skip to main | skip to sidebar
51 commenti

Il delirio del giorno: l’egittima difesa

“L'egittima difesa” dallo spionaggio psichico


Mail ricevuta oggi su una delle mie caselle di posta:

ricevo da ignoti a me dal 2001 veri canali di ricezione psichici spionaggio psichico ad alta sintonia frequenza trasmissione psichica per 10 anni continui per l egittima difesa ho usato il telefono e lo uso ancora mi chiedo il perche! non ho mai fatto il male a nessuno forte ripudio forte discriminazione forte odio vera malia per uccidermi a distanza mi aiutate per favore a non percepire mai piu questi canali di ricezione psichici mi hanno rovinato l esistenza oggi soffro di veri disturbi di paura al miocardio sono nei guai seri sono solo nella vita non sono demente a meno che qualche persona molto influente mi aiuta il mio miocardio la mia psiche psi questa gente sembrano tutti maleintenzionati nei miei confronti temo per la mia incolumita personale ma soprattutto psichica mi aiutate ho bisogno di medicinali

Mia risposta: No, lei ha bisogno della punteggiatura.

Magari vi sembra una risposta crudele. Ma tenete presente che per quel che ne so, potrebbe trattarsi di un troll, non di una persona che ha veramente bisogno. E se ha bisogno, perché si rivolge proprio a me? Non sono un medico, non sono uno psicologo. Cosa lo spinge a scrivere a me?

Soprattutto, se ha disturbi psichici di questo calibro, perché gli viene permesso di usare un computer e di accedere a Internet?
Invia un commento
I commenti non appaiono subito, devono essere tutti approvati da un moderatore. Lo so, è scomodo, ma è necessario per tenere lontani scocciatori, spammer, troll e stupidi: siate civili e verrete pubblicati qualunque sia la vostra opinione; gli incivili di qualsiasi orientamento non verranno pubblicati, se non per mostrare il loro squallore.
Inviando un commento date il vostro consenso alla sua pubblicazione, qui o altrove.
Maggiori informazioni riguardanti regole e utilizzo dei commenti sono reperibili nella sezione apposita.
NOTA BENE. L'area sottostante per l'invio dei commenti non è contenuta in questa pagina ma è un iframe, cioè una finestra su una pagina di Blogger esterna a questo blog. Ciò significa che dovete assicurarvi che non venga bloccata da estensioni del vostro browser (tipo quelle che eliminano le pubblicità) e/o da altri programmi di protezione antimalware (tipo Kaspersky). Inoltre è necessario che sia permesso accettare i cookie da terze parti (informativa sulla privacy a riguardo).
Commenti
Commenti (51)
Se non è uno scherzo ben fatto sembra una credibile schizofrenia...
comunque la mia psiche psi
Lo stile letterario ricorda Saramago.
Il contenuto, invece, no.
Ha tutta l'aria di un messaggio generato in modo pseudo-casuale attaccando assieme pezzi di vari testi.

Almeno lo spero, che se no qui c'è da chiamare la neuro..
Canali di ricezione psichici?!
Ad occhio a me sembra un caso da manuale di schizofrenia paranoide: le voci in testa che vengono interpretata come un'intrusione dall'esterno, la sensazione che i propri pensieri vengano telecomandati...
Se pubblichi queste cose, la gente ci prende gusto a mandarti mail strane :)
Anni fa ho ricevuto una cartolina da mittente ignoto, da un paesello salentino che scoprii avere un ospedale psichiatrico.
L'uomo aveva forse preso un nome e un indirizzo a caso dall'elenco telefonico e aveva scritto fitto fitto sul retro della cartolina frasi deliranti e sconnesse, tra le quali ogni tanto saltavano fuori paranoie e la convinzione che ci fosse qualcuno a cospirare alle sue spalle; alternava insulti a gente sconosciuta e ad un paio di persone piuttosto note (un politico e una soubrette pugliesi) dando l'impressione di conoscerli bene.
Mi sbarazzai della cartolina perché la trovavo un po' inquietante augurandomi di non riceverne altre, e per fortuna fu l'unica.
Provo un po' di compassione per queste persone e non trovo molto divertente o interessante farci dell'ironia sopra, anche se per certi versi ricordano molto da vicino i commentatori tipo di certe pagine complottiste.

