skip to main | skip to sidebar
30 commenti

Nuova infornata di foto, video e dati da Curiosity

L'articolo è stato aggiornato dopo la pubblicazione iniziale.

La fotina che vedete qui accanto è arrivata poco fa da Marte (faccio ancora fatica a scriverlo senza un brivido d'incredula meraviglia): è la prima immagine del braccio robotico di Curiosity estratto dalla sua posizione ripiegata di viaggio. Poi ne sono arrivate altre. Ma nei giorni scorsi ci sono state moltissime novità; cerco di segnalare qui tutte quelle più interessanti.

Il sito della NASA che pubblica tutte le immagini grezze man mano che arrivano è stato rinnovato e migliorato per facilitare l'accesso alla quantità crescente di foto. È stata assemblata una bella panoramica quasi completa a colori, esplorabile in Gigapan. Zoomate e stupitevi. Anche questa è notevole; idem questa, pubblicata su Time. Rikyunreal ne ha creata un'altra su Forumastronautico.it. E poi c'è un'altra panoramica a 360° che include il monte Sharp. E c'è anche questa, da 29000 pixel di larghezza.

Brian Lynch ha assemblato un video usando le immagini della discesa di Curiosity e sincronizzandole con la cronologia e l'audio del Controllo Missione:


C'è anche un'animazione delle foto scattate durante la discesa, che includono anche lo sbuffo dell'impatto dello scudo termico. Anche questa versione è notevole. La versione migliore che ho trovato finora è questa:


Intanto il laser di bordo (realizzato in collaborazione con l'agenzia spaziale francese) ha già sparato un milione di watt per cinque miliardesimi di secondo: questa roccia, chiamata Coronation e grande come una mano, è stata il suo primo bersaglio di prova. Un'immagine del risultato è qui.


E dall'orbita intorno a Marte il Mars Reconnaissance Orbiter ha mandato questa foto in falso colore del sito di atterraggio:


Curiosity è il puntino al centro; si vedono le tracce dei getti dei motori della gru volante. I colori sono esaltati rispetto alla realtà, ma la foto mette in evidenza un fatto curioso: Marte è rosso solo perché è coperto di polvere ricca di ossido di ferro, ma in realtà sotto la polvere è blu-grigio come la roccia basaltica che ne costituisce la maggior parte della superficie. Il vento (o in questo caso, i potenti getti dei razzi) ogni tanto portano alla luce il vero colore di Marte.

Poi c'è quest'immagine, segnalata da Phil Plait, che mostra (sempre in colori esaltati) un cratere d'impatto recentissimo: grazie al fatto che abbiamo sonde orbitanti intorno a Marte da anni, possiamo vedere le differenze e l'evoluzione della superficie del pianeta e scoprire chicche come il fatto che il cratere fino al 2009 non c'era.

Wired ha raccolto una bella serie di foto e di info poco conosciute su Curiosity: le dimensioni davvero notevoli delle ruote, che scrivono "JPL" in codice Morse nella sabbia marziana, i codici per la realtà aumentata, il chip con oltre un milione e duecentomila nomi di persone che hanno aderito all'idea di portare su Marte il proprio nome, e la meridiana di bordo (che è in realtà principalmente un riferimento per la taratura di colore delle fotocamere, come descritto qui; grazie a Skure per la correzione). C'è anche una moneta da un centesimo di dollaro del 1909, usata come riferimento dimensionale intuitivo.

La NASA ha una spiegazione dettagliata delle ragioni della scelta di un sistema di atterraggio così complesso e una foto che mostra il confronto delle dimensioni di Curiosity rispetto ai rover precedenti:


Intanto, su un fronte molto più frivolo, segnalo che il modello in Lego di Curiosity ora ha anche la gru volante e ha raggiunto l'obiettivo dei 10.000 sostenitori. E che in onore del primo uso di un laser distruttivo su un altro pianeta, c'è già la T-shirt Curiosity ha sparato per prima.


