skip to main | skip to sidebar
94 commenti

Agende Google condivise in iOS7

Ho comprato tempo fa un iPad 2 a prezzo stracciato (250 franchi, ossia circa 200 euro, nuovo) e sto verificando quanto la presunta e vantata intuitività d'uso dell'iPad sia puramente superficiale: vera finché fai le cose semplici, ma illusoria appena esci dal sentiero stretto del Pensiero Unico di Apple.

L'iPad 2 è un bell'oggetto, intendiamoci, vale certamente quello che l'ho pagato come accessorio per alcuni usi specifici ed è più che adeguato come sostituto del computer per l'utente non informatico, ma per me non vale il suo prezzo normale. A mio avviso, il concetto generale di tablet è troppo limitato come interfaccia (se avete dubbi in proposito, fate tre o quattro copia e incolla di testo con un tablet e poi ne riparliamo) e un dispositivo che non mi espone il suo filesystem, come fanno i tablet Apple, è per me troppo asfissiante. Ma va a gusti e non voglio fare polemica: siccome so che qualcuno mi chiederà che ci faccio io con un iPad e che ne penso, lo scrivo direttamente qui per prevenire la domanda. Fine del pistolotto.

Io sto usando l'iPad principalmente come quarto schermo (ho tre monitor, ma lo spazio su schermo non basta mai), usando la culla Apple che lo tiene quasi verticale, e durante l'uso in questa modalità ho incontrato un problema la cui soluzione non è stata affatto intuitiva per le mie limitate facoltà mentali, per cui la segnalo qui caso mai servisse.

Ciascun membro della Famiglia del Maniero Digitale ha la propria agenda su Google Calendar e la condivide (in sola lettura o in lettura/scrittura) con gli altri. Ma Calendario (l'app di iOS) non vedeva i calendari condivisi. Vedeva subito i miei (ne ho più di uno, oltre a quello pubblico), ma non quelli degli altri. L'interfaccia dell'iPad non mi dava alcuna indicazione di come risolvere il problema. Andare in Calendario - Calendari - Modifica non mi portava a nulla di utile.

Soluzione (trovata qui): andare a https://www.google.com/calendar/syncselect e selezionare i calendari altrui da includere in Calendario. Problema risolto.

Invia un commento
I commenti non appaiono subito, devono essere tutti approvati da un moderatore. Lo so, è scomodo, ma è necessario per tenere lontani scocciatori, spammer, troll e stupidi: siate civili e verrete pubblicati qualunque sia la vostra opinione; gli incivili di qualsiasi orientamento non verranno pubblicati, se non per mostrare il loro squallore.
Inviando un commento date il vostro consenso alla sua pubblicazione, qui o altrove.
Maggiori informazioni riguardanti regole e utilizzo dei commenti sono reperibili nella sezione apposita.
NOTA BENE. L'area sottostante per l'invio dei commenti non è contenuta in questa pagina ma è un iframe, cioè una finestra su una pagina di Blogger esterna a questo blog. Ciò significa che dovete assicurarvi che non venga bloccata da estensioni del vostro browser (tipo quelle che eliminano le pubblicità) e/o da altri programmi di protezione antimalware (tipo Kaspersky). Inoltre è necessario che sia permesso accettare i cookie da terze parti (informativa sulla privacy a riguardo).
Commenti
Commenti (94)
{premessa: condivido la tua valutazione sull'iPAD} Qui ci sono due ordini di problemi: uno di Apple e uno generale.

Quello generale e' che non esiste un protocollo standard univoco condiviso per i calendari. Ci sono tanti standard tra cui scegliere. Se vogliamo fare un paragone, esiste un solo standard per inviare la mail (SMTP) e due per riceverla IMAP e quell'altro che se lo usate ancora poveri voi :) :) :) Ogni programma di posta elettronica invia con SMTP e riceve con IMAP o con quell'altro li'.
Non c'e' un analogo per il calendario, quindi ognuno fa come piace a lui e espone un minimo di compatibilita' giusto per dire di averla.
Finche' non esistera' un "SMTP dei calendari" non ne usciremo vivi.

Il secondo problema e' Apple, che non e' certo amichevole quando uno vuole fare le cose come dice lui e non come dice Apple (e un bel CHISSENEFREGA se quello che dice Apple e' Il Modo Giusto). Anche io ho invocato divinita' esoteriche quando si e' trattato di accedere ai calendari non-Apple da un iPad. Negli anni la "sincronizzazione" tra Outlook e iPad via iTunes su Windows 7 (data per "perfettamente funzionante" da Apple) mi ha provocato non pochi mal di testa (appuntamenti doppi, appuntamenti non aggiornati e orari sballati (fuso orario non interpretato) per citarne alcuni) e solo dopo un bel po' di aggiornamenti di iTunes le cose hanno funzionato in maniera accettabile.

Va detto che anche Microsoft e Google ogni tanto ci mettono del loro.
dovrebbe essere caduto in medio oriente: http://www.satflare.com/track.asp?q=12054#TOP
La ISS (repubblica permettendo) è salva.
Un problema relativo a prodotti di Google la cui soluzione sta nell'interfaccia di Google sarebbe responsabilità di Apple? Mi viene da scrivere al Cicap… :-)
In effetti non si può proprio dire che questo sia un problema di Apple, anche perché capiterebbe su qualsiasi dispositivo si sincronizzasse con Google Calendar via CalDAV. È piuttosto un'eccentricità di Google il fatto che quella paginetta esista (piuttosto che condividere automaticamente tutti i calendari e lasciare al client la possibilità di deselezionarli a piacere) e che non sia raggiungibile da Google Calendar.
Se Google offre solo questo modo di sincronizzare i calendari, e di default non rende visibili certi calendari, e rende difficile all'utente attivarne la condivisione, cosa potrebbe mai farci Apple? Hackerare Google Calendar?
Luigi Rosa,
io uso ancora POP, più che altro per ragioni storiche. Come mai è tanto male?
>Un problema relativo a prodotti di Google la cui soluzione sta nell'interfaccia di Google sarebbe responsabilità di >Apple? Mi viene da scrivere al Cicap… :-)

Non mi pare che Attivissimo abbia mai detto che è un problema di Apple...
il temine "Pensiero Unico di Apple" evoca dei veri e propri scenari da fantapolitica :-) ... diciamo che si tratta più di un "Pensiero prevalente"
La soluzione (senza fronzoli in perfetto stile Apple) e' qui:
http://support.apple.com/kb/ht4372 (data 12 novembre 2012)

La soluzione da parte di Google per iOS e' qui:
https://support.google.com/calendar/answer/151674?hl=en

Infine la soluzione da parte di Google per iCal e' qui:
https://support.google.com/calendar/answer/99358?hl=en

Tutti i link sono tra i primi 4 risultati di una ricerca Google "apple support google calendar share".
L'interfaccia dell'iPad non poteva ne' doveva dare alcuna indicazione di come risolvere il problema. Il problema, se di problema si tratta, e' di Google e su Google si risolve. L'indicazione su come risolvere il problema sarebbe dovuto venire dalle pagine di supporto ufficiali (non da un blogger). E infatti e' cosi'.

Sinceramente che questo problema sia prova che l'intuitività d'uso dell'iPad sia puramente superficiale, mi sembra un tantino esagerato.
Non voglio scendere nel discorso particolare, ma giudicare l'uso di iPad da come questo usi il calendar di google, visto che non mi risulta che il calendar di google sia uno standard riconosciuto e che sia di qualche utilità comprovata l'uso dei calendar di google... Che poi scusa, ma se il tuo mondo ruota intorno a Google, ma che te lo compri a fare un iPad? comprati qualcosa con android... che poi per 200 euro avoja quanti Monitor ti puoi comprare in piu, quindi non capisco il discorso "mi serviva un quarto monitor", ma vabbeh su queste cose sono tardo io.
Sinceramente? io trovo l'ipad molto comodo per leggere la posta, blog, facebook, cavolate varie sul web, forse youtube, leggere la posta, giocare, e poco altro (ma potrei estendere la stessa cosa a qualsiasi altro tablet/phablet). Che mi nasconda il filesystem, e te lo dico da programmatore, non mi interessa e non vedo che problemi dovrebbe dare all'utente finale. Ho un s3 con tanto di accesso sudo etc etc ma il filesystem l'avrò guardato si e no una volta sola facendo "uhh figo il filesystem"... Poi ognuno è libero di spendere i suoi soldi come meglio crede :)
Anch'io sono uno che fa uso intensivo del copia e incolla, specie con le scorciatoie da tastiera, ed effettivamente è una delle cose più scomode da fare con un tablet o uno smartphone.
Da possessore di un vecchio iPhone di terza mano (regalato, per fortuna) e di un tablet Android non posso che condividere le considerazioni di Paolo: non mi piacciono le limitazioni imposte da Apple, il tablet non ho dovuto rootarlo per fare quello che volevo, l'iPhone sì, e io l'accesso al file system lo esigo.
Il bello è che Whatsapp non lo posso installare sull'iPhone (iOS 4.2.1) ma sono riuscito a metterlo sul tablet, anche se è solo WI-Fi... ma non posso fare il tethering perché Apple l'ha tolto. :-(
E' curioso che proprio quelli che avevano come slogan Think Different ora impongano il Pensiero Unico...
@ Santino83

Non è un discorso "iPad va male, Google ancora peggio", ma una miniguida per chi, avendo un iPad, volesse implementare vari Google Calendar.

Eppure non mi pare che ci voglia tanto a capirlo...

Oh, guai a dire qualcosa sugli iCosi che subito si viene inondati da commenti ululanti che gli iCosi sono invece perfetti...
@Verzasoft: e' "male" (meglio: e' l'antitesi della praticita') perche' e' concepito per scaricare la mail dalla INBOX al mail client. In un contesto dove hai almeno due mail client (PC e smartphone) se non di piu' (tablet, portatile, secondo PC...) hai la mail disseminata per ogni dove, con l'aggravante che se ti salta un device perdi la mail che hai registrato li' (a partire dalla posta inviata), con l'ulteriore aggravante che la gestione delle cartelle e' locale su ogni device, con l'ultima ma non ultima aggravante che se usi il webmail e' come se avessi un ulteriore mail client.

Per me lo scenario sopra descritto si chiama DELIRIO. ;)

Con IMAP tutti i device hanno tutti la stessa situazione sia come flag di "letto" sia come situazione dei folder. Inoltre il backup della mail lo faccio centralizzato sul server e i vari device possono anche implodere in un buco nero che non perdo nulla.

Il problema (non per me perche' o sono il SysAdmin dei miei mail server o mi fido del SysAdmin piu' di quanto mi fido di me stesso) e' che non tutti i fornitori danno IMAP.

Ma senza IMAP non userei la mail come la uso (oltre 10.000 messaggi inviati all'anno).
Lascio ad ognuno le considerazioni sull'utilità o meno di un tablet. La mia è che da quando sono entrati in casa gli ipad (ebbene sì. ne ho 2, uno comprato e l'altro vinto con una botta di fortuna mica da ridere) sono cambiate, ed in meglio, le dinamiche comportamentali della famiglia. Senza far parole grosse come quelle che ho appena scritto, è un oggetto molto comodo che per la maggior parte degli utilizzi sostituisce degnamente il pc. Certo che alcune attività non ci vanno proprio d'accordo. Ad Apple porgo il mio grazie per aver fornito questo device che di fatto si rende trasparente, non ci interessa come è fatto e come funziona ma semplicemente lo usiamo. Non privo di difetti ma, per me, assolutamente positivo il bilancio di utilizzo per le mie necessità. L'unica cosa del mondo Apple che mi fa strillare è iTunes... Capisco anche che chi è più smanettone non ci possa andare d'accordo. Detta la mia, grazie per questo articolo e per i link segnalati da Alberto #8
Roberto
Oh, guai a dire qualcosa sugli iCosi che subito si viene inondati da commenti ululanti che gli iCosi sono invece perfetti scrivevo poco sopra. Ma mi sono dimenticato di scrivere anche che migliorano le dinamiche comportamentali della famiglia.

