skip to main | skip to sidebar
35 commenti

Venerdì a Locarno c'è Bruno Bertotti, allievo di Schrödinger, per parlare della storia dell'Universo

L'articolo è stato aggiornato dopo la pubblicazione iniziale. Ultimo aggiornamento: 2012/06/19.

La Società Astronomica Ticinese e la Biblioteca Cantonale di Locarno hanno organizzato una conferenza di Bruno Bertotti, intitolata “La storia dell'Universo", per questo venerdì alle 20:30 presso la sala conferenze di Palazzo Morettini della Biblioteca Cantonale di Locarno.

Dal sito della SAT cito:

Come si evolve l'universo in espansione, a partire dal Big Bang iniziale?
Come sono emerse le strutture ordinate che osserviamo nel presente?
Che cos’è il tempo nella moderna cosmologia?

Bruno Bertotti, già professore di astrofisica presso l'Università di Pavia, è stato uno degli ultimi allievi di Erwin Schrödinger. Durante la sua lunga carriera ha dato importanti contributi alla fisica della gravitazione; in particolare, ha scoperto una soluzione esatta delle equazioni di Einstein della relatività generale e, nell’ambito della missione spaziale Cassini, è stato responsabile di un'accuratissima misura della deflessione della luce da parte del Sole. Ha ricevuto la medaglia d'oro per la scienza e la cultura del Ministero italiano per l’Università e la ricerca.

La materia sarà presentata in maniera semplice e diretta, con illustrazioni e animazioni computerizzate, privilegiando gli aspetti concettuali. Il materiale (in Powerpoint e Java) della conferenza sarà disponibile in un sito web, insieme a parecchi approfondimenti.

Io ci sarò. Se vi interessa, siateci anche voi :-)


Post eventum


La sala era strapiena (qui accanto vedete una foto che ho tweetato in diretta), con buona pace di chi dice che la scienza non interessa a nessuno, e la conferenza è stata illuminante: finalmente persino a me sono entrati in zucca alcuni concetti di cosmologia che mi avevano eluso per anni.

Anche il pubblico ha gradito molto, con numerose domande durante le pause nelle quali era suddivisa, secondo un elegante percorso logico, la relazione del professor Bertotti.

Sto convertendo e caricando adesso i video su Vimeo; ve ne segnalerò le coordinate quando avrò finito. Intanto potete scaricare qui la versione inglese della presentazione; allo stesso indirizzo verrà presto caricata la versione italiana. Tutto il materiale è rilasciato con licenza Creative Commons.


Aggiornamento 2012/06/19


Ho convertito e caricato i video: sono qui sotto. Buona visione.

Introduzione


Prima parte: L'universo in espansione


Seconda parte: La palla di fuoco si espande e si raffredda


Terza parte: Il tempo cosmologico


Quarta parte: Emergono struttura e ordine


Quinta parte: domande conclusive

Invia un commento
I commenti non appaiono subito, devono essere tutti approvati da un moderatore. Lo so, è scomodo, ma è necessario per tenere lontani scocciatori, spammer, troll e stupidi: siate civili e verrete pubblicati qualunque sia la vostra opinione; gli incivili di qualsiasi orientamento non verranno pubblicati, se non per mostrare il loro squallore.
Inviando un commento date il vostro consenso alla sua pubblicazione, qui o altrove.
Maggiori informazioni riguardanti regole e utilizzo dei commenti sono reperibili nella sezione apposita.
NOTA BENE. L'area sottostante per l'invio dei commenti non è contenuta in questa pagina ma è un iframe, cioè una finestra su una pagina di Blogger esterna a questo blog. Ciò significa che dovete assicurarvi che non venga bloccata da estensioni del vostro browser (tipo quelle che eliminano le pubblicità) e/o da altri programmi di protezione antimalware (tipo Kaspersky). Inoltre è necessario che sia permesso accettare i cookie da terze parti (informativa sulla privacy a riguardo).
Commenti
Commenti (35)
Così alla fine ci spiegherà che fine ha fatto il gatto?

