skip to main | skip to sidebar
48 commenti

Bug crasha Neo/OpenOffice aprendo file ODT commentati di LibreOffice

L'articolo è stato aggiornato dopo la pubblicazione iniziale.

English Abstract
NeoOffice crashes when it opens an ODT file written with LibreOffice if the file contains a comment in a footnote. Comments placed in main text of document don't cause crashes. Workaround: delete the comment from the footnote and/or place it elsewhere.


Appunto tecnico per chi usa NeoOffice e/o LibreOffice: non basta salvare in uno standard ISO come il formato OpenDocument per avere la garanzia di leggibilità. Serve anche che le applicazioni sappiano leggere correttamente i file.

Mi sono imbattuto oggi, durante un lavoro, in un antipatico bug di NeoOffice/OpenOffice: se un file scritto con LibreOffice contiene dei commenti di lavorazione (non note a piè pagina, ma commenti a lato, non visibili in stampa, come quello in giallo che vedete qui accanto), non può essere aperto da NeoOffice/OpenOffice. Li fa crashare entrambi miseramente, sia sotto Windows che sotto OS X.

Rimuovendo i commenti il problema si risolve. Non è un problema di formato OpenDocument 1.0, 1.1 o 1.2 (extended o meno): il crash avviene a prescindere dalla versione di OpenDocument in cui è scritto il file.

Io ho notato che il crash mi succede quando c'è un commento in una nota a piè pagina; i commenti nel corpo del testo non causano problemi. Se volete cimentarvi, ho preparato dei file dimostrativi:

Il bug, a quanto pare, è di NeoOffice/OpenOffice, ma non mi interessa dare colpe. Preferisco segnarmi come risolvere il problema. Già che si sono, lo segnalo qui, così se capita a qualcun altro può evitare di tribolare se invoca San Google.

In sintesi: se aprire un file .ODT vi fa crashare NeoOffice o OpenOffice, provate ad aprire il file con LibreOffice (oppure chiedete a chi l'ha scritto di aprirlo per voi), togliere tutti i commenti e salvarlo.
Invia un commento
I commenti non appaiono subito, devono essere tutti approvati da un moderatore. Lo so, è scomodo, ma è necessario per tenere lontani scocciatori, spammer, troll e stupidi: siate civili e verrete pubblicati qualunque sia la vostra opinione; gli incivili di qualsiasi orientamento non verranno pubblicati, se non per mostrare il loro squallore.
Inviando un commento date il vostro consenso alla sua pubblicazione, qui o altrove.
Maggiori informazioni riguardanti regole e utilizzo dei commenti sono reperibili nella sezione apposita.
NOTA BENE. L'area sottostante per l'invio dei commenti non è contenuta in questa pagina ma è un iframe, cioè una finestra su una pagina di Blogger esterna a questo blog. Ciò significa che dovete assicurarvi che non venga bloccata da estensioni del vostro browser (tipo quelle che eliminano le pubblicità) e/o da altri programmi di protezione antimalware (tipo Kaspersky). Inoltre è necessario che sia permesso accettare i cookie da terze parti (informativa sulla privacy a riguardo).
Commenti
Commenti (48)
Stessa cosa cercando di aprire file excel creati online: LOO segnala "Errore di I/O" e poi crasha
// salva il risultato della ricerca come file excel
// codice commentato per postare qua sul blog
/*
header("Content-Type: application/vnd.ms-excel");
header("Content-Disposition:attachment; filename=XYZ.xls");
header("Content-Description: download file");
*/
Il problema mi si pone solo aprendo il file con LOO e non con ApacheOO, buh ! -_-
Ho aperto il sample file presente nella pagina linkata con OpenOffice 4.0.0 per Windows senza riscontrare alcun problema.
Forse meglio specificare versioni e piattaforme coinvolte.

Bye
Io non riesco a riprodurre il problema usando LibO 4.0.5.2 e AOO 4.0.1 m2 (è una dev) o la 4.0.0 portable sotto Win7 HP 64 bit. Andrebbe segnalato se tu riesci a creare un documento minimo di esempio che produce il crash e che si possa allegare alla segnalazione.
Come mai non utilizzi Libre office? Ha uno sviluppo molto più rapido di open office e con le ultime versione ha diminuito mostruosamente la ram utilizzata e i tempi di attesa.
@eric67
Confermo, per me problema non riproducibile sotto Win con AOO. NeoOffice non ho modo di provarlo.
"Bug crasha..."

però che brutta espressione Paolo! Non è da te! :)
Roberto,

Come mai non utilizzi Libre office?