Scusate, mea culpa.


[img-sx]http://cinefilosabordo.files.wordpress.com/2013/04/facepalm.gif [/img]
Il pensiero unico di apple è talmente unico da essere condiviso tra centinaia di milioni di utenti degli Cosi. Forse più semplicemente è l'unico pensiero intelligente nel settore.
Il pensiero unico di apple è talmente unico da essere condiviso tra centinaia di milioni di utenti degli Cosi. Forse più semplicemente è l'unico pensiero intelligente nel settore.

Credo che persino Orwell stia ridendo di questo ossimoro...
[quote-"Tubaz"]sono cambiate, ed in meglio, le dinamiche comportamentali della famiglia[/quote]

Ed io che avevo sempre creduto che i tablet avessero come unica utilità portare comodamente i porno in bagno.
@avariatedeventuali: s/condiviso tra/imposto a/
Chi ritiene un iPad essergli fondamentalmente inutile è probabile che sia persona cui non serva iPad e/o che sia persona che non è più capace di interpretare il nuovo per poterlo sfruttare. Io e molti che conosco ci lavoriamo 12-14 ore al giorno utilizzando a 360º con pochi compromessi e rinunceremmo meglio al desk o al portatile che ad iPad.
Poi, ovviamente, ci sono sempre le meravigliose alternative offerte dalla concorrenza che NON si vendono se non sottocosto e che hanno supporto post vendita prossimo a zero.
A me sembra che sia sempre il solito disco rotto da complottista più che altro... Con tutto quel che comporta... Chi pensa che centinaia di milioni di persone si lasciano guidare solo dalla pubblicità ha seri problemi... Chi pensa che la sua singola esperienza sia rilevante non ha colto il senso delle cose... Chi pensa che il giudizio dato dalla singola esperienza di un altro abbia valore è quello messo peggio... Infine, a chi non riesce ad usare proficuamente un iPad meraviglia del nuovo millennio tutta la mia stima, affetto e compassione perché non percepisce cosa si sta perdendo.
Mi rendo conto che il tono può sembrare polemico ( e forse lo è) ma, scusate, qual è la differenza tra un iPad e tutti gli altri (buoni) tablet?

Io sono un inniorante, e per lo più mi sembran tutti uguali..
avariate, quindi dal tuo scritto si desume che la tua singola esperienza, peraltro ottima, con l'iPad non è rilevante e che non ha alcun valore. Il che è corretto se per lavorare hai necessità di lavorare sul web perché quello lo sa fare anche un tab venduto sottocosto. E senza tanti fronzoli new age attaccati dal marketing pagati a peso d'oro.

Ma cambiamo discorso. Nel senso che vado decisamente OT per chiedere lumi.

Da possessore di un Galaxy Tab 10.1 non posso che dirmi soddisfatto del mezzo ma recentemente ho messo le mani su una "sottomarca" coreana e devo dire che sono rimasto davvero colpito. Ottima qualità, prestazioni eccellenti (monta un Cortex A7 octacore, una GPU Mali-450 MP4 e con 2 GB di RAM) sul quale gira Android 4.3. Ed il prezzo è davvero allettante. Mi sa che al prossimo giro ci faccio un pensierino... Tra un po' dovrò cambiare il mio Galaxy S2 e mi sa che mi rivolgerò al mercato non mainstream (Per inciso, il mio vecchio S2, da quando è uscito di garanzia, l'ho rootato e sembra rinato, più veloce e performante di quando era nuovo).

Ed ecco quindi la domanda: qualcuno di voi ha un device di marchi non mainstream e se sì, come si è trovato? Vale la pena?
Mi rendo conto che il tono può sembrare polemico ( e forse lo è) ma, scusate, qual è la differenza tra un iPad e tutti gli altri (buoni) tablet?

Sostanzialmente tutto è diverso. In pratica nulla. Dipende da cosa ne vuoi fare e da quanto sei disposta a pagare. Per buona misura, l'iPad è sicuramente uno dei migliori in commercio. Ma non è l'unico.
@Fra
Mi rendo conto che il tono può sembrare polemico ( e forse lo è) ma, scusate, qual è la differenza tra un iPad e tutti gli altri (buoni) tablet?

Nessuna. La differenza la fa quanto soddisfano le tue esigenze.

Nel mio caso, ad esempio, né un iPad né un tablet qualsiasi mi servirebbero. Se fossi un rappresentante di commercio, forse un tablet sarebbe fondamentale.
Il giorno che qualcuno mi dimostra qualcosa che può essere fatto da un iPad (o iPhone) che non può essere fatto almeno bene uguale da un tablet (o smartphone) Android o WP8 ad un prezzo che è almeno la metà, beh, rimarrò molto sorpreso...

Che poi i tablet (iOs, Android o Win8) e gli smartphones (iOs, Android o WP8) abbiano i loro pro e contro, e che l'uso possa essere più o meno adeguato, direi che dipende strettamente da quelle che sono le necessità e preferenze personali.
@stupidocane il 50% dell'attività che svolgo con iPad è online il resto no. Ci mando avanti un'attività commerciale. Descrivere come e cosa ci faccio richiederebbe pagine che prima o poi scriverò.
@fra perché iPad e il resto no? Perché con iPad ci vivo, ci lavoro, ci produco e non voglio rogne.
Quando compro un auto la voglio chiavi in mano e non me ne po frega' del come funziona ma deve funzionare stop. Idem per iPad e tutti i servizi annessi e connessi.
stupidocane il 50% dell'attività che svolgo con iPad è online il resto no. Ci mando avanti un'attività commerciale.

Generico. Mio zio manda avanti un'attività commerciale con un Nokia 1616. Con lo schermo rotto, per giunta.

@fra perché iPad e il resto no? Perché con iPad ci vivo, ci lavoro, ci produco e non voglio rogne.

E perché un Galaxy note 2 dovrebbe avere rogne? Eppure fa le stesse cose che fa un iPad. Anzi, qualcuna in più.

Quando compro un auto la voglio chiavi in mano e non me ne po frega' del come funziona ma deve funzionare stop. Idem per iPad e tutti i servizi annessi e connessi.

Ottimo. Ma se questa è la ragione per cui sbandieri la superiorità di Apple, ti stai sbagliando di grosso: tu vuoi una Porsche, io una Dacia. Entrambe le compriamo chiavi in mano, ci saliamo, giriamo la chiave e andiamo. Dove sta quindi la differenza? Che una è una supercar e l'altra una utilitaria. Eppure entrambe hanno le caratteristiche che hai detto tu, ossia compri, sali e vai, fregandosene altamente di come funzionino. E' quindi una buona discriminante per dire che un'auto è meglio di un'altra? Direi di no. Gli elementi sono ben altri. Sappiamo entrambi la differenza che corre tra un Panamera 4S ed una Logan 1.5 dCi. Cosa che però non è scontata in un confronto tra un iPad ed un Note pari livello. Entrambi sono due omologhi di un Panamera 4S.

Anche perché c'è un altro discorso da fare: una qualsiasi auto moderna, davvero sali e parti. Con qualsiasi device elettronico, invece, una giornata se ne va per configurare, imparare le nuove features, aggiornare, sminchiarsi sul divano con gli occhi brilluccicosi. Che sia esso un iPad, un Galaxy Tab/Note, un PC o un Mac.

Insomma, smettiamola con questa infantile tiritera della superiorità dei prodotti Apple. Sono certamente ottimi, ma non sono gli unici.
[quote-"avariatedeventuali"]Chi ritiene un iPad essergli fondamentalmente inutile è probabile che sia persona cui non serva iPad e/o che sia persona che non è più capace di interpretare il nuovo per poterlo sfruttare.[/quote]

Dipende dall' uso che ne fai.

Per un uso domestico di un utente medio secondo me è superiore a qualunque pc, portatili compresi:
puoi vedere video, fare ricerche, commentare sui forum, usare social network, videogiochi, leggere libri, riviste e documenti, farci foto e video ed usarlo come navigatore satellitare in macchina ( lo schermo grande per questo scopo è ottimo e costa molto meno dei navigatori fissi).

Se poi di lavoro ti è sufficente fare cose affini a quelle precedentemente elencate la comdità, la trasportabilità e la durata della batteria di un Ipad lo rendono decisamente più pratico.

Il discorso cambia per l'uso in ufficio: non ci puoi fare la contabilità, non ci puoi programmare ( p.s. sono programmatore di mestiere, in ambiente Eclipse-Java, per me la tastiera è fodamentale ), non ci puoi disegnare in cad, e se vuoi gestire/interrogare database o interfacciarti a macchinari (dalle macchine utensili agli strumenti di analisi) le case produttrici forniscono s.w. solo per windows e devi programmarti un "app" su misura ( e finche i macchinari usano standard noti per comunicare non c'è problema, ma se usano algoritmi propietari non ci sono speranze ).

(...e se vuoi fare delle foto come si deve è meglio comprarsi una bella Reflex...)

Poi c'è il discorso scacchi. Capisco che questo all' utente medio non interessa, ma non esiste un programma adatto ad un agonista per iOS.
L'unico attualmente sulla piazza a funzionare bene è Droidfish per Android: usa Stockfish (utile per le analisi) e Cuckoochess (forza regolabile, utile come sparring partner) come motori, permette l'utilizzo delle tablebase a 5 pezzi Gaviota e del libro delle aperture di Fritz (fra i più completi sul mercato, se non il più completo), permette di impostare la posizione, di commentare, di vedere con frecce colorate sulla scacchiera varianti multiple (aperture comprese) e leggere il formato PGN.
Le uniche pecche per il momento sono l'impossibilità di usarlo per giocare su internet (tipo F.I.C.S.) e di interfacciarsi con la scacchiera DGT bluetooth.

Poi personalmente ho scelto un Galaxy perchè mi piace molto l'idea della scheda microSD estraibile come unità di memoria, della possibilità di poter essere certi di aver chiuso un applicazione, di poter vedere il filesytem e usare il cellulare come una chiavetta usb senza dover passare dall' odioso ITunes e per il prezzo più abbordabile.
Ma chi parla di assistenza clienti e Apple lo sa che fino a poco tempo fa, infischiandosene della legge, avevano una garanzia di un anno (contro i due previsti per legge)?
Ma la differenza di programmazione di un app su android e iOs la conoscete?
Parlo per esperienza diretta:
Android: forse più lungo (non complesso, precisiamo) ottenere certe funzionalità, ma una volta create quel codice si riusa facilmente. In compenso si possono creare dei layout molto elastici, che vanno bene al samsung mini, come al galaxy tab. Tutto è personalizzabile con poche eccezioni. Inoltre chi possiede device vecchi non è lasciato al suo destino, le librerie di retrocompatibilità nascono per questi device.
iOs: Ottenere l'effetto figo che Apple ti fornisce? Due secondi. Vuoi personalizzarlo: impossibile o devi letteralmente passare per vie che definire aberranti è poco. Padding? Cos'è? Siamo nel 2014 e iOs7 non permette di impostare un padding! Per i layout elastici c'è auolayout che è un vero incubo, perché non si può lavorare sul codice, ma tutto via grafica. Risultato? Ci si mette di meno in Android a fare qualunque cosa perché se voglio avere dei pulsanti stile tab-bar sul lato dello schermo posso farlo, non mi interessano le direttive Apple sull'esperienza utente, alcune app possono non essere compatibili con quelle linee guida e, soprattutto, se in una lista una cella ci sono 4 righe e in un'altra 2 il robottino verde non fa una piega, in iOs... beh... non esiste il ridimensionamento dinamico delle celle di una lista! Il programmatore deve calcolare! In generale è una vera gabbia. Finché ti muovi al suo interno è facile, appena vuoi fare qualcosa di più ci rimetti l'anima!
Per questo Apple non posso accettarla come azienda. Le cose devono poter essere impostate, se hai torto e blocchi tutto hai combinato un casino inenerrabile!
Questo commento è stato eliminato dall'autore.
[quote-" lufo88"-"http://attivissimo.blogspot.it/2014/02/agende-google-condivise-in-ios7.html#c3244977772348998636"]Padding? Cos'è[/quote]

[img]http://c.dryicons.com/images/icon_sets/christmas_icons_set/png/256x256/christmas_pudding.png [/img]
Stupidocane ha commentato:
...
"Ottimo. Ma se questa è la ragione per cui sbandieri la superiorità di Apple, ti stai sbagliando di grosso: tu vuoi una Porsche, io una Dacia. Entrambe le compriamo chiavi in mano, ci saliamo, giriamo la chiave e andiamo. Dove sta quindi la differenza? Che una è una supercar e l'altra una utilitaria.
...
Insomma, smettiamola con questa infantile tiritera della superiorità dei prodotti Apple. Sono certamente ottimi, ma non sono gli unici."