Justfrank
Per casi come questo, l'unico che può fare qualcosa è Don Ulrico (cit.)
Cosa lo spinge a scrivere a me?

Il fatto di essere fuori di testa XD
Ed io che mi lamentavo per le mail di "Enlarge your p***s"... :-)
disturbi di paura. mah.
Non è uno scherzo, credo. La rete è piena di gente che scrive i deliri più assurdi. Ad esempio, cercando su Youtube filmati riguardanti il terremoto dell'Aquila ci si imbatte spesso nei commenti di un utente che scrive roba come questa: "TERREMOTO AQUILA 2009CANIBALIST HOLOCAUST Denuncia tribunale Milano 946902608.T battesimo.AQUILA ..simbolo di Dio.Spostato a Iasi da Roman Romania.incrocio V 3 palazi di dieci piani.T1T2T3.Sroman Seven.Mia machina Audi TT.Lettera omega due t TT.Hanno rubato due T da Audi...Chi mi ha rubato le due lettere T devi morire schiaciato . Poi genocidio Aquila . diavolo mando una Aquila per rubare due T ? censurare simile teatro criminale?".
Dal quel poco che so questa si chiama insalata di parole, tipica della schizofrenia. La risposta è, effettivamente, crudele.
non riesco a capire perchè pubblichi le emails di troll...
fai solo il loro gioco
"non sono demente"

obvious troll is obvious
E' veramente illeggibile: ma non è semplicemente spam (magari in origine era in inglese ed è stato mal tradotto con qualche strumento online)?
Mah, a me sembra un fake... comunque, in attesa di Don Ulrico, suggerirei dieci applicazioni di "Afasol" (cit.)
Magari vi sembra una risposta crudele. Ma tenete presente che per quel che ne so, potrebbe trattarsi di un troll, non di una persona che ha veramente bisogno. E se ha bisogno, perché si rivolge proprio a me? Non sono un medico, non sono uno psicologo. Cosa lo spinge a scrivere a me?

Forse perché non ha la minima cognizione di essere schizofrenico, legge abitualmente il blog e, forse, vede nel tuo scetticismo una "cura" alla sua condizione. Sia chiaro che sto sparando nel mucchio delle possibilità e che ciò che scrivo non ha alcuna valenza di qualsiasi genere. Vero è che una persona sola non ha molte possibilità di confronto con parenti/amici. Di solito sono loro che "portano" lo squilibrato da uno specialista. Non ci andrà mai da solo. Tenta di combattere con le proprie forze il male che lo circonda e, se per i primi tempi sembra farcela, piano piano ne viene sopraffatto. Rimane comunque la voglia di liberarsi da ciò ma la mente che ormai è corrotta, fa fare delle scelte bizzarre, come chiedere aiuto ad un "blogger di campagna", convinto che il tuo raziocinio possa aiutarlo in qualche modo.

Oppure è un troll piuttosto bravo.


Soprattutto, se ha disturbi psichici di questo calibro, perché gli viene permesso di usare un computer e di accedere a Internet?

Ammesso e non concesso che sia tutto vero ciò che scrive, scrive di essere solo, quindi nessuno che possa fargli da filtro.
Appena ho letto la risposta di Paolo:

http://www.youtube.com/watch?v=f8SaAgioRFI&feature=related
Non è un troll. Quella persona non sta bene.
Ci sarebbe da fare tutto un discorso sul rapporto sull'accesso a Internet da parte di chi ha disturbi mentali.
Quoto NK: per me è spam tradotto "a macchina".
Non essendo uno psichiatra parlo da perfetto ignorante, però il messaggio mi puzza di artefatto, come fosse lo scritto di un buontempone (o troll, o mitomane) che cerca di farsi passare per schizofrenico.
Ripeto, magari sto prendendo una grossa cantonata, ma il dubbio è l'egittimo.
Bè, se il tipo legge queste righe può controllare il proprio stato di salute mentale in maniera piuttosto semplice, va in qualche posto in cui i cellulari non prendono (tipo un garage sotterraneo o qualcosa di simile) se non prova alcun sollievo si renderà conto che è lui ad avere un problema.

