skip to main | skip to sidebar
167 commenti

Dilemma: se un complottista dice una cretinata monumentale, segnalarla è regalargli pubblicità o un dovere?

Un complottista piuttosto conosciuto ha pubblicato poco fa un video nel quale fa tanto il saputello al quale non la si fa, ma in realtà infila una serie di castronerie tecniche assolutamente spettacolari e indiscutibili.

Quando ho visto il video mi sono sbellicato dalle risate. Pare di vedere una puntata del meglio di Kazzenger. Sbufalarlo renderebbe chiaro anche a molti suoi seguaci, forse una volta per tutte, che il personaggio in questione è un contafrottole paranoico che vede complotti dappertutto e non capisce un'acca delle cose di cui discetta con tanta apparente sicurezza.

Però sbufalarlo significherebbe anche regalare pubblicità al complottista medesimo. E come tutti i complottisti, anche questo è in cerca di gloria e attenzioni. Per cui sono indeciso. Che ne pensate?
Invia un commento
I commenti non appaiono subito, devono essere tutti approvati da un moderatore. Lo so, è scomodo, ma è necessario per tenere lontani scocciatori, spammer, troll e stupidi: siate civili e verrete pubblicati qualunque sia la vostra opinione; gli incivili di qualsiasi orientamento non verranno pubblicati, se non per mostrare il loro squallore.
Inviando un commento date il vostro consenso alla sua pubblicazione, qui o altrove.
Maggiori informazioni riguardanti regole e utilizzo dei commenti sono reperibili nella sezione apposita.
NOTA BENE. L'area sottostante per l'invio dei commenti non è contenuta in questa pagina ma è un iframe, cioè una finestra su una pagina di Blogger esterna a questo blog. Ciò significa che dovete assicurarvi che non venga bloccata da estensioni del vostro browser (tipo quelle che eliminano le pubblicità) e/o da altri programmi di protezione antimalware (tipo Kaspersky). Inoltre è necessario che sia permesso accettare i cookie da terze parti (informativa sulla privacy a riguardo).
Commenti
Commenti (167)
se lo tieni segreto nulla cambierà per lui. se lo rendi noto diverrà ancora più famoso sì, ma come la posta di cioè ovvero per le pernacchie! ;)
E non sbufalarlo quanto "danno" crea?
La pubblicità ci sarà comunque, per cui credo sia meglio sapere.
In generale penso che (sempre se ne si abbia la voglia, il tempo e la preparazione) valga sempre la pena di sbugiardare i falsi e gli ignoranti.
E' vero che così si fa pubblicità al complottista cretino ma se anche solo uno dei suoi seguaci cambia idea e si ravvede il bilancio complessivo è positivo.
Devo anche aggiungere però che in molti casi la regola di ignorarli e andare a mangiare un pezzo di focaccia funziona altrettanto bene.
Sbufala senza pietà. Tanto chi vuole credere nelle sue idiozie lo farà comunque a prescindere.
Potresti scaricare il video e modificarlo inserendo ogni tanto foto dei documenti tecnici che smentiscono quanto appena detto dal complottista e indine uplodarlo su youtube con quasi lo stesso titolo (...o lo stesso, se possibile...)
segnalandolo fai un regalo al complottista ma non segnalandolo ci togli la possibilità di qualche risata.
Eh no! Seguo questo blog da molto tempo ed ho il diritto a sbellicarmi dalle risate anche io, quindi favorire link prego!!11!centoundici! :)
Secondo me la virtù sta nel mezzo. Siccome tu hai un sacco di siti "riassuntivi" sulle bufale più note, aggiungere lì senza molta pubblicità una minisbufalata dovrebbe essere sufficiente ;-)
Penso che il lavoro di giornalisti come Lei, è necessario in un epoca come l'attuale dove prolifera la disinformazione, il pressapochismo e il fascino per l'antiscienza.

Viviamo una specie di Medioevo culturale in un epoca di grandi opportunità di crescita intellettuale per tutti.

Pertanto lavori di altissima professionalità come il blog sull'11 settembre, quello dello sbarco sulla luna e questo li ritengo necessari sempre.
In rete il complottismo prolifera come un'infezione dell'organismo e rischia di infettare chi ha poca dimistichezza con i mezzi di informazione e facile al sensazionalismo. Pertanto ad avercene di "anticorpi" come i suoi lavori, almeno per chi ancora non è nè complottista o altro ma un qualcuno che legge e vuole informarsi senza avere strumenti. Ovviamente è una mia opinione perciò consiglio di sbugiardarlo per l'n-esima volta.
Vogliamo divertirci... sbufala! :-)
Bisogna però prima fare una copia del video :D
In effetti credo che in certi casi, bisogna lasciare queste persone nell'indifferenza più totale, sperando che la gente se ne dimentichi.
D'istinto, lo sbufalerei pubblicamente e con la massima risonanza possibile. Gli adepti rimarrebbero convinti (ma tanto lo sono già), però molti indecisi capirebbero (o almeno alcuni, in fondo anche per uno solo varrebbe la pena).Controindicazioni:

1) Controindicazione certa ma tutto sommato innocua - Sicuramente alla tua risposta il complottaro risponderebbe con una controrisposta a cui tu dovresti a tua volta rispondere, e così via. Purtroppo il vantaggio del complottaro è che ci mette cinque minuti (inventa, che ci vuole), mentre tu sicuramente devi spenderci tempo ed energie. Inoltre non si stanca mai e verosimilmente finirà con avere l'ultima parola.
2) Controindicazione possibile ma potenzialmente esiziale - Non sottovalutiamo l'ignoranza delle persone comuni. È amaro constatarlo, ma di questi tempi se dico che 1+2 fa 4 molta gente, onesta ed in buona fede, penserà "boh, questo pare sapere il fatto suo, poi se parla in tv/internet/radio ci sarà un motivo, io di matematica non ci ho mai capito nulla, e poi perché dovrebbe mentire spudoratamente?", e sarebbe la mia parola contro la tua. E quindi, il passo successivo: "Siamo in democrazia, Daniele dice che fa 4, Paolo 3, tutte le opinioni siamo legittime. Anzi, Paolo se la prende così a male, dice che nella scienza non tutte le opinioni sono legittime, ma come si permette, solo perché ha studiato pensa di saperne più di me? Allora mi sa che ha ragione Daniele, tié!". Risultato: rischi di regalargli adepti.

Io alla fine sbufalerei, ma effetivamente sarebbero da soppesare bene pro e contro.
Se la serie di errori tecnici su cui basa cio' che dice e' epica, potrebbe valere la pena di renderla pubblica. Magari qualcuno che gli crede si ravvede.
Roberto.
Sbufalare sempre!
Dai, facci ridere anche a noi
Dai, facci ridere anche a noi...
Va sbufalato, ma non da te. Tu sei famoso, ed "essere attaccato da Attivissimo" per un complottista è un po' come per un comunista o un grillino essere attaccati da Berlusconi: praticamente un trofeo.
Magari chiedi ad uno sbufalatore ansioso di farsi strada.
Il mio ragionamento è molto semplice: se chi lo ascolta non ha sufficienti competenze tecnico scientifiche (leggi fisica e matematica elementari) e non possiede senso critico non sarà in grado di capire la differenza fra bufala e sbufalata, interpretando anzi la sbufalata come prova di buona fede del complottista che "poverino vedi come gli danno addosso a uno che cerca di raccontare la verità". Meccanismo totalmente emotivo che nessuna argomentazione razionale potrà mai smontare. Poi, naturalmente, libero di impiegare il tuo tempo come meglio credi ;-)
Mah, a mio parere poco sposta: chi lo segue invocherà chissà quale scusa per non darti retta e continuare a seguirlo (se dice così tante cretinate, solo un cretino patentato può crederci, ma se è un cretino patentato, temo non riuscirai a fargli cambiare idea, per quanto chiaramente tu possa spiegare perché dice fesserie), chi invece sa che quelle sono cretinate avrà l'ennesima conferma. Chi è nel dubbio, poi, magari proprio con questo si convince che quelle son cretinate.
Tutto sommato direi quindi che l'ago della bilancia è a favore del rendere noto il link. Anche perché non vorrai mica esser l'unico qui a sbellicarti dalle risate... Regala anche a noi un po' di sano relax! ;-)
voglio ridere voglio ridere voglio ridere :D
Beh, dati i pro e contro, se decidi di non sbufalarlo pubblicamente, mandaci almeno il link in privato che ci facciamo 4 risate...
Secondo me è meglio sbufalarlo.
Tenga presente che questa pagina è frequentata principalmente da scettici, da persone critiche. Fare "pubblicità" ad un complottista non porterà acqua al suo mulino.
Inoltre una sbufalata come si deve potrebbe aiutare i pochi complottisti che passano di qui (e che quindi dovrebbero essere un pizzico più critici ed aperti della media dei complottisti) a vedere le tecniche di manipolazione che i loro "capipopolo" itlizzano. Oltre alla loro abissale ignoranza.
Se il complottista è già "piuttosto noto" come dici, un po' di pubblicità in più non farà molta differenza, mentre una sbufalata "epica" potrebbe incrinarne per sempre la reputazione.
Diverso sarebbe il caso di un complottista ancora semisconosciuto, nel qual caso converrebbe tenersi la sbufalata pronta nel caso in cui dovesse guadagnare in futuro una certa popolarità.
Dillo solo a noi Paolo.. Ti assicuriamo che non lo diciamo nessuno ;P
Vorrei ricordare che la tecnica dell'ignorare il complottista funziona solo se questi sta facendo JAQing off ad oltranza; in tutti gli altri casi, lo sbufalamento è d'obbligo. Quindi propendo per la gogna pubblica.

