skip to main | skip to sidebar
0 commenti

Trasmissione dati in roaming con roaming dati disattivato

Questo articolo era stato pubblicato inizialmente il 29/11/2013 sul sito della Rete Tre della Radiotelevisione Svizzera, dove attualmente non è più disponibile. Viene ripubblicato qui per mantenerlo a disposizione per la consultazione.

La puntata di Patti chiari del 22 novembre ha trattato il problema dei costi derivanti dal roaming involontario, ossia quando si effettuano telefonate dal territorio nazionale del proprio operatore ma ci si aggancia automaticamente (e con un avvertimento quasi impercettibile) alla rete cellulare del paese confinante, pagando quindi non solo le chiamate effettuate ma anche quelle ricevute.

La soluzione, in questi casi, è fare sempre attenzione all'indicazione di roaming sul telefonino (un'icona obiettivamente molto piccola) e, se possibile, disattivare la selezione automatica della rete, tenendo presente che questo potrebbe renderci irreperibili nelle zone di confine e all'estero (e una delle ragioni per le quali si possiede un cellulare è solitamente proprio la reperibilità).

Il grosso dei costi segnalati durante la puntata deriva tuttavia dalla trasmissione di dati effettuata in roaming. In teoria per difendersi da questi addebiti (che sono possibili non solo quando si è in vacanza all'estero ma anche quando si è in territorio svizzero e vicino a un confine) basterebbe disattivare il roaming dati con l'apposita opzione del telefonino. Ma durante i test che ho svolto insieme al team di Patti chiari è emerso che questa disattivazione non è sufficiente. Pur avendo sicuramente disattivato il roaming dati, infatti, il telefonino di test ha effettuato comunque trasmissioni di dati sulle reti estere.

Pochi kilobyte, che però sono stati addebitati alle tariffe di roaming dati, spesso a forfait giornaliero, con costi che nell'arco di un mese possono accumularsi facilmente. Non è ancora chiaro quale sia l'origine di queste trasmissioni, e gli operatori telefonici non sono in grado di far luce sulla questione; l'indagine prosegue con l'aiuto di app di monitoraggio come 3G Watchdog.

Se volete partecipare all'indagine e notate addebiti inattesi di roaming dati quando avete il roaming dati sicuramente disattivato, fatecelo sapere mandando una mail a retetre@rsi.ch con il titolo "Roaming dati”. Intanto può essere utile ripassare il manuale d'istruzioni del vostro smartphone e scoprire come impostare correttamente il roaming dati oppure disattivare del tutto la trasmissione dati e limitarsi all'uso delle reti Wifi.
Invia un commento
I commenti non appaiono subito, devono essere tutti approvati da un moderatore. Lo so, è scomodo, ma è necessario per tenere lontani scocciatori, spammer, troll e stupidi: siate civili e verrete pubblicati qualunque sia la vostra opinione; gli incivili di qualsiasi orientamento non verranno pubblicati, se non per mostrare il loro squallore.
Inviando un commento date il vostro consenso alla sua pubblicazione, qui o altrove.
Maggiori informazioni riguardanti regole e utilizzo dei commenti sono reperibili nella sezione apposita.
NOTA BENE. L'area sottostante per l'invio dei commenti non è contenuta in questa pagina ma è un iframe, cioè una finestra su una pagina di Blogger esterna a questo blog. Ciò significa che dovete assicurarvi che non venga bloccata da estensioni del vostro browser (tipo quelle che eliminano le pubblicità) e/o da altri programmi di protezione antimalware (tipo Kaspersky). Inoltre è necessario che sia permesso accettare i cookie da terze parti (informativa sulla privacy a riguardo).