skip to main | skip to sidebar
0 commenti

Come ti arresto il guardone dalla webcam

Questo articolo era stato pubblicato inizialmente il 11/10/2013 sul sito della Rete Tre della Radiotelevisione Svizzera, dove attualmente non è più disponibile. Viene ripubblicato qui per mantenerlo a disposizione per la consultazione.

Lei è Cassidy Wolf, diventata celebre per due ragioni. La prima è che è stata eletta Miss Teen USA. La seconda è che è stata spiata in camera propria, mentre si svestiva, tramite la webcam del suo computer.

Il guardone ha registrato le immagini e le ha inviate via mail alla ragazza, minacciando di trasmetterle a tutti gli amici della miss se lei non gli avesse mandato altre immagini di “buona qualità" (indovinate in che senso) o se non fosse andata in video su Skype con lui per fare quello che le chiedeva.

Cassidy non si è piegata al ricatto ma ha chiamato l'FBI, che ha trovato sul laptop della ragazza due RAT, ossia due software ostili di comando a distanza, scaricati e installati non si sa bene come. Rintracciare chi li stava usando non è stato facile: le mail provenivano da un indirizzo non tracciabile. Ma il guardone ha commesso un errore, perché le sue sessioni di voyeurismo passavano da No-ip.org, che ha fornito i dati delle sessioni all'FBI.

L'account No-ip.org usato per quelle sessioni era intestato a un signor Abrahams con l'alias "cutefuzzypuppy". A quel punto è stato sufficiente fare una ricerca in Google con quell'alias per scoprire i messaggl pubblici lasciati dallo spione e fare una capatina su Facebook per trovare il profilo di Jared, figlio diciannovenne del signor Abrahams. Lo hanno pedinato a scuola, in California, e hanno scoperto, grazie alla collaborazione dei servizi informatici dell'istituto, che il giovane si era collegato ai computer delle vittime usando i PC scolastici. Jared è stato arrestato.

Quel "vittime", al plurale, è purtroppo corretto: l'FBI ha infatti trovato altre ragazze spiate da Jared Abrahams. Fra l'altro, Cassidy Wolf non aveva alcun sentore di essere sorvegliata tramite la webcam del computer perché la spia della telecamera non si accendeva quando Abrahams la usava per guardarla. Jared aveva infatti raccolto informazioni su quali marche e modelli di laptop potevano essere comandati in modo da accendere la webcam senza far illuminare la spia.
Invia un commento
I commenti non appaiono subito, devono essere tutti approvati da un moderatore. Lo so, è scomodo, ma è necessario per tenere lontani scocciatori, spammer, troll e stupidi: siate civili e verrete pubblicati qualunque sia la vostra opinione; gli incivili di qualsiasi orientamento non verranno pubblicati, se non per mostrare il loro squallore.
Inviando un commento date il vostro consenso alla sua pubblicazione, qui o altrove.
Maggiori informazioni riguardanti regole e utilizzo dei commenti sono reperibili nella sezione apposita.
NOTA BENE. L'area sottostante per l'invio dei commenti non è contenuta in questa pagina ma è un iframe, cioè una finestra su una pagina di Blogger esterna a questo blog. Ciò significa che dovete assicurarvi che non venga bloccata da estensioni del vostro browser (tipo quelle che eliminano le pubblicità) e/o da altri programmi di protezione antimalware (tipo Kaspersky). Inoltre è necessario che sia permesso accettare i cookie da terze parti (informativa sulla privacy a riguardo).