skip to main | skip to sidebar
126 commenti

Abbiamo mandato un robot su una cometa. Con tre euro e mezzo a testa

L'articolo è stato aggiornato dopo la pubblicazione iniziale.

Si è da poco conclusa una giornata storica per l'esplorazione spaziale: per la prima volta un veicolo spaziale è atterrato dolcemente su una cometa. La sonda europea Rosetta, dopo un viaggio tortuoso lungo dieci anni che l'ha accelerata fino a raggiungere l'orbita della cometa 67P/Churyumov-Gerasimenko (per gli amici Chury), oggi ha sganciato Philae, un veicolo d'atterraggio grande all'incirca quanto una lavatrice, che si è appoggiato dolcemente sulla superficie della cometa, a oltre mezzo miliardo di chilometri dalla Terra. Così dolcemente (a causa della bassissima gravità di Chury) che ha effettuato due rimbalzi, per cui in realtà Philae in un certo senso detiene il record per il primo atterraggio su una cometa ma anche per il secondo e il terzo.

Con quest'impresa l'Europa (Svizzera compresa) ha dimostrato di saper fare cose che né la NASA né l'ente spaziale russo o quello cinese o indiano sono in grado di fare. Rosetta e Philae ci stanno trasmettendo una quantità straordinaria di dati scientifici sulla natura della cometa Chury che ci stanno aprendo una finestra sull'origine del nostro sistema solare.

Visitare una cometa è come sfogliare l'album delle foto di famiglia: il fascino di vedere come eravamo, da dove proveniamo, come siamo cambiati è eterno, e il bisogno di saperlo è irrefrenabile e indispensabile. La differenza è che in questo caso la famiglia è l'umanità intera. È la Terra stessa.

Questa è Philae, fotografata da Rosetta mentre si avvicina lentamente alla cometa:



E questa è Rosetta, fotografata da Philae:



Chury vista durante la discesa di Philae:



L'atterraggio è stato accompagnato dall'esultanza decisamente esuberante del direttore di volo, Andrea Accomazzo, che s'è dimenticato di avere il microfono aperto (video).

Tutto questo, e la scienza e la conoscenza delle nostre origini che ne scaturiranno insieme alla formazione dei tanti giovani europei che hanno partecipato al progetto Rosetta, è costato al contribuente europeo ben tre euro e mezzo spalmati su diciannove anni.






Invia un commento
I commenti non appaiono subito, devono essere tutti approvati da un moderatore. Lo so, è scomodo, ma è necessario per tenere lontani scocciatori, spammer, troll e stupidi: siate civili e verrete pubblicati qualunque sia la vostra opinione; gli incivili di qualsiasi orientamento non verranno pubblicati, se non per mostrare il loro squallore.
Inviando un commento date il vostro consenso alla sua pubblicazione, qui o altrove.
Maggiori informazioni riguardanti regole e utilizzo dei commenti sono reperibili nella sezione apposita.
NOTA BENE. L'area sottostante per l'invio dei commenti non è contenuta in questa pagina ma è un iframe, cioè una finestra su una pagina di Blogger esterna a questo blog. Ciò significa che dovete assicurarvi che non venga bloccata da estensioni del vostro browser (tipo quelle che eliminano le pubblicità) e/o da altri programmi di protezione antimalware (tipo Kaspersky). Inoltre è necessario che sia permesso accettare i cookie da terze parti (informativa sulla privacy a riguardo).
Commenti
Commenti (126)
"L'atterraggio è stato accompagnato dall'esultanza decisamente esuberante del direttore di volo"
Hai aspettato 10 anni per vedere se riuscivi a prendere un sassolino di 4 km dopo un volo di miliardi di km. E ci sei riuscito. Puoi permetterti di dire quello che vuoi.
A parte il costo, metterei l'accento anche sul "ritorno" che quel costo sta offrendo in termini scientifici e in termini di comprensione dell'origine di quei corpi celesti e del loro ruolo.

Chi non ritiene che la comprensione e l'avanzamento della conoscenza siano cose importanti per tutti, puo' tornare sugli alberi a mangiar banane.
piccolo errore ma credo volessi scrivere spalmato su 19 anni non 9 anni visto che nell'immagine c'è scritto 1996-2015, ma magari intendevi altro
Non è spalmato su 19 anni? Dall'immagine è 1996-2015
Ciao
Giorgio
Non solo, per l'occasione l'ESA ha anche fatto da mecenate per un corto di fantascienza, Ambition, che nonostante qualche cliché mi ha fatto davvero venire i lucciconi agli occhi, e quindi considero soldi ben spesi. Anche questa credo sia una prima assoluta, la cosa che si avvicina di più è il video "7 minutes of terror" della NASA.

Tra l'altro, le parole del Maestro "avremmo potuto lanciare con una fionda" si sono rivelate molto profetiche visto che praticamente nessuno dei dispositivi di attracco ha funzionato!
Sono seriamente emozionato. Mi è sempre un po' pesato essere troppo giovane per lo sbarco sulla luna... beh, questo è lo sbarco sulla luna della mia generazione!
Ciao

ho seguito l'evento in streaming, è stato veramente emzionante.

Aggiungo una cosa, che mi ha fatto essere orgoglioso di essere italiano (ed europeo in questo caso); quando il lander (cometer?) ha mandato la telemetria dell'atterraggio, avere sentito esultare in italiano (c'è stato pure un ca$$o :) ) è stato veramente bello!

grazie a tutti del lavoro
ciao Paolo,divertente la statistica , con 3,50

euro mi sono goduto l`allunaggio di Rosetta, 7

ore di scienza in diretta,mentre Paolo ne

pagava 8,50 per rosicare vedendo Interstellar ,

un romanzone hollywoodiano sci-fi e non poteva

essere altrimenti, visto che gli anni 70 , un

po come nella musica, sono un caro

ricordo.Kubrick e`il concept album, Nolan la

playlist con cio` che ne consegue. Paolo

piuttosto mantieni il debunker caldo, vedo gia`

sfornate di commenti complottisti ignoranti

tipo.....perche` non ci sono le immagini in

diretta dell`accometaggio ? mica ci vanno sul

sito ESA per capire la complessita`

scientifica dietro il progetto e trovare le

risposte che cercano, no! copiano-incollano il

complotto lunare nella cartella Rosetta dei

loro cervelli tristi e voila`! questa per me

e` una psicopatia collettiva inquietante , da terapia psicologica, vedi

studi sui troll, sono a prova di debunk!

Orgoglioso della mia Europa , grande impresa. Buon lavoro .
Il dato più interessante riguardante questa missione lo scopro solo adesso leggendo questo articolo di Paolo (sempre grazie per tutto quello che fai), e mi riferisco al costo: 3,50 euro a testa! Praticamente il costo di una pizza!
Con questo dato alla mano vorrei lanciarmi in mille considerazioni sui nostri "inutili" politici italiani, ma non lo farò in rispetto a chi ha lavorato a questa missione che ha portato prestigio a noi "veri" italiani.
E un vaccino per l'Ebola quanto ci costerebbe a testa?
Soldi spesi bene. Ce ne andassero di più.
Riguardo la riga dell'infografica che parla del biglietto di Interstellar: lo avranno scritto come paragone perché anche li un po' di soldi sono andati alla ricerca, o ci si deve leggere dell'astio tra le righe ?
Comunque dubito si posano fare paragoni e o avere dubbi su come siano stati sfruttati meglio su Rosetta, anche la copertura mediatica è stata ottima grazie ai social network. Ora vediamo che corbellerie tireranno fuori le testate "giornalettistiche".