Scappo a nascondermi.
Sarebbe una cosa interessantissima (almeno per me), se non abitassi così lontano. Non è che potresti, Paolo, registrare la conferenza e poi postarla sul tuo canale, come hai fatto tanto tempo fa con la conferenza di Luciano Anselmo sull'Apollo? O ci sono problemi materiali o legali o chessò io? (di queste cose non ne capisco molto, scusami)
Palazzo Morettini?? Ma è l'inventore dei moretti? Se si altro che un palazzo, un cantone bisogna intitolargli!!
Mattia,

Non è che potresti, Paolo, registrare la conferenza e poi postarla sul tuo canale, come hai fatto tanto tempo fa con la conferenza di Luciano Anselmo sull'Apollo?

In effetti io vado anche a fare riprese video su richiesta degli organizzatori. Però non so quale sarà la scelta di distribuzione. Se posso, diffondo volentieri!
paolo qui ci stava decisamente bene la foto di un <a href="http://tinyurl.com/5d4hd2>gatto</a>
@Angelo Rabellotti:
Così alla fine ci spiegherà che fine ha fatto il gatto?

Forse ce lo spiegherà, forse no.
Non l'ho mai visto neanch'io un <a href="http://tinyurl.com/5d4hd2>gatto</a>. Sono curioso. Posti la foto? ;D
Mi associo alla trepidante attesa di Mattia :-)
@ Turz:

Ma...LOL !!!!!!
:-)))
In effetti io vado anche a fare riprese video su richiesta degli organizzatori. Però non so quale sarà la scelta di distribuzione. Se posso, diffondo volentieri!

SPERIAMO!
l'argomento è molto intrigante
E' un mito. Ho avuto l'onore di lavorare con lui per diversi anni, ed è una persona splendida, non solo dal punto di vista professionale (e tanto di cappello anche solo a quello). Ha girato a piedi non so quante catene montuose, Himalaya compreso. Se ne è andato in giro per la steppa attorno a Ulan Bator a chiacchierare con la gente del posto, disegnando sulla sabbia da dove veniva per farsi capire. Si è occupato di tutto e di più, onde gravitazionali, meccanica celeste, ma anche detriti spaziali, disarmo, e trovava il tempo di telefonarti se sapeva che avevi problemi familiari.

Salutatemelo MOOOLTO caldamente.
"Forse ce lo spiegherà, forse no."

Non è esatto: ce la spiegherà e anche no
"Forse ce lo spiegherà, forse no."

Non è esatto: ce la spiegherà e anche no


Nemmeno questa è esatta: lo spiegherà ad una certa ora ma non li.
Paolo, ecco la foto giusta per il post!

http://2.bp.blogspot.com/_NFg-LmLUx_A/TIrpBnfLIfI/AAAAAAAAAO0/Z_PNTXNUH54/s1600/Schr%C3%B6dinger's+cat+sleeping+awake.jpg
Se qualcuno di voi chiedera' realmente a Bertotti come e' andata a finire col gatto di Schrodinger si trattera' di un esempio concreto di paradosso dell'amico di Wigner, esperimento mentale che illustra il ruolo della coscienza in meccanica quantistica.
Nemmeno questa è esatta: lo spiegherà ad una certa ora ma non li.

Invece potrebbe essere anche lì, con una certa ampiezza di probabilità, ovviamente :)
Altra foto per il post:
http://dailypicksandflicks.com/wp-content/uploads/2011/12/Schrodingers-cat-is-alive.jpg

:-D
@Rodri & abc. LOL :)
Gianni (Comoretto),

te l'ho salutato e lui ha ricambiato con piacere i saluti.
Bella conferenza:) devo dire che ha usato parole molto tecniche( non eravamo tutti filofisici )per spiegare concetti che tutt'al più erano semplici ad esempio per l'espanzione dell'universo. Ho capito che la rappresentazione grafica era in 2 dimensioni ma l'universo le galassie sono come canditi in un panettone che si espande infinitamente o un palloncino se vogliamo.. da uno studente di Schrödinger e studioso della gravità mi aspettavo delle considerazioni sull'inderetminismo o perlomeno su qualche misconcezione che abbiamo dello spazio tempo. Mi ha lasciato un po' a bocca asciutta dicendo che non aveva opinione riguardo la natura della gravità. Se sià un effetto derivato (teoria delle stringhe) o se é un comportamento intrinseco della materia quello di deformare lo spazio tempo. È ancora una questione aperta:) In conclusione spero che si ripetano eventi del genere perché il gap fra la conoscenza dell'universo da parte degli scienziati e il senso comune é ancora Abissale.
refuso

la scienza non interessa a nessno -- nessuno
Refuso sistemato, grazie.
@Stupidocane
Nemmeno questa è esatta: lo spiegherà ad una certa ora ma non li

