciao,
grazie per l'interessante report. Segnalo che i rapporti fra fondazione futura e scientology sono stati scovati dal quindicinale satirico "Il Diavolo" e solo in seconda battuta ripresi da La Regione (così solo per fare il puntiglioso). Qui l'articolo uscito l'11 settembre: http://goo.gl/BL4Cu
Un comportamento simile a quello che gli scientologi tengono in Italia, in Germania è considerato "ragionevolmente minaccioso"

In effetti, anche ai banchetti per salvare la trota teflonata, dire: "Lass mir in ruhe" viene recepito come un ordine perentorio.

Nei prossimi giorni cercherò di informarmi:

So che appoggiare la mano sulla spalla a qualcuno per rafforzare la richiesta di non accomiatarsi è considerato aggressione. (Cioè se uno si volta e prende a pugni & calci chi glie lo fa, può invocare in tutta tranquillità la legittima difesa)

In ogni caso i tedeschi, a quanto ho visto, non lo fanno in nessuna circostanza.

Secondariamente i tedeschi vengono condizionati da piccoli (nella scuola elementare) ad assumere un tono imperioso quando qualcuno li tira per la manica, la cosa è più o meno automatica e si attiva nel momento in cui avviene il contatto sonoro.

Gli italiani dovrebbero essere abituati a reagire ad un simile approcio dall'esperienza coi banchetti dei sedicenti ex-tossico dipendenti.

La reazione migliore quando si viene avvicinati da qualcuno chiaramente riconoscibile come non appartenente alle forze dell'ordine, è assumere un tono cortese ma deciso, chiedere un documento. Quando mostrano la tessera che hanno al petto spiegare che ci si riferiva alla carta di identità o al passaporto.

Argomentare qualsiasi obbiezione spiegando recisamente che si intende svolgere delle indagini, SENZA attribuirsi una affiliazione.

Il metodo avanzato è, (specialmente se c'è una donna nel gruppo), fare subito un apprezzamento MOLTO pesante. Fermare la perplessità imponendo la mano dicendo: "se non vuoi farlo, altro da te non mi interessa." e/o "Prima soddisfi la mia richiesta, poi sto a sentire quello che hai da dirmi"
Premetto, se mi sbaglio faccio volentieri ammenda, ma la foto del nero "0ppresso" (foto 2) è identica a una foto dell'unico sopravvissuto della distruzione della città di Saint Pierre nell'isola della Martinica a causa dell'eruzione del monte Peleè del 1902.
Scientology impone di pagare alcune onerose quote per accedere ai livelli di saperi successivi. Se per pura curiosità volete sapere quali siano gli insegnamenti dedicati agli "illuminati" di Scientology vi consiglio caldamente di guardarvi la puntata Trapped in the closet di South Park, che spiega dettagliatamente i livelli della conoscienza raggiungibile. Se non erro, dopo questa puntata, la serie ha anche perso per qualche tempo Isaac Hayes poiché era affiliato a Scientology.Questa puntata vi illuminerà! All'epoca tra le altre cose, la sua messa in onda era stata boicottata in tutti i modi da Tom Cruise in persona.
Cyparis, il nero superstite di Saint Pierre, appare diverso.
Uno dei miei idoli


http://www.youtube.com/watch?v=fYBTlI1-fHg
Intanto Tom Cruise dovrebbe uscire dall'armadio (citazione da south park non ricordo l'episodio ma se volete ve lo cerco.. provate a tradurre la frase in inglese...)

Cmq questa pseudo chiesa non fa' altro che imporsi violentemente nella vita delle persone.. cosi come fanno le altre spesso e volentieri.
Non sono altro che buoni esperti di marketing con molti soldi.

un ultima cosa:
"[..]una disposizione introdotta nel Canton Basilea Città, dando ragione al cantone che ha previsto la punibilità di chi avvicina o cerca di avvicinare passanti in luoghi pubblici servendosi di metodi ingannevoli[..]"

Quindi se avvicino una ragazza per strada da quelle parti dicendogli che sono interessato ai suoi occhi mentre in realtà punto piu' in basso sono punibile a termini di legge? :)
@Gnome

ROTFL , l'ho dovuto rivedere :D
Consiglierai di dare un'occhiata alla più grande raccolta in lingua italiana di materiali scientologici e testimonianze di ex membri.... da capelli bianchi.
http://xenu.com-it.net/
Per rossoallosso

Ma proprio le maiuscole ti sono antipatiche?

In più:

ottimo articolo,esaustivo e non preconcettuale.

Non prevenuto.

causa vicissitudini che non sto qui a narrare,mio malgrado,ho avuto a che fare con questa che impropriamente vien chiamata chiesa,e ti assicuro che la realtà è ancor più assurda di come la descrivi.venire in contatto con codesti malati mentali,dico malati perchè non hanno coscienza,

Non è chiaro se ti stai riferendo ai semplici adepti, o ai dirigenti, coloro che tengono le redini del movimento.
Nell'ultimo caso, la mancanza di scrupoli di coscienza non è una malattia, anzi, se unita a senso degli affari è il preludio del successo.

vien tolto loro ogni parvenza,anche minima, di sentimento è una esperienza così devastante a livello umano che ti frantuma l'anima.

Esagerato. Ma fosse vero, va applicato alla lettera il proverbio milanese: "Quand el corp el se frusta l'anema la se giusta", cioè: quando si frusta il corpo, s'aggiusta l'anima.
Per Gnome

Scientology impone di pagare alcune onerose quote per accedere ai livelli di saperi successivi.

Livelli di sapere. Non mi risulta che il sostantivo "sapere" abbia il plurale.

Se per pura curiosità volete sapere quali siano gli insegnamenti dedicati agli "illuminati" di Scientology vi consiglio caldamente di guardarvi la puntata Trapped in the closet di South Park, che spiega dettagliatamente i livelli della conoscienza

Conoscenza.
Mi chiedo se insegnare nelle scuole elementari la vendita degli orochi-evil-aspirapolveri non gioverebbe alla formazione del fanciullo.

Parafrasando Luciano De Crescenzo: Non appare troppo strano che un giovanotto di venti anni sia relativamente indifeso contro certi tipi di approcio, ma il fatto che funzionino su individui che hanno passato i quaranta dovrebbe suggerire che qualcosa non va nella pubblica istruzione.

Dopo tutto alle elementari non è che si va per imparare a leggere, scrivere, far di conto... e che gli albergatori austriaci son degli irriferibili bifolchi.

Alle elementari si va per addestrarsi vivendo una versione un po' più matura e razionale di quello che sarà il mobbing nell'ambiente di lavoro.
Vittorio,

Premetto, se mi sbaglio faccio volentieri ammenda, ma la foto del nero "0ppresso" (foto 2) è identica a una foto dell'unico sopravvissuto della distruzione della città di Saint Pierre nell'isola della Martinica a causa dell'eruzione del monte Peleè del 1902.

Interessante! Hai della documentazione?
@Acca Dovresti dirlo a questi editori...
@Vittorio e Paolo

Avevo postato una foto del sopravvissuto, che appare diverso dal soggetto sulla sedia, ma è stata bloccata dall'antispam.

Provo così:

http://tinyurl.com/cyparis
Off Topic: Repubblica titola: "Fukushima, allarme fusione nucleare." e nel testo si legge:
"L'area intorno alla centrale di Fukushima è stata evacuata e le autorità temono che si sia verificata una fusione nucleare."
Verificare la traduzione no?
Per theDRaKKaR

Dovresti dirlo a questi editori...

Gulp, e c'è pure Laterza, Olschki, Il Mulino. Forse la lingua italiana si evolve più rapidamente di quanto io registri. :-/
Ricordo ancora la mia esperienza avuta con costoro. Esperienza che devo per forza incasellare come positiva per il motivo in calce a questo intervento.

Fermatomi ad un banchetto per strada per vedere cosa fosse, ho passato 20 minuti a discutere con un tizio su quanto potesse essere possibile guarire dalla miopia semplicemente parlandone con un "santone". Pur non sapendo una mazza dei "poteri occulti della mente", sapevo benissimo qual'era la motivazione dietro al fatto che portassi gli occhiali. Niente, la fisiologia e le sue eventuali aberrazioni, per loro, erano una balla.

Seguirono nell'ordine: mezz'ora di test e conseguente quarto d'ora di disamina dei risultati, 5 minuti di trattativa per il libro che avrebbe risolto i miei problemi (un'amenità del tipo "Tu sei il tuo stress"... e grazie al ca..), 30 secondi di faccia stupita del tipo alla mia richiesta di voler invece comprare Dianetics...

A questa richiesta venivo bombardato da mille proposte di trovarmi con loro alla prossima riunione alla chiesa di Scientology. Richiesta declinata con il garbo che mi contraddistingue (Sissì, aspettatemi che arrivo, alle 9? Domenica? Sissì. Porto pure Gnagno ed il suo crick. Aspettatemi.)

Arrivato a casa, apro il libro e comincio a leggere... L'introduzione è un vademecum su come leggere il libro. La cosa si risolve nell'assunto che se non si capisce una parola in una frase, non si capisce l'intera frase. Quindi tornare all'inizio della frase. Se non si capisce una frase non si capisce il capoverso, quindi tornare ad inizio capoverso. Se non si capisce il capoverso non si capisce il capitolo, quindi tornare ad inizio capitolo.

Bon, alora cominciamo: ...dopo 20 minuti mi rendo conto che sto ancora leggendo la prima pagina perché continuo a tornare indietro. Nel momento in cui me ne accorgo, penso "Ma devo star qua a farmi condizionare da un libro?". Lo chiudo, lo metto sullo scaffale e lo lascio lì. Ed è lì da 14 anni...

Ero un giovinastro, il mio spirito critico non era ancora ad un buon livello come quello odierno (ho da imparare ancora tanto), ma già allora capii che quella era una cag... bufala di proporzioni gargantuesche.

Mi resi conto che dovevo avere una preparazione per leggere e capire quanto c'era scritto sopra, senza farmi indirettamente influenzare. E cominciai il percorso conoscitivo che mi ha portato dove sono oggi. Tra gli scettici allegri.

Quindi grazie Hubbard. Sei riuscito a risvegliarmi. A proposito, quand'è che torni tra noi? L'altro ci ha messo tre giorni, tu sei contumace da 25 anni. Che fai? Torni? Sine? None? Mh?
Io ho letto Dianetics, ho meglio ho cominciato a leggerlo, intorno ai 16 anni più o meno. Il libro era presente in casa mia perché appioppato da qualcuno a mai sorella, di 3 anni più grande di me. Ricordo indistintamente che alcune frasi erano veramente senza senso, ma mi ero incaponito, avevo pensato qualcosa del tipo "questo sta usando un sacco di supercazzole, la cosa è molto sospetta, voglio vedere se riesco a trovare qualche frase in cui capisco dove vuole andare a parare". La frase la trovai, nella fattispecie era quella dove dive che i tumori sono originati da non ricordo più bene quali traumi-blocchi-psicocazzole.

A quel punto, indignato ho preso il libro e l'ho riportato a mia sorella con una frase del tipo: "è una marea di cazzate".

Devo dire che sono sempre stato "naturalmente" critico, ma allora ero anche più giovane e quindi più portato a dare spazio a certe tesi... e quindi se la reazione è stata quella significa che era proprio una marea di cazzate :D
Per theDRaKKaR

Io ho letto Dianetics, ho meglio

O meglio.

ho cominciato a leggerlo, intorno ai 16 anni più o meno.

Sii più preciso: grosso modo all'incirca intorno ai 16 anni approssimativamente più o meno a spanne.

