skip to main | skip to sidebar
148 commenti

Disinformatico radio di ieri

Terremoti e tsunami portano a truffe, UFO e virus


Ieri la puntata del Disinformatico radiofonico sulla Rete Tre della RSI (podcast disponibile temporaneamente qui) è stata dedicata al quarantennale del primo virus informatico, alle nuove impostazioni di sicurezza di Twitter, alle dicerie sul terremoto in Giappone causato da HAARP, agli allarmi UFO e nucleari fasulli relativi allo tsunami giapponese e alle truffe e trappole virali create dai criminali informatici per sfruttare l'emozione intorno a queste due catastrofi.

Ho inoltre completato l'indagine sul mio “avvistamento UFO” personale con un po' di foto che confermano l'ipotesi iniziale: sì, è un riflesso su un edificio, e alcuni di voi hanno anche identificato l'edificio specifico. Complimenti!
Invia un commento
I commenti non appaiono subito, devono essere tutti approvati da un moderatore. Lo so, è scomodo, ma è necessario per tenere lontani scocciatori, spammer, troll e stupidi: siate civili e verrete pubblicati qualunque sia la vostra opinione; gli incivili di qualsiasi orientamento non verranno pubblicati, se non per mostrare il loro squallore.
Inviando un commento date il vostro consenso alla sua pubblicazione, qui o altrove.
Maggiori informazioni riguardanti regole e utilizzo dei commenti sono reperibili nella sezione apposita.
NOTA BENE. L'area sottostante per l'invio dei commenti non è contenuta in questa pagina ma è un iframe, cioè una finestra su una pagina di Blogger esterna a questo blog. Ciò significa che dovete assicurarvi che non venga bloccata da estensioni del vostro browser (tipo quelle che eliminano le pubblicità) e/o da altri programmi di protezione antimalware (tipo Kaspersky). Inoltre è necessario che sia permesso accettare i cookie da terze parti (informativa sulla privacy a riguardo).
Commenti
Commenti (148)
Un incidente con materiale radioattivo può essere manipolato piuttosto agevolmente dai ciarlatani. In primo luogo in quanto è effettivamente piuttosto pericoloso, e nessuno al mondo lo nega.
Un altro elemento importante è il fatto che il mix di radiazioni se non ammazza subito colpisce con un ritardo non quantificabile, così come non sono qualificabili gli effetti, in più ci sono pochi esperti che vengono creduti.

Adesso in Europa i ciarlatani useranno lo spauracchio dei prodotti importati, per preparare il mercato.

Per quello che è la mia conoscenza del problema, so che vanno dette due cose:

Per quanto gli effetti delle radiazioni danneggino una persona, non c'è alcun pericolo di contaminazione da qualsiasi contatto con una persona colpita da esse.

Lontano delle aree contaminate gli indici di sicurezza sono sufficientemente apprensivi da garantire un rischio paragonabile al normale svolgimento della vita quotidiana.

Dopo tutto, nonostante alcuni prodotti siano importati da aree largamente afflitte da infezioni alquanto spiacevoli, non si è mai sentito che queste malattie siano tornate in Europa.

In ogni tipo di emergenza il peggiore nemico della comunità è il panico. Spesso si è osservato che le reazioni scomposte e lo sciacallaggio causano più decessi e ferimenti del disastro stesso.
Giusto (dal punto di vista strettamente scientifico, s'intende) metterla sul piano dell'energia per confutare i complottismi di HAARP e assimilati.
Un terremoto di 9.0 ha un'energia equivalente a 2 EJ, ovvero 2 exajoule, ovvero 2000000000000000000 joule, ovvero 2 * 10^18 joule.
Wolfram Alpha ci informa (http://www.wolframalpha.com/input/?i=2+EJ) che 2 EJ equivale a circa 1/7 dell'energia prodotta negli USA nel 2001.
Dal momento che per una legge fisica in vigore indipendentemente dal fatto che uno la conosca o no, l'energia diventa 1/4 al raddoppiare della distanza, lasciamo ai solutori complottisti il compito di calcolare quanta energia avrebbe dovuto emettere HAARP in Alaska per sviluppare 2 EJ al largo del Giappone
Questo commento è stato eliminato dall'autore.
scusa Luigi ma per quanto questa storia dell'HAARP sia ridicola, il ragionamento che fai non e' del tutto corretto. Ci sono fenomeni di risonanza che possono attivare fenomeni catastrofici che altrimenti non accadrebbero. Notissimo il caso di quei ponti che sono crollati a causa del vento e di una cattiva progettazione.

Ovviamente bisogna inventarsi un sistema per fare risuonare strati di roccia a km di profondita' usando radiazione elettromagnetica, che e' un altro discorso...
addeddum:

...ovviamente anche in questo caso c'e' bisogno di un'energia potenziale gia' presente da liberare in qualche modo.
Per Pgc

"che è un altro discorso"

E che discorso!!! Cioè non è una cosa da poco anzi è assolutamente impossibile! Fidati si arriverà prima su plutone...
si, certo, la mia era una battuta.

E nel frattempo c'e' stato un 5.4M a meno di 100 km da dove mi trovo...
Grazie della pubblicità al mio articolo. Ma ora voglio l'aumento dei 6000 euro mensili (e magari anche tutti gli arretrati).
@pgc: la risonanza si sviluppa per tutta la lunghezza della "corda" (o del ponte), mentre la zona di rilascio dell'energia di un sisma e' molto localizzata. Nel caso in specie e' una sorta di rettangolo di contatto tra le placche del Pacific Ring of Fire (http://en.wikipedia.org/wiki/Pacific_Ring_of_Fire)

Nel tuo esempio, avrebbe dovuto risuonare tutta la crosta terrestre che separa l'Alaska dal Giappone, senza contare che la crosta terrestre non e' una corda, ovvero non ha una dimensione nettamente maggiore delle altre due, quindi l'eventuale energia si propagherebbe in maniera sferica/circolare, non rettilinea, rendendo necessario "pompare" piu' energia per farla "risuonare".
ma si Luigi, penso che ci siamo capiti.

Volevo solo rimarcare un equivoco generato anche da quello che aveva scritto Paolo nel suo precedente intervento su HAARP: che IN GENERALE non e' quasi mai vero che per ottenere un effetto di "dimensione" A ci voglia una causa di "dimensione" paragonabile ad A. A volte basta una "spinta" infinitamente minore.

Questo ovviamente non toglie che il ragionamento di questi su HAARP sia patetico. Al punto tale che non me ne frega nulla di discuterne.
@Pgc

A proposito di risonanza e ponti: sotto le armi vige la regola che la colonna di soldati in marcia a passo cadenzato quando deve attraversare un ponte deve rompere il passo per evitare che la risonanza ne intacchi la struttura causandone il crollo.

Ora questa è una regola che vale, più o meno, per tutti gli eserciti del mondo ma non ho mai trovato un riferimento a un fatto realmente accaduto.

Tu ne sai qualcosa in più?
Yep! Vedi http://en.wikipedia.org/wiki/Angers_Bridge
...e vedi pure questo http://en.wikipedia.org/wiki/Broughton_Suspension_Bridge.
E dalla stessa pagina citata da pgc, si arriva a una pagina riguardante la popolare trasmissione tv Mythbuster, secondo la quale il crollo di un ponte a causa del passo dei soldati è possibile, ma decisamente poco probabile. I due ponti crollati nell'Ottocento, insomma, avrebbero avuto difetti o errori costruttivi gravi al momento del crollo. :-)

http://tinyurl.com/68cbb8k .
Paolo, seguendo da Google Reader il link a questo articolo la pagina si è aperta come se fossi un amministratore del blog. Non posso comunque modificare i contenuti (chiede la login, che io ovviamente non ho), ma non credo che questo debba succedere...
@Accademia dei pedanti ♂

Effettivamente i francesi affermano che il crollo del ponte di Angers Bridge (Le pont de la Basse-Chaîne) non fu causato dal passo cadenzato dei soldati perché vigeva già l'obbligo di rompere il passo, regola introdotta nel 1831 dopo il crollo del ponte di Broughton, ma piuttosto dalle pessime condizioni in cui si trovava il ponte.

E anche il ponte inglese crollato nel 1831 non era messo tanto bene.

:D
ho letto che gia' i Romani avessero introdotto questa regola. Sara' certamente accaduto anche a loro...
Per pgc

ho letto che gia' i Romani avessero introdotto questa regola. Sara' certamente accaduto anche a loro...

La risonanza causata da passo all'unisono di una legione di soldati è un fenomeno assolutamente reale. L'idea di trasformare un ponte in vivace tagadà occupato da personale armato e munito non deve piacere a nessuno. La regola è perciò saggia e sensata.

Sui ponti crollati: credo che anche nell'Ottocento fosse preferibile scaricare la colpa su fattori imponderabili e imprevedibili come la risonanza, piuttosto che assumersi la responsabilità della cattiva manutenzione. Nessuno ama prendersi le responsabilità.
Riformulo: vivace tagadà con personale armato e munito transitante su di esso.

P.S.: Tutti sanno cos'è il tagadà, vero?!?
@Accademia dei pedanti ♂

P.S.: Tutti sanno cos'è il tagadà, vero?!?

Io sì,(grazie Google) :P
Quindi i complottisti si sbagliano. Una intera armata di soldati nordcoreani, al comando di un ingegnere della CIA al soldo della Libia, è stata fatta marciare sul suolo di una prateria in Guatemala, mantenendo un passo e una cadenza adeguati a provocare una risonanza nella crosta terrestre che, dopo avere percorso -amplificandosi- tutta la superficie terrestre, si è concentrata al largo del Giappone provocando il distacco di una piastra tettonica ed il conseguente maremoto. Sarebbe una spiegazione plausibile quasi come quella dell'HAARP, se solo non fosse così semplice da mettere in pratica.
@maurizio
Non capisco il tuo intervento, mi pare che nessuno nei 19 commenti precedenti ha attribuito cause artificiali al terremoto in questione.
@ puffo
Si, voleva essere sarcastico ma mi è uscito un po' criptico. Mi riferivo alle tesi complottiste che mi paiono plausibili tanto quanto l'ipotesi forzata che ho formulato supra. Ma forse, posta nei giusti termini, ad un complottista che si beve volentieri le teorie su HAARP potrebbe non apparire così forzata.
Haarp sta diventando la causa di tutti i mali. Assurdo come i complottisti credano che segretamente siano state sviluppate tecnologie straordinarie e inverosimili ma non credano alla più grande e reale impresa tecnologica realizzata dall'uomo, le missioni Apollo.

Questa gente funziona proprio al contrario, è nata storta.
ciao paolo. ho appena visto su youtube il video "come si creano i terremoti ...artificiali" pubblicato da complottistixcaso2. Meglio di una qualsiasi sceneggiatura di Lucas, o Spielberg o Julio Verne!!!!! ho postato sul video un commento facendo riferimento a leggere il tuo blog e l'articolo di Comoretto, ma..... hanno inserito il filtro " approvazione commento in sospeso"!!! che dire .... vediamo se lo approvano.. . ti agggiorno. grazie antonio.
Paolo, seguendo da Google Reader il link a questo articolo la pagina si è aperta come se fossi un amministratore del blog. Non posso comunque modificare i contenuti (chiede la login, che io ovviamente non ho), ma non credo che questo debba succedere...

