skip to main | skip to sidebar
53 commenti

Le cose che non colsi - 2011/04/28

Dalla Rete in breve


L'articolo è stato aggiornato dopo la pubblicazione iniziale.

Sai Baba. James Randi racconta le magagne del santone morto il 24 aprile scorso. Chicca: Sai Baba materializzava orologi che avevano il numero di serie di fabbricazione. Un video segnalato da un lettore di questo blog documenta altri suoi trucchetti da prestigiatore. Da parte mia aggiungo: se aveva poteri di guarigione così miracolosi, come mai s'è fatto ricoverare in ospedale? Oppure, come ha segnalato un altro lettore nei commenti, come mai non usava una brocca trasparente per la sua materializzazione dell'acqua magica? Se volete saperne di più, anche sulle accuse di abusi sessuali che lo hanno toccato, procuratevi il documentario della BBC The Secret Swami (articolo e trascrizione). Per quelli che mi hanno scritto sentendosi offesi, sia ben chiara una cosa: l'essenza della democrazia è la libertà di criticare le idee altrui. Tutte le idee: Philip Pullman l'ha detto bene. Le vostre idee non hanno diritto a una tutela speciale perché fanno parte della vostra religione, esattamente come non ne hanno diritto le idee sul funzionamento del martello di Thor o dei fulmini di Zeus. Fatevene una ragione e datevi una calmata.


Gesù sull'asciugamano. Una signora inglese trova una macchia sull'asciugamano estratto dall'asciugatrice. “Si vedeva benissimo che era Gesù”, dice. Giudicate voi dalla foto. La signora non spiega perché Gesù debba abbassarsi a comparire ambiguamente sul suo asciugamano invece di, che so, fermare gli tsunami.


In USA si paga se non si rifiuta un SMS di spam? Stando a quanto pubblicato da AZDisruptors (anche qui), negli Stati Uniti può capitare di ricevere un SMS pubblicitario che dice in sostanza “rispondi con STOP se NON vuoi iscriverti al servizio proposto”. Se (come è normale) non si risponde a quello che sembra uno spam truffaldino, ci si trova un addebito di 9 dollari e 99 centesimi al mese sulla bolletta per non aver rifiutato l'offerta. Ci sarebbero incassi per decine di milioni di dollari l'anno, ma vorrei vedere qualche conferma indipendente di come funziona il raggiro: Network World descrive la situazione in modo leggermente diverso e i commenti di Fark la descrivono in un modo ancora diverso. AZDisruptors ha pubblicato quella che sembra essere la copia di un documento di una causa fra l'operatore cellulare Verizon e i fornitori del servizio SMS in questione.


Google parla: anche in italiano. Google Translate offre la sintesi vocale: basta digitare un URL come questo. Usando il parametro tl=it si ottiene la sintesi in italiano. Risultati comici garantiti se gli chiedete di leggere una frase dandogli il parametro di una lingua non corrispondente.


Attacco virale tramite Flash dentro un documento Excel. Quando dico che bisogna controllare tutto con un antivirus, questo è quello che intendo. Squallore: la trappola sfrutta le paure per il terremoto giapponese. La falla è già stata patchata, ma molti non hanno fatto l'aggiornamento (F-Secure).


Nokia E75, codice di blocco scavalcabile. Aggiornate il firmware se avete questo cellulare (CERT-FI tramite Mikko Hypponen).