E' altresì vero che dando importanza al complottista gli si garantisce pubblicità, ma solo per questo specifico episodio, mentre in quelli successivi la sua credibilità sarà gravemente compromessa. Ricordatevi il pentastellato con la fissa dei microchip sottocutanei: ha avuto i suoi 15 minuti di gloria, ma ora non se lo fila più nessuno.
A mio parere conviene dialogare sempre. In una societa' dove ogniuno puo' esprimere la propia opinione e' necessario un fact-checking, per quanto ridicolo.
Di fatto chi legge qui ha gia' le idee ben chiare, difficile ne esca pubblicita' positiva per i bufalari.
Dal tuo punto di vista "editoriale" invece eviterei di trasformare il tuo pregiatissimo blog in http://bufaleuntantoalchilo.blogspot.it/ che non sottoscrivo piu' negli RSS importanti perche' troppo frequente e poco interessante.
Conviene dare strumenti ai lettori per poter smontare e poter (nel nostro piccolo) rendere la societa' vagamente migliore.

mkeM5S
Beh, intanto potresti smontarne le tesi per soddisfare la nostra curiosità! :)
Mah, io valuterei la risonanza che ha già avuto detto video.
Se nessuno (o al massimo quattro gatti) lo ha cagato, ignoralo anche tu.
Se invece sta avendo seguito, meglio sputtanarlo.
Saluti,
Mauro.
Dipende:

1) da quanto seguito ha
2) ma soprattutto da come lo "sbufali"

Ogni aggressione, tentativo di ridicolizzare, etc. secondo me fa il loro gioco. Un tentativo di convinzione può risultare vincente, e in più non espone al rischio di apparire antipatico e arrogante a chi dovesse leggere ed è ancora indeciso.
.... in sintesi: molto d'accordo con Mke777. Ma mi sembra che la nostra sia una posizione di minoranza.
Confutare le idee senza citarlo ?
Innanzitutto ciao e complimenti per l'ottimo lavoro che svolgi.
Il mio personale parere è che sbufalare sia un dovere morale anche se crea visibilità, i danni creati da questa disinformazione cominciano a essere assai vistosi.
E se all'inizio avevo qualche dubbio, mi è subito passato : cercando di scoprire chi fosse l'Einstein a cui ti riferisci mi sono imbattuto in questo
http://tinyurl.com/px95xjq
e mi è presa una tristezza infinita vedendo la reazione di una giovanissima studentessa soggiogata da questi imbonitori : "Perchè non ce le insegna la scuola queste cose?" "Invece di spiegarci Dante, Petrarca..."

Aiutooo! Non si possono lasciare le nuove generazioni in balia di questa gente. Ma neanche le vecchie, se è per questo...

P.S.(OT)
Mai, mai e poi mai avrei detto che la mia unica partecipazione a una convention di SF mi sarebbe valsa il diritto di vantarmi di aver mangiato gomito a gomito con un asteroide!!! E ho le prove fotografiche,che se vuoi ti inoltro...




MIo parere: tanto la visibilità la avrà comunque, per cui tanto vale lasciare una traccia scritta e precisa per quell'un percento di quelle persone che sentendo quanto dice proveranno a saperne di più.
Le persone che ti leggono regolarmente sono:

1) Persone che la pensano come te, e sono interessate al tema scienza e debunking, e questi non hai bisogno di convicerli.
2) Complottisti che sperano di fregarti, e che già seguono regolarmente le uscite di colui che non può essere nominato. E questi non li convincerai.

Quindi dai spara che sono curioso :-)
Rendi privata la sbufalata con una password o un codice che solo i seguaci del blog Disinformatico possono conoscere. In tal modo non gli fai pubblicità, ma fai ridere anche noi tuoi aficionados.
Viviamo una specie di Medioevo culturale

Se con questo si intende che domina l'oscurantismo, sceglierei un'altra epoca come esempio. Il Rinascimento, l'epoca d'oro degli oroscopi e dei Nostradamus, va benissimo.
Se ho capito bene il dilemma sta tra il vedere il video sbellicandosi dal ridere e il non vederlo evitando di piangere...
bel dilemma in effetti: sembra un video agrodolce, c'è il dolce ma c'è anche l'amaro.

Facciamo così: se ti avanza tempo sbufala, altrimenti pensa a cose più importanti.
Io vorrei solo vederlo, perché ho tanto bisogno di ridere visto che sono stato vittima di un complotto (leggi truffa o perlomeno grave disorganizzazione)!!!
Tutti,

devo respingere per ovvie ragioni qualunque commento che faccia il nome di qualche complottista.

Almeno per ora :-)
Paolo Attivissimo diceva: «Devo io tener nascosto ai miei commentatori quello che sto per fare, mentre in essi si diranno benedette tutte le nazioni della terra? Infatti io li ho scelti, perché essi convincano i loro figli ad osservare la via della razionalità e ad agire con giustizia e diritto». Disse allora Attivissimo: «Il grido contro questi complottisti è troppo grande e il loro peccato è molto grave. Voglio scendere a vedere se proprio hanno fatto tutto il male di cui è giunto il grido fino a me; lo voglio sapere!». Allora i commentatori gli si avvicinarono e gli dissero: «Davvero lascerai il dubbioso sincero ma poco informato nella sua incertezza? Forse tra i lettori di quel complottista vi sono cinquanta giusti, solo che non hanno molte informazioni: davvero vuoi lasciarli nell’ignoranza? Lungi da te il lasciare nel buio dell’antiscientismo il giusto con l'empio, così che il giusto sia trattato come l'empio; lungi da te! Forse il debunker di tutta la rete non praticherà la giustizia?». Rispose Attivissimo: «Se vi saranno cinquanta giusti tra i lettori di quel complottista, per riguardo a loro informerò tutto il blog».
I commentatori ripresero e dissero: «Vedi come ardiamo parlare al capo del blog, noi che siamo solo un flusso di bit... Forse ai cinquanta giusti ne mancheranno cinque; per questi cinque lascerai tutti nell’ignoranza?». Rispose: «Non li lascerò, se ve ne trovo quarantacinque». I commentatori ripresero ancora a parlargli e dissero: «Forse in quel blog se ne troveranno quaranta». Rispose: «Non lo farò, per riguardo a quei quaranta». Ripresero: «Non si adiri il nostro capo, se parliamo ancora: forse là se ne troveranno trenta». Rispose: «Non lo farò, se ve ne troverò trenta». Ripresero: «Vedi come ardiamo parlare al nostro capo! Forse là se ne troveranno venti». Rispose: «Non li lascerò nell’ignoranza per riguardo a quei venti». Ripresero: «Non si adiri Attivissimo, se parliamo ancora una volta sola; forse là se ne troveranno dieci». Rispose: «Non li lascerò nell’ignoranza per riguardo a quei dieci». Poi Attivissimo, come ebbe finito di chattare con i commentatori, si disconnesse e i commentatori ritornarono alle loro faccende.
per me va sbufalato. qualche volta si ottengono dei risultati: ad esempio nel webmagazine della mia città avevano dato una rubrica ad un tizio come quelli che ben conosciamo, suppongo in buona fede. bene, dopo soli due articoli e grazie a commenti miei e di altri la rubrica è scomparsa... :)
Io direi di sbufalare e sbertucciare.
Esponilo al pubblico ludubrio...l'ignoranza non paga...!! :-)
Mmh... Credo che Paolo abbia posto un quesito importante. Provo a fare un'analisi...

