skip to main | skip to sidebar
0 commenti

La mappa aggiornata dei rischi in Rete

Questo articolo era stato pubblicato inizialmente il 27/09/2013 sul sito della Rete Tre della Radiotelevisione Svizzera, dove attualmente non è più disponibile. Viene ripubblicato qui per mantenerlo a disposizione per la consultazione.

I rischi su Internet si evolvono e cambiano in continuazione: un rapporto appena pubblicato dalla società di sicurezza F-Secure fa il punto della situazione delle minacce informatiche nei primi mesi del 2013.

In cima a questa classifica c'è Java: gli attacchi basati su vulnerabilità in questo componente dei principali sistemi operativi hanno costituito quasi la metà di tutti gli attacchi rilevati. Anche una falla nei font TrueType per gli utenti Windows si è piazzata in alto, con il 10%.

Cambiano anche gli scopi degli attacchi: come in passato, i computer e gli altri dispositivi vengono infettati per ottenerne estorsioni (ransomware), intercettare transazioni bancarie, rubare password, ma a queste motivazioni e monetizzazioni classiche si affianca oggi l'uso dei computer altrui per estrarre Bitcoin, moneta virtuale il cui tasso di cambio rispetto a quella tradizionali è recentemente aumentato vertiginosamente, rendendo molto appetibili questi attacchi.

Fra i sistemi operativi per dispositivi mobili, quello maggiormente preso di mira è Android, e quest'anno è comparso Stels, il primo malware per Android distribuito tramite mail di spam. Debutta anche l'uso di Twitter come sistema di controllo a distanza dei computer infetti e un malware per Mac, battezzato Kumar in the Mac, che è il primo del suo genere firmato (e quindi apparentemente autenticato come innocuo) con un codice identificativo valido.

http://www.f-secure.com/weblog/archives/00002611.html

http://www.f-secure.com/en/web/labs_global/whitepapers/reports

http://www.f-secure.com/static/doc/labs_global/Research/Threat_Report_H1_2013.pdf
Invia un commento
I commenti non appaiono subito, devono essere tutti approvati da un moderatore. Lo so, è scomodo, ma è necessario per tenere lontani scocciatori, spammer, troll e stupidi: siate civili e verrete pubblicati qualunque sia la vostra opinione; gli incivili di qualsiasi orientamento non verranno pubblicati, se non per mostrare il loro squallore.
Inviando un commento date il vostro consenso alla sua pubblicazione, qui o altrove.
Maggiori informazioni riguardanti regole e utilizzo dei commenti sono reperibili nella sezione apposita.
NOTA BENE. L'area sottostante per l'invio dei commenti non è contenuta in questa pagina ma è un iframe, cioè una finestra su una pagina di Blogger esterna a questo blog. Ciò significa che dovete assicurarvi che non venga bloccata da estensioni del vostro browser (tipo quelle che eliminano le pubblicità) e/o da altri programmi di protezione antimalware (tipo Kaspersky). Inoltre è necessario che sia permesso accettare i cookie da terze parti (informativa sulla privacy a riguardo).