skip to main | skip to sidebar
114 commenti

Coglioni



Aggiornamento


Per definire Margherita Hack icona dell'astrofica mondiale proprio il giorno della sua morte ci vogliono proprio dei gran coglioni. Scusate la franchezza, ma quando ci vuole, ci vuole.

L'arrogante giustificazione fornita da Libero è ancora più illuminante: invece di chiedere scusa per l'errore, attaccano chi l'ha segnalato. In soldoni, la giustificazione significa “noi pubblichiamo acriticamente, senza neanche rileggerla, qualunque stronzata arrivi dall'agenzia ADNKronos”. Congratulazioni anche ad ADNKronos, allora, e a tutti quelli che pensano che fare copiaincolla sia giornalismo.

Grazie a @infrid per la segnalazione.
Invia un commento
I commenti non appaiono subito, devono essere tutti approvati da un moderatore. Lo so, è scomodo, ma è necessario per tenere lontani scocciatori, spammer, troll e stupidi: siate civili e verrete pubblicati qualunque sia la vostra opinione; gli incivili di qualsiasi orientamento non verranno pubblicati, se non per mostrare il loro squallore.
Inviando un commento date il vostro consenso alla sua pubblicazione, qui o altrove.
Maggiori informazioni riguardanti regole e utilizzo dei commenti sono reperibili nella sezione apposita.
NOTA BENE. L'area sottostante per l'invio dei commenti non è contenuta in questa pagina ma è un iframe, cioè una finestra su una pagina di Blogger esterna a questo blog. Ciò significa che dovete assicurarvi che non venga bloccata da estensioni del vostro browser (tipo quelle che eliminano le pubblicità) e/o da altri programmi di protezione antimalware (tipo Kaspersky). Inoltre è necessario che sia permesso accettare i cookie da terze parti (informativa sulla privacy a riguardo).
Commenti
Commenti (114)
Ma no, sono solo dei precari sottopagati...
I veri coglioni sono quelli che scrivono i contenuti non i titoli nel CMS.

---Alex
Avevo gia' letto di questa notizia ed ero andata su Libero a verificarla. Effettivamente la notizia c'e', ma come spiegano quelli di Libero qua (http://www.liberoquotidiano.it/news/personaggi/1271127/Morte-Hack--gaffe-sulla--astrofica---Libero-non-c-entra.html) l'articolo è stato importato tramite feed da Adnkronos. Su questa seconda testata non c'e' piu' traccia dell'errore, ma facendo una ricerca di "astrofica" si scopre che dal 1994 hanno usato lo stesso "neologismo" almeno 4 volte (http://www.adnkronos.com/IGN/Search/?q=astrofica&x=-1390&y=-72&site=lang_ita&client=adnkronos_ign7&output=xml_no_dtd&proxystylesheet=adnkronos_frontend&filter=p&getfields=*&num=15&proxyreload=0).
E' così da sabato...
Un sondaggio di pessimo gusto che offende non solo la sua memoria e la sua umanità, ma tutta la sua ricerca. Certo, giornalismo spazzatura, ma indicativo del medioevo culturale in cui è caduto l'Italia.
Err... ho paura a chiedere... ma ti riferisci ai 30 che hanno votato "allegro" o a qualcosa nell'articolo?
Segnalo che sul sito di Libero ieri veniva data questa spiegazione: l'errore sarebbe stato già presente nel lancio d'agenzia (ADNKRONOS), il quale verrebbe pubblicato sul sito così com'è e in modo totalmente automatico.
Non ho elementi per dire se questa spiegazione è verosimile (cosa che comunque dimostrerebbe un certo dilettantismo).
Perché fai dei complimenti a quella pubblicazione (giornale non è)?
Beh è evidentemente un refuso.
Ma l'informatica non aveva debellato questo genere di errori tipografici ? Poi c'è gente che si ostina a ritenere Libero una fonte di informazione. E ancora non lo hanno aggiustato...
Non ho capito se l'epiteto e' riferito ai 30 "allegri" (per non parlare degli "arrabbiati"... perchè? O degli "stupiti"... per cosa??) o alle supremi menti giornalistiche che hanno concepito una siffatta immane vaccata.
Effettivamente è un bel match...
Ah, ho notato dopo l'errore di stOmpa... coglioni... :-)
Se anche fosse una pubblicazione automatica a partire dai feed dell'agenzia (e allora a che mi serve andare su libero?), come mai le uniche occorrenze sono su libero e yahoo notizie?

"You're Doing It Wrong"
Per quanto mi riguarda, l'epiteto è da rivolgere a quel giornale nel suo complesso. L'errore di stompa è un'inezia che fa sorridere.
Del resto scrivere "titolo - a nostro giudizio, per quanto involontario, di una comicità formidabile" è un commento che oltraggia pure il cattivo gusto.
Al di la dello svarione nel titolo, probabilmente dovuto ad un CMS mal programmato/mal usato, e nell'uso dell'apostrofo come accento...

...che cazzo c'è da essere ALLEGRI?
Ah, mi ero perso "astrofica"... sì, hai ragione tu Paolo: sono dei coglioni.
Pensavo l'avessero infamata perché comunista. Sai, da Libero ci si aspetta di tutto.
"La legge riconosce poi la rilevanza sociale del giornalismo e impone, a chi lo eserciti in forma professionale, di iscriversi obbligatoriamente in un Albo dettandone condizioni e modalità; tutto ciò, soprattutto a garanzia della pubblica opinione e del lettore che è il destinatario dell'informazione."