Venti centesimi di euro all'anno ... !
Chissà cosa avrebbe detto la Hack... con quel suo bell'accento..
@ Waiting

E un vaccino per l'Ebola quanto ci costerebbe a testa?

Per fare un calcolo di questo genere, bisognerebbe che esistesse l'omologo dell'ESA nella farmaceutica e che, dopo aver sviluppato e testato il vaccino, lo distribuisse gratis a tutti.
@alex alex:
> 3,50 euro a testa! Praticamente il costo di una pizza!

E dove la trovi la pizza a 3,50€? ;-)
Non capirò mai le persone che si indignano per la spesa spaziale e non per i 9 miliardi regalati alla chiesa ogni anno.
@Rizz

Diciamo che la formula "non capisco quelli che si indignano per... e non per..." lascia un po' il tempo che trova. A ben guardare nel "e non per..." ci può stare di tutto, dalla chiesa ai rossetti, alla ricerca su che fetta di pane cade aterra una volta imburrata.

A mio modo di vedere, meglio fermarsi al primo "per...". Diventa opinione personale di chi scrive e non implica il giudizio su altre attività totalmente avulse rispetto a quanto si cerca di sostenere.

IMHO
Concordo con Donato #15 ! Comunque, lasciando perdere Interstella (che a me è piaciuto molto ma al limite commenterò l'apposito topic) ed evitando paragani tra il costo di Rosetta (risibile) e altro, se da un lato sono eccitato da questa missione e dal suo risultato positivo, sono un poco deluso perchè la stessa eccitazione non la trovo così diffusa tra le persone. Forse banalmente perchè ormai il fiume di informazioni di qualsiasi genere che ci raggiunge è enorme, eterogeneo e multi fonte, ma quando tutti eravamo incollati alla Rai per le missioni lunari e ricordo anche per la missione del primo shuttle con una diretta fiume, beh qui c'è molto meno la sensazione di aver vissuto davvero qualcosa di straordinario che i nostri nipoti leggeranno nei libri di storia. Grande missione
Spiacente, ma per un pensionato italiano a 500 al mese, od un minijobber tedesco a 300 ANCHE 3,50 SONO UNO SPRECO INACCETTABILE (volutamente urlato)

Detto da uno che si fece in piedi, a 6 anni, la notte della Luna.
I tempi cambiano ed anche le priorità
Mi pare di capire che 'sto Interstellar non sia proprio piaciuto.
@Mauro

20 centesimi all'anno sarebbero uno spreco assurdo?

Abbiamo avuto troll migliori...
Quello che mi piace del concetto di "spreco" è che, da come ne parla la gente, pare che abbiamo preso soldi e materialmente trasformati in un robot su una cometa. Come se quei soldi non fossero stati spesi per stipendi ai lavoratori, pagamenti ai fornitori e così via. Anziché dare 3.50€ a ognuno si è preferito far lavorare un tot di persone. L'unico vero "spreco" è quello delle materie prime che sono nello spazio e non saranno più utilizzabili, ma il soldo no, per favore.
A me invece fa specie un concetto molto più sottile. Ovvero che anche nel 1969 c'era gente che moriva di fame e di malattie, verosimilmente molto più di oggi. Ma siccome allora erano persone del Terzo Mondo, di quel Terzo Mondo allora così distante e selvaggio da sembrare quasi un altro pianeta, allora andava bene. Ora che invece chi fa la fame sono i pensionati italiani ed i lavoratori sottopagati tedeschi, non va più bene.

Della serie, finché a pagare per il mio benessere sono gli altri, a me sta bene. Quando sono io a pagare per il benessere altrui, allora non mi sta più bene.

Questo per dire che se oggi nel mondo occidentale c'è crisi, è perché sono cambiati gli equilibri internazionali. Infatti non è più così per altre regioni dove prima si moriva di fame o, al limite, si viveva di stenti ed espedienti. Ora sono i nuovi ricchi e noi ne paghiamo il benessere.

La ricerca scientifica, sia essa spaziale, farmaceutica, fisica, chimica o matematica ecc. non si deve fermare a "pensa quanti bambini si sfamerebbero con quei soldi". Non è colpa della Scienza se i bambini (o i pensionati) muoiono di fame. E' colpa nostra. Dell'uomo. Di una parte di noi uomini.

Per fortuna un'altra piccola parte, s'ingegna per far sì che tutti noi progrediamo. Anche i bambini che muoiono di fame.
http://www.video.mediaset.it/video/tg4/full/494900/edizione-ore-19-00-dell-11-novembre.html
Minuto 34. Spero sia un fake.
Un'impresa incredibile nonché un'altra vittoria della scienza, quella di Rosetta. Purtroppo però c'è chi non la pensa così, come quelli del TG4:
http://www.dailymotion.com/video/x29zzbh_scienza-questa-sconosciuta-il-tg4-e-rosetta_fun?start=1
Trovo una cosa del genere non solo disgustosa, ma anche estremamente inquietante: rischiamo di andare a finire come in Interstellar (film che a me personalmente è piaciuto parecchio, anche se rispetto le idee negative che hai espresso nell'altro post), con il trionfo dell'antiscienza non solo tra i complottisti ma nella cultura generale di tutti noi, il che è mostruoso.
Tutti,

ovviamente gli anni erano 19, non 9, e io ho dimostrato di essere una capra in aritmetica. Scusatemi per l'errore. Ho corretto.
E pensare che il tg4 ha osato produrre questo servizio: http://www.dailymotion.com/video/x29zzbh_scienza-questa-sconosciuta-il-tg4-e-rosetta_fun
Purtroppo devo segnalare questo ridicolo servizio del TG4 sul atterraggio: http://www.video.mediaset.it/video/tg4/full/494900/edizione-ore-19-00-dell-11-novembre.html al minuto 34
@Mauro

Alza un po' il braccio...
Ci si mette anche il TG4
http://www.dailymotion.com/video/x29zzbh_scienza-questa-sconosciuta-il-tg4-e-rosetta_fun

Sta gente mai a lamentarsi di quanto costano le guerre o il calcio?
Il TG4 non si smentisce mai.
http://t.co/mvf1PEQBzP

Continuo a pensare che ci meritiamo lo stato in cui siamo.
Ma ragazzi... dai... il Tg4... parlarne male è come picchiare uno mentre defeca. (In dialetto veneto fa molto più ridere)
Questa faccenda de "i soldi sprecati per inutili imprese spaziali, quando c'è gente che muore di fame" è noiosa come le mosche, ma continua a venir fuori puntualmente.

Sono abbastanza vecchio per ricordare un gustoso episodio che risale all'epoca del programma "Apollo", prima dell'allunaggio. Durante un'intervista TV a Von Braun, il cretino che lo intervistava lo aggredì chiedendogli se non pensava che tutti quei soldi potevano essere spesi meglio, i bambini in Africa che muoiono di fame, ecc. ecc. Von Braun rispose facendo tranquillamente notare che tutto il costo previsto del programma "Apollo" era molto inferiore a quanto gli Americani spendevano ogni anno per superalcoolici e sigarette. Quindi, se qualcuno davvero aveva a cuore la sorte dei bambini africani ecc. ecc., non aveva che da bere e fumare un po' meno (che oltretutto ci guadagnava in salute), e inviare il denaro risparmiato a qualche associazione di assistenza.

E allo stesso modo, ognuno Qè libero di scegliersi un pensionato a 500 euro di suo gradimento, rinunciare ad un pizza all'anno, e così rifondergli quanto gli è stato estorto per finanziare "Rosetta".