Il libro era presente in casa mia perché appioppato da qualcuno a mai sorella,

A mia sorella.

di 3 anni più grande di me. Ricordo indistintamente che alcune frasi erano veramente senza senso,

Forse intendi distintamente.

ma mi ero incaponito, avevo pensato qualcosa del tipo "questo sta usando un sacco di supercazzole,

Il termine non era ancora stato resuscitato da Teo Mammuccari per "Le iene". Sì, era stato inventato per Amici miei (1975), ma chi se lo ricordava più? Quindi, secondo me, avevi usato un altro termine, in quella circostanza: probabilmente galimatias, oppure arzigogolo: due sinonimi non legati alla cinematografia.

la cosa è molto sospetta, voglio vedere se riesco a trovare qualche frase in cui capisco dove vuole andare a parare". La frase la trovai, nella fattispecie era quella dove dive

Dice.

che i tumori sono originati da non ricordo più bene quali traumi-blocchi-psicocazzole.

Vedi sopra.
La cosa incredibile è che non sia ancora arrivato nessun esponente di Scientology a difendere la mostra e la fede.
Di solito sono persino più solerti e solleciti dei complottisti.
@ Accademia dei pedanti ♂
Ti è sfuggito un "qual'era", stai perdendo colpi.
La cosa incredibile è che non sia ancora arrivato nessun esponente di Scientology a difendere la mostra e la fede.

E' già arrivato stamattina prima delle 9, ma via mail privata.
Non riesci a postare la "chicca" omettendo il mittente?
Ora telefono a R.H. e lo faccio venire. siete tutti miscredenti e brucerete in torbidi vulcani di cera molle.. (scusate il cambio di nick G.P.)
Per marcov

Ti è sfuggito un "qual'era", stai perdendo colpi.

L'ho visto, l'ho visto, ma il resto del commento di Stupidocane è corretto, a parte un "crick", che andrebbe scritto cric, o martinetto.
Non sta bene intervenire solo per un'apostrofo. :-D :-D
@Paolo Attivissimo
Possiamo possiamo possiamo poassiamo leggere la mail?!?!?! Dai dai dai!! Dice come in south park? I'll sue you? :P
"Saperi" è esattamente come "averi" o "esseri", non ci vedo niente di strano: quando un verbo diventa sostantivo ne può acquisire le caratteristiche morfologiche. Scusate l'intromissione.

PS: è scritto Emigliano anche se so che si scrive Emiliano, giusto per chiarire :-)
Dovreste conoscere dei veri credenti in questa specie di religione, sono allucinati da far pietà.
Ma d'altronde, se c'è chi crede in cose come le scie chimiche, come meravigliarsi che ci siano persone che credono in queste assurdità?

Tra l'altro sono anche assurdità mal costruite, non capisco come possano aver avuto successo, le altre religioni almeno si sono impegnate nel creare storie migliori.
Si vevde che basta insistere ed investire in "marketing" per riuscire ad accalappiare gente
Adesso un poco seriamente scusate ma da quello che ho letto fino ad ora (http://xenu.com-it.net) cosa fanno?
1) cercano di racogliere adepti
2) cercano di spogliarli dai loro averi
3) fanno in modo che chiudano i contatti con i "non credenti"

well... mi vengono in mente almeno altre 3 o 4 altre religione che non si schiodano molto da questi punti...
Non riesci a postare la "chicca" omettendo il mittente?

No. Non è una chicca, ma una discussione più che civile, ed è una mail con richiesta esplicita di restare privata.
TRa l'altro questo articolo dimsotra che i veri complotti esistono, non è forse quello di scientology un vero complotto? Altro che i complotti bufala.
E perché i complottisti non parlano ma di queste cose ma si sforzano sempre di parlare di complotti immaginari?
@Paolo
gli hai detto che non mangiamo nessuno e che qui siamo aperti mentalmente a discutere civilmente?
Ho letto l'intervento di Cmd.J.Keyl dopo aver postato il mio ed ho riso tanto. A dimostrazione che forse non tutti sono inclini a discutere con degli psicotici.

Senza offesa, Cmd.J.Keyl :D

Una situazione imbarazzante anzichenò...
Adesso un poco seriamente scusate ma da quello che ho letto fino ad ora (http://xenu.com-it.net) cosa fanno?
1) cercano di racogliere adepti
2) cercano di spogliarli dai loro averi
3) fanno in modo che chiudano i contatti con i "non credenti"

well... mi vengono in mente almeno altre 3 o 4 altre religione che non si schiodano molto da questi punti...


Convengo che il punto 1 e il punto 3 siano comuni ad altre religioni. Riguardo al punto 2 bisogna intendersi su "spogliarli dei loro averi": quando una richiesta - più o meno insistente - di contribuire economicamente alla vita religiosa diventa una spogliazione?
@ L'interlocutore telematico di Paolo Attivissimo

Se vuole contattarmi, può trovare la mia e-mail nel mio profilo.

Grazie per l'attenzione.
Come ti permetti stupido cane!? Ti denuncio!!!!


oopss... scusa mi stanno convertendo :D
@marcov
"quando una richiesta - più o meno insistente - di contribuire economicamente alla vita religiosa diventa una spogliazione?"


Quando i soldi finiscono dentro un sistema economico "forzato"... lungo di scorso e sono in pedi dalle 20.00 di ieri.. meglio evitarlo per quanto mi riguarda(almeno per ora).
L'unica cosa che mi ha stupito è il NAP sull'ultima immagine sul foglio del sondaggio. Immagino che sia l'equivalente del CAP come viene nominato in Italia :)
@ Cmd.J.Keyl

Vai pure a dormire, neppure io in fondo ho voglia di scatenare l'ennesima discussione a sfondo religioso. Era solo per precisare meglio i termini della questione nel caso qualcuno volesse far paragoni (a mio avviso impropri) con l'8 per mille o con la zakat.
@marcov
non intendevo l'8 per mille. C'e' ben di peggio.

cmq niente nanna fino alle 15.00
Per Nicola

L'unica cosa che mi ha stupito è il NAP sull'ultima immagine sul foglio del sondaggio. Immagino che sia l'equivalente del CAP come viene nominato in Italia :)

Esatto. Il documento è stato tradotto dalla versione svizzera francese, dove si chiama NAP (Numéro postal d'acheminement), perché nella Svizzera italiana è NPA (Numero postale d'avviamento), in quella tedesca PLZ (Postleitzahl), nella romancia... non lo so. Ci sono svizzeri nel forum, vediamo se aiutano.
@Acca

"vien tolto loro ogni parvenza,anche minima, di sentimento è una esperienza così devastante a livello umano che ti frantuma l'anima.

Esagerato. Ma fosse vero, va applicato alla lettera il proverbio milanese: "Quand el corp el se frusta l'anema la se giusta", cioè: quando si frusta il corpo, s'aggiusta l'anima."

Scusa Acca ma, a mio parere stai sottovalutando il problema. Un conto è l'ascetismo (che parte sempre da scelte individuali e mai imposte) e altro è il condizionamento psicofisico. Persino gli Esercizi Spirituali di Sant'Ignazio non sono necessariamente obbligatori per i Gesuiti (e poi uno può lasciare l'ordine quando vuole, pur rimanendo sacerdote).
Lasciando stare la faccenda scientology, dall'articolo sembra trasparire che le critiche radicali alla psichiatria provengano solo da scientology o da mitomani e attori famosi. In realtà c'è una vasta letteratura sociologica a riguardo (basti pensare solo alla teoria sociologica dell'etichettamento degli anni '60 e '70, in particolare Goffman), e anche critiche da parte di psichiatri dissidenti (ad esempio all'interno del movimento dell'antipsichiatria, con autori/psichiatri quali Antonucci e Thomas Szasz). E poi ci sono le critiche di Foucault e di innumerevoli altri. E tutti i libri e le ricerche sulle connivenza fra psichiatria e industrie farmaceutiche per la produzione di psicofarmaci inefficaci ma lucrativi (mi viene in mente il libro big pharma di jacky law). Quindi evitiamo di fare di tutta l'erba un fascio e di tutti gli antifascisti degli scientologhi.
Riprovo a commentare, dato che un primo commento probabilmente è andato perso (sono stati approvati diversi commenti, tra cui non il mio)

Riassumendo quello che avevo scritto. A criticare la psichiatria non è soltanto Scientology: la legislazione italiana ne è un esempio lampante. La legge 180 è infatti stata approvata contro il parere di molti psichiatri che vedevano nell'internamento l'unica cura possibile. Mentre Basaglia, il promotore della legge, era di un'altra scuola (« Non è importante tanto il fatto che in futuro ci siano o meno manicomi e cliniche chiuse, è importante che noi adesso abbiamo provato che si può fare diversamente, ora sappiamo che c'è un altro modo di affrontare la questione; anche senza la costrizione. »)

Criticare la psichiatria non è reato, e non è nemmeno complottista o altro. Lo hanno fatto e lo fanno in molti che non appartengono alla chiesa di Scientology.

Personalmente, da studioso di sociologia, posso citare Erving Goffman, sociologo americano. Ma si potrebbe parlare anche delle critiche avanzate contro l'elettroshock, l'internamento e altre cure che non apprezzano particolarmente i diritti umani.
Fantascienza? No. In molti paesi europei e non, come l'Austria (ho lavorato qui in un ospedale psichiatrico) queste cure sono ancora in atto e regolamentate da leggi.

L'errore che penso di leggere in questo articolo è il fare di tutt'erba un fascio, ovvero di far rientrare le critiche ponderate alla psichiatria nel filone delle scie chimiche, 11/9 e così via. Questo è un errore grave, a parer mio.

Cordialmente.
In ogni caso, la cosa che mi fa più scompisciare dell'episodio di South Park sono le cantate R&B di R.Kelly :D

"AND SO I PULL OUT MY GUN!" ^O^
Per lazarillo de tormes

Scusa Acca ma, a mio parere stai sottovalutando il problema. Un conto è l'ascetismo (che parte sempre da scelte individuali e mai imposte) e altro è il condizionamento psicofisico. Persino gli Esercizi Spirituali di Sant'Ignazio non sono necessariamente obbligatori per i Gesuiti (e poi uno può lasciare l'ordine quando vuole, pur rimanendo sacerdote).

Contestavo soprattutto l'uso di un'iperbole come "frantumare l'anima". Conosco un italiano in Danimarca che ha fatto parte di Scientology: ha confermato che è un'organizzazione in cui bisogna pagare per entrare, bisogna pagare per uscire, ma ora ne è decisamente fuori.
Forse nel 1980, quando è stato irretito lui, le tecniche erano meno efficaci.

Colgo l'occasione per ricordare che fra le "vittime illustri" di Scientology c'è Maria Pia Gardini. Anni fa ha partecipato a una puntata di Mi manda Raitre, secondo me minimizzando molto il suo ruolo nell'organizzazione: lei sosteneva di esservi entrata per stare accanto alla figlia, tossicodipendente e malata di Aids, ma di non aver mai realmente creduto alle pratiche. L'unico modo per seguire la figlia finché era in vita, sosteneva, era partecipare alle attività di Scientology.
La puntata non si trova né nell'archivio della Rai, né su Youtube. Si può leggere un breve resoconto qui:

http://tinyurl.com/4725vah .
@bohemienne

"“gli psichiatri (e gli psicologi, a loro accomunati) «inventa­no» sempre nuovi disturbi essenzialmen­te allo scopo di «vendere» le loro cure (inef­ficaci ed eticamente riprovevoli), facen­do guadagni favolosi; per ampliare la lo­ro presa sull'umanità, gli psichiatri han­no inventato o sostenuto teorie pseudo­scientifiche - il darwinismo etico, l'eu­genetica, il razzismo - e hanno così con­tribuito ampiamente all'«olocausto» e all'«apartheid», alla pulizia etnica nei Bal­cani e (cosa che finora mi era sfuggita) al­l'attacco alle torri gemelle del 11.9. Que­sto perché il «numero 2» di Al Qaida, Ay­man Al Zawahiri, è un medico egiziano che «ha studiato psicologia»” "

Un conto è criticare degòli aspetti della psichiatria, un conto è dire che gli psichiatri sono dei ciarlatani che si inventano le patologie per far soldi.