E' scritto qui: http://www.odg.it/content/la-storia

E meno male che questi sono garanti della pubblica opinione e del lettore che è il destinatario dell'informazione. Pensa un po' se non ci fosse questa garanzia!
In un primo momento anch'io ho pensato che il "coglioni" fosse riferito a quelli del sondaggio (sia a quelli che hanno risposto in un certo modo orribile sia, soprattutto, a quelli che il sondaggio l'hanno pensato e messo online).
Poi ho visto l'errore di stOmpa...
A riguardo dell'errore nel titolo so gia' che non sara' l'ultimo e la vera coglionata è proprio il fatto che non lo sara'. Certo, questo errore fa un po' piu' rumore e ferisce di piu' per via della persona, del modo e della circostanza ma se al posto dell'articolo sulla morte della Hack fosse stato "colpito" un articolo di gossip, o di sport, o di economia, sempre di errore si sarebbe trattato. La coglioneria non è l'errore, la coglioneria è l'aver ridotto il giornalismo italiano nello stato in cui si trova.
Percio' ribadisco... mi ha urtato di piu' il sondaggio dove, nel farlo, la coglioneria è volontaria piuttosto che il refuso dove la coglioneria è (spero) involontaria.
Ah, una tiratina d'orecchie anche per il maestrino del Fatto Quotidiano che tra i centomila refusi che compaiono ogni giorno sulla stampa è andato a costrire un articolo solo sull'unico che gli dava la possibilita' di mettere alla berlina un giornale "nemico" e di fare la battutina sulla sua personale ossessione.
Beh, stiamo parlando di "Libero", mica di un giornale serio.

Però condivido l'intero articolo.
Ok, Libero ha soltanto rilanciato un errore di stampa, perché colpevolizzarlo?
Ma se AdKronos avesse scritto "Berlusconi è una capa di gabinetto" anziché "Berlusconi e un capo di gabinetto" lo avrebbero tenuto lì online così a lungo?
Mah...
Forse dovresti fa come faccio e non leggere quella roba lì .....
Continua a sorprendermi che l'Italia sia l'unico paese democratico ove esista un Ordine dei Giornalisti che ha il potere di decidere chi può pubblicare un articolo e chi no, e allo stesso tempo l'unico paese democratico in cui possano accadere cose del genere.
Ciao Paolo,
sbagli quando dici che la spiegazione di Libero sia questa : "noi pubblichiamo acriticamente, senza neanche rileggerla, qualunque stronzata arrivi dall'agenzia ADNKronos”.

E' un semplice "collegamento" che in automatico prende le notizie da Adnkronos. Un po' come tutti i blog fanno uso degli rss, per esempio basta una riga di codice e collegarmi al tuo feed "http://feeds.feedburner.com/Disinformatico " e pubblicare gli articoli in un mio blog. Probabilmente questo accorgimento viene usato per avere notizie "fresche" o per mancanza di personale pronto a poter aggiornare costantemente il sito.

Domenico
Io da loro mi sarei aspettato un "...icona dell'astrologia mondiale".
Su, dai gionalegiornalisti, potevate fare di più...
Cosa aspettarsi da una "pubblicazione" il cui proprietario dichiaro':
"Quando vado sulla tv nazionale in seconda serata mi bastano 5 minuti per sentire qualcosa contro di me: l'altra sera c'era addirittura un'astrologa che mi attaccava. (dal discorso al comizio di Nuoro del 17 gennaio 2009; citato in «Tv di Stato non degna di un paese civile», Corriere della sera, 17 gennaio 2009)
[Berlusconi, Riferendosi all'astrofisica Margherita Hack]
Per correttezza secondo me andrebbe detto che non si tratta di copia e in colla, ma di feed automatico. I redattori di Libero non toccano proprio nulla. Arriva il feed RSS o di altra natura specifica e entra direttamente nel tool redazionale di Libero autopubblicandosi. Non c'è nessuno che fa copia incolla, nessuno che dà il "ok, si stampi". La cosa grave secondo me è non scusarsi e fare gli arroganti. Poi l'errore ripetuto peggiora la situazione....
..sicuramente è un lapsus, sai alcuni c'hanno solo la fiSIca in testa..
Cavolo..
Ci ho messo un po' a capire dove era l'errore.
Io continuavo a leggere "Astrofisica".
La mia mente non voleva credere che davvero potesse essere stato fatto un errore del genere...
:)
Infinity,

ho respinto il tuo commento perché contiene insulti personali.
A dirla tutta, non solo la rettifica è ridicola, ma è anche scritta davvero male. E' farcita di errori ed è composta con una sintassi un po' traballante.
Ma è facile: se loro postano automaticamente articoli di ADNKronos, basta evitare di leggere libero e andare direttamente sul sito dell'agenzia; è intollerabile che quelli di libero non si assumano la responsabilità di quello che scrivono; quello che compare sul loro blog è loro esclusiva responsabilità e come tale se ne assumono le conseguenze
Nella mia innocenza continuavo a leggere la parola astrofiSIca.. poi ho capito. Sono senza parole e Paolo ha solo ragione.
L'articolo di risposta di libero e' peggio della castroneria scritta, un guazzabuglio di parole e personalmente non ho capito un tubo. Facevano una figura migliore chiedendo semplicemente scusa per la superficialità.
Lory,

Arriva il feed RSS o di altra natura specifica e entra direttamente nel tool redazionale di Libero autopubblicandosi.

Dici? Dubito che il sondaggino squallidino l'abbia partorito l'agenzia di stampa.


Non c'è nessuno che fa copia incolla, nessuno che dà il "ok, si stampi".

Appunto. E questo sarebbe giornalismo? Se ADNKronos avesse scritto "Margherita Hack stuprava i bambini" e Libero l'avesse ripubblicato, Libero sarebbe da considerare incolpevole?
Domenico,

E' un semplice "collegamento" che in automatico prende le notizie da Adnkronos

Il sondaggio non ce l'ha messo ADN.

Qualcuno della redazione ha letto l'agenzia e ci ha imbastito su il sondaggio.

Non mi sembra proprio tanto "automatico".
Demetrio,

ho respinto il tuo commento. Niente insulti personali.
Appoggio il tuo commento Paolo.
A mio avviso ..c****** ..lo sono sempre stati, e sempre lo saranno ...al di la' dei refusi.
Giusto per stemperare i toni...se Margherita Hack avesse letto, avrebbe sicuramente detto (col suo inconfondibile accento): "Oh vi ringrazio per il complimento, ma io personalmente 'un mi ritengo così fi'a."

