skip to main | skip to sidebar
7 commenti

Firechat, l’app anticensura che funziona anche quando non c’è rete

I manifestanti pro-democrazia che stanno occupando molte strade principali di Hong Kong stanno usando estesamente la tecnologia per eludere la censura delle autorità. In particolare, ha suscitato parecchio interesse l'adozione massiccia di un'app, Firechat (per Android e iOS, gratuita), che ha la particolarità di funzionare anche dove la connessione alla rete cellulare o Wi-Fi è inaccessibile perché bloccata da tentativi di censura o saturata dal numero enorme di dispositivi che tentano di usarla contemporaneamente in un'area ristretta.

Firechat permette infatti di scambiare messaggi di testo e immagini creando una rete locale di tipo mesh, a maglia molto fitta e priva di un centro, che interconnette direttamente i vari dispositivi via Wi-Fi e/o Bluetooth presenti in un luogo, senza aver bisogno di un access point o di un'antenna della rete cellulare. Questo significa che le comunicazioni funzionano anche in assenza di rete convenzionale e sono difficili da monitorare.

La caratteristica di funzionare senza appoggiarsi a una rete altrui è preziosa non solo in situazioni di sorveglianza politica (non è la prima volta che Firechat viene usata in queste circostanze), ma anche in generale in luoghi affollati, come concerti, conferenze o altri raduni dove moltissimi utenti cercano di collegarsi simultaneamente, oppure in luoghi privi di copertura cellulare: in pratica i telefonini diventano dei walkie-talkie.

L'installazione è piuttosto semplice: vengono chiesti alcuni dati personali (un indirizzo di mail e l'accesso ai dati contenuti nel dispositivo e alla geolocalizzazione) e non viene chiesta una password. Una volta scelto un nome utente, si può cominciare a usare l'app per comunicare con utenti generici (Everyone) o soltanto con quelli che si trovano nel raggio di qualche decina di metri (Nearby). Le comunicazioni vengono suddivise in forum (chiamati firechat, ossia “chiacchierate intorno al focolare”) e tutti i messaggi sono pubblici e senza crittografia, per cui è opportuno fare attenzione a non trasmettere informazioni compromettenti. Per evitare abusi è inoltre possibile bloccare o segnalare gli utenti molesti.

Come funziona? Ho fatto qualche prova con i miei dispositivi (un mix di Android e iOS) e i risultati non sono stati molto brillanti: passando tramite la normale rete Wi-Fi o cellulare i messaggi vengono scambiati istantaneamente senza problemi, ma l'interconnessione diretta fra dispositivi, che dovrebbe essere il punto di forza di Firechat, non ha voluto saperne di funzionare, né fra dispositivi Android (4.2 e 4.3), né fra dispositivi iOS 8; l'app Android è andata ripetutamente in crash sul mio Samsung Galaxy S3. Manca inoltre un'indicazione chiara dell'uso della funzione mesh. Provatela anche voi e ditemi se siete più fortunati o se è il caso di provare app alternative come per esempio Serval (per Android).


Invia un commento
I commenti non appaiono subito, devono essere tutti approvati da un moderatore. Lo so, è scomodo, ma è necessario per tenere lontani scocciatori, spammer, troll e stupidi: siate civili e verrete pubblicati qualunque sia la vostra opinione; gli incivili di qualsiasi orientamento non verranno pubblicati, se non per mostrare il loro squallore.
Inviando un commento date il vostro consenso alla sua pubblicazione, qui o altrove.
Maggiori informazioni riguardanti regole e utilizzo dei commenti sono reperibili nella sezione apposita.
NOTA BENE. L'area sottostante per l'invio dei commenti non è contenuta in questa pagina ma è un iframe, cioè una finestra su una pagina di Blogger esterna a questo blog. Ciò significa che dovete assicurarvi che non venga bloccata da estensioni del vostro browser (tipo quelle che eliminano le pubblicità) e/o da altri programmi di protezione antimalware (tipo Kaspersky). Inoltre è necessario che sia permesso accettare i cookie da terze parti (informativa sulla privacy a riguardo).
Commenti
Commenti (7)
Domanda: in assenza di rete dati (Wi-Fi e rete mobile), come comunicano tra di loro i telefonini ?
A quanto pare l'utilizzo del Bluetooth è soggetto ad una caratteristica che è inclusa in iOS6 e 7 ma non in Android tanto che gli sviluppatori invitano a cliccare sulla stellina di questo issue
https://code.google.com/p/android/issues/detail?id=59693
Gli scambi via WiFi avverranno tramite il cosiddetto WiFi AdHoc che però mi sa che non sia supportato da tutti gli smartphone.
In linea teorica dovrebbe essere possibile creare una rete WiFi tra cellulari direttamente. Il WiFi Direct l'ho già sperimentato sui miei Android e funziona. Non funziona con l'iPhone 4 di mia figlia perché manca la possibilità di interfacciare i due device.

Per quanto riguarda l'applicazione dell'articolo, mi sembra di capire che funzioni solo dalla KitKat in su, più che altro per le prestazioni superiori dei device che supportano Android 4.4.

Proverò e vi saprò dire.
Qua ci sono esempi di problemi
http://forum.opengarden.com/discussion/1211/firechat-how-does-it-really-work
con un po' di spiegazioni. Pare usi una caratteristica di iOS7 che esclude le versioni precedenti.
Ammesso funzioni effettivamente, la rete mesh non è un sostitutivo di internet... Voglio vedere una rete composta da più di qualche decina di nodi (=> chatti con persone lontane qualche cento metri). In più volendo bloccare anche questo ripiego basta disturbare il segnale wifi e metti tutto ko in pochi secondi.
Infatti il mio dubbio era proprio la distanza. Poche decine di metri e le wifi diventano invisibili, quindi cade la connessione. E' lo stesso problema delle PAN Bluetooth, che infatti non hanno mai avuto successo.
Piuttosto vedo molto più promettente una vecchia tecnologia.... http://cb.3ln.eu/index.php che unita a una crittografia solida...