skip to main | skip to sidebar
46 commenti

Credete alle “scie chimiche”? Allora state accusando Alitalia. Vedete un po’ voi

Pochi giorni fa ho preso un volo Alitalia per andare ad Agrigento per il Festival della Scienza (bellissima esperienza, fra l'altro) e ho trovato nella rivista Ulisse della compagnia aerea (numero 357, agosto 2014) la pagina che trovate qui accanto. È firmata da Roberto Germano, direttore delle operazioni di volo di Alitalia, e spiega come si formano le scie dietro gli aerei.

Se credete alle teorie sulle “scie chimiche”, allora dovreste spiegare come mai Germano dice che invece le scie degli aerei sono semplicemente “condensazione del vapore acqueo”. Ve la sentite di accusare il direttore delle operazioni di volo di Alitalia di mentire e di coprire la cospirazione? Alitalia fa parte del megacomplotto?

O magari, dico solo magari, vi siete fatti fregare da una panzana fabbricata da paranoici e alimentata da incompetenti (come RedRonnie su Twitter poco fa) sulla quale lucrano venditori di paccottiglia come Envioshield, la pastiglia contro le “scie chimiche”? Fatevi questa domanda. Non chiedo di più.

Per qualunque ulteriore dettaglio o dubbio, date un'occhiata alle risposte degli esperti che ho raccolto presso Scie-chimiche.info.

Per chi non può leggere l'immagine della pagina di Ulisse, che è cliccabile per ingrandirla, eccone il testo.

LE CODE DEGLI AEREI

Come si formano le scie di vapore

Chissà quante volte vi sarete chiesti, guardando nel cielo le code che lasciano gli aeroplani, come si formano?

Per spiegarlo dobbiamo partire dall'atmosfera e dai motori. L'atmosfera è la massa gassosa che avvolge la Terra, con temperature diverse, poiché i raggi del sole causano un gradiente termico tra i Poli e l'Equatore. I fenomeni meteorologici che si manifestano sono generati da questi moti dell'aria e dalla presenza di vapore acqueo, proveniente dalla superficie degli oceani e dai cicli vitali degli esseri viventi.

Passiamo ora ai motori a reazione che sono composti da:

1. una presa d'aria che cattura e convoglia l'aria esterna;

2. un compressore dove l'aria aspirata raggiunge rapporti di compressione molto elevati;

3. una camera di combustione dove si provoca la combustione (circa 1.000°C) iniettando il kerosene nell'aria compressa;

4. la turbina che sfrutta l'energia dei gas (pressione e temperatura) per l'azionamento del compressore.

I gas che escono dalla turbina vengono poi avviati all'ugello di scarico, qui, subendo un'ulteriore espansione e uscendo a elevata velocità, formano il getto. Questo getto in uscita provoca la spinta in avanti che fa poi muovere gli aerei. È appunto questa massa d'aria calda a formare le “exhaust contrails”. Si tratta di scie che si generano dalla condensazione del vapore acqueo – contenuto nei gas di scarico – al contatto con un'atmosfera estremamente fredda e prossima alla saturazione. La condizione critica per il formarsi delle scie di condensazione è l'alta umidità e la bassa temperatura. Due fattori che troviamo generalmente sopra gli 8.000 metri.

Guardando il cielo, quindi, quando vediamo nello stesso momento un aereo con la scia visibile e un altro senza, lo dobbiamo alla diversa quota di altitudine oppure alle diverse condizioni dell'atmosfera nella quale si muovono.
Invia un commento
I commenti non appaiono subito, devono essere tutti approvati da un moderatore. Lo so, è scomodo, ma è necessario per tenere lontani scocciatori, spammer, troll e stupidi: siate civili e verrete pubblicati qualunque sia la vostra opinione; gli incivili di qualsiasi orientamento non verranno pubblicati, se non per mostrare il loro squallore.
Inviando un commento date il vostro consenso alla sua pubblicazione, qui o altrove.
Maggiori informazioni riguardanti regole e utilizzo dei commenti sono reperibili nella sezione apposita.
NOTA BENE. L'area sottostante per l'invio dei commenti non è contenuta in questa pagina ma è un iframe, cioè una finestra su una pagina di Blogger esterna a questo blog. Ciò significa che dovete assicurarvi che non venga bloccata da estensioni del vostro browser (tipo quelle che eliminano le pubblicità) e/o da altri programmi di protezione antimalware (tipo Kaspersky). Inoltre è necessario che sia permesso accettare i cookie da terze parti (informativa sulla privacy a riguardo).
Commenti
Commenti (46)
Ma Germano è dipendente dell'Alitalia!!! Non può che essere coinvolto nel gombloddo!!!1!!!111!!!