Io, da buon debunker e garantista, terrei il profilo un po' più basso:

che Libero non sia un giornale neanche quantomeno decente, credo sia risaputo ai più. Detto questo, non si tratta di una notizia falsificata ad arte o faziosa, o contenente inesattezze o informazioni errate. Si tratta di un refuso che, di chiunque esso sia, fa al più sorridere (anzi, secondo me la Hack nella sua tagliente ironia toscana avrebbe in qualche modo apprezzato :) ma siccome non la conoscevo personalmente non mi sbilancio). Secondo me si sta facendo tanto rumore per nulla, per due lettere che mancano. Non facciamoci condizionare dal nostro rispetto o simpatia per la scienziata. E' stato un errore veniale, può capitare a tutti.
Per quanto riguarda il sondaggio, compare su ogni articolo del giornale web e basta controllare per accorgersene, evidentemente va in automatico, che si parli di gente che muore o di gattini sull'albero. Anche qui, non ci vedo niente di personale contro la scienziata. Poi si può discutere più o meno del cattivo gusto, ma la Hack non c'entra.
Paolo,

Fermo restando le sacrosante critiche al dilettantismo di quella "testata" e all'arroganza della sua "giustificazione", da una rapida occhiata mi par di capire che quel sondaggio è lo stesso per qualsiasi notizia venga pubblicata. Sarà inserito in automatico anche lui: mi domando se ci sia qualche essere, anche non umano, all'interno della "redazione".

Certo, se ci fosse stato qualcuno che avesse pensato di TOGLIERE quel sondaggio da quella particolare notizia sarebbe stato meglio...

E il fatto che 30 "persone" si siano dichiarate allegre fa venir voglia di auguargli una sorte uguale o peggiore...

... ma questo è un altro discorso.
@ Federico Carraro

Infatti la morte di Margherita Hack è il leit motiv che ha scatenato la figura di palta di Libero, ovvero colto con le mani nel sacco a copia-incollare da ADNKronos, senza nemmeno far la fatica di controllare l'ortografia di quella capra di ADNKronos che ha scritto l'articolo.

Per estensione diventano delle capre pure quelli di Libero.

Che ci vada di mezzo la Hack è solo un caso che potrebbe essere capitato con qualunque "astrofico" di cui avessero scritto due righe. Scoccia che capiti proprio nel giorno della morte dell'astrofisica e che la rettifica sia peggio dello svarione.

Cioè questi qui si giustificano dicendo che il feed di un'agenzia di stampa va *in automatico* nella home page del sito ? Se è così, direi che siamo di fronte alla classica scusa che è peggio del danno. Da domani faccio un giornale anch'io. Redazione ? Macché, RSS a manetta. (Che poi, manco un controllo ortografico ?)

Tutta la vicenda è talmente assurda da portarmi a pensare che l'abbiamo fatto apposta. Considerando la media dei titoli di quel coso lì (chiamarlo giornale mi sembra davvero troppo), non mi stupirei se il titolo fosse stato pensato proprio per "solleticare" il suo pubblico di riferimento.

...


(come cacchio si chiama il sito del coso... libero... no libero giornale... nemmeno ah, ecco liberoquotidiano!)

...


Ok, l'hanno fatto apposta. L'articolo è datato 26 giugno. Oggi siamo al 1° luglio. E ancora quelle due letterine mancano dal titolo.
Paolo, sicuramente il sondaggio cretino è opera di Libero, ma il riempimento della pagina non è detto che sia fatto da una persona che vede a cosa viene associato il sondaggio. Io lavoro in un giornale online e anche noi abbiamo i feed dalle agenzie. Se nel tool di redazione mettiamo un sondaggio e stabiliamo che questo contenuto deve andare a finire nel rullo delle notizie alimentate dal feed, non è che poi stiamo a guardare tutte le varie associazioni. Inoltre, ci capita ogni tanto anche a noi di venire chiamati da qualcuno che cerca di far rettificare le notizie che l'agenzia pubblica sul nostro sito, magari anche di domenica. Diciamo che la prassi è quella di non rispondere in maniera arrogante che la colpa non è nostra, ma anzi, facciamo le dovute correzioni, scusandoci e segnaliamo i problemi all'agenzia, però di fatto...la colpa non è nostra. Tutto questo nell'ipotesi che il sito di Libero funzioni come il sito del giornale dove lavoro io...

Se ADNKronos avesse scritto "Margherita Hack stuprava i bambini" e Libero l'avesse ripubblicato, Libero sarebbe da considerare incolpevole?

Hai perfettamente ragione, eppure non vedo una soluzione facile. Perchè se uno compra il feed da un'agenzia e si mette a stare dietro alle notizie pubblicate in automatico (anche più di una al minuto) impazzisce. Allora per fare giornalismo attento e di qualità non si dovrebbero più comprare le notizie dalle agenzie? Secondo me, il "coglioni" ci sta tutto per la loro reazione, ma a priori magari no, non sarebbe stato giusto.
io capisco i refusi, capisco la fretta che hanno le redazioni per 'chiudere' il giornale (ho lavorato in una redazione di un quotidiano), capisco tutto, ma…

…in questo caso ha proprio ragione paolo: sono dei coglioni.
perché in realtà capisco, capisco, capisco, ma oltre certi limiti non si può proprio andare. questi non sono giornalisti, sono dei semplici passacarte incapaci di leggere* (ecco perché ci sono i refusi).
*incapaci di leggere = analfabeti.
[QUOTE]
Cavolo..
Ci ho messo un po' a capire dove era l'errore.
Io continuavo a leggere "Astrofisica".
La mia mente non voleva credere che davvero potesse essere stato fatto un errore del genere...
[/QUOTE]

Idem.
I veri coglioni sono quelli che leggono Libero e soci...
Il refuso del titolo l'ho visto solo ora e passi ... ma il sondaggio mi ha fatto venir voglia di buttare il monitor del PC contro il muro o in faccia al direttore della testata. Semplicemente squallidi coglioni.
Vedo adesso che lo avete fatto notare lo strafalcione apocalittico :facepalm:



Della serie: Quando si ha in mente solo quello...

Ma scommetto, che Lei, col suo grande umorismo, avrebbe commentato: " Ehhh, magari..."
@Leomax
Ma l'informatica non aveva debellato questo genere di errori tipografici?
Sempre che qualcuno non abbia agiunto "astrofica" nel dizionario ...
@Paolo
Veramente, A dare un'occhiata a Libero, anche i sondaggi sembrano appiccicati lì automaticamente. Certo spacciare un algoritmo di ri-formattazione per giornalismo ...
Ovviamente dire "scusate abbiamo sbagliato" era troppo professionale ovviamente... Il bello è che la "giustificazione" è pure peggio dell'errore. Nel senso se ripubblicano senza nemmeno controllare quello che scrive ADNKronos, paghiamo quest'ultima e chiudiamo libero... no? ;)
Paolo, il "sondaggio" fa parte di un CMS che permette gli utenti di esprimersi su ogni articolo. Quindi non è stato "imbastito" in questa specifica occasione, ma fa parte della struttura della pagina generata automaticamente.