Ogni tanto succede, soliti casini di Blogger. L'importante è che appunto le icone non siano usabili senza login da amministratore: grazie Blogger, almeno quello...

Dovresti sentire come strillano al complotto e all'infiltrazione dalle parti di un certo terrazzino di Sanremo quando succede che qualcuno, come è successo a te per questo blog, realizza degli screenshot del loro blog con le icone di amministrazione visibili...
Sul tagadà:

Spesso una scuola elementare ed una scuola media sono in due lotti contigui, talvolta addirittura nello stesso edificio. Nel mio caso abbastanza vicine.

Io mi ricordo che fin dalla prima elementare avevo fatto caso che ogni anno, nel periodo delle giostre, c'era qualcuno dei "grandi" con un braccio fasciato o con la faccia incerottata, che spiegava di essersi infortunato sul tagadà...
@Maurizio

La stragrande maggioranza dei complottisti è antiamericana, quindi hai scambiato 3 riferimenti

Dal punto di vista dei complottisti:

1 La sovranità nord koreana è un alleato, i sud vietnamiti son dei ca(3 volte)zzi che ancora dopo 36 anni di maltrattamenti in condizioni di miseria non vogliono capire che il comunismo "it's good for you"

2) Il colonnello è buono e giusto in quanto islamista, mentre il Pakistan, pur se islamico è alleato degli U.S.A. contro Al Qaeda (è per questo che le violenze domestiche e le bombe in chiesa sembra avvengano solo lì, loro sono brutti e cattivi)

3) Il Guatemala va di certo conquistato e strappato al capitalismo, ma al momento è considerato una provincia dei signori che appaiono nel video di commiato di Bill Gates, mentre la Bolivia è il teatro di operazioni del "Che"

Quindi per fare l'ironia sul complottismo riferimenti più ironici sono:

"Una intera armata di soldati SUDVIETNAMITI, al comando di un ingegnere della CIA al soldo del PAKISTAN, è stata fatta marciare sul suolo di una prateria in BOLIVIA,"
@Puffolotti

"Una intera armata di soldati SUDVIETNAMITI, al comando di un ingegnere della CIA al soldo del PAKISTAN, è stata fatta marciare sul suolo di una prateria in BOLIVIA,"

Ma a Morales e ai suoi "cocaleros" non da fastidio che un ingegnere della CIA scorrazzi liberamente nelle praterie boliviane?

:D
@Motogio

Appunto, la regola del creare una bufala è aggiungere dettagli irritanti in modo che cresca l'indignazione e la percezione di un abuso, così cala lo spirito critico.

In Guatemala... gli stupidi e sottomessi* maltechi son felici di collaborare ad una cosa simile, perchè son imbottiti di hamburger e coca-cola,

mentre Morales è il fiero pellerossa a cavallo di un mustang alto 3 metri che difende le sue terre dall'invasione dei gringos de mierda, saggio degli insegnamenti di Ernesto.

Per questo la Bolivia era più indicata del Guatemala.


*nell'ottica dei complottisti
Secondo me è tutta una manovra per far apparire Haarp come la parola più ricercata su Google !!! :-D
Secondo me è tutta una manovra per far apparire Haarp come la parola più ricercata su Google !!! :-D

Fatica inutile: non supereranno mai nella graduatoria di Google il celeberrimo gruppo Haarp, uscito con un Cd, The filth, nel 2010. :-)
@Puffo
"Una intera armata di soldati SUDVIETNAMITI, al comando di un ingegnere della CIA al soldo del PAKISTAN, è stata fatta marciare sul suolo di una prateria in BOLIVIA"

È una pertinente correzione sociopolitica del mio zoppicante esempio. Quasi quasi potrei cominciare a crederci.
@Puffo
...se mi spieghi anche questa, pero!

"Il colonnello è buono e giusto in quanto islamista, mentre il Pakistan, pur se islamico è alleato degli U.S.A."
So che e' un po' off topic ma dopo averla appena vista sul sito di repubblica volevo segnalare che sembra che neanche durante la serata del Perigeo lunare gli irroratori del NWO si riposino...
Wow che foto!

P.S.: Tutti sanno cos'è il tagadà, vero?!?


Certo, per chi ci hai preso? Quante risate! :-D (e che dolore!!)
@Maurizio:

è molto semplice: Se uno si dichiara "anti-imperialista" può commettere qualsiasi nefandezza, sciachimicisti e undicisettembrini useranno la loro discutibile creatività per coprirlo o negare che abbia commesso tale nefandezza.
Fanno questo in quanto ci vedono un alleato, per loro è sacrosanto che chi combatte la congiura amerDicana la faccia franca anche se tira un ananasso nel cortile di un asilo durante la ricreazione.
Dimenticate tutti che i complottisti vivono anche negli USA. Lì la colpa di tutti i mali è dei comunisti
@Gianni Comoretto

Michael Moore che altro è ?
L'autore del blog inizia a soffrire di stanchezza se non gli viene la curiosità di verificare le fonti.

Posto che credo anche io che quella di HAARP sia una bufala ho visto però da cosa nasca.

Suggerisco un articolo (che sta venendo completato in questi giorni ma è già aperto) che affronta la cosa più seriamente.

Resta da capire solo UNA cosa, l'unica che mi interessi (il resto sono teorie più o meno lecite).

I dati dai quali si parte, la famosa tabella di comparazione esperimenti nucleari / terremoti immediatamente successivi è inventata di sana pianta da un burlone come tutta la storia che c'è dietro, è una banale selezioni di dati utili allo scopo ma cela decine di altri terremoti di cui questi per un ovvio caso di trovano lì per forza di cose o ha un contenuto davvero singolare?

La tabella è visibile al link del punto 2 dell'articolo: http://informazionescorretta.blogspot.com/2011/03/giappone-cause-terremoto-artificiale.html
la tabella e' frutto di un errore metodologico comune ma veramente ovvio.

Adesso ti mostro una serie di incidenti stradali in cui chi guidava era una bionda. Poi fai te.

Meno male che esistono il meccanismo del peer-review e il metodo scientifico.

pgc
@McOrion

I dati dai quali si parte, la famosa tabella di comparazione esperimenti nucleari / terremoti immediatamente successivi è inventata di sana pianta da un burlone come tutta la storia che c'è dietro, è una banale selezioni di dati utili allo scopo ma cela decine di altri terremoti di cui questi per un ovvio caso di trovano lì per forza di cose o ha un contenuto davvero singolare?

Solo gli Stati Uniti tra il 1945 e il 1992 hanno eseguito 1030 test nucleari; facile che qualcuno di quei test, casualmente, sia avvenuto pochi giorni prima di un terremoto.

http://www.nv.doe.gov/library/publications/historical/DOENV_209_REV15.pdf
@puffo
"Il colonnello è buono e giusto in quanto islamista"
"Se uno si dichiara "anti-imperialista" può commettere qualsiasi nefandezza".

Premesso che secondo me è troppissimo tardi e controproducente intervenire ora (io lo avrei fatto 40 anni fa quando ha spedito fuori a calci gli italiani rubando i loro averi, se solo non fossi stato scolaro delle elementari), non mi pare che possa commettere QUALUNQUE nefandezza e nemmeno che sia più tanto Buono&Santo. Che sia tutto un complotto?
@mcorion e gli altri:
le bufale missili nuleari-terremoto e haarp-terremoto sono ben smontate in questo articolo:

http://ipensieridelfioba.blogspot.com/2011/03/terremoto-in-giappone-considerazioni-su.html
Per maurizio

"Il colonnello è buono e giusto in quanto islamista"
"Se uno si dichiara "anti-imperialista" può commettere qualsiasi nefandezza".

Premesso che secondo me è troppissimo tardi e controproducente intervenire ora (io lo avrei fatto 40 anni fa quando ha spedito fuori a calci gli italiani rubando i loro averi,


Gli italiani sono stati espulsi, o comunque espropriati dei loro beni, da troppi posti, impossibile compiere gesti di rivalsa con tutti: dall'Istria, Fiume e Dalmazia fra il 1943 e il 1960, dalla Grecia fra il 1943 e il 1945, dalla Tunisia nel dopoguerra...
@maurizio

Stai parlando degli ultimi 4 giorni... contro i 40 anni precedenti.

Intanto chiarisco ulteriormente che stavo esprimento un punto di vista che non mi appartiene affatto.

Stavo esprimendo il punto di vista degli "anti imperialisti" a riguardo.

Parliamo un attimo dei terremoti.

Immaginiamo di essere due anticomplottisti che cercano di stabilire se un terremoto è di origine naturale o artificiale.

Il criterio, lo abbiamo capito, è questo:

Se in 2 giorni non riusciamo a trovare un motivo per cui l'amerDica avrebbe voluto provocarlo, allora è naturale.

Allora prendiamo quello nelle filippine, che ha colpito il nord.
Deve aver reso felici gli hezbollahnikkim.

Oppure prendiamo l'uragano Katrina... Più di un imam lo ha definito "un soldato di allah..."

Ma nessuno si sogna di ipotizzare che in panarabia possa esistere la tecnologia che attribuiscono agli "amerDicani" Neanche a Dubai.

(in effetti non può esistere da nessuna parte, ed oltre alle questioni tecniche ci sono le questioni logiche:
se un aspirante padrone del mondo possedesse una simile tecnologia farebbe prima a castrare tutti i nemici che a dare suggerimenti così misteriosi)

I complottisti cadono in questa buffa contraddizione: inneggiano a Bin Laden come eroe anti imperialista, ma se l'attacco alle torri gemelle era il frutto di un complotto della CIA... ciò non significa che Bin Laden non ha fatto un tubo per la causa? è piuttosto divertente far notare questo punto.
@Accademia dei Pedanti

C'è stata la seconda guerra mondiale, le mappe son state ridisegnate, c'è chi è rimasto nei luoghi divenuti terra straniera, di questi qualcuno è stato fatto a pezzi, qualcuno no.
Altri se ne sono andati, qualcuno nella "madre parria" alcuni altrove.

Mi sembra, in qualche modo naturale: se si vuole che una guerra finisca bisogna accettarlo, e questo vale anche per il colonnello.
Ha vinto, clap clap, Stessa cosa l'Istria... Luogo dove potrei tranquillamente trovare un lavoro ed un alloggio in uno schiocco di dita.

E questo [$]anta anni fa. Non mi concerne minimamente.

Quello che mi ha sempre perplesso è che il colonnello facesse il pagliaccio anche nel 21° secolo... ma o.k. un pagliaccio è un pagliaccio.

Non so cosa sta succedendo in Nord Africa, ma non scommetterei dei soldi che abbia chiuso.

Il punto alla fine è questo:
ha fatto bene a fare il pagliaccio, visto che i suoi interlocutori lo hanno sempre assecondato senza curarsi di apparire ancora più pagliacci di lui.
Anzi: gli han fatto fare la figura del figo, come se ne fossero terrorizzati, ed ho sempre detto, spesso senza alcuna provocazione, che i governi hanno il dovere di dire ai loro cittadini il perchè di un tale (apparentemente) vergognoso comportamento.

Avrebbero dovuto spiegare per quali motivi si son inginocchiati di fronte a quell'omuncolo come se fosse l'imperatore d'Europa.