;-)
"Ki ti paka???" immagino sia un commento troppo scontato e, quindi, non degno di essere pubblicato. :-)
Scherzi a parte, è incredibile come un fenomeno semplice, noto e ovvio come le scie di vapore degli aeroplani possa aver dato vita ad una teoria tanto strampalata; nel XXI secolo, per giunta.
C'è un refuso (minimo):

"generano dalla [b]condensatione[/b] del vapore acqueo"

Questa dovrebbe essere un'altra risposta agli "sciachimisti".
Ma tanto diranno che Alitalia fa parte del complotto, ecc.
Tempo che sia tempo sprecato.
Refuso sistemato, grazie!
Oh no! Pure Red Ronnie si è messo in gara per il perlone?
A proposito di "venditori di paccottiglia". E non aggiungo altro.
Fiato - o meglio - lettere sprecate. Agli schikimisti "fottenulla" delle spiegazioni techiche. Sui vari gruppi sciacomici di fb girano insulti e accuse ben peggiori (e più esplicite) nei confronti di molte personalità autorevoli. Marcianò ad esempio non si fa problemi a stilare delle vere e proprie liste con tanto di nomi e cognomi di gente venduta (a chi ancora non ho ben capito). Ormai preferisco ignorarli e godermi la vita mentre loro - tristissimi - la passano davanti al pc e sparare puttanate degne delle loro povere menti.
certo che accusiamo alitalia! anzi, ora che se la compra – di fatto – etihad, cioé diventa mussulmana*, le scie chimiche aumenteranno!!!

*perché i mussulmani usano il velo? tipo burka e kefia? ma per proteggersi dalle scie stesse, mi pare ovvio…
Non vedo come si possa chiedere "Alitalia fa parte del complotto?" Grazie alla straordinaria opera scientifica dei "ricercatori indipendenti", e' arcinoto che TUTTE le compagnie aeree fanno parte del complotto. Naturalmente, assieme a militari, gesuiti, massoni, chimici, ciclisti con ruote in gomma piena ecc. ecc., tutti guidati e controllati dal Sovrano Militare Ordine di Malta. E' stato pubblicato persino un dettagliato e preciso organigramma, che non lascia alcun dubbio [sulle condizioni mentali di chi lo ha preparato, e di chi magari ci crede].
Articolo molto interessante, l'ho condiviso sui social.
Peccato che, come solito, gli sciachimisti inventeranno scuse per dire che Alitalia è parte del complotto e corbellerie simili.
E che dire di Paolo che ha messo gli occhiali per proteggersi dalle scie chimiche riprodotte nella foto?
Il complotto dev'essere cominciato già nella II Guerra Mondiale.... mentre c'era ben altro cui pensare
Ho una "certa" età e posso testimoniare di averne viste di scie "chimiche" dei bombardieri USA
@Pier: ovviamente menti, sei anche tu pagato. Lo sanno tutti che i filmati e le foto di scie di condensa durante la seconda guerra mondiale sono TUTTI fotomontaggi.

Per dare un'idea della mentalità, qui a Livorno (dove mi trovo ora) c'è una signora che fotografa scie dal 2011. Perché prima NON ESISTEVANO. Le ho mostrato foto di scie, scattate a Livorno, a partire dal 2008, riportato i deliranti post di Arturo "lunadigiorno", uno sciachimista pisano/livornese attivo intorno al 2009, e mi ha accusato, indignata, di darle della bugiarda.
Arturo... penso che risultasse "strano" anche ai più strani tra gli sciachimisti...
Ma le scie idriche? 😳
Ci si e messo pure TicinoLive, sito non so quanto serio (Paolo ne saprà più di me, spero).

