skip to main | skip to sidebar
59 commenti

Tante novità da Curiosity

Credit: Henry Payne.
Questo articolo vi arriva grazie alla gentile donazione di “giocat65” ed è stato aggiornato dopo la pubblicazione iniziale.

Nuova infornata di immagini da Marte. Man mano che arrivano, vengono pubblicate qui presso il sito del Mars Science Laboratory.

Nella concitazione dell'atterraggio è stato perso un po' di vista il primo risultato scientifico della missione: la misurazione delle radiazioni interplanetarie, che oggi sono uno degli ostacoli pratici più impegnativi per una missione umana su Marte e sono quasi impossibili da simulare in laboratorio. Nel corso dei mesi di viaggio dalla Terra verso Marte, la sonda ha misurato queste radiazioni, e in particolare la loro penetrazione dentro il guscio protettivo del veicolo, come se ci fosse stato dentro un astronauta. I primi risultati sono abbastanza confortanti, anche se i cinque eventi solari che hanno superato le protezioni fanno pensare.

Tutti questi dati arrivano da Marte via radio, e Curiosity è parzialmente comandata via radio dalla Terra. E se qualcuno decidesse di sabotarla? Quanto sarebbe difficile? Molto per dei vandali, poco per una potenza straniera, e ci sono vari modi per riuscirci. Ammesso che non sia già stato fatto con altri veicoli spaziali. I dettagli sono su PCMag.

È arrivata la prima panoramica a colori dell'area intorno a Curiosity:

Credit: NASA/JPL-Caltech/MSSS
L'immagine copre 360 gradi ed è stata realizzata assemblando 130 foto a bassa risoluzione (144x144 pixel). Le chiazze grigie sono prodotte dallo scarico dei razzi di discesa e rivelano il vero colore del suolo marziano, che è principalmente roccia basaltica grigia; la colorazione rossiccia deriva dalla polvere di ossido di ferro che ricopre buona parte del pianeta. La versione a massima risoluzione è scaricabile qui. Un'altra bella panoramica, composta amatorialmente e a maggiore risoluzione (4476x1629), è qui su Martian Vistas, che ha anche delle panoramiche 3D.

Phil Plait di Bad Astronomy ha notato che in questa foto si nota il cosiddetto heiligenschein: una sorta di alone chiaro o aureola intorno all'ombra della fotocamera al centro dell'immagine. È un fenomeno particolarmente vistoso nelle fotografie scattate sulla Luna quando il fotografo ha il sole esattamente alle spalle ed è dovuto al fatto che in quella zona la fotocamera vede soltanto le facce illuminate dei granelli di sabbia, mentre nelle altre zone vede anche le facce in ombra, che contribuiscono a scurire la zona. Succede anche sulla Terra, ma è meno frequente.

Intanto Curiosity tira fuori gli strumenti e si autoispeziona. Questo è un collage di 20 foto ad alta risoluzione scattate dalla fotocamera Navcam di sinistra della “testa” del robot. La versione a massima risoluzione è qui.

NASA / JPL / James Sorenson

Lo sporco che si è accumulato su Curiosity nonostante la scelta della gru volante (che doveva ridurre l'impolveramento) è ben visibile in quest'altro scatto:

NASA / JPL / Emily Lakdawalla

Non dimentichiamoci che queste sono foto che arrivano da un altro pianeta. Fra l'altro, è arrivata infatti questa bella immagine ad alta risoluzione dello scudo termico appena sganciato. C'è chi ha osservato che gli alieni, su Marte, siamo noi: arriviamo dentro un disco volante dal quale facciamo scendere un robot atomico.