Ah, circa i "minijob" qui in Germania: informarsi prima di scrivere, grazie.
non per i 9 miliardi regalati alla chiesa ogni anno.

Se ti riferisci all'8 per mille, ti do tre informazioni utili.

1-sono "regalati" per libera scelta di chi decide di "regalarli", non per obbligo
2-la massima parte serve per opere di carità, per cui tornano comunque alla società
3-in ogni caso, il tuo 8 per mille puoi decidere di "regalarlo" anche allo Stato. O alla ricerca scientifica. E' sul 730, sai cos'è, no?
Un conto alla rovescia è finito (quello dei "Bello, ma i soldi...").
L'altro, quello dei "Si dice accometaggio!" sta ancora andando.
non per i 9 miliardi regalati alla chiesa ogni anno.

Ah, dimenticavo. O la chiesa del tuo paese è di due chilometri quadri e richiede quindi ampia manutenzione, o si scrive Chiesa.
So che per molti sarà più che ovvio, e che non molto tempo fa Paolo ha pubblicato un articolo in proposito, ma visto che repetita juvant, in merito a questa diatriba ci sta più che mai bene la lettera di Stuhlinger.
Riporto di qua uno scambio scritto per errore da un'altra parte:

Paolo Attivissimo ha commentato:
Stupidocane,

Ma ragazzi... dai... il Tg4...

cordialmente dissento. L'ignoranza, l'antiscienza, l'ottusità, se non le denunci, se non le combatti, non svaniscono da sole. Non basta ignorare il buio per farlo sparire. Bisogna accendere una luce.


@ Paolo

Wrong post. ;)

Comunque, per entrare nel merito della tua critica più che legittima:

se non le denunci, se non le combatti, non svaniscono da sole.

Vero. Ma secondo me ti sei dimenticato l'arma più potente contro l'ignoranza, ossia la presa in giro.
Cosa che ho tentato, evidentemente con poco impatto... :)

Non basta ignorare il buio per farlo sparire. Bisogna accendere una luce.

Oppure ridere fragorosamente. Libera endorfine in chi irride ed annichilisce il pensiero dell'irriso. :)
@ martinobri

Sulla faccenda 8x1000.

No, Alla ricerca scientifica puoi donare il 5x1000, cosa separata dall'8x1000.

L'8x1000 è per le religioni e viene distribuito con un meccanismo fumoso tipo "sondaggio d'opinione" in base alle scelte fatte dai contribuenti che firmano per l'8x1000. Da dati UAAR 2009/2010 circa il 37% dei contribuenti ha firmato per dare l'8x1000 alla Chiesa Cattolica, ma questa ha di fatto incamerato l'82% del malloppo di 1.2 miliardi di euri.
Ed avrei qualche riserva anche su "la massima parte serve per opere di carità, per cui tornano comunque alla società", ma non vorrei sollevare un altro polverone catto-ateista...
Anzi... lo sollevo:

http://www.8xmille.it/rendiconti/ripartizione2014.pdf
Mi sembra di capire che il servizio di tg 4 è vero?
Ahahah i teewts di Paolo sul twitter di Buffa :D
L'8x1000 è per le religioni e viene distribuito con un meccanismo fumoso tipo "sondaggio d'opinione"

Il meccanismo è così fumoso che anche una capra in statistica come me l'ha capita al primo colpo, ed è lo stesso meccanismo che viene utilizzato anche nelle elezioni dei deputati. In tutto il mondo, credo.
La parte di chi non vota non è che rimane nel limbo, ma viene ripartita con le stesse proporzioni di chi ha votato.
Giusto? Sbagliato? Boh, però senz'altro non è fumoso.
@ Stupidocane,
l'8xmille puoi decidere se devolverlo a una religione oppure allo stato. Se non specifichi nulla viene ripartito sulla base dei risultati di chi la scelta l'ha effettuata (in pratica funziona come per le elezioni, non è che se la metà degli aventi diritto non va a votare vengono eletti la metà dei parlamentari).

Per quanto riguarda la destinazione della percentuale devoluta alla chiesa cattolica la principale voce di spesa riguarda il sostentamento dei sacerdoti, la seconda gli interventi caritativi, la terza per i luoghi di culto e la quarta per le altre esigenze (catechesi e varie esigenze pastorali).
Anzi... lo sollevo:
http://www.8xmille.it/rendiconti/ripartizione2014.pdf


Dal tuo documento vedo che la somma di interventi caritativi e sostentamento del clero è 622 su 1055, per i dati più recenti. Più della metà.
Il sostentamento del clero non è carità? Direttamente forse no, ma indirettamente sì. Non so dalle tue parti i preti come sono, ma qua il parroco prima dell'attuale due volte alla settimana andava a fare compagnia ai detenuti al carcere provinciale, quello attuale si occupa degli handicappati, quello della parrocchia vicina fa la Caritas e quello di una mia amica ha messo in piedi una scuola di italiano per extracomunitari. Non tutti, ma buona parte dei preti fanno anche attività di carità. Per la ragioneria il sostentamento del clero sarà pure da inserire sotto un'altra voce di bilancio, ma sostanzialmente è lo stesso.
E solo guardando la carità istituzionalizzata, perchè c'è anche quella di sottoprodotto: specie in certe realtà, il sacerdote è il sostituto dell'assistente sociale o dello psicologo per persone sole o deboli di carattere. Non è quello che dovrebbero fare, non è il olro ruolo, già san Paolo indirettamente se ne lamentava, ma di fatto avviene. Anche l'utilità di questo aspetto è difficilmente quantificabile.
Se aggiungi che i soldi per il culto servono anche per tenere in piedi e fruibili al viaggiatore edifici storici, si vede che anche questi non sono soldi buttati. E anche se lo fossero sono buttati con il volere esplicito di chi li butta. Quindi prenditela non con chi li riceve ma con chi sceglie quella destinazione. Con me, per esempio :-DD
L'8x1000 è per le religioni

Non tutto. Vi sono attualmente dieci possibilità di scelta; nove sono enti religiosi, uno è lo Stato Italiano. Se proprio le religioni stanno qua, c'è questa alternativa. Per fortuna.
Comunque Paolo, dillo che l'infografica l'hai messa perché parla di Interstellar :P :P
Visto che già è partito il pippone sull'otto per mille mi permetto di assortire l'elenco di quelli con cui prendersela. Tipo The Verge che non trova niente di meglio da fare che contestare la maglietta "sessista" di Taylor dell'ESA.
la maglietta "sessista" di Taylor dell'ESA.

Urca! Prima bisogna capire dove finisce la maglietta e dove inziano i tatuaggi.
Visto l'argomento del thread siamo pesantemente OT... spero che il padrone di casa mi perdonerà.

@martinobri
Giusto? Sbagliato? Boh, però senz'altro non è fumoso.