Io uso Libre. Ma il destinatario del file usa OOO.


Vitriol,

Andrebbe segnalato se tu riesci a creare un documento minimo di esempio

Non so se ne avrò il tempo.
Quando ho dovuto aiutare mia sorella a scrivere una tesi ho trovato OpenOffice talmente inferiore alla concorrenza di Redmond che addirittura sono riusciti a farmi affezionare alla
Ribbon Bar, che prima consideravo il demonio.

Mai più, almeno per i progetti importanti.
@VDBG
Sono affermazioni generiche abbastanza prive di significato. Dovresti specificare in cosa ti sei trovato male, se ti mancava qualche funzionalità, se invece qualche funzionalità si comportava male o in modo diverso da quello da te previsto ecc. Se la lista è lunga almeno le due o tre cose principali :-)
Alimenti è solo una cosa butta lì che non serve a nessuno.
vdbg sappi che esistono file che ogni tanto excell salva non correttamente e si automanda in crash. (versione 2003 aka XP) Pero' OOO apre benissimo. Con 2007 non li apri.
Non parliamo poi del fatto che ogni tanto chiede i dischetti, molto utile come richiesta se avete fatto una distribuzione con le policy da win server.

O quando la versione superultra (la mia) che costa il doppio di un PC medio vi fa notare che siete un ladro dopo aver sborsato 1200 eurini. ti tocca disinstallare TUTTO e reinstallare: una giornata persa.

Caz ci sto lavorando non sto pettinando le bambole o smacchiando leopardi e tu cosi' improvvisamente mi dici per l'ennesima volta che non ho una licenza originale? ma io prendo tutta la scatola e vado a redmond ad infilare gli 8 CD dove dico io!!!!

Questo per dire solo 3 delle migliaia di cose fastidiose di M$ufficio. Non che OOO non ne abbia ma visto che 3/4 dei problemi rigadano l'install o la licenza almeno quelli li leviamo.

Quindi per me sui miei pc OOO tutta la vita e incidentalmente LOO sui pc con ubuntu perche' lo ritrovo gia' installato. Anche se sinceramente preferisco il primo.
mazzucco ha messo in rete il documentario di 5 ore sull'11 settembre, qualcuno che lo smonta?
mazzucco ha messo in rete il documentario di 5 ore sull'11 settembre

Appena finisco "Siberiade" di Konchalovsky me lo guardo. Promesso.
Andrea,

mazzucco ha messo in rete il documentario di 5 ore sull'11 settembre, qualcuno che lo smonta?

A parte l'off topic epico, ho una domanda: chi di noi se la sente di spendere cinque ore a vedere l'ennesimo polpettone complottista sull'11/9?

Sembra che Mazzucco voglia prenderci per sfinimento. Santo cielo, un documentario di cinque ore è accanimento puro. Da terapia forzata in stile Arancia Meccanica.

In sintesi: grazie, no, ho già dato e se ho cinque ore di tempo sicuramente non le spendo guardando un video di Mazzucco. Se qualcun altro vuole cimentarsi, gli cedo volentieri il posto.
Mi sono trovato a lavorare con LibreOffice - su Ubuntu Linux - su una serie di testi scritti con Microsoft Office e salvati in .doc. Tutto procede per il meglio... fino a quando uno dei documenti non si rifiuta di aprirsi (o, forse: che LibreOffice non rifiuta di aprire uno dei documenti; per quanto la prima ipotesi mi sembri la più sensata). Non avendo modo di farmi mandare altre versioni in tempi utili, cerco di aggirare il problema ricorrendo a Google Docs per aprire ed salvare nuovamente il file in mio possesso: evviva! Esportato in .odt, il ribaldo si lascia docilmente caricare con LibreOffice, da cui posso finalmente creare una nuova versione .doc, che questa volta funziona senza intoppi.