In questo son sempre stato per la chiarezza: se a comandare in Italia, Francia, Germania, Spagna, è il colonnello... Ditelo chiaramente e andatevene a casa, diamo lo stipendio direttamente a lui.
Per puffolottiaccident

C'è stata la seconda guerra mondiale, le mappe son state ridisegnate, c'è chi è rimasto nei luoghi divenuti terra straniera, di questi qualcuno è stato fatto a pezzi, qualcuno no.
Altri se ne sono andati, qualcuno nella "madre parria" alcuni altrove.

Mi sembra, in qualche modo naturale: se si vuole che una guerra finisca bisogna accettarlo, e questo vale anche per il colonnello.
Ha vinto, clap clap, Stessa cosa l'Istria...


Be', insomma: la Francia è stata proditoriamente attaccata dagli italiani che si sono presi Mentone nel 1940, ma non ha espulso né espropriato nessuno, almeno dal territorio metropolitano; si è accontentata di annettere Tenda e Briga. In Gran Bretagna e Stati Uniti, Paesi a cui l'Italia dichiarò guerra, non si sono mai sognati di revocare i diritti civili ai residenti italiani, anche se durante il conflitto non se la passarono bene. Idem nella ex colonia Somalia.
@Accademia dei Pedanti.

Non ho detto: "così fan tutti" Se si ha la sfortuna di incappare in chi lo fa, si può scegliere di tazzargli le togne fino alla fine buttando nel cesso ogni senso morale oppure di incassare una buona volta.

Immagino ci siano delle scale di grigio in mezzo, ma più o meno le vie percorribili sono per lo più assimilabili alle due opzioni che ho indicato.

Mettiamola giù più semplice:

Quello a cui si riferisce Maurizio è a mio avviso acqua passata. Non posso parlare a nome dei discendenti di chi è scappato dalla Libia ma parlo come discendente di istriani.

Quello che il colonnello (con un'acconciatura un po' alla Jacovitti) ha detto o fatto negli ultimi anni, diciamo pure fino alla settimana scorsa, è invece acqua corrente, e quando parlo di quel pagliaccio mi riferisco al periodo corrente.
Avrebbero dovuto spiegare per quali motivi si son inginocchiati di fronte a quell'omuncolo come se fosse l'imperatore d'Europa.

Giusto, perché?
e quando parlo di quel pagliaccio mi riferisco al periodo corrente.

Perché, nel passato no?
Per oui, c'est moi (ma quando riprendi il vecchio pseudonimo ué?)

Avrebbero dovuto spiegare per quali motivi si son inginocchiati di fronte a quell'omuncolo come se fosse l'imperatore d'Europa.

Giusto, perché?


Ti rispondo con una citazione riportata da Sergio Romano nelle Lettere al Corriere: "L'amministratore delegato dell’Eni, Paolo Scaro­ni, ha ricordato che chi ha bi­sogno di petrolio non può comprarlo in Svizzera, un Pae­se privo di giacimenti. Deve andare a comprarlo nei Paesi dove esiste e dove i regimi po­litici sono talora molto diver­si dal nostro".

http://tinyurl.com/5rjf5s9 .
Per oui, c'est moi (ma quando riprendi il vecchio pseudonimo ué?)

Perché, questo non ti piace? :-)
QUESTO È UN OFF TOPIC (saltare se non siete interessati).

@puffo
ho capito che il punto di vista non è il tuo, cercavo solo di capire come difenderesti un argomento scomodo. Grazie per la pazienza.

@puffo e acca
Anche se sono d'accordo che l'acqua che è passata è passata e che ormai è insensato qualunque revanscismo penso che l'onta di non avere difeso adeguatamentei nostri connazionali (non sono patriota, tutt'altro) che sono stati maltrattati ingiustamente non si sia attenuata solo perchè sono passati alcuni decenni. Il comportamento del clown libico (ma è un clown come quello di "IT") ha trovato sempre qualche "spalla" sul suolo italico. L'ultima è particolarmente rasoterra ma come le altre si è sempre volentieri piegata alle sue intemperanze beduine (nessuno ha fatto motto quando 2 missili libici si sono conficcati nella spiaggia di Lampedusa!).
Quando attentava all'incolumità degli italiani nessuno parlava; quando ordinava l'attentato di Lockerbie tacevano anche gli europei (l'inghilterrra ha recentemente liberato il responsabile materiale dell'esplosione); adesso, che massacra la SUA gente, è diventato improvvisamente cattivissimissimo.
Sapete cosa pensiamo io e il mio vicino Mario Rossich? Che qualunque gradasso ce l'avrà sempre vinta purchè se la prenda con noi (homo vulgaris hoccidentalis), ma che le nostre forze armate correranno a "portare la democrazia" non appena uno scannacristiani cominci a scannare i suoi, anche se sono maomettani.
@Accademia dei pedanti

Questo possiamo immaginarlo, ed è molto probabile che Paolo Scaroni abbia ragione, rispetto a quello che è la maggioranza dei cittadini nei rispettivi paesi.

Ma dire questo non era compito di Paolo Scaroni, anche se aveva tutto il diritto di esprimere il punto di vista. era compito delle sovranità stesse, di dirlo loud and clear.

Quello che sto dicendo a riguardo è che i portavoce e rappresentanti dei cittadini dovrebbero rispondere ai cittadini di come scelgono di rappresentarli.

Anche quando li rappresentano "troppo bene" dovrebbero dirlo, è parte del loro lavoro:

"Siete una manica di cocchi di mamma, incapaci di vivere senza bervi 4 litri di petrolio al giorno ed abbiamo trasmesso al colonnello la vostra volontà così come ci è pervenuta."

Il punto è che devono essere loro a dirlo, che stanno esattamente facendo il loro lavoro, eventualmente.
@acca
"chi ha bi­sogno di petrolio non può comprarlo in Svizzera ...Deve andare a comprarlo nei Paesi dove esiste..."

Attenzione perchè i complottisti su 'ste cose campano! È chiaro che le multinazionali petrolifere, vere padrone dei governi, non hanno interesse alcuno a che il petrolio venga rimpiazzato da alcunchè (il terremoto è una scusa per fare esplodere la centrale di Fukushima e fallire il nucleare, principale concorrente del fossile -ho un diploma da complottista preso per corrispondenza-). Se i governi occidentali non fossero delle marionette avrebbero già preso provvedimenti per svincolarsi da una risorsa (perlopiù) nelle mani di farabutti planetari. Insomma: bombardare Gheddafi adesso mi pare proprio come prendere a calci un bullo dopo che è stato investito da un autocarro. Io lo avrei preso a calci prima (avendo robusti scarponi chiodati, of course).
@Maurizio

Come difenderei un argomento scomodo?

Di fronte ad ogni macro-evento mi pongo alcune domande.

Ad esempio lo rileggo cambiando i nomi delle persone giuridiche coinvolte, come ho fatto col tuo scherzo, se mi suona allo stesso modo allora può essere scomodo o comodo, ma so che lo sto valutando senza difendere o infamare i protagonisti.

Tuttavia, sulle questioni inerenti la libertà personale non posso scavalcare i desideri del mio prossimo per il suo stesso bene*, senza prenderlo in cattura, e questa contraddizione è insormontabile.

In ogni caso, per chiedere aiuto, un recluso deve cominciare col dimostrare a sè stesso di voler uscire dalla condizione di recluso, quando ci riesce neanche ha bisogno di aiuto.

*che neanche so quale sia, ad esempio dare 1000 euro ad un eroinomane è quasi la stessa cosa che sparargli un colpo in testa
@Maurizio

Le multinazionali del petrolio hanno grande interesse nelle fonti di energia rinnovabili, per l'identico motivo per cui nell'immaginario collettivo si dice che ostacolino le ricerche indipendenti in tale senso: Perchè vogliono mantenere il controllo.

Se scopro come fare un terawatt da un grammo di acqua di mare trasformandola in vapore... per rendere questa scoperta riproducibile posso andare solo da loro, che sarebbero ben felici di:

-fare più soldi ancora

-dimenticare che esiste una cosa chiamata B.A.F.

-fare la figura degli ecologisti mentre nessuno trova da ridire sul fatto che mantengano il controllo dell'energia.
Per maurizio

Anche se sono d'accordo che l'acqua che è passata è passata e che ormai è insensato qualunque revanscismo penso che l'onta di non avere difeso adeguatamentei nostri connazionali (non sono patriota, tutt'altro) che sono stati maltrattati ingiustamente non si sia attenuata solo perchè sono passati alcuni decenni.

Per difendere i connazionali vittime di regimi in cerca di vendette politiche bisogna avere due cose: una politica estera, e un esercito credibile in grado di darvi autorità. E l'Italia dopo il 1943 non aveva né l'una né l'altra.

Il comportamento del clown libico (ma è un clown come quello di "IT") ha trovato sempre qualche "spalla" sul suolo italico.

Non mi interessano le spalle di Gheddafi da manifestazione o da opposizione dura e pura. Ci sono stati esponenti di governo che hanno appoggiato Gheddafi prima dell'agosto 2008?
[segue]
L'ultima è particolarmente rasoterra ma come le altre si è sempre volentieri piegata alle sue intemperanze beduine (nessuno ha fatto motto quando 2 missili libici si sono conficcati nella spiaggia di Lampedusa!).

Bufala. Non erano affatto conficcati sulla spiaggia di Lampedusa: erano caduti in mare, esplodendo.

Quando attentava all'incolumità degli italiani nessuno parlava;

Sai, il più forte era lui: aveva armamento sovietici abbastanza moderni, per l'epoca. Regola numero uno: mai metterti contro uno più forte di te.

quando ordinava l'attentato di Lockerbie tacevano anche gli europei

Ah, quindi le risoluzione del Consiglio di sicurezza dell'Onu n° 731, 748 e 883 (l'ultima delle quali imponeva di fatto un embargo) sono un modo per tacere?
(l'inghilterrra ha recentemente liberato il responsabile materiale dell'esplosione);

Quando la sete di petrolio prende alla gola...

adesso, che massacra la SUA gente, è diventato improvvisamente cattivissimissimo.

È un pretesto, siamo tutti d'accordo. Ma Gheddafi doveva saperlo bene, Milosevic per molto meno era stato bombardato una decina di anni fa.
Per maurizio

"chi ha bi­sogno di petrolio non può comprarlo in Svizzera ...Deve andare a comprarlo nei Paesi dove esiste..."

Attenzione perchè i complottisti su 'ste cose campano!


Devo rinunciare a un'acuta analisi geopolitica solo perché questa piace ai complottisti? Altre spiegazioni io proprio non ne vedo.

Se i governi occidentali non fossero delle marionette avrebbero già preso provvedimenti per svincolarsi da una risorsa (perlopiù) nelle mani di farabutti planetari.

Il petrolio c'è anche nel mare del nord e negli Usa. A tutti piacerebbe abbandonare l'energia fornita dal petrolio: orientali occidentali e meridionali. Ma non sempre volere è potere.
@Accademia dei pedanti ♂

Ci sono stati esponenti di governo che hanno appoggiato Gheddafi prima dell'agosto 2008?

Se intendi del governo italiano sì:

Cossiga: Gheddafi è un amico, proteggiamolo dagli estremisti

http://tinyurl.com/5rpo6mv
Ci sono stati esponenti di governo che hanno appoggiato Gheddafi prima dell'agosto 2008?