"Facce ride", "Daje"... fosse solo questo credo avrebbe già "spiattellato" il video sul blog. In realtà dietro ad ogni articolo c'è del lavoro, soprattutto quando si tratta di materie che concernono la T.d.M.d.M. Cosa che Paolo fa sia per indole, che passione e che, incidentalmente, trova molti "seguaci" della stesa filosofia. Noi, gli scettici allegri.
In altre parole, è corretto dire che la nostra indole di scettici, impone che ci si adoperi per arginare la fuffa che circola indisturbata sul web. Ma...

Quei nostra e ci si traduce qui in Fai Paolo, fai. E magari lui fa anche, con impegno ed allegria, ma poi le rogne se le deve smazzare lui.

Ora, per quanto il nostro ospite si sia cacciato nel "tunnel del debunking" con le sue stesse mani ;) ed i pro ed i contro di questa sua passione siano fondamentalmente "affaracci" suoi (in senso goliardico naturalmente), non dobbiamo dimenticare quanto impegno e tempo ci voglia per fare il debunker e quali siano i contro di questa passione.

Sappiamo che dall'altra parte ci sono degli irriducibili beoti sempre pronti ad attaccar briga contro sallamaremmacosa in usta di "ufficialità". Qualunque cosa significhi "ufficialità" per loro. Ed anche "usta". :D
E sappiamo anche quanta M bisogna spalare da quella Montagna per fare chiarezza.

E' vero, siamo scettici allegri, ma che si sono trovati grazie al lavoro di Paolo. Capitemi: c'è sempre lui ed il suo lavoro a fare da collegamento tra noi. Probabilmente lo farebbe lo stesso anche senza il nostro nutrito seguito, ma giunto dov'è ora si sente in dovere di chiedere se valga la pena spendere energie e tempo per un debunking.

Non per la mancanza di voglia, bensì per la consapevolezza che ormai è nella posizione di poter dare più o meno visibilità all'ennesima fola. Insomma, una sorta di "Eh, se anche Attivissimo se n'è occupato, vuol dire che dev'essere importante". C'è stato anche chi, per ragranellare visite sui propri blog, ha cercato di "istigarlo a confutarlo"...

Credo che per i complottisti, essere "debunkati" da Attivissimo sia come una sorta di investitura nel mondo del complottismo. Una cosa del tipo "Se non se n'è occupato Attivissimo, sei un poraccio". L'effetto che un articolo di Paolo ha su di loro è, per assurdo, fortificante ed ai loro occhi ed a quelli che li seguono, un possibile motivo di vanto.

Sappiamo benissimo che lo sturafosse biologiche (con tutto il rispetto per chi fa questo lavoro durissimo ma utilissimo) che ha lavorato a casa di Angelina Jolie non c'entra na mazza con lei, ma il fatto di aver messo piede nel giardino di casa della bomba sexy (senza mai neanche averla vista), può fargli dire dire a buon diritto "Ho lavorato per Angelina Jolie". I più sboroni magari sostituendo "per" con "con".

Insomma, nel momento in cui Paolo dovesse pubblicare una sbufalata, lo sbufalato (ignorante) ha la sensazione di essere stato portato sullo stesso piano di uno che ha vinto dei Macchia Nera Awards e con più di 100.000 followers su Twitter.

Esempio pratico: chi non si ricorda del mecenatismo di Maurizio Costanzo? Quanti personaggi ha scoperto e fatto diventare famosi? E quanti di questi erano degli emeriti imbecilli che sostenevano tesi strampalate? Vero che lo spirito critico di noi spettatori/utenti dev'essere sempre all'erta, ma quando si vanno a giocare con i grandi numeri e nella fattispecie quando si cerca di coprire di ridicolo una tesi palesemente assurda, si corre anche il rischio di "regalare" pubblicità alla tesi stessa, amplificando la platea di possibili sostenitori.
@martinobri:

:-D

(Poi ci fai anche la parte in cui Attivissimo fa piovere fuoco e zolfo su quel blog?)
Che ne penso? Fai ridere anche me scusa, non essere egoista :D

Poi al limite lascia ai commentatori l'onere dello sbufalamento su questo thread, così non avrebbe la visibilità che non merita con un tuo thread ad hoc.
Pubblicalo censurandone nome e volto. Chi lo conosce lo riconosce, noialtri ridiamo alla sua faccia pixellata.
Dire che la camicia da boscaiolo è ridicola è un "luogo comune".
giusto?
@Valerio

Io indosso quasi sempre camicie da boscaiolo, potrei essere io il complottista dunque? :D
(Poi ci fai anche la parte in cui Attivissimo fa piovere fuoco e zolfo su quel blog?)

Tu però devi fare la statua di sale :-)
mi sa che ho capito di che video si parla... potenza del WEBBE...
Credo che per i complottisti, essere "debunkati" da Attivissimo sia come una sorta di investitura nel mondo del complottismo.

Non solo... visto che Paolo è considerato, da questi, sovvenzionato da tutti i cattivi dell'universo per mettere i bastoni tra le ruote ai "rivelatori di verità", essere "sbufalati" da lui per loro ha il significato di "dare credito alla loro teoria": se anche Attivissimo si è mosso, vuol dire che ho colpito nel segno...
Come sempre è molto ardua la scelta, e non si può ridurre al "fai ridere anche noi".
Paolo,
Io voto per lo sbufalamento pubblico. 'Name and shame', che magari, remotamente, forse potrebbe persino avere un effetto educativo sullo spara-castronerie di cui scriverai. Non ci conto, ma ci spero.
La prego, segnali: questo post mi ha spinto la curiosità alle stelle.
Vorrei ridere anche io! Poi non è una grande soddisfazione poterlo mettere alla berlina? :D
@robinet: caspita, mi sa che siamo compaesani!

era quello dei complotti demoplutogiudaici che poi cercava sponsor su feisbuc,no?
@ Stupidocane

Ho letto tutto il tuo commento, e mi sembra del tutto legittimo : però, nell'articolo ci viene detto che è "un complottista piuttosto famoso", che ha un seguito, e non si nasconde il timore di fargli pubblicità.
Presumo che abbia soppesato già i pro e i contro (e anche le modalità operative), ormai che ha gettato il sasso credo ci farà contenti :-) ma saperne cosa pensiamo è giusto, poteva non essere così scontata la volontà del popolo.

Non sembra una cosa minore, che non avrebbe molto peso nell'essere 'corretta'.
Se poi la 'paura' è quella di evitare seccature/flame/spam/peggio (certe teste che girano... :-/ ), tutto un altro discorso; in questo caso, lasciar perdere non è cosa da sottovalutare.

In quest'ultimo caso, si gradirebbe qualche indizio per arrangiarci, grazie.. :-D
Paolo, mi sa che ti stai comportando come Martin Mysterè :)

Fingi di prendere tempo per darti un contegno, ma in cuor tuo hai già deciso per la sbufalata !
Metti il link nei commenti, senza spiegazioni. I commenti successivi faranno il resto.
leggo da un sacco di tempo questo blog. questo dilemma mi delude un po': voglio dire, il Paolo Attivissimo di qualche anno fa l'avrebbe già sbufalato. Capisco che è aumentata la sua fama ed autorevolezza, ma se incontrassi una persona che dice cavolate ad altri, se fossi Paolo, la fermerei e tenterei di confutarla, soprattutto se le stupidate sono evidenti a chi è un po' informato. Per ogni complottista che guadagna un briciolo di fama (limitata peraltro al suo ambiente di paranoici cronici), ci sono molte persone normali ma ignoranti (nel senso che ignorano) che possono capire chi hanno davanti ed allontanarsene, e questi sono la larghissima maggioranza.
SBU-FA-LA-MEN-TO, SBU-FA-LA-MEN-TO!!!
Se è un complottista piuttosto noto un po' di pubblicità non gli porterà molti benefici ulteriori, ma le risate che si farà il resto del web sono impagabili!!! E magari alcuni dei suoi fedeli inizierebbero a ragionare un pochino e imparerebbero qualcosa... Purtroppo per i seguaci fanatici non credo si potrà fare molto (ogni luogo, anche virtuale, ha i suoi Paolo Brosio! :-( ), ma temo che in questi casi anche l'apparizione di Armstrong in tuta spaziale che li prende a schiaffoni non servirebbe molto a far ragionare codesti elementi...