19:00


Emily Lakdawalla segnala questo fantastico video nel quale l'inquadratura resta centrata sullo scudo termico in caduta. Sbaglio o alla fine si vede la nuvoletta alla Vil Coyote dell'impatto dello scudo?


È stato pubblicato il primo grafico delle condizioni meteo al sito di atterraggio (le situazioni meteo aggiornate saranno pubblicate qui) ed è stata provata la funzionalità dello sterzo delle ruote. Tutto è pronto per il primo spostamento di prova, previsto per domani. Maggiori info e immagini sono qui.


2012/08/22


Il team di atterraggio di Curiosity è andato sul set di Big Bang Theory, per cui mi sa che li vedremo prossimamente in una puntata (foto).
Invia un commento
I commenti non appaiono subito, devono essere tutti approvati da un moderatore. Lo so, è scomodo, ma è necessario per tenere lontani scocciatori, spammer, troll e stupidi: siate civili e verrete pubblicati qualunque sia la vostra opinione; gli incivili di qualsiasi orientamento non verranno pubblicati, se non per mostrare il loro squallore.
Inviando un commento date il vostro consenso alla sua pubblicazione, qui o altrove.
Maggiori informazioni riguardanti regole e utilizzo dei commenti sono reperibili nella sezione apposita.
NOTA BENE. L'area sottostante per l'invio dei commenti non è contenuta in questa pagina ma è un iframe, cioè una finestra su una pagina di Blogger esterna a questo blog. Ciò significa che dovete assicurarvi che non venga bloccata da estensioni del vostro browser (tipo quelle che eliminano le pubblicità) e/o da altri programmi di protezione antimalware (tipo Kaspersky). Inoltre è necessario che sia permesso accettare i cookie da terze parti (informativa sulla privacy a riguardo).
Commenti
Commenti (30)
Un milione di Watt???Però!Scusate l'ignoranza, ma l'utilità di sparare tanta potenza per qualche miliardesimo di secondo qual è?
@Max Senesi: una sorta di carotaggio, fonde la roccia e analizza gli elementi che la compongo...
wow! un update dalla terra a marte

NASA Pulls Off 160-Million-Mile Software Patch
http://www.wired.com/wiredenterprise/2012/08/nasa-patch/
La "foschia" che si vede in lontananza nelle foto panoramiche è davvero affascinante... ma a cosa è dovuta? Non credo sia umidità...
Qui un altro ha il mio stesso dubbio, la risposta vi convince?
http://www.quora.com/Mars-Science-Laboratory/Is-that-mist-or-a-sand-storm-in-the-distance-in-this-picture-from-Curosity
@Max Senesi: Oltre quello che ti ha detto Willy, c'e' un altro motivo (tipico per il laser, tra l'altro).
Moltiplica i due: otterrai l'energia totale. Che ammonta a qualche milliWh. Noi paghiamo la bolletta della luce a KWh.
Quel laser consuma pochissimo, cosa indispensabile per un veicolo su un altro pianeta.
Ciao,
Ermanno
Domanda forse stupida:
L'impressione che l'ombra di Curiosity al suolo sia meno scura di quanto potrebbe apparire sulla Terra (in condizioni e luoghi simili - in modo molto approssimativo, certo), può essere dovuta alla distanza di Marte dal Sole, o a una particolare diffusione della luce dovuta all'atmosfera, o più semplicemente a uno schiarimento digitale dei neri dell'immagine per avere ogni centimetro di area visibile?
Hahaha, fantastico il "Curiosity Shot First".