Non ho capito, stai scherzando?
Per quanto ridicolo, aveva ragione.
teneva per lo scroto i governi Europei.

Forse faceva il giullare pure per sfizio, davanti allo specchio diceva: "Aspetta, rendiamola più divertente, mi metto un imbuto in testa, un pulcino vivo in tasca e le mutande sopra i pantaloni, sarà ancora più umiliante quando gli smidollati europei mi leccheranno il boffice davanti alle telecamere."
Per motogio

Ci sono stati esponenti di governo che hanno appoggiato Gheddafi prima dell'agosto 2008?

Se intendi del governo italiano sì:

Cossiga: Gheddafi è un amico, proteggiamolo dagli estremisti


:-D

Non conoscevo quest'intervista, ma hai scelto un esempio decisamente poco pertinente: Francesco Cossiga all'epoca dell'intervista era solo un senatore a vita, così come nel periodo in cui fissa episodi probabilmente avvenuti solo nella sua testa. Nessuno ha creduto più alla sanità mentale di chi in un'occasione formale (una commemorazione) diceva:

"O******* farebbe meglio ad andare a zappare e a cogliere margherite. Ma mi fa un po' schifo pensare che la terra possa essere violata e le margherite colte dalle manacce degli zombie con i baffi"

http://tinyurl.com/6dg7yp8

In effetti, Cossiga avrebbe ammesso anni dopo di soffrire di depressione (forse disturbo bipolare).
Per oui, c'est moi

Ci sono stati esponenti di governo che hanno appoggiato Gheddafi prima dell'agosto 2008?

Non ho capito, stai scherzando?


Perché dovrei? Chi lo ha appoggiato apertamente nel governo italiano, prima dello storico incontro dell'agosto 2008? La questione è stata evocata da maurizio, non da me, ma interessa tutti.
@Accademia dei pedanti ♂

Francesco Cossiga all'epoca dell'intervista era solo un senatore a vita, così come nel periodo in cui fissa episodi probabilmente avvenuti solo nella sua testa.

Fatti come questo:

L'intervista Francesco Cossiga

Ma quando il colonnello colpì Lampedusa fui io a fermare la reazione di Bettino


http://tinyurl.com/6zs7ygx

Comunque anche Andreotti e Craxi erano abbastanza amici di Gheddafi:

http://tinyurl.com/6zgcpvw

:D
Per motogio

Fatti come questo:

L'intervista Francesco Cossiga

Ma quando il colonnello colpì Lampedusa fui io a fermare la reazione di Bettino


Le interviste sono interessanti, ma Cossiga era assolutamente inaffidabile quando rievocava quegli anni in cui soffriva di depressione. È molto più interessante quando parla del caso Moro o delle contestazioni del 1977.
Tra l'altro, se fosse vero, avremmo un presidente del consiglio che vuole reagire militarmente a un attacco missilistico in mare, quindi proprio amico della Libia non è. E un presidente della repubblica che ne trattiene i bollenti spiriti più per carità di patria (la Libia è un Paese confinante, leggi: la guerra non sarà una passeggiata), che per amicizia con Gheddafi.
Per motogio

Comunque anche Andreotti e Craxi erano abbastanza amici di Gheddafi:

http://tinyurl.com/6zgcpvw

:D


Questo retroscena invece lo conoscevo molto bene. Per me, c'entra poco o nulla: c'è una bella differenza fra cercare di evitare una crisi internazionale per un colpo di mano unilaterale degli Usa (la Nato non era stata consultata), ed essere amico di Gheddafi.
"I dati dai quali si parte, la famosa tabella di comparazione esperimenti nucleari / terremoti immediatamente successivi è inventata di sana pianta da un burlone come tutta la storia che c'è dietro, è una banale selezioni di dati utili allo scopo ma cela decine di altri terremoti di cui questi per un ovvio caso di trovano lì per forza di cose o ha un contenuto davvero singolare?"

Noi questo (la parte in grassetto) non lo possiamo affermare con certezza in linea di principio.
Qualcuno potrebbe dire allora dimostra te che e' falsa, magari in base a qualche malinteso principio di falsificazione della scienza in senso "popperiano".

Tempo fa Altissimo aveva pubblicato una lista di verifiche (credo del CICAP) da fare per scoprire la bufala. Non so se questo fosse compreso ma un punto molto importante per chi fa scienza e' questo:

Non siamo noi a dover smontare delle ipotesi, e' chi le propone che deve presentarle in maniera metodologicamente corretta

Uno dei passi piu' comuni e' quello di evitare il cosiddetto "selection bias", che e' un pregiudizio cognitivo con cui si puo' dimostrare tutto e il contrario di tutto. Se questo signore vuole dimostrare una correlazione terremoti/esplosioni nucleari ne ha tutto il diritto indipendentemente dal "senso comune". Ci sono casi frequenti di fenomeni sottovalutati che si sono poi dimostrati importanti e verificabili, uno fra tutti e' proprio la deriva dei continenti. Pero' ci sono dei metodi statistici molto robusti per determinare almeno la possibilita' che esista un rapporto di causa-effetto (che e' diverso dal dimostrarla...). Roba da primo anno di fisica. Presentare una tabella di dati senza dire quale sia quantitativamente la correlazione tra i due fenomeni e' gia' segno che qualcosa non va, per fare un understatement (termine che non saprei come tradurre bene), e una rivista scientifica peer-reviewer seria cestinerebbe un lavoro del genere senza neanche pensarci due volte. Tra l'altro scoprire una correlazione terremoti-esplosioni nucleari (o HAARP...) sarebbe un metodo per molti ricercatori per pubblicare un lavoro importantissimo attraverso un lavoro di ricerca banalissimo, che potrebbe essere fatto da uno studente (e che probabilmente e' stato gia' fatto diverse volte - ma in base al principio enunciato, non mi va di cercare).

Quindi: ognuno deve fare il proprio "homework" (lavoro a casa), prima di chiedere agli altri di fare il proprio.
Che faceva il primo virus informatico? Ti formattava il telegrafo?
"Tempo fa Altissimo aveva pubblicato una lista di verifiche (credo del CICAP) da fare per scoprire la bufala."

Sì, me la ricordo, era intitolata "Scopri la bufala: in regalo la tessera del PLI!" :D
@Puffo
"...sulle questioni inerenti la libertà personale non posso scavalcare i desideri del mio prossimo per il suo stesso bene*, senza prenderlo in cattura, e questa contraddizione è insormontabile"
Questo è il grande male dell'illuminismo, e conseguentemente del socialismo/comunismo, dell'anarchia e della democrazia occidentale. L'assunto di base è che il genere umano sappia condursi da solo... ma tutte le prove sono contrarie, tranne rarissime temporaneee eccezioni. I nostri avi, più saggi, avevano inventato la religione per porre rimedio; purtroppo la religione è nelle mani degli uomini e non degli dei che dicono di rappresentare. Perciò siamo daccapo. Non posso che deprimermi.
Per maurizio

Questo è il grande male dell'illuminismo, e conseguentemente del socialismo/comunismo, dell'anarchia e della democrazia occidentale.

Mettiamoci dentro anche nazionalsocialismo, teocrazia, sandinismo e Città del Sole di Campanella, via: almeno nessuno si sente escluso.

I nostri avi, più saggi, avevano inventato la religione per porre rimedio; purtroppo la religione è nelle mani degli uomini e non degli dei che dicono di rappresentare.

Se è degli uomini la sua invenzione, mi pare ovvio che spetti agli uomini la sua manutenzione e revisione periodica.

Perciò siamo daccapo. Non posso che deprimermi.

... Oppure scrivere una nuova versione dell'Utopia di Moro.
@acca
"Per difendere i connazionali vittime di regimi in cerca di vendette politiche bisogna avere due cose: una politica estera, e un esercito credibile in grado di darvi autorità. E l'Italia dopo il 1943 non aveva né l'una né l'altra."
L'italia mai ce le ha avute 'ste cose, neanche durante il 20ennio quando nessuno si sarebbe vergognato di averle. Mi pare però che anche la Germania non godesse di gran salute dopo il '43. Facciamo il confronto adesso? (i tedeschi son tedeschi, non c'è storia).

"Ci sono stati esponenti di governo che hanno appoggiato Gheddafi prima dell'agosto 2008?"
Ci sono tanti modi per appoggiare un farabutto, senza esporsi troppo, no? Per esempio si può far in modo che non si sappia mai la verità su un certo caccia libico precipitato sulla Sila (i farabutti erano tanti quella volta lì).

"Bufala. Non erano affatto conficcati sulla spiaggia di Lampedusa: erano caduti in mare, esplodendo."
No. Non bufala, forse "analogia". Se ti sparo e ti manco non è perchè ti voglio bene.

"Sai, il più forte era lui: aveva armamento sovietici abbastanza moderni, per l'epoca. Regola numero uno: mai metterti contro uno più forte di te"
Giustamente bisogna mettersi solo con quelli più deboli. Gli italiani lo hanno capito molto bene da molto tempo. Dai rapporti con l'estero a quelli tra amministrazione e cittadini siamo un fulgido fiorire di esempi in tal senso. E ce ne vantiamo.

"Ah, quindi le risoluzione del Consiglio di sicurezza dell'Onu n° 731, 748 e 883 (l'ultima delle quali imponeva di fatto un embargo) sono un modo per tacere?"
Per il comune sentire direi proprio di si! Se ci sono i mezzi per intervenire militarmente ORA che il caos è interno alla Libia perchè non si è intervenuti ALLORA* quando la minaccia era direttamente verso l'occidente tutto?
*escluso il compianto Ronald Reagan

"Quando la sete di petrolio prende alla gola..."
Concordo, siamo come alcolizzati o drogati: qualunque prezzo per avere il nostro liquorino senza piombo (quello ce lo daranno presto, a parte).

"Milosevic per molto meno era stato bombardato una decina di anni fa"
Allora e oggi sono in completo disaccordo. Non sulle azioni di forza ma sul quando.

"Il petrolio c'è anche nel mare del nord e negli Usa. A tutti piacerebbe abbandonare l'energia fornita dal petrolio: orientali occidentali e meridionali. Ma non sempre volere è potere."
Non ho mica detto che i farabutti siano solo i petrolieri arabi, eh? Certo che se sommiamo la farabuttaggine congenita ed ereditaria dei petrolieri con regimi totalmente incontrollabili allora il mix è veramente esplosivo. E non sono d'accordo affatto: volere È potere. La storia lo ha dimostrato più volte, ma tutto ha un prezzo e noi grassottelli non siamo disposti a pagarlo.


"Mettiamoci dentro anche nazionalsocialismo, teocrazia, sandinismo e Città del Sole di Campanella, via: almeno nessuno si sente escluso"
Ti sbagli. Le teocrazie forti non si fanno di questi problemi: c'è Dio che comanda per il tuo bene. E anche i totalitarismi: Il Duce, Il Fürher, Il Compagno Stalin o l'Amato Leader sanno LORO cosa è ben per me. Io non devo discutere.
Se comincio a discutere vuol dire che NON so cosa è bene per me... insomma divento agnostico occidentale.

"Se è degli uomini la sua invenzione, mi pare ovvio che spetti agli uomini la sua manutenzione e revisione periodica."
Non è previsto che venga rivista, non è una teoria che si aggiusta e si evolve.