@ martinobri:
[img]http://www.disegnidacoloraregratis.it/foto/misti/richiesti07/applausi_2.JPG [/img]
(a proposito chi sarà il personaggio destinato a divenire satua di sale?)

@ Daniele:
Se lei sostiene che 1+2 faccia 4, ma Paolo prova a sbufalarla dicendo che fa solo 3, si spera che poi non intervenga il TAR, delegittimando l'affermazione di Paolo solo perché in passato aveva espresso dei dubbi sul fatto che 1+2 potesse dare 4... (scusate l'OT, ma leggendo il post e la metafora aritmetica mi è venuto in mente un articolo del Corriere della Sera).
sai perfettamente che sbufalarlo non servirà a convincere NESSUNO dei suoi seguaci che il suddetto è un pollo.
perchè nessuno dei personaggi di quella risma ha alcuna voglia di farsi convincere...

quindi è tutta pubblicità.

però almeno ci si fa qualche risata... :)


Dico la mia senza metafore.

A - Se è già famoso, il problema di regalargli pubblicità non si pone.
B - I suoi seguaci sono già convinti e negherebbero l'evidenza; quindi li diamo per persi
C - Però potrebbero esserci degli inesperti che, se il tale non viene sbufalato, sentirebbero una campana sola.

Tutti i rischi e le controindicazioni paventate precedentemente dagli altri commentatori sono reali, ma a mio parere è da privilegiare C.
Per cui io partirei lancia in resta.
Dai su, i Cinesi se ne faranno una ragione :p
Se il video fosse quello che ho trovato io, non andrebbe pubblicizzato perché sono sciocchezze già dette.
Gli ha dato solamente una "veste nuova".

O sbaglio?

Inoltre, penso che questa volta si sia dato la zappa sui piedi: è talmente sconclusionato il suo discorso che solo chi ha la mente completamente "intossicata" può credere a così tante panzane.
Gli altri che lo hanno seguito fin'ora potrebbero cominciare dubitare da soli di questo signore.

Penso anche che un tuo intervento potrebbe avere l'effetto opposto su questi ultimi, semplicemente per forte antipatia nei tuoi confronti.
concordo con chi ha detto che i gonzi non cambierebbero idea ma lo sbufalamento serve ai dubbiosi raziocinanti
ed è anche molto divertente!
Ho appena visto un video. Mi sa che era quello di cui si parla
Sbufalarlo renderebbe chiaro anche a molti suoi seguaci, forse una volta per tutte, che il personaggio in questione è un contafrottole paranoico

I suoi seguaci vogliono credere alle bufale.

Io farei divulgazione, non sbufalamento.
Terza via? Sparo a caso, non ho la minima idea se funzionerebbe.
Per "farci divertire" senza dare troppa visibilità, potrebbe andare citarlo solo nei commenti, cosicchè la cosa magari resterebbe ristretta tra noi "amatori", chiedendo alla gente di non diffonderlo in lungo e in largo? (i commenti per la maggior parte della gente sono noiosi...)

So che l'idea è assurda, ma forse... beh, forse è assurda e basta
Grazie a tutti per i suggerimenti!

Sto pensando a questa soluzione: per ora spiegherei le castronerie presenti nel video ma non pubblicherei link all'originale e non farei il nome di chi l'ha partorito.

In questo modo solo chi già sa dove si trova il video, oppure si prende la briga di andarlo a cercare usando le informazioni pubblicate qui, può sapere chi è il suo prodigioso autore, che non si becca nessuna pubblicità riflessa.

Ovviamente i suoi seguaci (che seguono ossessivamente questo mio blog) sapranno di chi è il video e incasseranno il colpo.

In un secondo momento, se per caso il video diventa particolarmente popolare (finisce per esempio in TV), allora faccio il nome del complottista.

Che ne dite?
2) Complottisti che sperano di fregarti, e che già seguono regolarmente le uscite di colui che non può essere nominato. E questi non li convincerai..

Siamo sicuri? A me è capitato di convincere più di un complottista.

E ricordiamoci che c'è continuamente gente che scopre il complottismo (che è noto solo ad una minoranza) per caso. Queste persone cercano informazioni online quando vengono a sapere per esempio delle scie chimiche. Esporre chiaramente e rispettosamente le proprie opinioni, evitando stupidi battibecchi e prese in giro, è un modo sorprendentemente efficace di convincerli che non c'è nulla di vero.
Mah... io sono per le cose semplici.
In più, ho una visione della guerra piuttosto settecentesca: eserciti schierati in faccia l'uno all'altro, bandiere al vento, saluti tra gli ufficiali; e al via, giù legnate.


E poi vedo un problema pratico: o c'è una moderazione di ferro, o nel giro di trenta commenti il nome salterà fuori.
Comunque, voja chel ca l'è*, adesso sono curioso di vedere che diavolo.


*comunque sia
Martinobri,

coi complottisti non ci si può permettere il lusso di essere cavallereschi.

E la moderazione di ferro c'è, e lo sai bene :-)
E se ne approffittassimo per fare un bel esercizio?
Siamo o no tuoi assidui lettori?
Abbiamo o no imparato un po' la lezione?

Tipo: tu ci giri il link senza commenti e proviamo a sbufalarlo noi?

Sarebbe un bel modo per metterci alla prova e cercare di imparare un po'.
Sarebbe quindi non uno sbufalamento, ma una lezione di sbufalamento.
È comunque bene segnalare, per evitare che altri poco intelligenti diciamo ci caschino, andando a rafforzare l'esercito dei dementi.
"coi complottisti non ci si può permettere il lusso di essere cavallereschi."

Non sono assolutamente d'accordo. Ma questo è il tuo mestiere e non il mio...
Lo sapevo che ne avresti parlato, avevo appena finito di guardare il suddetto video che ho letto il tuo post su questo blog.
Attendo lo sbufalamento, come un'enorme fetta del tuo pubblico ^_*
"Che ne dite? "

Dico che sei un furbone, con questo thread hai sondato e rifatto emergere i vecchi commentatori di lunga data che lurkavano da una vita!

Ma è un gioco divertente anche per noi, e allora giochiamo! ^_^
Non è bello lanciare la pietra e nascondere la mano. Sai bene che intraprendere questa strada significa confrontarsi direttamente in campo aperto, in modo chiaro e con dati alla mano. Mi piacciono gli scontri costruttivi. Quindi: avanti tutta e che vinca il migliore ;)
Se posso dire la mia (e credo di aver capito di chi parli) lascia stare, resisti! Ti capisco perfettamente ma questa gente cerca solo pubblicità e tu puoi fornirgliela, gratis. Sei proprio sicuro di voler essere così generoso con lui?

Lascia le cose così come stanno: tu una persona seria, lui un fallito in cerca di visibilità.
;)
Credo che la decisione sia già stata presa comunque dico la mia anche se non mi discosto dagli altri suggerimenti.

Metti a disposizione di tutti gli strumenti che servono a decidere, poi lascia che sia il buonsenso a guidare nella scelta tra le due versioni.
Senza polemica, pubblica le smentite, le precisazioni, i dati che ritieni necessari e chi vagherà sulla rete in cerca di approfondimenti sull'argomento li troverà.

Non lasciare che il dubbioso, non trovando repliche, accetti l'unica campana che sente suonare.

E poi togli a noi questa curiosità, eheh!

@Martinobri
Quel passo del libro della Genesi, modificato, è eccezionale.




Ahora y siempre, sbufalamiento.
Concordo con Contekofflo, se il complottista è già conosciuto bisogna sbufalarlo. Sono da ignorare i complottisti della domenica che sperano di guadagnare qualche migliaio di contatti dopo essere stati sbufalati da un debunker più famoso di loro.
@ martinobri

Visione settecentesca della guerra? Caspita, eppure la storia ci dovrebbe insegnare che il Modern Warfare è molto più efficace.

Facce ride col "Complottista"
@luca bresolin, AKA ilbreso. si, mi riferivo a quel caso...
In questo modo solo chi già sa dove si trova il video, oppure si prende la briga di andarlo a cercare usando le informazioni pubblicate qui, può sapere chi è il suo prodigioso autore, che non si becca nessuna pubblicità riflessa.
[...]
In un secondo momento, se per caso il video diventa particolarmente popolare (finisce per esempio in TV), allora faccio il nome del complottista.


