skip to main | skip to sidebar
0 commenti

Cercate in Rete Grand Theft Auto V? Troverete virus e truffe cellulari

Questo articolo era stato pubblicato inizialmente il 06/09/2013 sul sito della Rete Tre della Radiotelevisione Svizzera, dove attualmente non è più disponibile. Viene ripubblicato qui per mantenerlo a disposizione per la consultazione.

Sta per uscire Grand Theft Auto V, la nuova versione del popolarissimo e controverso videogioco, ma molti appassionati stanno andando a caccia delle copie pirata che spesso compaiono in Rete prima del rilascio ufficiale dei giochi.

Ma attenzione: se siete fra questi cercatori di primizie, potreste trovarvi a scaricare un virus al posto del gioco e farvi togliere soldi dalla bolletta del telefono cellulare.

I truffatori della Rete, infatti, approfittano regolarmente della golosità dei giocatori (e della loro voglia di violare la legge, visto che scaricare software commerciale è reato) e anche stavolta hanno teso la trappola.

Chi trova in giro sui circuiti di scambio dei file che dicono di essere copie pirata di GTA V rischia di scaricare in realtà un programma-truffa, che mostra schermate prese dal gioco e infine chiede di compilare un sondaggio, al termine del quale bisogna mandare un SMS a uno specifico numero per “autenticarsi”. Ma il numero è uno shortcode, ossia uno di quelli usati per fare pagamenti tramite la bolletta cellulare, per cui chi abbocca si trova abbonato a un servizio che gli addebita un euro al giorno fino al momento in cui se ne accorge e riesce a disattivarlo.

Il malware che si spaccia per GTA V è particolarmente furbo: invita a chiamare un numero che varia in base al paese in cui si trova l'utente, per cui funziona in molti paesi. Come se non bastasse, il programma scaricato contiene un gioco vero (The Cave): ma è un cavallo di Troia, nel senso che insieme al gioco viene installato un malware, denominato Trojan.GenericKDV.1134859, che ruba informazioni personali, altera il funzionamento del computer e lo mette al servizio dei criminali per altri attacchi informatici.

La soluzione è semplice: evitate il software pirata e in generale tutte le offerte troppo allettanti per essere vere; non mandate SMS a numeri abbreviati senza averli prima verificati; e usate un buon antivirus per evitare di infettare il computer e per disinfestarlo se siete stati imprudenti.
Invia un commento
I commenti non appaiono subito, devono essere tutti approvati da un moderatore. Lo so, è scomodo, ma è necessario per tenere lontani scocciatori, spammer, troll e stupidi: siate civili e verrete pubblicati qualunque sia la vostra opinione; gli incivili di qualsiasi orientamento non verranno pubblicati, se non per mostrare il loro squallore.
Inviando un commento date il vostro consenso alla sua pubblicazione, qui o altrove.
Maggiori informazioni riguardanti regole e utilizzo dei commenti sono reperibili nella sezione apposita.
NOTA BENE. L'area sottostante per l'invio dei commenti non è contenuta in questa pagina ma è un iframe, cioè una finestra su una pagina di Blogger esterna a questo blog. Ciò significa che dovete assicurarvi che non venga bloccata da estensioni del vostro browser (tipo quelle che eliminano le pubblicità) e/o da altri programmi di protezione antimalware (tipo Kaspersky). Inoltre è necessario che sia permesso accettare i cookie da terze parti (informativa sulla privacy a riguardo).