"Oppure scrivere una nuova versione dell'Utopia di Moro"
Ce n'è bisogno?
@Maurizio

Il genere umano SA condursi da solo.

In un burrone infestato di ortiche, cacche di cavallo & serpenti irriferibili, eventualmente, ma si conduce benissimo da solo.

Dèzit*

*Antica parola ittita che più o meno si traduce in: "dimentica il pericolo, non puoi metterti al sicuro, in ogni caso"**

**In realtà è l'espressione inglese "that's it" scritta come si legge, ed in questo contesto si traduce in "questo è quanto"
@ puffo
"Il genere umano SA condursi da solo.
In un burrone infestato di ortiche, cacche di cavallo & serpenti irriferibili, eventualmente, ma si conduce benissimo da solo"

Mi permetto di correggerti: Il genere umano SI conduce da solo. Non può fare altro. E non è vero che lo fa benissimo. Lo fa come può, e ai limiti ed ostacoli che la nostra natura ci impone ne aggiunge anche di suoi più fantasiosi. La prevaricazione vince sulla collaborazione quasi sempre, a tutte le scale. In qualche periodo e in qualche società le cose vanno un po' meglio che in altre. Tutto qua, non facciamoci illusioni.
E un presidente della repubblica che ne trattiene i bollenti spiriti più per carità di patria (la Libia è un Paese confinante, leggi: la guerra non sarà una passeggiata), che per amicizia con Gheddafi.

E secondo te gli altri perché lo hanno fatto? Perché sono veramente amici di Gheddafi? (Ce li vedo andare a ballare, giocare a carte e mangiare la pizza insieme, confidarsi le "cose" più intime o spettegolare su qualcuno) O per "tenerselo buono"?
@Oui, c'est moi

Questo è quello che rimprovero loro:

avrebbero dovuto dire agli italiani se erano spinti da sincero affetto, da profonda simpatia o da fifa boia, e nel terzo caso dire:

"Italiani, quel tipo ci ha una mossa segreta che pare una cometa, meglio che stiamo cagati"
Come spiegarmi...

Tipo il veterinario in un allevamento di pesci ornamentali che rompe il collo ad un giovane carpone con un disegno di Leonardo da Vinci per livrea e lo getta nelle scovazze dicendo: "aveva un fungo contagioso."

Avrà ucciso il carpone per il bene della fattoria, ma per fare bene il proprio mestiere, deve mandare la carogna al laboratorio e spiegare perchè la ha soppressa.
"Come spiegarmi... "

Ognuno hai i suoi problemi... :D
HAI... :D
Buh, se hai seguito i commenti dell'articolo precedente saprai che fra qualche tempo dovrò indossare degli stivali più costosi di quelli di qualsiasi donna io conosca.

Ciò non è un problema tecnico ma mi imbarazza un pochettino.
Per maurizio

"Per difendere i connazionali vittime di regimi in cerca di vendette politiche bisogna avere due cose: una politica estera, e un esercito credibile in grado di darvi autorità. E l'Italia dopo il 1943 non aveva né l'una né l'altra."
L'italia mai ce le ha avute 'ste cose, neanche durante il 20ennio


Ti sbagli. All'indomani dell'assassino del cancelliere d'Austria Engelbert Dollfuß da parte di alcuni nazionalsocialisti locali, il 25 luglio 1934, Mussolini fece schierare al Brennero alcune divisioni per mettere in chiaro che un'ingerenza tedesca negli affari austriaci avrebbe significato una guerra. Hitler non era ancora pronto per uno scontro frontale con un altro Paese, e prese le distanze da quel tentativo di golpe. Gli stessi nazisti austriaci furono presi alla sprovvista da questa reazione.
[segue]
Mi pare però che anche la Germania non godesse di gran salute dopo il '43.

Caso mai dopo il 1944, data delle prime sconfitte. Vennero espulsi dalla Cecoslovacchia, dall'Ungheria, dai Paesi Bassi, dalla Romania, dalla Polonia, dall'Unione Sovietica e dalla Iugoslavia qualcosa come 11 milioni di tedeschi. All'Italia è andata di lusso, in confronto.


Facciamo il confronto adesso? (i tedeschi son tedeschi, non c'è storia).

Non capisco il senso di questa obiezione: la Germania avrebbe una sua politica estera, adesso? Fa parte della Nato, come quasi tutti i Paesi europei.
[segue]
"Ci sono stati esponenti di governo che hanno appoggiato Gheddafi prima dell'agosto 2008?"
Ci sono tanti modi per appoggiare un farabutto, senza esporsi troppo, no?


Alt. Tu hai scritto: "Il comportamento del clown libico [...] ha trovato sempre qualche "spalla" sul suolo italico". Esponi i nomi e cognomi di queste spalle, e non vaghe dietrologie. Qui sul Disinformatico funziona così.
[segue]

"Bufala. Non erano affatto conficcati sulla spiaggia di Lampedusa: erano caduti in mare, esplodendo."
No. Non bufala, forse "analogia". Se ti sparo e ti manco non è perchè ti voglio bene.


Non si sa ancora se l'esercito libico mancò di proposito il bersaglio, o se gli Scud di fabbricazione sovietica erano una patacca.
In politica internazionale, un attacco missilistico con vittime o danni materiali è un atto di guerra. Lo sconfinamento di ordigni nelle acque territoriali si può considerare come incidente diplomatico, per quanto molto grave.
[segue]

"Sai, il più forte era lui: aveva armamento sovietici abbastanza moderni, per l'epoca. Regola numero uno: mai metterti contro uno più forte di te"
Giustamente bisogna mettersi solo con quelli più deboli.


Non direi. L'Italia è entrata nell'orbita degli Alleati (Stati Uniti, Francia e Gran Bretagna) il 3 settembre 1943, e fa parte della Nato dal 4 aprile 1949. Sono deboli?
Diciamo che nell'epoca della guerra fredda in Italia non se la sentiva nessuno di far scoppiare una guerra nel mediterraneo per episodi di lieve entità.
[segue]
"Ah, quindi le risoluzione del Consiglio di sicurezza dell'Onu n° 731, 748 e 883 (l'ultima delle quali imponeva di fatto un embargo) sono un modo per tacere?"
Per il comune sentire direi proprio di si!


Non mi interessa il comune sentire. Qui si parla di fatti e risoluzioni prese dall'Onu. Di cosa pensi delle risoluzioni contro la Libia la portinaia di Jerago con Orago, o lo sciampista di Finocchiara, non mi curo. La politica internazionale è svolta anche in loro nome; ma per fortuna, non da loro.
[segue]

Se ci sono i mezzi per intervenire militarmente ORA che il caos è interno alla Libia perchè non si è intervenuti ALLORA* quando la minaccia era direttamente verso l'occidente tutto?

L'era in cui gli Stati si scannavano fra di loro perché un monarca era antipatico, o aveva promesso di sposare una principessa e poi ne aveva sposata un'altra, sono fortunatamente finiti. O esistono i presupposti di serie violazioni dei diritti umani, come in questo caso, oppure l'Onu non può autorizzare un'azione bellica.
[segue]

"Milosevic per molto meno era stato bombardato una decina di anni fa"
Allora e oggi sono in completo disaccordo. Non sulle azioni di forza ma sul quando.


Scrivi a Bill Clinton: anziché andare in Somalia a farvi abbattere i Black Hawk, dovevate bombardare la Serbia fin dal 1993!
Sicuramente aggiungerà nelle sue memorie che ha sbagliato tempi e modi...
[segue]

"Il petrolio c'è anche nel mare del nord e negli Usa. A tutti piacerebbe abbandonare l'energia fornita dal petrolio: orientali occidentali e meridionali. Ma non sempre volere è potere."
Non ho mica detto che i farabutti siano solo i petrolieri arabi, eh?


Ci sono farabutti anche nel mare del Nord, in Usa e Canada?

Certo che se sommiamo la farabuttaggine congenita ed ereditaria dei petrolieri con regimi totalmente incontrollabili allora il mix è veramente esplosivo. E non sono d'accordo affatto: volere È potere. La storia lo ha dimostrato più volte

Boh, non ti seguo. Cosa proponi in concreto?
[segue]

"Mettiamoci dentro anche nazionalsocialismo, teocrazia, sandinismo e Città del Sole di Campanella, via: almeno nessuno si sente escluso"
Ti sbagli. Le teocrazie forti non si fanno di questi problemi: c'è Dio che comanda per il tuo bene. E anche i totalitarismi: Il Duce, Il Fürher, Il Compagno Stalin o l'Amato Leader sanno LORO cosa è ben per me. Io non devo discutere.


Viva le teocrazie e i totalitarsmi! Dobbiamo dirlo ai russi che ancora oggi muoiono di fame grazie alle politiche economiche sovietiche durate 70 anni. Un regime che, è bene ricordarlo, si è accasciato da solo: non è stato vittima né di attacchi militari esterni, né di colpi di Stato, né di embargo o cataclismi naturali. E ora c'è una traballante democrazia anche lì. Ti piaccia o no.

Se comincio a discutere vuol dire che NON so cosa è bene per me... insomma divento agnostico occidentale.

È la democrazia, bellezza.
[segue]

"Se è degli uomini la sua invenzione, mi pare ovvio che spetti agli uomini la sua manutenzione e revisione periodica."
Non è previsto che venga rivista, non è una teoria che si aggiusta e si evolve.


Non è previsto, ma avviene sempre, chissà perché.

"Oppure scrivere una nuova versione dell'Utopia di Moro"
Ce n'è bisogno?


Viste le tue idee, sì.

[fine]
Per oui, c'est moi

E un presidente della repubblica che ne trattiene i bollenti spiriti più per carità di patria (la Libia è un Paese confinante, leggi: la guerra non sarà una passeggiata), che per amicizia con Gheddafi.

E secondo te gli altri perché lo hanno fatto?


Gli altri, intendi britannici, americani e francesi? Credo che un odio a vita nei confronti di un Paese produttore di petrolio e con una posizione strategica nel Mediterraneo e nell'Africa non convenisse più a nessuno. In fondo col muro contro muro non si è attenuto nulla, mentre con la "distensione" Gheddafi ha concesso un risarcimento alle vittime dell'attentato di Lockerbie.

Perché sono veramente amici di Gheddafi?

Credo che l'espressione "amico di Gheddafi" l'abbia pronunciata solo l'attuale presdelcons. Nessuno capo di stato o di governo al mondo si sarebbe mai compromesso: hanno parlato solo di rapporti cordiali con la Libia.
Gli altri, intendi britannici, americani e francesi?

No, intendevo i governi italiani prima del 2008.
Ma mi hai risposto lo stesso :-)

Credo che l'espressione "amico di Gheddafi" l'abbia pronunciata solo l'attuale presdelcons. Nessuno capo di stato o di governo al mondo si sarebbe mai compromesso: hanno parlato solo di rapporti cordiali con la Libia.

Dettagli inutili, la sostanza è la stessa...
Oppure avrebbero potuto parlare del vincolo, perchè non gli hanno mai detto:

"*******, mica sei l'unico fornitore al mondo, se è così che conduci gli affari, vado dai libanesi in Venezuela, tanto la differenza è ampiamente minore delle regalìe & castella"

Mica c'è bisogno di tirar missili alla gente perchè non sa vendere le cose...