25 anni fa, Captain Midnight prendeva il controllo di un satellite TV. Protestava contro la scelta dell'emittente HBO di cifrare il segnale satellitare e praticare tariffe assurde e sleali ai clienti e ai fornitori: così John MacDougall decise di mandare lui stesso un segnale TV al satellite. Bei tempi. Ora John ha cinquant'anni e nessun rimpianto (o quasi): la sua storia è su Networkworld.
Invia un commento
I commenti non appaiono subito, devono essere tutti approvati da un moderatore. Lo so, è scomodo, ma è necessario per tenere lontani scocciatori, spammer, troll e stupidi: siate civili e verrete pubblicati qualunque sia la vostra opinione; gli incivili di qualsiasi orientamento non verranno pubblicati, se non per mostrare il loro squallore.
Inviando un commento date il vostro consenso alla sua pubblicazione, qui o altrove.
Maggiori informazioni riguardanti regole e utilizzo dei commenti sono reperibili nella sezione apposita.
NOTA BENE. L'area sottostante per l'invio dei commenti non è contenuta in questa pagina ma è un iframe, cioè una finestra su una pagina di Blogger esterna a questo blog. Ciò significa che dovete assicurarvi che non venga bloccata da estensioni del vostro browser (tipo quelle che eliminano le pubblicità) e/o da altri programmi di protezione antimalware (tipo Kaspersky). Inoltre è necessario che sia permesso accettare i cookie da terze parti (informativa sulla privacy a riguardo).
Commenti
Commenti (53)
Scusate ma dove sarebbe il volto di Jesus?

A me sembra una macchia di caffe', magari usare omino bianco?
(Perche' se si chiama omino bianco poi il pupotto e' tutto nero? Mistero!
E ho pure fatto la rima!)
Antivirus sempre???
Certo, ma che palle!!!

A causa di falsi positivi, alcuni miei programmi "portable", presenti sulla mia fedele chiavetta USB, sono stati asfaltati da AVG.

Grazie Paolo, e buon lavoro.
Nella prima notizia aggiungerei il link all'articolo di Randi:
http://www.randi.org/site/index.php/swift-blog/1290-another-baba-leaves-the-scene.html
Link sistemato, grazie!
Precisazione.

"Nixu Oy reported to CERT-FI about a vulnerability that can be used to bypass the lock code of Nokia E75 phones. The lock code is used to protect the phone against unauthorized usage. The code can be bypassed by a certain button sequence during the device boot process."

Il problema riguarda il codice di blocco dispositivo, che è memorizzato nel telefono e se impostato ne impedisce l'utilizzo, e non il PIN, che invece è legato alla SIM card.

In pratica, anche se è impostato il codice di blocco telefono, basta una premere una combinazione di tasti all'avvio per scavalcarlo. Però se è impostato un PIN la SIM è comunque inutilizzabile se non lo si conosce.

Ciao*.*
Alcuni recitano: "Non ho nulla contro Dio. E' il suo fan club che mi preoccupa"...
Devo dire che, sentendo e vedendo ciò che dicono i credenti, hanno ragione...(e questo vale per tutte le religioni..) e a volte mi vergogno fin di avere fede...

Chissà, se Houdini fosse stato indiano come quel tizio sopra, sostenendo di avere poteri mistici/miracolosi, forse sarebbe stato pure lui una sorta di Dio per alcuni...
Questo commento è stato eliminato dall'autore.
Gesù sull'asciugamano: Benigni ci aveva già pensato nel 1983.
Ed intanto Server di Aruba fuori uso causa incendio. Repubblica dice milioni di siti bloccati, secondo voi è una esagerazione (ci sono così tanti siti in Italia) oppure è proprio vero il numero?
Ovviamente commento bloccato da Blogger causa il link ...
Sembra che i link al traduttore di Google non funzionino.

Avere un antivirus configurato per eseguire sempre la scansione in accesso dei file, dovrebbe ormai essere prassi (avrebbe dovuto esserlo da sempre).
La qualità di un antivirus dipende anche dalla capacità di minimizzare i falsi positivi, ma io preferisco avere un AV paranoico piuttosto che... condiscendente.
La solita pareidolia ? In base alla foto linkata io parlerei piuttosto di pura fantasia.
Signora mia, se si sente un po' sciocca, dia retta, forse c'è ancora speranza per lei: ascolti la sua coscienza e la smetta di mostrare orgogliosa un panno lavato male all'intero globo.
Questo commento è stato eliminato da un amministratore del blog.
Gesù sull'asciugamano. Una signora inglese trova una macchia sull'asciugamano estratto dall'asciugatrice.

Ecco cosa succede a usare la Biowashball :-)
Non per contrariare la signora dell'asciugamano, ma a me la figura sembra assolutamente simile a Ratchet!

http://en.wikipedia.org/wiki/File:Robots_Ratchet.jpg
Uuuu a proposito di biowashballll!