Ho mandato loro questo commento, vediamo se lo pubblicano:

A parte che pubblicare le "confessioni" di un anonimo è roba da fuffari e non da giornalisti seri, almeno sapete cosa facevano (sì, al passato dato che ha chiuso i battenti) tra le altre cose all'Evergreen Airlines? Servizio antincendio, quindi spargendo sostanze chimiche ritardanti sopra incendi molto vasti, grazie a un Boeing 747-100 modificato all'uopo, detto "Evergreen 747 Supertanker".

Non ci voleva un genio per scoprilo, eh, bastava una persona seria che prima di pubblicare certe scemenze facesse una semplice ricerchina in rete:
http://it.lmgtfy.com/?q=evergreen+airlines
Axlman,

ho visto l'articolo di TicinoLive qualche giorno fa. Insieme agli amici del CICAP Ticino stiamo valutando se sia il caso di rispondere o se invece si rischia di regalare pubblicità a una stupidaggine. A giudicare dai commenti a quelll'articolo, sembra che in Ticino la panzana non attecchisca.
Alitalia è parte del complotto. Le compagnie low cost fanno una concorrenza sempre più spietata e quindi per rientrare di qualche spesa, Alitalia, mentre porta a destinazione i passeggeri, espelle nell'atmosfera prodotti chimici.
Recenti studi dimostrano che sono queste scie chimiche a produrre la condensa sul lunotto anteriore delle automobili al mattino, purtroppo la lobby dei venditori di tergicristalli è potentissima, mio cugino aveva provato a mettersi contro ma gli hanno sporcato tre volte il lunotto posteriore. Purtroppo io non ho il coraggio di fare quella fine, posso solo affidare le miei memorie al web.
@ michelangelo giacomelli

E ti è andata bene. Pensa che da me la lobby dei tergicristalli ha fatto irrorare miliardi di insetti che mi sporcano pure quello anteriore mentre viaggio di sera! Inaudito...
Temo che quel giorno avessimo la stessa maglietta.
Chiarissimo, l'articolino di Germano. Bell'esempio di "giornalismo divulgativo": quello che sui quotidiani non mi pare si faccia più (o forse non si è mai fatto) ;D

Peccato che, come dice Il Minuziatore qui sopra, su certe questioni non c'è peggior sordo...

Chissà quanti dei 'teorici del complotto scio-chimicista' poi fumano... ;D
Arrivo tardi ma tant'è...

Governance intergovernativa sul "SOLAR RADIATION MANAGEMENT":
http://www.srmgi.org/

Cos'è il SRM?
http://en.wikipedia.org/wiki/Solar_radiation_management

E' attuabile tecnicamente?
http://en.wikipedia.org/wiki/Stratospheric_sulfate_aerosols_(geoengineering)

Chi vuole partecipare a un dibattito serio deve essere a conoscenza di queste informazioni. Prego il dott. Attivissimo di divulgare in un post apposito. Se non crede sia necessario spieghi il perché. Grazie.
«Governance intergovernativa sul "SOLAR RADIATION MANAGEMENT": http://www.srmgi.org/

Cos'è il SRM? http://en.wikipedia.org/wiki/Solar_radiation_management

E' attuabile tecnicamente? http://en.wikipedia.org/wiki/Stratospheric_sulfate_aerosols_(geoengineering)»

E cosa c'entrerebbe con le c.d. 'scie chimiche'?
Secondo alcuni studi accademici l'addizionare particelle metalliche al kerosene avio usato sui voli commerciali sarebbe il modo più economico ed efficace di attuare su larga scala il "Solar Radiation Management". Quello che su queste pagine viene descritto come bufala o paranoia delirante è adesso oggetto di un serio dibattito scientifico. Se il titolare del blog non ritiene che queste informazioni siano elementi utili a fare chiarezza sulle cosiddette "scie chimiche" spieghi il perché in apposito post o nei commenti. Grazie.
Secondo alcuni studi accademici

Bibliografia, grazie.
Alan,


Cos'è il SRM?

Un'ipotesi non realizzata che non c'entra nulla con le scie degli aeroplani.