Bè, mi sento estremamente stupido a dire che il colonnello non sa vendere le cose, in realtà appare un mostro di bravura, se guardiamo ai risultati.

Riformulo: mica occorreva avviare una guerra perchè il colonnello fa il pagliaccio. Bastava comperare il petrolio da un'altra parte.

Maaa c'è il sospettuccio che, come saddam hussein... il colonnello non ama che si parli di comprare le cose da un'altra parte.

Intendiamoci, nessun fornitore ama che si parli di comprar le cose da un'altra parte.

Ma forse, il colonnello ha detto: "Se mi lasciate fra cammelli & formaggelle di capra vi scateno una guerra come neanche vi immaginate"*

Non so Maurizio, ma io mica parlavo di mandargli un sacco di lagunari brutti, sozzi & puzzolenti.
Basta comprare le cose da un'altra parte per il tempo che ci mettono a morire di sete, per lo meno per chiarire chi è che non vuole essere ignorato.

*citazione da "Rambo"
Giusto per aggiungere carne al fuoco. Pochi mesi fa la Libia era stata eletta membro del Consiglio dei diritti umani (sic) all'Onu (vedi link) con votazione quasi bulgara (155 voti favorevoli su 192). Credo che questo sia anche peggio che chiamare Gheddafi amico. Questo, ovviamente, non giustifica il baciamano e tutti gli onori che abbiamo tributato al leader Libico
Per Matz

Giusto per aggiungere carne al fuoco. Pochi mesi fa la Libia era stata eletta membro del Consiglio dei diritti umani (sic) all'Onu (vedi link) con votazione quasi bulgara (155 voti favorevoli su 192).

Il Consiglio per i diritti umani delle Nazioni Unite, istituito nel 2006, in effetti è una pagliacciata. Infatti 4 seggi sono riservati agli Stati africani, 4 agli Stati asiatici, 2 ai Paesi dell’Europa orientale, 2 all’America latina e Caraibi, 2 ai Paesi dell’Europa occidentale. Per fortuna le sue risoluzioni non sono vincolanti: in pratica ha solo un potere consultivo.

Va anche aggiunto che nelle elezioni del 2009 c'erano 14 seggi vacanti e 14 candidati. L'elezione della Libia è stato un atto dovuto.
"Infatti 4 seggi sono riservati agli Stati africani, 4 agli Stati asiatici, 2 ai Paesi dell’Europa orientale, 2 all’America latina e Caraibi, 2 ai Paesi dell’Europa occidentale."

E al Nord America? :O
Per ǚşå÷₣ŗẻễ

"Infatti 4 seggi sono riservati agli Stati africani, 4 agli Stati asiatici, 2 ai Paesi dell’Europa orientale, 2 all’America latina e Caraibi, 2 ai Paesi dell’Europa occidentale."

E al Nord America? :O


Altra assurdità: il Nord America è conteggiato in "Altri Stati", assieme all'Europa occidentale. Immagino sia perché è costituito dai soli solo Usa e Canada, la scelta era troppo ristretta.
Questo, ovviamente, non giustifica il baciamano e tutti gli onori che abbiamo tributato al leader Libico

Non capisco perché il baciamano al Papa o a una regina è considerato "normale", mentre al leader libico no.
Per oui, c'est moi

Non capisco perché il baciamano al Papa o a una regina è considerato "normale", mentre al leader libico no.

Infatti. Se lo chiedono in molti, fra cui Piergiorgio Odifreddi:

http://odifreddi.blogautore.repubblica.it/2011/03/04/baciamani-qua-baciamani-la/
Il mio dubbio è solo uno: Ma chi diavolo sono i soldati SUDvietnamiti?
@Mu

Aach Aae Abel
Aach Aae Abel
Aach Aae Adon
Aach Aae Aeth
Aach Aao ...

Bè, in realtà i nomi me li sto inventando.
La risposta alla tua domanda è:

A) Dei poveracci che son stati pocomenoche cancellati dai libri di storia.

B) Gente che in precedenza era riuscita a liberarsi dai "terroni" e quando i "terroni" han detto: "Si, ma senza gente con un cervello in ordine di marcia qua si fa la fame, andiamo dalle formiche a rubargli nei granai" si son liberati di loro.

C) Signorine malferme sui tacchi che attirano ladri di macchine fotografiche.

Non ho businnes nel businnes che aveva l'amerDica in quel teatro, ma è una verità ammessa da entrambe le fazioni che gli annamiti stavano facendo a pezzi i cocincinesi per pura e semplice razzia, per quanto all'epoca dei fatti molti annamiti da frittura nera unta e maledetta (Leggi: da capitano in giù) erano sinceramente pervasi da un sincero spirito garibaldino.
Non capisco perché il baciamano al Papa o a una regina è considerato "normale", mentre al leader libico no.

Speravo fosse superfluo spiegarlo, ma la concezione che Gheddafi ha dei diritti umani mi sembra possa suggerire una certa prudenza nel tributargli onori di vario tipo.

@Accademia

Sarà ininfluente a livello pratico, ma dal punto di vista simbolico è inquietante che all'Onu i diritti umani siano valutati chi li viola sistematicamente.
Non capisco perché il baciamano al Papa o a una regina è considerato "normale", mentre al leader libico no.

Il protocollo non prevede il baciamano al Papa: il cerimoniale papale prevede, in particolari circostanze, il bacio ai piedi del Papa e all’anello di vescovi e cardinali.
Personalmente lo considero normale se effettuato dai credenti, cioè dai "sudditi", in occasione di cerimonie religiose o di visite, sono loro affari interni.
Da ricordare che questi atti vengono comunque contestati da una parte minoritaria del clero, a vari livelli.
Si possono però sempre compiere atti fuori protocollo e accettarne le critiche derivanti.
Aveva suscitato molte proteste il fatto che Cossiga, nella sua prima visita in Vaticano come Presidente della Repubblica (bardato con collari e onorificenze ufficiali) si fosse inginocchiato davanti al Papa, cioè davanti a un Capo di Stato straniero.

Non credo che il cerimoniale regale preveda il baciamano a una regina, se non erro in UK la regina è intoccabile.
Poi il baciamano a una signora è atto galante; sempre che sia fatto con classe e al coperto perché all’aperto è da cafoni.

Galanteria a parte, se "baciare le mani" è atto di sudditanza evidentemente baciare la mano, che sia libica o di altra nazionalità, è accettabile se compiuto da un suddito; inaccettabile se chi bacia la mano suddito non è e tale non deve apparire.
Per Matz

Speravo fosse superfluo spiegarlo, ma la concezione che Gheddafi ha dei diritti umani mi sembra possa suggerire una certa prudenza nel tributargli onori di vario tipo.

È la stessa concezione che intimamente ha lo Stato di Città del Vaticano, che infatti non fa parte dell'Onu e non ha mai ratificato la Convenzione europea dei diritti dell'uomo, né convensioni analoghe. Ma non può nemmeno violare i diritti civili: per sussistere un diritto civile, ci vuole anche un civis, un cittadino. E nessuno è cittadino vaticano per nascita. :-)

Sarà ininfluente a livello pratico, ma dal punto di vista simbolico è inquietante che all'Onu i diritti umani siano valutati chi li viola sistematicamente.

Sono d'accordo. Ma non c'è solo Gheddafi: avere fra i rappresentanti di questa commissione la Malaysia, che prevede come pena la fustigazione delle natiche con la canna, è un insulto tanto quanto avere la Libia.
Né convenzioni analoghe.
È la stessa concezione che intimamente ha lo Stato di Città del Vaticano, che infatti non fa parte dell'Onu e non ha mai ratificato la Convenzione europea dei diritti dell'uomo, né convensioni analoghe.

Non mi lancerò in religion flames su questo argomento. Tuttavia vorrei che rileggessi la frase sopra: stai più o meno dicendo che il rispetto dei diritti umani è violato in Città del Vaticano quanto in Libia. Opinione legittima, ma a me sembra fuori dalla realtà.

non c'è solo Gheddafi: avere fra i rappresentanti di questa commissione la Malaysia, che prevede come pena la fustigazione delle natiche con la canna, è un insulto tanto quanto avere la Libia.

Indubbiamente! Due torti però non fanno una ragione. :)
Per Matz

È la stessa concezione che intimamente ha lo Stato di Città del Vaticano, che infatti non fa parte dell'Onu e non ha mai ratificato la Convenzione europea dei diritti dell'uomo, né convensioni analoghe.

Non mi lancerò in religion flames


Facciamo accaloramenti religiosi. Almeno la lingua italiana è salva.

su questo argomento. Tuttavia vorrei che rileggessi la frase sopra: stai più o meno dicendo che il rispetto dei diritti umani è violato in Città del Vaticano quanto in Libia.

Potenzialmente sì. Se solo Città del Vaticano fosse uno Stato de facto. In realtà non è così, è uno Stato solo de iure.
@Accademia Dei Pedanti

Perchè non ammettere quello su cui siamo tutti d'accordo?

Il colonnello ha recitato la parte del bulletto da cortile della scuola elementare fin dall'entrata in scena, ed è stato assecondato come se i luoghi in cui lo ha fatto fossero effettivamente il cortile della scuola elementare, comportamento spiegabile solo se il colonnello ha (metafora pokeristica) mostrato 3 assi e cambiato 1 carta.

Poi disquisire se quando uno gli va a baciare la mano si è incerottato la bocca o se aveva le dita incrociate, conta poco.

Ti faccio questa domanda, Accademia:

Se un siluro lo stecca mentre scrivo queste righe può dire a S.Pietro in tutta sincerità: "Ci sono delle riprese in cui si vedono fanti, cavalli e re che si prostrano davanti a me.dittatore.di stirpe nomade. come se il loro re fossi io. Mi sono divertito molto, per tutta la vita ho sproloquiato come se fossi il re delle loro terre, e molti di quegli idioti non hanno mai trovato il coraggio di guardarmi storto mentre insultavo apertamente loro, la loro sovranità ed il loro popolo." ?

Si, io direi che S. Pietro non potrebbe che rispondere: è esattamente come dici.


Quando dice che ha costretto l'Italia a risarcire abbondantemente la Libia per i danni che le ha presentato... sta mentendo o sta dicendo la verità?

Direi che è esattamente quello che è successo.

Questa era la questione iniziale.
Ripeto, sono per la chiarezza, Non so se il colonnello sia un mago del bacio alla francese o se abbia combinato ad installare un ananasso in ogni cesso d'Europa, nel secondo caso posso dire: "O.K. ha vinto lui."
Potrei dirlo serenamente o masticando ortiche, ma, ripeto ancora, la questione è che chi mi rappresenta presso di lui ha il dovere di dirmi perchè (dall'alto della sua preparazione in diplomazia) sceglie una reazione che non mi rappresenta minimamente.

Magari sapendola direi: "fantastico, ho sempre pensato che il colonnello fosse un farabutto corrotto ed invece adesso scopro che è il salvatore dell'umanità intera" Ma chi mi rappresenta ha il dovere di spiegarmi il perchè asseconda quello che a 100/100 appare come un pagliaccio.
"Perchè non ammettere quello su cui siamo tutti d'accordo?"

Che Gheddafi è uno dei dittatori più tamarri che sia mai esistito? :)
Facciamo accaloramenti religiosi. Almeno la lingua italiana è salva.