NASA / JPL
Ci sono link a molti altri fotogrammi ad alta risoluzione scattati durante la discesa in questo articolo di Emily Lakdawalla. La NASA ha preparato un video che anima questa sequenza di scatti:


Ma questa, preparata da Rikyunreal, è decisamente più fluida:


Per avere un confronto fra le dimensioni di Curiosity e quelle di altri veicoli semoventi che abbiamo mandato sulla Luna o su Marte, HistoricSpacecraft ha creato questo bel grafico:


Segnalo anche questo rimontaggio dei “sette minuti di terrore” integrati con le immagini reali corrispondenti:


Durante la conferenza stampa di stasera, inoltre, gli esperti del JPL che gestiscono Curiosity hanno dichiarato che quasi sicuramente l'immagine qui sotto a sinistra mostra la nube di polvere sollevata dall'impatto della gru volante (quella di destra è scattata dalla stessa fotocamera sucessivamente).

NASA / JPL-Caltech / University of Arizona

Ecco l'inevitabile, irresistibile Curiosity funzionante, fatto con Lego Mindstorms (dettagli):


C'è anche questo bell'accostamento fatto da Rob Sheridan:



E per finire c'è la foto-bufala che mostra la Terra, Venere e Giove nel cielo marziano che sta circolando in Rete: l'ha smontata Phil Plait qui.
Invia un commento
I commenti non appaiono subito, devono essere tutti approvati da un moderatore. Lo so, è scomodo, ma è necessario per tenere lontani scocciatori, spammer, troll e stupidi: siate civili e verrete pubblicati qualunque sia la vostra opinione; gli incivili di qualsiasi orientamento non verranno pubblicati, se non per mostrare il loro squallore.
Inviando un commento date il vostro consenso alla sua pubblicazione, qui o altrove.
Maggiori informazioni riguardanti regole e utilizzo dei commenti sono reperibili nella sezione apposita.
NOTA BENE. L'area sottostante per l'invio dei commenti non è contenuta in questa pagina ma è un iframe, cioè una finestra su una pagina di Blogger esterna a questo blog. Ciò significa che dovete assicurarvi che non venga bloccata da estensioni del vostro browser (tipo quelle che eliminano le pubblicità) e/o da altri programmi di protezione antimalware (tipo Kaspersky). Inoltre è necessario che sia permesso accettare i cookie da terze parti (informativa sulla privacy a riguardo).
Commenti
Commenti (59)
Ciao Paolo, volevo solo segnalarti una "chicca" letta su phys.org: in un paio delle prime foto arrivate all'atterraggio sembra essere visibile il pennacchio di polvere alzato dallo schianto della sky crane. Qui ( http://mars.jpl.nasa.gov/msl/multimedia/raw/?rawid=RLA_397502188EDR_D0010000AUT_04096M_&s=0 ) e qui ( http://mars.jpl.nasa.gov/msl/multimedia/raw/?rawid=RRA_397502188EDR_D0010000AUT_04096M_&s=0 ). Incrociando gli occhi per avere un effetto 3d il pennacchio sembra effettivamente più vicino dell'orizzonte, ma se qualcuno riesce a linearizzare le 2 foto allo stesso modo dovrebbe vedersi meglio.


Qua il link alla notizia su phys.org
"Fantastico!" é la sola parola che mi viene in mente.

Non mi emozionavo per una missione spaziale da quando da bambino guardavo un libro illustrato con le fasi dell'allunaggio!
http://mars.jpl.nasa.gov/msl/multimedia/raw/ da come risultato

ERROR
The request could not be satisfied.
Generated Fri, 10 Aug 2012 17:32:16 GMT by cloudfront (CloudFront)