Ecco. Tutto questo per suggerire che anche in questo caso, forse, l'esportazione attraverso Google Docs potrebbe essere un metodo comodo, rapido, sufficientemente indolore e, soprattutto, a portata di mano per recuperare file, commenti, capra, cavoli e tutto.
@VDBG

per una tesi infatti e' forse piu' indicato latex che un qualsiasi editor WYSIWYG. Se non fosse che il mondo aziendale ormai vede questi prodotti come la panacea di tutti i mali latex sarebbe adatto anche in altri ambienti.
viva i fork visto che LibreOffice non ne è affetto ;)
Meno male che sono passato a Libre su tutti i miei computers, a volte scrivo più commenti che testo :-)
Per me invece è stato l'opposto: LO mi ha sempre dato problemi, OO liscio come l'olio. Nel caso specifico, mi piacerebbe poter fare qualche prova, qualcuno ha un documento "bacato" da passarmi?

Onestamente però, se ho internet a disposizione, mi sto convertendo a Google Docs... mi manca solo una soluzione per il tablet nel caso in cui non ci sia la wifi...
Mi si perdoni la mia pervicacia nel rimanere OT, ma da quanto si legge in giro sembra che questa ultima fatica di MM sia davvero l'ultima, quella definitiva, quella con cui sembrerebbe voler chiudere il capitolo 11 settembre. Ci sarà qualcosa di nuovo? Di inusitato? Prove schiaccianti appena scoperte che invalidano tutti i rapporti e le relazioni sui fatti di quel giorno? Beh... a giudicare dall'indice di questa "Corazzata Potëmkin+Ben Hur+Topo Gigio" del complottismo sembrerebbe di no. La solita sfilza di argomenti triti e ritriti sui quali il complottismo undicisettembrino è rimato arenato per anni, ci è morto, si è decomposto, ricoperto da strati di indifferenza sempre crescente, fino a che si è consolidato il terreno sul quale è stato eretto un enorme e pomposo monumento alla stupidità umana: una statua di MM con i tre DVD in mano mentre sillaba la parola "sicumera".

Chissà. Magari dopo aver schiaffeggiato la realtà dei fatti per l'ennesima volta, smetterà e tornerà a parlare di terre cave, sciachimismo, ufi... roba da "Mistero", insomma. Già mi prefiguro il suo prossimo documentario di 7 ore sui cerchi nel grano.

Maaa, OT per OT, saltando di palo in frasca... il nostro "amico" baffuto? Quello che doveva presentare querele a destra ed a manca? Ed il suo amico giudice che doveva denunciare gli USA al tribunale dell'Aia?
@paolo attivissimo
dove avrei dovuto scriverlo? sui post datati che nessuno avrebbe calcolato? perdonate l'OT
che fai adesso sul più bello lasci perdere? mi sembravi così convinto della veridicità della teoria al qaeda e bin laden, dei 19 terroristi armati di taglierini
il doc dura 5 ore perchè racchiude tutti i particolari dell'11 settembre, e pone delle domande ben precise alla fine di ogni sezione. se un debunker a livello internazionale, cacciatore di bufale come te si rifiuta di guardarlo, dopo aver toppato completamente l'ultimo dibattito, facendo la figura del bugiardo, uno due domandine se le fa. ( su questo puoi smentirmi quando vuoi pubblicando la pagina del libro in cui si trova la legge fisica che conferma il cedimento strutturale)

non basta studiare comunicazione per cambiare la realtà paolo, ci stai provando
Fatta una prova con Word 2010, scaricato il documento di test, segnala che il documento è corrotto, ma gli si dice di provare a recupare i dati lo carica correttamente ...
Ho creato dei file demo. Se vi interessano, sono linkati nell'articolo.
Andrea,

se un debunker a livello internazionale, cacciatore di bufale come te si rifiuta di guardarlo, dopo aver toppato completamente l'ultimo dibattito, facendo la figura del bugiardo, uno due domandine se le fa.

1. Datti una calmata.

2. Fatti una domandina: non è che magari mi rifiuto di guardarlo semplicemente perché l'argomento mi ha stufato e trovo i video ossessivi di Mazzucco di una noia mortale oltre che stracolmi di stupidaggini tecniche?


