skip to main | skip to sidebar
0 commenti

Antibufala: dal Giappone l’isola di detriti grande come il Texas

Questo articolo era stato pubblicato inizialmente il 15/11/2013 sul sito della Rete Tre della Radiotelevisione Svizzera, dove attualmente non è più disponibile. Viene ripubblicato qui per mantenerlo a disposizione per la consultazione.

Secondo numerose testate giornalistiche (Repubblica, AGI, Daily Mail, The Independent), dal Giappone sarebbe in arrivo sulla costa occidentale degli Stati Uniti una vera e propria “isola galleggiante di detriti”, un residuo dello tsunami che colpì il Giappone nel 2011. Quest'isola sarebbe “compatta e grande come il Texas”.

La fonte originale della notizia sarebbe, secondo queste testate, l'ente statunitense NOAA (National Oceanic and Atmospheric Administration, non Association come hanno scritto alcuni), che però ha smentito categoricamente. Alcuni giornali hanno infatti travisato il grafico dell'ente, che non parla affatto di un'isola “compatta” ma semplicemente delinea un'area in cui i detriti sono meno dispersi che nel resto del'oceano: “non c'è nessuna massa solida di detriti”, spiega il NOAA, aggiungendo che anche nell'area delineata i detriti “sono così dispersi che potreste sorvolare l'Oceano Pacifico senza mai vederne”. Si tratta, oltretutto, di simulazioni, non di dati reali osservati.

Vale anche stavolta, come sempre, la regola d'oro: più una notizia è sensazionale, più va verificata prima di pubblicarla o diffonderla. Bufale come questa dimostrano che purtroppo molti se la dimenticano.
Invia un commento
I commenti non appaiono subito, devono essere tutti approvati da un moderatore. Lo so, è scomodo, ma è necessario per tenere lontani scocciatori, spammer, troll e stupidi: siate civili e verrete pubblicati qualunque sia la vostra opinione; gli incivili di qualsiasi orientamento non verranno pubblicati, se non per mostrare il loro squallore.
Inviando un commento date il vostro consenso alla sua pubblicazione, qui o altrove.
Maggiori informazioni riguardanti regole e utilizzo dei commenti sono reperibili nella sezione apposita.
NOTA BENE. L'area sottostante per l'invio dei commenti non è contenuta in questa pagina ma è un iframe, cioè una finestra su una pagina di Blogger esterna a questo blog. Ciò significa che dovete assicurarvi che non venga bloccata da estensioni del vostro browser (tipo quelle che eliminano le pubblicità) e/o da altri programmi di protezione antimalware (tipo Kaspersky). Inoltre è necessario che sia permesso accettare i cookie da terze parti (informativa sulla privacy a riguardo).