ciao
Marco
solo una domanda: quando l'uomo metterà piede su Marte...come farà a tornare sulla Terra? Per "uscire" dalla Luna bastano 4 petardi ma per Marte?
Più che fantastico direi "Affascinante" (cit.) :-)
Con questa missione, soprattutto con il particolare atterraggio, siamo riusciti a eguagliare la fantascienza dei videogiochi. Ora, per chi non lo sapesse, nel videogioco Mass Effect (sparatutto in terza persona) era possibile esplorare i pianeti a bordo di un "fuoristrada" che veniva lanciato da un'astronave orbitante nelle vicinanze. Il veicolo affrontava una caduta controllata con dei razzi e così atterrava sul pianeta. Tornando alla realtà, ce l'hanno fatta, ora quel tipo di atterraggio non è più fantascienza!
Veramente spettacolare, grazie Paolo per il "riassunto" multimediale a 360° ;-)
Anche il lunokhod era bello grosso. Come era atterrato sulla luna? E come era comandato? Interamente via radio da terra oppure aveva una qualche autonomia anche con i poveri mezzi computazionali dell'epoca?
Interessante il video dei "sette minuti di terrore" integrato con le immagini reali, rende più visibile in quale momento della discesa sono avvenuti fatti salienti dell'atterraggio, dal rilascio dello scudo termico (l'ormai famoso UFO terrestre su Marte), agli appluasi che scappavano al centro di controllo prima del touchdown liberatorio.

Comunque ancora oggi, ogni volta che penso che tutto ciò è stato gestito in automatico dalla macchina per di pià su un'altro pianeta, quasi non ci credo che sia accaduto veramente, sembra ancora fantascienza ed invece sta accadendo oggi.
Ciao Paolo.
Ti ritrovo sempre aggiornatissimo e appassionato.
Riporto a seguire il link di un articolo che mi sembra interessante e molto indicato per la situatio:

http://www.keinpfusch.net/2012/08/martians-inc.html
Visto il periodo olimpico, la cosa più bella è comunque la vignetta di Henry Payne :-)

Saluti,

Mauro.
""Fantastico!" é la sola parola che mi viene in mente."

Anche a me.

Ma ci pensate? C'è un robot costruito dagli umani su Marte. E' atterrato, ha sollevato un po' di polvere e pietrisco,ma sta funzionando alla grande, lo stanno istruendo e presto si muoverà!

Ma che accidenti volete di più, fatto salvo Star Trek!? o_O

Questa è la ricerca spaziale che mi piace: strumenti orbitanti e macchine interplanetarie!

Prima CONOSCIAMO, e poi se ne vale la pena ci andiamo!
Morby,

solo una domanda: quando l'uomo metterà piede su Marte...come farà a tornare sulla Terra? Per "uscire" dalla Luna bastano 4 petardi ma per Marte?

No, è molto, molto più difficile. Gravità maggiore di quella lunare, atmosfera che obbliga a forme aerodinamiche, eccetera. Infatti per ora non ci sono piani seri per andarci. C'è anche chi ha proposto missioni di sola andata.
L'idea delle "missioni di sola andata" non è male Non credo che sia impossibile trovare fra 7 miliardi di terrestri, tre persone disposte a passare il resto della loro vita su Marte. Puoi mettere un link o un rimando bibliografico alla fonte di questa informazione? La cosa mi interessa.
Complimenti Paolo e grazie di questo bellissimo post! :-)
C'è anche chi ha proposto missioni di sola andata.

Complottista Mode ON

Guardando le dimensioni del Lunokhod russo, non è che abbiano fatto proprio questo ed abbiano taciuto il fatto per non impressionare l'opinione pubblica?

Complottista Mode OFF

Vov & Zabov... come direbbe un'amica di mia madre, "sono putrefatto!". Credo che ne sentiremo delle belle nei prossimi mesi...
"solo una domanda: quando l'uomo metterà piede su Marte...come farà a tornare sulla Terra? Per "uscire" dalla Luna bastano 4 petardi ma per Marte? "
Già... ci vorrà un grosso razzo (non troppo). In più ci vogliono 8 mesi ad andare e 8 a tornare (e devi aspettare qualche tempo prima di tornare: in modo che la terra e marte siano in posizione corretta). Quindi devi trasportare viveri, riciclare completamente tutto e fare in modo che gli astonauti non si annoino (per non calcolare tutto il resto) O_o Insomma un lavoraccio...