Comunque, perchè una persona così ha accesso ad una connessione internet... è una bella domanda, ma il fatto non suscita in me alcuna sorpresa o stupore.
Soprattutto, se ha disturbi psichici di questo calibro, perché gli viene permesso di usare un computer e di accedere a Internet?

Perché la struttura in cui è ricoverato è moderna e tecnologicamente avanzata...! XD
Qualcuno periodicamente lascia nella cassetta delle lettere di casa mia dei bigliettini anonimi scritti a penna in bella grafia, con cuoricini e croci e come dedica una preghiera alla Madonna o a qualche Santo.

Ipotizzo che chi lo fa ritenga di agire a fin di bene e di non fare nulla di male, io però la considero una "piccola" molestia e quando capita ne parlo con amici e conoscenti per "sdrammatizzare".

Immagino che Paolo, essendo un personaggio pubblico, riceva centinaia di mail con testi deliranti ed inquietanti e capisco che abbia voluto condividere questa cosa con chi lo segue.
Quante domande ti fai, Paolo. Proprio perché non conosciamo le risposte, condivido le perplessità di Francesco Frank. Tipico caso in cui sarebbe stato meglio ignorare la mail.
La risposta è da vero bastardo, consigliare di rivolgersi ad un dottore, invece di sfotterlo, anche fosse un troll non sarebbe costato nulla...
Il mio miocardio somiglia al tuo tuocardio.
Mi sa che è qualcuno che ha cercato su google presunti eventi "paranormali" di cui si crede vittima e sarà finito sul tuo sito e senza nemmeno controllare di che parli ti ha contattato.
Ci sono psichiatri che suggeriscono l'uso di internet; anche per certe forme di autismo. La distrazione da parte dei parenti è sempre in agguato. Io sarei per non pubblicarli se non palesemente offensivi. Tutto quel che si può provare leggendo questa roba è un senso di sincera di pena. Anche nel caso si trattasse di un troll, in questo momento sarebbe il primo a farsi una risata.
E' un flusso di coscienza! Sembra il Joyce dei nostri anni. :D
Sarà anche uno schizofrenico paranoide ma per qualche strana ragione l'accorata richiesta finale ("ho bisogno di medicinali") mi fa propendere di più per l'ipotesi di un emulo del buon Valentin Mikhaylin...
La mia poca esperienza con lo spam mi fa dire che quella è una mail indagatoria per vedere se dietro il tuo indirizzo c'è una persona. Hai risposto: aspettati altro spam! :)
Secondo me questo sta cercando dei crateri nel Canton Ticino :-)
[quote-"Francesco Frank"-"/2012/05/il-delirio-del-giorno-legittima-difesa.html#c2778619730253807546"]
Anni fa ho ricevuto una cartolina da mittente ignoto, da un paesello salentino che scoprii avere un ospedale psichiatrico.
L'uomo aveva forse preso un nome e un indirizzo a caso dall'elenco telefonico e aveva scritto fitto fitto sul retro della cartolina frasi deliranti e sconnesse, tra le quali ogni tanto saltavano fuori paranoie e la convinzione che ci fosse qualcuno a cospirare alle sue spalle; alternava insulti a gente sconosciuta e ad un paio di persone piuttosto note (un politico e una soubrette pugliesi) dando l'impressione di conoscerli bene.
Mi sbarazzai della cartolina perché la trovavo un po' inquietante augurandomi di non riceverne altre, e per fortuna fu l'unica.
Provo un po' di compassione per queste persone e non trovo molto divertente o interessante farci dell'ironia sopra, anche se per certi versi ricordano molto da vicino i commentatori tipo di certe pagine complottiste.