Una critica razionale e sostenuta da fatti è più che ammissibile, ma non è certo quello che ha fatto Scientology in questa mostra.
@Accademia
il proverbio milanese: "Quand el corp el se frusta l'anema la se giusta", cioè: quando si frusta il corpo, s'aggiusta l'anima.

nel senso che da un male, da una punizione corporale deriva un miglioramento dell’anima, un bene dello spirito?
Ho compreso correttamente?
dall'articolo sembra trasparire che le critiche radicali alla psichiatria provengano solo da scientology o da mitomani e attori famosi.

Se è questa la tua impressione, lo hai letto un po' distrattamente.

Ogni argomento è aperto alla critica. Dipende da come la si fa e su che basi la si poggia. Se la base è l'uso di associazioni-paravento e l'adozione di slogan e immagini shock, la critica ne esce indebolita in partenza.
Per bohemienne@fastmail.fm

Riassumendo quello che avevo scritto. A criticare la psichiatria non è soltanto Scientology: la legislazione italiana ne è un esempio lampante. La legge 180 è infatti stata approvata contro il parere di molti psichiatri che vedevano nell'internamento l'unica cura possibile.

La legge 180 del 13 maggio 1978 è stata approvata dal parlamento. Indubbiamente Franco Basaglia ebbe un ruolo importante in quella riforma, ma non fu mai né parlamentare né ministro.

Criticare la psichiatria non è reato, e non è nemmeno complottista o altro.

Nessuno lo ha sostenuto, qui.
Secondo te per criticare la psichiatria è necessario nascondersi dietro associazioni paravento, anziché presentarsi come Scientology?

Ma si potrebbe parlare anche delle critiche avanzate contro l'elettroshock, l'internamento e altre cure che non apprezzano particolarmente i diritti umani.

Critiche iniziate molto prima dell'esistenza di Scientology. Quell'associazione non ha inventato proprio nulla.

Fantascienza? No. In molti paesi europei e non, come l'Austria (ho lavorato qui in un ospedale psichiatrico) queste cure sono ancora in atto e regolamentate da leggi.

Quali cure esattamente? Spiega.
Qual'e' la differenza tra un sognatore, un folle e uno psicologo?
il sognatore costruisce castelli in aria, il folle li abita e lo psicologo riscuote l'affitto
@ Acca

ottima la citazione della Gardini! Nel suo caso "frantumare l'anima" è quasi riduttivo (la figlia si suicidò, se non erro).
L'errore che penso di leggere in questo articolo è il fare di tutt'erba un fascio, ovvero di far rientrare le critiche ponderate alla psichiatria nel filone delle scie chimiche, 11/9 e così via

Primo: le critiche fatte nella mostra si possono definire "ponderate"? E' da vedere.

Secondo: l'approccio comunicativo della mostra è molto simile alla "strategia del cuneo" dei creazionisti. Si comincia sollevando una critica legittima sulla quale l'interlocutore-bersaglio si trova d'accordo e poi si sfrutta questo varco per comunicare il messaggio successivo.

Per esempio:

1. La psichiatria usa talvolta pratiche controverse (punto sul quale è facile concordare)

2. Certe pratiche della psichiatria in passato sono state usate per giustificare crimini atroci come il nazismo (punto sul quale è abbastanza facile concordare se non si ha l'accortezza di dire "sì, ma il passato è il passato; oggi le cose sono diverse. Accusare gli psichiatri di oggi per le colpe dei loro predecessori è come accusare i cardiochirurghi di oggi per i salassi e le amputazioni senza anestesia dei loro precedessori")

Stabilito e posizionato questo cuneo, si passa al messaggio:

3. La psichiatria è completamente sbagliata e noi di Scientology abbiamo il rimedio.

Una persona debole, di fronte a un comunicatore sicuro di sé, ben preparato e abile nella persuasione, tenderà a cercare questo rimedio e sarà disposta a pagare e ad abbandonare le persone che gli saranno indicate come nocive alla sua psiche.

I discorsi di residui di anime aliene come causa di ogni male psichico arriveranno soltanto molto dopo, quando per molti sarà difficile sganciarsi.
"Contestavo soprattutto l'uso di un'iperbole come "frantumare l'anima". Conosco un italiano in Danimarca che ha fatto parte di Scientology: ha confermato che è un'organizzazione in cui bisogna pagare per entrare, bisogna pagare per uscire, ma ora ne è decisamente fuori.
Forse nel 1980, quando è stato irretito lui, le tecniche erano meno efficaci."

Sono contento che tu sia ormai fuori dal tunnel di Xenu, Accademia. La tua pedanteria è un effetto collaterale di quell'esperienza? :D
Per granmarfone

il proverbio milanese: "Quand el corp el se frusta l'anema la se giusta", cioè: quando si frusta il corpo, s'aggiusta l'anima.

nel senso che da un male, da una punizione corporale deriva un miglioramento dell’anima, un bene dello spirito?
Ho compreso correttamente?


In realtà no, la traduzione è inesatta. Ma dovevo trovare un rimedio popolare all'"anima frantumata". :-)

Il proverbio, che esiste anche nella variante "Quand la carne la se frusta l'anema la se giusta", significa che con gli acciacchi dell'età si diventa più timorati di dio. Insomma, penitenza, castità, temperanza, saggezza, sono virtù più facili da praticare da vecchi che da giovani.
"Ogni argomento è aperto alla critica. Dipende da come la si fa e su che basi la si poggia. Se la base è l'uso di associazioni-paravento e l'adozione di slogan e immagini shock, la critica ne esce indebolita in partenza."

Usare il termine "associazioni paravento" mi pare un po' eccessivo, si tratta più che altro di sotto-organizzazioni che si occupano di temi sociali particolari, e per questo differenziate dalla dottrina di scientology e dalla sua organizzazione principale, seppur siano da essa controllate. Per quanto riguarda gli slogan e le immagini shock mi trovi invece assolutamente d'accordo: tali metodi di critica banalizzano l'argomento, puntando tutto sull'impatto emotivo e tralasciando le argomentazioni serie che pure esistono e sono numerose.
@Accademia dei pedanti

In Austria, dal 91, il ricovero coatto in ospedali psichiatrici è regolamentato da una legge che impone la sentenza favorevole di un giudice allo stesso. Il giudice, che interviene il giorno dopo al ricovero, spesso si basa sulle decisioni del medico e può approvare il ricovero coatto per periodi anche relativamente lunghi (1-6 mesi) e può rinnovare il periodo alla scadenza dello stesso.

Il ricovero coatto in un ospedale psichiatrico prevede il sequestro di tutti gli effetti personali del malato (cellulare, vestiti, bevande e altri beni inclusi) e prevede l'obbligo del paziente a sottoporsi alle cure mediche stabilite dallo psichiatra. Le aree degli ospedali psichiatrici sono dei veri carceri, nel senso che sono controllati dalla polizia e con protezioni contro la fuga dei pazienti.

Personalmente ho visto un uso a volte maniacale di psicofarmaci (4-5 ogni pasto), uso di camicie di forza, e altri abusi che ho denunciato alla organizzazione per cui lavoravo.
guarda caso, l'unico video dell'archivio Rai di "Mi manda Raitre" non disponibile è quello della Gardini... "merito" degli avvocati di Scientology?
"Accusare gli psichiatri di oggi per le colpe dei loro predecessori è come accusare i cardiochirurghi di oggi per i salassi e le amputazioni senza anestesia dei loro precedessori"

Suona bene 'precedessore'! :D
Per ǚşå÷₣ŗẻễ

Forse nel 1980, quando è stato irretito lui, le tecniche erano meno efficaci."

Sono contento che tu sia ormai fuori dal tunnel di Xenu, Accademia. La tua pedanteria è un effetto collaterale di quell'esperienza? :D


Non mi fare così vecchio, screanzato. Nel 1980 andavo ancora alle medie. Sono venuto in Danimarca nel 1997, e ho conosciuto questa persona che ha circa 10 anni più di me verso il 2003.
il videoracconto di Maria Pia Gardini su Repubblica.it

http://tv.repubblica.it/cronaca/i-miei-anni-in-scientology/13574?video
"Le aree degli ospedali psichiatrici sono dei veri carceri"

Visto che oggi c'è Accademia, ne approfitto e chiedo: questa frase poteva anche essere formulata così?

"Le aree degli ospedali psichiatrici sono delle vere carceri"?

È una forma arcaica oppure si può dire che il sostantivo 'carcere' ha un plurale transgender? :D
Per lazarillo de tormes

guarda caso, l'unico video dell'archivio Rai di "Mi manda Raitre" non disponibile è quello della Gardini... "merito" degli avvocati di Scientology?

No no, magari! Sono assenti centinaia di vecchie puntate. Il servizio archivio video della Rai fa schifo.
@ Attivissimo

I metodi utilizzati da Scientology e il contenuto della mostra, però, non hanno nulla a che vedere con le critiche ponderate (non sto parlando di quelle avanzate da questa mostra) sulla psichiatria e sui metodi di coercizione che la stessa utilizza.
In Italia si sono fatti enormi passi avanti, il T.S.O. è ad esempio vincolato solo per alcuni casi e può durare al massimo 15 giorni. Mentre in altria paesi europei ciò non avviene.

Non penso che avanzare una critica su questo argomento sia da considerare complottista. La mia critica alla psichiatria verte, infatti, sulla coercizione che la stessa attua verso i pazienti che invece avrebbero tutto il diritto di *poter scegliere* come curarsi.

Non conosco la sua posizione nel merito, ma credo di aver letto un messaggio che tendeva ad etichettare le critiche alla psichiatria come tutte complottiste.

La ringrazio per il suo tempo.
"Non mi fare così vecchio, screanzato."

Quello 'screanzato' merita di per sé un attestato di stima! :)

"Nel 1980 andavo ancora alle medie."

Quindi tu dovresti avere circa 45 anni. È più facile credere a Xenu che a questo -_-
@Accademia
Ah, ecco, mi pareva.

La versione novarese è "quand al cul al vegna frust, tuti i pater vegnan giust" e, nel significato che hai aggiunto chiarendolo, vuole appunto prendere in giro il comportamento di coloro che in vita non hanno frequentato la chiesa, i sacramenti, sono stati magari dei mangiapreti e che invecchiando, per timore, si riavvicinano alla religione.

(pater = pater noster, cioè le preghiere; in alcune varianti si dice "sant", intendendo i santi o la divinità, cioè tutti i santi vengono buoni, ci si appella a loro invecchiando).
"La versione novarese è "quand al cul al vegna frust, tuti i pater vegnan giust"

Mai sentita. Ho sentito "quand la merda a munta in scagn, o la spüsa o la fa dagn", ma è un'altra cosa :D
Per bohemienne@fastmail.fm

In Austria, dal 91, il ricovero coatto in ospedali psichiatrici è regolamentato da una legge che impone la sentenza favorevole di un giudice allo stesso. Il giudice, che interviene il giorno dopo al ricovero, spesso si basa sulle decisioni del medico e può approvare il ricovero coatto per periodi anche relativamente lunghi (1-6 mesi) e può rinnovare il periodo alla scadenza dello stesso.

Be', in Italia il trattamento sanitario obbligatorio nemmeno dipende dal giudice. Decide il sindaco, anche se deve essere avvertito il giudice tutelare.

Le aree degli ospedali psichiatrici sono dei veri carceri, nel senso che sono controllati dalla polizia e con protezioni contro la fuga dei pazienti.

Anche gli OPG italiani (ospedale psichiatrico giudiziario). Non saprei dire gli ospedali psichiatrici, che sono sezioni all'interno di ospedali comuni. Questo episodio fa riflettere:

http://tinyurl.com/4ef6tjl .
Mai sentita. Ho sentito "quand la merda a munta in scagn, o la spüsa o la fa dagn", ma è un'altra cosa :D

Udita sicuramente a Cameri, Biandrate, Sozzago, Oleggio e anche in altri luoghi.

E visto che abbiamo aperto il barbanera locale c’è "la merda at pivion né che la spüssa né che la sà ’d bon".