Non è fumoso, ma il fatto che quando è stato successivamente introdotto il 5 per mille sia stato usato un meccanismo diverso, quello di destinare solo la quota di chi firma, fa pensare che sia ben chiaro anche a chi lo gestisce che il sistema dell'8 per mille così come è stato ideato sia troppo sbilanciato a favore di chi ha la maggioranza relativa delle firme.
Se eliminassimo la distinzione tra 8 e 5 per mille e lasciassimo la libertà di decidere dove destinare una quota delle proprie tasse, sulla base della mia esperienza personale (per alcuni anni ho lavorato per brevi periodi in un CAF) molti contribuenti sceglierebbero la ricerca o degli enti locali a loro ben noti.
Una delle domande che mi sono state rivolte più frequentemente è proprio "ma non posso destinare tutto ad XXX" (sostituisci ad XXX l'ente a cui scelgono di destinare il 5 per mille) e solo quando gli ribadivo che 8 e 5 per mille sono scelte distinte e l'8 per mille riguarda solo la religione decidevano a chi destinarlo (quansi sempre alla chiesa cattolica, quando gli leggevo la lista di tutte le religioni destinatarie).
In pratica regionano per esclusione: preferirei destinarli ad altro, ma se proprio devo destinarli ad una religione, allora lo destino a chi conosco e non agli altri.
Mi sembra quindi che la scelta non sia affatto libera, ma condizionata dal meccanismo, e penso che sia anche per questo che molti non scelgono (oltre che per pigrizia...).
Stupidocane,

ri-posto qui per correggere il mio post nell'articolo sbagliato:

Cordialmente dissento. L'ignoranza, l'antiscienza, l'ottusità, se non le denunci, se non le combatti, non svaniscono da sole. Non basta ignorare il buio per farlo sparire. Bisogna accendere una luce.
Ehi, cosa ci fa Giovanni Trapattoni all'ESA? :-)

Una domanda tecnica: cosa illumina Churry, mentre Rosetta scende e gli fa una foto? Chiariamolo subito, prima che qualcuno se ne esca con: "Non siamo mai andati su Churry, era tutta una finta!"

(Questo è il mio primo commento qui. Spero di non aver detto niente che mi faccia meritare la tua riprovazione eterna :-).
"C*" sì!
Avevo seguito un po' in sordina la cosa perché il lavoro pesa, ma cacchio, ennesima dimostrazione che la razza umana può fare cose intelligenti.
A quelli che si lamentano dei costi: "Non ragioniam di lor, ma guarda e passa"
@spacesurfer:
sono d'accordo con te, tranne che non capisco cosa impedisce, a coloro che ragionano per esclusione, di devolvere l'8 per mille allo Stato.
Anzi, se fosse per me (e se fossimo in un Paese altrettanto ricco) farei come in Germania, dove, correggetemi se sbaglio, i soldi alle Chiese arrivano da tasse in più a carico di chi nell'ultimo censimento si è dichiarato loro fedele.
Solo ribadirei che il meccanismo dell'8x1000 sarà certamente migliorabile ma non è poco chiaro nè disonesto, visto che è identico a quello con cui si assegnano i seggi nei parlamenti.
ma sono l'unico, nell'immagine dei costi pro capite, ad aver letto SCIENCEORGASM.ORG? :)
"Anzi, se fosse per me (e se fossimo in un Paese altrettanto ricco) farei come in Germania, dove, correggetemi se sbaglio, i soldi alle Chiese arrivano da tasse in più a carico di chi nell'ultimo censimento si è dichiarato loro fedele."

Sí, é cosí, e non si tratta esattamente dell' 8 per mille: nelle mie ultime cedole stipendio, prima di andare in pensione, viaggiavo sui 400 euro al mese.
Solo che in Germania fanno le cose sul serio, e chi non ritiene di pagare (la procedura é senplicissima), poi non puó piú sposarsi in chiesa, né ricevere i sacramenti, né far battezzare/cresimare/confermare i propri figli, né alla fine essere sepolto in terra consacrata,

Questo puó sembrare eccessivo, ma non si tratta di ingordigia da parte delle Chiese, quanto piuttosto di una precisa scelta politica, introdotta come reazione alla campagna di scristianizzazione a suo tempo condotta dal nazional-socialismo.
@Gaberricci non saprei di preciso ma presumo sia ancora il sole. La sonda è coperta di pannelli solari, quindi immagino ci sia abbastanza luce per farli funzionare.
viaggiavo sui 400 euro al mese.

Qua...quattrocento??!? Al mese??!!

O_O

Ritiro tutto: meglio l'8 per mille. Anche il 16, il 32!
@Mauro: se mi dai l'IBAN ti faccio un bonifico da 7€ che ti potrai godere in pace nei prossimi 38 anni...
Tornando in topic, qualcuno può aiutarmi a capire che diavolo vuol dire questo articolo, che è ben poco chiaro?
http://www.lastampa.it/2014/11/12/multimedia/scienza/la-cometa-di-rosetta-canta-ecco-il-suono-kMhDuRRGOeKhYwaI3IVYtL/pagina.html
E perchè mai l'ANSA, riprendendo lo stesso file (senza uno straccio di spiegazione, sempre peggio), ci scrive sopra "Artist's impression"?
Qualche precisazione sul famigerato 8 per mille.
Stando ai dati disponibili per il 2013, le quote non espresse nella dichiarazione dei redditi, il 55 per cento, vengono comunque assegnate sulla base del 45 per cento di quanto è stato espresso e finiscono dunque all'82 per cento nelle casse della Cei. Negli anni passati era perfino peggio: si arrivava a una quota di circa il 90%.
In soldoni, la sola ripartizione dell'8 per mille ha portato nelle casse della Chiesa 1 miliardo e spiccioli, su un totale di 1225 milioni di euro disponibili.

A questa cifra vanno aggiunte una serie di altre uscite dalle casse pubbliche verso la Cei che portano il totale intorno ai sei miliardi di euro l'anno. Ripeto: sei miliardi l'anno che escono dalle saccocce dei contribuenti (compreso il 63 per cento che non si è espresso a favore della Chiesa) per finire in quelle della Cei.

Ogni ulteriore commento mi sembra superfluo.
Ragazzi,vi propongo una riflessione. Sappiamo fin troppo bene i problemi che ci affliggono.Ma oggi abbiamo fatto una cosa importante. E se non l'avessimo fatta, vi prego non siate così ingenui da pensare che gli sforzi necessari a questa impresa, spesi diversamente, avrebbero potuto contribuire a risolvere i problemi fra di noi!
Magari fosse così semplice! Andrei subito a mettere la stagnola negli scarichi dei vettori! :D
Sarebbe giusto,ma non puoi dire 'prima risolviamo i problemi su Terra,poi andiamo nello spazio', perché l'evoluzione va avanti autonomamente a prescindere dalle nostre diatribe territoriali.
Quindi gioiamo dei nostri avanzamenti tecnologici, anzi interroghiamoci sul come riusciamo ad ottenerli nonostante siamo costantemente e pervicacemente impegnati a fotterci a vicenda o_O
Ogni ulteriore commento mi sembra superfluo.

Ringrazio per aver ribadito cose già dette prima....però superfluo un paio di palle.
Da come scrivi (sei miliardi l'anno che escono dalle saccocce dei contribuenti) sembra che i contribuenti paghino in più, che è quello che vogliono far credere i polemisti in malafede (non tu). Invece quelli dell'8 per mille sono soldi che si pagano per le tasse comunque, in qualsiasi caso. Non è che se non ci fosse l'8 per mille noi pagheremmo di meno: semplicemente non potremmo sceglierne la destinazione.
Invece

Ogni ulteriore commento mi sembra superfluo.
Scusate le due righe di troppo in fondo al commento precedente.
Ma non diciamo fesserie, per carità. E toglietevi i prosciutti dagli occhi, Vi riporto alcune parti dell'articolo linkato in fondo al mio commento.

La Chiesa Cattolica, con circa il 35% delle firme, prende l’87%. Cioè più di 900 milioni dei nostri euro. Se non scegli niente, se non firmi, la tua quota viene assegnata dagli altri.

