skip to main | skip to sidebar
26 commenti

RaiStoria mostra foto “storica” che in realtà è una messinscena moderna

Questo articolo vi arriva grazie alla gentile donazione di “giamm*” e “fiammacen*” e con il contributo di ricerca di @signormu ed è stato aggiornato dopo la pubblicazione iniziale.

RaiStoria usa un metodo molto interessante per la presentazione delle immagini storiche: le pesca alla cieca da Internet, senza alcuna verifica. E lo ammette disinvoltamente.

La foto che vedete qui sotto, presentata da RaiStoria qui come “foto storica memorabile”, ritrae dei medici di colore che in Alabama salvano un membro del Ku Klux Klan nonostante sia un razzista che li odia. La didascalia indica che è stata acquisita da RaiStoria “via Indulgd.com”. Non da una fonte autorevole, come per esempio Getty Images, ma da un sito Internet qualsiasi.


A sua volta, Indulgd.com (che l'ha pubblicata qui) indica come fonte MyScienceAcademy.org (qui). Nei commenti su MyScienceAcademy viene detto che si tratta di un falso, ma RaiStoria non se n'è accorta.

La foto, infatti, non è un reperto storico, ma è una scena costruita per promuovere la rivista Large, come racconta in dettaglio il sito antibufala Snopes.com. L'immagine circola in Rete almeno dal 2005. Qui sotto vedete l'originale con la didascalia di Large, che è stata troncata nella versione mostrata da RaiStoria (che fra l'altro ha una curiosa modifica raggiata sul bordo in basso a sinistra).


Da un sito che porta il marchio Rai e si presenta come una fonte storica ci si aspetterebbe un po' di diligenza nel fare ricerca e verifica prima di mostrare un'immagine e dichiararla “storica” e autentica. Magari ci si aspetterebbe anche il rispetto del copyright, dato che una richiesta di permesso di pubblicazione ai detentori del copyright avrebbe fatto emergere il falso. Ma le cose sono andate diversamente.
Invia un commento
I commenti non appaiono subito, devono essere tutti approvati da un moderatore. Lo so, è scomodo, ma è necessario per tenere lontani scocciatori, spammer, troll e stupidi: siate civili e verrete pubblicati qualunque sia la vostra opinione; gli incivili di qualsiasi orientamento non verranno pubblicati, se non per mostrare il loro squallore.
Inviando un commento date il vostro consenso alla sua pubblicazione, qui o altrove.
Maggiori informazioni riguardanti regole e utilizzo dei commenti sono reperibili nella sezione apposita.
NOTA BENE. L'area sottostante per l'invio dei commenti non è contenuta in questa pagina ma è un iframe, cioè una finestra su una pagina di Blogger esterna a questo blog. Ciò significa che dovete assicurarvi che non venga bloccata da estensioni del vostro browser (tipo quelle che eliminano le pubblicità) e/o da altri programmi di protezione antimalware (tipo Kaspersky). Inoltre è necessario che sia permesso accettare i cookie da terze parti (informativa sulla privacy a riguardo).
Commenti
Commenti (26)
Pensa un po' che, così a freddo, mi sembrava un fotogramma della serie ER....
La cosa brutta è che la ri-pubblicazioni di immagini false da parte di siti così "autorevoli" come normalmente sono cosiderati RaiStoria e simili, conferisce una patente di verità all'immagine stessa. Più avanti si va e più sarà difficile scoprire che questa foto era un falso (tra l'altro originariamente dichiarato) :-(
questa è la lettera di mio cugino e te la mando così come mi ha detto di riportarla:

"e no signor Paolo adesso basta. Credo che debba mettere un freno alla sua volontà di offendere la categoria dei giornalisti con cui ho collaborato in passato e con cui ogni tanto collaboro per la cronaca locale e sportiva della mia città. E' ora di finirla. lei deve capire che ci sono dei professionisti dietro ogni notizia e questi professionisti non amano essere giudicati e denigrati. Ognuno faccia il suo mestiere sempre tenendo a mente il fatto che nessun mestiere implica di diffamare ed insultare il giornalismo, addirittura quello della Rai.
Mi auguro e prego che nessun giornalista Rai possa leggere questo articolo altrimenti lei passerebbe guai seri. Rischia come minimo una denuncia e considerato gli avvocati che hanno a viale Mazzini non sarebbe certo bello se lei venisse prelevato dalla polizia nel cuore della notte magari di fronte ai suoi figli per rispondere alla giustizia del reato di cui mi pare si stia macchiando.
Il fatto che lei risieda in Svizzera poco importa. Un mandato internazionale è sempre possibile magari con l'ausilio dell'interpol.
Quello che fa lei è infangare una categoria rispettata e che non va assolutalmente giudicata da chi non è del mestiere.

spero di averla fatta riflettere e mi auguro che toglierà in giornata questo articolo assolutamente pretestuoso non fosse altro che potrebbe anche rischiare l'oscuramento del sito se qualcuno dovesse presentare un esposto, prima che alla polizia, alla postale.

buona giornata"

non so se è il caso di preoccuparsi. Però considera che i giornalisti si arrabbiano facilmente. Quando tempo fa feci notare ad un giornalista che Montegranaro, cittadina delle marche non si trova vicino Pesaro, come erroneamente riportato in un articolo di cronaca locale, al giornalista che aveva scritto lo stesso ma in provincia di Fermo, fui minacciato di denuncia per calunnia, pur avendo sotto mano ancora oggi tale articolo.
Per quello che hai scritto te qualcuno potrebbe pure andare alla polizia veramente.

be ciao

nb: mio cugino vuole che venga pubblicata qui e non vuole scriverti in privato. ho impiegato mezza giornata per calmarlo. vuole che tutti leggano questa lettera che secondo lui dovrebbe farti vergognare molto.
Secondo me invece gli servirebbe una camomilla.
@alberto minos

LOL!!!!
Appena ho letto l'articolo ho pensato che fosse pane per i denti tuoi e di tuo cuggino... e non ho sbagliato!

Comunque se vuoi un consiglio ti conviene non esagerare, se fai così si capisce subito che sei un troll... di solito bisogna iniziare con un basso profilo, e tenersi le minacce di arresto nel cuore della notte per le fasi successive...
@alberto minos

ma tuo cugino ha mai pensato di fare il portavoce dei 5stelle? Oppure andare ai Talk Show come opinionista? no perchè vedo che ha la tempra e le argomentazioni adatte a quel tipo di ambienti. Potrebbe anche diventare il nuovo Sgarbi. Io ci farei un pensierino
Questo commento è stato eliminato dall'autore.
Alberto, secondo me sei cugino di un troll.
Alberto minos,

questa è la lettera di mio cugino e te la mando così come mi ha detto di riportarla:

Se tuo cugino ha qualcosa da dirmi, me lo può dire di persona invece di nascondersi dietro di te.


Rischia come minimo una denuncia e considerato gli avvocati che hanno a viale Mazzini non sarebbe certo bello se lei venisse prelevato dalla polizia nel cuore della notte magari di fronte ai suoi figli per rispondere alla giustizia del reato di cui mi pare si stia macchiando.

Forse tuo "cugino" ha una visione un po' imprecisa di come funziona il sistema giudiziario. Soprattutto considerato che io abito in Svizzera.


mio cugino vuole che venga pubblicata qui e non vuole scriverti in privato

E tu gli dai corda?

Pubblico questa, perché è veramente ridicola e patetica, ma non pubblicherò altre missive di seconda mano. Se il "cugino" ha qualcosa da dire, mi scriva personalmente.

Non intendo dedicare altro tempo a questi isterismi, per cui perdonami se la chiudo qui.
Se non è una foto storica lo diventerà presto, non capita tutti i giorni di "sgamare" la RAI :-)
Com'è che i due "cugini" minos compiono esattamente gli stessi errori, dalle maiuscole mancate, alle "h" non pervenute alle virgole latitanti?

