skip to main | skip to sidebar
7 commenti

Samantha Cristoforetti: un razzo, un cuore e un sorriso

Le prime riprese video del decollo di Samantha Cristoforetti, Anton Shkaplerov e Terry Virts cominciano ad apparire online mentre il loro veicolo spaziale sta ancora compiendo le complesse manovre di rendezvous con la Stazione Spaziale Internazionale.










Su Flickr compaiono le prime foto:


Credit: ESA–S. Corvaja, 2014




Credit: Roskosmos

E soprattutto spopolano le immagini del sorriso di Sam mentre vola verso lo spazio pilotando trecento tonnellate di metallo, cherosene e ossigeno liquido lanciati a venticinquemila chilometri l'ora:



Samantha è riuscita a portare con sé nello spazio non solo la sua passione, bravura e determinazione, ma anche la gioia e l'entusiasmo di tutti coloro che amano l'avventura e l'esplorazione.
Invia un commento
I commenti non appaiono subito, devono essere tutti approvati da un moderatore. Lo so, è scomodo, ma è necessario per tenere lontani scocciatori, spammer, troll e stupidi: siate civili e verrete pubblicati qualunque sia la vostra opinione; gli incivili di qualsiasi orientamento non verranno pubblicati, se non per mostrare il loro squallore.
Inviando un commento date il vostro consenso alla sua pubblicazione, qui o altrove.
Maggiori informazioni riguardanti regole e utilizzo dei commenti sono reperibili nella sezione apposita.
NOTA BENE. L'area sottostante per l'invio dei commenti non è contenuta in questa pagina ma è un iframe, cioè una finestra su una pagina di Blogger esterna a questo blog. Ciò significa che dovete assicurarvi che non venga bloccata da estensioni del vostro browser (tipo quelle che eliminano le pubblicità) e/o da altri programmi di protezione antimalware (tipo Kaspersky). Inoltre è necessario che sia permesso accettare i cookie da terze parti (informativa sulla privacy a riguardo).
Commenti
Commenti (7)
Che spettacolo! Una domanda per chi ne sa di più: giustamente li hanno tenuti in quarantena per non rischiare di farli partire con qualche malattia, fosse pure un semplice raffreddore. Come è che mentre si avviano all'autobus che li porta alla rampa di lascio, vengono in contatto con 2-3 persone che oltre ad augurar loro un buon viaggio (suppongo) danno strette di mano (e vabbé, passi: hanno i guanti) e scambiano abbracci? Mi pare un po' una leggerezza, se confrontata alla quarantena...
Vedere quel viso sempre sorridente che esprimeva una gioia immensa è stata la cosa più bella di tutto il lancio.
Antonio
Olaf è finalmente riuscito ad emulare l'impresa del collega Buzz Lightyear di qualche anno fa!
Uno sulla Discovery, l'altro sulla Soyuz ... ma entrambi Disney ... complotto!!!
C'entra niente ma possibile che di tutte le riprese / inquadrature effettuate non ce ne sia una esposta correttamente? Appena i motori vanno a regime si vede solo bianco. Mi sembrano delle riprese straordinariamente di bassa qualità per un evento del genere. Non che siano delle condizioni di luce semplice ma a) lascia piuttosto l'esposizione automatica, ti prenderanno in giro perché hai usato una funzione da pivellino ma almeno non butti via tutto b) una macchina che riprende in RAW FullHD con 12 stop di gamma dinamica costa meno di mille euro, una che ti riprende in RAW risoluzione 5K 18 stop di gamma dinamica meno di diecimila... 225 milioni per il lancio, spendili 3 o 4 mila dollari per una troupe minimamente attrezzata, su.
Fx,

possibile che di tutte le riprese / inquadrature effettuate non ce ne sia una esposta correttamente? Appena i motori vanno a regime si vede solo bianco.

Il programma spaziale russo non ha soldi da scialacquare in videocamere HD per il piacere dei fan. Guarda come sono gli alloggi dei cosmonauti :-)

Non lamentarti: apprezza, semmai, il fatto che oggi vedi in diretta e a colori qualcosa che qualche decennio fa era segreto di stato.
Paolo: apprezzo molto e proprio per quello mi scoccia non vedere niente :) Per uno scherzo che, come ho già detto, a ogni lancio costa 225 milioni di euro non è un problema di budget, è un problema di priorità: evidentemente a nessuno gliene frega niente / non si sono mai posti il problema. Solo che oggi la comunicazione è fondamentale, perché questi programmi vivono con i soldi pubblici e se non si sensibilizza il pubblico in tutti i modi possibili (come è diventata brava la NASA a fare) i politici li metteranno ai primi posti quando dovranno fare dei tagli (meglio tagliare dove non si perdono voti che su cose più stupide ma più popolari).

A me non sembrano cose da scienziati, il problema probabilmente è che li lo sono tutti. =)
Stavo pensando: se riesci a convincere qualcuno a pagarci viaggio, vitto e alloggio la prox volta facciamo noi - gratis - riprese / montaggi (parlo ovviamente in aggiunta a quelle già previste, anche perché il taglio dev'essere completamente diverso per poter produrre un montato che abbia una forte componente emozionale).