skip to main | skip to sidebar
0 commenti

Quali sono le password peggiori?

Questo articolo era stato pubblicato inizialmente il 26/04/2013 sul sito della Rete Tre della Radiotelevisione Svizzera, dove attualmente non è più disponibile. Viene ripubblicato qui per mantenerlo a disposizione per la consultazione.

Creare una password efficace e originale non è facile, ma ci sono molti internauti che proprio non ci provano neanche, e questo spiana la strada ai ladri di password. Esaminando i vari furti di password in massa che si sono verificati nel 2012 ai danni di Yahoo, LinkedIn e molti altri siti di spicco è possibile stilare una classifica delle password più comuni, che sono assolutamente da evitare perché sono quelle che gli aspiranti ladri provano per prima cosa proprio perché sanno che moltissimi utenti le adoperano.

Splashdata ha redatto una classifica di questo genere e i risultati sono sconfortanti: al primo posto c’è l’intramontabile parola “password”, seguita da “123456” e da “12345678”. Al quarto posto c’è “abc123”, mentre al quinto si trova “qwerty”. Se avete una delle seguenti password, cambiatela subito:


password
123456
12345678
abc123
qwerty
monkey
letmein
dragon
111111
baseball
iloveyou
trustno1
1234567
sunshine
master
123123
welcome
shadow
ashley
football
jesus
michael
ninja
mustang
password1
Invia un commento
I commenti non appaiono subito, devono essere tutti approvati da un moderatore. Lo so, è scomodo, ma è necessario per tenere lontani scocciatori, spammer, troll e stupidi: siate civili e verrete pubblicati qualunque sia la vostra opinione; gli incivili di qualsiasi orientamento non verranno pubblicati, se non per mostrare il loro squallore.
Inviando un commento date il vostro consenso alla sua pubblicazione, qui o altrove.
Maggiori informazioni riguardanti regole e utilizzo dei commenti sono reperibili nella sezione apposita.
NOTA BENE. L'area sottostante per l'invio dei commenti non è contenuta in questa pagina ma è un iframe, cioè una finestra su una pagina di Blogger esterna a questo blog. Ciò significa che dovete assicurarvi che non venga bloccata da estensioni del vostro browser (tipo quelle che eliminano le pubblicità) e/o da altri programmi di protezione antimalware (tipo Kaspersky). Inoltre è necessario che sia permesso accettare i cookie da terze parti (informativa sulla privacy a riguardo).