skip to main | skip to sidebar
1 commento

Apple, come attivare la verifica in due passaggi

La pubblicazione delle foto intime private di celebrità, sottratte in gran parte dai loro iPhone, può essere un buon incentivo a migliorare le difese degli account Apple anche per chi non è una celebrità.

Apple offre sui suoi account la verifica in due passaggi (o, in gergo, l'autenticazione a due fattori), che rende più difficile questo genere di violazione perché obbliga l'aggressore ad avere non solo la password della vittima ma anche un accesso fisico ai suoi dispositivi (oppure a usare forme d'attacco molto più sofisticate e impegnative). Questo scoraggia i tentativi di furto fatti a distanza, via Internet, che sono la minaccia più diffusa.

Per attivare questa verifica in due passaggi occorre muoversi prontamente, perché c'è un periodo di attesa di tre giorni, per motivi di sicurezza, fra quando fate la richiesta e quando potete effettuare l'attivazione vera e propria.

Il primo passo è andare ad Appleid.apple.com (preferibilmente su un computer, non un tablet o smartphone) e cliccare su Gestisci il tuo ID Apple. Vi viene chiesta la vostra password: immettetela.

Scegliete la sezione Password e sicurezza. Apple vi chiede di rispondere alle domande di sicurezza: dato che si tratta di domande sulla vostra identità che qualcuno potrebbe conoscere o farvi rivelare con l'astuzia (sono domande del tipo “Come si chiamava il tuo migliore amico a scuola?” o “Dove si sono conosciuti i tuoi genitori?”), date delle risposte fasulle, non reali, e segnatevele da qualche parte.

Dopo che avete cliccato su Continua, compare la sezione Verifica in due passaggi. Cliccate su Inizia, leggete le spiegazioni e poi cliccate su Continua due volte e poi su Inizia. A questo punto vedete un avviso che vi dice che c'è, come accennato, un periodo di attesa di tre giorni prima di poter attivare la verifica in due passaggi.

Allo scadere dei tre giorni ricevete una mail di promemoria da Apple. A questo punto tornate ad Appleid.apple.com e ripetete la procedura: stavolta vi viene chiesto di aggiungere un numero di telefonino al quale ricevere gli SMS di verifica. Può essere il vostro o quello di una persona di cui vi fidate. Il massimo della sicurezza (o della paranoia) è usare un numero di telefonino apposito segreto, diverso da quello che usate pubblicamente.

Apple invia immediatamente a quel numero un SMS contenente un codice a quattro cifre: immettetelo nella schermata di AppleID. Volendo, potete usare anche un altro dispositivo associato allo stesso account, per esempio un iPad.

Cliccando su Continua vi viene affidata una chiave di recupero, ossia un codice d'emergenza. Questa chiave è fondamentale e va stampata o conservata digitalmente in un luogo sicuro (non sul computer, sul tablet o sul telefonino) e va reimmessa subito per confermare che l'avete conservata correttamente.

Nella schermata successiva, confermate le condizioni del servizio e cliccate Attiva la verifica in due passaggi.

Da questo momento in poi, per gestire il vostro account Apple dovrete avere a disposizione almeno due dei seguenti tre fattori: la vostra password, uno dei dispositivi che avete associato a questo account e la chiave di recupero. Questo renderà la vita molto più difficile agli aspiranti ladri di dati. Cliccate su Fine e il peggio è passato.

Una volta fatta quest'attivazione, le scocciature aggiuntive sono minime: vi verranno chiesti i due fattori (e riceverete un SMS con un codice temporaneo) se tentate di modificare il vostro account (o se qualcuno tenta di farlo al posto vostro) o se effettuate acquisti su iTunes o App Store da un dispositivo non associato: quelli associati, invece, vi chiederanno soltanto la password, come al solito.
Invia un commento
I commenti non appaiono subito, devono essere tutti approvati da un moderatore. Lo so, è scomodo, ma è necessario per tenere lontani scocciatori, spammer, troll e stupidi: siate civili e verrete pubblicati qualunque sia la vostra opinione; gli incivili di qualsiasi orientamento non verranno pubblicati, se non per mostrare il loro squallore.
Inviando un commento date il vostro consenso alla sua pubblicazione, qui o altrove.
Maggiori informazioni riguardanti regole e utilizzo dei commenti sono reperibili nella sezione apposita.
NOTA BENE. L'area sottostante per l'invio dei commenti non è contenuta in questa pagina ma è un iframe, cioè una finestra su una pagina di Blogger esterna a questo blog. Ciò significa che dovete assicurarvi che non venga bloccata da estensioni del vostro browser (tipo quelle che eliminano le pubblicità) e/o da altri programmi di protezione antimalware (tipo Kaspersky). Inoltre è necessario che sia permesso accettare i cookie da terze parti (informativa sulla privacy a riguardo).
Commenti
Commenti (1)
ciao, ho appena attivato la verifica in due passaggi, e la procedura è stata immediata, non ho dovuto attendere i tre giorni di cui si parla nell'articolo.