" C'è anche chi ha proposto missioni di sola andata. "
Ho già in mente qualche idea per chi mandarci... XD
Mi inquieta la situazione di un hackeraggio di curiosity; qualcuno ha un'idea delle possibilità effettive? Col mio claudicante inglese ho capito che la cosa non è proprio banale, soprattutto per la potenza di trasmissione richiesta, però la possibilità esiste...o no?

(...) quando l'uomo metterà piede su Marte...come farà a tornare sulla Terra? Per "uscire" dalla Luna bastano 4 petardi ma per Marte?

(...) C'è anche chi ha proposto missioni di sola andata.



"— Infine, supponendo che tutte le difficoltà siano risolte, appianati tutti gli ostacoli, riunendo tutte le probabilità in vostro favore, ammettendo che giungiate sano e salvo nella Luna, in qual modo ne ritornereste?

— Semplicissimo. Non ritornerò! " (J. Verne, Dalla Terra alla Luna
Ciao Paolo :-)
La missione di Curiosity mi ha fatto ri-sperare un pochbettino nel futuro: un futuro con meno guerre e più comuni esplorazioni dell'ignoto!
Se ti può interessare, ho messo giù in paio dei miei "Editoriali a Fumetti" sulla missione del robottino curiosone:
QUA:
http://www.flickr.com/photos/moisevivi/7718136284/in/photostream
e QUA:
http://www.flickr.com/photos/moisevivi/7747092084/in/photostream
Buon tutto! :-)
Moise
"L'idea delle "missioni di sola andata" non è male Non credo che sia impossibile trovare fra 7 miliardi di terrestri, tre persone disposte a passare il resto della loro vita su Marte. Puoi mettere un link o un rimando bibliografico alla fonte di questa informazione? La cosa mi interessa. "

Daniele, ad esempio puoi dare un'occhiata qui:

http://it.wikipedia.org/wiki/Mars_One
Stupidocane ha commentato:

Complottista Mode ON

Guardando le dimensioni del Lunokhod russo, non è che abbiano fatto proprio questo ed abbiano taciuto il fatto per non impressionare l'opinione pubblica?

Complottista Mode OFF

Qualcuno ci ha fatto una serie televisiva sull'ipotesi.
Prova a cercare Pioneer One web tv su google
Ciao, Paolo!
Ti segnalo questa notizia appena letta.
http://www.pc-facile.com/news/arrivato_algoritmo_antibufale/71673.htm

Vogliono forse farti diventare obsoleto? O_o
Scherzi a parte, sarò un ottimo strumento, se funzionerà davvero! :)
"solo una domanda: quando l'uomo metterà piede su Marte...come farà a tornare sulla Terra? Per "uscire" dalla Luna bastano 4 petardi ma per Marte?"

Un'altra ipotesi, rispetto a quella del viaggio di sola andata - che personalmente trovo poco credibile, se non altro per motivi di sicurezza e legali (ricordo che le norme sulla sicurezza del lavoro negli USA valgono anche per gli astronauti) - e' quella di frammentare la missione.

Cioe', invece di basarsi su uno o due vettori, a rischio di catastrofe, usarne tanti, accumulare risorse su Marte, e solo quando le cose sono pronte e verificate, inviare un equipaggio umano. Questa soluzione consentirebbe di usare lanciatori diversi da quelli di andata per il decollo da Marte, riducendo il peso della navicella al decollo. Un altro vettore, lasciato in orbita, provvederebbe ad immettere l'equipaggio in orbita di trasferimento, etc. In questo modo ci sarebbe molta ridondanza (sicurezza) e si costruirebbe una "facility" su Marte in grado di ospitare altre missioni in futuro. Se ci pensate bene si tratta dello stesso modello gestionale dell'International Space Station.

