skip to main | skip to sidebar
1 commento

Video dell'avvicinamento e attracco di Samantha alla Stazione



Questa è la Stazione Spaziale Internazionale: la Soyuz di Samantha è la TMA-15M, attraccata al di sotto della Stazione.


Invia un commento
I commenti non appaiono subito, devono essere tutti approvati da un moderatore. Lo so, è scomodo, ma è necessario per tenere lontani scocciatori, spammer, troll e stupidi: siate civili e verrete pubblicati qualunque sia la vostra opinione; gli incivili di qualsiasi orientamento non verranno pubblicati, se non per mostrare il loro squallore.
Inviando un commento date il vostro consenso alla sua pubblicazione, qui o altrove.
Maggiori informazioni riguardanti regole e utilizzo dei commenti sono reperibili nella sezione apposita.
NOTA BENE. L'area sottostante per l'invio dei commenti non è contenuta in questa pagina ma è un iframe, cioè una finestra su una pagina di Blogger esterna a questo blog. Ciò significa che dovete assicurarvi che non venga bloccata da estensioni del vostro browser (tipo quelle che eliminano le pubblicità) e/o da altri programmi di protezione antimalware (tipo Kaspersky). Inoltre è necessario che sia permesso accettare i cookie da terze parti (informativa sulla privacy a riguardo).
Commenti
Commenti (1)
posso dire una cosa? Ok l'entusiasmo nazionale che condivido completamente (una volta tanto...) e l'affetto per la "nostra" Samantha, ma quella non è "La Soyuz di Samantha".

Sulla Soyuz c'erano 3 membri ed è bene ricordare che la ISS rimane una straordinaria collaborazione internazionale.

Naturalmente la mia è una blanda e amichevole critica. Più una puntualizzazione per dire che l'obiettivo resta lo spazio e la conoscenza, Samantha o no.