Si avvia una collezione di scatole?
MODALITÈ OT GOD-MODE ACTIVATED

Scusate se mi intrometto, ma chi si è visto gli ultimi 2 servizi del TG5 di poco fa? Il primo delirava sul fatto che se si fanno dei calcoli matematici sui numeri delle date e dell'intensità del recente terremoto che ha colpito il Giappone, si ottiene sempre il numero 11, come l'11/9 (non chiedetemi quali calcoli, ero occupato ad usare il cervello), mentre il secondo era dedicato esclusivamente ai maremoti e alla CERTISSIMA fine del mondo®© del 2012®©...

Disgustorama in excelsis deo o_O

MODALITÈ OT GOD-MODE DEACTIVATED
Per ǚşå÷₣ŗẻễ

È una forma arcaica oppure si può dire che il sostantivo 'carcere' ha un plurale transgender? :D

Preferisco definirlo transessuale. Comunque sì, carcere al plurale cambia genere, così come eco (femminile al singolare, maschile al plurale).
@ pauL
ti seguo nell'OT

ha cominciato Marco Letizia su Corriere.it: evidentemente oggi il lavoro scarseggia da quello parti... ovvio che l'11/9 e Atocha siano collegate! Sono eventi provocati da persone che hanno la possibilità di decidere QUANDO compiere disastri... per la serie "buon giornalismo in Italia" :-P
" Il primo delirava sul fatto che se si fanno dei calcoli matematici sui numeri delle date e dell'intensità del recente terremoto che ha colpito il Giappone, si ottiene sempre il numero 11, come l'11/9"

Al sentir questo, ci darò dentro con la punta conica con più veemenza! (che spüsa da fer e da vernìs brüsà! :D)
imagopovi,

Usare il termine "associazioni paravento" mi pare un po' eccessivo, si tratta più che altro di sotto-organizzazioni che si occupano di temi sociali particolari, e per questo differenziate dalla dottrina di scientology e dalla sua organizzazione principale, seppur siano da essa controllate.

Il termine è, a mio parere, esatto. Se sono "da essa controllate", perché non dirlo? Il fatto di non dirlo le trasforma in paravento.
bohemienne,

Non penso che avanzare una critica su questo argomento sia da considerare complottista.

Dipende come la si avanza.


La mia critica alla psichiatria verte, infatti, sulla coercizione che la stessa attua verso i pazienti che invece avrebbero tutto il diritto di *poter scegliere* come curarsi.

Stai sviando la discussione dal tema dell'articolo. Il tema è il motivo per il quale Scientology non presenta queste mostre mettendoci il proprio nome. E' questione di trasparenza.


Non conosco la sua posizione nel merito, ma credo di aver letto un messaggio che tendeva ad etichettare le critiche alla psichiatria come tutte complottiste.

"Credo di aver letto" non è un approccio documentativo corretto. Fornisci una citazione, se puoi, ma ti prego di evitare di attribuirmi affermazioni senza documentarle.

Ti ricordo, comunque, che le mie opinioni personali sulla psichiatria non sono pertinenti al tema.
Io sono stato in Scientology per qualche anno (ormai non poco tempo fa), poi ho smesso di fare qualsiasi cosa semplicemente perchè non mi interessava più a volevo impiegare il mio tempo in attività secondo me più utili. La posizione di Scientology riguardo la psichiatria non l'ho mai condivisa, è troppo grossolana e priva di analisi razionale. Per il resto io sono un sostenitore convinto della libertà di qualsiasi tipo di credenza religiosa o pseudo tale (difficile definire anche ciò).Nel mio sostenere la libertà non posso non sottolineare che ogni abuso di legge va perseguito in via giudiziaria, ogni abuso non perseguibile in questa via può essere giudicato dalla pubblica opinione, ma non si può ad arrivare a limitazioni di libertà. La cosa che più mi lascia perplesso di questo post è la contrarietà al fatto che esista un'organizzazione a cui sta dietro Scientology pur non citandola: mi pare una cosa lecita e più che comune in tutti gli ambiti del mondo delle associazioni (succede sempre).
Il mio pensiero attuale è congruente a quello di Massimo Introvigne, che ha fatto l'anilisi da mio punto di vista più scientificamente e razionalmente valida (http://www.cesnur.org/religioni_italia/p/potenz_umano_02.htm); condordo in particolare, in riferimento al metodo, l'uso della parola 'setta' e il ruolo dei critici 'fuoriusciti'.
David,

La cosa che più mi lascia perplesso di questo post è la contrarietà al fatto che esista un'organizzazione a cui sta dietro Scientology pur non citandola: mi pare una cosa lecita e più che comune in tutti gli ambiti del mondo delle associazioni (succede sempre).

Che sia lecito o non lecito è opinabile. Che sia un comportamento che può portare al sospetto è inevitabile. Sul fatto che "succede sempre" si potrebbe discutere.

Non sono contrario: sottolineo soltanto che il legame con Scientology non è messo in evidenza. Qualcuno potrebbe anche dire che è nascosto volutamente (i precedenti non mancherebbero).

Come mai il CCDU non si presenta dicendo apertamente che è affiliato a Scientology? Perché scegliere nomi di associazioni che non richiamano Scientology ma sono incredibilmente blandi, come "Foundation for a Drug Free World", "Associazione Dico No alla Droga Dico Sì alla Vita", "Associazione per un'Applicazione Pratica dello Studio" o "Vita migliore"?

Perché non organizzare la mostra direttamente con il nome della Chiesa di Scientology?

Mi sembrano domande più che lecite alle quali finora non è stata data risposta.
[OT]

Paolo, hai visto la nuova fine del mondo?

[/OT]
@ Attivissimo

Vede io leggo spesso il suo blog, e le sono grato del suo lavoro sull'Undici Settembre, sulle scie di condensa e sulla missione spaziale sulla Luna. Seguendola da molto e ricordandomi di come lei si definisca "cacciatore di bufale", leggendo questo articolo la mia impressione, ripeto impressione, è stata quella che lei volesse condannare le critiche alla psichiatria da chiunque venissero. Ed è stato questo il motivo per cui ho fatto il commento.

Poi concordo che da qualsiasi associazione, chiesa, governo e quant'altro ci si debba aspettare trasparenza. In qualsiasi caso, il fenomeno di creare delle entità satellite è un metodo utilizzato (non per questo lodevole) e studiato nella sociologia politica e nella sociologia della comunicazione. Lo scopo è infatti quello di accreditare una azienda/partito politico, ecc attraverso delle "entità" che non siano collegate (almeno a prima vista) ad essi.
Bohemienne,

Lo scopo è infatti quello di accreditare una azienda/partito politico, ecc attraverso delle "entità" che non siano collegate (almeno a prima vista) ad essi.

In altre parole, lo scopo è ingannare il pubblico. Questo è il senso del mio articolo.
Paolo, hai visto la nuova fine del mondo?


Sì, e sto facendo fatica a non fare una pernacchia all'ennesimo menagramo.
Per David

La posizione di Scientology riguardo la psichiatria non l'ho mai condivisa, è troppo grossolana e priva di analisi razionale. Per il resto io sono un sostenitore convinto della libertà di qualsiasi tipo di credenza religiosa o pseudo tale (difficile definire anche ciò).

Il tuo pensiero è chiaro, ma così espresso appare decisamente denigratorio. Riformuliamo:

"Io sono un sostenitore convinto della libertà di culto di qualsiasi credenza religiosa, filosofica, culturale, o a queste assimilabile".

Nel mio sostenere la libertà non posso non sottolineare che ogni abuso di legge va perseguito in via giudiziaria,

Per via giudiziaria.

ogni abuso non perseguibile in questa via

Per questa via.

può essere giudicato dalla pubblica opinione, ma non si può ad arrivare a limitazioni di libertà.

Non si può arrivare.

La cosa che più mi lascia perplesso di questo post è la contrarietà al fatto che esista un'organizzazione a cui sta dietro Scientology pur non citandola:

Altra frase mal impostata: rifacciamola:

"La cosa che più mi lascia perplesso di questo articolo sono i dubbi riguardanti un'organizzazione dietro alla quale c'è Scientology, circostanza non dichiarata".

Il mio pensiero attuale è congruente a quello di Massimo Introvigne, che ha fatto l'anilisi da mio punto di vista

L'analisi dal mio punto di vista.

condordo in particolare,

Concordo.

in riferimento al metodo, l'uso della parola 'setta'

Sull'uso della parola "setta".
Accademia,

Il tuo pensiero è chiaro, ma così espresso appare decisamente denigratorio. Riformuliamo:

Ma anche no.

I tuoi post informativi sono molto belli. I tuoi post di mera correzione ortografica no. Potresti dedicarti ai primi e cessare i secondi? Grazie.
E come faccio a mostrare che "sloppy writing = sloppy thinking"? :-(
@Francesco Graniglia: Sembra quasi quella puntata dei Simpsons dove Homer decifrava un codice segreto nella bibbia che conteneva la data dell'apocalisse! :D
E come faccio a mostrare che "sloppy writing = sloppy thinking"? :-(

Ce ne accorgiamo anche se non lo fai notare.
Nessuna ha fatto notare che Hubbard ha ragione nel dire che la psichiatria ha fallito, e lui ne è la dimostrazione vivente? :-D
Per theDRaKKaR

Nessuna ha fatto notare che Hubbard ha ragione nel dire che la psichiatria ha fallito, e lui ne è la dimostrazione vivente? :-D

Be', io coniugherei entrambi i verbi all'imperfetto: Ron Hubbard è morto nel 1986...
O intendi dire che non è veramente morto?
Era un presente storico. Anzi no, in realtà Hubbard è Xemu :D è molto Xemu :D

PS Acca, non si fa dileggio dei morti, è da maramaldi :(
Questo commento è stato eliminato da un amministratore del blog.
Questo commento è stato eliminato da un amministratore del blog.
Questo commento è stato eliminato da un amministratore del blog.
@Paolo Attivissimo

Hai parlato di una e-mail, Mi pare di capire che la conversazione si è svolta con quella che si è presentata come un' unica persona fisica.

Puoi confermare o meno?
Questo commento è stato eliminato da un amministratore del blog.
Questo commento è stato eliminato da un amministratore del blog.
@Francesco Graniglia:

tra l'altro, un'apocalisse a rate...
rotfl

@Altri:

ragazzi, i flame sono poco eleganti e peraltro portano via spazio nella pagina.
vi prego di non costringermi a consumarmi le dita nello scroll ed eventualmente continuare in privato.
grazie.
Tutti,

i battibecchi e gli insulti non sono tollerati. Se volete litigare fra voi, andate altrove. Mettere in riga i commentatori che passano il segno è compito mio. Grazie.
Hai parlato di una e-mail, Mi pare di capire che la conversazione si è svolta con quella che si è presentata come un' unica persona fisica.

Non ho avuto dialoghi faccia a faccia con esponenti di Scientology. Ho ricevuto alcune mail da alcuni di loro, ma nulla di più.
...Lo sanno tutti che Freud era di origine Maya.
Per brontolo

...Lo sanno tutti che Freud era di origine Maya.