L'altro giorno ero su youtube. Un video politico, commenti politici. Gente che dice 'io voterò movimento 5 stelle'. Mi informo e vedo che è un movimento ispirato/spinto/altro da beppe grillo.

Rispondo, no dai, non puoi dare il tuo voto a uno che sostiene cosucce tipo biowashball.

Cinque minuti dopo il commento di uno: "io uso biowashball e funziona benissimo!!"

mmmMMMMMmmmmMmmmmm........
Scusate, magari ho un qualche disordine cerebrale e la parte del mio cervello che attiva la pareidolia non funziona, ma dove sarebbe esattamente la faccia nell'asciugamano?
Come, non la vedi !?




:D
Grazie Ruggio, ho corretto.
Grazie a te per la segnalazione puntuale del problema come sempre :)
Questo commento è stato eliminato dall'autore.
Fatevene una ragione e datevi una calmata.

Avevo letto "Fatevene una religione" ... >;-P

Nemmeno io vedo figure nella macchia dell'aciugamano, sarò dis-paraeidolico?
elio,

Se Neil Armstrong fosse stato definito cristiano cattolico, si sarebbe sentita l'esigenza di indagare ugualmente?

No. L'indagine è motivata dall'affiliazione religiosa insolita. E, aggiungo, dal fatto che io come appassionato del settore so che ad Armstrong sono state affibbiate molte altre affiliazioni del genere per dare maggior lustro alle rispettive credenze.


I preti che nella settimana della Pasqua hanno parlato della resurrezione di Cristo sono da considerarsi ciarlatani che vendono una storia di fantasia come vera?

Non allo stesso livello di Sai Baba. Un prete riferisce eventi straordinari non verificabili. Sai Baba produceva fenomeni concreti e verificabili.


Non considerate normale che chi racconta di fede ricorra alla narrazione dei miracoli come metafore del percorso della vita della fede stessa?

Non mi risulta che vengano raccontate come metafore.


I soldi raccolti dalle offerte durante la messa sono da considerarsi soldi estorti a dei creduloni al pari di quelli raccolti da Sai Baba ai suoi fedeli?

No. Non ho visto preti materializzare orologi o polvere magica.
@Paolo Attivissimo


parlo da credente non cattolico: io penso che quando si parli di fede (qualunque sia il credo in questione), quelli che vengono narrati come eventi straordinari (miracoli) siano in realtà delle metafore utili per veicolare dei concetti più ampi e più intimi. Per esempio penso che la resurrezione del Cristo stia a simboleggiare in relatà la rinascita interiore del singolo o il proseguimento della vita dopo la morte attraverso il ricordo, non penso sia solo la cruda narrazione di una resurrezione, dentro ad un fatto ne sono raccontati infiniti altri. Questa è ovviamente una mio personale pensiero. Dico questo per dire in realtà che secondo me se Sai Baba spacciava come miracoli degli effetti speciali con però l'intento ultimo di veicolare un messaggio di fede o amore o positività, forse non mi sentirei di dargli del cialtrone troppo alla leggera, come ho letto in alcuni commenti del post relativo alla presunta affiliazione di Armstrong, o di paragonarlo a Vanna Marchi ad esempio, così come noi non lo facciamo, per rispetto, con chi ci parla di altri miracoli ogni domenica. So bene che lei non ha toccato l'argomento in questi termini, per questo non mi aspettavo una sua diretta risposta, so anche anche il fine ultimo del post in questione era solo quello di verificare la veridicità di una notizia, e così è stato. La ringrazio per questo del suo tempo
elio,

secondo me se Sai Baba spacciava come miracoli degli effetti speciali con però l'intento ultimo di veicolare un messaggio di fede o amore o positività, forse non mi sentirei di dargli del cialtrone troppo alla leggera