Si può imputare a Libero la leggerezza di ripubblicare in maniera automatica le agenzie di stampa. Tuttavia in questo caso non addebiterei alla malizia quanto si può spiegare con l'incompetenza.

Ovviamente il fatto di avere una buona percentuale di lettori che ritiene un evento simile come "allegro" inquadra piuttosto bene la politica del giornale e il suo valore.
Tra l'altro, nell'articolo originale, si legge: "Ricoverata per problemi cardiaci, Huck non ha voluto".. Huck.. Sembra che a libero non piaccia rileggere quello che scrivono.
Tra l'altro, nell'articolo originale, si legge: "Ricoverata per problemi cardiaci, Huck non ha voluto".. Huck.. Sembra che a libero non piaccia rileggere quello che scrivono.
@lory2k Io non ho mai lavorato in una redazione, ma posso comprendere come i ritmi frenetici dettati dalla necessità di "stare sul pezzo" ed avere sempre una home page aggiornata all'ultimo secondo possano far commettere degli errori.

Quello che non capisco è come sia possibile *il titolo principale della home page* di un quotidiano non venga sottoposto ad attento scrutinio da parte della redazione. La scusa della pubblicazione autoamtica e del flusso "ingestibile" di notizie/ole può valre per la colonnina di destra dove si pubblica solo per avere qualche click in più (Repubblica insegna), ma l'apertura della home... andiamo!
@Paolo

Il sondaggio è una semplice impostazione dell'articolo. Diciamo che fà parte della formattazione, infatti puoi controllare come qualunque notizie abbia quel sondaggio identico sia che si ad opera di Adn sia di Libero. Per esempio su Wordpress si può tranquillamente far apparire in automatico un sondaggio in ogni articolo (basta usare un plugin apposito). La funzionalità è uguale.

Domenico.
@Mr

Non puoi farlo, qui puoi leggere le condizioni d'uso (http://www.adnkronos.com/IGN/RSS/). Libero ha sicuramente un accordo (presumo anche economico) per il feed.

Ti riporto lo stralcio delle condizioni :

"I feed Rss di www.adnkronos.com non possono invece essere resi pubblici, e quindi non possono essere utilizzati per la visualizzazione delle notizie su siti web, blog, sistemi di comunicazione outdoor e qualsiasi altro mezzo o strumento tecnologico che permetta una diffusione pubblica delle informazioni, senza un previo accordo con Adnkronos/Ign."

Domenico
Attenzione comunque a non confondere www.libero.it (sito legato a Wind/Infostrada) con www.liberoquotidiano.it (sito dell'omonimo giornale).

Per quanto entrambi siano propensi a pubblicare bufale e spazzatura varia, sono del tutto indipendenti tra loro.

Nel caso specifico, entrambi hanno pubblicato lo svarione (a conferma dell'origine esterna del titolo incriminato). Su www.libero.it l'articolo è ancora presente con il suo titolo "nsfw" ancora in bella vista.
E' un problema generale, non solo di Libero. Repubblica è un altro giornale che in fatto di svarioni non ha niente da invidiare agli altri quotidiani. Giusto oggi, si parla di contestazione della tassa sul "Gumo elettronico"...
non escluderei sia un "refuso" intenzionale (manca l'intera sillaba) per far aumentare i clic
Secondo me il problema è di chi spera ancora nel giornalismo serio.

Esiste,
ma sbagliate target.

E' inutile continuare a seguire TGCOM e ammenicoli vari, la speranza è vana.

Certo, se chi vi ci scrive sapesse DAVVERO chi era Margherita Hack, probabilmente non lavorerebbe in quelle topaie...

Irritante non è l'errore, perbacco, è umano, ma la testardaggine nel non ammetterlo MAI di queste testate.
Questo è snervante e imperdonabile.
Non l'errore, ma la sabbia che gli viene messa sopra.

Penso senza alcuna modestia che potrei creare un blog di informazione, da solo e in due ore, molto più attendibile e preparato di una testata media italiana.
Senza nemmeno farci troppa fatica.



Replico poi a molti commenti.
Io per aver riportato come il Signor Libero una notizia sono quasi finito in galera, pur avendola riletta.
E io sono un coglione qualunque.

Come mai Libero o chi per lui, sembrerebbe mana del giornalismo, non è capace di ammettere uno strafalcione?
Forse riporta senza rileggere?
Forse non ha i soldi per un dizionario?

In ogni caso è un errore imperdonabile.

Mi meraviglio di chi cerca giustificazioni: non ce ne sono!

A casa l'intera redazione, per una cosa del genere in una testata seria il Direttore si dimetterebbe.

Ma ho detto seria, quindi in Italia scordatevelo.

Invece di invocare le dimissioni di questi beoti, abbiamo perso 64 messaggi di nulla.

Non siete molto diversi da loro.
@Max Slo
Penso senza alcuna modestia che potrei creare un blog di informazione, da solo e in due ore, molto più attendibile e preparato di una testata media italiana. Senza nemmeno farci troppa fatica.

Probabilmente se scrivi 2-3 pezzi al giorno. Sennò scommettiamo che scivoli anche tu verso la qualità di tgcom?
Giusto per dovere di cronaca (o per pura curiosità), tutte le notizie "ULTIMA ORA" di Libero riportano in parentesi la fonte (visibile perfettamente anche nello screen shot proposto da Paolo) e comunque, lo stesso identico "errore" è stato riportato su svariate altre testate online e su alcune è tutt'ora presente:
Tiscali
Yahoo! notizie
Arezzoweb
Scoopsquare
Guidasicilia
Libero24x7 (che non è Libero Quotidiano)
Bologna 2000 ripreso a sua volta da Liquida
e continuando la ricerca tramite google ne vengono fuori ancora a quintalate... però "stranamente" i riflettori sono stati puntati tutti esclusivamente su Libero Quotidiano...

