skip to main | skip to sidebar
26 commenti

Sistemi anticopia de “Lo Hobbit” paralizzano le proiezioni

Quando io e tanti altri diciamo che i sistemi anticopia e antipirateria puniscono soltanto gli utenti legittimi e non bloccano i pirati, questo è proprio quello che intendiamo: la proiezione della prima di Lo Hobbit, quella in 3D a 48 fotogrammi al secondo, insomma la più speciale e ambita, quella da veri fan, è stata un flop epico, con spettatori inferociti ed esercenti umiliati.

In Italia, stando al Corriere, solo 12 sale sulle 21 attrezzate sono riuscite a proiettare il film, perché i codici di sblocco del sistema anticopia sono arrivati troppo tardi. Disagi analoghi sono stati registrati anche in Francia e Germania.

E poi chi fa film si chiede perché la gente sta a casa e scarica i film a scrocco.
Invia un commento
I commenti non appaiono subito, devono essere tutti approvati da un moderatore. Lo so, è scomodo, ma è necessario per tenere lontani scocciatori, spammer, troll e stupidi: siate civili e verrete pubblicati qualunque sia la vostra opinione; gli incivili di qualsiasi orientamento non verranno pubblicati, se non per mostrare il loro squallore.
Inviando un commento date il vostro consenso alla sua pubblicazione, qui o altrove.
Maggiori informazioni riguardanti regole e utilizzo dei commenti sono reperibili nella sezione apposita.
NOTA BENE. L'area sottostante per l'invio dei commenti non è contenuta in questa pagina ma è un iframe, cioè una finestra su una pagina di Blogger esterna a questo blog. Ciò significa che dovete assicurarvi che non venga bloccata da estensioni del vostro browser (tipo quelle che eliminano le pubblicità) e/o da altri programmi di protezione antimalware (tipo Kaspersky). Inoltre è necessario che sia permesso accettare i cookie da terze parti (informativa sulla privacy a riguardo).
Commenti
Commenti (26)
quali sono i cinema in italia che supportano il 3D a 48 fotogrammi?
Un plauso per la scelta dell'immagine! :)
Oh, ma si discute da anni della battaglia persa di lorsignori (jthtl.org/content/articles/V3I2/JTHTLv3i2_Black.PDF), ma niente, insistono.
sono anni, decine, che mi chiedo le stesse cose:
http://www.allarovescia.blogspot.it/2011_10_01_archive.html
Epic fail in 3D :D
che tristezza...
un altro autogol... speriamo continuino così :)
Finalmente stanno arrivando ad un sistema anti-copia quasi inespugnabile

Basta non proiettare il film, e i pirati troveranno molta piu' difficolta' a diffondere una copia illegale

Geniale!
Meno male che ieri sera non sono andata al cinema: non so se i cinema di queste parti supportino già questa tecnologia, ma immagino che un contrattempo del genere mi avrebbe fatto infuriare!

Francamente credo che i sistemi anticopia troppo avanzati (che creano problemi o peggio che rendono inaccessibili certi contenuti nel momento in cui le nuove tecnologie non saranno più compatibili con le attuali) siano solo deleteri: penso che chi si procura illegalmente un film il più delle volte non è affatto interessato a spendere quei soldi per vederlo al cinema o per comprarne il DVD originale.

Ma soprattutto esistono già tecnologie che permettano di registrare illegalmente un film in 3D in modo che sia possibile visualizzarlo correttamente?
E anche per la riproduzione in home video esistono già schermi (e relative schede) che possano supportare in maniera decente questa tecnologia?
@gdevitis

Secondo questo articolo http://www.hobbitfilm.it/2012/12/13/lo-hobbit-un-viaggio-inaspettato-in-hfr-3d-ecco-la-lista-definitiva-delle-sale-italiane/ la stessa Warner avrebbe rilaciato una lista dei cinema attrezzati:


Veneto
Cinemultisala Le Petite Lumière di Belluno
Mestre Cityplex

Liguria
Uci Cinemas Fiumara

Lombardia
Orfeo Multisala Milano
Multisala Gloria Milano
The Space Cerro Maggiore
Cinelandia Gallarate
Uci Cinemas Lissone
Cinema Arcadia di Melzo