Mhmm... se intendi Sigmund Freud, è il fondatore della psicoanalisi (nel 1896), non della psichiatria contro cui si scaglia Scientology.
La psichiatria è una disciplina molto più antica, almeno come concetto (ma il nome è stato coniato nel 1808), e istituzioni per il contenimento dei matti sono sempre esistite, nell'occidente. I primi manicomi in senso moderno sono nati nella seconda metà del Settecento (St. Luke's Hospital for lunatics, Londra, e York Retreat, nell'omonima città), anche se si può discutere su quanto fossero moderni.
I primi farmaci specifici per malattie mentali, invece, sono relativamente recenti: la Clorpromazina, il primo farmaco neurolettico, è stata sintetizzata nel 1950. Ma in generale, l'uso di farmaci a effetto anestetico e narcotico come il bromuro di potassio, la paraldeide, l'idrato di cloralio e i barbiturici contro alcuni disturbi psichici va dalla fine dell'Ottocento ai primi del Novecento.
L'elettroshock è stato introdotto nel 1937, la lobotomia e la terapia dell'avversione nel 1935.
@Paolo Attivissimo
sono io gradito come commentatore del blog o no?
lo chiedo al legittimo proprietarrio perchè solo a lui e a nessun altro riconosco il diritto di parola in tal senso.
di qualsiasi tenore sia il mio commento noto che sono costantemente attaccato sulla base di preconcetti su di me e sulla mia storia della quale nulla sanno, con offese per niente velate,da commentatori che nulla portano alla discussione,anzi,non avendo nulla da dire si limitano a vivere di riflesso tuo e di chi cerca di portare il proprio contributo.
dire che tutto ciò va a discapito del blog non mi pare un'eresia.
la mia è una osservazione personale,solo uno spunto di riflessione, che non vuole condizionare le scelte di quello che rimane pur sempre il tuo blog
Due domande.
1) ho trovato questo filmato su Youtube http://www.youtube.com/watch?v=cTTCJ3xfkIw e vedo che è parte di una serie di 11. C'entra con il tema che trattiamo? Nel senso che è prodotto dalla stessa organizzazione, direttamente o indirettamente?
2) Mi pare che nessuno abbia raccolto lo stimolo di Paolo sulla risposta del Consiglio di Stato. Ci provo io. In pratica mi sembra di capire che se ci fossero indizi che una Chiesa tenta di infiltrare le strutture dello Stato, ci potrebbero essere gli estremi per una sorveglianza speciale da parte degli organi di polizia. Che dire allora della Chiesa Cattolica o di Comunione e Liberazione?
Scusate, mi rispondo da solo alla prima domanda. Sì è la stessa organizzazione e lo si vede cliccando sullo "show more" sotto il filmato.
Secondo me è normale strategia di marketing. Partono da un miliardo di presunti malati e cercano di orientarne almeno 1 su mille che loro hanno cure alternative. Questo pero' è anche un indice di un cambiamento del "pubblico obiettivo". Da gente danarosa che vuole migliorare o potenziare una mente sana, a gente (probabilmenta altrettanto danarosa) che vuole risanare una mente che ritiene malata (propria o di familiari).
Rimane aperta la seconda domanda.
La mostra denuncia i 20 milioni di bambini trattati con psicofarmaci, il fatto che ogni 75 secondi una persona viene internata contro la sua volontà, il fatto che 400 milioni di persone sono state convinte ad assumere psicofarmaci con un giro d'affari di miliardi di dollari, le migliai di persone morte perché legate ai letti. Per fortuna che almeno Scientology denuncia queste barbarie che io ho potuto sperimentare direttamente sui miei cari e documentandomi ho scoperto che succedono ancora nella nostra civile società. Poniamo fine a questi orrori.
sono io gradito come commentatore del blog o no?

Non dipende da chi sei, ma da cosa scrivi e come lo scrivi. Un commento controverso va documentato molto di più di uno sul quale gli altri commentatori tendono a concordare. Un commento che polemizza con altri commentatori non verrà apprezzato. Regole di buon senso, insomma.
@Paolo attivissimo

In tal caso stan rubando* pomodori a cattivacci più attrezzati di loro.

*nell'ottica dei cattivacci, nella mia ottica meglio che uno si distrugga il cervello con irriferibili pippe mentali piuttosto che si faccia saltare in aria in una stazione dei treni affollata.
Che dire allora della Chiesa Cattolica o di Comunione e Liberazione?

O di qualunque altra affiliazione religiosa o anche dell'ateismo o della tifoseria calcistica: dipende da come ci si comporta. La mera presenza all'interno del governo o dell'amministrazione non è illecita o sospetta.

Ma se un gruppo di affiliati a una religione/setta/culto usa la propria presenza all'interno del governo per commettere atti illegali (sottrazione di documenti, uso dell'accesso agli archivi per scoprire informazioni sui propri avversari, ecc.), questo non è accettabile e si parla appunto di infiltrazione e il governo ha ottime ragioni per punire questi comportamenti.
Per Pippo

La mostra denuncia i 20 milioni di bambini trattati con psicofarmaci, il fatto che ogni 75 secondi una persona viene internata contro la sua volontà, il fatto che 400 milioni di persone sono state convinte ad assumere psicofarmaci con un giro d'affari di miliardi di dollari, le migliai di persone morte perché legate ai letti. Per fortuna che almeno Scientology denuncia queste barbarie

Non so che valenza dare all'avverbio "almeno". Scientology non è la prima organizzazione, né è l'unica.

che io ho potuto sperimentare direttamente sui miei cari e documentandomi ho scoperto che succedono ancora nella nostra civile società. Poniamo fine a questi orrori.

È già stato scritto: Scientology si nasconde dietro il dito di associazioni che, in teoria, non sono ad essa legate. La gestione della malattia mentale da parte degli Stati non sarà trasparente; quella di Scientology lo è ancor meno!
Tralasciando il fatto che la Psichiatria è una scienza, quindi ha tutte le caratteristiche per autocorreggersi e migliorarsi, come infatti evidentemente fa, dicevo tralasciando questo piccolo particolare, Scientology se la prende con la Psichiatria per un solo e unico motivo: sostituire ai metodi di quella scienza i suoi metodi pseudoterapeutici.

Grazie, preferisco la scienza, almeno se ho le prove che una pratica medica è sbagliata posso cambiarla.

Ah, già, "big-pharma" dimenticavo.

Moriremo tutti.
Pippo,

Per fortuna che almeno Scientology denuncia queste barbarie che io ho potuto sperimentare direttamente sui miei cari e documentandomi ho scoperto che succedono ancora nella nostra civile società. Poniamo fine a questi orrori.

Lo dici come se Scientology fosse l'unica organizzazione a denunciarle, e questo è fuorviante. Su questa barbarie siamo tutti d'accordo, quindi Scientology non può attribuirsi meriti particolari.

La domanda è se il modo proposto da Scientology per porre fine a questi orrori, come dici tu, sia quello giusto. Ti ricordo che Scientology è accusata di pratiche altrettanto barbare, come la "dissociazione", e ha un giro d'affari altrettanto impressionante.


Noto che questo articolo ha portato un numero notevole di commentatori mai visti prima, accomunati da una strategia standard: dichiararsi non affiliati o ex affiliati di Scientology, per darsi una patente di obiettività, e portare la discussione sugli orrori della psichiatria. Se fossi paranoico, direi che è una tattica classica di accerchiamento e di contenimento del danno da parte di Scientology. Ma non sono paranoico e mi limito a osservare i fatti.

Ricordo che il tema di questo articolo non è l'ideologia di Scientology (tutelata dal diritto alla libertà di culto), ma il modo in cui Scientology si comporta e il fatto di aver organizzato una mostra usando un'associazione-paravento.
@The drakkar

A quanto pare anche scientology si autocorregge.

Praticamente nel mondo dei lavaggi del cervello di massa son dei cuculi, non avviano il processo, ma cercano lavori "quasi completati" a cui possono dare il loro tocco finale con quello che sanno delle specifiche chiavi di attivazione.

"Quale parte della mostra la ha più disturbata e perchè?" Si traduce in: "Hey, che bella lobotomia, chi te la ha fatta?"

è possibile che alla fine siano a propria insaputa governati da un database simile a quello dei venditori di panini, se un congruo numero di persone dice loro di essere disturbato dai marziani negri di saturno, produrranno un'associazione paravento che offre il suo impegno per sconfiggere i marziani negri di saturno... basta che non si parli di fare a botte coi pirati della malesia, chè quelli non si fanno problemi a decapitarti con la tua stessa cravatta davanti a 1000 telecamere.
@Puffo

Ahahahahahaha :-)

Comunque, sì, non solo "le scienze" si autocorreggono. Quello che volevo dire io è che si autocorregono con un metodo del tipo "ehi caspita così funziona meglio di come fai tu: guarda!" "ehi caspita sembra che hai ragione, fammi riprovare! ehi sì caspita così è molto meglio" "ehi voi due provate a fare così" i due: "ehi ehi facci riprovare, caspita questa sì che è ancora meglio" eccetera eccetera eccetera

Invece Scientology come si autocorregge?
@Paolo Attivissimo
"Un commento che polemizza con altri commentatori non verrà apprezzato. Regole di buon senso, insomma"

appunto è ciò che ho detto io ;-)
@the drakkar

Una volta le rimostranze di scientology venivano spedite ad una sede cicciotta e processate e gestite da una sola "cintura nera".

Nessuno scientologo di basso livello prendeva iniziative personali in questo senso.

L'accerchiamento da parte di tante "cesire strepitanti" è di certo un'involuzione.

Presumo sia dovuta

A) ad una selezione più superficiale di "cinture bianche"

B) ad una inchiesta che indica come più proficuo il nuovo metodo.
sono io gradito come commentatore del blog o no?

Non ho la notifica via e-mail, non lo vedo pubblicato. Che commento era?
rossoallosso,

appunto è ciò che ho detto io ;-)

Chiarisco ulteriormente: polemizzare significa fare battibecco personale. Discutere significa soppesare pro e contro delle idee.

Polemizzare: "Sei un cretino, lo sanno tutti che Krakatoa è a ovest di Giava, checché ne dica il film"

Discutere: "Attenzione, ho controllato su Google Earth e Krakatoa risulta a ovest di Giava e su IMDB si nota che il titolo del film è sbagliato."
LOL mica la sapevo questa, ma che rimbambiti :-)
Non credere che sia l'unico caso di oltraggio alla geografia (e alla storia) nei film americani, theDRaKKaR. :-)

E però, uno sfondone addirittura nel titolo... forse è un record.
Noto un errore comune, che è già un successo della campagna di Scientology.
Ci si riferisce a "La Psichiatria" come se essa fosse un corpo unico, ma non lo è. Ci sono studiosi che, in aperto contrasto con il "main stream" delle cure farmaceutiche, hanno impostato metodi curativi basati sulla parola, non sul farmaco.

http://it.wikipedia.org/wiki/Paul_Watzlawick
http://it.wikipedia.org/wiki/Giorgio_Nardone
http://it.wikipedia.org/wiki/Eric_Berne

Di sicuro c'è che tutto si puo' ammalare, dal fegato al cuore, ed anche il cervello, la mente. Alcune psicoterapeuti affermano che alimenti sbagliati possono far ammalare un fegato, la mente si puo' ammalare per parole o pensieri sbagliati e che quindi la terapia piu' adatta passi attraverso il dialogo con il paziente. La scuola piu' nota in questa direzione è la scuola di Palo Alto http://it.wikipedia.org/wiki/Scuola_di_Palo_Alto e la sua "Terapia Breve" ha successi che sono stati descritti.
@Francesco53

Ci si riferisce a "La Psichiatria" come se essa fosse un corpo unico, ma non lo è.

La Psichiatria è la branca della medicina che si occupa delle malattie mentali. Che poi all'interno della psichiatria ci siano diverse correnti mi sembra del tutto naturale.