( su questo puoi smentirmi quando vuoi pubblicando la pagina del libro in cui si trova la legge fisica che conferma il cedimento strutturale)

Se pensi che ci sia da qualche parte una paginetta di un libro che sostituisca anni di studi di ingegneria strutturale, non hai capito nemmeno le basi dell'argomento.

Hai dei problemi con questa cosa dell'11/9? Ancora, dopo dodici anni? Vai da un ingegnere strutturista e fatti fare lo spiegone. Preparati: ci vorrà qualche ora. Meglio ancora, iscriviti a ingegneria, studia strutture e capirai l'assurdità della tua richiesta e delle tesi alternative. E scoprirai che stranamente quando ti laurei in strutturistica non arrivano in Men in Black a dirti "sul WTC stia zitto che è meglio" :-)
Uso Libre Office (e prima, Open Office) sia a casa che in ufficio, per scrivere documentazione tecnica, corredata da tabelle, figure e indici di revisione. Funziona tutto a meraviglia.
Lo uso anche per fogli di calcolo (spreadsheet), ma ci faccio solo cose basiche.

Sul portatile dell'ufficio ho anche MS Office 2003: per molti mesi Word crashava immancabilmente appena provavo a scrivere anche una sola lettera in un qualunque file. Ho dovuto aspettare circa un anno, fino all'uscita del service pack, perché Word smettesse di crashare.
dove avrei dovuto scriverlo? sui post datati che nessuno avrebbe calcolato? perdonate l'OT

No. Se commenti un post vecchio, nella colonna in basso a destra ci sono gli "Ultimi articoli commentati". Se avessi commentato su un post sull'11 settembre sarebbe tornato in cima. Tieni comunque conto che è attiva la moderazione, quindi Paolo, e chi per lui, legge tutti i commenti prima di postarli.

che fai adesso sul più bello lasci perdere?

Sul più bello? 5 ore di documentario dove i punti di cui parla sono già stati dibattuti per anni e si è arrivati comunque ad un punto morto, dato che sono ancora le stesse domande di 10 anni fa? Ancora con il "presunto volo" sparito al Pentagono e lo "strano foro" sulla sua facciata? Dopo 12 anni? Sul più bello... tzè.

mi sembravi così convinto della veridicità della teoria al qaeda e bin laden, dei 19 terroristi armati di taglierini
il doc dura 5 ore perchè racchiude tutti i particolari dell'11 settembre, e pone delle domande ben precise alla fine di ogni sezione.


Alle quali è già stata esauriente risposta. Anni fa. Reiteratamente. Con prove. Con interviste a chi c'era quel giorno. Con filmati non taroccati. Con foto non ritoccate. Con sopralluoghi di persona. Ma nulla... dopo 12 anni ancora a fare le stesse domande. Vi degnaste di ascoltare le risposte ogni tanto... se ancora confondi la realtà con la teoria, poi... beh, c'è poco da discutere.

se un debunker a livello internazionale, cacciatore di bufale come te si rifiuta di guardarlo, dopo aver toppato completamente l'ultimo dibattito, facendo la figura del bugiardo, uno due domandine se le fa.

E fatti ste domande. Ma ricordati anche di risponderti ogni tanto. Se il lavoro di Attivissimo non lo ritieni all'altezza, troppo di parte o semplicemente inadeguato, mettiti a fare le domande giuste alle persone giuste. Fatti una tua indagine personale anziché prendere per buona quella di un tizio che crede allo sciachimismo ed alla terra cava. Fatti una tua idea anziché accettare acriticamente tutto ciò che conferma i tuoi sospetti. Non è così che si scopre la verità. Non è adattandola ai propri preconcetti che si fanno scoperte. Ti sei mai chiesto come mai in tutti questi lunghi anni nessuno, ripeto, nessuno ed anzi, lo ribadisco, nessuno, abbia avuto la possibilità di denunciare tutti questi "fatti" sull'11 settembre ad un tribunale internazionale? Dove vanno a finire le prove raccolte in 5 ore di filmato davanti ad un giudice?
Perché nessuno ha mai fatto nulla per trovare il bandolo della matassa tra aerei olografici, missili camuffati da aerei, voli fantasma, passeggeri volatilizzati, demolizioni nanotermitiche, pali della luce divelti appositamente, migliaia di ebrei salvati da un sms ed altre migliaia di teorie come queste? Te lo devo dire o ci arrivi da solo? No? Beh, perché non sono provate. Mazzucco stesso è uno che "fa solo domande". Non si preoccupa di ascoltare le risposte tanto meno di verificare ciò che sostiene. E' stato beccato più e più volte a prendere per buone foto ritoccate e filmati sgranati per sostenere le sue tesi. Quando non era lui stesso a taroccare foto e filmati. Ha mai fatto una pence? No. Dritto per la strada del "è tutto un complotto!" Ma se ti è appena stato mostrato che il video o la foto che utilizzi a sostegno della tua tesi è fasulla, come puoi non ritrattare e dire che è stata una svista? No. Lui la prende per buona.