Purtroppo, i video complottisti sono come delle bombe della seconda guerra mondiale abbandonate in un campo: potrebbero rimanere lì per secoli senza che nessuno sappia della loro esistenza e senza causare danni a nessuno. Ma sono sempre lì in attesa di esplodere. E quindi che si fa?
Anche se si tratta di un campo molto isolato, il rischio che qualcuno la trovi e (più o meno volontariamente) possa causare un disastro è troppo grande....e quindi si preferisce chiamare qualcuno che la faccia esplodere in maniera controllata.

Un video complottista, anche il più sfigato del mondo, è una bomba inesplosa, ma ancora carica. Potrebbe trattarsi della teoria più strampalata del mondo, esposta dalla persona più improbabile della Terra, eppure bastano frasi come "nessuno ve lo dirà mai" oppure "i TG non ne parlano" per renderla automaticamente valida per il boccalone di turno. E quindi inizierà a circolare sui vari social network.
Ormai il passaggio di una bufala alla tv non è più fondamentale. Ormai sono gli stessi figli che raccontano le bufale ai genitori, che poi le raccontano al mercato o durante una cena con parenti. Sempre quando non sono gli stessi genitori ad andare su internet...
Quindi, secondo me, ormai bisogna dare per scontato che qualsiasi video-complottista, prima o poi, potrebbe diventare mainstream.

Io credo che sia molto, molto importante fare in modo che i risultati delle ricerche su google (o altri motori) riguardanti il Mr. X di turno presentino ANCHE link scettici e di sbufalamento selvaggio. Inoltre nel mare magnum dei social network può bastare poco per insinuare dei sani dubbi: pubblicare saltuariamente i link a pagine come le tue o inserirle a supporto dei commenti ai post di conoscenti boccaloni è più utile di quanto non si possa pensare. Me ne sono accorto ad esempio con gli articoli di Medbunker: magari su cento conoscenti appassionati di cialtromedicine, tre soli si scomoderanno a leggere l'articolo, ma su quei tre sortirà senz'altro un qualche effetto e alla lunga la goccia scava la roccia...
L'articolo di sbifalamento serve eccome, e con nomi e cognomi.
Non so consigliarti su cosa fare, ma posso solo dirti di non sperare che sbufalarlo farà capire ai suoi seguaci quanto è sciocco. Ogni tanto mi diverto a seguire i loro forum e, per esempio quando hai avuto un confronto tv con uno di loro, tu il giorno dopo hai scritto che eri esultante di averlo messo in difficoltà. E anche loro dicevano la stessa cosa ma al contrario :-)
Io darei la priorità a qualche sana risata, quindi alla (ennesima) sbufalata pubblica di str....
@Stupidocane

Esempio pratico: chi non si ricorda del mecenatismo di Maurizio Costanzo? Quanti personaggi ha scoperto e fatto diventare famosi? E quanti di questi erano degli emeriti imbecilli che sostenevano tesi strampalate?

E io ti rispondo con altre domande: quanti di questi personaggi ci ricordiamo ancora? Quanti " esistono" ancora? Quanti si sono ridotti a fare televendite di materassi, vasche da bagno e prodotti da giardinaggio nelle tv locali?
E' vero che spesso ospitate del genere hanno amplificato (o creato) la notorietà di perfetti "non-so-fare-nulla", ma è anche vero che il tempo ha decretato praticamente subito la loro sparizione. La loro durata è perfettamente inscrivibile nella famigerata teoria dei 15 minuti, esposta da Andy Warhol.
Basta vedere come il meccanismo della fama da reality show sia collassato dopo poco più di 10 anni....ora si diventa famosi grazie al proprio blog, la propria pagina twitter o un canale youtube. Eppure anche qui, la fama è ancora più effimera e difficile da mantenere.
Se hai cose interessanti da dire, puoi sopravvivere qualche anno; ma se l'unica cosa che sai fare è far cantare il tuo gatto, puoi star certo che tra 2 mesi nessuno saprà più chi sei.

Suvvia. Anche una scorreggia, al momento della sua emissione, ottiene una notorietà ed un'attenzione spesso immeritata (dipende dai casi) e comunque gradita soltanto dal "titolare" della stessa Ma è anche vero che, nella totalità dei casi, questa emissione si dissolve in tempi estremamente brevi. E l'unico segno tangibile che potrebbe lasciare, se lo porta a casa proprio colui che l'ha sganciata :)
Quindi, anche se si desse visibilità all'ennesimo complottardo di turno, cosa cambierebbe? Lui potrebbe bullarsi per un paio di settimane, avendo trovato un pretesto con cui approcciare una ragazza in un locale ("sai...sono quello che ha scoperto la verità su internet"). Ma poi tornerebbe a bere nesquik e mangiare patatine prima di subito.
Secondo me qualunque cretinata, da chiunque diffusa (complottista o giornalista serio) va sbufalata.
Oggi sul corrierone online ho trovato un articolo sui rumors attorno ai nuovi Galaxy S5 e iPhone6. E si parla di lettura delle retina. Cosa assurda ... è chiaro che è lettura dell'iride. E l'ho scritto tra i commenti. Ogni confusione, imprecisione, bugia, bufala, secondo me va appianata, chiarita, sbufalata. In caso contrario la continua ripetizione di concetti errati tende a farli diventare veri.
Però "tecnicamente" è una nuova teoria.
Pensa ai piccoli cinesi, fallo per loro! ;)
se si indovina il video si vince qs? Io lo so, lo so ! ! !1!
Comunque devo dire che se il video e' quello che penso io, io lascerei proprio perdere oppure lo farei sapendo che lo fai solo per strapparci qualche risata. E allora ci sta'. Difficile che possa servire a qualcosa, secondo me.
@ Repli


E io ti rispondo con altre domande: quanti di questi personaggi ci ricordiamo ancora? Quanti " esistono" ancora? Quanti si sono ridotti a fare televendite di materassi, vasche da bagno e prodotti da giardinaggio nelle tv locali?
E' vero che spesso ospitate del genere hanno amplificato (o creato) la notorietà di perfetti "non-so-fare-nulla"


Eccoti qua: quanti di questi "non-so-fare-nulla" venderebbero vasche da bagno e prodotti da giardinaggio, se non fossero stati Costanzo?
E l'unico segno tangibile che potrebbe lasciare, se lo porta a casa proprio colui che l'ha sganciata :)

tecnicamente definita "scoreggia vestita".
Eccoti qua: quanti di questi "non-so-fare-nulla" venderebbero vasche da bagno e prodotti da giardinaggio, se non fossero stati [da] Costanzo?

Giusta obiezione. Però ti faccio notare che:
1) sto citando i più "fortunati", ovvero quelli che non sono tornati alle loro vecchie professioni e al (giusto) oblìo che li circondava, come invece capita alla maggior parte di loro.
2) evidentemente, se continuano a fare televendite, vuol dire che qualcuno li fa lavorare e che quindi "funzionano" (anche solo in virtù della loro riconoscibilità) per quel particolare lavoro. Vuol dire che, in fondo, stanno facendo quello per cui sono portati. Siamo sicuri che un altro presentatore/attore più quotato, al loro posto, sarebbe più bravo a vendere un materasso?
3) quale grado di visibilità e popolarità può portarti una televendita, quando fino a pochi anni fa andavi in onda in prima serata o presenziavi regolarmente in un salotto televisivo? Insomma, è abbastanza evidente che uno lo fa per portarsi a casa la pagnotta o solo per continuare a presenziare in video: in entrambi i casi, dimostra che la tua popolarità è andata a farsi benedire :) Anche perchè credo che buona parte della gente, quando incappa in certe televendite, cambi canale in tempo zero XD



Paolo, ho visto il video...

Non ne vale la pena. Probabilmente l'autore è in ambasce monetarie e tenta questa nuova strada per raggranellare altri spicci.

Metterti ad aprire un altro fronte di debunking, può solo dar da mangiare all'autore di cui sopra.

Fallo morire di stenti... :) Credo che risuonerebbe molto più fragorosamente il tuo silenzio, che la tua discesa in campo. Dopotutto, bastano due parole per liquidare il soggetto, che possono essere benissimo "lasciate cadere" in altre discussioni. Attention seeking, ma di quello pensato: "Adesso faccio un video nuovo ed aspetto che Attivissimo abbocchi".

IMHO
Perculai, perculai sempre, e fortissimamente perculai.
Questo commento è stato eliminato dall'autore.
Riformulo per i troppi typo...

Anzi. A dirla tutta, credo proprio che stia rosicando non poco a leggere che te ne stai bello tranquillo a soppesare SE dire qualcosa.