Se pensi che firmando per lo Stato fai la tua buona azione da cittadino, non destini nulla alle confessioni religiose, e che così quel denaro verrà usato per scopi sociali e umanitari, sbagli di grosso. Perché quei soldi sono nella disponibilità della Presidenza del Consiglio, che prende una fetta dell’8×1000… e lo dà di sua iniziativa alla Chiesa Cattolica, finanziando restauri di chiese e conventi, nonché l’associazionismo cattolico!

Cosa ci fa davvero la Chiesa Cattolica di tutti questi soldi
Molti potrebbero dire: “Vabbe’, in fondo io do i soldi alla Chiesa per sostentare i poveri, per opere di carità e di bene, pazienza che il sistema che hanno escogitato per ottenerli non sia così democratico e trasparente. Il fine giustifica i mezzi”. Ebbene, le cose stanno in maniera molto diversa da quello che la stessa Chiesa, tramite i suoi tonitruanti spot pubblicitari, vuole farti credere (ma, sia detto per inciso, le bugie, comprese quelle di omissione, non erano peccati?). Solo una piccola percentuale dei soldi dell’8×1000 è destinata a interventi caritativi. Quasi l’80% serve al sostentamento del clero, a costruire nuove chiese (a riparare le vecchie ci pensa l’8×1000 dello Stato), a finanziare i tribunali ecclesiastici, alla manutenzione dell’incalcolabile patrimonio immobiliare, ecc. ecc.

Ricordate la pubblicità dell’8×1000 imperniata sulla tragedia dello tsunami nel 2005? La campagna, affidata alla multinazionale Saatchi&Saatchi, costò alla Chiesa 9 milioni di euro. Fece guadagnare alla Chiesa più di 900 milioni di euro. La Chiesa donò alle vittime dello tsunami 3 milioni di euro, un terzo di quanto era costato lo spot, lo 0,3% (fonte CEI) della raccolta totale.

http://goo.gl/v3afa1
Il mio precedente commento è il principale.
Questa diatriba é off topic, ma certo non è futile,quindi esprimo la mia personale opinione riguardo la quota parte che i cittadini italiani possono scegliere di destinare a soggetti specifici.
Io vorrei una voce di destinazione: Alla costruzione ed alla miglioria di nuove carceri, nell'intento che la pena si esplichi nella privazione della libertà e mai più nella privazione della dignità umana
Bella la discussione da bar sull'8x1000 intanto che non si sa dove sia finita e se sia ancorata al suolo (suggerimento: no) la sonda di cui si parla nell'articolo.
@ martinobri

Scusa, ma l'ingenuità del tuo commento è sconcertante. Sono sei miliardi di euro che vengono sottratti ai conti dello Stato per finire nelle casse della Chiesa. Punto.
Se per magia domani abolissimo l'8 per mille potremmo fare due cose: impiegare quei sei miliardi extra a bilancio per fare cose utili tipo: ridurre il deficit, erogare servizi, fare investimenti, finanziare una mezza dozzina di missioni Rosetta l'anno, ecc; oppure ridurre le tasse a carico dei contribuenti e il bilancio dello Stato non ne risentirebbe minimamente.

È il principio in base al quale lo Stato laico deve finanziare un culto religioso ad essere folle. Tutto il resto è aria fritta.
La Chiesa Cattolica, con circa il 35% delle firme, prende l’87%. Cioè più di 900 milioni dei nostri euro.
Se non scegli niente, se non firmi, la tua quota viene assegnata dagli altri.


Già detto. Messo in questo modo (i NOSTRI euro) dà due idee sbagliate. Una, che sia un prelievo in più di quello che spetterebbe. Vedi commento 64. L'altra, che sia un meccanismo particolare e insolito, un po' aumm aumm, mentre, come già detto tre volte, è quello credo universalmente usato nelle elezioni per ripartire i seggi.


Se pensi che firmando per lo Stato fai la tua buona azione da cittadino, non destini nulla alle confessioni religiose, e che così quel denaro verrà usato per scopi sociali e umanitari, sbagli di grosso. Perché quei soldi sono nella disponibilità della Presidenza del Consiglio, che prende una fetta dell’8×1000… e lo dà di sua iniziativa alla Chiesa Cattolica,

E' nei suoi poteri e non è contro la legge, visto che lo decidono gli eletti dal popolo. C'è una soluzione molto semplice, se questo non sta bene: votare diversamente alle prossime elezioni.


Cosa ci fa davvero la Chiesa Cattolica di tutti questi soldi

Già detto. I bilanci sono pubblici. Stupidocane ha linkato oggi stesso un documento. Al commento 41.


Solo una piccola percentuale dei soldi dell’8×1000 è destinata a interventi caritativi.

Già detto. Nel 2014 è quasi il 25%. Ma che vi siano margini per aggiungere altre voci alla carità è discusso al commento 46.

Sono sei miliardi di euro che vengono sottratti ai conti dello Stato per finire nelle casse della Chiesa.

Il linguaggio (sottratti) è fuorviante. Un termine percepito come negativo fa sottindendere che ci sia una malversazione o qualcosa di poco limpido.
In più, come già detto (grazie che leggete i commenti precedenti), molti di questi soldi tornano alla società, quindi a maggior ragione il termine sottratti è fuorviante. Tornano per fare anche quello che lo stato dovrebbe fare e non può/vuole fare. Se vivi in Italia sai che lo stato non arriva dappertutto, e alcune sue funzioni sociali sono supplite da opere di carità, alcune delle quali di ispirazione ecclesiastica. Non è bello (che lo stato non possa arrivare dappertutto) ma è così.


Se per magia domani abolissimo l'8 per mille potremmo fare due cose:

Ne faremmo molte di più eliminando l'evasione fiscale e sbattendo in galera corrotti e amministratori che usano i soldi coi piedi. Queste sì che sono cose contro la legge.


È il principio in base al quale lo Stato laico deve finanziare un culto religioso ad essere folle.

Opinione lecita. Ma è per l'appunto un'opinione. La mia, guarda un po', è molto diversa.
Adesso vi dispiacerebbe se la piantiamo qui e torniamo a parlare della sonda e della cometa?
E' una cosa leggermente storica, eh. Potremo polemizzare un'altra volta.
Offtopic ma c'entra con l'esplorazione spaziale. La Blizzard, nella sua nuova espansione per il noto MMORPG World of Warcraft (in cui il personaggio sbarca su un nuovo "mondo"), ha inserito nella colonna sonora un pezzo sinfonico (bellissimo, da commuoversi) intitolato "magnificent desolation", che sono le parole con cui Aldrin descrisse la Luna.

https://www.youtube.com/watch?v=qKP1-Xqwuis ditemi che non è bellissimo sto brano.
Opinione lecita. Ma è per l'appunto un'opinione. La mia, guarda un po', è molto diversa.

Questo mica l'ha detto Voltaire:

"Rendete dunque a Cesare quello che è di Cesare e a Dio quello che è di Dio."

Il principio di laicità nasce proprio da lì, ma i cattolici molto spesso hanno la memoria cortissima (o selettiva).
Chissà come mai?
Sulla faccenda Tg4.

Una bella riflessione:

http://www.wired.it/scienza/spazio/2014/11/13/rosetta-tg4-medioevo/
@Stupidocane
Sulla faccenda Tg4.

Beh, penso abbiano cercato di fare quelli "controcorrente"; quelli che non c'era niente di speciale, niente di bello.

