skip to main | skip to sidebar
6 commenti

Disinformatico radio, la puntata di oggi

L'articolo è stato aggiornato dopo la pubblicazione iniziale. Ultimo aggiornamento: 2013/01/13.

Potete scaricare qui il podcast della puntata di stamattina del Disinformatico radiofonico che ho condotto con Rosy Nervi stamattina, parlando dell'attacco informatico ai nameserver svizzeri di ieri mattina (con dettagli tecnici nell'ambito della parola di Internet di questa settimana, che è DDOS), della vulnerabilità della versione più recente di Java (con le raccomandazioni del DHS statunitense e la disattivazione da parte di Apple e Mozilla), dell'allarme fasullo per il gruppo di pedofili su Facebook e della novità più bizzarra dal CES di Las Vegas: il vasino con porta-iPad.

Aggiornamento (2013/01/13): Oracle ha rilasciato un aggiornamento di Java che risolve la specifica vulnerabilità.
Invia un commento
I commenti non appaiono subito, devono essere tutti approvati da un moderatore. Lo so, è scomodo, ma è necessario per tenere lontani scocciatori, spammer, troll e stupidi: siate civili e verrete pubblicati qualunque sia la vostra opinione; gli incivili di qualsiasi orientamento non verranno pubblicati, se non per mostrare il loro squallore.
Inviando un commento date il vostro consenso alla sua pubblicazione, qui o altrove.
Maggiori informazioni riguardanti regole e utilizzo dei commenti sono reperibili nella sezione apposita.
NOTA BENE. L'area sottostante per l'invio dei commenti non è contenuta in questa pagina ma è un iframe, cioè una finestra su una pagina di Blogger esterna a questo blog. Ciò significa che dovete assicurarvi che non venga bloccata da estensioni del vostro browser (tipo quelle che eliminano le pubblicità) e/o da altri programmi di protezione antimalware (tipo Kaspersky). Inoltre è necessario che sia permesso accettare i cookie da terze parti (informativa sulla privacy a riguardo).
Commenti
Commenti (6)
Ho cancellato per errore i commenti. Ripristino come posso:

martinobri:

Questa settimana non c'è la parola internet?


Giuseppe:

Giuseppe ha lasciato un nuovo commento sul tuo post "Disinformatico radio, la puntata di oggi":

A quando l'iWater?
Conosco un po' di gente che lo comprerebbe.
Ah! I bei tempi delle riviste in bagno!


L'economa domestica:

Voglio l'Ipotty. Non ho un Ipad, non ho un Iphone, non ho un Ipod, ma lo voglio.


Andrea:

Ciao Paolo, riguardo il presunto gruppo di pedofili, guarda che su Facebook esiste eccome.
Non saranno pedofili, ma gruppo c'è. ;)
http://www.facebook.com/groups/103622319704378


Stepan Mussorgsky [ ǚşå÷₣ŗẻễ]:

" Il supporto è dotato di una copertura impermeabile resistente agli schizzi. Pensateci, la prossima volta che vi propongono un iPad usato.

Non si sa se come si chiamerà la versione italiana del prodotto, ma “iFatto” sembra un buon candidato. E se prendessimo spunto dalle iniziali dell'evento dove è stata presentata questa innovazione, potremmo dire che si tratta decisamente una trovata del CES."

ROTFL! :D


Il Lupo della Luna:

Il link a protezionehoax.com non funziona (è scritto sbagliato).

M


Replicante Cattivo:

La bufala dei gruppi FB per pedofili torna regolarmente alla ribalta. E regolarmente, questo genere di avvisi vengono diffuse dalle stesse persone che VOLONTARIAMENTE postano le foto dei loro figli mentre fanno il bagno, mentre sono sul vasino, o semplicemente mentre si stanno facendo i fatti loro...e tutto questo, spesso, solo per autocompiacimento o per ottenere i "mi piace" dai loro contatti. E poi salgono in cattedra a spiegarti come proteggere la loro privacy. Bah...


MR:

Quanto bei commenti su quella pagina...

Mattia Atzeni
VORREI SAPERE SE QUESTO è VERAMENTE UN GRUPPO DI PEDOFILI!!! PERCHè SE QUESTA STORIA è VERA FATE VERAMENTE SCHIFO VERGOGNATEVI


Cioè non so se è vero che siete pedofili, ma intanto mi metto avanti con il lavoro e comincio ad insultarvi, ditemi voi quando mi debbo fermare. ROTLF

Ma la vera perla è questa:

Giovanna Corona
Salve, sono un'admin della pagina "polizia postale Official web site fan",il nostro scopo è dare una mano agli utenti contro le trappole del web. Ci sono arrivate alcune segnalazioni riguardo a questo gruppo, che sarebbe una sorta di community di pedofili. A dire il vero è una storia che va avanti da anni. Confermo che non vedo contenuti pedofili ma posso chiedere di che tipo di gruppo si tratta? Come mai si chiama così, nonostante da anni giri la storia del gruppo di pedofili con questo nome?
23 luglio 2012 alle ore 23.37 nei pressi di Capodrise, Campania


Visualizzato da 36
Ivan Parazzoli cazzi nostri?
6 gennaio alle ore 18.00 · 3



(il grassetto è mio)
Ho cancellato anche un mio commento:

Martinobri,

La parola di Internet di questa settimana è "DDOS". Aggiungo la precisazione a questo post.


Andrea,

ho aggiornato l'articolo per tenere conto della tua segnalazione, di cui ti ringrazio: non l'avevo trovato perché ha un nome leggermente differente da quello citato nell'appello.


Il Lupo,

ho corretto il link. Grazie dell'avviso!
Secondo gli esperti di sicurezza la patch non risolvere un bel niente...
Samuele,

puoi citare delle fonti per quello che hai scritto?
prego il moderatore di cancellare la seguente risposta, se risulta doppia: non ho capito se la precedente è stata inviata.

scusa x il ritardo, ma ero al lavoro.
cercando tra i miei feed ho trovato questo:
http://betanews.com/2013/01/14/java-7-update-11-security-patch-fixes-nothing/

ora sto leggendo un articolo che sembra più tecnico, ma spiega meglio la questione:
http://immunityproducts.blogspot.ca/2013/01/confirmed-java-only-fixed-one-of-two.html

sembra che il problema sia stato solo parzialmente risolto. Mi scuso se ho generato allarmismo!


ps: non sono del settore e quindi non potrei verificare direttamente ciò che affermano tali siti.

penso che sia comunque meglio disabilitare java almeno dal browser. Questa faccenda ricorda molto da vicino i famigerati ActiveX di Microsoft, tecnologia che era promettente sulla carta, ma di fatto ha sempre presentato numerosi problemi di sicurezza...