La lingua italiana sì, il senso dell'espressione un po' meno ("accalorate discussioni religiose" sarebbe forse più appropriato), ma so che su questo non transigi.
Per puffolottiaccident

Ma perché devo sempre leggere i tuoi commenti 3 volte per capirli, e ci riesco con 1 concetto su 3, quando va bene?

In ogni caso: la politica è una brutta bestia. Quando, alla fine di gennaio, sono scoppiato un po' in tutto il Nordafrica rivolte popolari, e ben due presidenti, Ben Ali e Mubarak, hanno dovuto lasciare il potere, le opinioni pubbliche occidentali e i loro rappresentanti hanno visto in questi episodi un trionfo della democrazia sulla tirannide. Pura illusione: voglio proprio vedere quanto saranno democratici e civili i regimi nati dai capi di quegli invasati tunisini e egiziani.
Quando hanno visto che avevano raggiunto anche la Libia e che Gheddafi non solo non cercava un compromesso coi ribelli, ma non esitava a bombardare, assassinare, sequestrare sotto gli obiettivi delle telecamere dell'Occidente, l'hanno presa come una sconfitta.
[segue]
Situazione a Tokyo e informazione di Repubblica (le balle di Repubblica).

Segnalo il blog del nostro amico Luca da Osaka che lavora a Tokyo, intervenuto piu' volte nel forum di Attivissimo, che riferisce di un articolo di Repubblica come esempio di pessima informazione sulla situazione di quella citta`.
http://tinyurl.com/4hg6wt4
Ciò detto, finora l'attacco dell'Onu è diretto a impedire a Gheddafi di fare ulteriori danni ai propri cittadini. Non è ancora stata approvata una risoluzione che autorizzi a deporre il colonnello e consegnare la Libia ad un successore, in base a criteri arbitrari. È possibile che succeda in futuro, ma ufficialmente i piani non sono questi: l'interlocutore è ancora Gheddafi.

Non so se ha molto senso ora chiedersi come mai tutti fino al giorno prima volevano avere rapporti commerciali con lui e lo invitavano nei salotti buoni. Non è la prima volta che succede, pensiamo a Saddam Hussein prima e dopo il 2 agosto 1990, e non sarà l'ultima.
Io non mi chiedo perchè lo invitavano nei salotti buoni.

So che non è l'unico.

Quello che mi chiedo è perchè per lui non ci "si inventava" ragioni per invitarlo nei salotti buoni.

"Diego" Arafat sarebbe il valoroso difensore del cosiddetto popolo palestinese...

Saddam Hussein era quello che tazzava le togne all'Iran

Benito Mussolini era quello che gli piaceva il giardinaggio

Hitler... bè, è grossomodo "l'inventore del maggiolone." e comunque anche all' epoca i complottisti credevano che l'olocausto fosse propaganda per inventarsi una ragione per aggredirlo. (L'amerDica non è l'India o la Cina ma esiste da un paio di secoli)

Gheddafi... Boh... Mah... Ah, bè, si,bè....

Dio mi salvi se qualcuno lo ha detto in quanto preposto alla faccenda.
Oh, i non-preposti che se ne sono occupati abbondano, noi stessi lo siamo in questo momento.
Che fai, puffolotti, invochi la legge di Godwin?
@Accademia Dei Pedanti

Nyah, la accosto solamente al punto fiduciale per una verifica giusto un momento.

Comunque è una conformazione (reciproco di una convocazione), non un'invocazione.

Cambiamo pure hitler con Annan.
@Accademia dei Pedanti:
P.S.: Tutti sanno cos'è il tagadà, vero?!?

Certo, è l'altro nome dell'Oba Oba :-)
Per Turz

P.S.: Tutti sanno cos'è il tagadà, vero?!?

Certo, è l'altro nome dell'Oba Oba :-)


In effetti...
L'ho scritto anche in previsione di un tuo intervento qui, magari avresti scritto ancora che hai scoperto una nuova cosa grazie a me, dopo l'onomaturgo, il sangiaccato e il sito con le parolacce in latino. :-)
Lunghissima e noiosissima risposta ad "acca". Parte 1. Evitare di leggerla durante l'uso di macchinari e veicoli.

All'indomani dell'assassino del cancelliere d'Austria Engelbert Dollfuß da parte di alcuni nazionalsocialisti locali, il 25 luglio 1934, Mussolini fece schierare al Brennero alcune divisioni...CUT
Una rondine non fa primavera. Semmai da questo esempio capisco che se ti impunti un po' fermamente ti stanno a sentire con più attenzione. Poi, appena i panzer sono pronti, l'anschluss si fa lo stesso.

la Germania avrebbe una sua politica estera, adesso? Fa parte della Nato, come quasi tutti i Paesi europei.
Chi fa parte della NATO non ha una polita estera? Credo che mi sfugga qualcosa. E la Germania direi proprio che sta dimostrando di avercela una politica estera

Esponi i nomi e cognomi di queste spalle, e non vaghe dietrologie. Qui sul Disinformatico funziona così.
Ma, veramente, dietrologie non pensavo di farne i fatti sono talmente confusi che che non c'è nessuno che possa dire una parola CERTA su vicende talmente depistate. Io posso solo inferire (è giusto "inferire" maestro?) delle conclusioni pescando in un mare dove trovo tutto e anche il suo contrario. È normale che l'interpretazione dei fatti sia personale, in mancanza di chiarezza. Loro (http://tinyurl.com/5vlvkb5) avevano certamente qualche informazione utile su una delle tante vicende che coinvolge il Colonnello... Ma il destino cinico e baro ha voluto che siano morti tutti; vedi il destino, certe volte.


In politica internazionale, un attacco missilistico con vittime o danni materiali è un atto di guerra. Lo sconfinamento di ordigni nelle acque territoriali si può considerare come incidente diplomatico, per quanto molto grave.
Non c'è dubbio, e per riparare dall'errore di avere piazzato Lampedusa fuori portata dai suoi missili gli abbiamo ceduto quote delle aziende nazionali e stretto rapporti commerciali. Insisto: era allora che bisognava imporsi, non adesso.

L'Italia è entrata nell'orbita degli Alleati (Stati Uniti, Francia e Gran Bretagna) il 3 settembre 1943, e fa parte della Nato dal 4 aprile 1949. Sono deboli?
Fraintendimento: io volevo dire (ironicamente) che bisogna mettersi conTRO i più deboli (il "TRO" non è uscito dalla tastiera capovolgendo il senso della mia frase).

Diciamo che nell'epoca della guerra fredda in Italia non se la sentiva nessuno di far scoppiare una guerra nel mediterraneo per episodi di lieve entità. Come un attacco missilistico ad un paese NATO per il quale la convenzione prevede l'obbligo di intervento degli alleati. Ma forse è andata bene così, a posteriori. Forse.
Seconda parte della lunghissima e noiosissima risposta. Leggete a rischio di forte roncopatia.

Di cosa pensi delle risoluzioni contro la Libia la portinaia di Jerago con Orago, o lo sciampista di Finocchiara, non mi curo. La politica internazionale è svolta anche in loro nome; ma per fortuna, non da loro. Io invece si, che mi preoccupo perchè alla lunga i politici si fanno eleggere da sciampisti e portinaie e per farsi RIeleggere devono accontentarli o stordirli (ancora di più). E non sarei così certo che la politica internazionale non sia GIÅ ADESSO gestita da sciampisti e portinaie, caro mio.

O esistono i presupposti di serie violazioni dei diritti umani, come in questo caso, oppure l'Onu non può autorizzare un'azione bellica. Requisitii ce n'erano eccome, ma io non invocavo azioni belliche (non subito, almeno). Bastava percuotersi un po' il petto come al Brennero e darsi della dignità (offesa) invece di lisciargli il pelo sempre ovunque e comunque.

Scrivi a Bill Clinton Be', l'ho fatto, ma non capisco come mai non mi abbia ancora risposto. Gli do ancora una settimana poi gli cancello l'amicizia da feisbuc. (anche io so fare dello spirito di patate)

È la democrazia, bellezza.
Detto da uno che non si cura delle opinini delle sciampiste e dei portinai (par condicio di genere) suona un po' strano.

Non è previsto, ma avviene sempre, chissà perché.
Credo che tu ti riferisca al cattolicesimo sincretista, aperto ad ascoltare e fagocitare qualsiasi posizione, anche le più lontane dalle sue origini, pur di rimanere in sella. Quasi tutte le altre religioni (so di darti un dispiacere) sono molto più granitiche nelle loro posizioni e maltollerano che ne esista qualcun'altra.

Chiedo scusa ai lettori non coinvolti per la noia mortale e prometto di non imbarcarmi più, solo per amore di polemica, in discussioni sterili a rischio di "flame".
Questo commento è stato eliminato da un amministratore del blog.
Questo commento è stato eliminato da un amministratore del blog.
Oddio, c'è un virus che sta infestando il blog con i messaggi di tommaso ... Aiuto! Paura!!
Nessun problema, pulisco io :-)
Per quel che può valere, per Tommaso e la sua ignoranza, letteralmente, dato che scrive festa del purim (del sacrificio) ebraico (la ns. pasqua).

Purim (o Sorti):
salvezza degli Ebrei dallo sterminio del perfido Aman; equivalente come aspetti folkloristici al carnevale occidentale (è prescritta una gioiosa, abbondante libagione e anche una moderata ubriachezza; altro che sacrificio - forse confonde con il Digiuno di Ester che precede Purim).

Pèsach (o Pasqua):
Fuga degli Ebrei dall'Egitto; principale festa dell'anno. Anticamente celebrava l'inizio del raccolto dei cereali.