Toscana
Cinema Marconi Firenze

Lazio
The Space Cinema Moderno Roma
The Space Cinema Parco de Medici Roma
Uci Cinemas Parco Leonardo Fiumicino
Multisala Cynthianum di Genzano
The Space Cinema Guidonia
Uci Cinemas Roma Est Lunghezza

Campania
The Space Cinema Napoli
Uci Cinemas Casoria

Puglia
Pixel Multicinema di Santeramo in Colle

Sicilia
Cinema Golden Palermo
Multisala Planet Catania

Sardegna
Supercinema Carbonia
ma che centra? le kdm (chiavi per la decodifica) sono distribuite dalle case in base alla chiave pubblica del proiettore (PEM), questo tipo di problemi si può verificare con qualsiasi film digitale in standard DCP, semmai alcuni proiettori non erano stati portati alla versione software che supporta HFR.
@Herik63

L'articolo dice che "Tuttavia il file è criptato. Per essere attivato ha bisogno di un codice di sblocco che è univoco per ogni singolo proiettore ed ogni singolo server."
Se ho capito bene, questo significa che la validità di ogni codice ha "in chiave" il proiettore, il server su cui risiede fisicamente il file e il file stesso.
Anche nell'ipotesi che le sale avessero già proiettato altri film dallo stesso server e con lo stesso proiettore (cosa che ovviamente non è possibile dato che Lo Hobbit è il primo del genere), avrebbero comunque avuto bisogno della chiave specifica per quel file, che nella fattispecie è arrivata troppo tardi.
Se la chiave fosse relativa solamente al proiettore, uno la butta dentro subito e non ha più senso criptare i singoli file...
Nella nostra piccola saletta autogestita di provincia lo daremo in pellicola (non possiamo ancora convertirci al digitale) ...post Capodanno... altrimenti le case ci avrebbero obbligati a tenerlo in cartellone per tutto dicembre...

In ogni caso quando diamo prime importanti le pizze arrivano con corriere scortati (1 caso) e chiavi e/o combinazioni per aprire i contenitori...

Chissà perché mi immagino i produttori con un ghigno pazzo stampato in volto mentre pronunciano frasi tipo:

This film is ours, our own, our... "precious"!
Il problema é che qua in Germania stanno arrivando lettere con ingiunzione di pagamento e avvocati, per chi scarica a scrocco
Il problema é che qua in Germania stanno arrivando lettere con ingiunzione di pagamento e avvocati, per chi scarica a scrocco
[quote]
ma che centra? le kdm (chiavi per la decodifica) sono distribuite dalle case in base alla chiave pubblica del proiettore (PEM), questo tipo di problemi si può verificare con qualsiasi film digitale in standard DCP, semmai alcuni proiettori non erano stati portati alla versione software che supporta HFR.
[/quote]

Confermo, in questo caso le chiavi KDM non servono principalmente ad impedire la copia del film DCP (visto che è possibilissimo copiarlo, ma non proeittarlo senza chiave). Servono a permetterne fisicamente la proiezione da parte dell'esaercente che ha NOLEGGIATO il titolo (la chiave perciò permette la proiezione dall'inizio alla fine del noleggio...un parallelismo a come funziona la pellicola).

Semmai il problema è che lo HFR di Hobbit *non* è 48fps standard, perciò l'algoritmo di watermarking (quello sì anticopia) che risponde allo standard DCI non funziona e serve un aggiornamento speciale OLTRE all'aggiornamento per la proiezione in HFR "standard"...complicazioni su complicazioni.

E' anche vero che è capitato che le case di distribuzione generassero KDM valide fino alla mezzanotte dell'ultimo giorno di noleggio....ma se per caso l'ultimo spettacolo serale dura fino alla 1:00...film interrotto a metà.




