skip to main | skip to sidebar
16 commenti

Disinformatico radio del 2013/03/22

La Radiotelevisione Svizzera ha caricato il podcast della puntata di ieri del Disinformatico radiofonico, nella quale ho parlato dei seguenti temi (con i rispettivi articoli di approfondimento):
Invia un commento
I commenti non appaiono subito, devono essere tutti approvati da un moderatore. Lo so, è scomodo, ma è necessario per tenere lontani scocciatori, spammer, troll e stupidi: siate civili e verrete pubblicati qualunque sia la vostra opinione; gli incivili di qualsiasi orientamento non verranno pubblicati, se non per mostrare il loro squallore.
Inviando un commento date il vostro consenso alla sua pubblicazione, qui o altrove.
Maggiori informazioni riguardanti regole e utilizzo dei commenti sono reperibili nella sezione apposita.
NOTA BENE. L'area sottostante per l'invio dei commenti non è contenuta in questa pagina ma è un iframe, cioè una finestra su una pagina di Blogger esterna a questo blog. Ciò significa che dovete assicurarvi che non venga bloccata da estensioni del vostro browser (tipo quelle che eliminano le pubblicità) e/o da altri programmi di protezione antimalware (tipo Kaspersky). Inoltre è necessario che sia permesso accettare i cookie da terze parti (informativa sulla privacy a riguardo).
Commenti
Commenti (16)
Questo trojan che gira anche su Apple (yontoo esiste anche per windows) ha come "agevolazione" la sensazione di sicurezza che molti utenti della mela si sentono sicuri mentre navigano in internet. Più dell'utente medio windows.
Grazie del consiglio, ho cercato e trovato il plug-in fastidiosissimo... sia in Firefox che in Crome, sembrerebbe che non colpisce Opera, dove non era presente.
Ho trovato il "programma" yontoo 1 anche da disinstallare nel pannello di controllo: programmi e funzionalità di Window.
Però le pubblicità si mostravano ancora... Poi ho trovato un altro plug-in nei browser:
Movie2kdownloader 1.0
disinstallato anche quello, finestre pop-up sparite...
Seguendo il link su Krebs sono finito a leggere del DOS al suo sito, dei poliziotti con le pistole puntate davanti a casa sua e della sua conversazione surreale con tale Phobia. Sembrava un libro di Doctorow... O_o
La risposta dell'IFPI dice che a determinate leggi è corrisposto un aumento delle vendite di musica e film digitali.

Mi chiedo: hanno fatto un confronto relativo tra diversi paesi (quindi valido solo per leggi locali) o hanno attribuito a leggi antipirateria un trend generale di aumento delle vendite dovuto semplicemente a una crescita naturale del mercato che ci sarebbe stata comunque?
Non capisco, adesso gli autori-editori si mettono a misurare il livello di pirateria di un´isoglossa auscultando il motore della loro ferrari?

E se un cilindro (della loro ferrari) si graffia allora deducono che la pirateria é incrementata e mandano le squadre della morte a frustare noialtri peones sulle chiappe?

Perdonate la conferma alla legge di Godwin ma hitler avrebbe dato una medaglia a qualcuno che gli avesse insegnato una simile carognata :D
hai fatto andare in tilt il sito allmytweets :D
Mi viene il dubbio che anche Linux possa essere infettato da un simile trojan.
Pochi giorni fa con firefox (privo di plugin) che gira su Kubuntu ho trovato sulla home page del sito dell'unità un banner che puntava qui:
http://www.xtremepower.net/itlan/
La cosa mi ha lasciato perplesso e allora ho scritto una mail alla redazione per avere spiegazioni ma non mi è stato risposto.
Riguardo i presunti danni della pirateria la vedo così: chi non può permettersi l'originale comunque, anche se non lo pirata, non andrà a comprarselo, al massimo se lo farà prestare. Se invece uno può permetterselo gli conviene di più comprare cose originali. Questa regola può valere per ogni altra cosa.
Se la pirateria non danneggia le vendite proponiamo alla SIAE di abolire !equo compenso? (il ! va inteso in Java/C#). Ne ho parlato anche sul mio blog (basandomi sull'articolo di Paolo ;) )
Però il titolo è ingannevole: un conto è dire "la pirateria non danneggia", altra cosa è affermare, come nell'articolo, che "pare che la pirateria non danneggi troppo". Si passa da un'affermazione perentoria assoluta del titolo a una mera ipotesi parziale dell'articolo.
@puffolottiaccident:
Non capisco, adesso gli autori-editori si mettono a misurare il livello di pirateria di un´isoglossa auscultando il motore della loro ferrari?

Questa è troppo difficile anche per chi uno studioso di puffolottese come me. Puoi spiegare meglio cosa intendi per "auscultare il motore della loro ferrari" al di là della metafora? Fino all'isoglossa ci arrivo :-)
@Turz

Nella pirateria nautica* o nella pirateria dell´anatra surgelata si puó confrontare il computo dei colli partiti con il computo dei colli arrivati.

Nella pirateria informatica (o audiovisiva) questo é del tutto impossibile.

Da qui la battuta, suona come se il produttore o l´impresario di turno stabiliscano il volume del materiale piratato a partire dal confronto fra gli introiti attesi e gli introiti realizzati.
Senza contare quei non meglio precisati giocatori di harvest moon che han piratato giochi che han comprato regolarmente al negozio le loro copie e poi li han piratati per poterci giocare sul PC o su un tablet con O.S. Android.

Vedo pertanto il lato umoristico del produttore di turno che osserva i conti e ringhia: "Uhm, oggi ho venduto 121 copie di "harvest moon 13-chi semina vento raccoglie pop-corn"; Strano, mi aspettavo di venderne 130, 9 devono essere state piratate."


*Anzi, nella pirateria navale é possibile che il capitano della nave da trasporto sia il pirata e che venda delle costose magliette "Laripe" col varano sulla tetta destra e le scambi con magliette Ful-Bin in un porto dove sa di poter trovare un faccendiere di Shanghai... Siccome Laripe ha affidato la produzione di tali magliette a Ful-Bin, neanche "Gianni Laripe" in persona potrebbe accorgersi dello scambio, perché sono in effetti le stesse, l´unica differenza é nel presso..
OFF TOPIC

Ma anche a voi Hotmail non è più raggiungibile con Firefox?
@ martinobri

Appena entrato, tutto OK.
Parliamo di pirateria? Ho una copia legalmente acquistata di splinter cell $CHAOS_THEORY la quale funziona solo su XP. Per farla funzionare su 7 ho dovuto craccarla (e vi assicuro su un PIV con XP arranca parecchio, mentre su un i5 viaggia parecchio bene). Ma la cosa ganza è che il blocco è imposto da chi ha scritto il sw. Ovvero verifica il S/O e se è è superiore a XP dà un bel messaggino d'errore. Simpaticoni all'ubisoft eh?
@puffolottiaccident:
Da qui la battuta, suona come se il produttore o l´impresario di turno stabiliscano il volume del materiale piratato a partire dal confronto fra gli introiti attesi e gli introiti realizzati.

Grazie della spiegazione, ora è chiaro.

In generale la definizione di "pirateria" presuppone che ci sia un furto, che però a differenza che nella pirateria navale è molto difficilmente quantificabile. E in una società più avanzata della nostra non sarebbe etichettabile come furto.

Cià, vado a fare le talee prima che una legge cominci a considerarle reato.