Purim non equivale alla sua (di Tommaso) Pasqua: Pèsach è dal 15 al 22 di Nisan (dal 19 al 26 aprile 2011) e Purim il 14 di Adàr (20-21 marzo 2011); la Pasqua cristiana cade il 24 aprile 2011 - la sovrapposizione del periodo è casuale e ciclica.
Però, che piattola, 'sto tommaso.
tommaso ha commentato:
Essere paranoici (purtroppo la vita non è sempre rose&fiori)e saperlo serve a tirare il freno a mano quando la testa schizza per conto suo ma...essere paranoici e non saperlo...
@brain-use non usare troppo il cervello
@l'altro che mi chiama trollone ma chi vi conosce, mai partecipato a nessun dibattito (dovevo scappare dai rettiliani e da SUPER-PAOLO-SUPER-ATTIVISSIMO che mi VOLEVA MANGIARE...SI CON QUELLA FACCIA... )
Cmq parlando di cose serie mi stupisce leggere che molti utenti si meraviglierebbero del fatto che "l'uomo non farebbe mai cose del genere" (più nel senso morale che scientifico). Ma vi rendete conto che da-che-mondo-è-mondo ogni maledetta guerra è stata fatta con l'inganno (il Mossad lo usa come slogan) e oggigiorno più che mai dato che devo far bere a "l'opinione pubblica" le peggiori menzogne e le più vomitevoli ipocrisie (guerre umanitarie). Boh? Vi sembra di vivere nella migliore società possibile (secondo me la peggiore ed ancora non è niente... riuscite ancora ad aprire un qualsiasi canale Tv ed ascoltare per più di 10min. senza farsi venire l'ulcera. Cosa c'è di diverso da far succedere un terremoto artificiale (che ne abbiano la capacità o meno, lo sganciare bombe su gente inerme tramite un satellite a mò di video-gioco, rapire milioni di bambini ogni anno(si ho detto milioni e non sono un..."sopravvissuto" dell' "olocausto")per i peggiori scopi (commercio di organi, rituali satanici), affamare volontariamente la maggioranza del pianeta...insomma dall' "uomo" non c'è da meravigliarsi proprio di niente. A proposito restando nell' attualità: qualcuno può confermarmi che venerdì scorso (risoluzione ONU/Nato(?) e attacco immediato alla Libia da parte dell'ebreo (poco) sionista (molto)Sarkosy con una velocità che ha lasciato sorpresi molti alleati - vedi la confusione di questi giorni) è stato la festa del purim (del sacrificio) ebraico (la ns. pasqua). Ogni ipotesi di complotto è puramente casuale...
Scusate per questo lungo post (prometto che scomparirò) ma la mia prima domanda del giorno è stata (prima che SUPER-PAOLO-SIMPATICISSIMO deviasse il discorso): ma perchè sia i complottisti che i CREDENTI LE VERSIONI UFFICIALI continuano a fare il gioco dei NOSTRI PADRONI del DIVIDI & SOGGIOGA? (scusate l'italianizzazione ma in carcere il latino non si studia). Saluti
Questo commento è stato eliminato da un amministratore del blog.
Per maurizio

All'indomani dell'assassino del cancelliere d'Austria Engelbert Dollfuß da parte di alcuni nazionalsocialisti locali, il 25 luglio 1934, Mussolini fece schierare al Brennero alcune divisioni...CUT

Una rondine non fa primavera. Semmai da questo esempio capisco che se ti impunti un po' fermamente ti stanno a sentire con più attenzione.


Attenzione, non cambiare discorso. Tu hai sostenuto che l'Italia non aveva un esercito e una politica estera nemmeno durante il ventennio: ti ho dimostrato il contrario.
Non intendo certo dipingere l'Italia come una superpotenza; in quanto vincitrice della prima guerra mondiale, tuttavia, aveva ancora voce in capitolo.
[segue]

Poi, appena i panzer sono pronti, l'anschluss si fa lo stesso.

Questo è un altro capitolo, in un momento storico mutato. Non approfondisco qui.

la Germania avrebbe una sua politica estera, adesso? Fa parte della Nato, come quasi tutti i Paesi europei.
Chi fa parte della NATO non ha una polita estera? Credo che mi sfugga qualcosa.


Distinguiamo: i tre Paesi vincitori della seconda guerra mondiale, Usa, Gran Bretagna e Francia, hanno di fatto le mani libere nei confronti dell'Alleanza. Leggi: possono fare di testa loro.
I Paesi che sono entrati nella Nato negli anni Ottanta, come la Spagna, a lungo hanno potuto avere una politica estera autonoma, perché inizialmente non facevano parte della struttura militare integrata.
I restanti Paesi non possono prendere iniziative autonome in fatto di sanzioni o operazioni belliche. O meglio, possono, ma si devono rimangiare la parola nel caso il comando Nato sia di diverso avviso.
[segue]
E la Germania direi proprio che sta dimostrando di avercela una politica estera

Ad esempio? Citami un fatto concreto.

Ma, veramente, dietrologie non pensavo di farne i fatti sono talmente confusi che che non c'è nessuno che possa dire una parola CERTA su vicende talmente depistate. Io posso solo inferire (è giusto "inferire" maestro?) delle conclusioni pescando in un mare dove trovo tutto e anche il suo contrario. È normale che l'interpretazione dei fatti sia personale, in mancanza di chiarezza. Loro (http://tinyurl.com/5vlvkb5) avevano certamente qualche informazione utile su una delle tante vicende che coinvolge il Colonnello... Ma il destino cinico e baro ha voluto che siano morti tutti; vedi il destino, certe volte.

Ecco, ti avevo chiesto di non fare dietrologie, e hai fatto esattamente il contrario.
Tra l'altro la domanda iniziale era: qualcuno nei governi italiani ha fatto da spalla a Gheddafi? Gli esempi citati c'entrano come i cavoli a merenda.
[segue]
Non c'è dubbio, e per riparare dall'errore di avere piazzato Lampedusa fuori portata dai suoi missili gli abbiamo ceduto quote delle aziende nazionali e stretto rapporti commerciali.

Non c'è alcun rapporto di causa-effetto. E queste vendite sono avvenute molti anni dopo l'episodio.
C'è chi fa il duro e puro e dice: no, a quel signore il mio negozio non lo vendo, piuttosto lo lascio fallire e muoio di fame.
E c'è chi scende a compromessi con il personaggio di turno che è poco raccomandabile, ma paga in contanti. Così va il mondo.

Insisto: era allora che bisognava imporsi, non adesso.

L'opinione pubblica del 1986 non era del tuo stesso avviso, evidentemente. Altrimenti avremmo visto le piazze italiane gremite di manifestanti coi cartelli inneggianti a una rappresaglia contro la Libia. E io non le ricordo.
[segue]

Diciamo che nell'epoca della guerra fredda in Italia non se la sentiva nessuno di far scoppiare una guerra nel mediterraneo per episodi di lieve entità.

Come un attacco missilistico ad un paese NATO per il quale la convenzione prevede l'obbligo di intervento degli alleati.


Stai facendo un po' di confusione: l'art. 5 del trattato atlantico prevede che un attacco contro un singolo membro sia considerato un attacco contro tutti, è vero. Ma il Paese in questione deve invocarlo esplicitamente. E l'Italia non lo fece. Non è previsto che la Nato decida al posto di uno Stato membro. "Ogni attacco armato di questo genere e tutte le misure prese in conseguenza di esso saranno immediatamente portate a conoscenza del Consiglio di Sicurezza".
[segue]
Va ricordato che l'ambasciatore libico dichiarò che l'attacco era diretto alla stazione Loran della guardia costiera statunitense (di fatto, fino al 1995, territorio escluso dalla sovranità italiana).

Di cosa pensi delle risoluzioni contro la Libia la portinaia di Jerago con Orago, o lo sciampista di Finocchiara, non mi curo. La politica internazionale è svolta anche in loro nome; ma per fortuna, non da loro.
Io invece si, che mi preoccupo perchè alla lunga i politici si fanno eleggere da sciampisti e portinaie e per farsi RIeleggere devono accontentarli o stordirli (ancora di più).


Questo è vero. Ma se gli elettori non si informano e fraintendono completamente le mosse diplomatiche prese, al punto da ignorare ben tre risoluzioni dell'Onu contro la Libia, è solo colpa loro. Nessuno può imporgli di leggere i quotidiani tutti i giorni, ma la politica procede anche con la loro ignoranza, che non ha alcun alibi.
[segue]

Be', l'ho fatto, ma non capisco come mai non mi abbia ancora risposto. Gli do ancora una settimana poi gli cancello l'amicizia da feisbuc. (anche io so fare dello spirito di patate)

Obiezione sullo spirito di patate accolta.
Se poi leggessi fra le righe, c'era una critica ai commentatori da poltrona che pensano di sapere meglio di navigati capi di Stato come muoversi e quali decisioni prendere. Vorrei vedere questi decisionisti da salotto non un giorno, ma una sola ora a prendere decisioni irrevocabili al posto di capi di Stato importanti come Obama, Medvedev o Hu Jintao. E poi andare a renderne conto al loro popolo. Ci sarebbe da ridere.
[segue]

È la democrazia, bellezza.

Detto da uno che non si cura delle opinini delle sciampiste e dei portinai (par condicio di genere) suona un po' strano.


Non è vero. Non ammetto che ignorino fatti che li riguardano, e che ragionino come se il mondo girasse attorno a loro. Informarsi è un dovere.

Non è previsto, ma avviene sempre, chissà perché.

Credo che tu ti riferisca al cattolicesimo sincretista, aperto ad ascoltare e fagocitare qualsiasi posizione, anche le più lontane dalle sue origini, pur di rimanere in sella.


Ah, e dici poco? Come dire: una religione praticata da un trascurabile gruppuscolo di persone.
[segue]

Quasi tutte le altre religioni (so di darti un dispiacere) sono molto più granitiche nelle loro posizioni e maltollerano che ne esista qualcun'altra.

Sarà: dall'islam granitico delle origini sono nati l'islam sciita (che a loro volta si son divisi in ismailiti, zayditi, alevi e alawiti) e kharigita. Il lamaismo è una foma di buddhismo piuttosto diverso da quello indiano.

Non ho capito perché vuoi abbandonare la discussione proprio sul più bello.
@GranMarfone

Veramente la prescrizione, a Purim, è che bisogna ubriacarsi a morte, c'è chi scherza sul fatto che questa esperienza, proposta ai ragazzini di 13-14 anni, (cioè maggiorenni dal punto di vista della tradizione biblica) impedisce che diventino alcoolizzati più avanti, visto che passare dal succo di mirtillo direttamente ad una sbronza semi-letale è un'esperienza alquanto sgradevole.

@Tommaso

C'è una cosa che voglio dirti:

Siete in un rapporto numerico di 300 a 1, secondo i vostri stessi conteggi.

cioè, ogni sionista tiene a bada te e 299 dei tuoi amici... da oltre 60 anni.

Se anche pensassi che tu abbia ragione, io non mi unirei alla tua causa perchè mi vergognerei davvero troppo di riuscire solo a fare qualche dispetto mentre insieme ad un quinto della razza umana cerco di far la pelle a 4 milioni fra contadini (cineasti e gioiellieri, da quando queste parole hanno avuto un senso) e ricercatori che si sono improvvisati guerrieri solo da 60 anni.
@puffolotti

Veramente la prescrizione, a Purim, è che bisogna ubriacarsi a morte

si, non volevo creare scandalo, intere famiglie passano da questa piazza, sia mai che...
In effetti la prescrizione invita a bere alcolici e non è posto un limite; ho visto un rabbino ballare sui tavoli del ristorante, fortunatamente (per lui) riservato.

Tra l’altro tempo fa qualcuno, qui in giro, non ricordo dove, sosteneva che l’ebraismo bandisce l’alcol alla pari dell’islam.
Alla faccia!
A proposito di U.F.O. e di... suppongo si dica I.F.O.:
In Libia un F-15 è cascato come un pero, successivamente è stato silurato, sempre dall'aviazione americana, allo scopo apparente di distruggerne delle parti che potrebbero venir esaminate e riprodotte.

http://tinyurl.com/4uuvtn9

La faccenda appare costosa, e non si capisce se quel missilozzo, presumibilmente del costo di oltre 100'000 $assi è stato tralasciato o mancato.
Nel primo caso suppongo che possa volare ancora solo se lanciato dall'F-15 in questione, che correntemente è letteralmente "pronto per il bangladesh" (Anzi, sembra che il Bangladesh abbia già cominciato a masticarlo e cacar lingotti dei vari materiali di cui è composto)

In entrambi i casi, e questo è il punto che volevo far notare, mi pare si possa dire che quella carcassa non sembra ispirare un gran timore reverenziale ai libici.
Nessun problema, pulisco io :-)

Fiuuu, meno male! Però non hai pulito bene :-)
http://xkcd.com/radiation/