Ovviamente si tratta di costi enormi, ma non e' detto che inviare una missione "one-way" su Marte costerebbe di meno. In piu' c'e' gente (Elon Musk, SpaceX) che sta lavorando sodo, gia' con risultati incoraggianti, per ridurre di almeno un ordine di grandezza i costi necessari per mettere in orbita carico pagante. Ci sono un mucchio di aree dove questo e' possibile. Per esempio utilizzando parti in comuni (modularita'), usando tecnologie meno costose per la fabbricazione.

Le agenzie spaziali sono l'eredita' della grandeur anni '60, quando i soldi abbondavano, e hanno ereditato quel modello di sviluppo. In SpaceX tutto avviene sotto un solido budget control, che taglia tutte le spese non necessarie per puntare sulla sicurezza (superiore da progetto a quella di analoghi vettori esistenti).

Consiglio questo giro di SpaceX per avere un'idea di cosa intendo...

Una delle condizioni per realizzare un progetto del genere, di cui ci sarebbero "quasi" a disposizione tutte le tecnologie necessarie, e' quella di avere la possibilita' di atterrare una decina di tonnellate, con grande precisione (centinaia di metri) su Marte. Ancora una volta, SpaceX, ma anche altre agenzie, stanno lavorando a progetti in grado di fare atterrare sulla Terra (piu' difficile che su Marte) componenti di lanciatori come i Solid Rocket Booster, tramite retrorazzi. I conti dicono che e' fattibile. Vedremo. "Frazionare", comunque, potrebbe essere la soluzione giusta...
Scusate la prolissita', Paolo, il nostro ospite, per primo :) ma sono entusiasta di tutto questo e mi piace comunicarlo. Vorrei aggiungere una cosa.

Questo filmato, da' un'idea di cosa parlo nel mio precedente intervento. E' basato sul progetto Orion, fortunatamente defunto, ma i fondamentali rimangono validi: tanti vettori per costruire una base marziana da popolare successivamente, non un progetto minimalista alla Apollo (minimalista nel senso di fare un touch-and-go per mettere la bandierina, non nel senso della soluzione tecnologica).

Non so se saro' ancora vivo, ma credo che su Marte ci si andra' insieme, con tecnologie miste. Come scienziato non ho ben chiaro perche', ma siccome si puo' fare, lo si fara'. E le rivalita' territoriali nella scienza sono ormai un ricordo. Ci sono ancora ostacoli burocratici e politici da superare, ma il grosso e' fatto. Da decenni. La Big Science orma la si fa tutti uniti. Lavoro in un osservatorio astronomico costruito insieme da quasi tutti i Paesi Europei, US, Canada, Giappone e Taiwan. Nella sala di controllo da cui scrivo ci sono 6 persone al momento, che provengono da 5 paesi e 4 continenti diversi...

Quando lavori nella scienza la nazionalita' e' una cosa di cui chiacchierare davanti alla macchina del caffe' e niente piu'.
Questo commento è stato eliminato dall'autore.
se non sbaglio ieri hanno trasmesso il software per l'esplorazione di Marte a Curiosity...bene, quando inizia a lavorare?
Il link corretto alla missione su Marte tipo Constellation (non Orion, come ho scritto) e' questo.
pgc
Questo filmato, da' un'idea di cosa parlo nel mio precedente intervento.

Il link è a Mars One su Wikipedia.
In questo articolo si parla di un aggiornamento software per Curiosity http://www.ilsoftware.it/articoli.asp?tag=Marte-Curiosity-aspetta-un-aggiornamento-software_9046 ... speriamo non usino Windows come s.o. o saranno **zzi amari :)
una mia curiosity: cosa vedo laggiù in fondo? (cit.) una strada? un sentiero? una pista di rally? :-)

http://tinyurl.com/8cq5vg7

buona estate a tutti. chissà se un giorno lontano (spero non troppo) potremo passare le vacanze laggiù?
altra panoramica, ocio che pesa 50 mega

http://mars.jpl.nasa.gov/images/pia16051_figure_1_raw_smaller-full.jpg
Prima panoramica in alta risoluzione! :)

http://www.nasa.gov/images/content/676004main_pia16051-fullportal_full.jpg
Stupidocane ha commentato:

Complottista Mode ON

Guardando le dimensioni del Lunokhod russo, non è che abbiano fatto proprio questo ed abbiano taciuto il fatto per non impressionare l'opinione pubblica?