Come puoi solo lontanamente avere fiducia di un personaggio che dalla sua ha solo una gran voglia di rimestare nel torbido sperando di vendere qualche DVD?

( su questo puoi smentirmi quando vuoi pubblicando la pagina del libro in cui si trova la legge fisica che conferma il cedimento strutturale)

Bene. Per lo stesso motivo tu trovami la pagina del libro dove dice che non è possibile. Dovresti averla dato che sei così sicuro.

non basta studiare comunicazione per cambiare la realtà paolo, ci stai provando

Bella questa. Detta ad uno che ha mosso il sedere e si è informato di prima persona sull'accaduto portando come contraltare uno che invece ha postato vari video su Youtube cercando di "demolire" (naturalmente a parole) il suddetto debunker, non mi sembra pertinente. E' comunque interessante. Spero ti renda conto che hai invertito le parti. Se c'è uno che bercia al vento è proprio quello che "fa solo domande". L'altro ha già dato le risposte. Non vanno bene? Pazienza. I preconcetti non si piegano comunque alla realtà dei fatti.

Prova a girare la stessa frase a Mazzucco e poi vieni a dirci come la prende. Se sei un vero dubbioso dovresti nutrire dubbi anche su MM. Prova a domandarti se la stessa frase non potrebbe attagliarsi alla perfezione a lui, invece che ad Attivissimo. E nel caso ti interessi sapere la risposta, vai a postarla su LC. Ti dico che succederà? Sarai etichettato come spia al servizio dei potentati, sarai deriso e bannato dal forum. Eppure avevi fatto solo una considerazione innocente, no? Che c'è di male? Siete tra amici e tra amici si può dire questo ed altro. Prova e poi dicci come va a finire.
@Paolo Attivissimo

Ho provato i tuoi documenti di test su Apache OpenOffice 3.4.1, 4.0.0 e 4.0.1 dev sotto Win7 e non riscontro alcun problema. Ho la prova :-)

http://i.imgur.com/9V1JYht.png

Quindi secondo me la versione Win in questo frangente è OK. Non ho un accesso a Mac, quindi non posso verificare oltre. E' possibile che sia un problema solo della versione Mac (le versioni Mac di AOO e LibO in genere sono più sfortunate...). NeoOffice poi è un mondo a parte, e proprio non saprei dire.

"( su questo puoi smentirmi quando vuoi pubblicando la pagina del libro in cui si trova la legge fisica che conferma il cedimento strutturale)"

Andrea,
tu invece sai indicarmi la pagina del libro in cui si trova la legge fisica che conferma la demolizione controllata?
Perché immagino che tale legge esista e tu la conosca alla perfezione, viste le tue granitiche certezze.
Confermo che il file viene aperto correttamente con l'ultima versione di Openoffice (la 4.0.0)
Probabilmente il bug è stato corretto nel frattempo.
O magari il bug si verifica solo in certe combinaizoni di OS/Java/versione del programma. Non mi stupirebbe, non è la prima volta che mi capita.

