skip to main | skip to sidebar
2 commenti

Firefox 34 include videochat senza plug-in; addio Skype?

La versione 34 di Firefox, attualmente disponibile per lo scaricamento gratuito, ha parecchie novità, fra le quali spicca in particolare la funzione Hello, che consente di fare e ricevere videochiamate via Internet direttamente all'interno del browser, senza dover quindi ricorrere ad applicazioni esterne o a plug-in.

La funzione è gratuita ed è compatibile con qualunque browser che supporta WebRTC (quindi anche Chrome e Opera) e si può usare senza dover creare account (ma avere un account Firefox offre accesso a maggiori funzionalità).

Per usare Hello, cliccate sul suo pulsante nella barra strumenti di Firefox: se non lo trovate, leggete queste istruzioni; se non bastano, digitate about:config nella barra degli indirizzi e cambiate il parametro loop.throttled a false, riavviate Firefox e rieseguite le suddette istruzioni.

Una volta attivata la funzione Hello, per avviare una conversazione si manda all'interlocutore (per esempio via mail) il link generato da Hello; l'interlocutore clicca sul link ricevuto e il gioco è fatto. I link sono riutilizzabili, e se entrambi i partecipanti hanno un account Firefox esiste anche la chiamata diretta. Tutti i dettagli sono nel blog ufficiale di Mozilla (anche qui).

L'arrivo delle chiamate audio e video direttamente all'interno del browser potrebbe essere un duro colpo per gli altri operatori di videochiamata, come Skype; se il servizio risulta semplice e affidabile, molti utenti potrebbero preferire Firefox Hello perché non comporta nessuna installazione di app aggiuntive, di cui poi occorre fare la manutenzione e l'aggiornamento.
Invia un commento
I commenti non appaiono subito, devono essere tutti approvati da un moderatore. Lo so, è scomodo, ma è necessario per tenere lontani scocciatori, spammer, troll e stupidi: siate civili e verrete pubblicati qualunque sia la vostra opinione; gli incivili di qualsiasi orientamento non verranno pubblicati, se non per mostrare il loro squallore.
Inviando un commento date il vostro consenso alla sua pubblicazione, qui o altrove.
Maggiori informazioni riguardanti regole e utilizzo dei commenti sono reperibili nella sezione apposita.
NOTA BENE. L'area sottostante per l'invio dei commenti non è contenuta in questa pagina ma è un iframe, cioè una finestra su una pagina di Blogger esterna a questo blog. Ciò significa che dovete assicurarvi che non venga bloccata da estensioni del vostro browser (tipo quelle che eliminano le pubblicità) e/o da altri programmi di protezione antimalware (tipo Kaspersky). Inoltre è necessario che sia permesso accettare i cookie da terze parti (informativa sulla privacy a riguardo).
Commenti
Commenti (2)
Se WebRTC si diffonde potrebbe essere una piccola rivoluzione. Un set di API integrate in HTML5 per fare chiamate potrebbe portare la videoconferenza all'interno delle pagine web richiamabile senza plugin esterni; senza contare che WebRTC e' teoricamente interfacciabile anche con i centralini.
Non mi stupisce che MSIE non supporti (ancora?) WebRTC in maniera nativa perche' MSFT ha proprio Skype (gia' Microsoft Linc, gia' Microsoft Communicator) con cui tenta di far convergere telefonia e messaggistica nel PC (ovviamente il tutto integrato in Exchange Server). Queste pero' sono soluzioni "corporate" difficilmente applicabili agli utenti "comuni".
Aspettiamoci le prime pagine che aprono chiamate ad insaputa dell'utente, nel frattempo teniamo le cam staccate oppure oscurate. Non si sa mai.
Interessante, anche se ho paura che porterà anche gravi falle, così come successo per molte videochat. Mi chiedo poi se anche le comunicazioni in questo modo sono sniffabili come il VOIP sugli altri programmi di videochat.

Per il resto io preferisco di più le altre applicazioni di WebRTC, HTML5 e simili
esempi:
http://art-museum-online.blogspot.com/
http://ing-gg.blogspot.com/