skip to main | skip to sidebar
0 commenti

Facebook permette di correggere i post, ma non dimentica

Questo articolo era stato pubblicato inizialmente il 27/09/2013 sul sito della Rete Tre della Radiotelevisione Svizzera, dove attualmente non è più disponibile. Viene ripubblicato qui per mantenerlo a disposizione per la consultazione.

Senza troppa fanfara Facebook ha attivato una funzione che farà piacere ai pignoli dell'ortografia e chi si pente facilmente di quello che scrive: ora è possibile modificare e correggere i post dopo che sono stati pubblicati. Prima questa possibilità di modifica esisteva soltanto nei commenti.

Il procedimento è semplicissimo: si clicca sulla freccia rivolta verso il basso, nell'angolo superiore destro del post, e compare la voce di menu Modifica post. Questo consente di cambiare il post a piacimento, ma attenzione: resta traccia dei cambiamenti, perché i post modificati vengono contrassegnati dall'indicazione Modificato ed è visibile la cronologia delle modifiche. Una scelta saggia, dato che altrimenti sarebbe irresistibile, per i troll e burloni di Facebook, cambiare completamente un post per far sembrare ridicoli o imbarazzanti i commenti altrui al post.

La possibilità di modifica è già attiva per chi interagisce con Facebook tramite Web e dovrebbe attivarsi a breve anche nelle app Android e iOS.
Invia un commento
I commenti non appaiono subito, devono essere tutti approvati da un moderatore. Lo so, è scomodo, ma è necessario per tenere lontani scocciatori, spammer, troll e stupidi: siate civili e verrete pubblicati qualunque sia la vostra opinione; gli incivili di qualsiasi orientamento non verranno pubblicati, se non per mostrare il loro squallore.
Inviando un commento date il vostro consenso alla sua pubblicazione, qui o altrove.
Maggiori informazioni riguardanti regole e utilizzo dei commenti sono reperibili nella sezione apposita.
NOTA BENE. L'area sottostante per l'invio dei commenti non è contenuta in questa pagina ma è un iframe, cioè una finestra su una pagina di Blogger esterna a questo blog. Ciò significa che dovete assicurarvi che non venga bloccata da estensioni del vostro browser (tipo quelle che eliminano le pubblicità) e/o da altri programmi di protezione antimalware (tipo Kaspersky). Inoltre è necessario che sia permesso accettare i cookie da terze parti (informativa sulla privacy a riguardo).