In ogni caso, la notizia non era affatto pubblicata in prima pagina come ha erroneamente affermato qualcuno... e inoltre i sondaggi sono inseriti in automatico su tutti gli articoli di Libero...
proprio il giorno della sua morte

Birbantelli, non dovrebbero commettere delitti di lesa maestà di tale portata :-)

il sondaggio mi ha fatto venir voglia di buttare il monitor del PC contro il muro o in faccia al direttore della testata

Quando ho cliccato "allegro", ho provato a immaginare che reazioni avrei provocato, ma codesta dell'incolpevole monitor non l'avevo pensata :-)
Mi sembra più grave che uno come Paolo Attivissimo scriva così serenamente "coglioni", citando poi Libero, puntando così il dito su dei giornalisti che hanno solo fatto l'errore di essere schierati con una fazione che non piace a qualcuno.

Scrivere "Coglioni" e parlare nell'articolo di Libero, è assolutamente scandaloso. Io di solito non leggo i commenti e potevo benissimo uscire prima di arrivare alla fine della pagina, senza venire a sapere della "VERA" fonte (adnkronos).

Paolo Attivissimo ha subito pensato che la cosa fosse voluta, prendendosela con una testata simpatizzante con i leghisti e pensando che tutti lì dentro ragionino "alla bontempona" solo per questo.

Per coerenza, sarebbe coerente ammettere la colpa e scusarsi. O forse è più conveniente fossilizzarsi sui filoleghisti che hanno sempre e comunque un caratteraccio, oltre che aver torto di esistere?

Anche il non voler ammettere i propri errori è da caratteraccio.
In realtà c'è un altro errore di stampa in quel giornale: Libero.
@dantef e Giovanni pracanica:

Accusare Paolo Attivissimo di prendersela con una data parte politica, solo "perchè ha puntato i riflettori su Libero", è surreale.

Guardate che uno dei giornali più citati, nel blog, per errori, strafalcioni e minchiate varie è "La Repubblica".

Provate a cliccare sul tag "giornalismo spazzatura", se non ci credete.
@dantef:
puntando così il dito su dei giornalisti che hanno solo fatto l'errore di essere schierati con una fazione che non piace a qualcuno

No. E lo dico come uno al quale la fazione opposta a Libero (defunta compresa) fa visceralmente schifo.
Paolo Attivissimo ha puntato il dito su dei "giornalisti" che importano una notizia da un'agenzia senza nemmeno controllare se il *titolo* non contiene errori.
Se leggessi questo blog da più tempo, sapresti che Paolo Attivissimo non è "tifoso" di nessuna parte politica italiana.
Leggo sempre il blog, e quasi sempre mi trovo d'accordo con Attivissimo. Questa volta no. Molti hanno già spiegato che l'origine dell'errore è dell'agenzia ADNKronos. Sia la news che il sondaggio si generano per automatismi delle pagine di Libero, la stessa redazione del giornale lo ha ribadito, in modo certo non arrogante.

Invece mi stupisce sia il titolo ("Coglioni") che l'atteggiamento di Attivissimo, che ignora le spiegazioni o le bolla come arroganti, dimostrando un livore fuori luogo, che mi fa sospettare -mi scuso per il retropensiero- che vi siano ragioni altre, per esempio politiche dietro questo modo di porsi.
uuuh! Dantef, quanti errori in un solo commento:

"..giornalisti che hanno solo fatto l'errore di essere schierati con una fazione che non piace a qualcuno.

CORREZIONE 1) giornalisti? esperti di copia/incolla

CORREZIONE 2) schierati con una fazione? aggiungere "Acriticamente schierati e con la missione di non contraddire mai il pensiero del capo supremo Berlusconi + Maroni/Bossi"

e poi "..una testata simpatizzante con i leghisti"
Dantef, ma sei anche un perfetto disinformato! dimentichi le simpatie per Berlusca e sudditi vari?

e poi "..Paolo Attivissimo ha subito pensato che la cosa fosse voluta"
NO..non solo Paolo, ma anche chiunque unisca
professionalità+buonsenso+correttezza+rispetto

E poi dai, è ovvio che che se l'errore fosse stato su un membro filoleghista o filoberlusconiano, sono certissimo che l'avrebbero corretto e ANZI avrebbero denunciato l'Adkronos come filocomunista!


Dantef, fermati qua, sennò rischi che il titolo di Paolo "Co..i" si estenda anche a te.
@dantef
scusami se mi permetto, ma la colpa di Libero non è solo quella di essersi schierati con la persona sbagliata. La loro colpa è di essere faziosi, di falsificare spudoratamente notizie, e di spostare l'attenzione dell'opinione pubblica dove vogliono loro (non vorrei sbagliarmi, ma quando scoppiò la guerra in Libia tutti i giornali ci diedero le prime pagine e ampi approfondimenti. La prima pagina di Libero parlava invece dello "scandalo" degli acquisti delle case a prezzo ribassato dei piddini. Non mi ricordo se erano proprio queste le notizie, ma insomma era qualcosa del genere, e lo trovo inaccettabile).
Poi, non parliamo degli aberranti editoriali di Camillo Langone che non perde mai occasione di gettare fango su personaggi illustri come Piero Angela in maniera meschina e che ha addirittura gioito per l'incendio (doloso) della Città della scienza di Napoli, colpevole di aver promulgato quella "superstizione ottocentesca" della teoria dell'evoluzionismo
Alla luce di quanto riporta Giovanni Pracanica, ma che ci stanno a fare tutti sti giornali on-line che di fatto sono dei copiaincolla?

Mah...
c'è sempre qualcuno che invece di leggere è pronto a considerare una giusta critica come un'accusa alla sua parte politica.
Non dico quello che penso dei seguaci di SB giusto per non finire in polemica. Ma un po' di senso critico in più a volte non guasterebbe...
@Shorty

"Accusare Paolo Attivissimo di prendersela con una data parte politica, solo "perché ha puntato i riflettori su Libero", è surreale."

