skip to main | skip to sidebar
0 commenti

Password di Adobe rubate: come sapere se siete a rischio

Questo articolo era stato pubblicato inizialmente il 22/11/2013 sul sito della Rete Tre della Radiotelevisione Svizzera, dove attualmente non è più disponibile. Viene ripubblicato qui per mantenerlo a disposizione per la consultazione.

A ottobre Adobe (quella di Photoshop, Acrobat, Reader, Flash e tanti altri programmi diffusissimi) ha subìto il furto di milioni di password e dati delle carte di credito degli utenti che avevano registrato i propri programmi presso l'azienda. Si parla di circa 150 milioni di account violati.

Il rischio principale è che gli utenti abbiano usato altrove la password e l'indirizzo di mail che hanno usato presso Adobe: in tal caso i criminali che hanno sottratto questi dati (oggi liberamente circolanti su Internet, se si sa dove cercarli) potrebbero utilizzarli per entrare negli account di mail o nei profili Facebook degli utenti, con danni elevatissimi.

Per sapere se siete coinvolti in questo furto di dati c'è presso Lucb1e.com un servizio gratuito, creato da uno studente olandese, nel quale potete immettere il vostro indirizzo di mail (o più di uno, se ne avete). Attendete qualche minuto e scoprirete il risultato. Se siete fra i coinvolti, vi conviene cambiare la password in tutti i siti nei quali l'avete usata.
Invia un commento
I commenti non appaiono subito, devono essere tutti approvati da un moderatore. Lo so, è scomodo, ma è necessario per tenere lontani scocciatori, spammer, troll e stupidi: siate civili e verrete pubblicati qualunque sia la vostra opinione; gli incivili di qualsiasi orientamento non verranno pubblicati, se non per mostrare il loro squallore.
Inviando un commento date il vostro consenso alla sua pubblicazione, qui o altrove.
Maggiori informazioni riguardanti regole e utilizzo dei commenti sono reperibili nella sezione apposita.
NOTA BENE. L'area sottostante per l'invio dei commenti non è contenuta in questa pagina ma è un iframe, cioè una finestra su una pagina di Blogger esterna a questo blog. Ciò significa che dovete assicurarvi che non venga bloccata da estensioni del vostro browser (tipo quelle che eliminano le pubblicità) e/o da altri programmi di protezione antimalware (tipo Kaspersky). Inoltre è necessario che sia permesso accettare i cookie da terze parti (informativa sulla privacy a riguardo).