skip to main | skip to sidebar
8 commenti

Falla di sicurezza in Internet Explorer: Microsoft rilascia la correzione anche per Windows XP

Pochi giorni fa è stata annunciata una grave vulnerabilità in Internet Explorer (tutte le versioni, dalla 6 alla 11) che veniva già sfruttata attivamente dai criminali informatici, tanto da spingere varie autorità nazionali di sicurezza a diramare inviti a usare browser alternativi, come Chrome o Firefox. È già pronto l'aggiornamento che la corregge: scaricatelo e installatelo subito. Il modo più semplice è andare al Pannello di Controllo e avviare Windows Update.

La raccomandazione vale anche per gli utenti di Windows XP: Microsoft ha infatti fatto dietrofront sul suo intento, annunciato da più di un anno, di non fornire più aggiornamenti per Windows XP a partire dai primi di aprile scorso e ha rilasciato questa correzione anche per chi usa ancora questo sistema operativo. Si tratta però di un'eccezione, per cui non è il caso di fare affidamento sulla speranza che Microsoft continui a rilasciare aggiornamenti anche per XP. Conviene passare a una versione di Windows che sia ancora formalmente supportata da Microsoft.

Purtroppo questa decisione di Microsoft creerà confusione: chi si occupa di sicurezza aziendale ha spesso litigato con i dirigenti per avere i fondi necessari per abbandonare XP e li ha convinti facendo notare che il supporto a XP sarebbe finito inesorabilmente. Adesso quei dirigenti avranno una scusa in più per dire che quello che annunciavano i tecnici era un falso allarme e restare fermi a una versione di Windows ormai obsoleta. D'altra parte, lasciare senza protezione un utente Web su tre sarebbe stato un rischio d'immagine inaccettabile per Microsoft.

Fonti aggiuntive: Sophos, Ars Technica, Technet.com.
Invia un commento
I commenti non appaiono subito, devono essere tutti approvati da un moderatore. Lo so, è scomodo, ma è necessario per tenere lontani scocciatori, spammer, troll e stupidi: siate civili e verrete pubblicati qualunque sia la vostra opinione; gli incivili di qualsiasi orientamento non verranno pubblicati, se non per mostrare il loro squallore.
Inviando un commento date il vostro consenso alla sua pubblicazione, qui o altrove.
Maggiori informazioni riguardanti regole e utilizzo dei commenti sono reperibili nella sezione apposita.
NOTA BENE. L'area sottostante per l'invio dei commenti non è contenuta in questa pagina ma è un iframe, cioè una finestra su una pagina di Blogger esterna a questo blog. Ciò significa che dovete assicurarvi che non venga bloccata da estensioni del vostro browser (tipo quelle che eliminano le pubblicità) e/o da altri programmi di protezione antimalware (tipo Kaspersky). Inoltre è necessario che sia permesso accettare i cookie da terze parti (informativa sulla privacy a riguardo).
Commenti
Commenti (8)
"varie autorità nazionali di sicurezza a diramare inviti a usare browser alternativi" è come diramare inviti a cambiare macchina se un modello ha un problema a uno specchietto...
"varie autorità nazionali di sicurezza a diramare inviti a usare browser alternativi" è come diramare inviti a cambiare macchina se un modello ha un problema a uno specchietto...

Mmh... in realtà richiama più alla mente un invito a cambiare lo specchietto, più che la macchina.
Ho l'impressione che qualunque cosa Microsoft avesse deciso di fare con XP e questo problema, avrebbe generato dissensi!
"D'altra parte, lasciare senza protezione un utente Web su tre sarebbe stato un rischio d'immagine inaccettabile per Microsoft."

No, non lo credo. Sono più propenso a pensare che Microsoft sia stata spaventata dall'invito a non utilizzare Internet Explorer su XP, invito che poteva facilmente dare agli utenti meno smaliziati l'idea che Internet Explorer sia genericamente un browser poco sicuro, ed è corsa ai ripari.
Gli utenti più smaliziati sanno già che IE è un browser poco sicuro e non lo utilizzano.
D'accordo al 100% con mtcerio.

[IRONIC MODE ON] Non sia mai che Microsoft ne faccia una giusta. Dopotutto sono il male...[IRONIC MODE OFF]
Pare che, per Windows XP, ci sia un aggiornamento!
http://support.microsoft.com/kb/2964358

è così?
Da tutto questo mi sembra evidente che serva una sorta di "revisione" periodica per le macchine connesse alla rete, come avviene per le automobili. Perchè se uno non ha soldi per riparare l'auto comunque non può diventare un pericolo per gli altri. Idem sulla rete.
@chrjs

Il paragone purtroppo non regge. Se una macchina diventa un pericolo viene sequestrata. Non si può fare (purtroppo...) con i pc...