Peccato che non sapessero nemmeno quale fosse la "corrente": troppo ignoranti anche solo per capire le "imprecisioni" (eufemismo) che dicevano.
@ Paolo Attivissimo

Per dare consequenzialità al nostro scambio, la risposta all'obiezione è nel mio commento n° 38.
@ martinobri

Dal tuo -CUT- per esempio :-DD

Cioè fammi capire: la maggior parte dei soldi che dovrebbero essere devoluti in carità servono per mantenere la struttura che li amministra, sostenendo che è la struttura stessa ad essere caritatevole verso la comunità.

Una struttura che, checchè se ne dica o si legiferi, si aggiudica una quota sproporzionata degli introiti rispetto alle preferenze espresse dai contribuenti.
Ora, fare il paragone con le elezioni parlamentari per giustificare una via preferenziale del flusso di denaro è illogico. Non voglio entrare troppo nel merito di una legge elettorale che fa acqua da tutte le parti, ma prenderla addirittura come esempio per dirottare fondi verso una data istituzione, mi pare quantomeno inopportuno, oltre che illogico.

Ma ammettiamo per un momento il premio di maggioranza. Che c'entra la governabilità di un Paese con l'arbitrarietà di dirottare più del doppio (in percentuale) dei fondi destinati ad altri? Non ha senso. Il 37% dei contribuenti ha deciso per la Chiesa Cattolica? Gli si dia il 37% sul totale. O al limite il 50%+1 euro. Non è un'elezione. Sono soldi. Anzi, sossoldi.

Comunque, arrampicarsi sugli specchi difendendo a spada tratta un'organizzazione parassitaria che drena fondi dalla comunità, con la scusa che "sì, ma l'organizzazione è comunque un aiuto alla comunità" è una tautologia. E' un sistema per il quale comunque la maggior parte dei fondi va dispersa per mantenere l'organizzazione in vita, tenendo conto che ci sarebbe già un'organizzazione superiore che potrebbe fare lo stesso senza la Chiesa di mezzo, ovvero lo Stato.

Non che questo significhi che lo Stato dirotterebbe il miliardo e due direttamente in beneficenza. Dopotutto siamo in Italia e si sa che quando si parla di soldi, non sono mai abbastanza e si perdono in mille altri rivoli.
Ma è proprio il concetto che non capisco come possa essere considerato "normale". In pratica si sta "buttando" quasi un miliardo di euro per mantenere un'organizzazione che su un miliardo e due ne destina direttamente in beneficenza solo un sesto.
Cioè, se lo fa Save the Children (cosa che effettivamente succede) partono titoli sui giornali. Se lo fa la Chiesa, va tutto bene perché il parroco (che raccoglie comunque le briciole del malloppo) fa beneficenza indiretta.

Ho parlato in un altro blog di sistemi di marketing piramidale e della loro invariabile tendenza a drenare soldi dal sistema economico promettendo cose che a ben vedere sarebbero realizzabili anche senza la struttura piramidale stessa. Ecco. Secondo me, anche se non è lo stesso tipo di struttura, il fine ultimo si rivela essere comunque quello: drenare fondi dalla comunità per fare una cosa che sarebbe realizzabile senza la struttura stessa (in quanto ce n'è già un'altra che potrebbe provvedere al suo posto) dato che utilizza la maggior parte dei fondi per mantenersi. In pratica parassitando il sistema.
martinobri ha commentato:
Adesso vi dispiacerebbe se la piantiamo qui e torniamo a parlare della sonda e della cometa?
E' una cosa leggermente storica, eh. Potremo polemizzare un'altra volta.

Sì, hai ragione. Parliamo di altro che è meglio. Discutere con i cattolici è sempre una cosa impossibile e del resto inutile. Mi spiace solo che la stupidità dei cattolici alla fine incida anche su di me e sulla collettività, viste le conseguenze di questa organizzazione criminale millenaria sul nostro Paese e non solo.

Ma pazienza, sono confidente nel futuro e nell'evoluzione del cervello umano.
@martinobri
sono d'accordo con te, tranne che non capisco cosa impedisce, a coloro che ragionano per esclusione, di devolvere l'8 per mille allo Stato.

Sempre parlando in base alla mia passata esperienza lavorativa, quando gli hai appena detto quanto pagano di tasse, a volte che avranno un conguaglio sulla pensione/stipendio e che magari dovranno anche versare qualche centinaio di Euro di acconto per l'anno successivo, sono disposti a dare l'8 e il 5 per mille a chiunque meno che allo stato...
Come riporta anche davser nel suo commento, non è garantito che se li lasci allo stato non finiscano lo stesso alla chiesa, ed è proprio quello che è successo in alcuni casi.
A questo punto io stesso pur non essendo credente preferisco darli ai Valdesi.
davser, se qui c'è uno Stupido, quello sono io. Non alimentiamo flame religiosi inutili, soprattutto in un post dove si declama che si vuole parlare d'altro.

Le offese gratuite lasciamole dove stanno.

Grazie
Ieri sera ho rivisto il film Contact, tratto dall'unico romanzo di Carl Sagan. Erano parecchi anni che non lo vedevo, ed è stata la cosa più commovente che ricordo da tanto tempo a questa parte. O forse sono solo i tipici sbalzi d'umore (che ultimamente mi stanno mandando davvero fuori di melone) di un ragazzo di 26 anni :)

Senza andare a scomodare la vita extraterrestre, a mio parere l'atterraggio sulla cometa è un evento di straordinaria importanza dal punto di vista astronomico e cosmologico. Francamente mi aspetto di tutto. E mi dispiace notare come la rilevanza dell'evento non sia stata minimamente percepita dalla comunità non-scientifica, con la quale mi riferisco non ai religiosi ma ai non-interessati di scienza.

La ricerca delle origini della vita è da sempre interesse dell'Uomo in quanto Uomo. Oggi basta dire "spazio", "galassia", "costellazione", ti etichetta immediatamente come un pazzo cervellone noioso e spaventoso. Ci siamo dimenticati che l'Uomo guarda le stelle e la propria galassia da quando possiede gli occhi, che il cielo è stato il primo navigatore di sempre, che se ci spostassimo su un lontano pianeta pur identico alla Terra, un cielo diverso ci farebbe comunque sentire lontani da casa. Se dicessi ad una persona "chiudi gli occhi e pensa alla natura" egli probabilmente immaginerebbe una spiaggia, un bosco, ma non penserebbe mai a un buco nero o a un quasar... che paradossalmente sono oggetti molto più naturali e diffusi dei boschi. Oggi lo "spazio" esiste nella testa di molti solo come sinonimo di Star Wars e di Galaga.

L'Uomo ha dimenticato che il cosmo è da sempre nel suo cuore :)
@ Unknown

Bell'intervento. Sai, credo che dipenda anche da un fattore molto fisico: l'inquinamento luminoso.

Ci sono persone che nascono e muoiono senza mai vedere il cielo senza la luce che disturba la visuale. Sono convinto che un viaggetto in pieno deserto o una crociera in mezzo all'oceano, possano far rivivere il sentimento di timore e stupore in ogni uomo che guardi l'infinito negli occhi.

Senza magari sapere a menadito quali sono i pianeti, quali le stelle, quali le costellazioni. Basterebbe rendersi conto che quella fascia lattiginosa che solca il cielo notturno è la luce di miliardi di altri Soli. Ci si sentirebbe meno soli.
Sai, credo che dipenda anche da un fattore molto fisico: l'inquinamento luminoso.
Nonché dal fatto che non occorra più farlo.


Ci sono persone che nascono e muoiono senza mai vedere il cielo senza la luce che disturba la visuale. Sono convinto che un viaggetto in pieno deserto o una crociera in mezzo all'oceano, possano far rivivere il sentimento di timore e stupore in ogni uomo che guardi l'infinito negli occhi.