Il vero casino è quando un allievo di Schrödinger deve darsi appuntamento con un allievo di Heisenberg!
paolo hai un blog meraviglioso, il più bello in lingua italiana, ti voglio bene
Il vero casino è quando un allievo di Schrödinger deve darsi appuntamento con un allievo di Heisenberg!

Mai che riescano a fissare contemporaneamente ora e luogo dell'incontro.
Quando ha detto a 4:07 "A differenza di quanto spesso fanno i miei colleghi non userò alcuna formula" sono scoppiato in un applauso mentale.

Io sono arrivato alla Matematica Trigonometrica e con grande umiltà mi son tolto il cappelo davanti a chi riesce (magari anche con semplicità) ad andare oltre (tanto per intenderci, alle formule che spiegano alcuni aspetti della fisica quantistica e simil).

Già capire determinati argomenti non è semplice, con le formule PURTROPPO se non si è a certi livello, aumenta solo il mal di testa.

Certo, una volta che ho capito buona parte degli aspetti della fisica quantistica, sono passato dal medioevo al XX° secolo... E CHE SALTO. O_O'


Ora mi godrò tutti i video con maggiore serenità. XD
Mai che riescano a fissare contemporaneamente ora e luogo dell'incontro.

Il che è cosa buona: si trovano nella condizione di poter assumere che si incontrano/non si incontrano.
[quote-"Rodri"-"/2012/06/tu-per-tu-con-un-allievo-di-schrodinger.html#c9110693865602533558"]
Altra foto per il post:
http://dailypicksandflicks.com/wp-content/uploads/2011/12/Schrodingers-cat-is-alive.jpg

:-D
[/quote]

ROTFLONE!!
Grazie per i video, molto interessanti!
Grazie mille Paolo! La conferenza è stata molto interessante, sapevo quasi tutto ma una cosa mi era proprio ignota, ossia che nei primi tempi dell'universo ci fossero effetti quantistici che rendevano la forza gravitazionale repulsiva. Infatti mi sono sempre chiesto come l'universo non fosse collassato subito su se stesse, contenendo in pochissimo spazio tutta la massa che esiste oggi... adesso finalmente ho capito! Per il resto molto bello, anche se su una cosa sono indeciso tra ciò che Bertotti ha detto e ciò che ho appreso di mio, ossia che non si possa arrivare a quando t=0 ... a me è stato insegnato che pure se è così, il paradosso di Zenone secondo cui Achille si avvicina sempre più alla tartaruga si risolve col fatto che Achille infine tocca la tartaruga. Per questo, a me è stato insegnato che non si può parlare di prima del big bang perché col big bang si è creato il tempo, e se "prima" il tempo non c'era, è assurdo parlare del prima... quindi non so se è vero che il t=0 non è esistito o se è esistito, questa conferenza mi lascia questo dubbio.
Paolo potresti postare il tutto su You Tube?
Paolo non potresti mettere tutti i frammenti in un unico blocco sul tuo account di You Tube?
Ric,

Paolo non potresti mettere tutti i frammenti in un unico blocco sul tuo account di You Tube?

Quale sarebbe il vantaggio?
Diciamo che unire tutti i filmati in un unico blocco su You Tube sarebbe più utile anche per scambiarlo con altre persone e scaricarlo.

Quando hai in una cartella molti filmati o altri documenti, avere meno sottocartelle possibili e meno filmati è sempre una comodità.

Sarà che io su questi argomenti (ma anche altri) ho sempre una cartella principale, che poi si suddivide in tante altre sottocartelle che hanno molti filmati. Quando mi ritrovo ad avere un singolo filmato molto grande, lo preferisco sempre rispetto a 6-7 parti separate.
Comunicazione diSServizio per axlman :D

Su Android Vimeo si pianta... colpa di Android? Devo sHcaRRiGare l'app?