skip to main | skip to sidebar
0 commenti

Blackout informatici, come sapere se è un problema nostro o del sito

Questo articolo era stato pubblicato inizialmente il 19/04/2013 sul sito della Rete Tre della Radiotelevisione Svizzera, dove attualmente non è più disponibile. Viene ripubblicato qui per mantenerlo a disposizione per la consultazione.


Mercoledì scorso (17/4) molti utenti si sono trovati impossibilitati per un paio d’ore ad accedere alla propria mail su Gmail e a molti altri servizi di Google, come Drive, Calendar e Apps. Sì è trattato di un problema tecnico di Google, ma come capita sempre in questi casi d’improvvisa inaccessibilità di un sito, nel passaparola ansioso di tanti utenti ha dominato un dubbio: è il sito che ha dei problemi, o siamo noi?

Nel caso di Google c’è un punto di riferimento fondamentale per sapere lo stato dei suoi servizi: è la Apps Status Dashboard, che fornisce una tabella delle situazioni dei vari servizi di Google negli ultimi sette giorni. Cliccando su “Meno recente” si può anche andare indietro di circa due mesi.

Per conoscere lo stato di altri servizi di Internet ci sono vari siti: per esempio, si può conoscere lo stato di Hotmail, Outlook, SkyDrive, Messenger e altri servizi di Microsoft andando a https://status.live.com.

Più in generale, se volete sapere se un sito generico di Internet è accessibile o meno e quindi capire se non riuscite a raggiungerlo per colpa di un problema vostro o suo potete usare siti come Isup.me (semplicissimo da usare: si immette il nome del sito e si preme Invio) oppure Isitdownrightnow.com (che offre anche una tabella dello stato dei principali siti della Rete). Se invece siete curiosi di conoscere la situazione generale del traffico in tutta Internet, un ottimo punto di partenza è Internettrafficreport.com.
Invia un commento
I commenti non appaiono subito, devono essere tutti approvati da un moderatore. Lo so, è scomodo, ma è necessario per tenere lontani scocciatori, spammer, troll e stupidi: siate civili e verrete pubblicati qualunque sia la vostra opinione; gli incivili di qualsiasi orientamento non verranno pubblicati, se non per mostrare il loro squallore.
Inviando un commento date il vostro consenso alla sua pubblicazione, qui o altrove.
Maggiori informazioni riguardanti regole e utilizzo dei commenti sono reperibili nella sezione apposita.
NOTA BENE. L'area sottostante per l'invio dei commenti non è contenuta in questa pagina ma è un iframe, cioè una finestra su una pagina di Blogger esterna a questo blog. Ciò significa che dovete assicurarvi che non venga bloccata da estensioni del vostro browser (tipo quelle che eliminano le pubblicità) e/o da altri programmi di protezione antimalware (tipo Kaspersky). Inoltre è necessario che sia permesso accettare i cookie da terze parti (informativa sulla privacy a riguardo).