[quote]
ma che centra? le kdm (chiavi per la decodifica) sono distribuite dalle case in base alla chiave pubblica del proiettore (PEM), questo tipo di problemi si può verificare con qualsiasi film digitale in standard DCP, semmai alcuni proiettori non erano stati portati alla versione software che supporta HFR.
[/quote]

Confermo, in questo caso le chiavi KDM non servono principalmente ad impedire la copia del film DCP (visto che è possibilissimo copiarlo, ma non proeittarlo senza chiave). Servono a permetterne fisicamente la proiezione da parte dell'esaercente che ha NOLEGGIATO il titolo (la chiave perciò permette la proiezione dall'inizio alla fine del noleggio...un parallelismo a come funziona la pellicola).

Semmai il problema è che lo HFR di Hobbit *non* è 48fps standard, perciò l'algoritmo di watermarking (quello sì anticopia) che risponde allo standard DCI non funziona e serve un aggiornamento speciale OLTRE all'aggiornamento per la proiezione in HFR "standard"...complicazioni su complicazioni.

E' anche vero che è capitato che le case di distribuzione generassero KDM valide fino alla mezzanotte dell'ultimo giorno di noleggio....ma se per caso l'ultimo spettacolo serale dura fino alla 1:00...film interrotto a metà.




"E' anche vero che è capitato che le case di distribuzione generassero KDM valide fino alla mezzanotte dell'ultimo giorno di noleggio....ma se per caso l'ultimo spettacolo serale dura fino alla 1:00...film interrotto a metà."

Mi spiace contraddirti ma non è assolutamente vero, se il film è in proiezione prosegue tranquillamente finché non é finito dopodiché non parte più.

Se la kdm scade a mezzanotte non è vero che il film si blocca a metà proiezione
My 2 cents sul film.

Che ppalle!!! Noioso quanto lo può essere l'adattamento di un libro ad 1 solo film che in fase di postproduzione si decide di "annacquarlo" in una trilogia.

Non mi piace il trend che si sta affermando ultimamente nel mondo del cinema, ossia quello già visto per Harry Potter o The Twilight Saga, dove l'ultimo capitolo viene stirato in due parti. La prima invariabilmente pallosa e fondamentalmente inutile, la seconda dove si concentra tutto il nocciolo della storia. Capisco che è per ovvi motivi di guadagno, ma mi sembra una vera e propria presa per i fondelli. Vado al cinema per godermi una bella storia, non il suo inizio e, dopo un anno, la sua fine. Qui Jackson sembra aver dilatato questo concetto alla trilogia, dove tutto il primo capitolo potrebbe essere riassunto benissimo in 20 minuti di girato. Sono costretto, quindi, a sorbirmi due ore e mezza di vacuità per i venti minuti davvero importanti, ovvero l'incontro con Smeagol/Gollum.

Che poi, detta papale papale, ne "Il Signore degli Anelli" c'era una minaccia, un'urgenza, un'aspettativa molto più ingombrante: la salvezza della Terra di Mezzo e di tutte le razze sulla quale esse vivevano. Per carità, non ho nulla contro i nani e la loro disperata situazione, ma l'avventura alla Montagna Solitaria non meritava sicuramente una trilogia. Ne è la prova la pallosità del primo capitolo.

Stavolta Peter Jackson mi ha deluso. Davvero tanto. Mi consolerò riguardando uno dei suoi capolavori: King Kong.

Unica nota positiva: non potevano scegliere attore migliore per impersonare Bilbo.

Ah, quasi dimenticavo: i nani cantano... neanche la Disney fa più film canterini... Avete presente quell'azione di roteare gli occhi ed agitarsi sulla poltrona del cinema per esprimere disgusto misto a rabbia? Ecco, questo è quello che mi succede quando cominciano a cantare nei film... Voglio sentir cantare qualcuno? Vado a vedermi un fo...to musical. Non "Lo Hobbit"!