L'anno scorso sono andato in vacanza a Linosa ed ho visto per la prima volta la Via Lattea ad occhio nudo. Senza pudore ammetto, mi sono quasi sentito male, tanta è stata l'impressione di guardare così dentro l'universo. Il cielo era letteralmente dorato e io me la sono fatta sotto come mai prima di quel momento. Io tra l'altro soffro (ah perchè, si soffre?) di varie sinestesie, tipo vedo le lettere a colori. Quella notte mi è sembrato di sentire il suono di quel cielo. Essere messo davanti a quella consapevolezza, e capire che la devi accettare per forza, perchè tu sei davvero lì sparato in mezzo all'universo, tanto da poterlo tranquillamente vedere coi tuoi occhi, lì per lì è stata una sensazione BRUTTISSIMA.

Oh mica sto provando a portarvi a letto con questi discorsi, nel caso ve lo stiate chiedendo, è la verità!
Ieri sera ho rivisto il film Contact, tratto dall'unico romanzo di Carl Sagan.
Forse uno dei rari casi in cui il film è quasi superiore al pur bellissimo libro (fra l'altro ormai introvabile in italiano).
@ Unknown

Oh mica sto provando a portarvi a letto con questi discorsi, nel caso ve lo stiate chiedendo, è la verità!

Tanto non funziona, neanche (e soprattutto) con le donne... :)
Nel frattempo Philae ha acceso il trapano...
Questo risultato del raggiungimento della cometa Rosetta,dopo un viaggio durato quasi dieci anni dimostra che i sogni si possono realizzare:basta crederci.
@Francesco Coppola
Senza fare spoiler, ma le ultime 3 pagine del libro dove viene svelato... non posso dire cosa, hanno una poesia che il libro non raggiunge. Mi si è accapponata la pelle nel leggerle. Il film è ben fatto e rende giustizia al libro, ma quando la parte emozionale prevale su quella visiva (Avatar...), una descrizione fatta bene supera ampiamente una buona regia.... se hai sufficiente immaginazione.
@ Gianfranco Filippini

Cometa Rosetta? Sicuro?
@Fabio

Beh si può disquisire cosa esattamente sia sessista o meno, ma quella camicia era comunque totalmente inappropriata, bene ha fatto la gente a farglielo notare, e bene ha fatto Matt Taylor a scusarsi per l'errore alla prima occasione utile. Alla fine ha imparato una lezione utile, quindi il tempo impiegato da The Verge per farglielo notare mi sembra ben speso.
@Stupidocane

> Tanto non funziona, neanche (e soprattutto) con le donne... :)

Provato con l'Oroscopo? :-P
@Stupidocane

> Nel frattempo Philae ha acceso il trapano...

Detta così fa ridere! :-D
Provato con l'Oroscopo? :-P

Provato anche con quello, ma sembra che parlarne come di una boiata pazzesca senza alcun fondamento scientifico abbia lo stesso effetto di disquisire di calcio.

Annoia... e le mutande stanno dove sono.
Secondo me ha ragione Stu.
Non su questo: ne destina direttamente in beneficenza solo un sesto, perchè è un quarto solo quella diretta. (Anzi, coerentemente con il mio richiamo sono in silenzio stampa sulla questione 8x1000; anche perchè, a parte qualche nuova forzatura, quello che si doveva dire è stato detto).
Ma sul fatto che non godiamo il cielo perchè non lo frequentiamo più causa inquinamento luminoso.
Per chi ha energie da spendere: http://cielobuio.org/
Su "Contact" di Sagan:
@Guido Baccarini
Senza fare spoiler, ma le ultime 3 pagine del libro dove viene svelato... non posso dire cosa, hanno una poesia che il libro non raggiunge

Volevi dire "che il film non raggiunge", immagino (e concordo).
Il bello è che mi ostino a tornare qui bella speranza di trovare qualche approfondimento interessante sulla missione (i cui problemi sono numerosi).
Vabbè, con il 6% di commenti in topic avete vinto il premio thread andato in vacca 2014. :p
con il 6% di commenti in topic

Lo so che è un'iperbole, ma riflette la caratteristica non voluta di questo thread di sparare cifre e percentuali a caso.
Attualmente su 98 commenti, escluso questo, 36 sono in topic. E' il 36,73%.
Completamente d'accordo con Unknown #83

"Senza andare a scomodare la vita extraterrestre, a mio parere l'atterraggio sulla cometa è un evento di straordinaria importanza dal punto di vista astronomico e cosmologico. Francamente mi aspetto di tutto. E mi dispiace notare come la rilevanza dell'evento non sia stata minimamente percepita dalla comunità non-scientifica, con la quale mi riferisco non ai religiosi ma ai non-interessati di scienza."

Come dicevo io nel #18, stasera mio figlio che è in 5° liceo a Milano mi ha detto "non capisco come mai non se ne parli, oggi ne ho parlato a scuola ( s c i e n t i f i c o....) e mi hanno guardato stupiti "che è Rosetta?"" Mi si è spezzato il cuore.

Meno male che ogni tanto i miei figli devono sorbirmi, spero di aver trasmesso loro un po' di quella curiosità del mistero, quella voglia di alzare lo sguardo verso l'abisso nero notturno, guardare le stelle, farsi delle domande.
Tralascerei davvero il discorso economico, ogni discussione in merito secondo me non porta a nulla in quanto dei nostri soldi se ne fanno di ogni (ed in parte è normale in quanto lo stato funziona anche con i soldi nostri) ma chissà quanti, e ben di più, vengono buttati in loschi affari o sprecati, altro che 20 centesimi all'anno!
Mi intristisce vedere il qualunquismo, il menefreghismo, di fronte ad imprese di tale natura che riportano il nostro spirito verso la direzione corretta, la ricerca di noi stessi. Per fortuna ci sono anche quelli che si riempiono il cuore di questo. Ed un messaggio forte arriva ai giovani (se glielo facciamo sentire): si può fare!
Martinobri: se hai colto che era un'iperbole (suggerimento: non avete nemmeno vinto il premio) ti sei preso pure la briga di contare i post in topic? Che ramo di ingegneria hai fatto? =)

Quello che mi fa specie è che è successo di tutto e nessuno ha detto niente (tranne mi sembra Stupidocane che ha detto che ha acceso il trapano suscitando l'ilarità generale). Vabbè, siamo ottimisti, la prossima volta che una sonda atterrerà su una cometa staremo più sul pezzo =)
@Stupidocane:
> Provato anche con quello, ma sembra che parlarne come di una boiata pazzesca senza alcun fondamento scientifico abbia lo stesso effetto di disquisire di calcio.

Ma no!
Così hai sbagliato tutto! :-(
@Tubaz:
> stasera mio figlio che è in 5° liceo a Milano mi ha detto "non capisco come mai non se ne parli, oggi ne ho parlato a scuola ( s c i e n t i f i c o....) e mi hanno guardato stupiti "che è Rosetta?"" Mi si è spezzato il cuore.

Avendo cominciato a frequentare il gruppo astrofili locale proprio ai tempi della 1° liceo, probabilmente ho una visione un po' distorta della faccenda, ma ho la sensazione che i "ragazzi di oggi" abbiamo molta meno curiosità/conoscenze su questi temi rispetto a quelli di 35/40 anni fa (salvo qualche pregevole eccezione, ovviamente).
Philae sembra aver esaurito le batterie ma sembra abbia fatto in tempo a fare tutti gli esperimenti previsti per il primo stadio.

Ora è in ibernazione. Si attende un nuovo contatto con Rosetta in tarda mattinata.