Se invece Word preinstallato crasha periodicamente beh, basta installarlo di nuovo. Si, anche se è preinstallato si può.
@ contekloffo

FLICK!
@stupidocane
quindi mazzucco se vende dei dvd è un mercenario, se attivissimo vende i suoi libri, condannando chi lucra sugli avvenimenti, è tutto regolare. qualcuno è così illuminato da potermi spiegare questa incongruenza?

quindi paolo, se come dici tu : "Se pensi che ci sia da qualche parte una paginetta di un libro che sostituisca anni di studi di ingegneria strutturale, non hai capito nemmeno le basi dell'argomento"
stai ammettendo di aver mentito spudoratamente nel dibattito di luglio.
tu hai affermato che il tutto è da spiegarsi con il concetto generale di collasso progressivo, e che la risposta era nel libro " why buildings fall down"


non sono ovviamente dell'idea che una pagina possa sostituire anni di studi, e qui rispondo anche @contekofflo, questa è semplicemente una tua illazione(paolo) per tirare conclusioni a casaccio su di me, e spostare l'argomento dai dati incontrovertibili, quelli sì dati da anni di studi ,che confermano che l'unica maniera possibile del crollo delle torri e del wtc7 è stata la demolizione controllata. se non sei d'accordo ti invito come sopra ad andarti a vedere il documentario e rispondere alle domande che pone, altrimenti dovrai chiamarti fuori da qualsiasi cosa riguardi l'11 settembre e dire : "NON LO SO, NON SONO INFORMATO", oppure "hai ragione, non ho una spiegazione sui crolli" (e stendo un velo su tutto il resto).
è inutile che mandi le persone dai tecnici, tu ti sei occupato della questione per 8 anni, ci hai messo la faccia, sarai andato dai tecnici altrimenti vuol dire che hai parlato a sproposito. queste risposte dici di averle, pubblicale! se non lo fai ammetti automaticamente di non averle. inoltre questo rappresenta una grande occasione per te, per sbugiardare i complottisti una volta per tutte. se proprio vogliamo parlare di tecnici, lil doc si rifà interamente a rapporti tecnici verificati da cima a fondo, e non ci vuole una bibbia per esporre i principi fisici, legati al caso specifico dell'11 settembre. quindi a meno che tu non voglia dire che i dati tecnici del documentario sono falsi, dovrai ancora una volta ammettere che hai torto, e che hai mentito (in buona o malafede) perchè quei rapporti dimostrano che quello che hai esposto per anni nelle tue conferenze a centinaia di persone per volta, e pubblicato in maniera regolare su internet sono grosse bugie

inoltre, non per mettere il dito nella piaga, ma nel dibattito tu hai anche affermato: "chi l'ha detto che i cellulari non prendono in quota?
i piloti degli alianti usano regolarmente i cellulari, e "ogni tanto i piloti di linea si trovano con i cellulari che squillano in quota di crociera"
cosa hai da dire su questo?
queste risposte dici di averle, pubblicale!

Già fatto
http://undicisettembre.blogspot.it/
>cosa hai da dire su questo?

Paolo non so, io ho da dire che è meglio se ti sposti su uno dei tanti thread che parlano dell'argomento.
Non sarebbe il caso che "il Destinatario" iniziasse ad usare LibreOffice?

La gente quanto tempo pensa ancora che OpenOffice venga mantenuto/sviluppato/corretto da Oracle?
Personalmente penso che OpenOffice sia morto (e con lui tanti altri bei software) dal giorno in cui Oracle è diventata padrona di Sun!

Anche Oracle dovrebbe fregiarsi della famosa EEE, Embrace-Extend-and-Extinguish (http://it.wikipedia.org/wiki/Abbraccia,_estendi_ed_estingui) di Microsoft :-\
Andrea Parri, se ti va raccogliamo l'invito di martinobri e spostiamoci su un thread IT. A te scegliere quale tra i tanti che trovi. Nella colonna a destra, tra gli Ultimi articoli aggiornati, c'è "Scoperta “ufficiale” di esplosivo nelle Torri Gemelle: vecchia bufala made in Iran".

Posta lì che continuiamo. Per correttezza verso gli utenti, se non altro. Credo però che saremo solo io e te. Non credo che Paolo abbia ancora voglia di rispondere a quesiti a cui ha già risposto. Io non sono un esperto di 11 settembre, lo dico già da adesso, ma vorrei comunque fare due chiacchiere con te.