Io sì, me la sento: proprio perché questi ideali non vanno sporcati con trucchetti che imbrogliano il prossimo. Se Wanna Marchi avesse concluso le sue televendite dicendo "fai agli altri quello che vorresti fosse fatto a te", sarebbe rimasta comunque un'imbrogliona e una ciarlatana.
@Paolo Attivissimo

quindi, è assunto che non le risulta che i fatti del vangelo possano essere metafore, e che lei dà del cialtrone Sai Baba per i suoi espedienti. In base a questo non capisco come mai dovremmo accettare, per esempio, l'immacolata concezione nel suo dogma e rispettare chi crede ad essa come fatto realmente accaduto e non dovremmo avere la stessa cautela per un credo differente. O più nel concreto: il sacerdote che celebra il rito dello scioglimento del sangue di San Gennaro è un ciarlatano? I soldi raccolti durante la cerimonia possono quindi ritenersi estorti a creduloni? La chiesa che non prende le distanze dal miracolo, è un istituzione di ciarlatani?
Il dovere mi chiama: Vanna Marchi (all'anagrafe Vanna Teresa Marchi), non Wanna!
Questo commento è stato eliminato dall'autore.
Suppongo che non sarebbe gentile rispondere "Sì" alle 3 domande di Elio. Pazienza.

Quel che sta scritto sul vangelo personalmente non lo conosco, né faccio conto di conoscerlo mai, quel che è certo è che non c'è niente di strano nel definire cialtrone un puffo arancione che nasconde pillole tra le dita e uova in un asciugamano.
Chi va a messa la domenica mattina forse ci rimarrebbe male se il sacerdote tirasse fuori ostie, olii e quant'altro con banali giochi di prestigio.

Vabbeh che poi alla fin fine ognuno è libero di credere a quanto meglio gli fa comodo, se questo gli dà qualche tipo di soddisfazione.
elio,

quindi, è assunto che non le risulta che i fatti del vangelo possano essere metafore

No, non è assunto. Ho scritto che non mi risulta che vengano raccontate (per esempio dalla Chiesa) come metafore. È una cosa ben diversa.


non capisco come mai dovremmo accettare, per esempio, l'immacolata concezione nel suo dogma e rispettare chi crede ad essa come fatto realmente accaduto

L'immacolata concezione non è un evento fisico e come tale non è dimostrabile o smentibile in termini scientifici e oggettivi.


e non dovremmo avere la stessa cautela per un credo differente

Perché il "credo differente" si esibisce in giochi di prestigio.


il sacerdote che celebra il rito dello scioglimento del sangue di San Gennaro è un ciarlatano?

No. Non è autore materiale intenzionale di un gioco di prestigio spacciato per miracolo. È possibile e probabile che lo faccia in buona fede. Sai Baba, invece, usava giochi di prestigio e sapeva di usarli.


La chiesa che non prende le distanze dal miracolo, è un istituzione di ciarlatani?

Mi risulta che la Chiesa non sia unanime sul fenomeno della liquefazione del presunto sangue di San Gennaro. Comunque sia, le questioni miracolistiche c'entrano ben poco con la fede.
@Paolo Attivissimo


il sacerdote che celebra il rito dello scioglimento del sangue di San Gennaro è un ciarlatano?

No. Non è autore materiale intenzionale di un gioco di prestigio spacciato per miracolo. È possibile e probabile che lo faccia in buona fede. Sai Baba, invece, usava giochi di prestigio e sapeva di usarli.



Io noto una certa poca obiettività in questa sua affermazione, il fenomeno della liquefazione del sangue, come lei meglio di me saprà, è stato riprodotto dal CICAP, mettendo così in forte dubbio l'ipotesi della sua natura miracolosa. E' veramente difficile e piuttosto ingenuo credere che chi celebra il rito non sia a conoscenza di una certa procedura per facilitarne l'esito, tutt'al più se si parla di un evento fisico ripetibile in determinate condizioni ambientali . Sempre un mio parere personale, è che sia invece poco possibile e poco probabile la buona fede del sacerdote celebrante, alla luce delle dimostrazioni di cui sopra. Dico: o diamo credito a chi porta il miglior trucco sulla scena, o usiamo una misura di giudizio uguale per tutti. Penso che se ragioniamo nel campo della dimostrazione fisica dei fenomeni non possiamo permetterci di usare la buona fede o l'ignoranza come alibi per dare maggior credito ad uno piuttosto che all'altro.
@elio

Io penso che polemizzare paragonando Sai Baba alla Chiesa Cattolica sia una mossa perdente, e non è una questione di crederci o no.