Lascialo friggere finché non si consuma del tutto. Andarlo a sbeffeggiare ora, produrrebbe nel tapino solo un moto di orgoglio.
Il lasciarlo a bocca asciutta, spegnerebbe un po' il suo sorrisetto sardonico, stanne certo.
ho capito chi è il personaggio... ma non ho avuto il coraggio di guardare il video perché la tesi che viene sostenuta è talmente ridicola che non vale nemmeno la pena di farcisi due risate.

non ragionar di lor, ma guarda e passa
@stupidocane
Anzi. A dirla tutta, credo proprio che stia rosicando non poco a leggere che te ne stai bello tranquillo a soppesare SE dire qualcosa.
QUoto!
Ciao Paolo,

credo di aver capito chi è il complottista e il video in questione. Se è chi penso, proporrei di non offrire pubblicità... le sue quotazioni in questo periodo mi sembrano un po' in ribasso e forse non aspetta altro :D
Andrebbe sbufalato ma francamente ormai nel sito se la cantano e se la suonano da soli nessuno ci prova più a fargli capire che si cibano di rifiuti quindi servirebbe a nulla.
"Un complottista piuttosto conosciuto", puo' bastare questo tuo incipit per ottenere l'unico risultato possibile di una lotta contro i mulini a vento: ridere di chi si sforza tanto per far girare il mulino.
Lo sappiamo bene che il nostro caro complottista-piuttosto-conosciuto pochi istanti dopo aver pubblicato la sua ineffabile video analisi ha compulsivamente aggiornato la pagina attivissimo.blogspot.com in trepidante attesa di una tua replica. Quindi puo' bastare quel tuo incipit.
Direi di lasciar stare, adesso sta leggendo i commenti e non si capacita di non aver convinto nessuno. Porello.
chi segue questo blog non crede a certe cose, pertando potrà ricevere solo pubblicità negativa nel caso.se un domani sarà famoso trovare questo sbufalamento lo priverà, per chi ha spirito critico, di legittimità.quindi pubblica tutto!
Suvvia. Anche una scorreggia, al momento della sua emissione, ottiene una notorietà ed un'attenzione spesso immeritata (dipende dai casi) e comunque gradita soltanto dal "titolare" della stessa Ma è anche vero che, nella totalità dei casi, questa emissione si dissolve in tempi estremamente brevi. E l'unico segno tangibile che potrebbe lasciare, se lo porta a casa proprio colui che l'ha sganciata :)

Questa metafora mi sembra decisamente azzeccata.
Oddio, ora però mi state facendo morire per la curiosità... Pare che tutto il mondo abbia capito di chi si tratta tranne me :-/
Sara' mica quello che va in Chiesa con una Alfa Romeo Giulietta? :D
Sto pensando a questa soluzione: per ora spiegherei le castronerie presenti nel video ma non pubblicherei link all'originale e non farei il nome di chi l'ha partorito. [...] In un secondo momento, se per caso il video diventa particolarmente popolare (finisce per esempio in TV), allora faccio il nome del complottista.

Che ne dite?



Ho appena finito di vedere il suddetto video e mi rimangio il mio precedente commento: non vale la pena dare pubblicità a quel complottista e alla sua teoria, considerando il fatto che il video in questione non sta riscuotendo successo su Internet.

Però le castronerie sparate sono talmente colossali e lapalissiane (oddio, ho riso per 15 minuti filati con i lacromoni agli occhi!!!) che mi viene da fare una contro-proposta: e se scaricassimo il suddetto video da YT, aggiungendoci i sottotitoli in Cinese e lo inviassimo a tutti i più noti giornalisti della Repubblica Popolare Cinese? Se il video diventa virale in Cina, il complottardo verrebbe deriso da oltre un miliardo di persone per decenni.

C'è qualche traduttore Cinese qui in sala? :D
Fammi capire: è forse un complottista... molto religioso e pio, oppure è un celebre "aereonz che partenz"?
Fammi capire : è forse un tipo molto religioso e pio, oppure è un celebre "aereonz che partenz"?
Dipende dal tipo di bufala. Se è qualcosa tipo "gli alieni hanno costruito una base sulla faccia nascosta della Luna e si apprestano ad invadere il Giappone coi loro minidischi"... chi se ne frega. Se invece la bufala è potenzialmente in grado di danneggiare chi ci casca (es.: "I vaccini rendono sterili e provocano l'autismo nei bambini") allora forse è il caso di intervenire. In questi casi ripristinare la verità giustifica la pubblicità gratuita che si fornirebbe allo spargibufale.
@ Lorenzo Desole

Niente paura. E' solo la consueta congerie di teorie balzane messe insieme alla bell'e meglio su un argomento non vitale.
Santi numi (eterni dei) l'ho trovato! Quasi per caso (ma se uno cerca e trova, il caso c'entra poco).
E per rispettare il dilemma di Paolo (che presto diventerà più famoso del già celebre Dilemma del Prigioniero) non dirò nulla se non che mi sono divertito come un matto e che forse distruggerò tutte le camice a scacchi, soprattutto rosse e nere. Peccato, mi piaccioni cosi' tanto. Ecco un altro dilemma!
Nessuno porta più le camicie a scacchi. Nessuno. Tranne Chuck Norris.
Niente, non sono manco riuscito a capire di chi state parlando... Se state davvero organizzando un complotto, non contate su di me :-D
E io cosa dovrei dire, indossando una camicia a scacchi color ruggine? Comunque per sbufalare il tipo bisogna o essere fotografi, o avere studiato l'argomento. I miei studi universitari mi soccorrono poco. E il bugiardo meriterebbe il Massimo della pena, vostro Onore. ;-)
Faccela vede', faccela senti' che ci sbellichiamo......!!!
[quote-"Stupidocane"]
Nessuno porta più le camicie a scacchi. Nessuno.
[/quote]

Come fai a dirlo ... per me il tuo è un luogo comune!

Paolo, lascia perdere, tanto qui tutti hanno capito di chi si tratta.
Non merita pubblicità.

Sarei d'accordo invece nella spiegazione delle castronerie che ci sono nel video lasciando anonimo l'autore.

La terra rotonda grazie alla prospettiva del finestrino...Certo che ci vuole veramente una fervida immaginazione!
Quello che mi chiedo, ma questo c'è o ci fa? Nel senso crede veramente alle cavolate che dice o è solo per trovare idioti?
>Sarei d'accordo invece nella spiegazione delle castronerie che ci sono nel video

Sì, anche perchè qualcuna è sfuggita anche a me, che pure ho una certa cnoscenza di fatti e retroterra.
Per esempio, OK per la vignettatura (nel senso che è evidentemente un'obiezione senza sostanza), ma sulla faccenda delle "bolle" non saprei che replicare.
Si diciamo che, tecnicamente, concordo con molti lettori meglio avere ulteriori informazioni. Io non mi so districare tra le spiegazioni, non sono bravo a controbattere, ma queste sono mie lacune tecnico-scientifiche. Il mio sogno è uno: lasciare questi malati sulla luna. Ma sono sicuro che vagando sulla superficie lunare, moriranno alla ricerca di una via di uscita, convinti di essere negli studios... Con questa abilità di parola negherebbero anche se avessero la testa fuori dall'oblò durante il viaggio.
Credo che personaggi come questo, ormai, per la strada che hanno preso non torneranno più indietro. Troppo orgoglio, troppa poca autostima.
Si diciamo che, tecnicamente, concordo con molti lettori meglio avere ulteriori informazioni. Io non mi so districare tra le spiegazioni, non sono bravo a controbattere, ma queste sono mie lacune tecnico-scientifiche. Il mio sogno è uno: lasciare questi malati sulla luna. Ma sono sicuro che vagando sulla superficie lunare, moriranno alla ricerca di una via di uscita, convinti di essere negli studios... Con questa abilità di parola negherebbero anche se avessero la testa fuori dall'oblò durante il viaggio.
Credo che personaggi come questo, ormai, per la strada che hanno preso non torneranno più indietro. Troppo orgoglio, troppa poca autostima.
A questo punto però molti qui hanno capito di che si tratta e leggendo il blog allegato al "filmato esilarante", anche loro hanno capito che qui si sta parlando di loro. Alla fine è un gioco delle parti a distanza. Credo di aver individuato tutte le cretinate dette, bollicine comprese, ma potrebbe essermene sfuggita qualcuna ... quindi se ci fosse un elenco completo di stupidate spiegazioni sarebbe meglio. Ma dormiro' lo stesso, in caso contrario.
Intanto in questi giorni mi dedicherò a bollicine piu' interessanti, brindando a tutti noi durante le feste!
Auguri!
martinobri ha commentato: ma sulla faccenda delle "bolle" non saprei che replicare.