Quello che stai citando è solo un filone di psicoterapia.
Secondo me si può dire che un'organizzazione "s'infiltra" in un'istituzione quando i suoi membri non si dichiarano come tali e, all'interno dell'istituzione, perseguono i fini dell'organizzazione a cui appartengono, invece che quelli dell'istituzione.
Esempio: un politico di Comunione e Liberazione.
Il suo comportamento è legittimo se si dichiara come tale e dice esplicitamente di voler applicare le idee di CL nella sua attività politica. Gli elettori sono liberi di decidere se sono d'accordo o no e di votare di conseguenza.
Il suo comportamento è legittimo anche se decide che l'appartenenza a Cl è un fatto privato, che attiene al suo progresso spirituale personale e basta, e applica nella politica dei criteri che prescindono da Cl e che dichiara esplicitamente agli elettori. In questo caso, è libero di non dire che è di CL.
Non va bene, invece, se non dice di essere di Cl ma applica le idee di Cl nella sua politica, arrampicandosi sugli specchi per sostenere di essere ispirato da criteri diversi. In questo caso, non è giusto perché gli elettori credono di scegliere una linea politica e invece se ne ritrovano un'altra.
Quando i ciellini hanno organizzato una protesta contro un ministro, senza dichiararsi come tali, anzi, mentendo quando gliel'ho chiesto esplicitamente, li ho sputtanati senza pietà sul Giornale.
La mostra di Scientology(che ho visto a Milano)è un caso analogo: presenta la psichiatria come un complotto contro l'umanità e, implicitamente, la pratica di Scientology come unica soluzione ai problemi mentali e psicologici. Se s'intitolasse "Scientology, l'unica soluzione ai problemi della razza umana" non ci sarebbe nulla di male, ciascuno ha diritto a esprimere le proprie idee. Ma nessuno ha diritto a nascondersi dietro un paravento per manipolare il prossimo.
Sfregare pollice ed indice a 3 cm dall'orecchio di qualcuno che esprime pubblicamente perplessità canzonandolo: "non ti sto toccando, non ti sto toccando, non puoi prendermi a pugni" con un tono di voce tale da rendergli disagevole reperire dei testimoni è una pratica che sconsiglio sinceramente a chiunque volesse impadronirsi il mondo.

Prima o poi un metodo per scavalcare questi cavilli la gente lo trova, e per prima o poi, (l'esperienza insegna) che per "poi" non si intende mai "quando è ormai troppo tardi."

Se uno dei due non si estingue prima... Prima o poi Scientology dovrà affrontare la panarabia.
@Elena (quella del thread epico)

Temo che "Avere il diritto" di fare o di rifiutarsi di fare qualcosa sia una questione più di fatto che di diritto.

Un esempio che penso tagli ogni ulteriore questione è il diritto di pedoni & ciclisti di attraversare la strada col semaforo rosso.
Nessun automobilista reagirà dicendo: "Non ha il diritto di attraversare col rosso quindi posso metterlo sotto senz'altro."
Ciao! Ho nelle mie mani la rivista "Psichiatria, un'industria di morte" data come complemento a un CD documentario che ho preso nella mostra sulla psichiatria,al Palazzo dei Congressi di Lugano, pubblicata dal Comitato dei Cittadini per i Diritti umani. E alla pagina 5 di questa rivista, è scritto chiaramente che questo Comitato è stato istituito nel 1969 dalla Chiesa di Scientology. Non vedo dove è l'insidia? E a nessun momento della mostra è accennato che l'unica soluzione possibile per la gente che sta male mentalmente è la Scientologia. O me lo sono perso? E lei ha visto qualcosa che non ho visto? Marie-Jeanne
Marie_Jeanne,

alla pagina 5 di questa rivista, è scritto chiaramente che questo Comitato è stato istituito nel 1969 dalla Chiesa di Scientology. Non vedo dove è l'insidia?

L'insidia è nel fatto che questo legame non è indicato esplicitamente nella mostra. Infatti lei ha dovuto procurarsi la rivista e leggerla fino a pagina 5 dove ha trovato questa indicazione.

Questa non è comunicazione trasparente.


E a nessun momento della mostra è accennato che l'unica soluzione possibile per la gente che sta male mentalmente è la Scientologia. O me lo sono perso? E lei ha visto qualcosa che non ho visto?

Io non ho fatto quest'asserzione. La sta facendo lei. La prego di non confondere la discussione attribuendomi affermazioni che non ho fatto.
Nota per i membri di Scientology che stanno prendendo di mira questo blog qui e in altri articoli: per favore, non trattatemi come uno stupido. Quando esordite dicendo "non approvo Scientology, ma..." e simili, si capisce lontano un miglio che state cercando di fingere di essere obiettivi. Non sono nato ieri.

Abbiate il coraggio di qualificarvi come membri di Scientology. Altrimenti non fate altro che confermare la segnalazione dell'articolo: Scientology usa associazioni (o persone) paravento per non mostrare la propria identità. Perché? Di cosa ha paura? Cos'ha da nascondere? Grazie.
Ahi, ahi. Mi sa che Paolo si è fatto un altro po' di nemici. Adesso puoi aggiungere gli scentologi ai tuoi avversari, che faranno buona compagnia ai fufolgi, ai scialchimisti, ai catastrofisti, cartomanti, maghi, lunacomplottisti, lupi mannari e commercialisti.
Però mi pare una battaglia un poco impari; dovresti dare una chance anche ai damanhuriani, giusto per equilibrare un poco le forze (e magari legarti un braccio dietro la schiena, va!).
Scusate l'ot, vorrei inviare un MP ad Accademia ma non so come fare, qualcuno mi aiuta?
Graze e scusate ancora.
Grazie :-(
Per "the drakkar":

Scrivi che "la Psichiatria è una scienza" ma il fatto che i gli psichiatri abbiano studiato medicina e siano considerati medici non fa di essa una scienza. Questo per innumerevoli ragioni. La principale è comunque la seguente: l'assenza di test di tipo medico per la diagnosi delle malattie (che vengono definite mentali, e non cerebrali: ma la mente è un'entità astratta), la quale è basata su sintomatologie comportamentali o su informazioni ricavate da colloqui con il paziente o con i parenti o amici di quest'ultimo.
Mi scuso per l'off topic, ma mi pareva una precisazione necessaria. Il discorso è ovviamente più ampio e se vuole continuarlo invito dakkar a scrivermi per e-mail. Non rubo altro spazio.
L'affermazione che il messaggio sottinteso della mostra sia "Scientology è l'unica soluzione ai problemi psichatrici" l'ho fatta io, non Paolo Attivissimo. Naturalmente non c'è scritto su nessun pannello, ma visto che dice alla gente che psichiatri e psicologi sono parte di un complotto contro l'umanità, a chi altro, secondo gli organizzatori della mostra, se non a Scientology può rivolgersi uno che soffre di problemi psicologici? Le altre religioni che conosco, infatti, non si propongono di risolvere i problemi psicologici delle persone e tantomeno di guarire i disturbi psichiatrici, ma si presentano solo come cammini di salvezza spirituale, che e tutt'altra faccenda.
@Puffolotti
Riformulo:
"nella mia visione etica, se uno non dichiara la propia affiliazione a qualche gruppo, ideologia o religione, ma in modo subdolo cerca di applicare le idee del suddetto gruppo, ideologia o religione nella vita pubblica o professionale, senza che le persone a cui si rivolge ne abbiano consapevolezza, mi sento in dovere di renderle consapevoli, così possono decidere se fidarsi o no di quella persona"
Per Elena (quella del 3D epico)

Le altre religioni che conosco, infatti, non si propongono di risolvere i problemi psicologici delle persone e tantomeno di guarire i disturbi psichiatrici, ma si presentano solo come cammini di salvezza spirituale, che e tutt'altra faccenda.

È tutt'altra faccenda.
No, molte religioni non si propongono nemmeno questo: dove sia il cammino di salvezza nella religione Ásatrú, praticata soprattutto nei Paesi nordici, proprio non lo so.
Secondo me la religione Bambini di Dio, mettendo al centro la sessualità come dono agli altri, un po' mira a risolvere problemi psicologici comuni. Se poi ci riesca, è un altro paio di maniche. :-)
@Accademia
Parlavo solo delle religioni che conosco io.
Per Elena

Parlavo solo delle religioni che conosco io.

In effetti sono stato criticato in passato, credo da Turz, per aver citato la Chiesa internazionale del Vangelo Quadrangolare: pensava me la fossi inventata. Invece no, esiste, ha 7 milioni di membri, è una religione come un'altra nata nel 1927. Non saprei dire come si chiamino i fedeli: quadrangolarevangelisti internazionali? Boh?
comunque, stando a wikipedia, anche i fedeli della religione Ásatrú perseguono, come scopo ultimo, la salvezza spirituale, che concepiscono come fusione dell'io con l'armonia cosmica.
E credo che un loro sacerdote a un fedele che, per esempio, sente delle voci nella testa direbbe quello che dicono preti, rabbini, imam, pastori, forse persino babalawo ecc.: "Caro fratello, fatti vedere da uno bravo, io pregherò perché la terapia psichiatrica funzioni".
@Paolo Attivissimo
tra le organizzazioni affiliate a Scientology ti sei dimeticato la Wise.
Qui trovi l'inchiesta del mio collega di Panorama Antonio Rossitto
http://xenu.com-it.net/txt/panorama_it.htm
tra le organizzazioni affiliate a Scientology ti sei dimeticato la Wise

Grazie dell'aggiunta e del link!
@Marie-Jeanne

Hai detto queste 3 cose:

Rivolta a Paolo Attivissimo:

"Perchè ha puramente e solo denigrato la Scientologia [...] ?"

"Non approvo la Scientology, e non faccio parte di questa setta "

"(faccio parte si del CCHR,da quasi 3 anni, e fino ad oggi, non ho mai ricevuto nessuna propaganda, o domanda di affiliazione a questa setta. "

("Questa" o "quella"?)

Potrei sapere cos'è che non approva della scientologia o di quella che lei definisce "questa setta", riferendosi chiaramente a scientology? Se in 3 anni non ha ricevuto nessuna offerta di adesione, immagino che quello che non le piace sia qualcos'altro.
Forse non ha ricevuto nessuna offerta di adesione proprio perchè è già affiliata, ma questo è un altro discorso.

Sarebbe molto apprezzato se desse la risposta in formato di elenco stringato, tipo:

"
1) i cioccolatini nelle fruttiere contengono alcool

2) la sostituzione della carta igienica è affidata all' utente "
"Perchè ha puramente e solo denigrato la Scientologia [...] ?" <- Per completezza chiarifico che questa domanda sembra riferirsi ai contenuti della mostra stessa.
Per Mauro

Scusate l'ot, vorrei inviare un MP ad Accademia ma non so come fare, qualcuno mi aiuta?

Accademia è qui. Ma cosa devi comunicare in privato che non possa essere reso pubblico qui? Salvo esplicito divieto del padrone di casa, le comunicazioni fuori tema sono ammesse.
Leggermente OT, segnalo che quello che viene rimproverato al modo di agire di Scientology nel caso specifico, è molto simile al motivo per cui è stata vietata la vecchia versione della pubblicità del forum sul nucleare (per intenderci, quella con la partita a scacchi).
Per cui ritengo (ma non ho le basi per affermarlo con certezza) che il comportamento di Scientology possa, in qualche modo, essere pure illegale (almeno in Italia).
Per Sioropa

Leggermente OT, segnalo che quello che viene rimproverato al modo di agire di Scientology nel caso specifico, è molto simile al motivo per cui è stata vietata la vecchia versione della pubblicità del forum sul nucleare (per intenderci, quella con la partita a scacchi).

In quel caso c'è stata una pronuncia ufficiale del giurì dell'Istituto dell'autodisciplina pubblicitaria, la n° 12/2011 del 18/2/2011. Eccola: "Il Giurì, esaminati gli atti e sentite le parti, dichiara che la pubblicità contestata non è conforme all'art. 2 del Codice di Autodisciplina della Comunicazione Commerciale, letto ed applicato alla luce delle 'Norme preliminari e generali' e integrato dal disposto dell'art. 46, e ne ordina la cessazione nei sensi di cui in motivazione".

Per cui ritengo (ma non ho le basi per affermarlo con certezza) che il comportamento di Scientology possa, in qualche modo, essere pure illegale (almeno in Italia).

Troppa vaghezza, Sioropa, troppe illazioni. O trovi le prove e già che ci sei anche l'atto illecito, oppure è meglio che non ti esponi in un forum di scettici allegri.
@Sioropa
Per cui ritengo (ma non ho le basi per affermarlo con certezza) che il comportamento di Scientology possa, in qualche modo, essere pure illegale (almeno in Italia).
Lo spot sul nucleare violava il Codice di Autodisciplina della Comunicazione Commerciale, per questo motivo il Giurì ha imposto una modifica.