In caso volessi continuare ad andare OT, credo che il padrone di casa agevolerà i tuoi prossimi interventi nel limbo dei "non pubblicati".
Pgc,

Lo so, "bug crasha" non è felicissimo come italiano ma è conciso. Questo post doveva essere un semplice appunto pubblico, ma sta crescendo...
Andrea Parri,

vedo che vuoi fare polemica personale. Mi spiace, ma è un giochetto che mi ha tediato. Lascia perdere; tanto non funziona. Datti una calmata e non fare il solito complottista astioso.


Rispondo solo su un punto tecnico che hai sollevato: sì, i cellulari prendono in quota. Ho conferme personali di piloti di linea e piloti di alianti italiani ed esteri. Specialmente quelli analogici (ETACS in Italia, per esempio), simili a quelli presenti nel 2001 in USA, avevano portate notevolissime.

Col digitale, a causa del multiplexing e di altri fattori, questo è molto più difficile (per esempio, c'è un limite fisico di distanza oltre il quale il segnale 'è ma si perde il sync, e c'è un limite di velocità che ha effetti analoghi), ma è ancora possibile in casi limitati.

In ogni caso, con riferimento all'11/9, vai a controllare le quote alle quali si trovavano i passeggeri quando hanno effettuato le pochissime chiamate cellulari (le altre provenivano dai telefoni di bordo).

Poi fatti una domanda: visto che c'erano gli Airfone a bordo, che senso avrebbe avuto, nell'ottica di un complotto, falsificare le telefonate e dire che provenivano da un cellulare se era impossibile?

La tua tesi (che è anche quella di Mazzucco) non sta in piedi. Non solo per questioni tecniche, ma perché produce una serie di conclusioni assurde.

Detto questo, se vuoi discutere, questo non è il thread giusto. Trova un articolo sull'11/9 e scrivi lì.
@Carlo Zappacosta

OpenOffice adesso è sviluppato da Apache Foundation, che non sono propriamente gli ultimi arrivati. Non è morto, è da poco uscita la versione 4 con grossi contributi di codice da parte di IBM, e a fine mese arriverà ma versione di mantenimento 4.0.1 con tantissime correzioni.
Non è un software perfetto, non lo mai stato neppure sotto Sun e Oracle, però ha ritrovato una sua sistemazione e uno sviluppo abbastanza rigoroso, a differenza di quello di LibreOffice che appare piuttosto caotico.
Comunque vedremo come andranno le cose, sono entrambi vivi e vegeti e divergeranno sempre di più col passare del tempo. Quindi gli utenti avranno due alternative meglio definite e credo che potranno scegliere meglio di adesso.
@VITRIOL

Son passati un paio d'anni, ma ecco i problemi che mi ricordo:
-inserimento numero pagine macchinoso e limitato (non potevo far partire la numerazione da un numero arbitrario, ad esempio, o iniziavo da 0 o nisba)
-gestione delle note a pié di pagina poco immediata
-impossibilità o comunque difficoltà ad inserire un'intestazione in cima alla pagina
(-correttore ortografico meno efficace. Tra parentesi perché non ricordo bene questo particolare)
-Diversa interpretazione di dimensioni e spaziature in font presenti in entrambi i software.
Questo di per sé potrebbe essere un problema di MSOffice tanto quanto di OO, ma se ti proponi come alternativa al programma che è pressoché standard nel settore, forse è il caso che sia tu ad adeguarti alla sua formattazione, altrimenti al cambio di software va reimpaginato ogni volta il testo; non è di certo pratico.

E infine una generale, distribuita inferiorità dell'interfaccia stile "office2003" rispetto alla Ribbon Bar.
L'ho già detto, io all'inizio la detestavo, ma poi, nell'uso simultaneo di entrambe le UI, mi sono resoconto che quella vecchia (cioè quella che usa OO) richiede sistematicamente più click per fare le stesse cose, e sparpaglia comandi in decine di sottomenu molto più dispersivi rispetto all'organizzazione per funzioni della Ribbon.