Sulle prime nemmeno io ma poi ho pensato di cercare il filmato originale. Non è difficile trovarlo sulla rete. C'è su youtube. Lo vedi tutto e una volta che vedi il flusso delle immagini, dall'inizio alla fine, cominci a capire. Vedere pochi frames isolati, di pochi secondi, non aiuta. Vedere cosa succede quando si apre l'oblò e poi anche dopo, è illuminante. Una spiegazione la trovi subito.
Le "bolle" credo che siano microdetriti che si sono staccati dal rivestimento durante il lavoro degli astronauti, sarei curioso sapere che ne pensa Paolo. Comunque il filmato in questione, se non vado errando, si riferisce ad un EVA di manutenzione della ISS. Pensano che anche la ISS sia un complotto?? Qui si va dal ridicolo al patetico...
In generale ci sono due modi, entrambi legittimi, di discutere di cospirazioni e complotti: andare dietro alle domande che pongono i complottisti una per una, o valutare le cose nel loro complesso.

Probabilmente le "bolle" sono detriti spaziali, tanti dei piccoli frammenti che si staccano dai vari sistemi. Non ho studiato il filmato a fondo ma dico "probabilmente" e mi basta, perchè (1) questa è l'opinione più comune tra chi ha pensato fosse necessario rispondere a queste obiezioni, e (2) ci sono miliardi di evidenze che dicono che non si tratta di un complotto. Semplice. Quindi se trovo 1 (un) singolo elemento che non combacia, mi stupisco, dico "ohibò" ma guarda che strano, faccio magari una rapida ricerca su internet e la finisco li.

Cioè bisogna riportare la questione nel suo ambito: la curiosità, che immagino generi la domanda (legittima) di Martino, non il cospirazionismo.
Mi correggo, è dell'EVA dell'apollo 16, durante il ritorno per il recupero dei nastri dal modulo di servizio. Comunque sembra più dei frammenti che si staccano che delle bolle...
ma poi ho pensato di cercare il filmato originale. Non è difficile trovarlo sulla rete. (...) Una spiegazione la trovi subito.


Oddio... se non sai dove mettere le mani, vanno via le mezz'ore. Avendo voi a disposizione, logico chiedere, no? :-)

Ma, ribadisco, uno che frequenta solo video di quel tipo e pensa che quello sia il Verbo incarnato non ha a disposizione altre campane. Una risposta completa e organizzata non farebbe male.
@Lorenzo Desole: il Giappone invaso dai mini dischi provenienti dal lato nascosto della Luna, mi riporta allo spensierato 1978... "Goldrake, avanti!". Quanti ricordi!
Qualcuno di voi profexoroni che avete capito di che video si tratta, potrebbe venire a linkarlo nel forum dei disinformatici? Tanto è un forum privato, quindi non regaliamo pubblicità al complottista!Sveglia!!1!1!uno! :D
Alla fine ho trovato anche io il video e devo dire che è veramente assurdo che ci sia qualcuno che usa il proprio tempo ad inventarsi teorie così strampalate invece di lavorare...
Comunque io sono ancora dell'idea che una sbufalata ci vorrebbe. Secondo me Paolo, si dovrebbero prendere le stesse immagini portate come tesi dal noto cospirazionista e si dovrebbe spiegare per filo e per segno perché sono autentiche, come se fosse un tuo lavoro autonomo (senza necessariamente citare il tizio..anzi, senza prenderlo nemmeno in considerazione, non se lo merita proprio).
Comunque la storia delle bolle mi lascia un po' perplesso. Non sono ancora riuscito a trovare il video originale, come suggerisce Francesco, però se fossero dei detriti che si staccano dai vari sistemi, non capisco perché acquisiscono una accelerazione verso la parte alta dell'inquadratura. Mi sarei aspettato che per inerzia, tali detriti avrebbero viaggiato ad una velocità circa uguale a quella della ISS e che quindi nell'inquadratura sarebbero risultati quasi fermi.
Scusate l'orrore di grammatica (non avevo riletto ciò che avevo scritto), mi auto-correggo: "...è veramente assurdo che ci sia qualcuno che usa il proprio tempo PER inventarsi teorie così strampalate invece di lavorare..."
@ Christian Franzone

Comunque per sbufalare il tipo bisogna o essere fotografi, o avere studiato l'argomento.

Dici? Eppure pensa che il tizio in questione ha fatto il fotografo per 30 anni (ipse dixit) e nonostante l'esperienza, non ha ancora capito perché non si possano avere le stelle e la Luna piena nella stessa foto... Per quanto riguarda il secondo punto, sempre il tizio in questione, è da molto che "studia" l'argomento, ma con questo video dimostra di non aver comunque capito un beneamato eccetera...
Renditi conto, inoltre, che l'intellighenzia tipica del suo spazio, non sa distinguere tra una ripresa video ed una simulazione fatta al computer. Leggere i commenti per credere...

Quindi, sentiti pure libero di irridere e/o perculare a piacimento. Benché tu non ti senta preparato, stai tranquillo che non lo è nemmeno lui. :)
@ Giskard

"...è veramente assurdo che ci sia qualcuno che usa il proprio tempo PER inventarsi teorie così strampalate invece di lavorare..."

E qui sta il DO. Questo è il suo lavoro: inventarsi teorie strampalate per tirare a campare... Messa così la vedo più patetica che assurda.

Ma ci pensi ad essere considerato sempre come "quello un po' strano. Noo non è cattivo, ma ha delle idee... (movimento circolare orario dell'indice destro puntato verso la tempia)", o come "ah, quello là? Ahaha", o ancora come quello che quando parla, la maggior parte della gente si gira e se ne va scuotendo la testa?
Ecco, appunto, profexoroni, che io mi sento tanto idiota…
@Stupidocane
Quello è considerato un lavoro?? Allora non ho proprio capito nulla della vita io... Di stupidaggini ne dico talmente tante gratis... :D
Alla fine lo trovai pure io (sono fesso, ma leggermente meno di quanto temessi). Vabbé, è così facile percularlo che si fa fatica a decidere da dove iniziare.
@ Stepan & granmarf

Eddai sù... ci sono pure troppi indizi di dove andare a trovare il video...
Ah, tra l'altro... Ho appena scoperto che sono stato pure bannato dai Disinformatici. Quindi, anche volendo, non puoto...
C'e' un Forum dei disinformatici?
Tenendo al centro il "dilemma di paolo", io da un lato non capisco se uno come il tipo con la camicia a quadri "ci si sia o ci faccia" e poi non capisco il pubblico che lo apprezza, se ha probemi di comprensione scientifica (tipo quelle che PISA segnala nella scuola italiana) oppure problemi piu' gravi. Per quanto riguarda le bolle, non ho percepito alcuna accellerazione degli oggetti che si vedono allontanarsi dalla soyuz (perché tale è) durante la passeggiata cinese di cui si parla (di alcuni anni fa) ma si potrebbe anche provare a studiarla. Naturalmente bisogna vedere che ottica ha ripreso il tutto perché se fosse un grandangolo allora un effetto virtuale di accellerazione ai bordi dell'immagine sarebbe normale.
@ Stupidocane

Ah, tra l'altro... Ho appena scoperto che sono stato pure bannato dai Disinformatici. Quindi, anche volendo, non puoto...

Non mi risulta: nella lista utenti ci sei, eccome. Non è che ti sei dimenticato la password?



@ Roberto Camisana

C'e' un Forum dei disinformatici?

Sì, ma non so se posso mettere il link, non vorrei fare SPAM. Comunque se metti nel noto motore di ricerca il termini "I Disinformatici" lo trovi al primo colpo.



P.S. Neanche io ho capito a chi vi riferite. Presuppongo sia uno noto amico di un greco, ma non saprei a che video vi riferite.
@ Vittorio

Ban del mio IP.
P.S. Vittorio, non è quello. Leggi bene i commenti e vedrai che ci arrivi... :) altrimenti sfateresti il luogo comune che vedrebbe iDisinformatici più svegli di quelli che scrivono SVEGLIA!! 1!!! 111! 1!
Comunque mi sembra di giocare una partita di Taboo. Far capire il soggetto senza dire parole dirette.

Bah... ora vado a lavarmi le cose smaltate che ho in bocca e poi a coricarmi sul participio passato di leggere.