E' attuabile tecnicamente?

Forse, ma non con gli aerei di linea, che non arrivano a quota sufficiente.


E cosa c'entrerebbe con le c.d. 'scie chimiche'?

Nulla. La tesi delle "scie chimiche" è una stronzata senza prove scientifiche che accusa gli aerei attuali di irrorare veleni. L'SRM è un progetto ipotetico che non userebbe aerei di linea.


Francesco,

Secondo alcuni studi accademici

Quali? Citane qualcuno, per favore.


Quello che su queste pagine viene descritto come bufala o paranoia delirante è adesso oggetto di un serio dibattito scientifico

Davvero? Dove? Cita qualcuno di questi dibattiti scientifici, per favore.


Se il titolare del blog non ritiene che queste informazioni siano elementi utili a fare chiarezza sulle cosiddette "scie chimiche" spieghi il perché in apposito post o nei commenti. Grazie.

Perché queste non sono informazioni. Sono affermazioni non documentate. In quanto non documentate, sono inutili. Prego.
Nelle due voci Wikipedia da me citate è presente la bibliografia integrale (complessivamente 113 fonti).
Ne segnalo 3:
http://www.springerlink.com/content/t1vn75m458373h63/fulltext.pdf
http://www.ncbi.nlm.nih.gov/pmc/articles/PMC2944714/
http://iopscience.iop.org/1748-9326/4/4/045108/

Un passaggio che potrebbe essere sfuggito a qualcuno:
United States Patent 5003186 suggested that tiny metal flakes could be "added to the fuel of jet airliners, so that the particles would be emitted from the jet engine exhaust while the airliner was at its cruising altitude." Alternative proposals, not known to have been published in peer-reviewed journals, include the addition of silicon compounds to jet fuel to make silicon dioxide particles in the exhaust.[27]
(http://en.wikipedia.org/wiki/Solar_radiation_management)

Buona lettura.
Francesco,

un brevetto non è una documentazione di realtà. Lo so bene; lavoro da oltre vent'anni nel campo dei brevetti. Esistono brevetti anche per letti da parto girevoli che espellono il neonato per forza centrifuga. Un brevetto non significa che la cosa descritta sia reale o nemmeno fattibile.

Segnalo a te quello che hai citato: "not known to have been published in peer-reviewed journals". Questo è il problema di fondo. Puoi citare Wikipedia quanto vuoi, ma se non c'è letteratura scientifica sull'argomento, non hai uno straccio di conferma. Solo chiacchiere di incompetenti.

Le "scie chimiche" sono una stronzata. Dedica il tuo tempo a qualcosa di più concreto e costruttivo.
Buona lettura? E perché dovremmo buttare del tempo a leggere qualcosa "not known to have been published in peer-reviewed journals"?

Ci sono poi delle cose che non capisco: come si fa a passare dai verbi dubitativi espressi dalle stesse pagine di Wikipedia linkate alle certezze che le scie chimiche sono reali?

Ovvero, dove sta l'esame di realtà? Quello che ti fa pensare "Oddio forse ci stanno avvelenando! Aaahhh! Ma chi? Quanti sono coinvolti? Per quale scopo? Possibile che nessuno parli? E poi, possibile che sto complotto sia gestito da Paperoga sotto gli occhi di tutti? Che basta che un qualsiasi beota inorante punti il dito e li scopra?"

No. In questi casi l'esame di realtà non sussiste. Rimangono solo i beoti ignoranti a fissare il cielo.

Invito tutti i lettori seriamente interessati all'argomento "Solar radiation management" e geoingegneria in genere di consultare la vastissima bibliografia citata nelle due voci wikipedia:

http://en.wikipedia.org/wiki/Stratospheric_sulfate_aerosols_(geoengineering)
http://en.wikipedia.org/wiki/Solar_radiation_management

Rendetevi conto personalmente quante università e istituti di ricerca in genere stiano vagliando opportunità e conseguenze dell'aerosol atmosferico (la "stronzata" di cui parla il signor Attivissimo). Non vi fate trattare da "beoti ignoranti", come ha costruttivamente commentato l'utente "Stupidocane".
Francesco,

Rendetevi conto personalmente quante università e istituti di ricerca in genere stiano vagliando opportunità e conseguenze dell'aerosol atmosferico

Appunto. Stanno vagliando l'opportunità. Stanno dicendo "vale la pena di farlo in futuro? Funzionerà se lo faremo in futuro?" E ne stanno discutendo apertamente e pubblicamente.

