skip to main | skip to sidebar
14 commenti

Samantha Cristoforetti: perché si va nello spazio?

Godetevi questa mini-conferenza di Samantha Cristoforetti alla Maker Faire di Roma. È in inglese (e in un gran bell'inglese, fra l'altro), ma l'entusiasmo incontenibile e l'emozione per il privilegio di partire verso lo spazio tra ormai meno di un mese credo traspaiano anche a chi non parla questa lingua.

Menzione onorevole, inoltre, per le abbondanti citazioni di Star Trek e della Guida Galattica per Autostoppisti. Non so se il governo italiano se n'è reso conto, ma sta mandando nello spazio una vera geek. Buona visione.

Invia un commento
I commenti non appaiono subito, devono essere tutti approvati da un moderatore. Lo so, è scomodo, ma è necessario per tenere lontani scocciatori, spammer, troll e stupidi: siate civili e verrete pubblicati qualunque sia la vostra opinione; gli incivili di qualsiasi orientamento non verranno pubblicati, se non per mostrare il loro squallore.
Inviando un commento date il vostro consenso alla sua pubblicazione, qui o altrove.
Maggiori informazioni riguardanti regole e utilizzo dei commenti sono reperibili nella sezione apposita.
NOTA BENE. L'area sottostante per l'invio dei commenti non è contenuta in questa pagina ma è un iframe, cioè una finestra su una pagina di Blogger esterna a questo blog. Ciò significa che dovete assicurarvi che non venga bloccata da estensioni del vostro browser (tipo quelle che eliminano le pubblicità) e/o da altri programmi di protezione antimalware (tipo Kaspersky). Inoltre è necessario che sia permesso accettare i cookie da terze parti (informativa sulla privacy a riguardo).
Commenti
Commenti (14)
Seee, figurati se il governo sa che "sta mandando" una geek, una che????
Mary Ann Cramer: Is it worth it? Should we just pull back? Forget the whole thing as a bad idea, and take care of our own problems, at home.

Sinclair: No. We have to stay here. And there's a simple reason why. Ask ten different scientists about the environment, population control, genetics, and you'll get ten different answers, but there's one thing every scientist on the planet agrees on. Whether it happens in a hundred years or a thousand years or a million years, eventually our Sun will grow cold and go out. When that happens, it won't just take us. It'll take Marilyn Monroe, and Lao-Tzu, and Einstein, and Morobuto, and Buddy Holly, and Aristophanes…[and] all of this…all of this…was for nothing. Unless we go to the stars.

Se volete la versione video cercate sul tubo "Babylon 5 Infection all of this for nothing"
Sono sollevato, ora il Wolowitz Zero-Gravity Waste Disposal System può anche incepparsi ;-)
Bellissimo, Lei non e' UNA geek,e' LA geek.
In bocca la lupo, Sam!
Sta mandando una geek e pure solandra, ma è così simpatica (oltre che evidentemente brava, tosta e tutte le altre cose obbligatorie) che persino una mezza nonesa fa il tifo per lei. Questa la capiscono nonesi e solandri, per tutti gli altri è una cosa tipo pisani e livornesi :D
Non solo inglese ma anche il russo, che le conferisce il privilegio di capire cosa dicono in Rocky IV.
[quote-"bubbalù"-"/2014/11/samantha-cristoforetti-perche-si-va.html#c8902578086403154292"]
Sta mandando una geek e pure solandra, ma è così simpatica (oltre che evidentemente brava, tosta e tutte le altre cose obbligatorie) che persino una mezza nonesa fa il tifo per lei. Questa la capiscono nonesi e solandri, per tutti gli altri è una cosa tipo pisani e livornesi :D
[/quote]
Nonesi e solandri libera nos domine! :)
Ho visto la sezione dedicata allo spazio al Museo della Scienza e tecnica di Milano e la meraviglia di mio figlio di fronte alle tute spaziali,gli orologi,i distintivi delle missioni Apollo con i nomi degli astronauti,e,sorpresa,il Pezzo di Luna chiuso in una capsula tonda di plastica.E' stato incredibile,stupefacente,emozionante.Di fronte a noi un sasso proveniente dalla Luna,da non credere.Penso che un qualsiasi lunacomplottista dovrà accuratamente evitare di andare in un posto del genere,far finta che non esiste,cambiare discorso.glissare,Perchè non ci sono solo reperti di origine statunitense,anzi,ce ne sono parecchi sovietici che dimostrano come la corsa allo spazio sia stata una faccenda tremendamente seria nel contesto di quel tempo.
Ma la persona che introduce non è Riccardo Luna?
bubba, stavo per scrivere lo stesso identico commento........

jorker, che vos po ti? dan do ses? piana? :-P
Una di quelle donne fantastiche e unstoppable. Mi ricorda Ellen MacArthur, che ho avuto occasione di conoscere un po' di anni fa.
Ragazzi! complimenti, che presenza scenica! Ho già sentito Parmitano, adesso lei, e se fossero questi la classe politica di domani?

Intanto quelli di oggi, il governo di cui sopra, dovrebbero avere la furbizia di mandare il filmato in tutte le scuole del regno, e chiedere agli studenti di ogni ordine e grado di farci un tema, e dunque costringerli a rifletterci sopra.

Ma già, è in inglese. Un inglese perfetto, americano, caldo, sicuro, solo "magnificent" le veniva male a dirlo. Il presentatore, comunque si chiami, dovrebbe andare a piangere in bagno ed iscriversi ad un crash course di inglese.

E allora mettiamoci i sottotitoli e mostriamola agli studenti, che un bel contratto d'appalto per sottotitoli non ce lo faremo mancare certo.
I complottisti direbbero che,
visti gli ultimi risultati dei lanci spaziali USA
speriamo che non gli scoppi il missile sotto il sedere.
La settimana scorsa mi han chiamato a tenere una conferenza su Galileo nelle aule del mio vecchio liceo (non chiedetemi quanti anni fa ci studiavo, mi avvalgo del diritto di non rispondere). E mi han chiesto se la potevo tenere in inglese, devono fare un tot di ore di lezione l'anno in inglese e quindi se ne approfittano se capita qualcuno che lo mastica. Ho concluso con il consiglio che ho sentito dare da Paolo: studia l'inglese e scappa, il mondo è la tua ostrica. E gli manderò il link di questo video, non è una lezione frontale, ma il contenuto lo rende quasi tale. Veramente emozionante.