Mai affermato che siano prodotti unici, certamente sono ottimi anzi superiori e i dati di navigazione internet parlano chiaro, la maggior parte di traffico è iOs, ci sarà un perché.

Vuoi volutamente travisare l'esempio dell'auto e non ci sto. Scrivevo "Quando compri un auto", paragonare iPad alla porsche (semmai una ferrari please) e il resto alla dacia lo hai fatto tu e avrai le tue ragioni, quando compri un auto di qualunque marca sia e di qualunque classe sia quello che sta sotto il cofano e sotto la carrozzeria etcetc frega zero, interessa che duri molto, abbia poche rogne, un ottima assistenza in officina e svolga bene il lavoro per cui è stata acquistata, consumi bassi, costi di esercizio bassi. Come fa non mi interessa affatto purché sia in modo sicuro per me e famiglia. Se è un fuoristrada deve arrampicarsi sui monti e guadare fiumi, se è una panda 4x4 attraversare campi e strade ghiacciate, se è una ferrari correre come su una pista di formula uno, se è una multipla portare sei persone e via dicendo. E lo deve far bene, stop.
Sul resto puoi travisare quanto vuoi ma il punto è solo uno, esperienza finale dell'utente. Per apple è il punti primo, il fulcro su cui si regge tutto il sistema, per gli altri no, son solo prodotti da vendere e poi chi si è visto si è visto. Sei solo.
Zugzwang ha commentato:
...
"Il discorso cambia per l'uso in ufficio: non ci puoi fare la contabilità, non ci puoi programmare ( p.s. sono programmatore di mestiere, in ambiente Eclipse-Java, per me la tastiera è fondamentale ), non ci puoi disegnare in cad, e se vuoi gestire/interrogare database o interfacciarti a macchinari (dalle macchine utensili agli strumenti di analisi) le case produttrici forniscono s.w. solo per windows e devi programmarti un "app" su misura ( e finche i macchinari usano standard noti per comunicare non c'è problema, ma se usano algoritmi proprietari non ci sono speranze )."
- sei programmatore il resto del mondo no, come non è meccanico, rassegnati. Il cad è roba per quattro gatti, sull'interfacciare non hai studiato abbastanza, le case forniscono software solo per uinzoz è un limite loro e non certo dimostrazione della bontà di orrorsoft, gli algoritmi proprietari sono proprietari non adattarli ad iOs è porsi fuori mercato.

"(...e se vuoi fare delle foto come si deve è meglio comprarsi una bella Reflex...)"
- ho una nikon d3200 24mpx interfacciata wifi con iPad... Oh mio dio, posso ritoccare e mandare le foto al volo e pure farle scattare ad iPad che controlla la reflex e restano gli 8 mpx di fotocamera per fare foto al volo che servono meglio di una reflex in moltissime situazioni. Youtube ed instagram sono li a dimostrare 24h/24 7gg/7 che non è certo la macchina che fa il buon fotografo nel il buon film maker e che un iPhone od un iPad sono ottimi strumenti per ottenere risultati eccellenti. Ammesso che chi li usi abbia doti eccellenti. Se poi non si vuol vedere quel che è ormai palese è un altro problema. Non mio.

"Poi c'è il discorso scacchi. Capisco che questo all' utente medio non interessa, ma non esiste un programma adatto ad un agonista per iOS.
...
Le uniche pecche per il momento sono l'impossibilità di usarlo per giocare su internet (tipo F.I.C.S.) e di interfacciarsi con la scacchiera DGT bluetooth."
- non mi piace giocare contro la macchina e se lo devo fare lo faccio contro i server in rete che trovo con, rullo ti tamburi, trombe, colpo di scena, proprio FICS. Forse non hai cercato bene l'app giusta.

"Poi personalmente ho scelto un Galaxy perchè mi piace molto l'idea della scheda microSD estraibile come unità di memoria, della possibilità di poter essere certi di aver chiuso un applicazione, di poter vedere il filesytem e usare il cellulare come una chiavetta usb senza dover passare dall' odioso ITunes e per il prezzo più abbordabile."

- del discorso per me privo di fondamento finalmente le 5 parole che giustificano il tutto e che sento da 14 anni per giustificare l'acquisto di un sistema uinzoz rispetto a mac, le 5 parole magiche riadattate ora al dilemma android o ios: " il prezzo più abbordabile". Che chiude tutto il post come un velo pietoso.
lufo88 ha commentato:
"Ma chi parla di assistenza clienti e Apple lo sa che fino a poco tempo fa, infischiandosene della legge, avevano una garanzia di un anno (contro i due previsti per legge)?"
- si decisamente e ne ho sempre ricevuta di ottima, rapida e puntuale e online, e con corriere espresso e negli apple store... Ovviamente parliamo di 2 eventi in 14 anni perché non mi si è praticamente mai guastato nulla. La questione della garanzia, il primo intervento me lo fecero 14 mesi dopo l'acquisto a spese loro... Il resto sono pelosità e se vado a vedere l'assistenza della concorrenza non è disastrosa, ma peggio.

"Ma la differenza di programmazione di un app su android e iOs la conoscete?"
- ti svelo un segreto, la stragrande maggioranza di utenti non è programmatore e non gli ne po frega de meno, ovvero si usano i prodotti apple per svolgere al meglio le proprie attività ed esaltare le proprie capacità, il programmatore è colui che concepisce e realizza le app per farci vivere meglio come non è affar mio come non è affar mio come è progettata la mia auto. So solo che deve funzionare bene e che il programmatore deve ricevere il giusto compenso (cosa possibile con app store di apple dato che il sistema "chiuso" garantisce refrattarietà alla pirateria e chi ha ottime idee ne trae il giusto profitto).

"Parlo per esperienza diretta:
Android: … omissis … un casino inenarrabile!"
- ecco, quello di cui scrivi è esattamente quello che chi usa un ios non vuol sapere e di più non glie ne frega nulla in via più generale. All'utente ios interessa una buona esperienza utente che decreta il successo delle app come di ios stesso. Il resto sono questioni perniciose e noiose. Chi mi costruisce l'auto non mi deve spiegare che difficoltà ha incontrato o che standard qualitativi gli sono stati imposti, deve darmi una buona esperienza di guida e di guida sicura. Vedo certi vincoli di apple come porre degli standard ai freni, all'airbag e a tutti gli altri dispositivi di sicurezza di un auto. L'utente non vede e non percepisce nulla se non nel momento che ha la sensazione di una buona anzi ottima esperienza avvolgente.
Tutto il resto è noia.

Conclusione. Ogni volta che si affrontano queste tematiche ho sempre l'impressione che i detrattori non abbiano la minima idea di che cosa stiano trattando se non per esperienze di vissuto di pochi minuti o pochi giorni...
@avariatedeventuali

Forse se aggiungessi che per te e per le tue esigenze è impareggiabilmente meglio un sistema Apple, correggeresti il tiro e chiuderesti la questione. Lo stesso, ovviamente, vale per chi dice che è migliore un sistema Android o Windows.

Riprendendo un esempio sulle auto già tirate in ballo, c'è chi preferisce le fuoristrada e chi le supersportive.
Un argomentazione del tipo "il fuoristrada è meglio perché con una supersportiva non puoi guadare un fiume o parcheggiare le ruote su un marciapiede" è ridicola perché paragona una caratteristica del fuoristrada con una caratteristica che una supersportiva non ha.
Allo stesso modo, affermare che una supersportiva è migliore perché è più veloce di un fuoristrada è altrettanto ridicola per la stessa ragione: un fuoristrada puro non ha questa caratteristica.

Se vuoi è come dire che il treno è migliore del campanile perché il treno è più veloce mentre il campanile è solo più alto.

Lo stesso vale per il mondo Apple, Windows e Android.
Le tue esigenze sono soddisfatte da un Apple, quelle di qualcun altro da un sistema Android e ci possono essere persone che hanno bisogno di entrambi. Esattamente come chi ha sia la supersportiva che il fuoristrada.

Al più si può paragonare Apple con Apple e Android con Android ma null'altro.

Almeno questa è la mia opinione.
Don't feed the troll
Fra quanto verrai bannato dall'agenda delle figlie?
Conclusione. Ogni volta che si affrontano queste tematiche ho sempre l'impressione che i detrattori non abbiano la minima idea di che cosa stiano trattando se non per esperienze di vissuto di pochi minuti o pochi giorni...

Concordo. Infatti scrivi come uno che non sa cosa sia Android e come funzioni sui device non Apple.
E bravo Guastulfo!

Il giorno 19/feb/2014, alle ore 16:11, "Guastulfo (Giuseppe)" ha scritto:

puoi guadare un fiume o parcheggiare le ruote su un marciapiede" è ridicola perché paragona una caratteristica del fuoristrada con una caratteristica che una supersportiva non ha.

Hai virgolettato una frase come fosse una mia citazione peccato che nessuno abbia scritto nulla del genere. Se questa è la premessa del tuo ragionamento il ragionamento è inevitabilmente fallato e non so a chi rispondi, non a me ma più probabilmente a luoghi comuni che hai fatto propri. Ora fai il favore, se mi vuoi rispondere, di rileggere il mio post con un pochino più di attenzione.

Il resto lo valuto con i numeri. Sony un 15gg fa ha definitivamente rinunciato ai vayo ceduti a lenovo dopo che anni fa rinunciò alla proposta di apple di modificarli per renderli osx compatibili. Oggi sony si ritira dal mercato computer. Apple continua a macinare utili ed espandere il suo mercato.
@spacesurfer

"Il bello è che Whatsapp non lo posso installare sull'iPhone (iOS 4.2.1) ma sono riuscito a metterlo sul tablet, anche se è solo WI-Fi... "

Prova ad installare Whatsapp su Android 2.2/Froyo (contemporaneo a iOS 4.2.1) e poi dimmi...

"ma non posso fare il tethering perché Apple l'ha tolto. :-("

Com'è che io posso fare il tethering senza problemi usando il mio iPhone?
@Fra

"Mi rendo conto che il tono può sembrare polemico ( e forse lo è) ma, scusate, qual è la differenza tra un iPad e tutti gli altri (buoni) tablet?"

Tutto il software che ci gira su.

"Io sono un inniorante, e per lo più mi sembran tutti uguali.. "

Già.