Buona cosa che finisce all'alba...
altrimenti sfateresti il luogo comune che vedrebbe iDisinformatici più svegli di quelli che scrivono SVEGLIA!! 1!!! 111! 1!

ma… per me… io, eh… non so gli altri… per la verità io sono solo il cugino acquisito in secondo grado di un disinformatico e siccome lui, il mio cugino intelligente che mi spiega sempre per benino tutte le cose che non so, è in vacanza a Borgoratto Mormorolo e non lo volevo disturbare…
@ granmarf

Oh beh... ormai l'ho scritto in chiaro di chi si sta parlando. L'hai anche quotato...
Proposta: e se il debunking lo facessimo fare a dei ragazzi della scuola media inferiore? In fondo per esempio la storia delle presunte bolle nella presunta piscina è alla portata di chi ha fatto o sta facendo, con profitto, la scuola dell'obbligo. Potrebbe essere anche una costruttiva esperienza didattica.
Ho fatto delle ricerche riguardo alle "bolle" ed ho trovato questa spiegazione:

il modulo di servizio era composto da strati di alluminio composito che per via della dilatazione termica, durante l'orbita lunare, si tendeva a sgretolare nello strato esterno (era progettato apposta). Il filmato riguarda l'Apollo 16, durante il ritorno dalla Luna, dopo 7 giorni di esposizione alle condizione estreme dello spazio. Le "bolle" non sono altro che dei frammenti di alluminio che si sono staccati dal portello movimentato dagli astronauti, infatti sono molto luminosi riflettendo la luce solare. Se il video era stato realizzato in piscina, di bolle se ne sarebbero viste molte di più, anche considerando che il filmato originale dura più di un'ora.

L'ho postato anche nei commenti del video, ma considerando i frequentatori, credo che sia più semplice insegnare a leggere ai somari che farli ragionare..
"Ban del mio IP. "

Allora hai usato/usi un IP che hanno già usato gli spambot per iscrivere utenti fake, o viceversa. Oppure il tuo computer è uno zombie :D
Allora hai usato/usi un IP che hanno già usato gli spambot per iscrivere utenti fake, o viceversa. Oppure il tuo computer è uno zombie :D

Oppure qualcuno mi ha fatto uno scherSo...
Grazie Stupidocane per la segnalazione del video sul forum! Beh, per il momento dico solo che le camicie da boscaiolo che porto io sono molto più belle della sua! :D
Questo commento è stato eliminato dall'autore.
L'ho postato anche nei commenti del video, ma considerando i frequentatori, credo che sia più semplice insegnare a leggere ai somari che farli ragionare...

Onestamente, perchè dovrebbero credere a questa complicata spiegazione invece che all'altra, più semplice? Perchè lo dicono esperti che sanno di quello di cui parlano? Ma se si trattasse di un teatrino ovviamente gli esperti darebbero false spiegazioni!

Per questo non credo che entrare nel botta e risposta su queste questioni con complottisti vari sia la strategia giusta, a meno che non si tratta la questione nel suo complesso.

Meglio partire dal fatto che ci sono milioni di evidenze che l'esplorazione lunare c'è stata. Circa 80.000 papers esaminate da migliaia di ricercatori di tutte le razze, nazionalità, opinioni politiche, centinaia di persone che hanno collaborato, report tecnici, la sostanzaiale "connivenza" di tutte le altre potenze, le migliaia di rapporti, le spin company partite da quei progetti, i segnali ricevuti da Terra.

Ci sono anche degli elementi - pochissimi - dubbi o che non sono facili da spiegare. La gente come l'autore del video estrae esclusivamente questi elementi (4 o 5) e li trasforma nell'UNICA evidenza disponibile. Ha anche un nome, si chiama "selection bias". Tutto il resto non conta. E' esattamente la strategia usata per esempio dai "denialist" nei confronti dei campi di sterminio: prendere 3 o 4 foto sfuocate, alcune contraddizioni dovute alle limitate informazioni accessibili da parte degli storici, le opinioni, filtrate, di alcuni gerarchi che hanno tutto l'interesse a dire il falso e trasformarle in "smoking gun", per concludere che nei campi di sterminio non veniva effettuata la sistematica, e non casuale, eliminazione di ebrei, oppositori politici, gay etc.

In questo caso il fatto che esista la missione Chang'e 3, come dimostrato da decine di manager ESA che hanno visitato le facilities, di ricercatori che hanno ricevuto i dati tramite la rete di ricezione ESA, i risultati scientifici, i filmati, l'attenzione e lo scrutinio operato da centinaia di giornalisti, persone informate etc. DIMOSTRA che non sono bolle. E non viceversa.

Tentare di dimostrare a gente convinta che si tratti di una messincena che non sono bolle è come cercare di calmare un bambino allo spettacolo del prestigiatore che si mette ad urlare quando vede la donna segata in due. E' il fatto che è un prestigiatore che dimostra che la donna NON è stata segata in due. Cioè che non può esistere uno spettacolo in cui un'assistente si fa segare in due ogni sera, cosa che per un bambino è troppo complicato da comprendere appieno. Non l'evidenza che è davanti ai nostri occhi e della quale non possiamo fornire alcuna spiegazione certa.

E' il contesto che spiega che non sono bolle. Non il fatto che non sono bolle a spiegare il contesto.
@Vittorio
su Altervista?

Il video poi non so se ho visto quello giusto, ne ho visto uno con MM, e c''e la camicia a quadri, rossa. Non e' GC che alcuni avevano indicato tra i vari indizi in questo thread.
Roberto.
Tra l'altro proprio domani è previsto il primo passaggio dell' LRO sopra il sito dell'allunaggio di Chang'e, magari si potrà mandare una foto con dedica al complottista :D
E' il contesto che spiega che non sono bolle. Non il fatto che non sono bolle a spiegare il contesto.
---
Permettimi di non essere completamente d'accordo. Le bolle (o cose che a prima vista possono assomigliare a bolle) si comportano diversamente a seconda del contesto. Bolle di aria in olio o bolle d'aria in acqua (la presunta piscina) si comportano diversamente per velocità ed anche per la casualità della micro-traiettoria. Le bolle d'aria in acqua per esempio non salgono linearmente ma sono soggette ad un continuo microspostamento che possiamo osservare nell'acqua minerale (e spero presto per tutti potremo osservare in una coppa di champagne. Tutte cose dovute al fatto che la bolla si muove in un fluido. Ma lo spazio non è un fluido (anche se non è totalmente vuoto) e quindi il comportamento delle bolle, o presunte tali "spiega il contesto" in modo fisico. Alcuni di quegli oggetti sono detriti, alcune potrebbero anche essere bolle di condensa ma è il comportamento diverso tra spazio e piscina che ci mostra il diverso contesto.
Buon Natale a tutti!
Buona cosa che finisce all'alba

Grazie, Stu, ma di solito mi capita solo a fine quadrimestre.

Stavi parlando della correzione dei compiti in classe, no?



Approfitto per segnalare cortesemente che accelerare e derivati si scrivono con una elle sola.
Paolo Attivissimo ha commentato:
per ora spiegherei le castronerie presenti nel video

Insisto: divulgare, non sbufalare.

Come paragone, la pazza di turno afferma che la Luna è l'ologramma di un satellite artificiale apparso 12.000 anni fa.
Qui, qui, qui e qui c'è divulgazione che nemmeno nomina i deliri della pazza di turno, ma la sfubala senza appello.

The blue marble vista accanto a un mappamondo sbufala il delirio dell'oblò senza nominarlo e senza filarsi di striscio i deliranti.

Idem per la meccanica della superficie lunare esposta all'atterraggio di un modulo lunare, eccetera.
@Roberto Camisana

su Altervista?

Esattamente.
C'è sempre tanto ODIO verso i complottisti. Se un bel giorno sparisse, cosa ci resterebbe di loro? Cosa dovremmo dire se non "PORC".
meglio sbufalarlo sempre,pubblicità?si,ma non tutta positiva,qualcuno leggendo potrebbe capire le sciocchezze delle sue bufale
Ecco perchè secondo me dovresti continuare a fare ciò che fai:
-Tante volte ho avuto il piacere di trovare questo blog cercando conferme su possibili bufale
-non sempre si ha il tempo o le competenze per indagare
-se non tu, chi deve segnalarle ?
-dovresti eliminare "cacciatore di bufale" dalla testata :D
-cercando su google il nome del complottista o l'argomento fai presente, a chi lo cerca, ALMENO dell'esistenza di qualcuno che la segnala come bufala e ne da motivi (validi)
-non linkandoli potresti addirittura finire prima di questi complottisti nei risultati di ricerca

Vai cosìì !!!!! :D