Per esempio: dal mio punto di vista non c'è nessuna differenza tra il sangue di San Gennaro e la polvere magica di Sai Baba: sono, io penso, entrambe delle cialtronerie. E se mi chiedi cosa ne penso dell'immacolata concezione, ti risponderò che la cosa non mi cambia molto e che, per quanto mi riguarda, sta ai credenti portare delle prove a sostegno, non agli altri delle prove in contrasto.

Tuttavia, proprio per il desiderio di trattare tutti allo stesso modo, non si possono paragonare i gigioneggiamenti di Sai Baba con gli eventi cattolici. Perché sono diversi sul piano formale e logico.

Il sacerdote che agita il sangue di San Gennaro potrebbe realmente non essere a conoscenza del trucco e fare quel che fa in buona fede (con tutte le conseguenze del caso), mentre Sai Baba di sicuro sapeva quello che stava facendo.

Allo stesso modo, dal punto di vista puramente logico, potrebbe anche essersi verificata l'immacolata concezione di Maria (in teoria), mentre di Sai Baba abbiamo la prova -certa- che si tratti di trucchi.

In entrambi i casi la differenza tra il santone indiano e il culto mediterraneo è troppo ampia e profonda.
Per elio

Io noto una certa poca obiettività in questa sua affermazione, il fenomeno della liquefazione del sangue, come lei meglio di me saprà, è stato riprodotto dal CICAP,

Specifichiamo: il CICAP ha effettuato un parallelo con le sostanze tissotropiche che passano allo stato liquido se agitate. La tissotropia non è stata scoperta da loro. La prima descrizione scientifica è: Andor Szegvári e Emmy Schaleck, "Über Eisenoxyd-gallerten", in Kolloid-Zeitschift 32, Lipsia 1923.

Il CICAP farebbe volentieri un'analisi chimica del contenuto dell'ampolla, ma le autorità cattoliche locali si sono sempre opposte all'apertura. Bisogna accontentarsi dell'analisi spettroscopica.
Sotto questo aspetto aver riprodotto il fenomeno in laboratorio dimostra ben poco.
[segue]

E' veramente difficile e piuttosto ingenuo credere che chi celebra il rito non sia a conoscenza di una certa procedura per facilitarne l'esito,

Ci saranno anche "segreti del mestiere" tramandati di vescovo in vescovo: non dimentichiamo che è un evento che viene riprodotto dal 17 agosto 1389. La differenza è che Sai Baba i trucchi li realizzava in prima persona, e si è pure fatto sgamare personalmente. L'anonimo che per primo ha scoperto questa proprietà, invece, non sappiamo né chi sia, né se abbia mai parlato esplicitamente di "miracolo" e di "sangue". È stato abbastanza accorto da racchiudere tutto in due ampolle.
Infine, talvolta la devozione popolare è più forte della gerarchia ecclesiastica.
@Sir Edwards

non ragiono certo in termini di mossa persente o mossa vincente, non sto sfidando nessuno. Io sono partito dal concetto che secondo me dare del cialtrone a chi è stato anche un leader spirituale non è rispettoso nei confronti di chi ha deciso seguire quel percorso, per lo meno non possiamo permetterci di dargli del cretino. Il paragone con la chiesa cattolica è stato fatto solo perchè è la religione che tutti noi meglio conosciamo, avrei potuto farlo con ogni altro culto. A maggior ragione se vogliamo trattare tutti allo stesso modo dobbiamo guardare alle contraddizioni più vicine a noi. Se poi nel fare questo vogliamo usare un metodo scientifico di dimostrazione degli eventi, dovremmo essere imparziali a prescindere dalla religione, culto o numero di seguaci.
Giusto e aggiungo: senza voler difendere la credulità popolare, che trovo piuttosto dannosa e inopportuna (senza san Gennaro e simili non perderemmo molto), bisogna però dire che per dimostrare che il fenomeno A è un falso non è sufficiente riprodurlo in altro contesto B. Occorre provare che i contesti A e B siano identici, altrimenti c'è un buco nella logica del ragionamento.
elio

Io noto una certa poca obiettività in questa sua affermazione

Sono ateo. Parlo del cristianesimo con lo stesso distacco con il quale parlerei di Babbo Natale o di Odino.


il fenomeno della liquefazione del sangue, come lei meglio di me saprà, è stato riprodotto dal CICAP, mettendo così in forte dubbio l'ipotesi della sua natura miracolosa.