Il giorno 19/feb/2014, alle ore 16:10, Stupidocane ha scritto:

Stupidocane ha lasciato un nuovo commento sul post "Agende Google condivise in iOS7":

Conclusione. Ogni volta che si affrontano queste tematiche ho sempre l'impressione che i detrattori non abbiano la minima idea di che cosa stiano trattando se non per esperienze di vissuto di pochi minuti o pochi giorni...

Concordo. Infatti scrivi come uno che non sa cosa sia Android e come funzioni sui device non Apple.

No, infatti. Non mi interessa. Mi bastano i commenti entusiasti dei miei conoscenti cui ho fatto mollare le basi android ed investire su quelle Apple per sapere che ora stanno meglio. Non sono programmatori e si sono accorti che la tanto sbandierata libertà di android non gli interessa e che il recinto di Apple è ben più ricco di vacche grasse nonché più easy.
@avariate
e il fatto che i dati di vendita mostrino che praticamente in tutto il mondo android vende più di iOS cosa dovrebbe suggerirci?

per te la libertà di android non vale l'efficienza di IOS? benissimo. ma permetti che qualcun altro possa vedere le cose in modo diverso.

lo stesso vale per il prezzo: per te il costo maggiore di undevice apple è giustificato, per me e per le mie esigenze no. ma magari domani cambierò idea perché saranno cambiate le cose.

per fortuna esistono entrambi: godiamoceli invece di scannarci...
Fra quanto verrai bannato dall'agenda delle figlie?

Ehehehe, è la domanda che mi frulla in testa dall'inizio.
Certo che dev'essere dura l'adolescenza con cotanto padre: anche se facessero come tutti (un profilo FB/agendagoogle/quelcavolocheè a cui aggiungere anche la mamma e un altro vero) le sgameresti subito, poverette.
Ebbravo pure a contekloffo.

Il giorno 19/feb/2014, alle ore 17:31, contekofflo ha scritto:

"e il fatto che i dati di vendita mostrino che praticamente in tutto il mondo android vende più di iOS cosa dovrebbe suggerirci?"

- signigica che sotto android ci sono centinaia di modelli di fascia bassa che vengono usati per lo più come telefoni e non navigano in rete altrimenti si rileverebbe più traffico android che ios in rete. Gli iPhone sono computer tascabili che oltre al resto permettono anche di telefonare. Ho un amico che ha comprato un tablet ultraeconomico solo per giocare a candycrash, per sua stessa ammissione oltre è difficile andare.

"per te la libertà di android non vale l'efficienza di IOS? benissimo. ma permetti che qualcun altro possa vedere le cose in modo diverso."

- la libertà di android non vale l'efficienza di android altrimenti le migliori app sarebbero quelle per android e non per iOs. La puoi vedere come vuoi, io valuto i numeri.

"lo stesso vale per il prezzo: per te il costo maggiore di undevice apple è giustificato, per me e per le mie esigenze no. ma magari domani cambierò idea perché saranno cambiate le cose."

- è giustificato dall'assistenza post vendita certa e sicuramente migliore dell'altra parte del cielo. Il fatto che si continui però ad affiancare economicità e qualità però è fuorviante.

"per fortuna esistono entrambi: godiamoceli invece"

- godiamoli ok, non denigrandoli però.
Questo commento è stato eliminato dall'autore.
Non sono programmatori e si sono accorti che la tanto sbandierata libertà di android non gli interessa e che il recinto di Apple è ben più ricco di vacche grasse nonché più easy.

Avariate, manco io sono programmatore e non ho scelto Apple perché volevo dei device con la memoria espandibile e, soprattutto, da poter utilizzare come una penna USB. Neanch'io ho mai avuto a che fare con la programmazione se non per provare una release del nuovo Android 4.3 sul mio "vecchio" S2. Cosa che si è rivelata facilissima ed indolore grazie ad un'App ed un mini installer sul PC. Per fare un paragone, chi ha un "vecchio" iPhone 3, potrebbe montare l'ultimo iOs disponibile per il 5S? (Chiedo perché proprio non lo so, ma penso non sia possibile). Invece grazie alla vivace comunità Android, mi ritrovo con un telefono di due anni che funziona ancora come una scheggia, grazie ad aggiornamenti e release sempre nuove. Chi ha invece un prodotto della mela morsicata, può sì fare altrettanto ma fino ad un certo limite. preferisce, come fai tu, spendere soldi per comprarsi il nuovo mirabolante device di Cupertino, piuttosto che ottimizzare ciò che ha. Sono due filosofie totalmente diverse che non si possono paragonare. Per te e per le tue esigenze va meglio quella di Apple, per me va a pennello quella Android.

Capiscimi, a me non interessa tirare acqua al mulino Android (che ne ha in abbondanza) e fare il detrattore tout court dei prodotti Apple. Vorrei solo che si smettesse di dire certe corbellerie da fanboy che tanto non hanno nessun valore. Come non ha nessun valore l'uso degli accostamenti nelle citazioni, tipo la tua, scusami, infantile "Android - omissis - disastro totale", quanto fare orecchie da mercante sui difetti che può avere qualsiasi tecnologia (di cui anche Apple non è scevra, come non lo sono né Android né Windows) ché tanto si sa che non è affatto vero, o far finta di non capire per stravolgere i discorsi fatti (esempio quando hai detto che non hai mai detto che sono "unici" quando sai benissimo che intendevo "sono ottimi prodotti ma non sono gli unici ottimi prodotti sul mercato") che denota una pervicace chiusura mentale se non addirittura una scarsa attenzione nella lettura.

Siamo adulti no? E comportiamoci come tali. Le diatribe Apple=merda Android=figo o viceversa, lasciamole ai bimbiminchia che parlano a monosillabi. Eddai su...
@avariatedeventuali

Hai virgolettato una frase come fosse una mia citazione peccato che nessuno abbia scritto nulla del genere.

Infatti non era una citazione. Vedo che ci sei arrivato da solo; "come se fosse una mia citazione" (cit.), significa che sai benissimo che quella era una citazione. Sei, per caso, in modalità Troll?

Ho solo trasportato il tuo ragionamento sostituendo ad Apple vs Android, fuoristrada vs supersportiva e ho applicato la tua stessa logica.
Ho cercato di farti notare che tablet è come dire automobile, Apple è come dire fuoristrada e Android è come dire supersportiva.
Se non ti piace, puoi anche scambiare: Apple supersportiva, Android fuoristrada.

Apple e Android hanno due filosofie di funzionamento diverse e per questo non paragonabili. La scelta verso uno o l'altro tablet è funzione delle proprie esigenze. Se un iPad fosse superiore e non semplicemente diverso a quest'ora avrebbe il monopolio.

Se tu stai bene con Apple va benissimo: hai trovato una soluzione ottimale per il tuo lavoro che ti fa risparmiare tempo e, quindi, denaro. Ma ciò che va bene per te non è detto che soddisfi le esigenze di altri.

Il resto lo valuto con i numeri. Sony un 15gg fa ha definitivamente rinunciato ai vayo ceduti a lenovo dopo che anni fa rinunciò alla proposta di apple di modificarli per renderli osx compatibili. Oggi sony si ritira dal mercato computer. Apple continua a macinare utili ed espandere il suo mercato.

Come prima: colleghi elementi che non sono collegati e collegabili fra loro. Hai trovato da qualche parte una dichiarazione di Sony che dica di aver abbandonato i Vaio perché Apple è migliore?
Non credo. Sony ha solo dichiarato che vuole abbandonare il settore Vaio per concentrare le sue forze in altri settori. Una pura scelta commerciale insomma.
Poi un piccolo mini OT nel mega OT:

Sono andato a vedermi il traffico web iOS VS Android e ci sono molti punti da tener presente per interpretare il dato.
Se si prende il dato così com'è la differenza è notevole, ma:

-Il grosso del traffico iOS è generato in America, dove i device vengono venduti con contratti di telefonia e navigazione inclusi. Ci sarebbe poco da dire su questo punto, se non che gli americani comprano americano e quindi, anche ci fosse una valida alternativa, preferiscono rimanere con i propri prodotti. Nulla di strano, ma questo è un parametro che, secondo me, influenza non poco i dati.
-Android permette la navigazione con modalità desktop e quindi i counter non riconoscono quella fetta di utenti che accedono ai siti con visualizzazione desktop (io ad esempio navigo solo ed esclusivamente in modalità desktop su tutti i miei device).
-Data la possibilità di installare diversi Browser su Android, alcuni vengono riconosciuti come Linux generico, mentre altri addirittura (tipo Dolphin) come browser Safari.
-Ultima considerazione (non ho però dati per dire se è vera o meno) ho letto che i device iOS consumano più banda degli altri, facendo crescere la quantità di dati mobile a loro "favore".

Martinobri e altri,

Fra quanto verrai bannato dall'agenda delle figlie?

Ehehehe, è la domanda che mi frulla in testa dall'inizio.
Certo che dev'essere dura l'adolescenza con cotanto padre


Durissima :-)

Per l'agenda condivisa: in Calendar le Damigelle Digitali caricano gli appuntamenti che hanno effetto su tutta la famiglia (richiedono trasporti/impediscono uscite o visite tutti insieme). Mica devono segnare tutto e tutte le loro cose private.
Paolo, martinobri

Fortunelli voi... io mi devo semplicemente arrendere all'idea che ogni tanto devo fare da cavalier servente. Di punto in bianco "Mi porteresti per favore al centro commercialechedevotrovarmiconlaPippalaGiusylaTittila..." Dopo il terzo/quarto soprannome sono già in auto che sbatto la testa sul clacson... e non so come ci sono arrivato!!
@avariatedeventuali
"Ma chi parla di assistenza clienti e Apple lo sa che fino a poco tempo fa, infischiandosene della legge, avevano una garanzia di un anno (contro i due previsti per legge)?"
- si decisamente e ne ho sempre ricevuta di ottima, rapida e puntuale e online, e con corriere espresso e negli apple store... Ovviamente parliamo di 2 eventi in 14 anni perché non mi si è praticamente mai guastato nulla. La questione della garanzia, il primo intervento me lo fecero 14 mesi dopo l'acquisto a spese loro... Il resto sono pelosità e se vado a vedere l'assistenza della concorrenza non è disastrosa, ma peggio.

Quindi per te rispettare la legge e i consumatori è una pelosità. Interessante.

"Parlo per esperienza diretta:
Android: … omissis … un casino inenarrabile!"
- ecco, quello di cui scrivi è esattamente quello che chi usa un ios non vuol sapere e di più non glie ne frega nulla in via più generale. All'utente ios interessa una buona esperienza utente che decreta il successo delle app come di ios stesso. Il resto sono questioni perniciose e noiose. Chi mi costruisce l'auto non mi deve spiegare che difficoltà ha incontrato o che standard qualitativi gli sono stati imposti, deve darmi una buona esperienza di guida e di guida sicura. Vedo certi vincoli di apple come porre degli standard ai freni, all'airbag e a tutti gli altri dispositivi di sicurezza di un auto. L'utente non vede e non percepisce nulla se non nel momento che ha la sensazione di una buona anzi ottima esperienza avvolgente.
Tutto il resto è noia.

posto che storpiare le parole altrui è un gesto scorretto e disonesto (e se stai scherzando allora lo scherzo fa pena)
Quando parlo di gabbia non lo dico a caso. E se per te un programmatore non dovrebbe aprir bocca beh, mi sembra di sentir parlare i clienti con cui parlano i miei colleghi.
Inoltre i vincoli Apple, come si può vedere dalle app che girano, non contano se l'azienda che fa l'app è abbastanza grossa, quindi che limiti sarebbero? Valgono per i poveri cristi?