Complottista Mode OFF

--------
Eh, si`: sapere che i Russi ce l'avevano piu` grande non sarebbe stato gradito all'opinione pubblica americana.
@Don Spencer

[complottista mode on] AHAHAH è evidente che gli ammerigani non hanno preparato bene lo scenario là, nel deserto dell’Arizona, che amateurs [complottista mode off]

Mi associo alla domanda, che mai sarà quella robetta zigzagante? Magari un fenomeno simile alle pietre che si muovono nella death valley?
Volevo solo segnalare, per quanto riguarda la tecnica usata per combinare diverse fotografie (sia per ottenere immagini panoramiche, sia per ottenere l'immagine a "pianetino", vale a dire la foto in cui l'orizzonte viene mostrato come un cerchio e copre tutti i 360°), che tale tecnica si può applicare a qualsiasi serie di fotografie, utilizzando il software gratuito Hugin: è sufficiente che ogni foto abbia una parte in comune con qualche altra foto della serie, poi il programma provvede da solo a combinarle.

Può interessare a chi volesse provare a prendere le foto singole e realizzare per conto suo una foto panoramica.
@pgc Grazie davvero per il riferimento allo SpaceX Tour. Ci ho messo complessivamnete 2 ore nell'arto di quattro giorni per vederlo tutto, courtesy of l'avanzatissima rete ADSL italiana (combinato disposto teletu+telecom, un disastro), ma ne è valsa la pena. Non conoscendo quasi nulla di questa azienda, sono rimasto sbalordito. Non solo dalla pulizia degli ambienti, ma proprio dalle attività in corso e da come Elon Musk ne parla. Stanno costruendo vettori e capsula!

Peccato che la mia comprensione dell'inglese parlato mi abbia permesso di capire solo l'80% di quanto ha detto Musk. Un po' perché non è il più chiaro dei ciceroni, un po' per i rumori delle macchine in sottofondo.

Spero di avere il tempo per riguardarlo. Spero anche che nel frattempo qualche appassionato madrelingua scriva i sottotitoli :-)
come fanno le aziende spaziali come la SpaceX ad avere un attivo? Anche se aprissero le porte al turismo spaziale i costi supererebbero i ricavi
Paolo,
il link a Martian Vistas e' bloccato e ti indica come "a note referenced spammer"...
Ciao volevo segnarvi questa panoramica, preparatevi a sbavare http://www.360cities.net/image/curiosity-rover-martian-solar-day-2#-700.23,-33.36,110.0
E' tutto molto interessante, come sempre d'altra parte
peccato che una jpg sì e una no il mio Pc non la visualizzi
uso windows xp professional e google chrome
riproverò con altri browser, tutto aggiornato ..almeno spero
OT: no tanto per, segnalo una foto che ho trovato su oknotizie postata da un menbro (a quanto pare) di Tanker Enemy. Ho scritto un mini articolo ironico. Spero sia uno scherzo ma considerato TE, può anche darsi che davvero questi ci credano..

Curiosity non è su Marte, ma in Irlanda
http://www.youtube.com/watch?v=QFvNhsWMU0c&feature=player_embedded

And have fun :)
Secondo Repubblica, ecco "IL PRIMO VIDEO DAL PIANETA ROSSO"...
http://video.repubblica.it/tecno-e-scienze/spazio-curiosity-invia-il-primo-video-da-marte/103063/101443
Sigh.
Infinity,

Ti segnalo questa notizia appena letta.
http://www.pc-facile.com/news/arrivato_algoritmo_antibufale/71673.htm


"Pedro Pinto, ricercatore del Politecnico Federale di Losanna"... Sarà un caso? :)
pgc,

il link a Martian Vistas e' bloccato e ti indica come "a note referenced spammer"...