Si vedrà se la rotazione del corpo di Philae ha sortito gli effetti sperati per l'esposizione dei pannelli alla luce solare.

Ad ogni modo gli scienziati sono fiduciosi che Philae possa tornare attivo quando la cometa si avvicinerà di nuovo al Sole, cambiando l'incidenza e la quantità di luce per i pannelli solari.
@Stupidocane, da dove prendi le notizie così aggiornate? Immagino sito Esa ma più precisamente? Grazie
@ Tubaz

Ad esempio qui: http://rosetta.esa.int/

e qui: http://blogs.esa.int/rosetta/

e qui: https://twitter.com/philae2014

:D
Ecco la risposta del Tg4 ... adesso salta fuori che era "ironico" ... E come da copione ora loro sono le "vittime" di noi, brutti e cattivi malpensanti !
http://www.tgcom24.mediaset.it/2014/video/il-tg4-e-e-le-polemiche-su-rosetta-ecco-i-perche-del-servizio_2040023.shtml
@ Zaku & Matteo

Io sono dell'idea che il pubblico di Retequattro non è in maggior parte imbecille quanto i giornalisti del Tg4 pensano ed anche che chiunque sia dotato di un minimo di intelligenza e spirito critico si accorge da solo del rumore stridulo di polpastrelli su superfici riflettenti. Chi invece rimane con il Tg4... beh, ha ciò che si merita.

Un magazine ignorante ed arrogante per persone ignoranti e fiere di esserlo.

E no. Non accetto la critica che verrà mossa "Ok, ma la nonna che non ha mai studiato, cosa vuoi che ne sappia lei? E' colpa dei giornalisti!".
Ripeto, no. L'ignoranza spocchiosa del Tg4 è un sintomo che raccoglie consensi tra gli ignoranti. Essa, l'ignoranza, non è questione d'età.
E' una condizione mentale.

La stessa che va a braccetto con il pregiudizio, tanto caro a quella massa d'ignoranti massimi che sono il leit-motiv di questo blog.

Non è colpa dei giornalisti se ci propinano mille notizie sulle starlette con le bocce al vento e poco o nulla sulla missione Rosetta.
E' colpa dell'ignoranza generalizzata, più incline a sapere tutto sui nuovi amori dei calciatori che su missioni che possono cambiare la Storia.
Mi si dirà: "Ok, ma è anche compito dei giornalisti FARE INFORMAZIONE."

Giusto! Vero come il Sole! Ma che informazione si può fare ad una platea di capre ignoranti se il tuo target è proprio il gregge belante?
Un bel servizio sull'erbetta piantata dal vicino.
Che è sempre più verde.

Il vicino, intendo.
A proposito del servizio del TG4, consiglio questo bell'articolo di Daniele Daccò, alias Il Rinoceronte, direttore di Orgoglio Nerd.
Almeno una volta al TG4 c'era a condurlo quel comico un po' attempato...
Grazie Stupidocane. mi mancava il profilo tweeter di Philae :-)
Poi taccio ma dalle ultime dichiarazioni ufficiali pare che Rosetta abbia percorso tutto il viaggio in seconda corsia...
Poi taccio ma dalle ultime dichiarazioni ufficiali pare che Rosetta abbia percorso tutto il viaggio in seconda corsia...

Con tutto lo spazio che aveva!
rimango convinto che se un operaio della diamine, da vent'anni con la cintura arancione (credo sui 1600€ lordi al mese) preferisce usare quei venti centesimi per installare luci viola sotto la sua alfa 33 del '91 o una leva del cambio a forma di pene, ha perfettamente ragione.
Smette di aver ragione se ottiene di tenersi quei venti centesimi e poi si lamenta che la ricerca non fa abbastanza per i problemi di chi gli sta vicino.
La risposta del TG4 è semplicemente ridicola.
Quello che mi dà più fastidio è che abbiano tirato in ballo la "mia" professoressa Amalia Ercoli Finzi per la quale, a parte ricordarla con affetto, ho sempre avuto un gran rispetto.
Oltretutto la inseriscono nel discorso cercando velatamente di far capire che stia intervenendo in merito alla polemica mentre è palese che il tutto è decontestualizzato (oltre a essere tratto dal TG2).
Ma come si fa a scrivere queste cose:
"In particolare Philae è riuscito a trivellare la cometa a 25 chilometri di profondità, analizzare il campione e inviare i risultati a terra, che gli scienziati dell'ESA analizzeranno nei prossimi sei mesi (il resto del mondo potrà usufruirne liberamente e gratuitamente dopo quella data)."

Da: http://it.ibtimes.com/articles/72636/20141115/rosetta-philae-addormentato-dati.htm#ixzz3JEHzLVVm
L'8X1000 è una truffa bella e buona, caro signor Martinobri, dato che non viene certo presentato come una votazione, ma come una semplice domanda; se mi chiedi a chi voglio destinare una parte delle mie tasse ed io non ti rispondo, è totalmente evidente che desidero che quella parte resti dov'è, cioè nelle tasse. Prenderla ugualmente è perlomeno giocare sporco.
Inoltre questa non è nemmeno la maggior parte dei soldi pubblici che, di riffa o di raffa, finiscono alla Chiesa, c'è tutta la questione degli stipendi degli insegnanti di religione (solo una, ci mancherebbe), dell'ici (o come si chiama ora) sugli immobili religiosi, e chissà poi perchè solo su quelli a fini di lucro, più ammennicoli vari spiegati nell'articolo di repubblica che linko
http://www.repubblica.it/2007/09/sezioni/cronaca/conti-della-chiesa/conti-della-chiesa/conti-della-chiesa.html
dove la conclusione (secondo me fin troppo ottimistica, dato che si va per stime) è che la Chiesa costa alla comunità almeno quanto la classe politica, e poi uno non deve bestemmiare! Indubbiamente entrambe restituiranno qualcosa alla comunità, ma il rapporto costi/ritorno mi sembra ben oltre il livello che si può considerare parassitismo.

Riguardo alla cometa: ma una foto dalla superficie esiste o non ancora, o non esisterà mai?
@Johnny Dio

Grazie per le opinabili considerazioni, ma nei commenti precedenti abbiamo deciso di rimandare la questione 8x1000 ad altra occasione per concentrarci sulla cometa.
I complottisti direbbero che : l'atterraggio millimetrico si è risolto in un tuffo in una valle oscura,
e che il modulo appena due giorni dopo l' atterraggio si è spento per mancanza di energia.
Pareva brutto utilizzare un generatore a radioisotopi.
Ridateci i nostri euro.
ma soprattutto ha detto di avere fatto informazione puntuale sulla cometa nel servizio di scuse...si certo come no.
@Van Fanel - Commento #97
Certo, intendevo il film... e l'ho anche riletto, il commento, prima di pubblicarlo.... Devo dormire di più. Mi faccio ibernare anche io.
L'hanno trovato! Forse...

http://blogs.esa.int/rosetta/2014/11/16/philae_spotted_after_first_landing/
@Guido
Mi faccio ibernare anche io.

Come Philae o come ... il personaggio di Contact che-non-possiamo-nominare-per-non-spoilerare-chi-ha-visto-il-film-ma-non-ha-letto-il-libro? :D
@Van Fanel
Esatto. Ho già ridotto l'ossigeno al 18,5% e nnnon acuso acun disturbo diesel. Penso (ergo sonno) khe sssenderò a diciotto se non l'hai nel sacco.
Il colore però non è dei più poetici :-P

la-cometa-di-rosetta-a-colori/