Per quanto mi riguarda, non sto affatto accusando Paolo Attivissimo... è il suo blog ed è liberissimo di esprimere ciò che pensa nel modo che più gli aggrada senza dover dar conto a nessuno, ci mancherebbe!...
Io ho solo voluto evidenziare la diffusione di quell'errore un po' dappertutto sul web... e comunque vorrei precisare che non ho alcun interesse nel prendere le difese di Libero o di chicchessia (a prescindere dall'inclinazione politica).


@Stupidocane

"Alla luce di quanto riporta Giovanni Pracanica, ma che ci stanno a fare tutti sti giornali on-line che di fatto sono dei copiaincolla?"

Vabbè dai, non si tratta effettivamente di un copiaincolla, ma di una procedura un po' diversa, come hanno già spiegato altri qui sopra... ADNKRONOS è un'agenzia come ANSA, AGI, ASCA, REUTERS, ecc., a cui attingono praticamente tutte le testate giornalistiche per reperire notizie dell'ultima ora... e quasi sempre si tratta di collegamenti automatici non controllati...
@ Giovanni Pracanica

Riguardo il fatto che non abbia menzionato anche gli altri giornali, molto probabilmente è perché non ha ancora avuto tempo di aggiornare l'articolo.

Riguardo al copi-incolla che non è copia-incolla... beh, ripubblicazione acritica ti suona meglio? Cambia la sostanza, ovvero che tutti questi giornali pubblicano il grosso delle "loro" notizie in automatico tramite le agenzie? Secondo me rimangono comunque dei pirla. :)
@Stupidocane

"beh, ripubblicazione acritica ti suona meglio? Cambia la sostanza, ovvero che tutti questi giornali pubblicano il grosso delle "loro" notizie in automatico tramite le agenzie? Secondo me rimangono comunque dei pirla. :)"

che ne dici di "ripubblicazione anoetica"?... comunque siamo sempre lì... ^_^
@Guido DR
"Non dico quello che penso dei seguaci di SB giusto per non finire in polemica"

Perché? Cos'hai contro l'Antimonio???!!! ^_^
che ne dici di "ripubblicazione anoetica"?...

E sia. Ma piasa! :D
@ Stu

Alla luce di quanto riporta Giovanni Pracanica, ma che ci stanno a fare tutti sti giornali on-line che di fatto sono dei copiaincolla?

Nonostante io voglia sottoscrivere la tua domanda, dato lo spazio e il tempo che tutti questi piccoli quotidiani scemi rubano a tutti noi, la risposta purtroppo la conosco già.

Advertising. Spazio pubblicitario con lettori. Soldini. Sostanzialmente guadagnano quattrini rubandoli alla società sotto forma di meno chiarezza, maggiore fatica a trovare informazioni, rischio di informazioni sbagliate o faziose, rumore di fondo, pubblicità non gradita, spazio on-line (o cartaceo).
@R. Daneel Olivaw:
dimostrando un livore fuori luogo, che mi fa sospettare -mi scuso per il retropensiero- che vi siano ragioni altre, per esempio politiche dietro questo modo di porsi.

Il livore c'è senz'altro, non so se sia o meno fuori luogo. Il mio "retropensiero" mi dice che sia solo dovuto al fatto che la defunta era un'astrofiSIca e Paolo è appassionato di astronomia. Fosse stato uno strafalcione sulla morte di Dario Fo, probabilmente si sarebbe limitato a segnalarlo con ironia senza usare un epiteto così forte. Ma sono solo mie seghe mentali, l'epiteto forte secondo me è meritatissimo.
Ma poi, chissenefrega se l'ha scritto Libero, Repubblica o il Financial Times. E' un titolo con un errore "tipografico" da far venire i brividi e in redazione *non lo correggono apposta*. A chi di voi pensa che questo sia fare seriamente il proprio lavoro spero proprio di non affidare alcun lavoro.

Importa se il giornale è schierato con Berlu, Satana o Dio in persona quando gli viene segnalato un errore e non lo corregono? E pensa, quest'errore si vedeva. Pensate agli errori che non si vedono subito.
@Giovanni
Perché? Cos'hai contro l'Antimonio???!!! ^_^
se vogliamo essere pignoli al cubo il simbolo dell'antimonio è Sb non SB come ho scritto io... (sai da linuxaro per me son due stringhe diverse ;) )
la politica è sempre un argomento delicato, oltretutto che non essendo l'argomento del 3d è pure OT... e quindi meglio sorvolare in toto...
@Domenico: non ho capito, cosa intendi come "non puoi farlo" ? Non puoi pubblicare o non publi "editare" i feed che acquisti ?
>La loro colpa è di essere faziosi, di falsificare spudoratamente notizie, e di spostare l'attenzione dell'opinione pubblica dove vogliono loro

Loro chi? Citami un giornale italiano del quale non si possano dire le stesse cose.
>se vogliamo essere pignoli al cubo il simbolo dell'antimonio è Sb non SB come ho scritto io

Ma che pignoli, è l'ABC :-)
E' un errore comune che miete molte vittime anche fino al secondo quadrimestre del primo anno.
Non l'antimonio, dico, intendo la seconda lettera di un simbolo di un elemento chimico non evidentemente minuscola.
mah. banalmente, mi vien da pensare solo che i coglioni sono sempre in due. stavolta allegramente assortiti fra pseudotestate ripubblicanti senza filtro e agenzie di stompa che più stompa non si può.
@ Guido DR & Martinobri

Cribio! Meno male che non ho scritto Boruro di Zolfo!
^_^
@Martinobri
il case-sensitiveness colpisce anche i giovani jedi che stanno percorrendo la via della purificazione da windows a linux :)
per i quali Cd/cd o Windows/windows/WINDOWS è la stessa cosa, ma non lo è in realtà :)
Paolo, leggo sempre volentieri questo blog ed è la prima volta che commento per dirti che la tua teoria del "sondaggino" è sbagliata. Si tratta infatti di un modulo che viene inserito in automatico in ogni articolo del sito (bastava cliccare due link a caso per capirlo.)

E' giusto indignarsi per certi errori, ma in questo caso se c'è un errore è solamente il mancato controllo di quanto pubblicato da ADN, quindi da condannare ma non da offendere come è stato fatto con il titolo dell'articolo. (Non credo alla Sua spiegazione di "ci vogliono coglioni per publicare un articolo. Era chiaramente un aggettivo, o fortemente interpretabile come tale).

