skip to main | skip to sidebar
0 commenti

Mondiali di calcio ispirano truffe online: prudenza

La Coppa del Mondo di calcio non è certo il primo evento sportivo a essere preso di mira dai truffatori online, ma stavolta sembra che gli imbrogli siano più aggressivi del solito. Per esempio, Trend Micro ha scoperto un attacco ai danni dei clienti di un sito brasiliano di emissione biglietti, che ha permesso agli aggressori di procurarsi i dati personali degli utenti e mandare loro finti messaggi della lotteria che contenevano un trojan bancario.

Attenzione anche alle app che promettono di farvi vedere le partite in streaming al di fuori dei canali ufficiali: sempre Trend Micro ha trovato una backdoor camuffata da app per lo streaming e un generatore di chiavi d'attivazione per il videogioco FIFA 2014 che contiene adware.

Da Symantec arriva la segnalazione di spam che diffonde malware promettendo biglietti gratuiti per la Coppa del Mondo e con questo artificio induce gli utenti a installare sui propri computer il software di amministrazione remota DarkComet e di altro spam che usa un documento Word alterato per depositare sui computer delle vittime del malware.

È necessario inoltre aggiornare Adobe Flash Player, anche perché Trustwave ha individuato una pubblicità ostile sul sito del giornale sportivo brasiliano Lance: sfruttava l'ennesima falla di Flash Player per recapitare malware ai visitatori.

Non manca il malware per dispositivi mobili: Avast ha trovato su Google Play app legate al calcio che chiedono permessi decisamente eccessivi o si limitano a visualizzare pubblicità senza offrire alcun contenuto informativo. E c'è anche il classico phishing esportato su Twitter: Malwarebytes segnala falsi account Twitter che sembrano legati alla Coppa del Mondo ma linkano siti che chiedono dati personali, usati poi altre truffe.

Occhi aperti, insomma. Maggiori dettagli, con ulteriori tipo di attacco sul tema dei Mondiali di calcio, sono su SecurityWeek.



Invia un commento
I commenti non appaiono subito, devono essere tutti approvati da un moderatore. Lo so, è scomodo, ma è necessario per tenere lontani scocciatori, spammer, troll e stupidi: siate civili e verrete pubblicati qualunque sia la vostra opinione; gli incivili di qualsiasi orientamento non verranno pubblicati, se non per mostrare il loro squallore.
Inviando un commento date il vostro consenso alla sua pubblicazione, qui o altrove.
Maggiori informazioni riguardanti regole e utilizzo dei commenti sono reperibili nella sezione apposita.
NOTA BENE. L'area sottostante per l'invio dei commenti non è contenuta in questa pagina ma è un iframe, cioè una finestra su una pagina di Blogger esterna a questo blog. Ciò significa che dovete assicurarvi che non venga bloccata da estensioni del vostro browser (tipo quelle che eliminano le pubblicità) e/o da altri programmi di protezione antimalware (tipo Kaspersky). Inoltre è necessario che sia permesso accettare i cookie da terze parti (informativa sulla privacy a riguardo).