Conclusione. Ogni volta che si affrontano queste tematiche ho sempre l'impressione che i detrattori non abbiano la minima idea di che cosa stiano trattando se non per esperienze di vissuto di pochi minuti o pochi giorni...
ci LAVORO sia con Android che iOs. Più di così....

@melabit
http://www.whatsapp.com/android/
Android OS 2.1 or above

Ops.... E inoltre sappi che ad oggi si possono sviluppare app per Froyo (rilasciato nel 2010), mentre per iphone 4 è già un po' più difficile (anche se supporta iOs 7 ne sconsigliano l'uso). Entrambi del 2010.

Il discorso è semplice a mio modo di vedere. Confrontare Android e iOs è come confrontare le pere e le mele. Mentre iOs vive perché legato ad un hardware (parlando di smartphone ad oggi 4 modelli, anzi 5 considerando il 5c, supportano iOs 7 e iPhone4 ne sconsigliano l'adozione), Android ha a che fare con centinaia di modelli e il suo "valore" si vede sui Nexus. La Apple ha gioco facile a parlare di efficienza e ci credo, controllando anche l'hardware hanno un vantaggio immenso, con conseguenze sull'utente (che non può comprare uno smartphone per 200-300 euro e averne uno di fascia medio-alta, deve sborsare molto di più).

In merito a chi parla dell'app store che combatte la pirateria: Jailbreak? Mai sentito?
[quote -"avariatedeventuali"]sei programmatore il resto del mondo no, come non è meccanico, rassegnati.[/quote]

Oddio, mi sa che un pò di programmatori e meccanici al mondo ci sono. E poi ho parlato di lavori di ufficio in generale. Il 90% degli impiegati non può migrare su ipad, mancano totalmente i software adatti ( quelli per la contabilità, quelli per i disegni tecnici, quelli per le analisi matematiche etc etc etc ) e propio come mezzo manca di praticità per queste cose.

Ho capito che per le rozze necessità informatiche di un commerciante un giocattolo come un ipad sia più che sufficente, ma esistono altri mestieri...

[quote -"avariatedeventuali"]Il cad è roba per quattro gatti[/quote]

BOOOOOOOOOMMMMMMM !!!11!!!centoundici (ciao sic! <3)

Per qualunque disegnatore meccanico/metalmeccanico, ingegnere strutturalista, geometra, architetto, progettista elettronico/elettrotecnico/navale/aerospaziale e perfino per gli arredatori ( sono sicuro di aver dimenticato un sacco di altri mestieri ) avere un programma cad (del tipo adatto) è idispensabile.


[quote -"avariatedeventuali"]sull'interfacciare non hai studiato abbastanza[/quote]

E già! D'altronde è solo il mio mestiere.

Non aspettavo altro che un commerciante mi venisse a spiegare come funzionano.
Sono curioso di leggere come va avanti il discorso...

[quote -"avariatedeventuali"]le case forniscono software solo per uinzoz è un limite loro e non certo dimostrazione della bontà di orrorsoft[/quote]

Senza offesa, ma in così poche parole cosi tante non ne avevo lette neanche su luogocomune:

-Perfino i 14enni non usano più la parola "uinzoz";
-Le case produttrici fanno sw per Windows perchè è il SO più diffuso, poi se c'è richiesta fanno versioni per gli altri SO, ma visto che anche i programmatori vogliono essere pagati di solito si limitano al minimo indispensabile;
-che roba è "orrorsoft"? (ri-ciao sic! <3) Mi sembra di star parlando di calcio con un tifoso o di politica con un grillino. Guarda che a me di sostenere la bonta o la non bontà dei prodotti Apple o di qualsiasi altra marca non potrebbe fregare meno.

[quote -"avariatedeventuali"]gli algoritmi proprietari sono proprietari[/quote]

E l'acqua è bagnata.

[quote -"avariatedeventuali"]non adattarli ad iOs è porsi fuori mercato.[/quote]

Qui si ignorano i fondamentali...vuol dire non aver mai fatto il tecnico e non saperlo fare.

Secondo te tutti i macchinari sono nuovi? La maggior parte delle apparecchiature delle aziende hanno più di 15 anni ( o 30). E fin che l'apparechiatura funziona o necessità produttive non ne vedono l'esigenza non si cambiano (stiamo parlando di centinaia di migliaia di euro).
Una macchina industriale viene scelta per le sue qualità produttive non per il supporto ad iOS. Per questo le case produttrici ci marciano con costosissimi sw propietari ed altrettanto costosa assistenza tecnica.
[quote -"avariatedeventuali"]ho una nikon d3200 24mpx interfacciata wifi con iPad...[/quote]

Lo fà anche la mia stampante comprata per 59 euro nel 2004.

[quote -"avariatedeventuali"]Oh mio dio[/quote]

Prega per noi peccatori, adesso e nell' ora della nostra morte. Ahmen.

[quote -"avariatedeventuali"]posso ritoccare e mandare le foto al volo[/quote]

Poffare! Tutta questa sfavillante tecnologia mi era invero sconosciuta. Non sapevo che Il fotoritocco fosse una recente invenzione Apple e che nessun altro strumento al mondo fosse in grado di farlo.

Le innovazoni arrivano lente, qui sul Monte del Sapone.


[quote -"avariatedeventuali"]Youtube ed instagram sono li a dimostrare 24h/24 7gg/7 che non è certo la macchina che fa il buon fotografo nel il buon film maker e che un iPhone od un iPad sono ottimi strumenti per ottenere risultati eccellenti.

E già, tutti i fotografi profesionisti scattano con l'ipad, e anche in Rai stanno smantellando quelle vecchie ed ingombranti telecamere per rimpiazzarle con gli Iphone.

[quote -"avariatedeventuali"]non mi piace giocare contro la macchina e se lo devo fare lo faccio contro i server in rete che trovo con, rullo ti tamburi, trombe, colpo di scena, proprio FICS. Forse non hai cercato bene l'app giusta.[/quote]

Ce l'ho l'applicazione per giocare su FICS con il telefonino. Stai dicendo cose che nulla centrano con quello che ho detto.

Io sto parlando della preparazione agonistica di uno scacchista, che richiede lo studio dei finali con le tablebase e l'analisi delle partite con i motori. L'analisi non centra niente con il giocare una partita.

[quote -"avariatedeventuali"]del discorso per me privo di fondamento finalmente le 5 parole che giustificano il tutto e che sento da 14 anni per giustificare l'acquisto di un sistema uinzoz rispetto a mac, le 5 parole magiche riadattate ora al dilemma android o ios: " il prezzo più abbordabile". Che chiude tutto il post come un velo pietoso.[/quote]

Questa si che è vera tifoseria calcistica. Non stai dimostrando niente, nessuna spiegazione tecnica, sfrutti stereotipi tipo "più economico = più scadente" e con velato insulto a chi non la pensacome te.
Non ho parole.
Zugzwang, lufo, avevo scritto poco sopra che ci dovremmo comportare da adulti tra adulti, no? Ebbene, che senso ha continuare a fare gli adulti con uno che continua imperterrito a ragionare come un bambino?

Passiamo oltre e stendiamo davvero un velo peloso... tanto lo scritto rimane e chi passerà di qua potrà farsi la sua idea su chi ha cercato di ragionare e chi ha fatto i capricci.

Peace and love to everybody, even to fanboys and "geniuses".
Scrive Claudio Casonato:
Il giorno che qualcuno mi dimostra qualcosa che può essere fatto da un iPad (o iPhone) che non può essere fatto almeno bene uguale da un tablet (o smartphone) Android o WP8 ad un prezzo che è almeno la metà, beh, rimarrò molto sorpreso...

Esiste un programma per roleplaying, MapTool, open source, MapTool, che visualizza la mappa del gioco con le miniature e fa da server per i giocatori che vogliono vedere la mappa e spostare le miniature dai loro apparecchi.

Nel mio gruppo ci sono otto tra iPhone e iPad che si collegano al server di MapTool grazie a una app gratuita. C'è anche un Galaxy Tab, il cui proprietario non ha idea di come poterlo fare. Se riesci ad aiutarlo, lo fai felice. :-)
@lufo88:
"http://www.whatsapp.com/android/
Android OS 2.1 or above"

Prova ad installare Whatsapp e ad usarlo **veramente** su Froyo e poi dimmi...

"Ops.... E inoltre sappi che ad oggi si possono sviluppare app per Froyo (rilasciato nel 2010), mentre per iphone 4 è già un po' più difficile (anche se supporta iOs 7 ne sconsigliano l'uso). Entrambi del 2010."

La logica del discorso mi sfugge. In pratica fai capire Apple dovrebbe permettere ai possessori di iPhone 4 di farci girare iOS7 al meglio e con con tutte le funzioni attive, mentre nel mondo Android anche se i possessori di un cellulare con Froyo non possono aggiornarlo in modo semplice ed ufficiale alla versione attuale del OS (quale poi?) non importa, visto che le applicazioni ci girano lo stesso?

I fatti sono diversi. A parità di condizioni, chi ha comprato un Android con Froyo nel 2010 (e spesso anche nel 2012, se è per questo) NON può aggiornarlo in modo semplice ed uffciale alla versione più recente di Android. NON può. E se lo fa con una ROM non ufficiale, cosa non semplicissima e non alla portata dell'utente comune, non detto che le prestazioni siano accettabili.
Chi ha comprato un iPhone 4 può aggiornarlo in modo semplice ed automatico a iOS 7, anche se non è detto che le prestazioni siano accettabili e che tutte le funzioni siano attive.
Per l'utente finale, cosa è meglio? La risposta mi sembra ovvia.

Il giorno 20/feb/2014, alle ore 00:57, Zugzwang ha scritto:

Questa si che è vera tifoseria calcistica. Non stai dimostrando niente, nessuna spiegazione tecnica, sfrutti stereotipi tipo "più economico = più scadente" e con velato insulto a chi non la pensacome te.
Non ho parole.

A proposito di tifoseria calcistica o meglio di calcio. Il tablet più usato a bordo campo? iPad.

Al resto non rispondo perché travisi volutamente quanto ho scritto negando evidenze che sono sotto gli occhi di tutti (coloro che voglio vedere) a partire proprio da youtube ed instagram e peggio dando valore assoluto a mie affermazioni che assolute non sono. Fai ironia sulla rai ma io non ho mai scritto che la fotocamera 8mpx sostituisce sempre e cmq il prodotto professionale. Dopodiché prova a usare una videocamera"professionale" per fare riprese dall'interno di una crepa rocciosa larga 4cm. Con una toshiba camileo riesci. Ad esempio di come lo "strumento giusto" cambi a seconda dell'occasione. Ma tu, ne sono sicuro, riesci ad infilarci la tua reflex magari dopo averci saltato sopra quel tanto che serva ad assottigliarla.

E qui chiudo e tolgo il disturbo sull'argomento perché potrei essere tim cook in persona ma non avrei comunque mille anni di tempo come invece ha la goccia che cade...

Inviato da iPad

Il giorno 19/feb/2014, alle ore 19:47, lufo88 ha scritto:

"Il discorso è semplice a mio modo di vedere. Confrontare Android e iOs è come confrontare le pere e le mele. Mentre iOs vive perché legato ad un hardware (parlando di smartphone ad oggi 4 modelli, anzi 5 considerando il 5c, supportano iOs 7 e iPhone4 ne sconsigliano l'adozione), Android ha a che fare con centinaia di modelli e il suo "valore" si vede sui Nexus. La Apple ha gioco facile a parlare di efficienza e ci credo, controllando anche l'hardware hanno un vantaggio immenso, con conseguenze sull'utente (che non può comprare uno smartphone per 200-300 euro e averne uno di fascia medio-alta, deve sborsare molto di più).