Mi spiace ma a mio parere il titolo è esagerato e rappresenta una ignobile caduta di stile da parte della persona Paolo, non del giornalista. Che in questo caso si è abbassato al livello dei giornalisti che tanto denigra o dei complottisti che ha sempre "pettinato" nonostante gli insulti.

Che peccato.
A mio avviso l'epiteto scelto da Paolo per Libero rimane valido, a prescindere dall'errore nel titolo. Rimane valido soprattutto per il triste sondaggio dell'articolo, "Triste" perché: 1 è stupido 2 dimostra, dato che è stato aggiunto, che qualcuno ha letto il lancio della ADN e ha deciso di non intervenire.
M'immagino le matte risate che si saranno fatti gli arguti redattori di Libero.
@Guido DR
Alcuni jedi erano convinti che passare a LINUX fosse una scorciatoia per i loro obiettivi e che fosse semplice riuscire a tornare alla luce. Essi accettavano l'oscurità di cui si erano circondati come un prezzo da pagare per raggiungere un bene più grande...
^_^
Un bel colpo a quei... coglioni... che pensano tu te la prenda soltanto con la stampa, come dire... (mi fa un po' ridere) di sinistra...
Grande Paolo: 'fatti concreti'

@ Dadaikata
"Mi spiace ma a mio parere il titolo è esagerato e rappresenta una ignobile caduta di stile da parte della persona Paolo, non del giornalista. Che in questo caso si è abbassato al livello dei giornalisti che tanto denigra o dei complottisti che ha sempre "pettinato" nonostante gli insulti. Che peccato."

Dai, adesso non è il caso di esagerare... Paolo Attivissimo, pur essendo una persona di grande cultura ed acume, è pur sempre un essere umano... e come tale può capitare anche a lui di lasciarsi prendere ogni tanto dai sentimenti, dando libero sfogo ai suoi istinti, che nella maggior parte dei casi riesce invece a tenere a bada con grande stile e savoir-faire.
@Giovanni Pracanica
Dai, adesso non è il caso di esagerare... Paolo Attivissimo, pur essendo una persona di grande cultura ed acume, è pur sempre un essere umano... e come tale può capitare anche a lui di lasciarsi prendere ogni tanto dai sentimenti, dando libero sfogo ai suoi istinti, che nella maggior parte dei casi riesce invece a tenere a bada con grande stile e savoir-faire.


E' appunto perchè ho sempre pensato che Paolo fosse e sia tuttora una persona di cultura ed acume che il mio smarrimento era così marcato, se l'avessi reputato un banale blogger di 4° categoria non mi sarei nemmeno soffermato...



Dadaikata, kimba e altri,

la tua teoria del "sondaggino" è sbagliata. Si tratta infatti di un modulo che viene inserito in automatico in ogni articolo del sito (bastava cliccare due link a caso per capirlo.)

Avete ragione: il testo del sondaggio è sempre lo stesso nei vari articoli pubblicati da Liberoquotidiano.it. Chiedo scusa.

dantef,

Paolo Attivissimo ha subito pensato che la cosa fosse voluta, prendendosela con una testata simpatizzante con i leghisti e pensando che tutti lì dentro ragionino "alla bontempona" solo per questo.

Primo: non ho pensato che la cosa fosse voluta. E tu non sai cosa ho pensato, a meno che tu sia telepatico, nel qual caso ho un milione di dollari del Premio Randi da proporti.

Secondo: se pensi che me la sia presa con Liberoquotidiano perché sono simpatizzanti di uno dei tanti club di friggitori d'aria italiani, non hai capito niente di me.

Per cui chiedermi delle scuse per delle cose che ti sei immaginato tu mi sembra un tantinello fuori luogo.
Lory2k,

Allora per fare giornalismo attento e di qualità non si dovrebbero più comprare le notizie dalle agenzie?

No. Si dovrebbe semplicemente rileggere prima di pubblicare. Ma evidentemente non si fa neanche quello.

La cosa mi scandalizza perché se io, giornalista indipendente, pubblico qualcosa col copiaincolla, senza controllarlo, violo la deontologia professionale. Ma testate come Liberoquotidiano pensano che il loro modo di fare sia non solo legittimo, ma sia ancora definibile come giornalismo.
Paolo, ti ripeto: NON fanno copiaincolla. Il feed arriva, si pubblica in automatico e nessuno lo guarda, perchè i giornalisti spesso nemmeno sanno come funziona quel meccanismo. E' un problema del producer web e nemmeno tanto, ma sicuramente non dei giornalisti. Al massimo si può dire che la scelta di acquistare il feed dalla agenzie e vederlo come un prodotto chiavi in mano che non va gestito/manutenuto, non è il massimo. Ma, per farti un esempio, anche dove lavoro io, si fa così. Il fatto che io mi metta a controllare OGNI TANTO quello che viene fuori è un caso. Non mi sento di biasimare nessuno se poi accade che il feed pubblica castronerie. Forse l'unico da biasimare potrebbe essere il direttore o l'editore che fa questa scelta e non pensa alle conseguenze di un servizio che se non monitorato rischia di pubblicare cose che non si voleva pubblicare. Il problema, insomma va spostato. Almeno a mio giudizio.
Ho riletto meglio la tua risposta. Scusami, avevo letto troppo di fretta. Ho capito il tuo punto di vista e lo condivido, specialmente quando fai il paragone tra il giornalista indipendente e chi è stipendiato per scrivere. La sproporzione di giudizio è inaccettabile. Concordo.
Lory2k, il succo del discorso non cambia. Non è il meccanismo ad essere sotto processo, quanto il fatto che chi lo usa vanta credenziali di giornalista. Un giornalista scrive, non pubblica a pappagallo. Se il meccanismo di pubblicare in automatico le notizie d'agenzia è giornalismo, allora io sono un cane rosa con un dente bucato.
@ Stupidocane

Da come dici tu, sembrerebbe però che Libero e tutti gli altri, che pubblicano le news di agenzia in automatico, facciano solo questo, ma invece non è così. Gli spazi dedicati alle notizie dell'ultima ora occupano solitamente una porzione marginale della testata giornalistica... a volte scorrono semplicemente lungo una riga o colonna e se catturano l'interesse del lettore è lui che decide di clickarci sopra per aprire l'intero articolo dedicato... poi se si vuole discutere sui contenuti e sulla qualità di tutti gli altri articoli, è un altro discorso.
Niente, ho disattivato AdBlock e concesso i cookie ma niente... Chrome (aggiornato) non mi fa commentare.