Ora sui due pc che uso ho OO perché non ho necessità particolari (anche se ogni tanto publisher e i suoi template mi tornerebbero utili), perché è più economico di comprarmi una licenza ed è più semplice che mettermi a cercare download puliti e smanettare con crack e OGA, ma appena avessi bisogno di scrivere qualcosa in maniera professionale, ci penserei due volte prima di farlo con OO.
@VDBG

Vedi, hai elencato delle cose che possono essere considerate come aspetti poco intuitivi, o come difficoltà o lentezza a ottenere il risultato che si ha in mente. Spesso è un concorso di colpa tra il software e la poca dimestichezza dell'utente. In generale AOO e LibO non sono dei cloni di MS Office, e richiedono un loro modo di lavorare. Come in tutte le cose c'è una curva di apprendimento.
L'unica cosa che hai detto esplicitamente che è impossibile da fare (iniziare un documento con un numero di pagina a piacere) non è vero che è impossibile da fare :-)
Detto questo, è comunque vero che sono software assolutamente perfettibili, e ogni miglioramento è sempre bene accetto.
PS
Per quanto riguarda Ribbon in AOO non si farà mai. Dalla versione 4 è presente una sidebar nascondibile che, tra le altre cose, integra anche un pannello con comandi sensibili al contesto. E' derivata da codice IBM Lotus Symphony e aumenta l'accessibilità ai comandi riducendo l'uso di menù, toolbar e finestre di dialogo sopra il documento.
La sta implementando anche LibO, ed è già presente nelle ultime versioni attivando le funzionalità sperimentali.
@stupidocane
mi sono spostato nel post "11 settembre, dibattito domani sera Viareggio; attori di fantascienza a Montecatini"
mi scuso di nuovo per l'OT, spero di ritrovarti là
Paolo, solo un appunto:
"strutturistica" non si può proprio leggere! :-)
Ingegneria civile indirizzo strutture sarebbe la dizione corretta, e la possiamo abbreviare in ing. strutturale. Ma strutturistica è orribile!
(ovviamente sono uno "strutturistico" :-) )
Ionti,

"strutturistica" non si può proprio leggere! :-)
Ingegneria civile indirizzo strutture sarebbe la dizione corretta


Ero di fretta (la mia pazienza con i complottisti è molto, molto limitata) e il termine esatto non mi veniva. Grazie della correzione.
Chiedo una cosa, visto che vedo gente esperta di *OO, fra cui VITRIOL: quale fra AOO e LOO è migliore per l'apertura e interoperabilità con i file doc e docx e in generale i microsoft?Grazie
@Max Senesi

Non si può dire in assoluto, perché magari AOO supporta meglio documenti con certe caratteristiche rispetto a LibO, o viceversa.
L'unico dato oggettivo è che LibO permette anche il salvataggio nei formati OOXML (es. docx e xlsx), mentre in AOO sono supportati solo in apertura. Invece i formati binari (es. doc e xls) sono supportati sia in apertura che in salvataggio da entrambi.
Cosa che vale per tutti e due, io consiglio di lavorare sempre su documenti salvati nei formati nativi ODF, e se è necessario esportare in formati estranei solo alla fine del lavoro per distribuire il documento. Se si continua a aprire, modificare e risalavare documenti in formato estraneo aumentano le probabilità di introdurre problemi di compatibilità.
Paolo A. : E' software libero. Chiunque può metterci le mani e risolverlo o pagare qualcuno per risolverlo."

Paolo (in un altro topic, un po' più vecchio) si esprime più volte così.

Scusate, non sono un esperto di open source, sebbene ne faccia grande uso, ma E' VERAMENTE COSI'? A me i prodotti open source mi sembrano prodotti da aziende come le altre, solo che in questo caso i profitti - in genere inferiori, credo - derivano da un modello commerciale diverso. Non sono al corrente, ma mi potrei sbagliare, di casi in cui qualcuno venga "pagato" per risolvere un bug o che qualcuno, esterno, ci metta realmente le mani. Anche perchè il meccanismo delle revisioni mi sembra comunque molto strutturato.

Non sto negando gli innegabili vantaggi del software open source, anche se trovo che l'innovazione reale sia trainata soprattutto (non sempre!) dal s/w commerciale (parlo di prodotti complessi e di larga diffusione, come sistemi operativi, spreadsheet, sistemi operativi, etc., non di prodotti di nicchia). Sto solo domandandomi se il concetto espresso da Paolo sia vero nella realtà dei fatti.

saluti,