skip to main | skip to sidebar
11 commenti

Disinformatico radio, il podcast di oggi

Il podcast della puntata di stamattina del Disinformatico radiofonico è pronto da scaricare. Prima che me lo chiediate: non c'è un podcast della settimana scorsa (1 marzo) perché la trasmissione ha saltato una settimana.

In questa puntata ho parlato di questi argomenti (i link portano ai rispettivi articoli con i dettagli) e anche di Dita Von Teese che ha presentato il primo vestito stampato con una stampante 3D:
Aggiornamento: Sembra che quello indossato dalla Von Teese non sia il primo vestito stampato con stampante 3D in assoluto. C'erano già questi, se si possono chiamare “vestiti”. Resta comunque una demo interessante (anche senza la Von Teese in questione).
Invia un commento
I commenti non appaiono subito, devono essere tutti approvati da un moderatore. Lo so, è scomodo, ma è necessario per tenere lontani scocciatori, spammer, troll e stupidi.
Siate civili e verrete pubblicati, qualunque sia la vostra opinione: gli incivili di qualsiasi orientamento non verranno pubblicati, se non per mostrare il loro squallore.
Inviando un commento date il vostro consenso alla sua pubblicazione, qui o altrove.
Maggiori informazioni riguardanti regole e utilizzo dei commenti sono reperibili nella sezione apposita.
NOTA BENE: l'area sottostante per l'invio dei commenti non è contenuta in questa pagina ma è un iframe, cioè una finestra su una pagina di Blogger esterna a questo sito. Ciò significa che per poterla visualizzare senza problemi dovete assicurarvi che il vostro browser (tramite l'azione di qualche estensione, tipo quelle che eliminano le pubblicità) e/o altri programmi di protezione (antimalware, tipo Kaspersky) non la blocchino per qualche motivo e inoltre che sia permesso accettare i cookie da terze parti.
Commenti
Commenti (11)
>Resta comunque una demo interessante (anche senza la Von Teese in questione).

Era più interessante senza vestiti
@Paolo

Il link al video della testata giornalistica "l'Unita" non funziona; credo che hai aggiunto un pezzetto di troppo all'indirizzo che hai linkato (http://retetre.rtsi.ch/,http://video.unita.it/media/Mondo/La_vera_storia_dell_8_marzo__536.html) perché il video c'è ancora.

Certo che una testata giornalistica nata come portavoce del PCI che non sa che la festa della donna era in origine una festa creata dal partito socialista americano dà da pensare.

Ps. Anche citare come fonte YouTube da un po' da pensare :-D
motogio,

ho corretto il link, grazie!
Si, ma un link alla Von Teese?
Che, uomo(/rettiliano?), parliamoci chiaro: donnine nude, e gli accessi si impennano...

P.S.: e ne donnine vestite 3D e ne cinghiali radioattivi? tsk, tsk...
OT

Ciao Paolo, adesso anche Russel Crowe vede gli UFO :D

da utente di Opera guardo e non commento ;)
NASA Rover Finds Conditions Once Suited for Ancient Life on Mars

http://www.jpl.nasa.gov/news/news.php?release=2013-092
Uhm, Paolo, sono un po' una capra con certe cose...
Quella dell'amplificazione video euleriana è una gran figata, ma non ho capito se il software scaricabile permette di applicare l'effetto anche ai nostri video....che fa altrimenti?
Ho scaricato il codice MATLAB, ho cercato di seguire le istruzioni del file README per vedere che succedeva, ma non ci capisco una mazza! Dice "Start up MATLAB" (cosa intendono?) oppure Run "make.m" (con cosa lo faccio correre?). Ho pensato di dare in pasto i files ad Utility Apple Script e nel dubbio a Terminale, ma sono ignorante in materia e i programmi mi hanno insultato :)
Lo staff dice di inviare i filmati che li amplificano loro, quindi a cosa serve il pacchetto scaricato?

Orwell,

MATLAB è un programma.

Temo che ti manchino le basi, per cui è troppo lungo spiegare tutto in un commento.

Puoi sempre mandare i video al sito che ho citato.
Già, non è proprio la mia materia purtroppo...