skip to main | skip to sidebar
0 commenti

Il codice di blocco degli iPhone è scavalcabile

Questo articolo era stato pubblicato inizialmente il 15/2/2013 sul sito della Rete Tre della Radiotelevisione Svizzera, dove attualmente non è più disponibile. Viene ripubblicato qui per mantenerlo a disposizione per la consultazione.

La protezione anti-intrusione offerta dal codice numerico o dalla password sugli iPhone più aggiornati è scavalcabile semplicemente con un po' di destrezza: tenetene conto nella scelta delle vostre impostazioni e abitudini di sicurezza.

Ci sono vari metodi in circolazione, ma quello proposto dagli scopritori di questa vulnerabilità (Jailbreaknation) è questo: sbloccare lo schermo, premere il tasto per le chiamate d'emergenza, tenere premuto il pulsante di accensione/spegnimento, aspettare che compaia la richiesta di conferma di spegnimento, premere il tasto di annullamento, comporre il numero delle chiamate d'emergenza, interrompere subito la chiamata, premere di nuovo il pulsante di spegnimento, premere il tasto Home, sbloccare lo schermo, tenere premuto il pulsante di spegnimento, contare tre secondi e premere il tasto per le chiamate d'emergenza.

Non servono strumenti, virus o altro: ci vuole solo un buon tempismo nel premere il tasto per le chiamate d'emergenza appena prima che compaia la richiesta di conferma di spegnimento. Se volete c'è anche un pratico video dimostrativo. Secondo CNet, questa tecnica funziona sia sui telefonini protetti da codice di blocco numerico, sia su quelli protetti da password.

Se si esegue correttamente tutto il procedimento, basta tenere premuto il pulsante di spegnimento per avere accesso alla rubrica e all'elenco delle chiamate. Con qualche passo in più è possibile accedere alle fotografie, inviare mail e SMS e anche effettuare chiamate.

Dato che la dimostrazione implica un tentativo (immediatamente interrotto) di chiamare il numero dei servizi d'emergenza, per evitare che un errore produca una chiamata fasulla a questi servizi d'emergenza è opportuno effettuare qualunque esperimento in una zona priva di copertura da parte delle reti cellulari.

Il difetto è presente nella versione più recente del software per iPhone, ossia iOS 6.1, e funziona sugli iPhone 4 e 5. Apple ha confermato il problema e ha dichiarato che rilascerà un aggiornamento del software che lo correggerà.

Per il momento non c'è modo di difendersi da questa singolare falla di sicurezza, a parte l'ovvia precauzione di non lasciare incustodito il proprio iPhone. La precauzione vale anche nei confronti dei bambini, che sono particolarmente attratti da questi dispositivi e tenteranno di sbloccarli per accedere ai giochi, con il rischio di chiamate erronee ai numeri d'emergenza.
Invia un commento
I commenti non appaiono subito, devono essere tutti approvati da un moderatore. Lo so, è scomodo, ma è necessario per tenere lontani scocciatori, spammer, troll e stupidi: siate civili e verrete pubblicati qualunque sia la vostra opinione; gli incivili di qualsiasi orientamento non verranno pubblicati, se non per mostrare il loro squallore.
Inviando un commento date il vostro consenso alla sua pubblicazione, qui o altrove.
Maggiori informazioni riguardanti regole e utilizzo dei commenti sono reperibili nella sezione apposita.
NOTA BENE. L'area sottostante per l'invio dei commenti non è contenuta in questa pagina ma è un iframe, cioè una finestra su una pagina di Blogger esterna a questo blog. Ciò significa che dovete assicurarvi che non venga bloccata da estensioni del vostro browser (tipo quelle che eliminano le pubblicità) e/o da altri programmi di protezione antimalware (tipo Kaspersky). Inoltre è necessario che sia permesso accettare i cookie da terze parti (informativa sulla privacy a riguardo).