La tesi delle "scie chimiche" invece afferma che questi "aerosol" vengono emessi ora e in segreto.

Spero che l'uso del grassetto aiuti a chiarirti la differenza.

Faccio un esempio ulteriore, caso mai dovesse servire: la differenza è la stessa che c'è fra "vorrei che Salma Hayek mi portasse la colazione a letto" e "Salma Hayek mi porta la colazione a letto".

Salma Hayek, naturalmente, è sostituibile con la persona che preferisci.
Francesco, forse non hai capito bene il punto del mio discorso. Te lo metto giù in maniera più semplice: cosa hanno a che fare delle teorie indimostrate seppur plausibili con la psicosi delle scie chimiche?

Anzi, andando proprio al nocciolo della questione: dove sta il nesso che un qualunque essere umano dotato di raziocinio e di un buon esame di realtà non trova tra una delle tante idee messe sul piatto per arrestare il riscaldamento globale e la stronzata delle scie chimiche?

Chi rimane ancorato all'idea che il complotto delle scie chimiche esista davvero senza avere nessuna prova che queste idee siano messe realmente in pratica?

Ti do un aiuto. I beoti ignoranti con esame di realtà falsato. Falsato da cosa? Beh, nella fattispecie è falsato dal punto di partenza: esistono le scie chimiche QUINDI quel brevetto ne è la dimostrazione.

Sbagliato. Prima bisogna dimostrare che le scie di condensa degli aerei contengano effettivamente ciò che i vari decerebrati si inventano che contengano, POI si fanno discussioni serie e scientifiche su quali possano essere le implicazioni dell'utilizzo di tali sostanze.

Per tua conoscenza, il cambio di albedo è una cosa già conosciuta e dibattuta da molti esperti ed ha detrattori e sostenitori per la sua incidenza nel Global Warming. Di fatto non è certo un mistero che una maggiore nuvolosità abbia effetti sulla capacità di riflettere i raggi solari. Di esempi naturali ce ne sono molti, Krakatoa e Piñatubo tanto per fare due nomi.

Un altro discorso riguarda la fattibilità della teoria che brandeggi come un'ascia contro i miscredenti debunkers, ovvero: come è possibile aggiungere additivi metalliferi ai carburanti per aviotrasporto? O meglio, per renderla ancora più semplice, com'è possibile far passare frammenti metallici attraverso gli ugelli d'iniezione dei motori turbofan senza che questi esplodano in volo? Senza contare l'aggravio di massa dato il superiore peso specifico del carburante additivato che influirebbe negativamente su raggio di crociera e consumi? E senza contare la comunque esigua quantità di metalli che un aereo di linea potrebbe spargere durante il suo volo...

Se da un lato la teoria potrebbe sembrare applicabile, nelle stesse pagine di Wikipedia da te linkate, le obiezioni sulla sua realizzazione sono di difficile concertazione con la realtà dei fatti. Perché quelle critiche le ignori completamente?
Paolo Attivissimo
"vorrei che Salma Hayek mi portasse la colazione a letto"

Mangiare troppo fa male: la colazione resti in cucina :-)
Salma Hayek, naturalmente, è sostituibile con la persona che preferisci.

Non potremmo invece tenerci Salma Hayek e sostituire il portarci la colazione? con altro a scelta?
Salma! Che nostalgia del Thread Epico...
Noto che il nocciolo della discussione sta essendo fatto "scorrere via", qualche paranoico potrebbe pensare alla messa in atto della maliziosa tecnica del "forum sliding". Fortunatamente non soffro di questo disturbo che mina la vera ricerca in rete.

