skip to main | skip to sidebar
29 commenti

Curiosity, le foto di oggi

Questo articolo vi arriva grazie alla gentile donazione di “bondoni.g”.

Le foto da Marte trasmesse da Curiosity continuano a migliorare. Questa è una panoramica a 1773x1026 pixel, composta unendo due immagini dalle fotocamere montate sulla “testa” del robot.

Credit: NASA / JPL / Michael Howard
C'è anche una versione 3D con un'inquadratura più stretta, se avete gli appositi occhialini con i filtri blu e rossi: i rilievi e le pendenze, praticamente impercettibili nella versione 2D, qui spiccano fortemente e rendono chiare le asperità del terreno e la profondità della scena. Un'altra versione è stata preparata da @rikyUnreal ed è su Astronautinews.it.

Credit: NASA / JPL / Michael Howard
Giusto per ricordare quant'è straordinaria quest'immagine, non solo è stata scattata poche ore fa su Marte (e scusate se è poco), ma quelle montagne, situate a 20 chilometri di distanza, sono in realtà il bordo di un cratere gigantesco. Quello in cui si trova Curiosity: il cratere Gale, che ha un diametro di 154 chilometri. Immaginate quale impatto colossale può aver prodotto un cratere così grande. E al centro di questo cratere c'è una montagna alta oltre cinque chilometri, l'Aeolis Mons. Questa:

Credit: NASA/JPL-Caltech
È proprio lì che andremo con Curiosity. Questa zona di Marte è drasticamente diversa dalle pianure nelle quali sono atterrate le missioni precedenti e che erano state scelte perché non richiedevano una precisione d'atterraggio estrema come quella ottenuta da questa missione.

A proposito di atterraggio, questo è il primo fotogramma ad alta risoluzione scattato durante la discesa dalla fotocamera MARDI installata su Curiosity: si vede lo scudo termico che precipita dopo essere stato sganciato.

Credit: NASA / JPL / MSSS / Emily Lakdawalla
C'è gente che non si emoziona di fronte a queste dimostrazioni dell'ingegno umano e fa sempre le solite critiche: andare nello spazio non serve a niente, costa un sacco di soldi, e bla bla bla (per inciso, Curiosity costa ai cittadini americani meno di otto dollari a testa). Le stesse critiche alle quali rispondeva elegantemente oltre quarant'anni fa Ernst Stuhlinger, all'epoca fra i direttori scientifici della NASA. L'originale è su Letters of Note; Il Post l'ha tradotta in italiano. Leggetela: nonostante siano passati quattro decenni, sembra scritta ieri.
Invia un commento
I commenti non appaiono subito, devono essere tutti approvati da un moderatore. Lo so, è scomodo, ma è necessario per tenere lontani scocciatori, spammer, troll e stupidi: siate civili e verrete pubblicati qualunque sia la vostra opinione; gli incivili di qualsiasi orientamento non verranno pubblicati, se non per mostrare il loro squallore.
Inviando un commento date il vostro consenso alla sua pubblicazione, qui o altrove.
Maggiori informazioni riguardanti regole e utilizzo dei commenti sono reperibili nella sezione apposita.
NOTA BENE. L'area sottostante per l'invio dei commenti non è contenuta in questa pagina ma è un iframe, cioè una finestra su una pagina di Blogger esterna a questo blog. Ciò significa che dovete assicurarvi che non venga bloccata da estensioni del vostro browser (tipo quelle che eliminano le pubblicità) e/o da altri programmi di protezione antimalware (tipo Kaspersky). Inoltre è necessario che sia permesso accettare i cookie da terze parti (informativa sulla privacy a riguardo).
Commenti
Commenti (29)
Bellissime!!
Immagini sempre più affascinanti e articolo condivisibile al 100% quello finale ;)
Molti non vedono il nesso che c'è tra esplorazione spaziale e avanzamento delle conoscenze in moltissimi campi...peccato davvero!