Questo giudizio proviene da un ente privato (lo IAP, Istituto dell’Autodisciplina Pubblicitaria), nello spot non vi era nulla di illegale secondo la Legge (intendendo per Legge quella dello Stato).

Semplicemente gli utenti di pubblicità (aziende aderenti all’UPA) e i media pubblicitari (TV, stampa, affissioni ecc.) mediante le loro rispettive associazioni aderiscono, su base volontaria, al Codice di autodisciplina e sono tenuti ad osservarlo. Esattamente come chi si iscrive a un club privato è tenuto a osservare le sue regole.

Pertanto se una comunicazione pubblicitaria o commerciale non viola la Legge (per mendacio, truffa, frode ecc.) non può essere sanzionata legalmente.
Per Paolo e The Drakkar
Scusate, ero in viaggio e quindi non ho potuto rispondere. Ho visto la foto che hai proposto Drakkar, ma è totalmente diversa da quello che avevo visto io al museo di Saint Pierre 4 anni fa quando ci andai in vacanza (crociera nei Caraibi) e che assomigliava tremendamente a quella proposta dalla mostra. Ripeto, magari ricordo male, e purtroppo non ho foto delle foto esposte che supportino il mio ricordo (sono sicuro di aver già visto quell'immagine, e la mia memoria la ha ricollegata immediatamente all'eruzione del vulcano Peleè). Ripeto che se vengo smentito posso tranquillamente fare un passo indietro, cospargermi il capo di cenere e chiedere scusa, e accettate questa mia affermazione come diceria, al momento, fintanto che non trovo altre prove.
@granmarfone:
grazie della precisazione, avevo perso qualche passaggio :)
Siccome non lo ha ancora fatto nessuno, inizio io: GOOGLE LISA MCPHERSON
Marie-Jeanne è sparita come un brutto sogno o val la pena di aspettare ancora che qualcuno le dica cosa rispondere?

Penso di aver tratto le mie conclusioni in quanto programmatore di databases, e nel mormorare fra me e me che per un profano è difficile comprendere l'esatta portata del:

"Si, certo, in quanto finanziatori possono consultare dei contenuti a loro scelta dai nostri* hard disk a piacimento, ma questo non significa che possano farci qualcosa che io posso concepire"

http://www.20q.net/

Ora, fateci un paio di partite e vi renderete conto di come il "trattamento dei dati personali" è qualcosa di più invasivo di quanto si sarebbe disposti a credere.

Nel caso non fosse chiaro: mi piacerebbe tanto sapere che garanzia può fornire la

"Citizens Commission on Human Rights"

sul fatto che i dati che raccoglie non possano essere consultati da Scientology.

Penso che chi ha parlato una volta può anche parlare due. Il non farlo è di per sè una risposta che viene processata, analizzata, restituita senza errori di sorta in una dichiarazione che non può essere confutata.

*cioè "i di loro" per insindacabile e assolutamente indiscutibile diritto sotto ogni forma concepibile, storica, preistorica & preisterica di giustizia, ottenuti con tutti i crismi.
non ho tempo di leggere tutto quello che e' passato su queste pagine, ma nel caso non sia stato gia' fatto, vorrei segnalare questo incredibile servizio dell TG2 relativo alla presunta "crisi" dell'evoluzionismo:

http://www.youtube.com/watch?v=qyvh43IsiKQ
... e se poi avete nervi saldi ascoltatevi questo:

http://www.youtube.com/watch?v=SXmiq5m2DYY&NR=1

ma almeno e' Radio Maria, non il TG2.
@pgc

Oddio, le frasi di quel cardinale (TG2) sembrano uscire dritte dritte dal diciottesimo secolo :)

Comunque nella lottizzazione della RAI il TG2 mi sembra sia di orientamento cattolico-centrista
Scusate Diciannovesimo, sono andato un po' troppo indietro :D
Per pgc

...vorrei segnalare questo incredibile servizio dell TG2 relativo alla presunta "crisi" dell'evoluzionismo:

Si tratta però della presentazione di un libro pubblicato nel 2007: vedi:

http://tinyurl.com/5v8zaw4

E il video su Youtube è stato messo nel 2008.

Renato Martino non ha più incarichi operativi dal 2009, pur essendo tuttora cardinale.
Com'è che più sono contrari all'idea di discendere dalle scimmie, più me le ricordano?
Misteri dell'evoluzione...
Mi fa MOLTA paura il cartello:

"Puoi sentirti al sicuro, noi siamo qui."
Si può argomentare che Scientology, in quanto religione, ha diritto di esistere.

no, innanzitutto $cientology NON è una religione. i membri si reputano appartenenti alla Chiesa di $cientology, ma finora nessuno ha riconosciuto tale "culto" quale religione.

comunque tralasciando tutte le controversie relative a $cientology ed ai suoi adepti (Googlate e leggete, se v'interessa), scrivo per far notare che Ron Hubbard stesso ha ricevuto un'educazione in psichiatria Freudiana, educazione che, di sua ammissione, lo ha lasciato profondamente deluso.
decisamente bizzarro è il profondo odio che gli $cientologisti professano verso psichiatria e psichiatri, nonostante il loro metodo di proselitismo faccia leva su un progressivo lavaggio del cervello..
troviamo inoltre la mano maligna degli psichiatri nel processo di anestetizzazione e successivo congelamento dei sudditi di Xenu, in previsione del trasporto interstellare verso la Terra.

un'ultima aggiunta: a Milano, $cientology si nasconde in un edificio nella centralissima via Torino, sotto il nome di Dianetics. una volta, passando da quelle parti con la mia ragazza, siamo stati approcciati da un "reclutatore" che ci propose di effettuare un test per verificare il [nostro] livello di tensione. al mio secco rifuto, il suddetto iniziò a straparlare, gesticolando ed affermando che non esiste dialogo se non esiste comunicazione. ce ne andammo e la cosa finì lì.
@Il lupo della luna

Far pensare di essere omnipresenti ed omniscienti anche presso chi non è affiliato all'associazione e manifestare un maldestro tentativo di nascondere un' inclinazione alla violenza preventiva sono due necessità vitali per ogni associazione di quel tipo.

Nascono molte sette ogni giorno, che falliscono nell'imporsi all'attenzione pubblica perchè non curano questi aspetti.
@Alessandro

La risposta giusta da dare ai reclutatori è un notissimo proverbio di Saturno:

"iksa chukyuu skrika thetan"

Che si può tradurre all' incirca in: "Sicuro! Cos'è che vuoi sapere, miserabile bevitore di latte umano?"

Comunque scientology si presenta di volta in volta come religione, scuola filosofica, associazione di ricerca, a seconda di cosa pensano impressioni di più oppure disturbi di meno.

Come ho detto sopra, prima o poi dovranno affrontare gli islamisti, e lì son dei pupetti che sfidano un leone ad una gara di rutti.
Per Alessandro

Si può argomentare che Scientology, in quanto religione, ha diritto di esistere.

no, innanzitutto $cientology NON è una religione. i membri si reputano appartenenti alla Chiesa di $cientology, ma finora nessuno ha riconosciuto tale "culto" quale religione.


Be', Alessandro, non credo che nel 2011 ci sia bisogno del patrocinio ufficiale dell'Onu o di chiunque altro per definire, o definirsi, una religione. Il problema si porrebbe solo se Scientology chiedesse di rientrare fra i culti riconosciuti dallo Stato italiano, ma non credo lo farà mai, come del resto non lo faranno molti rappresentanti di culti molto più antichi, presenti oggi in Italia attraverso l'immigrazione.

decisamente bizzarro è il profondo odio che gli $cientologisti professano verso psichiatria e psichiatri, nonostante il loro metodo di proselitismo faccia leva su un progressivo lavaggio del cervello..

Si chiama timore della concorrenza.

un'ultima aggiunta: a Milano, $cientology si nasconde in un edificio nella centralissima via Torino, sotto il nome di Dianetics.

Dianetics è il nome della dottrina di base di Scientology, e compare nel titolo un best seller del 1950. Quindi 2 anni prima della fondazione della chiesa.
I due termini sono intercambiabili: non è possibile legalmente praticare la dianetica al di fuori di Scientology, e Scientology, oltre alla dianetica, non è che faccia altro. Sì, fonda organizzazioni paravento, come abbiamo visto qui. :-)
Nel titolo di un best seller.
@Accademia dei pedanti

Non è possibile praticare legalmente la dianetica o il reiki fuori dalle rispettive associazioni, ma se qualcuno asserisce di essere un O.T. di trentaseiesimo livello oppure di avere il ventiseiesimo livello di reiki per altri motivi, non è che possano farci molto, legalmente.
Puffolotti: il che da MOLTA credibilità a queste affermazioni :p
@Accademia dei pedanti

Il problema si porrebbe solo se Scientology chiedesse di rientrare fra i culti riconosciuti dallo Stato italiano, ma non credo lo farà mai

se lo fa, ci sarà da ridere. a parte gli scherzi, in alcuni Paesi -come gli Stati Uniti- $cientology è riconosciuta come religione e, pertanto, esente dalle tasse (che consente al culto di risparmiare notevoli milioni di dollari in proprietà varie). niente da meravigliarsi, visto che lo stesso fondatore espresse le sue idee con: "I'd like to start a religion. That's where the money is!" (mi piacerebbe fondare una religione. ecco dove sono i soldi!), od anche: "You don't get rich writing science fiction. If you want to get rich, you start a religion." (non si diventa ricchi scrivendo libri di fantascienza. se vuoi diventare ricco, fonda una religione).

I due termini sono intercambiabili: non è possibile legalmente praticare la dianetica al di fuori di Scientology, e Scientology, oltre alla dianetica, non è che faccia altro. Sì, fonda organizzazioni paravento, come abbiamo visto qui.
è proprio questo il punto! la loro reputazione è talmente compromessa che usano diversi espedienti per circonvenire le persone ed attirare nuovi adepti (previo pagamento di una quota per ottenere incredibili "rivelazioni", ovviamente).
@Lupo della luna

Se due persone litigano dicendo di essere l'autentico San Raffaele incarnato, chi ha i vestiti più lindi argomenterà che San Raffaele non può essere uno straccione, chi ha i vestiti più trasandati argomenterà che San Raffaele non può essere un fighetto.

Ma nessuno dei due può trascinare l'altro in tribunale.

Chi stende l'altro tirandogli una sfera di fuoco blu (meglio nota come hadouken) che gli scaturisce dalle mani probabilmente è più esperto nel convocare sfere di fuoco blu dalle mani, ma se ricorre al "clubbing"* per imporre le sue ragioni, c'è da dubitare che possa realmente essere un essere incarnato.

Ora, un'altra necessità vitale delle sette è spiegare a quelli che si vuole irretire perchè non si può fare qualcosa del tipo cambiare l'acqua in vino o cose simili.

Questo dovrebbe essere un campanello d'allarme generale.

*Gioco di parole fra "club" inteso come riunione e "club" inteso come corpo contundente lungo, per suggerire una parola che racchiuda il significato di "stalking" e "beating"
"Salve terrestri.

Sono Xenu, quello dell' agenzia di viaggi onirici che vi ha venduto su vostra stessa richiesta il pacchetto vacanze: la ricostruzione mnemonica di un pianeta primitivo sanguinoso & puzzolente (contenti voi...)

Ho suscitato il film con Arnold Schwarzenegger "Total Recall" per ricordarvi che se non foste soddisfatti della vacanza potete in qualsiasi momento darvi aria al cervello nel corpo che credete di stare occupando, e vi risveglierete senza dubbio dove il vostro vero corpo, con tutte e 8 le zampe e tutte e 12 le mani con 9 dita si trova in questo momento: seduti sulla macchina che installa i ricordi, in una delle circa 15'000 agenzie di viaggi virtuali sul pianeta Chobox.

Vi ricordo che vi avevo avvisato delle controversie di tale pacchetto e che avete firmato una rinuncia al rimborso. "

Chi è che può confutare la veridicità di questa frase? Perchè non mi ammazzo? ma è ovvio, perchè io mi sto divertendo tantissimo :D
Certo che le foto sono alquanto scioccanti e mi disturbano non poco. Non si può fare in modo da renderle visibili solo cliccandoci sopra?
Non si può fare in modo da renderle visibili solo cliccandoci sopra?