In merito a chi parla dell'app store che combatte la pirateria: Jailbreak? Mai sentito?"

- Vediamo, si parte parlando di iPad2, un tablet, si finisce col parlare di smartphone?

Anche qua contano i numeri. Che la sinergia tra hardware e software sia indispensabile è cosa vera ed apple ci è riuscita pienamente direi. Microsoft ci ha provato. Definirlo un fiasco è essere buoni. Google ci sta provando e potrebbe anche riuscire, diciamo però che non essendo dei fessi sono arrivati allo stesso concetto chiave di Apple, per avere buone macchine devi controllare l'hardware, il sistema operativo ed il software di terze parti direttamente. Chiaramente non lo puoi fare dalla sera alla mattina dopo che si son passati anni a cantare "quanto è bello il software libero senza vincoli". E così compare il negozio online per i sistemi operativi android per macchine designed in google, giusto per gli utenti che vogliono stare tranquilli.

Il jailbreak non è una pratica che seguo o che consiglio, io faccio parte del parco buoi e voglio vivere tranquillo. Si era partiti disquisendo su quali dispositivi fossero più easy ed intuitivi... Se cominciamo a scendere nei tecnicismi del forzare le macchine a fare altro per cui sono state progettate trattiamo di altro volume.

Inviato da iPad

Il giorno 19/feb/2014, alle ore 18:36, "Guastulfo (Giuseppe)" ha scritto:

Come prima: colleghi elementi che non sono collegati e collegabili fra loro. Hai trovato da qualche parte una dichiarazione di Sony che dica di aver abbandonato i Vaio perché Apple è migliore?
Non credo. Sony ha solo dichiarato che vuole abbandonare il settore Vaio per concentrare le sue forze in altri settori. Una pura scelta commerciale insomma.

Si abbandona un settore quando non da più redditività apprezzabile per gli standard prefissati o peggio quando genera una perdita. Si tagliano rami inutili.

Chi altro è rimasto a produrre portatili di fascia alta nel mondo uinzoz? A parte lenovo se e per quanto tempo manterrà gli standard degli attuali vaio.

Inviato da iPad

Il giorno 19/feb/2014, alle ore 18:41, Stupidocane ha scritto:

"-Il grosso del traffico iOS è generato in America, dove i device vengono venduti con contratti di telefonia e navigazione inclusi. Ci sarebbe poco da dire su questo punto, se non che gli americani comprano americano e quindi, anche ci fosse una valida alternativa, preferiscono rimanere con i propri prodotti. Nulla di strano, ma questo è un parametro che, secondo me, influenza non poco i dati."

- sarò la solita mosca bianca ma i miei cuggini ammericani di questo presunto "americanismo" sembrano non soffrire, hanno sempre avuto auto giapponesi (non koreane, giapponesi);

-Android permette la navigazione con modalità desktop e quindi i counter non riconoscono quella fetta di utenti che accedono ai siti con visualizzazione desktop (io ad esempio navigo solo ed esclusivamente in modalità desktop su tutti i miei device).

- Quindi? Non si firma come android il browser ma come altro?

-Data la possibilità di installare diversi Browser su Android, alcuni vengono riconosciuti come Linux generico, mentre altri addirittura (tipo Dolphin) come browser Safari.

- Anche iCab per iOs si firma come gli dico io, ci sono rari siti che non permettono di essere "navigati" in modalità desk se riconoscono un browser per mobile. Valli a capire. Se un browser android ha bisogno di firmarsi Safari c'è però qualcosa di masochistico nella cosa.

-Ultima considerazione (non ho però dati per dire se è vera o meno) ho letto che i device iOS consumano più banda degli altri, facendo crescere la quantità di dati mobile a loro "favore".

- Allora, safari non consuma più banda tanto per fare, per le altre app potrebbe essere e mi riferisco allo streaming, all'iCloud e quant'altro. Ma mi poni di fronte a un dilemma che smentisce il secondo punto. O chi rileva il traffico rileva anche quello non da browser e quindi il ragionamento derivante si scioglie come neve al sole o il quarto punto non ha fondamento alcuno. Un complottista potrebbe ipotizzare che safari genera traffico all'insaputa dell'utente.

Inviato da iPad
@avariedeventuali in modalita fanboy:

"Sony ha ceduto a Lenovo la divisione computer" no, veramente no: "Tokyo-based investment fund Japan Industrial Partners (JIP) will operate the Vaio PC brand under a newly established firm and initially sell PCs in Japan only" http://goo.gl/6k2ETW

"Apple continua a macinare utili ed espandere il suo mercato" peccato che lo faccia coi telefoni e non coi computer. Quanto a "macinare utili" forse abbiamo un diverso concetto di "utili" e di "macinare" http://goo.gl/64gN8I

Ma sono dettagli secondarissimi, dato che pure Sony vuole pompare il settore telefonia mobile (che evidentemente è un settore che rende molto)

@lux: maptools è un programma in java, non ho idea cosa faccia l'app che ci si interfaccia ma maptool è opensource e l'SDK di android è java. Per un programmatore non dovrebbe essere un problema scrivere un app adatta.
@ melabit

NON può. E se lo fa con una ROM non ufficiale, cosa non semplicissima e non alla portata dell'utente comune, non detto che le prestazioni siano accettabili.
Chi ha comprato un iPhone 4 può aggiornarlo in modo semplice ed automatico a iOS 7, anche se non è detto che le prestazioni siano accettabili e che tutte le funzioni siano attive.
Per l'utente finale, cosa è meglio? La risposta mi sembra ovvia.


Certo. E la risposta è che non sai di cosa stai parlando.
- sarò la solita mosca bianca ma i miei cuggini ammericani di questo presunto "americanismo" sembrano non soffrire, hanno sempre avuto auto giapponesi (non koreane, giapponesi);

Infatti l'auto più venduta in America nel 2013 è stato il pickup della "giapponesissima" Ford. Ma almeno una ricerchina su internet con il tuo iPad, la fai prima di sparare cavolate?


- Quindi? Non si firma come android il browser ma come altro?

Vedi che non capisci nemmeno i dati che sbandieri? Il traffico web cui ti riferisci con Apple che la fa da padrone è il traffico mobile. Se da uno smartphone o da un tablet si naviga in modalità desktop, il counter del sito non lo registra come traffico mobile. Vai a vedere il traffico web non mobile e dimmi se Apple è ancora preponderante.


- Anche iCab per iOs si firma come gli dico io, ci sono rari siti che non permettono di essere "navigati" in modalità desk se riconoscono un browser per mobile. Valli a capire. Se un browser android ha bisogno di firmarsi Safari c'è però qualcosa di masochistico nella cosa.

Ancora errato. Non è il device che si "firma" Safari bensì il sito che riconosce se mobile o desktop ed in alcuni casi maerca Safari browser su piattaforma Unix. Prendi fischi per fiaschi.

- Allora, safari non consuma più banda tanto per fare, per le altre app potrebbe essere e mi riferisco allo streaming, all'iCloud e quant'altro. Ma mi poni di fronte a un dilemma che smentisce il secondo punto. O chi rileva il traffico rileva anche quello non da browser e quindi il ragionamento derivante si scioglie come neve al sole o il quarto punto non ha fondamento alcuno. Un complottista potrebbe ipotizzare che safari genera traffico all'insaputa dell'utente.

Credo che abbia ragione tu. Effettivamente iOS si appoggia ben più pesantemente sul web che non Android e sicuramente una buona parte del traffico web mobile comprende anche l'appoggio alle app in Cloud. Ripeto però che sono considerazioni abbastanza aleatorie basate su letture nei forum dove qualche utente si è lamentato che il contratto standard italiano con 2 gB al mese di traffico dati gli durava di meno sull'iPhone che non sul successivo Android.
@Il Lupo della Luna: mesi fa, iniziando a usare MapTool, abbiamo detto esattamente la stessa cosa al nostro amico. Che ci ha risposto Ci troviamo venerdì prossimo, io come mi collego? Spiegando al tablet che esiste la possibilità teorica di farlo? Attualmente gli prestiamo un vecchio iPad in sovrappiù. Claudio Casonato chiedeva un esempio: è questo. Se risolvesse il problema, gliene sarei molto grato.
lux: ho letto mezzo forum di maptools. In pratica pur essendo in java, maptool si basa su delle librerie che per android non esistono (infatti su iOS usa un accrocchio che permette di usare java). Siccome è una roba gratuita e siccome il tempo nella vita è limitato non c'è nessuno che voglia sobbarcarsi la fatica di riscrivere maptool da capo. Questo capita anche per diversi altri programmi che non vengono portati su questa o quella piattaforma. Certo, nello specifico si potrebbe sviluppare un "client" ridotto senza funzioni di editing (che sono il grosso di maptool) e se sapessi da che parte si inizia, lo programmerei io.
Tuttavia se ci fossero programmatori interessati, potremmo anche fare una raccoltina fondi su indiegogo e pubblicare il "client" a un prezzo politico di 99 centesimi.

Comunque si tratta di UN caso particolare. Sicuramente ci sono altre app che sono solo per Android e non per iOS e viceversa, ma questo non dimostra nulla sulla bontà o meno del prodotto. Casomai dimostra qualcosa sulla qualità del SDK e sul tempo da perdere/la voglia di lavorare gratis o meno che hanno i programmatori.

PS il modo c'è, basta mettere Linux e Java sul cellofono.
@melabit
"La logica del discorso mi sfugge. In pratica fai capire Apple dovrebbe permettere ai possessori di iPhone 4 di farci girare iOS7 al meglio e con con tutte le funzioni attive, mentre nel mondo Android anche se i possessori di un cellulare con Froyo non possono aggiornarlo in modo semplice ed ufficiale alla versione attuale del OS (quale poi?) non importa, visto che le applicazioni ci girano lo stesso? "
Il discorso è semplice. Un device android con gingerbread potrà usare, in futuro, app prima non esistenti. Prendiamo uno che possiede il 3gs. Di recente la apple ha stabilito che o si sviluppa con ios7 o ciccia. Risultato? il 3gs diventa inutile, il 4 dipende cosa si vuole accettare.
Non parliamo, poi, di adattare la macchina all'utente. Schermo più grande? Più piccolo? No, non esiste secondo il mondo apple.
Pro e contro, ma alla lunga i contro mi sembrano di più.
@Il Lupo della Luna: Claudio Casonato chiedeva un esempio. Eccolo. So anch'io che si potrebbe, se fossi capace lo programmerei, si potrebbe fare una colletta. Tante parole e intanto il mio amico usa un iPad in prestito perché il suo Android, quella cosa, non la fa.
Io continuo a usare carta, penna e se sono in conferenza, screenleap (consigliato proprio da Paolo) e paint .net :D
lux, se vuoi mandarmi un messaggio tramite il mio profilo possiamo tenerci in contatto per 'sta cosa.
@melabit
Com'è che io posso fare il tethering senza problemi usando il mio iPhone?

Probabilmente è un modello più recente, il mio è un iPhone 3G, dalle mie ricerche sui forum risulta che non supporta il tethering Wi-Fi e che quello Bluetooth/USB è stato tolto da Apple su iOS 4.2.1.
Alla fine sembra che per continuare ad utilizzarlo l'unica soluzione, a meno di tornare a iOS 4.1 o precedenti, è fare il jailbreak e modificare i file di configurazione relativi al carrier.

@spacesurfer:
"Probabilmente è un modello più recente, il mio è un iPhone 3G, dalle mie ricerche sui forum risulta che non supporta il tethering Wi-Fi e che quello Bluetooth/USB è stato tolto da Apple su iOS 4.2.1."