Curioso.
No, Stupidocane, è il cugino di Alberto che ha un cugino troll ;-)
Quando i commenti sono più divertenti dell'articolo
Grazie Minos mi hai fatto parecchio ridere
Ma no, Minos è un fine umorista. Siete voi che non lo capite :-)
[img]http://www.zeusnews.it/img/7/2/1/6/1/0/016127-Troll.jpg [/img]
non è corretto dire che si tratta di un fotomontaggio. È stata invece "inscenata", ovvero non è una situazione reale ma ricreata allo scopo con figuranti
Mauro,

ho corretto. Grazie della precisazione.
Accidenti, Rai Storia mi piace, mi dispiace che sia incappato in questo svarione.

@Paolo: guarda che credo che quello di Minos e di suo cuggino sia un commento scherzoso…
Vincenzone, visti i trascorsi di alberto minos e di suo cugino, si può parlare di troll a ragion veduta.
cito: "...lei deve capire che ci sono dei professionisti dietro ogni notizia e questi professionisti non amano essere giudicati e denigrati…."
Stop un secondo, se sei un idiota qualcuno deve dirtelo, altrimenti si corre il rischio di perdere il contatto con la realtà e pensare di essere un genio. Il fatto che il professionista sia un giornalista, avvocato, magistrato, astronauta o pescivendolo non cambia la sostanza. Nessuno ama essere giudicato o denigrato, ma sei sei scemo è meglio che qualcuno ti rimetta sulla retta via anche con un sonoro scapaccione. Io ne ho presi e ne prenderò, la maggior parte delle volte avevano ragione gli altri. Orecchie basse e umiltà…..MA QUANDO HO RAGIONE, VAI DI DURLINDANA!!! ;)
Minos, dovresti dire a tuo cugino (se esiste) che se i professionisti non amano essere giudicati e denigrati, allora peggio per loro. In ogni caso, se pubblicano notizie alla membro di cane, o magari addirittura false, allora non sono professionisti ma cialtroni.
Vorrei condividere con voi la mia delusione datata ormai tempo fa per Rai storia e per Minoli e la sua redazione; ci sono a suo tempo cascato, e quindi vi vorrei avvisare che Minoli e soci sono fuffari di discreta levatura: non tutto ciò che passa Rai storia è fuffa, ma certamente la redazione sotto Minoli e Minoli stesso sono da prendere con abbondanti molle... alla Oliver Stone, diciamo; verosmiglianza spacciata per verità...
AFMcrime

Giovanni Minoli ha lasciato la Rai e attualmente conduce Mix 24 Faccia a Faccia su Radio24

http://www.radio24.ilsole24ore.com/programma/mix24/index.php

Naturalmente, visto che RaiStoria trasmette anche documentari vecchi di 50 anni, è possibile che continui a rimandare vecchi programmi di Minoli. Infine, preciso che io vedo molto raramente RaiStoria e neppure conosco i nomi di chi la dirige attualmente.
@Stupidocane: chiedo scusa, non sapevo che il soggetto in questione fosse personaggio noto. Ma perché rispondergli, allora?
[quote] [cut]Da un sito che porta il marchio Rai e si presenta come una fonte storica ci si aspetterebbe un po' di diligenza nel fare ricerca e verifica prima di mostrare un'immagine e dichiararla“storica” e autentica. [cut] [/quote]
Seriamente... ogni volta che vedo una chiusura come questa mi aspetto che l'argomento del prossimo articolo sia capuccetto rosso. Ci ricordiamo che parliamo della rai?
Ma infatti se volete foto storiche andate ai siti fonte di alcune gallerie di Rai Storia e spulciate direttamente lì, storia vecchia quella dell'attendibilità della Rai
Fantastico: siamo passati dal "mi ha detto mio cugino" al "mio cugino mi dice di scriverti che ti denuncia".

I commenti più divertenti che leggo qui dal 2010. Il problema delle attribuzioni e dell'autenticità delle foto è comunque serio e non riguarda solamente la RAI. Sembra assurdo che dei giornalisti che per lavoro se ne occupano non sappiano come procedere per poter ripubblicare una foto, senza entrare poi nel merito della sua attendibilità.