skip to main | skip to sidebar
3 commenti

Comandare i semafori via computer come nei film? A volte si può

Sembra la classica scena inventata da uno sceneggiatore a corto di idee: malvagi hacker prendono il controllo dei semafori della città, causando scompiglio e creandosi una via di fuga. Ma secondo i ricercatori della University of Michigan, in alcuni casi la scena è realistica in modo imbarazzante: alcuni sistemi di gestione remota del traffico negli Stati Uniti usano infatti una rete di sensori e comandi che trasmette via radio i propri segnali senza alcuna protezione. Con poche centinaia di dollari di apparecchiature e un normale laptop è possibile prenderne il controllo, come hanno fatto i ricercatori (con il consenso delle autorità, per fortuna).

Il problema di fondo è che i ricercatori, quando hanno interpellato le aziende coinvolte, si sono sentiti dire che l'assenza di cifratura e protezione è uno standard del settore. Forse sarà il caso di migliorare lo standard? (Gizmodo; Ars Technica; BBC; Time)
Invia un commento
I commenti non appaiono subito, devono essere tutti approvati da un moderatore. Lo so, è scomodo, ma è necessario per tenere lontani scocciatori, spammer, troll e stupidi: siate civili e verrete pubblicati qualunque sia la vostra opinione; gli incivili di qualsiasi orientamento non verranno pubblicati, se non per mostrare il loro squallore.
Inviando un commento date il vostro consenso alla sua pubblicazione, qui o altrove.
Maggiori informazioni riguardanti regole e utilizzo dei commenti sono reperibili nella sezione apposita.
NOTA BENE. L'area sottostante per l'invio dei commenti non è contenuta in questa pagina ma è un iframe, cioè una finestra su una pagina di Blogger esterna a questo blog. Ciò significa che dovete assicurarvi che non venga bloccata da estensioni del vostro browser (tipo quelle che eliminano le pubblicità) e/o da altri programmi di protezione antimalware (tipo Kaspersky). Inoltre è necessario che sia permesso accettare i cookie da terze parti (informativa sulla privacy a riguardo).
Commenti
Commenti (3)
L'idiozia è lo standard del settore.
I complottisti direbbero che qualche "amministratore" utilizza
i semafori elettronici per i propri comodi, magari per comandarli
da remoto attraverso un app smartphone.
Il nuovo fascismo demenziale elettronico ha imposto che
la nuove auto devono essere comandate dal touch screen software.
E con almeno 10 backdoors riservate al wi-fi remoto,
per bloccare l'auto che non rispetta il codice demenziale obbligatorio.
Il nuovo ordine mondiale imporrà la guida automatica dell' auto,
ma in caso di incidente la responsabilità non sarà del software,
ma sempre dell' utente, che dovrà comunque pagare le tasse e l'assicurazione.
Il nuovo fascismo demenziale elettronico dirà che Le spese
le pagano gli untonti ma il comando sarà del coordinatore centralizzato.
La nuova figura Istituzionale e demenziale sarà il Coordinatore ombra,
cioè colui che comanda, ma senza assumersi nessuna responsabilità. :-)
È lo stesso problema di cui hai parlato più volte: si trovano ad affrontare questioni di sicurezza informatica realtà che fanno tutt'altro (elettrodomestici, automobili, semafori, eccetera). Il risultato è scontato.