Justfrank
[/quote]

non penso sia grave dire il nome del paese, ti dispiacerebbe Frank? Ci ho pensato e non mi è sovvenuto nulla....
ma no, trattasi di un classico esempio di scrittura futurista. Zang Tumb Tumb
Dai, o è uno scherzo (quindi scrivono a te per prenderti in giro), o è uno squilibrato (quindi ha una sua logica contorta, non razionale). In ambo i casi; "Non ragioniam di lor, ma guarda e passa".
137 parole e solo un punto esclamativo e per di più messo a membro di cane??? Direi che la risposta di Paolo è perfetta, anche se il personaggio fosse mentalmente labile.
@lex,

Immagino che Paolo, essendo un personaggio pubblico, riceva centinaia di mail con testi deliranti ed inquietanti

Immagini bene. Non hai idea di quanta melma delirante mi arrivi. Ne posso pubblicare solo una piccola parte.
No. Queste cose esistono per davvero. Voi non avete idea. Usano anche frequenze radio da anni. Cerco di sfuggirgli ma ovunque vada loro sono lì. Sento le loro voci dentro la mia testa; le loro voci melliflue tentano di autoconvincermi ad isolarmi dagli altri.

Cerco di sfuggirgli. Un giorno scappai su una montagna ad oltre 2500 metri di quota; i cellulari erano fuori copertura; quasi rilassato accendo la mia radiolina ma loro erano già lì. Eda qualche tempo non mi sento sicuro nemmeno qui sul web
Schizofrenia paranoide, con deliri di inserzione del pensiero e "voci". Anche la "spiegazione" pseudotecnologica è tipica (ad es., un altra "spiegazione" è quella del satellite in orbita che emette un raggio che penetra nel cervello).

O è un troll molto competente, o un poveraccio che ha bisogno di psicofarmaci...
l'uomo che fissava le capre...
@ Oniros:
LOL!!
[quote-"Krystal"-"/2012/05/il-delirio-del-giorno-legittima-difesa.html#c4644330267252182190"]>non penso sia grave dire il nome del paese, ti dispiacerebbe Frank? Ci ho pensato e non mi è sovvenuto nulla....
[/quote]

sinceramente non me lo ricordo proprio, sono passati svariati anni...

Justfrank
@Paolo
Ho una possibile spiegazione: supercazzola?
I problemi di salute mentale sono una vera e propria disabilità, riconosciuta da molti stati moderni, ma raramente vengono accolti con la stessa tolleranza e con spirito di integrazione

Quello che si può sempre fare, in questi casi, e invitare la persona a rivolgersi ad un medico.

La riflessione di Paolo ci da uno spunto interessante: pensare che ad una persona con una disabilità psichica debba essere inibito l'utilizzo di internet è sicuramente un pregiudizio, ma in che condizioni una persona portatrice di handicap può accedere ai servizi internet? qual è il confine fra libertà della persona disabile e rispetto degli altri?
La riflessione di Paolo ci da uno spunto interessante: pensare che ad una persona con una disabilità psichica debba essere inibito l'utilizzo di internet è sicuramente un pregiudizio, ma in che condizioni una persona portatrice di handicap può accedere ai servizi internet? qual è il confine fra libertà della persona disabile e rispetto degli altri?

La risposta è alquanto banale: bisogna rivolgersi ad uno specialista che valuti il tipo di problema, eventuali terapie ed interazioni con il mondo esterno. Personalmente non lo vedo come un problema umanitario, ma medico.
I casi sono due: o è un vero psicolabile (esistono, e usano internet) o è un troll.
In entrambi i casi potevi ignorarlo.
Ma se è un troll, una risposta del genere non lo deluderebbe meno di essere ignorato.
Se è un vero psicolabile, una risposta così potrebbe realmente essere crudele, e ferirlo.
C'è una terza possibilità, che sia un qualche messaggio di spam, e a questo punto è quello che spero.
Però Paolo non crogiolarti compiacente nel tuo iper-razionalismo sarcastico fino a rischiare, anche solo alla lontana, di mancare di rispetto a qualcuno che non ha fatto niente di male se non essere malato.
Scusa Paolo, perchè mai ad un individuo con problemi psichici on dovrebbe essere consentito di usare un pc ed accedere ad Internet? Ma che ragionamento è? Che dici?
Non per cattiveria. se a uma persona con problemi psichici di, che so, manie di persecuzione fai leggere liberamente certa spazzatura complottista sicuramente bene non gli fai. Anche secondo me Paolo é stato troppo drastico ma penso che peggio di così l'autore della mail non potrà stare.