skip to main | skip to sidebar
8 commenti

Comandare il computer dal telefonino o tablet Android: Chrome Remote Desktop

Vi sarà capitato di essere in giro e di rendervi conto che quel file di cui avete disperatamente bisogno è rimasto a casa o in ufficio sul computer. Se solo ci fosse un modo per stare un attimo davanti a quel computer potreste recuperarlo e tirarvi fuori dai guai. Soluzione: usare un software di controllo remoto.

I desktop remoti esistono da tempo (Teamviewer, per esempio), ma hanno sempre una certa difficoltà di attivazione e di utilizzo che scoraggia molti utenti oppure hanno costi e limitazioni di licenza che ne ostacolano o impediscono l'uso. Arriva così Google, che ha presentato Chrome Remote Desktop per Android, disponibile gratuitamente e senza particolari restrizioni su Google Play.

L'uso è semplicissimo: si installa il software sul computer da comandare (Windows, OS X e Linux) e poi si usa Google Chrome con l'app Chrome Remote Desktop. Fra l'altro, con lo stesso sistema si può comandare da remoto un computer usando qualunque altro computer che abbia il browser Chrome, compresi i Chromebook.
Invia un commento
I commenti non appaiono subito, devono essere tutti approvati da un moderatore. Lo so, è scomodo, ma è necessario per tenere lontani scocciatori, spammer, troll e stupidi: siate civili e verrete pubblicati qualunque sia la vostra opinione; gli incivili di qualsiasi orientamento non verranno pubblicati, se non per mostrare il loro squallore.
Inviando un commento date il vostro consenso alla sua pubblicazione, qui o altrove.
Maggiori informazioni riguardanti regole e utilizzo dei commenti sono reperibili nella sezione apposita.
NOTA BENE. L'area sottostante per l'invio dei commenti non è contenuta in questa pagina ma è un iframe, cioè una finestra su una pagina di Blogger esterna a questo blog. Ciò significa che dovete assicurarvi che non venga bloccata da estensioni del vostro browser (tipo quelle che eliminano le pubblicità) e/o da altri programmi di protezione antimalware (tipo Kaspersky). Inoltre è necessario che sia permesso accettare i cookie da terze parti (informativa sulla privacy a riguardo).
Commenti
Commenti (8)
Sono sempre restio a lasciare acceso il PC per tanto tempo. Non sono espertissimo in questo campo... Si può usare associato ad un wakeup on lan?
Per adesso su Linux è possibile usarlo solo come Assistenza remota, non permette di registrare il proprio computer e quindi di accedervi tramite Android...
veramente a leggere in rete lo si può usare DA un chromebook, ma non VERSO un chromebook...
Unknown,

esatto; mi rendo conto che la mia frase originale era ambigua e ora l'ho riformulata, grazie!
Mi sembra comodo ma pericoloso dal punto di vista della sicurezza.
Non sono espertissimo ma preferisco automatizzare un backup criptato con Cobian (free) su un servizio cloud free (qualsiasi) e poi decriptare il file che mi serve sul dispositivo che ho dietro.
Utilizzando molti i cloud free ho 60 Gb di materiale accessibile sicuro e gratis. (Backup foto famiglia, lavoro...)
Resta un po' scomodo inserire i miei 20+ caratteri di password all'archivio criptato!
Paolo, ho una richiesta: Andrebbe affrontato lo stesso discorso per la sicurezza delle reti locali con chromecast, apple tv e migliaia di altri elettrodomestici wi-fi.
Non mi proteggono con pwd le connessioni in wifi e onestamente rischiano di mettere a repentaglio la sicurezza della mia LAN.
Inoltre ho smesso di firewallare le connessioni in uscita certosinamente (avevo un server ad hoc): molti device mi fanno impazzire.
Sto adottando la tecnica di criptare in locale tutti i dati sui vari device (se mi bucano o mi rubano il device devono comunque decriptare).

Sono un libero professionista (architetto) che ha molti dati sensibili dei suoi clienti (documenti, visure e atti di proprieta').
Ho avuto racconti diretti di uso di documenti rubati a professionisti rubando il PC o lo smartphone che in italia hanno protato a condanne penali per il professionista. Facciamo attenzione.
tra tutti quelli mai provati è il peggiore..
continuo verso l'assoluta preferenza per RDP, al secondo posto (o quando non è possibile creare delle NAT) TeamViewer.

Poi VNC e tutti gli altri...
Ma in termini pratici che differenza c'è da TeamViewer, che tra l'altro è semplicissimo facile da usare? Lo scarichi (nemmeno lo devi installare), immetti l'ID del pc che vuoi controllare ed il pin.
Questo sembra più macchinoso (anche se non molto di più) ed inoltre devi avere sia chrome installato sia esserti loggato con il tuo account.
Ed al contrario di come dice Marco Tondi per CRD con Teamviewer puoi controllarlo linux.