@Un cane a 4 zampe ha commentato:

"Il problema é che qua in Germania stanno arrivando lettere con ingiunzione di pagamento e avvocati, per chi scarica a scrocco"

Veramente? Ma sul serio o come in Francia? Puoi darmi qualche notizia in più? Mi interessa. Grazie
Ciao Paolo,

Sono rimasta abbastanza male per la chiusura del tuo articolo. Ti stimo e ti seguo da anni, anche questo tuo articolo aveva tutti i sui giusti perchè... fino all'ultima riga:
"E poi chi fa film si chiede perché la gente sta a casa e scarica i film a scrocco."
Per quanto io possa pensare che i prezzi sono eccessivi e che molto spesso non vale più la pena di andare al cinema e tutte le varie considerazioni sul fatto che chi produce musica e film dovrebbe realizzare che il periodo delle vacche grasse è finito... Mi dispiace ma chi "scarica film a scrocco" non è giustamente autorizzato da questo sistema (che io per prima ritengo sbagliato), commette un illecito.
Scaricare film e musica è illegale e lasciare intendere che sia "giusto" o quanto meno lecito per ritorsione nei confronti di un mercato che ci disgusta, mi dispiace ma ritengo sia un messaggio veramente sbagliato da lanciare.
Manuela,

chi "scarica film a scrocco" non è giustamente autorizzato da questo sistema (che io per prima ritengo sbagliato), commette un illecito

Dipende. In Svizzera, dove abito io, no, anche perché si paga un indennizzo compensativo sui supporti vergini. Articolo 19 della legge federale sul diritto d'autore.


lasciare intendere che sia "giusto" o quanto meno lecito per ritorsione nei confronti di un mercato che ci disgusta, mi dispiace ma ritengo sia un messaggio veramente sbagliato da lanciare.

Non ho scritto che lo condivido. Ho scritto che lo capisco. Se Hollywood mi desse un sistema semplice, senza lucchetti digitali e gingilli anticopia punitivi, per pagare per i suoi prodotti, lo userei.

Se Hollywood pensa di sconfiggere la pirateria usando i codici anticopia, ha fallito miseramente. E ha causato danni solo agli utenti onesti: quelli che erano al cinema e avevano pagato il biglietto.
"Non ho scritto che lo condivido. Ho scritto che lo capisco. Se Hollywood mi desse un sistema semplice, senza lucchetti digitali e gingilli anticopia punitivi, per pagare per i suoi prodotti, lo userei.

Se Hollywood pensa di sconfiggere la pirateria usando i codici anticopia, ha fallito miseramente. E ha causato danni solo agli utenti onesti"

Straquotone come affermo da 20 anni e come dico nel link sopra..
La gente alcune volte non riesce neppure a far funzionare i dispositivi anticopia.
Per citarne uno i decoder di sky con alcuni televisori primoprezzo koreani. Accendo e rimane buio.
O le trasmissioni Sky incompatibili con i TV loewe (hanno fino a 4 sinto e relative smartcard dai tempi dei CRT): compro un tv di estetica e qualita' appeso sul muro e devo trovare il posto per lo scatolo plasticoso di sky, usare 2 telecomandi e buttare il videoregistratore integrato?

Suvvia, se scarico DrHouse per evitare di avere lo scatolo penzolo non lo trovo cosi' una cosa punibile, no?
[quote]
Mi spiace contraddirti ma non è assolutamente vero, se il film è in proiezione prosegue tranquillamente finché non é finito dopodiché non parte più.
[/quote]

E' verissimo, sono stato frettoloso ed impreciso (e per la 3a o 4a volta mi faccio mangiare il commmento da blogger).

L'accaduto è riferito a due episodi (scorrelati, in due esercizi differenti) nei quali un'interruzione involontaria della proiezione dopo mezzanotte ha impedito che si finisse di proiettare il film completo.

La mia intenzione era sottolineare come l'eccessiva rigidità del sistema e la mancanza di elasticità della distribuzione (nessuna pellicola noleggiata credo sia mai stata ritirata ESATTAMENTE alla ferma del proiettore...forse tranne in casi molto particolari) nei confronti dell'esercizio avesse impedito di recuperare da un contrattempo (non infrequente nell'epoca del digitale).

Ovviamente da ciò che avevo scritto non si sarebbe mai capito e chiedo scusa per questo.