Stai commettendo un errore di metodo. Come dice lo stesso CICAP, riprodurre con mezzi non soprannaturali un fenomeno apparentemente soprannaturale non dimostra che il fenomeno è ottenuto con un trucco. Dimostra soltanto che la spiegazione soprannaturale non è l'unica possibile.

"Forte dubbio" non equivale a "certezza". Forse la sostanza nelle ampolle si liquefa davvero per motivi soprannaturali. O forse no. Senza una verifica scientifica non si può dire.

Chi celebra il rito non esegue intenzionalmente un gioco di prestigio sapendo che si tratta di un gioco di prestigio (come faceva invece Sai Baba). Chi celebra il rito ha semplicemente scelto (per fede, per non scontentare certi fedeli, o per altre ragioni) di mantenere il dubbio sulla natura del fenomeno.
secondo me dare del cialtrone a chi è stato anche un leader spirituale non è rispettoso nei confronti di chi ha deciso seguire quel percorso

Vanna Marchi è stata "leader spirituale" per chi ci credeva. Idem per Uri Geller, per i guaritori filippini e per tanti altri personaggi del genere. Allora dovremmo evitare di dire che erano cialtroni?

Chi ha deciso di seguire quel percorso è stato avvisato (e non ha usato il senso critico). Se poi ha deciso di volerci credere lo stesso, ne assume le conseguenze. Fra le conseguenze c'è anche quella di essere criticato.

Il rispetto non è acqua. Uno se lo deve guadagnare. Farsi scudo con la scusa della religione è inutile: altrimenti dovremmo bandire i fumetti di Thor per vilipendio della religione.
@Elio Io faccio regolarmente offerte in chiesa. Non per questo sono una credulona. Le faccio perché so di quanto si è indebitata la mia parrocchia per ristrutturare la chiesa, onde evitare che noi fedeli ci beccassimo i calcinacci in testa, non perché m'illudo di ottenere qualche fenomeno paranormale (neppure la miracolosa sospensione dei calcinacci a mezz'aria).
@Attivissimo. Io avrei fatto una verifica anche se avessero detto che Armstrong è cattolico. Un'inesattezza è un'inesattezza. Certo, la storia di Amstrong seguace di Sai Baba è ben strana. Capirei se l'astronauta fosse andato, per curiosità, a un incontro con il guru e, qualcuno, vedendolo lì,si fosse fatto un'idea sbagliata Ma Armstrong non sapeva neppure chi fosse Sai Baba.
La sensazione è quella di aver toccato un tabù. Sembra che tirare in ballo la chiesa susciti un certo timore reverenziale.
elio,

La sensazione è quella di aver toccato un tabù. Sembra che tirare in ballo la chiesa susciti un certo timore reverenziale.

Solo nella tua fantasia.
Elena,

Io avrei fatto una verifica anche se avessero detto che Armstrong è cattolico.

Io no. È la Regola della Capra e dell'Unicorno: se ti dicono che abito in campagna e tengo una capra in giardino, è una cosa insolita ma non sospetta e non merita di spendere tempo per un controllo; se ti dicono che in giardino ho un unicorno, è decisamente il caso di controllare.
@ elio

non ragiono certo in termini di mossa persente o mossa vincente, non sto sfidando nessuno. Io sono partito dal concetto che secondo me dare del cialtrone a chi è stato anche un leader spirituale non è rispettoso nei confronti di chi ha deciso seguire quel percorso, per lo meno non possiamo permetterci di dargli del cretino.

Io invece penso che se uno è un cialtrone, è un cialtrone, fosse pure il papa. Se una persona inganna, inganna, se mente, mente, se turlupina la gente, turlupina la gente. Non è che avere un seguito di persone, tra l'altro convinte dei suoi poteri proprio in quanto turlupinate dai suoi trucchi, possa mai cancellare i fatti.