E perché il WiFi non va bene? Io uso solo quello.
@lufo88:
"Il discorso è semplice. Un device android con gingerbread potrà usare, in futuro, app prima non esistenti."

Più in teoria che in pratica. Anche ammesso che ci girino sopra, con quali prestazioni? Nel tempo il software assume sempre nuove funzioni e gira con difficoltà sulle macchine più datate. Che siano PC, cellulari o tablet. Mai sentito nessuno dire con Windows: "Com'è che quando l'ho comprato era veloce ed ora va così piano?"

"Prendiamo uno che possiede il 3gs. Di recente la apple ha stabilito che o si sviluppa con ios7 o ciccia. Risultato? il 3gs diventa inutile, il 4 dipende cosa si vuole accettare."

Anche il mio Treo è diventato inutile. Obsolescenza programmata. Ma guarda che lo fa anche Samsung & Co. nel mondo Android, non fornendo gli aggiornamenti ai sui cellulari dopo solo un anno dall'uscita per spingere gli utenti a cambiare cellulare. Apple in questo si comporta più che bene. Non lo dico io, lo dicono i numeri.


"Non parliamo, poi, di adattare la macchina all'utente. Schermo più grande? Più piccolo? No, non esiste secondo il mondo apple."

Credo sia un bene avere una idea chiara e perseguirla, invece di seguire le mode. Ma credi veramente che un cellulare enorme sia "usabile"? In ogni caso, avere scelta è positivo. Voi il cellulare da 6": ce l'hai. Vuoi un prodotto Apple: ce l'hai. Vuoi Android: ne hai tantissimi, dall'infimo all'ottimo. Poi scegli. Dipende anche dalle tue esigenze.
Io che comunque il problema della sincronizzazione fra Android e Mac l'ho risolto bene anni fa (perché ne so qualcosetta in più di Attivissimo) preferisco comunque la situazione attuale in cui il mio iPhone e iPad si sincronizzano automaticamente fra loro e con i miei Mac, senza nemmeno che me ne accorga. Ma libero chiunque altro di pensarla diversamente. Ammesso che sappia, però, di cosa si stia parlando, e non scriva cose a vanvera...
melabit,

ne so qualcosetta in più di Attivissimo

E ci tenevi a farlo sapere.

Forse non hai considerato che vantarsi di saperne più di me è come vantarsi di avere delle tette più belle delle mie. Diciamo che non ci vuole molto.

Il tuo commento sarebbe stato ugualmente utile senza la tua digressione di spocchia. Pensaci, per il futuro. Ti renderebbe meno fanboy :-)
@melabit
E perché il WiFi non va bene? Io uso solo quello.

Qual'è la parte di "non lo supporta" che non ti è chiara?
E' ovvio che se il 3G lo supportasse lo userei più che volentieri.
@Attivissimo

"E ci tenevi a farlo sapere... Il tuo commento sarebbe stato ugualmente utile senza la tua digressione di spocchia. "

Mah, non è una opinione, è un fatto. Tu hai delle competenze, io ne ho altre. Se scrivi un post lamentandoti che non vedi i calendari condivisi blah blah blah per colpa di Apple, iOS e quant'altro, e ti fanno notare che il problema sta da un'altra parte, cosa dimostri? Che queste cose non le conosci a fondo.
Io ho fatto notare che il problema di sincronizzazione fra iOS e Android l'ho risolto senza colpo ferire e automaticamente, quasi come con iCloud. Se questa è spocchia... vabbé...


"Forse non hai considerato che vantarsi di saperne più di me è come vantarsi di avere delle tette più belle delle mie. Diciamo che non ci vuole molto."

Su questo punto siamo assolutamente d'accordo :D


"Ti renderebbe meno fanboy :-)"

Ma perché mai uno che parla bene di Apple (quando se lo merita) deve sempre essere accusato di fanboy-ismo? Credi forse che Apple mi paghi? Magari! Uso anche Android, che credi, e proprio perché lo uso ritengo di poterne parlare con una certa competenza. Fanboy-ismo? E allora come definire quelli che usano Windows "perché è il meglio", che ne sproloquiano a vanvera ma poi non ne capiscono una mazza?
A proposito di fanboy-ismo, proprio oggi è uscito un mio post critico su OS X Lion. L'avevo scritto ieri sera ed è stato pubblicato alle 6:00 stamattina. Almeno non posso essere accusato di averlo scritto apposta :)
@spacesurfer:
"Qual'è la parte di "non lo supporta" che non ti è chiara?
E' ovvio che se il 3G lo supportasse lo userei più che volentieri."

Hai ragione, non me ne sono accorto. Sorry.
C'è il modo di fare lo stesso con l'unica App di Windows8 funzionante ovvero Calendario? Nelle istruzioni c'è scritto che, siccome Google ha cambiato metodo di autenticazione, non posso più importare i calendari. Qualcuno mi sa aiutare?
Scusate non ho letto tutta la discussione (mi son stufato!).
Ma qualcuno ha già proposto di bruciare gli eretici che criticano Apple?
Io adoro le folle con le torce in mano! :-)
Più in teoria che in pratica.
Whatsapp è del 2009, continua ad essere aggiornato anche per gingerbread.
Viber è uscito a fine 2010 per iphone, nel 2011 per android e supporta GingerBread tutt'ora.
Come vedi ci sono casi pratici.

Anche ammesso che ci girino sopra, con quali prestazioni? Nel tempo il software assume sempre nuove funzioni e gira con difficoltà sulle macchine più datate. Che siano PC, cellulari o tablet. Mai sentito nessuno dire con Windows: "Com'è che quando l'ho comprato era veloce ed ora va così piano?"
Dimostri di non saperne molto di programmazione, in particolare sull'ambito mobile. io DEVO progettare e realizzare app che girino anche su device vecchi. Gli effetti ci sono, ma in ambito mobile sono progettati apposta per richiedere poche risorse. Kitkat è uscito per essere più veloce di Jelly Bena proprio per evitare di avere un sistema troppo pesante.


Anche il mio Treo è diventato inutile. Obsolescenza programmata. Ma guarda che lo fa anche Samsung & Co. nel mondo Android, non fornendo gli aggiornamenti ai sui cellulari dopo solo un anno dall'uscita per spingere gli utenti a cambiare cellulare. Apple in questo si comporta più che bene. Non lo dico io, lo dicono i numeri.

Sbagliato. Mentre il 3gs è morto e sepolto (niente più app), un android con ice cream continua a ricevere nuove app (usabili). Che gli aggiornamenti per il OS debbano essere più lunghi sono d'accordo. D'altro canto sono i produttori a fare casini, google ha già detto di evitare di spu***** i sorgenti ed di estenderli piuttosto.

Credo sia un bene avere una idea chiara e perseguirla, invece di seguire le mode. Ma credi veramente che un cellulare enorme sia "usabile"? In ogni caso, avere scelta è positivo. Voi il cellulare da 6": ce l'hai. Vuoi un prodotto Apple: ce l'hai. Vuoi Android: ne hai tantissimi, dall'infimo all'ottimo. Poi scegli. Dipende anche dalle tue esigenze.
SCEGLI, appunto. Se io ritengo il display del iPhone 5 troppo grande, ma voglio iOs? O prendo un modello vecchio (4S) o ciccia. In ambito Android scelgo quello che mi va.

Io che comunque il problema della sincronizzazione fra Android e Mac l'ho risolto bene anni fa (perché ne so qualcosetta in più di Attivissimo) preferisco comunque la situazione attuale in cui il mio iPhone e iPad si sincronizzano automaticamente fra loro e con i miei Mac, senza nemmeno che me ne accorga. Ma libero chiunque altro di pensarla diversamente. Ammesso che sappia, però, di cosa si stia parlando, e non scriva cose a vanvera...
ma dipendi completamente da Apple. Se Apple decide che non va più bene sei tagliato fuori. Inaccettabile per me.
Melabit,

Se scrivi un post lamentandoti che non vedi i calendari condivisi blah blah blah per colpa di Apple, iOS e quant'altro

Hai travisato completamente quello che ho scritto. Ti invito a rileggerlo.


Ma perché mai uno che parla bene di Apple (quando se lo merita) deve sempre essere accusato di fanboy-ismo?

Non è per il fatto di parlarne bene. E' per il fatto di come ne parla bene. Con l'atteggiamento di chi ha capito tutto mentre gli altri sono capre. Con storpiature infantili come "Winzozz". Rifiutando di accettare che Apple fa semplicemente dei buoni prodotti digitali ma non ha regalato al mondo la cura per il cancro.
@attivissimo: "Hai travisato completamente quello che ho scritto. Ti invito a rileggerlo."

Ok lo farò accuratamente. Però poi per favore se trovo qualcosa che non va non accusarmi di fanboy-ismo.


"Non è per il fatto di parlarne bene. E' per il fatto di come ne parla bene. Con l'atteggiamento di chi ha capito tutto mentre gli altri sono capre. Con storpiature infantili come "Winzozz"."

Potrei sbagliare ma non credo di averlo mai scritto storpiato, io. Poi, condivido ma solo in parte. Anche se pensi che sia pieno di me, vorrei farti sapere che ho iniziato ad usare a tempo pieno Linux nel 97-98, ben prima che fosse mainstream.
Ho pure ammirato moltissimo i tuoi post di tanti anni fa su come non pagare la tassa-Windows, cioè su come non essere costretti a comprare Windows insieme al PC.
Se poi sono passato ad Apple è perché mi dava un ambiente unix con la grafica curata e piacevole, senza dover perdere tempo a configurare il sistema come in Linux e senza l'orrida necessità di passare metà del mio tempo a "gestire" il sistema (aggiornamenti, ricerca virus, deframmentazione, creazione di immagini) come in Windows.
Con gli anni il sistema è diventato sempre più integrato e i dispositivi Apple si parlano fra loro senza problemi e rotture di scatole, secondo me è un bene. Libero tu e chiunque altro di pensare che non lo sia. Ma per favore non mi tacciare di fanboy-ismo per questo. Anche perché Android lo uso, e francamente non ci vedo tutta questa qualità.


"Rifiutando di accettare che Apple fa semplicemente dei buoni prodotti digitali ma non ha regalato al mondo la cura per il cancro."

Nemmeno Microsoft e Google se è per questo. Ma guarda che ci sono i fanatici anche da quelle parti lì. E sono molti di più. Gente che usa Windows perché "è il migliore", ma poi si fanno riempiere il PC di virus, trojan e compagnia bella e rompono le balle a tutti gli altri sulla rete sputando i loro pacchetti e impedendo agli altri di lavorare. Potrei continuare ma spero di aver reso l'idea. Del resto basta andare sulla rete e leggere.
@lufo88:
melabit ha scritto: "Più in teoria che in pratica."

lufo88 ha risposto: "Whatsapp è del 2009, continua ad essere aggiornato anche per gingerbread.
Viber è uscito a fine 2010 per iphone, nel 2011 per android e supporta GingerBread tutt'ora.
Come vedi ci sono casi pratici."

Lufo88, per favore se mi citi fallo mantenendo il senso del discorso. Io ho scritto "Più in teoria che in pratica. Anche ammesso che ci girino sopra, con quali prestazioni?" Dividere la frase ne cambia il significato.
A parte questo, i tuoi esempi confermano in pieno quello che dico io. Ogni volta che ho installato Viber
sul mio Samsung Galaxy S, sia con Gingerbread, sia dopo l'aggiornamento a JellyBean 4.1 e 4.2 con CyanogenMod, il telefono si "sedeva" letteralmente diventando assolutamente inusabile proprio a causa di Viber in background. Skype ci metteva 20-30 secondi a partire ed era quasi impossibile tenerlo sempre attivo. L'unico decente era Whatsapp. Vabbé, non mi sembra la ragione fondamentale per usare un cellulare. Pensa a quello che accade con un cellulare con GingerBread o Froyo meno prestante di quello che ai suoi tempi era un cellulare top di gamma.
Ripeto: poter installare una applicazioen è una cosa, poterla usare bene un'altra.