Non mi risulta. O è una battuta? :-)
@ Mattia Poletti.

Ci credono, ci credono....
Altrove si discute gia` di questo:
"Curiosity Mars "landing" BIGGEST HOAX EVER!!!"
Interessante.
No Paolo, se permetti le battute le faccio meglio... :). Quando ci clicco sopra mi ritorna il seguente testo:

___
403 Forbidden

Please stop referer spam.

We have identified that you have been refered here by a known or supposed spammer.

If you feel this is an error, please bypass this message and leave us a comment about the error. We are sorry for the inconvenience.

If you are actually doing referer spam, please note that this website/b2evolution no longer records and publishes referers. Not even legitimate ones! While we understand it was fun for you guys while it lasted, please understand our servers cannot take the load of all this cumulated spam any longer... Thank you.

Also, please note that comment/trackback submitted URLs will be tagged with rel="nofollow" in order to be ignored by search engines.
____
pgc, a me funziona perfettamente.

Può darsi che l'IP col quale arrivi a quel sito sia nella black list in quanto usato precedentemente per azioni spammatorie

Oppure lo spammer sei tu , confessa! :D
Che bello. Alle scuole media il mio prof di matematica , poco lungimirante, diceva che era impossibbile andare su un altor pianeta per la distanza eccessiva. Non ha mai considerato il salto tecnlogico
@Kirby

Il tuo insegnante invece si e` rivelato piu` lungimirante di Von Braun, che prevedeva l`uomo su Marte entro la meta` degli anni 80.
Certo che dopo la prima ubriacatura di immagini, adesso si fanno un po' desiderare... :)
Non capisco...

Io interpreto quel messaggio (vedi mio precendente post) come un'indicazione che sono arrivato a quel sito da un link fornito da qualcuno noto come spammer, non che io vengo bloccato (in realta' neanche, perche' il "bypass" e' un link alla pagina) perche il mio indirizzo IP corrisponde a quello di uno spammer. Ho capito male? Qualcuno mi sa spiegare? Sono curioso...

saluti.
zio Feng,

avere ragione per le ragioni sbagliate e' avere torto piu' di chi ha torto... :)

pgc
Volevo segnalare questo link: http://www.reddit.com/r/IAmA/comments/ybmmh/we_are_engineers_and_scientists_on_the_mars/ Ingegneri e scienziati che hanno lavorato/lavorano alla missione Curiosity su Marte hanno risposto a moltissime domande rivolte dagli utenti
@pgc

questo vale fino ad un certo punto ... se uno ha sempre ragione sul futuro, anche per i motivi piu` sbagliati, siamo alla chiaroveggenza :-P

Il suo professore potrebbe averci i poteri, o essere filo-sovietico.
Sulla foto dei pianeti allineati che si è rivelata un fake ci erano cascati anche quelli del seti@home su facebook, oggi ho ricontrollato e l'hanno prontamente cancellata
Sembra che Curiosity abbia una vera e propria centrale nucleare a bordo, altrimenti come spiegare i suoi milioni di watt?
http://img145.imageshack.us/img145/2698/perilrovercuriosityspec.png
Ok, mi correggo: la potenza (non l'energia, comunque) sparata da Curiosity è di circa un milione di watt.
Il mio dubbio nasceva dal fatto che avevo letto che l'energia del laser è di 14 millijoule, ma mi aspettavo una durata d'impulso molto più lunga dei 5 miliardesimi di secondo che invece vengono utilizzati, soprattutto dovendo spararne 30 in 10 secondi.