skip to main | skip to sidebar
5 commenti

Ed Mitchell e Zen Pencils

Questo articolo vi arriva grazie alla gentile donazione di “29nic92*”.

Tempo fa Zen Pencils ha dedicato una delle sue belle illustrazioni a questa frase di Edgar Mitchell, astronauta lunare, tratta dalla rivista People dell'8 aprile 1974 e citata in SpaceQuotations:

Sviluppi una consapevolezza globale istantanea, un orientamento verso le persone, un'intensa insoddisfazione per lo stato del mondo, e ti senti in dovere di fare qualcosa in proposito. Da là fuori, sulla Luna, la politica internazionale sembra così meschina. Ti viene voglia di prendere per la collottola un politico, trascinarlo lontano quattrocentomila chilometri e dirgli “Guardati intorno, stronzo”.

In originale:

You develop an instant global consciousness, a people orientation, an intense dissatisfaction with the state of the world, and a compulsion to do something about it. From out there on the moon, international politics look so petty. You want to grab a politician by the scruff of the neck and drag him a quarter of a million miles out and say, "Look at that, you son of a bitch."

Oggi lo incontrerò.
Invia un commento
I commenti non appaiono subito, devono essere tutti approvati da un moderatore. Lo so, è scomodo, ma è necessario per tenere lontani scocciatori, spammer, troll e stupidi: siate civili e verrete pubblicati qualunque sia la vostra opinione; gli incivili di qualsiasi orientamento non verranno pubblicati, se non per mostrare il loro squallore.
Inviando un commento date il vostro consenso alla sua pubblicazione, qui o altrove.
Maggiori informazioni riguardanti regole e utilizzo dei commenti sono reperibili nella sezione apposita.
NOTA BENE. L'area sottostante per l'invio dei commenti non è contenuta in questa pagina ma è un iframe, cioè una finestra su una pagina di Blogger esterna a questo blog. Ciò significa che dovete assicurarvi che non venga bloccata da estensioni del vostro browser (tipo quelle che eliminano le pubblicità) e/o da altri programmi di protezione antimalware (tipo Kaspersky). Inoltre è necessario che sia permesso accettare i cookie da terze parti (informativa sulla privacy a riguardo).
Commenti
Commenti (5)
Bello il pensiero di Mitchell, considerando che in quel tempo c'era ancora la Guerra Fredda. Un unico appunto: la traduzione di "son of a bitch" che in italiano esiste ed è un insulto ampiamente utilizzato. Perché hai usato invece "stronzo"?
>Perché hai usato invece "stronzo"?

Perchè questo è un blog per famiglie!
Devo ritrovare qualche documento scritto, ma un pensiero simile riguardo ai politici l'ho sentito formulare da Leonov, che partecipò anche alla missione Apollo-Soyuz. Lui propone direttamente di mandare i leader delle potenze mondiali a fare un soggiorno su una stazione spaziale prima di iniziare un mandato: acquisirebbero una prospettiva diversa sui problemi "terrestri".
Non sapevo che "you, son of a bitch", si traducesse con "stronzo" (-:
(un precedente commento mi è stato "mangiato" :( )

Cmq. TL;DR; alla ref n.18 di Urban dicitonary per la parola bitch trovete la descizione che più mi trova d'accordo, nel contesto più attuale dell'utilizzo della parola stessa nel mondo angolsassone.

Paolo poi mi contraddirà se la mia impressione è sbagliata.