"Dimostri di non saperne molto di programmazione, in particolare sull'ambito mobile. io DEVO progettare e realizzare app che girino anche su device vecchi. Gli effetti ci sono, ma in ambito mobile sono progettati apposta per richiedere poche risorse. Kitkat è uscito per essere più veloce di Jelly Bena proprio per evitare di avere un sistema troppo pesante."

Grazie. Dopo aver contrinuito a sviluppare e gestire programmi di milioni di righe Fortran/C e C++ (http://wwwba.ic.cnr.it/content/il-milione-sir2008-sir2011) è un complimento.

Però sul mobile hai ragione, ho poca esperienza. Ma l'esperienza pratica mi dice che le applicazioni mobili bastae sul modello client-server, le web-app per intenderci, vanno bene, tanto il lavoro lo fa il server, ma quelle che girano in locale, dai, dipendono fortemente dalle risorse del sistema. E non parlo solo dei giochi. Perché, se no, sarebbero così diffuse le applicazioni per ripulire la memoria e rimuovere i processi in background su Android?

Infine: è vero, JellyBean è molto meglio di GingerBread e simili. KitKat non l'ho ancora usato ma credo senza problemi a quello che dici. Quindi? Sai ce significa vero? Che Google ha preso atto che i precenti Android non erano ottimizzati e giravano male sui cellulari su cui venivano venduti. Infatti, se fino ad un anno fa compravi un cellulare Android da bassa lega scoprivi subito che era lento da paura, con pochissima memoria, etc. etc. Le mie figlie ne sanno qualcosa, e io pure costretto a gestire e a cercare di correggere le cose.

Il 3GS sraà anche morto e sepolto ma le applicazioni compatibili ci girano bene. Io ho un iPod Touch seconda generazione con iOS 4.2.x del 2008. Non posso installare le nuove versioni delle applicazioni ma le vecchie versioni si e ci girano perfettamente. Dopo sei anni.


"ma dipendi completamente da Apple. Se Apple decide che non va più bene sei tagliato fuori. Inaccettabile per me."

L'utente Android dipende invece da Google ma anche da Samsung, LG, Sony etc. Che decidono di non aggiornare oggetti perfettamente usabili per fartene comprare di nuovi. M dirai: e io installo una ROM non ufficiale. Ok, l'ho fatto anch'io. Su Apple c'è il Jailbreak. Che differenza c'è?
@melabit
Per me sono due aspetti un po' diversi. Ad ogni modo conosco persone che hanno gingerbread + whatsapp. Un filo di attesa all'avvio dell'app e stop


Grazie. Dopo aver contrinuito a sviluppare e gestire programmi di milioni di righe Fortran/C e C++ è un complimento.

Si parlava di programmazione mobile, come tu stesso ammetti non hai esperienza. Spiace se ti sei sentito offeso, ma hai scritto una bestialità. ;-)

Però sul mobile hai ragione, ho poca esperienza. Ma l'esperienza pratica mi dice che le applicazioni mobili bastae sul modello client-server, le web-app per intenderci, vanno bene, tanto il lavoro lo fa il server, ma quelle che girano in locale, dai, dipendono fortemente dalle risorse del sistema. E non parlo solo dei giochi. Perché, se no, sarebbero così diffuse le applicazioni per ripulire la memoria e rimuovere i processi in background su Android?
Dipende COSA fa l'app. Vista l'esperienza che vanti dovresti ben comprendere la differenza tra certe operazioni (es rendiring grafico) e operazioni più semplici. La differenza sta tutta qua. Gli smartphone non possono certo sostituire un pc, ma se si progetta un app con tutti i crismi non dovrebbero esserci problemi. Poi è chiaro, operazioni onerose metterano in difficoltà
Per i programmi che ripuliscono i processi in background di Android:
- dipende come gestisci le app. Se le chiudi è un conto, se premi il tasto home (come su iOs) è ben differente. Il primo chiude l'app, il secondo molte risorse (memoria sopratutto) rimangono occupate).
- se la gente installa tonnellate di app che creano servizi a caso inutili qui la colpa è di chi programma più gli utonti. Nemmeno Apple può nulla
- Cattivi programmatori. Viber si lamenta, ad esempio, che se qualcuno osa rimuovere il suo processo dalla lista dei processi recenti o terminare il suo servizio. IMHO è assurdo.

Infine: è vero, JellyBean è molto meglio di GingerBread e simili. KitKat non l'ho ancora usato ma credo senza problemi a quello che dici. Quindi? Sai ce significa vero? Che Google ha preso atto che i precenti Android non erano ottimizzati e giravano male sui cellulari su cui venivano venduti. Infatti, se fino ad un anno fa compravi un cellulare Android da bassa lega scoprivi subito che era lento da paura, con pochissima memoria, etc. etc. Le mie figlie ne sanno qualcosa, e io pure costretto a gestire e a cercare di correggere le cose.
Io parlo di kitkat che nasce proprio per dispositivi con poca memoria (512mb).

fine prima parte commento
seconda parte:
Il 3GS sraà anche morto e sepolto ma le applicazioni compatibili ci girano bene. Io ho un iPod Touch seconda generazione con iOS 4.2.x del 2008. Non posso installare le nuove versioni delle applicazioni ma le vecchie versioni si e ci girano perfettamente. Dopo sei anni.
Già, ma se quell'applicazione ha un bug te lo tieni. Uno con gingerbread riceve gli aggiornamenti.
Esempio pratico:
Sto sviluppando un app per l'autolettura di contatori.
Ambiente iOs: solo con iOs7. il 3gs non ce l'avrà mai. Il 4 forse, dipende dall'utente
Ambiente Android: Da gingerbread in su.
E tutte le app che svilupperò avranno questa caratteristica (salvo richieste particolari e fino a quando gingerbread avrà il 20% del mercato).
Chiaro cosa intendo?

L'utente Android dipende invece da Google ma anche da Samsung, LG, Sony etc. Che decidono di non aggiornare oggetti perfettamente usabili per fartene comprare di nuovi. M dirai: e io installo una ROM non ufficiale. Ok, l'ho fatto anch'io. Su Apple c'è il Jailbreak. Che differenza c'è?
No. Android è open source. Le mod modificate possono anche avere delle ottimizzazioni per dispositivi vecchi. Parliamo di iOs invece :-)
La differenza è tanta. Molti smanettoni passano alle mod non per mancanza di supporto, ma per migliorare il proprio device e Google non si lamenta della cosa. Chiedi alla Apple cosa ne pensa del Jailbreak.
Dipendi dai produttori per gli aggiornamenti, è vero, ma è una normale "dipendenza". Innegabile il vantaggio che produttore software e hardware coincidano, ma porta con sé inevitabili conseguenze. Libertà di scelta contro massima efficienza.
A livello di programmazione è ancora più evidente questa cosa. Ridurre il numero di dispositivi hardware con cui si ha a che fare è un innegabile vantaggio, ma limita gli utenti.
iOs? Layout studiati per 3-4 dispositivi. Con AutoLayout hanno deciso di rendere le cose più elastiche, ma fino ad un certo punto. Non puoi, a runtime, prendere un oggetto grafico e buttarlo dentro un contenitore senza specificare dimensioni e posizione.
In Android il sistema fa questo lavoro perché si ha a che fare con migliaia di dispositivi. Il programmatore deve solo aggiungere l'oggetto grafico al layout e fine (in base al layout può dare dei parametri relativi).
@Il Lupo della Luna: ottimo il tuo setup di gioco. Spero sempre di sentire Claudio Casonato.

Teniamoci più che volentieri in contatto, purché sia per qualcosa di concreto. Metà del mio gruppo di gioco programma, fa Web design, è esperta di reti e sistemi. Sappiamo che nel software si può fare tutto. Crediamo di sapere che un client Android per MapTool non esista. Lieti di essere smentiti in qualunque momento.
@lufo88, commenti #84 e 85:

Se sei d'accordo, e se innanzitutto è d'accordo Paolo Attivissimo che ci ospita su questo blog, trasferirei la nostra discussione relativa ad Android (e solo quella) sul mio blog personale, in modo da non annoiare gli altri utenti su temi che con il discorso principale hanno poco a che fare.

Non un modo surrettizio di cercare click, del resto credo che sarebbero comunque pochissimi... :D
Paolo Attivissimo ha commentato:

"Con storpiature infantili come "Winzozz". Rifiutando di accettare che Apple fa semplicemente dei buoni prodotti digitali ma non ha regalato al mondo la cura per il cancro."

- storpiature? Verità intrinseche contenute nel nome. Che poi che gli avrà dato uinzoz al mondo lo devo ancora capire.

La battuta relativa alla cura del cancro nel caso di Apple non la userei proprio... Per ovvie ragioni.
Avariate,

Che poi che gli avrà dato uinzoz al mondo lo devo ancora capire.

Non ho altro da aggiungere. Con questa frase ti sei qualificato perfettamente.
@lux: il client non c'è perché, banalmente, nessuno s'è sbattuto per programmarlo ma puoi usare maptools installando le librerie linux + java (c'è il tutorial nel forum di maptools) anche se mi rendo perfettamente conto che sia un casino. Se sapessi andare oltre printf("hello world"); mi metterei a scrivere un client ma non ne sono capace. Casomai scrivimi alla mia mail così ci teniamo in contatto e non rompiamo le balle agli altri lettori, la mail (ricomponila :P) g e n x h a @ email free di google.

Si tratta di un problema molto comune per software specicifi o poco diffusi, magari anche open source (come in questo caso). Manca chi faccia il porting, e non è perché l'OS è brutto o che..

Ah comunque 10 anni fa le macchine che pilotano le fotounità, ovvero quei cosi che realizzano le pellicole per la fotocomposizione tipografica (eh si ancora si usa) usavano dei 486 (già vecchi) con Windows NT 3.51. Altre macchine tipogtrafiche usavano delle SUN di 15 anni prima..
Claudio Casonato voleva un esempio, l'ha avuto. Quello che si potrebbe fare è ovviamente infinito; le differenze le fanno proprio il fatto che, a risorse limitate, non tutti fanno tutto.

Grazie per la mail, la mia è lvcivs@gmail.com oppure lux@mac.com a scelta. Se ci sono novità le scambierà volentierissimo con te. Non ho capito che cosa c'entrino le unità di fotocomposizione né dove io abbia scritto qui che un OS è più bello o più brutto. Claudio Casonato chiedeva un esempio, gliel'ho dato e mi sembra di capire che sia valido. Sarebbe bello sentire che ha da dire.
Ho unito più risposte nel medesimo commento :D Generalmente chi scrive dicendo "per questo OS c'è un programma che fa X e invece per quell'altro no" sottintende che il sistema per cui c'è sia meglio... ma in realtà il sistema migliore è quello che fa ciò per cui è stato installato.
Jon Carmack su Twitter.

…come la presunta e vantata intuitività d'uso dell'iPad sia puramente superficiale; vera finché fai le cose semplici, ma illusoria appena esci dal sentiero stretto del Pensiero Unico di Apple.

Jon Carmack è un semidio dell'informatica: userà iPad perché costretto da una pistola alla tempia o forse è solo masochista?
lux,

userà iPad perché costretto da una pistola alla tempia o forse è solo masochista?

Terza ipotesi: magari lo usa semplicemente perché a lui piace e non pretende ossessivamente che quello che piace a lui debba per forza piacere agli altri.