Può una bugia diventare verità se abbastanza persone ci credono? Tu sembri dire di sì, ma in realtà è no. Non importa quanta autorità ha una persona, il valore delle sue azioni o parole è dato dai fatti, non dal suo seguito. E' lo stesso motivo per cui una decisione democratica può essere sbagliata, anche se sostenuta dalla maggioranza della popolazione.

Sai Baba è un cialtrone, e ingannava scientemente i propri "fedeli". Era il portatore di un nuovo messaggio per l'umanità? Boh. Di sicuro rimane un ingannatore.

La sensazione è quella di aver toccato un tabù. Sembra che tirare in ballo la chiesa susciti un certo timore reverenziale.

Stai scherzando? Io personalmente ho chiarito la mia posizione nel primo messaggio, Paolo ha chiarito la sua posizione, e ho visto, tra le persone che ti hanno risposto, sia credenti che atei, diverse persone con cui di queste cose abbiamo già parlato in varie occasioni.

Se non ci credi, puoi guardare gli articoli passati: ricordo quello sulla Sindone, sulle pareidolie religiose, sulle finte apparizioni...

I timori reverenziali qui non sono certo di casa.
Questo commento è stato eliminato dall'autore.
@elio
La sensazione è quella di aver toccato un tabù. Sembra che tirare in ballo la chiesa susciti un certo timore reverenziale.

In alcuni sì, ma non è decisamente il caso di Attivissimo e di altri frequentatori del blog. Ti sono stati fornite spiegazioni concrete sul perché non si può mettere tutto sullo stesso piano. Al contrario, l'unico che ha cercato di imporre un tabù sei stato tu, quando hai scritto:

Io sono partito dal concetto che secondo me dare del cialtrone a chi è stato anche un leader spirituale non è rispettoso nei confronti di chi ha deciso seguire quel percorso, per lo meno non possiamo permetterci di dargli del cretino.

Ha già risposto Attivissimo, ma anch'io sottolineo quanto sia importante abbandonare questa idea che è pericolosa. Piantamola con questa presunta "immunità diplomatica" della religione nei confronti delle critiche.
Timore reverenziale nei confronti della chiesa.

Magnifico.

(ROFL)
@Paolo
Io no. È la Regola della Capra e dell'Unicorno: se ti dicono che abito in campagna e tengo una capra in giardino, è una cosa insolita ma non sospetta e non merita di spendere tempo per un controllo; se ti dicono che in giardino ho un unicorno, è decisamente il caso di controllare

Io invece controllerei lo stesso: è strano che tu abbia una capra visto che tutti sanno che in giardino hai un drago focaccivoro.

@martinobri
Giusto e aggiungo: senza voler difendere la credulità popolare, che trovo piuttosto dannosa e inopportuna (senza san Gennaro e simili non perderemmo molto), bisogna però dire che per dimostrare che il fenomeno A è un falso non è sufficiente riprodurlo in altro contesto B. Occorre provare che i contesti A e B siano identici, altrimenti c'è un buco nella logica del ragionamento

Giusto, 'mo me la segno sul Notepad.exe.
Dopo averlo ovviamente analizzato bit a bit per essere sicuro che sia davvero Notepad e non, che so, Photoshop o AutoCAD.
O un Magnum Double Chocolate.
O una Dino Erre Collofit.
@ L'enigmista.

In realtà Martinobri qui ha perfettamente ragione. Per dimostrare che qualcosa è un falso non basta riprodurlo da un'altra parte in un altro modo. Anche Paolo lo ricordava pochi commenti fa. Per questo è così importante ricordare bene a chi spetta davvero l'onere della prova nelle situazioni miracolistiche.
In realtà Martinobri qui ha perfettamente ragione

Sì, lo... So'! ;)
...inchino all'Enigmista, che... "sa'"!
visto che non si legge bene...

che " sa' "
@SirEdward: LOL!
p.s. E perdonatemi se qualche volta sono troppo enigmistico... è più forte di me, ormai sono schiavo di questo nickname! ;)