Seguite con me l'evoluzione del dibattito sulla Geoingegneria:

FASE 1 - Tutti in coro affermano: "la Geoingegneria non esiste"

FASE 2 - al TG1 delle 20.00 ci viene detto che i russi hanno "stoppato la pioggia" durante una sfilata sulla Piazza Rossa

FASE 3 - È di pubblico dominio il fatto che i cinesi hanno "fatto piovere" sopra i giochi olimpici per far precipitare le polveri sottili

FASE 4 - Si parla apertamente di Geoingegneria, fioccano le società specializzate come la "Weather Modification Incorporated"

FASE 5 - A livello accademico si ipotizza che la creazione di una cortina artificiale nell'atmosfera possa rallentare il processo di riscaldamento globale

FASE 6 - Nasce il "SRMGI", un panel intergovernativo per coordinare la ricerca scientifica e il diritto internazionale sulla "gestione della radiazione solare"

FASE 7 - Il clima è fuori controllo, serve una risposta rapida ed efficace

FASE 8 - "à vos plumes", dite la vostra (i migliori scienziati del mondo lo stanno già facendo, rispondendo anche alle precise e pertinenti domande dell'utente "Stupidocane")
Vabbe dai. Alla colazione ci penso io. Cornetti per tutti.
@Martinobri
Non potremmo invece tenerci Salma Hayek e sostituire il portarci la colazione? con altro a scelta?

Uhm... Vediamo...
"Salma Hayek mi porta la colazione a letto"

diventerebbe

"Salma Hayek con altro a scelta a letto".

Mah!
Contento tu...
Francesco,

sta essendo fatto "scorrere via"

Eh? Ma che tempo verbale è? Trasandato remoto?


qualche paranoico potrebbe pensare alla messa in atto della maliziosa tecnica del "forum sliding"

Senti, Francesco, speravo di essere stato cortese e chiaro: devi dimostrare quello che accusi.

Visto che insisti con teoremi e ipotesi senza portare prove, nonostante i miei ripetuti inviti, cestinerò ogni ulteriore tuo commento.

Tieniti pure le tue convinzioni. Sorprendentemente, il mondo andrà avanti lo stesso.
FASE 8 - "à vos plumes", dite la vostra (i migliori scienziati del mondo lo stanno già facendo, rispondendo anche alle precise e pertinenti domande dell'utente "Stupidocane")

Cominciamo da qui-

FASE 1 - Tutti in coro affermano: "la Geoingegneria non esiste"

Chi? Chi sono questi tutti? Già io non sono uno di quelli, quindi il tuo "tutti" è sbagliato.

FASE 2 - al TG1 delle 20.00 ci viene detto che i russi hanno "stoppato la pioggia" durante una sfilata sulla Piazza Rossa
E
FASE 3 - È di pubblico dominio il fatto che i cinesi hanno "fatto piovere" sopra i giochi olimpici per far precipitare le polveri sottili

Cloud seeding, tecnica già nota da almeno 60 anni, usata per cambiare localmente il tempo atmosferico in zone relativamente ristrette. Difficile usare tali tecniche per cambiare il clima. In caso di confusione, vedasi la differenza tra clima e tempo atmosferico. Uno che vuole dibattere di geoingegneria e scie chimiche "seriamente" dovrebbe conoscere bene la differenza che passa tra l'uno e l'altro e di quale portata può essere l'influenza che il cloud seeding può avere sul clima.

FASE 4 - Si parla apertamente di Geoingegneria, fioccano le società specializzate come la "Weather Modification Incorporated"

Errore logico. Se non è vera o incompleta in materia di informazioni la tua FASE 1, questa FASE 4 suona farlocca: tutti negano che esista la geoingegneria ma poi tutti ne parlano? Esiste o non esiste? Ma certo che esiste. Nessuno ne parla? Falso. Tutti ne negano l'esistenza? Falso anche questo. Ma chiediamoci ora in quale forma esiste la geoingegneria... in forma sperimentale? In forma teorica? In forma pratica? Queste società che si occupano di geoingegneria, cosa fanno materialmente? Modificano il clima o solo il tempo atmosferico locale?
FASE 5 - A livello accademico si ipotizza che la creazione di una cortina artificiale nell'atmosfera possa rallentare il processo di riscaldamento globale

Altra conseguenza logica sbagliata. Come ho già detto si sa già da tempo che la variazione dell'albedo potrebbe avere effetti sul G.W. e se le condizioni di copertura persistono abbastanza a lungo, anche sul clima. Non è mai stato un mistero, anzi, ti ripeto che ne abbiamo già avuto riprova con le grandi eruzioni vulcaniche di cui abbiamo notizie storiche. Ciò che stai scrivendo non è niente di segreto o a conoscenza di pochi. Stai solo mescolando le cose come pare e piace a te per darti ragione.

