skip to main | skip to sidebar
10 commenti

Lancio notturno di SpaceX verso la Stazione Spaziale Internazionale

Stamattina alle 7:52 italiane (5:52 GMT, 1:52 EDT) è partita dalla rampa LC-40 di Cape Canaveral, in Florida, la missione cargo SpaceX CRS-4, diretta verso la Stazione Spaziale Internazionale.

Il rifornimento include molta nuova tecnologia (c'è anche una stampante 3D), vari esperimenti (inclusi topi e mosche) e gli effetti personali di alcuni astronauti. Nella migliore tradizione di Star Trek, arriverà alla Stazione martedì.





Pochi minuti prima del decollo regna l'incertezza per via delle condizioni meteo, ma poi viene dato l'OK.

DECOLLO!

Il bagliore dei motori del razzo Falcon 9 illumina il cielo della Florida.

Una telecamera montata sul razzo guarda indietro verso i motori.

La fiammata dei motori del primo stadio vista da Terra.

La campana del motore del secondo stadio è incandescente.

La capsula Dragon vista da dietro pochi istanti dopo lo sgancio,
attorniata dai consueti frammenti eterogenei che volano liberi nel vuoto.
Le due sporgenze laterali sono i pannelli solari ripiegati.

Al centro di controllo di SpaceX, a Hawthorne, i controllori di volo seguono l'arrampicata verso lo spazio.

Una telecamera di bordo mostra l'apertura di uno dei pannelli solari della capsula Dragon.

Bellissima immagine a lunga esposizione del decollo di Falcon 9 e Dragon.
Invia un commento
I commenti non appaiono subito, devono essere tutti approvati da un moderatore. Lo so, è scomodo, ma è necessario per tenere lontani scocciatori, spammer, troll e stupidi: siate civili e verrete pubblicati qualunque sia la vostra opinione; gli incivili di qualsiasi orientamento non verranno pubblicati, se non per mostrare il loro squallore.
Inviando un commento date il vostro consenso alla sua pubblicazione, qui o altrove.
Maggiori informazioni riguardanti regole e utilizzo dei commenti sono reperibili nella sezione apposita.
NOTA BENE. L'area sottostante per l'invio dei commenti non è contenuta in questa pagina ma è un iframe, cioè una finestra su una pagina di Blogger esterna a questo blog. Ciò significa che dovete assicurarvi che non venga bloccata da estensioni del vostro browser (tipo quelle che eliminano le pubblicità) e/o da altri programmi di protezione antimalware (tipo Kaspersky). Inoltre è necessario che sia permesso accettare i cookie da terze parti (informativa sulla privacy a riguardo).
Commenti
Commenti (10)
Un dettaglio di tutto ciò: il centro di missione: sembra quasi un normale ufficio, con semplici scrivanie e pc. Una cosa però, fossi stato nei loro panni avrei evitato le vetrate trasparenti, a molti dà fastidio che da fuori si possa osservarli al lavoro e tensione ce ne deve essere già parecchia :-)

Tornando nell'argomento, incredibile come un lancio di questo tipo che è sempre rischioso, che può provocare danni e che dimostra come l'essere umano possa rendere quasi "quotidiano" il lancio di razzi non sia nemmeno degno di essere riportato sui giornali che preferiscono parlare di gossip
Apprezzabilissima la citazione da "Generazioni"...
L'ultima immagine è la cosa più eloquente per comprendere al volo la traiettoria di lancio...
Credo che moltissime persone non sappiano nemmeno che esistono razzi che decollano ed atterrano "in piedi". Sempre grazie alla poca copertura mediatica mainstream...
Adesso puoi dirci perchè?
Martino,

Adesso puoi dirci perchè?

Non ancora. Aspetto istruzioni dall'alto :-)
I complottisti direbbero che :
Ma allora si sono dimenticati del soft landing ?
e l'atterraggio del primo stadio sulle zampette dov'è ?
neanche mezzo filmino ?
e il rientro della capsula, almeno questo sarà un atterraggio morbido ?
I complottisti direbbero che c'è una guerra di brevetti
per l'atterraggio soffice frà amazon e spacex ?
Tutti,

per favore non fate congetture pubbliche sul motivo del mio interesse speciale per questo lancio. Poi capirete perché. Grazie!
Nella foto della capsula poco dopo il distacco si vede lo strumento RapidScat che verrà installato sulla ISS.
Si distingue chiaramente l'antenna parabolica. Il RapidScat verrà posizionato con il braccio robotico sul modulo Columbus dell'Agenzia Spaziale Europea.
Qui c'è un interessante video (lungo) di presentazione delle osservazioni della Terra che verranno fatte con lo strumento: https://www.youtube.com/watch?v=AOFmungRM4s