Giovanni Pracanica, capisco il tuo punto di vista. Ma ribadisco anche che pubblicare notizie d'agenzia in automatico non è giornalismo. E' blogging di quart'ordine. Se da un lato posso capire che le redazioni siano striminzite, all'osso, senza giornalisti e quei pochi che ci sono, sono sottopagati. Tutte le giustificazioni che vuoi, davvero.

Rimane comunque il fatto che quello non è giornalismo. Per questo insisto sull'utilità di questi megafoni d'agenzia. Servono per attirare più click? E quanti ne perdono per delle figuracce del genere? Pochi, dici? E che facciamo, lasciamo le cose così come stanno? Non ti viene da dire loro che non stanno facendo giornalismo ma chiacchiericcio tra comari sbagliando pure a riferire? A te sta bene così?

Non hanno i soldi per fare un giornale serio e si mantengono pubblicando in automatico i lanci d'agenzia. Inondano il web con articoli fatti con lo stampino omologando l'informazione anziché dare pluralità. Costringono i lettori a ravanare tra i risultati del motore di ricerca per trovare qualcuno che abbia scritto un articolo di suo pugno. E, quando vengono colti in castagna, si giustificano dicendo che non è colpa loro ma di quell'asino dell'agenzia che ha scritto fica invece di fisica.
Ma che stai a fare lì, allora? Perché racconti di essere un giornalista quando c'è chi lo fa al posto tuo? Perché invece che arrampicarti sugli specchi, non chiedi scusa ai lettori per lo strafalcione? Perché giustificarli?
"E' un problema del producer web e nemmeno tanto, ma sicuramente non dei giornalisti. "

Lory, l'articolo di Paolo se la prende con la testata (Libero ed ADNKronos), non con i giornalisti, che non sono nemmeno citati.
@Paolo Attivissimo e lory2k
"La cosa mi scandalizza perché se io, giornalista indipendente, pubblico qualcosa col copiaincolla, senza controllarlo, violo la deontologia professionale."

Qui però non si tratta di un semplice "copiaincolla" da una catena di sant'antonio o dal giornaletto del fuffaro, bensì da una accreditata agenzia di stampa nazionale... inoltre ribadisco che, quando si tratta di articoli "copiaincollati", Libero (come tanti altri) riporta sempre la fonte... se invece un qualsiasi giornalista (indipendente o stipendiato) fa il copiaincolla di una notizia assolutamente falsa o sbagliata, spacciandola magari per sua, allora sì che in tal caso viola la deontologia professionale... credo... non sono giornalista, quindi potrei sbagliarmi, ma a naso penso che debba funzionare più o meno così...


@Stupidocane

Quello che continui a sostenere sarebbe correttissimo se i quotidiani online si limitassero esclusivamente a pubblicare rilanci di agenzie, ma... anzi, MA questo non è esatto perchè la maggior parte dei contenuti è costituita invece da articoli scritti di loro pugno (o di loro tastiera) da giornalisti in carne ed ossa (spesso con i loro nomi posti in calce agli articoli stessi)... poi se scrivono articoli inutili, inconcludenti, ridicoli, faziosi, falsi, ecc., è tutta un'altra storia, e in tal caso se ne devono assumere tutte le responsabilità (o così almeno dovrebbe essere)...
@ Stupidocane

"Niente, ho disattivato AdBlock e concesso i cookie ma niente... Chrome (aggiornato) non mi fa commentare."

A me Chrome fa commentare perfettamente... la settimana scorsa mi aveva dato qualche problema saltuario con il modulo dei commenti, ma, aggiornando un paio di volte la pagina, riprendeva a funzionare normalmente...
@ Giovanni Capranica

Quello che sostengo lo ritengo giusto nonostante le ottime ragioni che citi. Per un motivo molto semplice: quello non è giornalismo.

Sono ben convinto che ci siano giornalisti bravi che scrivono materialmente gli articoli. Sono altrettanto convinto che questa modalità di passar notizie in automatico dalle agenzie solo per attirare click non serva poi molto.

Non serve al lettore che si ritrova le stesse notizie (errori ortografici compresi) su tutti i quotidiani on-line che si servono della stessa agenzia, che per questo si aggiunga "rumore" (sia mediatico che telematico) riguardo la notizia stessa, che il trafiletto d'agenzia distolga l'attenzione dall'articolo pensato e scritto, che alla lunga non paga il costo (in termini di tempo a leggerlo) del giornale, che ci si lamenta che il giornalismo sia ormai morto/schierato/vattelapesca ed in profonda crisi economica salvo poi pubblicare boiate immani e pure offensive...

Sono d'accordo che i lanci d'agenzia siano fondamentali per poter fare il giornalista. Che lo facciano. Un giornale che vende poco va chiuso come un'azienda che chiude per mancanza di clienti. Se l'escamotage del giornale on-line serve per far tirare avanti la baracca, non lo si fa con la qualità, bensì con il numero. Boiate comprese. Altro che aiuti statali all'editoria: società di capitale! Finito quello, per palese inefficienza dell'apparato redazionale che pubblica notizie mediocri e/o schierate con una parte politica ormai defunta, a casa!

L'informazione deve essere tutelata. Ma per il lettore, non per il giornalista furbetto che si piglia i click sul sito postando lavori non suoi e soprattutto sbagliati.
più che coglioni si è dimostrata ancora una volta una testata di giornalisti da copia-incolla... il che è ancora peggio, facessero almeno i giornali con la carta un po' più morbida così se dovesse per caso mancare la carta igienica o per fare le faccende di casa, sappiamo cosa usare al suo posto...
@ Stupidocane

"Quello che sostengo lo ritengo giusto nonostante le ottime ragioni che citi."

Sei diplomatico in maniera disarmante... ^_^
Va bene, ci sono 30 "allegri", pace all' anima del loro cervello.
Ma santo cielo, 18 "sorpresi""? A 91 anni?
Consiglio a tutti la lettura di "Il Povero Piero", di Achille Campanile.