La panoramica in 3D poi è una chicca :)
sicuramente costa molto di più mandare soldati in giro per il mondo a sparacchiare a destra e a manca…
Queste sono solo assaggini in attesa di quelle a colori!
non si conoscono le condizioni climatiche? temperatura, pressione.... ecc..?
Certo, si potrebbero risparmiare tutti quei miliardi spesi nelle esplorazioni spaziali (e nella ricerca astronomica, ad esempio), si poteva anche rimanere a vivere nelle caverne...
@Paolo Attivissimo (o chiunque altro lo sappia)

Bellissime foto!

Una domanda:
Si sa che macchine fotografiche sono montate su Curiosity (caratteristiche e marca)?

Ad esempio prima si usavano le Hasselblad(http://it.wikipedia.org/wiki/Hasselblad), si usano ancora?
Paolo ti ringrazio per il link alla lettera di Stuhlinger, che - devo ammettere - non conoscevo. Sto anche preparando un talk anche sull'argomento "il costo della scienza" e questo documento e' perfetto.
Condivido pienamente le sue opinioni sull'emozione trasmesse da queste immagini e sulle critiche negative di queste missioni fatti da alcuni.

Però sarebbe interessante che lei sottolineasse anche le possibili scoperte fatte da questa missione.

Mi spiego meglio: cosa sappiamo (o cosa sapremo) di più rispetto a quanto la comunità scientifica già sapeva prima dell'atterraggio di Curiosity su Marte?
Volevo scrivere che condivido il tuo punto di vista su chi chiede l'utilità di queste missioni ma vedo che non sono il solo. Lo dico comunque: anche la relatività di Einstein o l'eliocentrismo di Copernico erano considerate cose inutili (la seconda addirittura eretica, figuriamoci se utile). Se oggi il mondo è quello che è (nel bene e nel male) è grazie a tutte le cose "inutili" che sono state tentate fino ad oggi da avanguardisti e pionieri: se colombo avesse ritenuto la sua missione per esplorare il nuovo mondo troppo dispendiosa (sono morte persone)? (Anche se li gli interessi erano *MOLTO* economici).
Non conoscevo la lettera e meno che mai la storia su Apollo 13: leggetela. È quasi commovente.
Paolo, grazie per il link alla lettera. Commovente.
Bellissime,sono emozionato quasi come quando da piccolo guardavo le foto della Luna.
Due enormi interrogativi:
ci sono già i martecomplottisti?
stai già scrivendo "Marte? Sì ci siamo andati!"?
Penso ci voglia una certa dose di stupidità per non emozionarsi di fronte a simili imprese e pensare che l'esplorazione spaziale sia un inutile perdita di tempo. E dico solo questo per essere generoso.
Paolo...ti vedo particolarmente entusiasta per questa missione...Se torniamo sulla Luna, non so cosa potresti fare...:-)
La lettera di Stuhlinger è commovemente bella... e le foto di Curiosity sono stupende... è proprio vero che la scienza ti fa volare su altri pianeti mentre le credenze irrazionali al massimo ti fanno volare dentro ai grattacieli (e scusate se lo dico).

P.S. scusa l'OT, Paolo, ma volevo chiederti: l'indirizzo mail "topone" funziona ancora? Perché ti ho inviato una mail ma non so se è arrivata, o se l'hai letta :)
Anche io mi stavo chiedendo perchè si spendono così tante risorse per andare nello spazio. E non inteso come "Ma perchè ci andiamo, non serve a niente", bensì come "Ci deve essere qualcosa che mi sfugge" ;)
Grazie.
" se colombo avesse ritenuto la sua missione per esplorare il nuovo mondo troppo dispendiosa (sono morte persone)? (Anche se li gli interessi erano *MOLTO* economici). "

Ehm, veramente lui non sapeva nemmeno che là ci fosse un nuovo mondo :D
Purtroppo quando si fanno missioni di questo genere è difficile (se non impossibile) stabilire quali possano essere i benefici, mentre si conoscono i costi.

Penso sia interessante dire che la scoperta della velocità della luce è avvenuta perché uno scienziato si è preso la briga di misurare per 10 ANNI!!! con estrema precisione il passaggio di una luna di Giove.