Si sa qualcosa circa il throughput di dati che si ottiene da marte, in termini di Kbytes/sec?
Non posso fare a meno di notare che tutti e tre i rover nella foto alla fine dell'articolo hanno sei ruote. C'è una ragione particolare? Morfologia del suolo marziano? Stabilità? Distribuzione del peso? Numero preferito del progettista? Satanismo? 666? =)

Oltretutto, ricordo che anche la cassini-huygens era alimentata a plutonio, ci sono state altre missioni che ne hanno fatto uso?
la "meridiana" non è "veramente" una meridiana: è il campione colore per tarare le fotocamere di bordo ;P
6 ruote: che io sappia per evitare che si ribalti o cambi bruscamente posizione quando una delle ruote oltrepassa un'asperita'. praticamente ci sono sempre almeno 4 ruote a terra grazie ad un differenziale che abbassa la ruota con il carico minore.

Laser: il laser e' impiegato per una tecnica chiamata Laser Induced Breakdown Spectroscopy. L'energia del laser viene concentrata in un'area minima e in un periodo di tempo brevissimo in modo da evitare che tale energia venga dissipata ottenendo oltre 1GW/cm2. In questo modo si scalda drammaticamente una piccola quantita' di roccia facendole raggiungere temperature di oltre 10.000 C (la temperatura della "superficie" del Sole e' intorno ai 5.500 C, per intenderci). L'espansione e' cosi' rapida che si crea una piccola onda d'urto supersonica che fa un suono simile ad un "clic". La materia raggiunge uno stato di plasma (ioni e atomi) che per qualche microsecondo si raffreddano emettendo linee caratteristiche a seconda dell'atomo che li emette. Da questo si puo' risalire alla composizione attraverso una vera e propria libreria software di linee di emissione. Dello strumento fa anche parte un calibratore composto di campioni di rocce diverse (terrestri).

A chi e' realmente interessato ad avere un'idea della complessita' di questo strumento e delle sfide che ha mano a mano posto ai suoi disegnatori, suggerisco di sfogliare questo articolo.
Skure,

grazie della correzione. Ho aggiornato l'articolo.
Interessante... risposta per Emanuele: MLS data rate.
E mentre ci godiamo i tuoi aggiornamenti su quel che accade sul Pianeta Rosso, ecco che Repubblica ne "azzecca" un'altra delle sue....

http://www.repubblica.it/scienze/2012/08/21/news/voyager_2_la_sonda_pi_anziana_viaggia_da_35_anni_nel_sistema_solare-41278165/?ref=HREC2-16

Andate a vedere la carrellata delle foto e leggete il commento all'ultima (quella della foto di famiglia...)

Notate nulla di strano??? ;-)

J.
Grazie a tutti per le risposte
Gli attuatori delle ruote sterzanti funzionano! ^_^

http://www.nasa.gov/images/content/678776main_pia16087-full_full.gif

Purtroppo durante l'atterraggio un sensore per la misurazione del vento marziano è andato fuori uso, ma ce n'è uno di backup :P

Torno a ribadire che io almeno un microfonino a bordo l'avrei messo! :(
domanda:

a suo tempo mi registrai per inviare il mio nome su marte nel chip menzionato da Paolo. Ma non ho trovato alcun modo di essere sicuro che ci sia arrivato a tanti anni di distanza. Qualcuno conosce un modo?


p.s. Out of Curiosity ( :) per curiosita'...), quanti di voi che leggete si sono registrati?
Tanto se non guastavo la festa io, lo faceva qualcun altro, quindi...

UFO SU MARTE!!!

http://www.huffingtonpost.com/2012/08/21/ufos-on-mars-curiosity-rover_n_1813726.html?utm_hp_ref=mostpopular

GLI AMERICANI CI NASCONDONO LA VERITÀ!

(ma non era il deserto dell'arizona?)

GIUSTO! UFO NEL DESERTO DELL'ARIZONA! GLI AMERICANI CI NASCONDONO LA VERITÀ!

