skip to main | skip to sidebar
4 commenti

iPhone, iPad, iPod touch: come bloccare l’installazione app e gli acquisti in-app

Ho ricevuto parecchie richieste, principalmente da genitori preoccupati, di descrivere in dettaglio come si impediscono l'installazione di app e gli acquisti in-app su iPhone, iPad e iPod touch. L'ansia generata dalla bufala di Talking Angela, i frequenti casi di addebiti inattesi per acquisti in-app sulla carta di credito associata all'iDispositivo e il risarcimento di 32 milioni di dollari da parte di Apple per acquisti in-app ingannevoli stanno finalmente attirando l'attenzione sul fatto che lasciare in mano a un bambino un dispositivo complesso dal quale è facile prelevare denaro con l'inganno non è una buona idea.

La descrizione seguente si riferisce a un iPad con iOS7, ma il principio generale vale anche per gli altri iDispositivi.

La prima cosa da fare è andare all'icona Impostazioni, scegliere Generali e poi Restrizioni. Poi bisogna abilitare le restrizioni, toccando Abilita restrizioni. Questo fa comparire la richiesta di un PIN di quattro cifre, che sarà noto soltanto al genitore e che non deve essere ovvio (niente data di nascita e niente 0000 o 1234 e simili). Quando lo impostate, il PIN va immesso due volte, per sicurezza.


A questo punto disattivate iTunes Store, iBooks Store, Installazione app, Eliminazione app e Acquisti In-App. Fra l'altro, già che ci siete, se preferite inibire anche le fotocamere integrate nell'iPad / iPod / iPhone, potete farlo qui disattivando Fotocamera e/o Facetime.

Per gli acquisti in-app è inoltre prudente, come ulteriore protezione, attivare la richiesta di password a ogni acquisto, invece di ogni 15 minuti: gli acquisti dovrebbero essere comunque bloccati, ma è meglio mettere una barriera in più. Andate in Impostazioni, Generali, Restrizioni, digitate il PIN e toccate Richiedi password. Qui potete toccare Subito e il gioco è fatto.

Se qualcuno tenta di indovinare il PIN, dopo sei tentativi falliti il dispositivo si blocca per un minuto. Passato il minuto, si ha una sola possibilità di ritentare e poi il dispositivo si blocca per cinque minuti.
Invia un commento
I commenti non appaiono subito, devono essere tutti approvati da un moderatore. Lo so, è scomodo, ma è necessario per tenere lontani scocciatori, spammer, troll e stupidi: siate civili e verrete pubblicati qualunque sia la vostra opinione; gli incivili di qualsiasi orientamento non verranno pubblicati, se non per mostrare il loro squallore.
Inviando un commento date il vostro consenso alla sua pubblicazione, qui o altrove.
Maggiori informazioni riguardanti regole e utilizzo dei commenti sono reperibili nella sezione apposita.
NOTA BENE. L'area sottostante per l'invio dei commenti non è contenuta in questa pagina ma è un iframe, cioè una finestra su una pagina di Blogger esterna a questo blog. Ciò significa che dovete assicurarvi che non venga bloccata da estensioni del vostro browser (tipo quelle che eliminano le pubblicità) e/o da altri programmi di protezione antimalware (tipo Kaspersky). Inoltre è necessario che sia permesso accettare i cookie da terze parti (informativa sulla privacy a riguardo).
Commenti
Commenti (4)
...e passati quegli ulteriori cinque minuti?
poi il bambino (non necessariamente di età bambinesca) piangerà perchè non riesce a vincere senza comprare le cose, che i giochi durano mezz'ora senza scaricare cose aggiuntive ecc..

Forse bisognerebbe ricominciare ad avere un po' di senso della realtà.

Il problema di fondo sono tutti quelli che si lamentano se un'app non è gratuita (anche se costa 2€); ma sono perfettamente contenti e soddisfatti se possono spendere 1€ a volta, ogni giorno, per vincere.

C'è qualcosa che mi sfugge.
Se il PIN è di quattro cifre, vuol dire che ci sono 10.000 possibilità (da 0000 a 9999); se posso provarne sette in sei minuti (facciamo sette minuti contando anche i tempi morti), vuol dire che troverò il PIN al massimo, se proprio va male, in meno di ventun giorni (otto ore di tentativi al giorno).
Pochino, direi.
Martinobri,

non, non ti sfugge qualcosa: il tuo conto è valido.

La sicurezza è un concetto relativo e varia in base all'importanza e all'appetibilità di quello che si deve proteggere.

Un PIN di 4 cifre è sufficiente a dissuadere la stragrande maggioranza degli aggressori alle prese con una restrizione di un iPad contro l'installazione di app, per cui è una misura ragionevole e proporzionata.