skip to main | skip to sidebar
0 commenti

Ruzzle, avversari troppo bravi? Forse stanno barando


Questo articolo era stato pubblicato inizialmente l'01/02/2013 sul sito della Rete Tre della Radiotelevisione Svizzera, dove attualmente non è più disponibile. Viene ripubblicato qui per mantenerlo a disposizione per la consultazione.

Siete appassionati di Ruzzle, il gioco per iOS e Android che consiste nel comporre il maggior numero possibile di parole unendo le sedici lettere mostrate sullo schermo, confrontandosi con gli amici via Internet? Non siete i soli: Ruzzle dichiara di avere 18 milioni di giocatori.

Il gioco di base è gratuito; Ruzzle guadagna vendendo la versione a pagamento, che permette ai giocatori di avere accesso alle statistiche delle disfide e di allenarsi senza essere collegati a Internet o ad altri giocatori.

C'è chi lo considera un buon esercizio per la mente, e c'è anche chi si sorprende e si sente a disagio perché viene battuto sistematicamente dagli avversari. Non è detto che sia questione di superiorità linguistica degli altri giocatori: infatti esistono dei siti e dei programmi per barare a Ruzzle.

Si chiamano cheater o solver e funzionano in modo molto semplice: si digitano nella griglia di caselle del sito le lettere presenti nello schema di Ruzzle e si clicca sul pulsante di avvio. In pochi secondi il cheater restituisce l'elenco delle parole presenti nello schema e al giocatore non resta che digitarle sul proprio smartphone o tablet. Ci sono anche delle app per barare senza computer accanto.

Per sapere se qualcuno sta barando a Ruzzle ci sono due tecniche fondamentali ma per nulla informatiche: chiedergli che cosa vuol dire la parola complicatissima che ha trovato e giocare faccia a faccia invece che via Internet.
Invia un commento
I commenti non appaiono subito, devono essere tutti approvati da un moderatore. Lo so, è scomodo, ma è necessario per tenere lontani scocciatori, spammer, troll e stupidi: siate civili e verrete pubblicati qualunque sia la vostra opinione; gli incivili di qualsiasi orientamento non verranno pubblicati, se non per mostrare il loro squallore.
Inviando un commento date il vostro consenso alla sua pubblicazione, qui o altrove.
Maggiori informazioni riguardanti regole e utilizzo dei commenti sono reperibili nella sezione apposita.
NOTA BENE. L'area sottostante per l'invio dei commenti non è contenuta in questa pagina ma è un iframe, cioè una finestra su una pagina di Blogger esterna a questo blog. Ciò significa che dovete assicurarvi che non venga bloccata da estensioni del vostro browser (tipo quelle che eliminano le pubblicità) e/o da altri programmi di protezione antimalware (tipo Kaspersky). Inoltre è necessario che sia permesso accettare i cookie da terze parti (informativa sulla privacy a riguardo).