È UN GOMBLODDO!
Alexandre, ma quelli sono i Mimìmmi, si sa... :D
Forse sarebbe stato meglio specificare anche l'energia emessa dal laser, visto che il laser in questione non è a onda continua ma a impulsi.
Qui "un milione di watt per cinque miliardesimi di secondo" significa che, se il laser avesse emesso energia con lo stesso ritmo per un secondo, avrebbe emesso un milione di joule. Ma l'emissione non è durata un secondo: è durata solo 0,000000005 secondi. Quindi il laser ha emesso 1000000 * 0,000000005 joule, cioè 0,005 joule.
Considerando che esistono in commercio diodi laser a onda continua da 1 watt (cioè che in un secondo emettono 1 joule), al costo di 51 dollari l'uno, quel laser è meno spettacolare di ciò che si potrebbe pensare.
minchia che freddo che fa su Marte, non l'averi detto... cmq la panoramica sul Times è stupenda, veramente se pensate che quella cosa sta li, su un altro pianeta, a scattar foto e sparare a botte di miliardesimi di secondi raggi laser... vorrei esser nato tra qualche centinaio di anni :(
Il team di atterraggio di Curiosity è andato sul set di Big Bang Theory, per cui mi sa che li vedremo prossimamente in una puntata

E' probabile. Howard, uno dei protagonisti, lavora per la Nasa: per la precisione, ha progettato il gabinetto della Stazione Spaziale Internazionale. E in una puntata, per bullarsi con una ragazza, ha fatto finire uno dei rover marziani dentro un cratere, scoprendo inavvertitamente resti di vita aliena (scoperta di cui ovviamente non può rivendicare la paternità.
In fondo, in una delle ultime puntate, ha partecipato nientemeno che Stephen Hawking.
Che sei punti di appogbgio siano il massimo dell'efficienza lo sapevano già scarafaggi e scarabei.

Spero che il prossimo rover abbia otto ruote, così potrò parlar bene anche qui dei ragni :-)
Vorrei precisare che il punto non e' tanto quello di avere 6 punti di appoggio, ma averle connesse con il sistema "rocker-bogie" (bogie e' il termine usato per i carrelli dei treni), che permette di non fare uso di assali, molle ed altri dispositivi necessari invece con altri sistemi di trasmissione. Le molle e tutti i sistemi di compressione limitano la possibilita' di inclinarsi senza ribaltarsi (in quanto si comprimono dalla parte dove il carico e' maggiore). Curiosity invece puo' inclinarsi fino a 50 deg in ogni direzione. E' anche vero che questo sistema limita la velocita' massima a pochi cm/sec in quanto non ci sono assorbitori di shock. D'altra parte ogni ruota puo' alzarsi e abbassarsi in maniera tale che le altre mantengano automaticamente (cioe' senza bisogno di attuatori e altri componenti soggetti ad usura e rischi di rottura) il contatto col terreno. Per questo il rocker-bogie e' il sistema prescelto per tutti i rover marziani NASA.

p.s. Martinobri: Lunokhod aveva 8 ruote...
Ciao, scusate l OT ma ho bisogno di un informazione, come si fa a risalire all originale di un immagine? ho provato a usare TinEye ma è molto limitato....
Approfitto per fare i complimenti a Paolo per l ottimo lavoro, che seguo sempre.
@Unknown

Prova con "Google immagini".

Con un po' di pazienza da buoni risultati.
@PGC

Mi registrai anch'io, a suo tempo, con tanto di certificati che conservo ancora sul computer..:D
Repubblica mostra una foto di eclissi parziale su Marte.
E' una notizia vera?
Sul sito della NASA non vedo nulla di simile.
ANdre1,
Beato te.... io purtroppo ho perso tutti le "prove". Mi chiedevo se esiste un modo per controllare se il proprio nome e' effettivamente atterrato su marte... A quanto pare no.
Joram,
e' una foto vera:
http://mars.jpl.nasa.gov/msl-raw-images/msss/00037/mcam/0037ML0165000000C0_DXXX.jpg.

E non e' neanche la prima volta: http://www.youtube.com/watch?feature=player_embedded&v=IHDH7cKX_SA#!
@pgc
Grazie mille. :o)