Certo. Il modo c'è. Quello che non c'è è il tempo.
Scientology è nata, a grandi linee così: lo scrittore di fantascienza Ron Hubbard ha scritto Dianetics, un libro sul funzionalento della mente umana e su come migliorarne le prestazioni, che è diventato un bestseller negli Usa degli anni CInquanta. Solo che psicologi e psichiatri lo hanno pesantemete criticato com e un misto di fatti già noti, presentati però da Hubbard come proprie scoperte, e vere e proprie fesserie. Hubbard se l'è presa moltissimo, ha dichiarato che Dianetics e i suoi scritti successivi sono testi religiosi, così da sottrarli alla critica razionale e ha deciso che psicologi e psichiatri fanno tutti parte di un complotto contro l'umanità. Inoltre, presentarsi come Chiesa, invece che, per esempio, come centro studi che offre corsi a pagamento, permette di risparmiare un bel po' di tasse (se lo Stato in questione abbocca) e, non presentandosi come psicoterapeuti, ma come ministri di un culto, gli Scientologist evitano grossissime rogne legali. Però, se presentarsi come religione crea problemi si presentano sotto altra veste. Per esempio, la Wise, che propone alle aziende di applicare i metodi di Hubbard, si presenta come un gruppo di consulenti di management, perché in moltissimi paesi è vietato imporre pratiche religiose ai dipendenti di un'azienda.
Esistono persone che praticano gli insegnamenti di Hubbard al di fuori di Scientology, che spesso le denuncia per violazione di copyright.
Certo. Il modo c'è. Quello che non c'è è il tempo.

Scusa Paolo, vuol dire che scrollerò i titoli degli ultimi articoli commentati con l'occhio sinistro chiuso e la testa un po' girata verso destra :-) :-)
"Esistono persone che praticano gli insegnamenti di Hubbard al di fuori di Scientology, che spesso le denuncia per violazione di copyright"

Come si fa a mettere il copyright ad uno stato mentale che loro stessi definiscono con una parola che tradotta significa "scevro da fuffa"?

Vabbè, un po' tutte le religioni hanno la pretesa che non ci sia salvezza se non attraverso loro stesse, ma se uno si sveglia un bel mattino e dice di essere un maestro ansatsuken, come si può dimostrare in pratica il contrario?
Per puffolottiaccident

"Esistono persone che praticano gli insegnamenti di Hubbard al di fuori di Scientology, che spesso le denuncia per violazione di copyright"

Come si fa a mettere il copyright ad uno stato mentale che loro stessi definiscono con una parola che tradotta significa "scevro da fuffa"?


Per quanto sembri assurdo, si può, almeno negli Stati Uniti. Del resto lo dimostra il brevetto statunitense N° D599 372: la grafica della schermata di ricerca di Google!
In Francia è stato depositato il nome di un ballo, la tecktonik, tutela poi estesa a livello internazionale. Vuoi che non si possa depositare una tecnica psicologica?
Il bello di Scientology è proprio questo: essendo una religione, non devono dimostrare nulla. I loro testi religiosi sono vincolati da copyright e i livelli più alti di conoscenza vengono rivelati "in esclusiva" nel senso che chi li riceve non deve farne parte ad altre persone. Se li diffonde, scata l'accusa di violare il copyright. Non conosco altre religioni che si comportano in questo modo.
@Accademia dei pedanti; Elena

Questo per uno di cui si può documentare l'ex affiliazione. Ad un grado di separazione non è più valido.

Questo proprio per la natura esoterica del libro:

Se io vengo a sapere quello che gli alieni di Vega hanno detto a [Tom Cruise]... non è assolutamente detto che lo abbia saputo dalle sue stesse fonti, e se questo è praticamente impossibile nella mia ottica, [Tom Cruise] non può assolutamente dimostrare che io abbia letto anche una sola pagina di dianetics.
Anche se lo ripeto parola per parola, non può essere considerato un opera di Ron Hubbard, in quanto gli alieni (nella logica dell'opera stessa) possono decidere di darlo a chi pare loro meglio... decidere che gli scientologisti hanno travisato le loro intenzioni e creare una nuova branca...

La giustizia umana non ha strumenti per entrare nei meriti delle paturnie degli alieni.
Quello che leggi qui vale una fetta di pizza?
No... proprio no, anzi trovo il tutto molto bizzarro e macabro nei confronti dei milioni di defunti della storia della psichiatria o verso quei minorenni morti dal "non sapere" ( vedi http://www.ritalindeath.com/ ) ... evidentemente si trovano anche commenti di stampo a favore psichiatrico in luogo, il mercanteggiare sul caos non ha mai promosso il sapere cosciente.
@Peter Koppler

Quindi poiché nel passato nell'ambito psichiatria si sono fatti sbagli, anche gravi, buttiamo alle ortiche tutta la psichiatria?

Accomodati. Noi qui si usa invece discernere le cose cattive da quelle buone.
Non vedo il commento di Peter Koppler, uffa!
Ormai non si può più seguire una discussione senza la notifica via e-mail.
Ma poi scusate un attimo... leggo commenti di persone che inorridiscono se qualcuno "è stato ricoverato contro la propria volontà"... ora, se io ho problemi psichici per cui sono pericoloso per me e per gli altri e non me ne rendo conto, è ovvio che questo avvenga. E' come lamentarsi perchè i malviventi finiscono in prigione...
@Lupo

credo che le critiche siano di tipo formale.
Un malvivente è incarcerato DOPO CHE HA FATTO qualcosa di male.
Uno matto, è incarcerato perchè POTREBBE fare qualcosa di male.
Da una parte c'è la posizione che recita che negli stati di diritto la libertà è sacra salvo aver fatto qualcosa e "potrebbe" non vale niente perchè questa è la realtà e non minority report; dall'altra c'è la posizione per cui mentre un malvivente non è tale finche non commette l'atto criminoso, un matto è matto anche prima di commettere qualcosa.

E poi si va a discutere sul tema "essere matti è quindi condizione sufficiente per essere incarcerati"?

Scannatevi.

(per me si, pur tentando costantemente, fino allo stremo del possibile, di "trattare bene" la persona).
Per Verzasoft

credo che le critiche siano di tipo formale.
Un malvivente è incarcerato DOPO CHE HA FATTO qualcosa di male.


Non proprio. In Italia è esattamente il contrario: è facile, facilissimo finire dietro le sbarre prima che sia intervenuta una sentenza o anche solo il decreto che dispone il giudizio. Ma è raro che la persona condannata varchi le porte del carcere una volta che la sua colpevolezza è stata definitivamente stabilita dai giudici.

Uno matto, è incarcerato perchè POTREBBE fare qualcosa di male.

Un matto non viene incarcerato. È ricoverato, o se proprio vuoi usare un termine un po' sinistro, è internato.
Ospedali psichiatrici e case circondariali sono sempre state due strutture molto diverse.

Da una parte c'è la posizione che recita che negli stati di diritto la libertà è sacra salvo aver fatto qualcosa e "potrebbe" non vale niente perchè questa è la realtà e non minority report;

Questa frase non l'ho capita. Puoi riformulare?
Per Verzasoft
E poi si va a discutere sul tema "essere matti è quindi condizione sufficiente per essere incarcerati"?
In realtà la legge Basaglia parla chiaro: i manicomi come luoghi di reclusione non esistono più. C'è unicamente un provvedimento coatto terapeutico che può durare al massimo 48 ore, e poi si viene comunque liberati e dati in affido ai Centri di Igiene Mentale (che oggigiorno con tutto il rispetto che posso avere per la suddetta legge non sono altro che centri di raccolta di tossici ed alcolizzati). I CIM non sono centri di detenzione, infatti uno se ne entra e se ne esce come e quando vuole. Esistono ancora i cosiddetti "Manicomi Criminali" nei quali sono detenuti i soggetti colpevoli di reati gravi contro le persone e ritenuti tuttora incapaci di intendere e di volere. Ma appunto, prima devi aver commesso un reato, non è che vieni internato nel manicomio criminale prima che tu lo commetta.
@Accademia,

Non proprio. In Italia [...] facilissimo finire dietro le sbarre prima che sia intervenuta una sentenza

Lascia stare, questo si sa. La pratica in Italia fa a pugni con la teoria che dovrebbe essere. Il mio discorso vuole essere a livello formale, teorico, della differenza tra la restrizione della libertà imposta al malfattore e al matto (il primo a posteriori, per aver commesso, il secondo a priori, per non fargli commettere).

Uno matto, è incarcerato perchè POTREBBE fare qualcosa di male.

Un matto non viene incarcerato. È ricoverato, o se proprio vuoi usare un termine un po' sinistro, è internato.
Ospedali psichiatrici e case circondariali sono sempre state due strutture molto diverse.


Certo. Volevo trasporre un po' quell'"incarcerato/internato". Mettila così: "a cui viene applicata restrizione della libertà personale". Niente da dire che strutture e metodi siano diversi.

Da una parte c'è la posizione che recita che negli stati di diritto la libertà è sacra salvo aver fatto qualcosa e "potrebbe" non vale niente perchè questa è la realtà e non minority report;

Questa frase non l'ho capita. Puoi riformulare?


Ci provo.
Chi è a sfavore dell'internamento dei matti, porta la posizione "la pena è certa e viene comminata DOPO l'effettiva esecuzione di un reato".
Per questo motivo, al malfattore, viene applicata una pena (restrizione della libertà), dopo che ha commesso qualcosa di male, e non prima dicendo "lo potrebbe fare".
Al matto, invece, si vuole applicare la restrizione della libertà (pur diversa come forma) viene comminata PRIMA che abbia commesso qualcosa di male. E dato che non siamo in Minority Report (il film dove prevedevano con certezza il futuro), questo contraddice l'idea precedente di conseguenza temporale causa->effetto tra atto dannoso->restrizione libertà.

Quelli a favore dell'internamento dei matti invece replicano che il nesso causa->effetto rimane verificato perchè il malfattore prima era un incensurato e diventa colpevole solo dopo aver commesso il crimine (e in quel momento si interviene), il matto è matto anche prima (e in quel momento si interviene), esprimendo quindi l'affermazione "bisogna intervenire perchè E' matto".

Quindi non è la "possibilità di commettere qualcosa di male" il fatto che mi fa decidere di restringere la libertà del matto (altrimenti dovremmo essere tutti arrestati, essendo per tutti fisicamente possibile commettere un reato, concetto utilizzato in Minority Report), ma lo stesso essere matto.

E qui si conclude la discussione, semplicemente con la gente che dice che essere matto è di per se sufficiente a imporre la restrizione della libertà e chi no.

Poi puoi continuare anche con qualcosa come - chi è matto? - chi non ragiona come la quasi totalità della gente - Anche i geni lo fanno - ecc...
Certo, diventa difficile (per non dire impossibile) prevedere cosa farà qualcuno mentalmente instabile. Proprio per questo è il caso di provvedere in anticipo, fermo restando che anche un matto è una persona e quindi va trattato come tale.

Se il solo modo per evitare che uno si spacchi il cranio contro un muro è dargli dei sonniferi, bisognerà farlo. Poi chiaramente bisogna valutare il singolo caso...
Vittorio,

sì, ricordo la legge Basaglia, il mio spunto voleva essere sulla correttezza logica della stessa. "E' giusto adesso o prima?" Che alla fine non se ne esce e si riduce ad opinioni, secondo me.
" E' come lamentarsi perchè i malviventi finiscono in prigione... "

Cosa che accade quanto meno soventemente. Siccome non trovo una logica nel lamentarsi perchè i malviventi finiscono in prigione tocca pormi la domanda sulla possibile origine della lamentela, la mia restituzione è:

"Sono i [malviventi] a lamentarsi del fatto che i [malviventi] finiscono in prigione."