FASE 6 - Nasce il "SRMGI", un panel intergovernativo per coordinare la ricerca scientifica e il diritto internazionale sulla "gestione della radiazione solare"

Che, come detto già prima e fatto notare anche dalle tue fonti, è appunto un panel. Si sta cercando di trovare un rimedio al riscaldamento globale antropico. Credo tu sappia di cosa si tratta. Al momento nessuna azione fisica è in atto da parte del panel. Pensare che questa cosa, facilmente consultabile da chiunque, faccia parte di un complotto massonico atto a sallamadonnacosa* è da beoti.

*(I decerebrati sciachimisti parlano di far piovere quando piove troppo, salvo far siccità quando non piove, oppure far ammalare le persone di pelucchi sottocutanei immaginari ma dal quale ci si può salvare ingerendo un prodotto da erboristeria, più varie ed eventuali come il controllo mentale).

FASE 7 - Il clima è fuori controllo, serve una risposta rapida ed efficace

Il che mi fa supporre che tu non abbia nemmeno letto di striscio ciò che hai postato. Al momento nessuna delle azioni che hai menzionato possono essere applicate "rapidamente ed efficacemente". Qualsiasi azione si intenda intraprendere per cambiare il clima, non può avere nessun effetto "rapido ed efficace", a meno che non si metta in campo un utilizzo di energia paragonabile all'esplosione del Krakatoa. Cosa che, comunque, avrebbe effetto per qualche anno, per poi tornare alle condizioni precedenti e, non da ultimo, rischiando la vita di molte persone e creando più problemi che benefici (ad esempio facendo letteralmente saltare per aria qualche montagna con qualche bomba atomica creerebbe un "inverno nucleare" caratterizzato oltre che da temperature rigide al punto da mettere a rischio la sopravvivenza animale, anche da fallout radioattivo).

Ad ogni modo, se quella è la strada da percorrere, nessuno al momento sa in quale misura sia possibile gestire il clima e con quale impiego di mezzi. La cifra che si favoleggia in rete, anzi, che rimbalza a pappagallo di sito sciacomicaro in sito sciacomicaro è solo una stima. Al momento nessuno sa con certezza quanto costerebbe un progetto del genere.
Eh? Ma che tempo verbale è? Trasandato remoto?

Ahaha! Questa mi ha piegato dal ridere. Ma dove le trovi? :D
Fra l'altro, ho provato adesso a cercare in Google "trasandato remoto" e trova solo il mio commento.

La cosa impressionante è che Google l'ha già indicizzato.
Francesco,

è inutile che mandi altri commenti: verranno cestinati. Hai avuto ripetutamente la tua occasione per documentare le tue accuse e l'hai buttata via ignorando gli inviti.

Arrabbiati pure, se vuoi, ma qui si fa così. Sei in casa d'altri, se l'anfitrione ti chiede di smettere di pisciare sul tappeto e tu continui a farlo, non te la prendere se vieni messo alla porta.

Ti ricordo che il numero di pubblicazioni scientifiche che confermano il fenomeno delle "scie chimiche" è ancora fermo a zero. Pertanto è corretto definire le "scie chimiche" una stronzata.

Sei libero di continuare ad angosciarti su un pericolo inesistente, se proprio ci tieni, invece di fare qualcosa di più costruttivo (tipo studiare meteorologia). Ma non qui. Grazie e buona notte.
Vi segnalo (divertentissimo):
http://keespopinga.blogspot.it/2014/08/nuovi-ossimorica-e-adynata.html
...
Scienze della comunicazione a vanvera (con elementi di giacobbologia applicata),
Turbochimica aerea,
...

Saluti.