Trovò delle anomalie e alla fine capì che tali anomalie erano dovute al fatto che la velocità della luce era finita (prima di lui si pensava potesse essere infinita).
Un risultato completamente inatteso e NON cercato!!
Foto bellissime.
Ma dove si possono trovare gli occhiali rosso e ciano del colore corretto per vedere le immagini senza ghosting? tutti quelli che ho [roba economica messa dentro film vari] non corrispondono e lasciano passare un sacco del colore "complementare"
@Bahamuttone

Il monitor o il tv dove lo guardi, penso influiscano molto. Per esperienza personale, con questo tipo di occhiali ho avuto problemi. Il 3D c'era ma i colori erano pessimi.
ma Curiosity manderà immagini a colori?
Mi son dimenticato lo schizzo di Handelsman sull'arrivo di Curiosity su Marte..
http://www.newsday.com/opinion/walt-handelsman-1.812005/curiosity-sticks-the-landing-handelsman-cartoon-1.3885457
scusa, ho dimenticato questa:
http://twentytwowords.com/2012/08/06/why-well-never-find-life-on-mars/
La scienza e' come un palazzo, ma c'e' gente che non riesce a capirlo: tu non puoi pretendere di costruire l'attico senza avere costruito le fondamenta (fisica teorica), il primo piano etc. etc. Se per esempio non conoscessimo profondamente la struttura dell'atomo e la struttura delle particelle elementari, salterebbe tutta la costruzione successiva. Anche se, quando lo si faceva, non sembrava cosi' utile come appare ovvio adesso. In altre parole non si puo' pensare di partire dalla fine nell'investigazione. Devi investigare tutto insieme, a tutti i livelli, in tutte le direzione, se vuoi produrre qualcosa di utile.

Altra cosa.
Il Project Scientist del MSL per il CalTech, John Grotzinger, ha detto in conferenza stampa che apparentemente i retrorocket dello sky-crane hanno scavato - inaspettatamente - una trincea profonda 1/2 metro... Un problema? Niente affatto: in questo modo sembra siano state portate allo scoperto "for free" parti del substrato roccioso che saranno analizzate da Curiosity. Ho postato da qualche altra parte un commento in cui chiarivo il motivo per cui e' stata utilizzata questa tecnica di sky-crane, sebbene non ne sia ancora certo al 100%. Il motivo non era (solo, o anche, non ho capito) quello di proteggere Curiosity dalla polvere, ma anche di permettere un atterraggio supersoft e di permettere un atterraggio eventualmente su terreno pendente (cosa che non e' facile se i razzi sono sotto o poco sopra, perche' vanno spenti prima di toccare il terreno).
Hahahahaha
L'avevo detto che Curiosity, l'UFO USA (l'ennesimo), è caduto (un'altra volta) nell'area 51!!!

http://www.nasa.gov/mission_pages/msl/multimedia/pia16031b.html

hahahaha
Per me non è un caso: la NASA si beffa di tutta la fuffa!
le solite critiche: andare nello spazio non serve a niente, costa un sacco di soldi, e bla bla bla

Hanno ragione: ci sono modi migliori per spendere i soldi, come mostra il Rapporto Unipro 2011:
dati annuali dell'Italia in milioni di euro:
lozioni e trattamenti urto 79,21
lacche 85,98
detergenti e struccanti viso occhi 141,79
contorno occhi e zone specifiche 130,75
creme antietà e antirughe 505,03
maschere ed esfolianti 39,92
trucco viso 381,01
trucco occhi 313,60
rossetti e lucidalabbra 184,78
delineatori e matite 31,20
smalti 130,59
solventi e altri prodotti unghie 33,87
prodotti cellulite 124,64
rassodanti e antietà corpo 62,20
acque toeletta e profumi maschili 376,94
totale annuale 2,6 miliardi di euro
Scusami Faber, ma arrivi alle conclusioni giuste partendo da motivazioni - purtroppo - sbagliate.
Non si possono mettere sullo stesso piano - o almeno, la gente non vuole mettere sullo stesso piano - i soldi pubblici con i soldi privati.
pgc
arrivi alle conclusioni giuste partendo da motivazioni - purtroppo - sbagliate.

Quali sono le conclusioni e perché sono giuste?
Quali sono le motivazioni e perché sono sbagliate?

almeno, la gente non vuole mettere sullo stesso piano - i soldi pubblici con i soldi privati.

IMO, lo sciocco moralismo di mio cuggino prescinde dalla provenienza dei soldi.